Second Life? Può essere molto utile

Innovativo progetto di una società italiana: stanno costruendo una palazzina in Emilia ma i clienti possono già visitarla online, per vedere da vicino come sarà

Roma – Quasi a voler creare una separazione netta tra il Second Life bucherellato dalle critiche e quello che di buono può esserci nel metaverso di Linden Labs, la società GMPRgroup per conto di un proprio cliente ha dato vita nel mondo elettronico di Linden Lab ad una palazzina, che rispecchia in toto il progetto di costruzione di un edificio vero e proprio che sorgerà a Reggio Emilia.

L’idea è semplice: su Second Life la riproduzione tridimensionale dell’edificio può essere visualizzata dagli avatar dei clienti del costruttore che si è rivolto a GMPRgroup. Quando si compra casa, soprattutto se in costruzione, si è naturalmente avidi di informazioni sul proprio acquisto fino alla consegna dell’abitazione, un’avidità che almeno in parte può ora essere soddisfatta via Internet.

Un'immagine di SL La nuova palazzina di Reggio Emilia è già interamente costruita e può essere visitata all’indirizzo COSTRUZIONI RESIDENZIALI Srl, Second Italia 1 (34, 27, 22) o digitando “costruzioni residenziali” nel motore di SL . “Entrando nella famosa piattaforma – spiega la società di comunicazione – il compratore può visitare l’immobile che vuole acquistare, andando oltre la semplice fruizione dei rendering o delle foto, e comprendendo appieno le sue caratteristiche”.

La scelta di Second Life non è casuale: GMPRgroup è già presente nel metaverso di Linden Labs. La speranza, evidentemente, è che tolto l’ hype che ha circondato quell’ambiente elettronico, provocando anche clamorosi affondamenti di progetti troppo ambiziosi, possa dissolversi lasciando spazio ad iniziative davvero utili alla vita di tutti i giorni.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Antonio scrive:
    MA??
    Di cosa sarebbe in grado di occuparsi Quintarelli??? Veraente strano scegliere un personaggio del genere per un'intervista....
  • Antonio scrive:
    MA??
    Di cosa sarebbe in grado di occuparsi Quintarelli??? Veraente strano scegliere un personaggio del genere per un'intervista....
    • anonimo scrive:
      Re: MA??
      Dovrebbero intervistare te, saresti sicuramente più bravo nel descrivere in modo illuminante le tendenze del web 2.0 mondiale :D
    • anonimo scrive:
      Re: MA??
      Dovrebbero intervistare te, saresti sicuramente più bravo nel descrivere in modo illuminante le tendenze del web 2.0 mondiale :D
  • dejudicibus scrive:
    World 2.0
    Vorrei segnalarvi il mio ultimo articolo (in inglese), che rivede la definizione data da Tim O'Reilly di Web 2.0 in un ottica di rifocalizzazione sulle interazioni sociali sostenuta da un'architettura orientata ai servizi. L'articolo si trova qui(http://lindipendente.splinder.com/post/15354690/World+2.0) e contiene anche una sezione dedicata all'impatto delle differenze linguistiche sul social networking e una proposta per un progetto globale che aiuti a superarle.
  • dejudicibus scrive:
    World 2.0
    Vorrei segnalarvi il mio ultimo articolo (in inglese), che rivede la definizione data da Tim O'Reilly di Web 2.0 in un ottica di rifocalizzazione sulle interazioni sociali sostenuta da un'architettura orientata ai servizi. L'articolo si trova qui(http://lindipendente.splinder.com/post/15354690/World+2.0) e contiene anche una sezione dedicata all'impatto delle differenze linguistiche sul social networking e una proposta per un progetto globale che aiuti a superarle.
  • AKA scrive:
    Avete rotto le p....
    La speranza dietro il cosidetto web 2.0 è :VOI fate i contenuti, NOI FACCIAMO I SOLDI AH AH AH!!!
  • AKA scrive:
    Avete rotto le p....
    La speranza dietro il cosidetto web 2.0 è :VOI fate i contenuti, NOI FACCIAMO I SOLDI AH AH AH!!!
  • AndyCapp scrive:
    Perplessità
    A parte l'articolo abbastanza vuoto in se, dice una cosa vera; i siti social hanno senso solo se viene raggiunta una massa critica"spaghi.it" ad esempio è ancora lungi dall'averla ed i risultati si vedono :( http://bolognina.biz/2007/02/04/mangiare-20-a-bologna/Altro esempio, scrive.it, sito ed idea bellissimi, ma pochi utenti e recensioni.Siamo sicuri che sia solo una mancanza di investimenti?O sono gli utenti italiani che non sono interessati a queste cose?O ancora, è davvero così valio come dicono sto modello 2.0 ?
  • AndyCapp scrive:
    Perplessità
    A parte l'articolo abbastanza vuoto in se, dice una cosa vera; i siti social hanno senso solo se viene raggiunta una massa critica"spaghi.it" ad esempio è ancora lungi dall'averla ed i risultati si vedono :( http://bolognina.biz/2007/02/04/mangiare-20-a-bologna/Altro esempio, scrive.it, sito ed idea bellissimi, ma pochi utenti e recensioni.Siamo sicuri che sia solo una mancanza di investimenti?O sono gli utenti italiani che non sono interessati a queste cose?O ancora, è davvero così valio come dicono sto modello 2.0 ?
    • picchiatello scrive:
      Re: Perplessità
      - Scritto da: AndyCapp
      Siamo sicuri che sia solo una mancanza di
      investimenti?
      O sono gli utenti italiani che non sono
      interessati a queste
      cose?
      O ancora, è davvero così valio come dicono sto
      modello 2.0
      ?Forse non ne capisco molto del net italiano, ma la realtà e' che questi "portali" hanno una poca chiarezza ed immediatezza nelle basi su cui sono stati creati.Nel nostro paese conta anche una bassa informatizzazione di base, scarsa presenza di una rete "fisica" all'altezza e scarso tempo da dedicare alla stessa ( in molti casi fortunatamente).Gioca poi un ruolo preponderante sono quei 10-20 ( dai forse arriviamo a 30) personaggi che si dicono bravi tra loro qualsiasi cosa facciano senza avere uno spirito critico in se'; non sapendo che l'utenza italiana e' poca si ma smaliziata e non incline ai facili entusiasmi.
      • ... scrive:
        Re: Perplessità
        Bravo. Oltre a questo aggiungi che negli U.S.A. e nelle altre nazioni leader di questo settore, la connessione adsl è spesso gratuita o disponibile con un canone minimo. Gli utenti d'oltreoceano sono molto più predisposti a collegarsi e a passare il proprio tempo online.Per ottenere risultati importanti il consumatore dev'essere educato e dev'essere differenziato. Se si ragiona a livello mondiale, un social network in lingua inglese può attirare decine di tipologie di utente, ognuno con le sue esperienze e le sue caratteristiche, che lo rendono egli stesso un'attrazione del network.Un social network tutto italiano non può sperare di raggiungere grandi numeri, perché le nostre esperienze di vita sono del tutto simili, al massimo diventa un giornale di annunci per marpioni in cerca di ragazze.
        • picchiatello scrive:
          Re: Perplessità
          - Scritto da: ...
          Un social network tutto italiano non può sperare
          di raggiungere grandi numeri, perché le nostre
          esperienze di vita sono del tutto simili, al
          massimo diventa un giornale di annunci per
          marpioni in cerca di
          ragazze.Concordo "du spaghi....." e poi non venitemi a parlare di pizza, calcio e mandolini...se nel web abbiamo di queste "pretese" allora ci meritiamo tutto quel che dicono di noi.Paradossalmente avremmo tante potenzialità in quanto nostri connazionali sono presenti in ogni angolo del globo, ma al massimo le "idee" finiscono dove finisce l'Italia "continentale" manco alle isole arriviamo.
        • picchiatello scrive:
          Re: Perplessità
          - Scritto da: ...
          Un social network tutto italiano non può sperare
          di raggiungere grandi numeri, perché le nostre
          esperienze di vita sono del tutto simili, al
          massimo diventa un giornale di annunci per
          marpioni in cerca di
          ragazze.Concordo "du spaghi....." e poi non venitemi a parlare di pizza, calcio e mandolini...se nel web abbiamo di queste "pretese" allora ci meritiamo tutto quel che dicono di noi.Paradossalmente avremmo tante potenzialità in quanto nostri connazionali sono presenti in ogni angolo del globo, ma al massimo le "idee" finiscono dove finisce l'Italia "continentale" manco alle isole arriviamo.
      • ... scrive:
        Re: Perplessità
        Bravo. Oltre a questo aggiungi che negli U.S.A. e nelle altre nazioni leader di questo settore, la connessione adsl è spesso gratuita o disponibile con un canone minimo. Gli utenti d'oltreoceano sono molto più predisposti a collegarsi e a passare il proprio tempo online.Per ottenere risultati importanti il consumatore dev'essere educato e dev'essere differenziato. Se si ragiona a livello mondiale, un social network in lingua inglese può attirare decine di tipologie di utente, ognuno con le sue esperienze e le sue caratteristiche, che lo rendono egli stesso un'attrazione del network.Un social network tutto italiano non può sperare di raggiungere grandi numeri, perché le nostre esperienze di vita sono del tutto simili, al massimo diventa un giornale di annunci per marpioni in cerca di ragazze.
  • lowres scrive:
    Pubblicità occulta?
    L'articolo non conteniene alcuna notizia o informazione nuova o interessante. L'uncia cosa che resta è la pubblicità a a un paio servizi che, guarda caso, sono start-up in piena fase di lancio.Se vogliamo parlare di community 2.0 che funzionano in Italia ne abbiamo poche, ma le abbiamo. Alcune fanno numeri interessanti se ne poteva parlare (vedi studenti.it, zingarate.com, ngi.it e così via). Ma nell'articolo si citano solo pochi (interessati) nomi che appartengono solo a precisi giri di business... aiaiai signora Longari...
  • lowres scrive:
    Pubblicità occulta?
    L'articolo non conteniene alcuna notizia o informazione nuova o interessante. L'uncia cosa che resta è la pubblicità a a un paio servizi che, guarda caso, sono start-up in piena fase di lancio.Se vogliamo parlare di community 2.0 che funzionano in Italia ne abbiamo poche, ma le abbiamo. Alcune fanno numeri interessanti se ne poteva parlare (vedi studenti.it, zingarate.com, ngi.it e così via). Ma nell'articolo si citano solo pochi (interessati) nomi che appartengono solo a precisi giri di business... aiaiai signora Longari...
    • Davide scrive:
      Re: Pubblicità occulta?
      - Scritto da: lowres
      L'articolo non conteniene alcuna notizia o
      informazione nuova o interessante. L'uncia cosa
      che resta è la pubblicità a a un paio servizi
      che, guarda caso, sono start-up in piena fase di
      lancio.

      Se vogliamo parlare di community 2.0 che
      funzionano in Italia ne abbiamo poche, ma le
      abbiamo. Alcune fanno numeri interessanti se ne
      poteva parlare (vedi studenti.it, zingarate.com,
      ngi.it e così via). Ma nell'articolo si citano
      solo pochi (interessati) nomi che appartengono
      solo a precisi giri di business... aiaiai signora
      Longari...stessissima impressione, quoto
    • Davide scrive:
      Re: Pubblicità occulta?
      - Scritto da: lowres
      L'articolo non conteniene alcuna notizia o
      informazione nuova o interessante. L'uncia cosa
      che resta è la pubblicità a a un paio servizi
      che, guarda caso, sono start-up in piena fase di
      lancio.

      Se vogliamo parlare di community 2.0 che
      funzionano in Italia ne abbiamo poche, ma le
      abbiamo. Alcune fanno numeri interessanti se ne
      poteva parlare (vedi studenti.it, zingarate.com,
      ngi.it e così via). Ma nell'articolo si citano
      solo pochi (interessati) nomi che appartengono
      solo a precisi giri di business... aiaiai signora
      Longari...stessissima impressione, quoto
    • Gabriele Niola scrive:
      Re: Pubblicità occulta?
      Hai dimenticato di aggiungere appartenenti ai complotti giudaici, tifosi della Juve e guarda caso filo-berlusconiani...
  • Mirko scrive:
    [OT] Non funziona nulla...
    Ieri notte e questa notte non riesco a collegarmi a siti stranieri, per esempio P.I. va benissimo, Virgilio anche ma Google e Wikipedia non vanno. Sapete che succede? Io ho una connessione Telecom Italia.Notte
  • Mirko scrive:
    [OT] Non funziona nulla...
    Ieri notte e questa notte non riesco a collegarmi a siti stranieri, per esempio P.I. va benissimo, Virgilio anche ma Google e Wikipedia non vanno. Sapete che succede? Io ho una connessione Telecom Italia.Notte
    • ... scrive:
      Re: [OT] Non funziona nulla...
      Prova a fare un ping sui siti che non riesci a raggiungere, se rispondono e visualizzi un IP allora prova a svuotare la cache del browser, o magari provane un altro (Opera, Firefox, Kmeleon...)Il comando da eseguire è questo:ping google.comse non rispondono al ping allora prova a cambiare i dns, quelli di telecom italia sono:151.99.0.100151.99.125.1212.131.30.42
    • Basta! scrive:
      Re: [OT] Non funziona nulla...
      - Scritto da: Mirko
      Ieri notte e questa notte non riesco a collegarmi
      a siti stranieri, per esempio P.I. va benissimo,
      Virgilio anche ma Google e Wikipedia non vanno.
      Sapete che succede? Io ho una connessione Telecom
      Italia.Basta, abbiamo capito. Ma quanto ci mette il solitamente solerte moderatore a blindare questi thread?
    • Basta! scrive:
      Re: [OT] Non funziona nulla...
      - Scritto da: Mirko
      Ieri notte e questa notte non riesco a collegarmi
      a siti stranieri, per esempio P.I. va benissimo,
      Virgilio anche ma Google e Wikipedia non vanno.
      Sapete che succede? Io ho una connessione Telecom
      Italia.Basta, abbiamo capito. Ma quanto ci mette il solitamente solerte moderatore a blindare questi thread?
  • picchiatello scrive:
    Web 2.0 ?
    Ma sarà io vedo solo una miriade di siti pseudo-sociali che vogliono vendere qualcosa a qualcuno.Cambia la grafica vengono cancellati gli ipertesti, pochi contenuti tante idee non sviluppate ma alla fine discendere la fuffa dall'innovazione non e' poi cosi' facile.E poi che dire dalle interminabili "beta" ovvero: dotto' siamo poveri accettiamo aiuti.
  • picchiatello scrive:
    Web 2.0 ?
    Ma sarà io vedo solo una miriade di siti pseudo-sociali che vogliono vendere qualcosa a qualcuno.Cambia la grafica vengono cancellati gli ipertesti, pochi contenuti tante idee non sviluppate ma alla fine discendere la fuffa dall'innovazione non e' poi cosi' facile.E poi che dire dalle interminabili "beta" ovvero: dotto' siamo poveri accettiamo aiuti.
    • Luca scrive:
      Re: Web 2.0 ?
      Condivido pienamente: sono spariti i contenuti, quelli per cui valeva la pena imbattersi in un motore di ricerca e scremare via via le fonti.A mio avviso bisognerebbe tornare agli albori del web, a quando non c'erano ancora quelli per cui internet è un ibrido tra la tv e un videogioco, quando le persone non si riducevano per mano propria, o per RSS, a frequentare sempre gli stessi circuiti e a restinngere il proprio orizzonte.C'era una volta l'internet che allargava gli orizzonti e persone che scrivevano cose meritevoli di essere lette e conservate nel tempo.L'internet di oggi non ha memoria e i tanti database che la compongono sono destinati a sparire e non lasceranno le tracce che le prime pagine ancora conservano.Rimangono in piedi tutte le realtà a cui corrisponde un interesse economico e poco di più. Ovviamente rimangono anche quelli con la testa vuota, che parlano per sigle e vendono fumo, illusioni e speranze.Web 2.0 è un marchio registrato e dunque non significa nulla di ciò che si vorrebbe attribuirgli a dispetto di chi su quel marchio vanta esclusive.Per favore basa con quelli che parlano a vanvera dell'universo; torniamo a quando c'erano le discussioni a tema e su quelle si costruivano le esperienze.
      • ... scrive:
        Re: Web 2.0 ?
        Condivido, possono chiamarlo tranquillamente Marketing 2.0, perché con il Web queste operazioni non hanno nulla a che fare, è inutile che mettono in mezzo le relazioni sociali, queste non sono mica cambiate con la nascita di Web 2.0. Questi si sono svegliati, hanno trovato un'etichetta figosa e l'appiccicano da tutte le parti pur di guadagnarci. Basta, smettetela di inquinare il web e andate a creare qualcosa di realmente innovativo, siamo sul web per sfuggire allo schifo che passa in tv e voi lo portate anche qui, bastaaaa...
        • nifft scrive:
          Re: Web 2.0 ?
          Sono d'accordo. Questi qui ancora non hanno capito bene cos'è internet e perché ha successo. Secondo me credono ancora che internet sia una sorta di moda tecnologica e sperano di cavalcare l'onda intrufolandosi dentro con l'idea del marketing e della pubblicità, trasformando la rete in un contenitore tipo postalmarket. Vorrei sapere se esiste qualcuno che ha bisogno di più marketing e più pubblicità nel web. Se la gente usa internet è anche perché è fuggita dai canali standard (televisione e un certo tipo di stampa) gia da tempo rovinati dal marketing e dalla pubbicità. Lo capiranno prima o poi che nel mondo esistono delle cose fuori dalla logica del marketing?
          • anonimo01 scrive:
            Re: Web 2.0 ?
            - Scritto da: nifft
            Sono d'accordo. Questi qui ancora non hanno
            capito bene cos'è internet e perché ha successo.
            Secondo me credono ancora che internet sia una
            sorta di moda tecnologica e sperano di cavalcare
            l'onda intrufolandosi dentro con l'idea del
            marketing e della pubblicità, trasformando la
            rete in un contenitore tipo postalmarket. Vorrei
            sapere se esiste qualcuno che ha bisogno di più
            marketing e più pubblicità nel web. Se la gente
            usa internet è anche perché è fuggita dai canali
            standard (televisione e un certo tipo di stampa)
            gia da tempo rovinati dal marketing e dalla
            pubbicità. Lo capiranno prima o poi che nel mondo
            esistono delle cose fuori dalla logica del
            marketing?aldilà di quello che dite per il marketing (ma con qualche riserva...il marketing è anche il proporre un propria idea, non solo vendere qualcosa), sono un po' perplesso di quello che dite...web2 è anche youtube, flickr, rss, dig, home page di google e tutto quello che permette di incrociare i dati, estraendoli dal sito dove risiedono (inutilmente per la maggior parte del tempo) e integrandoli in altre parti...per dirla tutta, mi sembrate solo dei nostalgici che rimpiangono i "bei tempi andati" senza apprezzare quel che c'è di nuovo.sia chiaro, vi capisco appieno (io personalmente avrei sviluppato gopher al posto del carrozzone pesante del www, per quanto concerne le informazioni pure IMHO sarebbe il op per la consultazione rapida e senza fronzoli), però non posso fare a meno che ricordare che fino a poco tempo fa davo il web per spacciato:troppa pubblicità, troppo caos tra i dati e ricerche a volte estenuanti che portavano a sfogliare 2-300 pagine di risultati...pagine non uniformi e necessità di consultare spesso i siti che interessavano (e magari aspettare il caricamento di home anche pesanti magari per leggersi solo la news da 5 righe)insomma, è tutto ancora "work in progress", e lo sarà per anni poichè è una evoluzione.ho buone speranze per il futuro[yt]HsJLRX-nK4w[/yt]
          • ... scrive:
            Re: Web 2.0 ?
            Ciò che per te è Web 2.0 e un insieme di tecnologie e metodi che esistono da tempo ma che soltanto adesso stanno prendendo piede. Se un metodo è stato concepito dieci anni fa non si può dire che è innovazione, specialmente nel mondo dei pc.La logica che c'è dietro a YouTube esiste da anni, la portano avanti i forum, le mailing-list e siti web come DeviantArt, Fray e molti altri. Gli RSS poi non sono che una delle specifiche XML, è una pagina web strutturata in un modo particolare per definire: un titolo, una descrizione, un link, un autore e una data (quella di pubblicazione). Non c'è nulla di speciale in questo.Il web è fatto da noi, non è uno strumento unidirezionale, non limita l'utente a recepire in modo passivo ciò che legge, guarda o ascolta. Non è la tv o la radio. Il web fin dall'inizio è stato condivisione, non è la nostalgia che mi fa storcere il naso, è l'atteggiamento degli esperti pubblicitari e di marketing che mi da fastidio, perché vogliono venderci quello che già avevamo da tempo e vogliono farcelo passare per qualcosa di speciale, concepito e fornito da loro. Il web è già speciale, senza le icone stile Web 2.0.Non andiamogli dietro: i CSS, l'XHTML, l'XML non sono Web 2.0, è soltanto una parte del Web come sarebbe dovuta sempre essere fin dall'inizio.
          • ngw scrive:
            Re: Web 2.0 ?
            - Scritto da: ...
            Ciò che per te è Web 2.0 e un insieme di
            tecnologie e metodi che esistono da tempo ma che
            soltanto adesso stanno prendendo piede. Se un
            metodo è stato concepito dieci anni fa non si può
            dire che è innovazione, specialmente nel mondo
            dei
            pc.

            La logica che c'è dietro a YouTube esiste da
            anni, la portano avanti i forum, le mailing-list
            e siti web come DeviantArt, Fray e molti altri.
            Gli RSS poi non sono che una delle specifiche
            XML, è una pagina web strutturata in un modo
            particolare per definire: un titolo, una
            descrizione, un link, un autore e una data
            (quella di pubblicazione). Non c'è nulla di
            speciale in
            questo.

            Il web è fatto da noi, non è uno strumento
            unidirezionale, non limita l'utente a recepire in
            modo passivo ciò che legge, guarda o ascolta. Non
            è la tv o la radio. Il web fin dall'inizio è
            stato condivisione, non è la nostalgia che mi fa
            storcere il naso, è l'atteggiamento degli esperti
            pubblicitari e di marketing che mi da fastidio,
            perché vogliono venderci quello che già avevamo
            da tempo e vogliono farcelo passare per qualcosa
            di speciale, concepito e fornito da loro. Il web
            è già speciale, senza le icone stile Web
            2.0.

            Non andiamogli dietro: i CSS, l'XHTML, l'XML non
            sono Web 2.0, è soltanto una parte del Web come
            sarebbe dovuta sempre essere fin
            dall'inizio.No, non ci siamo.Il web 2.0 non e' una tecnologia, non lo e' mai stato (e francamente associare il nome di MySpace, attualmente il piu' famoso e frequentato, alla parola 'tecnologia', e' una bestemmia).Il web 2.0 e' un insieme di applicativi che mettono l'interazione in primo piano, non e' un forum (ma che forum, c'era usenet, i forum non servono allora ?), e' una applicazione che crea contenuti partendo da relazioni 'virtuali'.Mi piace il tuo lavoro, ti commento e ti aggiungo agli 'amici', mi becco tutti i tuoi lavori in automatico perche', *in quel contesto* ti apprezzo (foto, musica, recensioni, quel che vuoi).Si toglie la figura del "publisher" e si gira cercando persone piu' o meno simili con gli stessi interessi, questa e' informazione senza filtri. iLike ad esempio e' impagabile per un appassionato di musica, mi fido infinitamente di piu' di uno che ha le mie band favorite tra i preferiti che del critico di turno.YouTube, per la cronaca, non e' solo un coso dentro cui guardare video, permette di creare canali, di commentare, di stringere amicizie virtuali.E' il motivo per cui si e' letteralmente fatto Google Video.
          • ngw scrive:
            Re: Web 2.0 ?
            - Scritto da: ...
            Ciò che per te è Web 2.0 e un insieme di
            tecnologie e metodi che esistono da tempo ma che
            soltanto adesso stanno prendendo piede. Se un
            metodo è stato concepito dieci anni fa non si può
            dire che è innovazione, specialmente nel mondo
            dei
            pc.

            La logica che c'è dietro a YouTube esiste da
            anni, la portano avanti i forum, le mailing-list
            e siti web come DeviantArt, Fray e molti altri.
            Gli RSS poi non sono che una delle specifiche
            XML, è una pagina web strutturata in un modo
            particolare per definire: un titolo, una
            descrizione, un link, un autore e una data
            (quella di pubblicazione). Non c'è nulla di
            speciale in
            questo.

            Il web è fatto da noi, non è uno strumento
            unidirezionale, non limita l'utente a recepire in
            modo passivo ciò che legge, guarda o ascolta. Non
            è la tv o la radio. Il web fin dall'inizio è
            stato condivisione, non è la nostalgia che mi fa
            storcere il naso, è l'atteggiamento degli esperti
            pubblicitari e di marketing che mi da fastidio,
            perché vogliono venderci quello che già avevamo
            da tempo e vogliono farcelo passare per qualcosa
            di speciale, concepito e fornito da loro. Il web
            è già speciale, senza le icone stile Web
            2.0.

            Non andiamogli dietro: i CSS, l'XHTML, l'XML non
            sono Web 2.0, è soltanto una parte del Web come
            sarebbe dovuta sempre essere fin
            dall'inizio.No, non ci siamo.Il web 2.0 non e' una tecnologia, non lo e' mai stato (e francamente associare il nome di MySpace, attualmente il piu' famoso e frequentato, alla parola 'tecnologia', e' una bestemmia).Il web 2.0 e' un insieme di applicativi che mettono l'interazione in primo piano, non e' un forum (ma che forum, c'era usenet, i forum non servono allora ?), e' una applicazione che crea contenuti partendo da relazioni 'virtuali'.Mi piace il tuo lavoro, ti commento e ti aggiungo agli 'amici', mi becco tutti i tuoi lavori in automatico perche', *in quel contesto* ti apprezzo (foto, musica, recensioni, quel che vuoi).Si toglie la figura del "publisher" e si gira cercando persone piu' o meno simili con gli stessi interessi, questa e' informazione senza filtri. iLike ad esempio e' impagabile per un appassionato di musica, mi fido infinitamente di piu' di uno che ha le mie band favorite tra i preferiti che del critico di turno.YouTube, per la cronaca, non e' solo un coso dentro cui guardare video, permette di creare canali, di commentare, di stringere amicizie virtuali.E' il motivo per cui si e' letteralmente fatto Google Video.
          • ... scrive:
            Re: Web 2.0 ?
            Ciò che per te è Web 2.0 e un insieme di tecnologie e metodi che esistono da tempo ma che soltanto adesso stanno prendendo piede. Se un metodo è stato concepito dieci anni fa non si può dire che è innovazione, specialmente nel mondo dei pc.La logica che c'è dietro a YouTube esiste da anni, la portano avanti i forum, le mailing-list e siti web come DeviantArt, Fray e molti altri. Gli RSS poi non sono che una delle specifiche XML, è una pagina web strutturata in un modo particolare per definire: un titolo, una descrizione, un link, un autore e una data (quella di pubblicazione). Non c'è nulla di speciale in questo.Il web è fatto da noi, non è uno strumento unidirezionale, non limita l'utente a recepire in modo passivo ciò che legge, guarda o ascolta. Non è la tv o la radio. Il web fin dall'inizio è stato condivisione, non è la nostalgia che mi fa storcere il naso, è l'atteggiamento degli esperti pubblicitari e di marketing che mi da fastidio, perché vogliono venderci quello che già avevamo da tempo e vogliono farcelo passare per qualcosa di speciale, concepito e fornito da loro. Il web è già speciale, senza le icone stile Web 2.0.Non andiamogli dietro: i CSS, l'XHTML, l'XML non sono Web 2.0, è soltanto una parte del Web come sarebbe dovuta sempre essere fin dall'inizio.
          • anonimo01 scrive:
            Re: Web 2.0 ?
            - Scritto da: nifft
            Sono d'accordo. Questi qui ancora non hanno
            capito bene cos'è internet e perché ha successo.
            Secondo me credono ancora che internet sia una
            sorta di moda tecnologica e sperano di cavalcare
            l'onda intrufolandosi dentro con l'idea del
            marketing e della pubblicità, trasformando la
            rete in un contenitore tipo postalmarket. Vorrei
            sapere se esiste qualcuno che ha bisogno di più
            marketing e più pubblicità nel web. Se la gente
            usa internet è anche perché è fuggita dai canali
            standard (televisione e un certo tipo di stampa)
            gia da tempo rovinati dal marketing e dalla
            pubbicità. Lo capiranno prima o poi che nel mondo
            esistono delle cose fuori dalla logica del
            marketing?aldilà di quello che dite per il marketing (ma con qualche riserva...il marketing è anche il proporre un propria idea, non solo vendere qualcosa), sono un po' perplesso di quello che dite...web2 è anche youtube, flickr, rss, dig, home page di google e tutto quello che permette di incrociare i dati, estraendoli dal sito dove risiedono (inutilmente per la maggior parte del tempo) e integrandoli in altre parti...per dirla tutta, mi sembrate solo dei nostalgici che rimpiangono i "bei tempi andati" senza apprezzare quel che c'è di nuovo.sia chiaro, vi capisco appieno (io personalmente avrei sviluppato gopher al posto del carrozzone pesante del www, per quanto concerne le informazioni pure IMHO sarebbe il op per la consultazione rapida e senza fronzoli), però non posso fare a meno che ricordare che fino a poco tempo fa davo il web per spacciato:troppa pubblicità, troppo caos tra i dati e ricerche a volte estenuanti che portavano a sfogliare 2-300 pagine di risultati...pagine non uniformi e necessità di consultare spesso i siti che interessavano (e magari aspettare il caricamento di home anche pesanti magari per leggersi solo la news da 5 righe)insomma, è tutto ancora "work in progress", e lo sarà per anni poichè è una evoluzione.ho buone speranze per il futuro[yt]HsJLRX-nK4w[/yt]
        • nifft scrive:
          Re: Web 2.0 ?
          Sono d'accordo. Questi qui ancora non hanno capito bene cos'è internet e perché ha successo. Secondo me credono ancora che internet sia una sorta di moda tecnologica e sperano di cavalcare l'onda intrufolandosi dentro con l'idea del marketing e della pubblicità, trasformando la rete in un contenitore tipo postalmarket. Vorrei sapere se esiste qualcuno che ha bisogno di più marketing e più pubblicità nel web. Se la gente usa internet è anche perché è fuggita dai canali standard (televisione e un certo tipo di stampa) gia da tempo rovinati dal marketing e dalla pubbicità. Lo capiranno prima o poi che nel mondo esistono delle cose fuori dalla logica del marketing?
      • ... scrive:
        Re: Web 2.0 ?
        Condivido, possono chiamarlo tranquillamente Marketing 2.0, perché con il Web queste operazioni non hanno nulla a che fare, è inutile che mettono in mezzo le relazioni sociali, queste non sono mica cambiate con la nascita di Web 2.0. Questi si sono svegliati, hanno trovato un'etichetta figosa e l'appiccicano da tutte le parti pur di guadagnarci. Basta, smettetela di inquinare il web e andate a creare qualcosa di realmente innovativo, siamo sul web per sfuggire allo schifo che passa in tv e voi lo portate anche qui, bastaaaa...
      • Gabriele Niola scrive:
        Re: Web 2.0 ?
        Già siamo arrivati alla fase: "Eh ma internet non è più quella di una volta...."?
      • Gabriele Niola scrive:
        Re: Web 2.0 ?
        Già siamo arrivati alla fase: "Eh ma internet non è più quella di una volta...."?
    • Luca scrive:
      Re: Web 2.0 ?
      Condivido pienamente: sono spariti i contenuti, quelli per cui valeva la pena imbattersi in un motore di ricerca e scremare via via le fonti.A mio avviso bisognerebbe tornare agli albori del web, a quando non c'erano ancora quelli per cui internet è un ibrido tra la tv e un videogioco, quando le persone non si riducevano per mano propria, o per RSS, a frequentare sempre gli stessi circuiti e a restinngere il proprio orizzonte.C'era una volta l'internet che allargava gli orizzonti e persone che scrivevano cose meritevoli di essere lette e conservate nel tempo.L'internet di oggi non ha memoria e i tanti database che la compongono sono destinati a sparire e non lasceranno le tracce che le prime pagine ancora conservano.Rimangono in piedi tutte le realtà a cui corrisponde un interesse economico e poco di più. Ovviamente rimangono anche quelli con la testa vuota, che parlano per sigle e vendono fumo, illusioni e speranze.Web 2.0 è un marchio registrato e dunque non significa nulla di ciò che si vorrebbe attribuirgli a dispetto di chi su quel marchio vanta esclusive.Per favore basa con quelli che parlano a vanvera dell'universo; torniamo a quando c'erano le discussioni a tema e su quelle si costruivano le esperienze.
    • il_Mav scrive:
      Re: Web 2.0 ?
      - Scritto da: picchiatello
      E poi che dire dalle interminabili "beta" ovvero:
      dotto' siamo poveri accettiamo
      aiuti.Delle interminabili beta possiamo dire che non hai assolutamente capito nulla del concetto di "perpetual beta". I servizi Web 2.0 sono i beta perenne perché la loro evoluzione non termina mai: nuove funzionalità e miglioramenti vengono proposti di continuo.Non mi pare che le company che pubblicano servizi Web 2.0 vengano a mendicare soldi da te. Semmai possono avere profili di registrazione "base" gratuiti e profili "avanzati" a pagamento, ma non sono mica ONLUS!
      • VisualC scrive:
        Re: Web 2.0 ?
        Non avete capito molto il cambiamento del Web 2.0Alla base di tutto c'è la condivisione ossia: io do una notizia, arriva un altro e me la commenta, arriva un altro e mi lascia dettagli in più ecc...Web 2.0 significa collaborare, per migliorarsi tutti insieme.(se io do una mela a te e tu dai una mela a me abbiamo entrambi una mela, ma se io ti do un indea a te e tu dai un idea a me abbiamo entrambi 2 idee) il web 2.0 alla fine si basa su questo.Grazie al web 2.0 TUTTI possono dire la propria anche se di internet, html e php non ne sanno niente.Non per niente oggi ci sono mooooolti più contenuti di un tempo.In italia esempi di siti collaborativi sono OkNotizie (nulla di meglio per avere le notizie più interessanti), diggita, 2 spaghi ecc... Siti sempre più innovativi stanno arrivando, pultroppo come il solito gli italiani li capiranno quando nel mondo ci sarà il web3.0 (non tutti per fortuna) :P
        • VisualC scrive:
          Re: Web 2.0 ?
          il_mav non era per te il reply
        • VisualC scrive:
          Re: Web 2.0 ?
          il_mav non era per te il reply
        • picchiatello scrive:
          Re: Web 2.0 ?
          - Scritto da: VisualC
          Non avete capito molto il cambiamento del Web 2.0
          Alla base di tutto c'è la condivisione ossia: io
          do una notizia, arriva un altro e me la commenta,
          arriva un altro e mi lascia dettagli in più
          ecc...Io non intendo capire, web 2.0 ? guarda che anche su usenet le stesse cose venivano fatte 10 anni fa consumando meno energia e meno tempo "lavorativo", i forum esistevano gia' la collaborazione e' esistita fin dalla nascita o meglio dal lascito fatta dai militari nel net.

          Web 2.0 significa collaborare, per migliorarsi
          tutti
          insieme.
          (se io do una mela a te e tu dai una mela a me
          abbiamo entrambi una mela, ma se io ti do un
          indea a te e tu dai un idea a me abbiamo entrambi
          2 idee) il web 2.0 alla fine si basa su
          questo.
          Dove ? Siti italiani che fanno questo e fanno guadagnare l'utenza o chi li ha incastrati a collaborare ?Promesse tante soldi niente, solo adsense da' qualche manciata di euro a qualche webmaster.
          Grazie al web 2.0 TUTTI possono dire la propria
          anche se di internet, html e php non ne sanno
          niente.

          Non per niente oggi ci sono mooooolti più
          contenuti di un
          tempo.Forse l'unica cosa che ha piu' contenuti di un tempo e' wiki, i siti o pseudo siti web 2.0 hanno una buona grafica e' certo ma in quanto a contenuti alcune volte sbagliano anche i links di riferimento, il concetto e' che la cultura in generale nel nostro paese e' bassa, e quindi troveremo una enormità di informazioni fatta di blog web2.0 impressioni personali dedicate al "cazzeggio",

          In italia esempi di siti collaborativi sono
          OkNotizie (nulla di meglio per avere le notizie
          più interessanti), diggita, 2 spaghi ecc...
          oknotizie: telecomdiggita: vorrei sapere l'azienda dietro a tutto questo, comunque troppo pubblicità2 spaghi: lasciamo perdere.....ecc.: de che ?
          Siti sempre più innovativi stanno arrivando,
          pultroppo come il solito gli italiani li
          capiranno quando nel mondo ci sarà il web3.0 (non
          tutti per fortuna)
          :Pgiustamente "gli" italiani hanno alle spalle parecchie bolle speculative, chi lavora nel settore ( e non )sa oramai che i soldi sono pochini il lavoro e' precario ed e' bene non fidarsi delle "promesse" di qualche sito che tra qualche anno verrà venduto o comunque non eisterà piu'.
          • ngw scrive:
            Re: Web 2.0 ?
            L'hai letto l'articolo ? Non mi pare.Solo andando su Zooppa ti saresti accorto che il 1o posto sono 1500 dollari.In fondo anche PI è un po' web 2.0, migliaia di persone che commentano ciò che non conoscono e notizie che non hanno capito.Lo zoopper che ha vinto di più, per ora (cos'ha zooppa, 6 mesi ?), ha vinto 8700 dollari.Suvvia, tentate di avere un barlume prima di lanciarvi nell'ennesima caccia alla streghe.
          • anonimo01 scrive:
            Re: Web 2.0 ?
            - Scritto da: ngw
            L'hai letto l'articolo ? Non mi pare.
            Solo andando su Zooppa ti saresti accorto che il
            1o posto sono 1500
            dollari.
            In fondo anche PI è un po' web 2.0, migliaia di
            persone che commentano ciò che non conoscono e
            notizie che non hanno
            capito.
            Lo zoopper che ha vinto di più, per ora (cos'ha
            zooppa, 6 mesi ?), ha vinto 8700
            dollari.
            Suvvia, tentate di avere un barlume prima di
            lanciarvi nell'ennesima caccia alla
            streghe.ulp! mi metto al lavoro...
          • anonimo01 scrive:
            Re: Web 2.0 ?
            - Scritto da: ngw
            L'hai letto l'articolo ? Non mi pare.
            Solo andando su Zooppa ti saresti accorto che il
            1o posto sono 1500
            dollari.
            In fondo anche PI è un po' web 2.0, migliaia di
            persone che commentano ciò che non conoscono e
            notizie che non hanno
            capito.
            Lo zoopper che ha vinto di più, per ora (cos'ha
            zooppa, 6 mesi ?), ha vinto 8700
            dollari.
            Suvvia, tentate di avere un barlume prima di
            lanciarvi nell'ennesima caccia alla
            streghe.ulp! mi metto al lavoro...
          • picchiatello scrive:
            Re: Web 2.0 ?
            - Scritto da: ngw
            L'hai letto l'articolo ? Non mi pare.
            Solo andando su Zooppa ti saresti accorto che il
            1o posto sono 1500
            dollari.che in euro italiani fanno + o - 0
            In fondo anche PI è un po' web 2.0, migliaia di
            persone che commentano ciò che non conoscono e
            notizie che non hanno
            capito.in fondo in fondo anche punto informatico e' web 1.0 anzi usenet dipendete
            Lo zoopper che ha vinto di più, per ora (cos'ha
            zooppa, 6 mesi ?), ha vinto 8700
            dollari.
            Suvvia, tentate di avere un barlume prima di
            lanciarvi nell'ennesima caccia alla
            streghe.i guadagni facili li lascio alle catene di sant'antoniole streghe non c'entrano io parlavo di venditori di fumo...
          • francososo scrive:
            Re: Web 2.0 ?
            - Scritto da: picchiatello
            - Scritto da: ngw

            L'hai letto l'articolo ? Non mi pare.

            Solo andando su Zooppa ti saresti accorto che il

            1o posto sono 1500

            dollari.


            che in euro italiani fanno + o - 0


            In fondo anche PI è un po' web 2.0, migliaia di

            persone che commentano ciò che non conoscono e

            notizie che non hanno

            capito.

            in fondo in fondo anche punto informatico e' web
            1.0 anzi usenet
            dipendete



            Lo zoopper che ha vinto di più, per ora (cos'ha

            zooppa, 6 mesi ?), ha vinto 8700

            dollari.

            Suvvia, tentate di avere un barlume prima di

            lanciarvi nell'ennesima caccia alla

            streghe.

            i guadagni facili li lascio alle catene di
            sant'antonio
            le streghe non c'entrano io parlavo di venditori
            di
            fumo...venditori di fumo ?!(newbie)Se è quello buono ci sto ! :D :DScherzi a parte, chi vende troppo fumo e niente arrosto prima o poi chiuderà : sono le classifiche bolle speculative che prima o poi esplodono! 8)
          • francososo scrive:
            Re: Web 2.0 ?
            - Scritto da: picchiatello
            - Scritto da: ngw

            L'hai letto l'articolo ? Non mi pare.

            Solo andando su Zooppa ti saresti accorto che il

            1o posto sono 1500

            dollari.


            che in euro italiani fanno + o - 0


            In fondo anche PI è un po' web 2.0, migliaia di

            persone che commentano ciò che non conoscono e

            notizie che non hanno

            capito.

            in fondo in fondo anche punto informatico e' web
            1.0 anzi usenet
            dipendete



            Lo zoopper che ha vinto di più, per ora (cos'ha

            zooppa, 6 mesi ?), ha vinto 8700

            dollari.

            Suvvia, tentate di avere un barlume prima di

            lanciarvi nell'ennesima caccia alla

            streghe.

            i guadagni facili li lascio alle catene di
            sant'antonio
            le streghe non c'entrano io parlavo di venditori
            di
            fumo...venditori di fumo ?!(newbie)Se è quello buono ci sto ! :D :DScherzi a parte, chi vende troppo fumo e niente arrosto prima o poi chiuderà : sono le classifiche bolle speculative che prima o poi esplodono! 8)
          • ngw scrive:
            Re: Web 2.0 ?
            - Scritto da: picchiatello
            - Scritto da: ngw

            L'hai letto l'articolo ? Non mi pare.

            Solo andando su Zooppa ti saresti accorto che il

            1o posto sono 1500

            dollari.


            che in euro italiani fanno + o - 0In euro italiani fanno piu' di 1000 euro. Evidentemente oltre a non avere la minima idea di cio' di cui vai farloccando non hai neppure un barlume quali "la moneta".Perche' sei italiano non ti dovrebbero pagare ? ROTFL!Stai facendo una figura di merda di rara grandezza.

            In fondo anche PI è un po' web 2.0, migliaia di

            persone che commentano ciò che non conoscono e

            notizie che non hanno

            capito.

            in fondo in fondo anche punto informatico e' web
            1.0 anzi usenet
            dipendeteNel contesto questa frase ha qualche senso ? Direi di no.Corri a prendere le medicine ora.

            Lo zoopper che ha vinto di più, per ora (cos'ha

            zooppa, 6 mesi ?), ha vinto 8700

            dollari.

            Suvvia, tentate di avere un barlume prima di

            lanciarvi nell'ennesima caccia alla

            streghe.

            i guadagni facili li lascio alle catene di
            sant'antonio
            le streghe non c'entrano io parlavo di venditori
            di
            fumo...L'ultimo vincitore e' un regista proffessionista, che, guarda caso, si e' divertito un bel po' a partecipare.Poi puoi tenerti la tua idea, chi se ne frega, era solo per render chiaro che:1) non hai idea di cio' di cui vai parlando2) non hai nemmeno seguito i link dell'articolo per parlare di qualcosa che hai attualmente visto una volta nella vitaA quanto pare, il venditore di fumo sei tu.
          • ngw scrive:
            Re: Web 2.0 ?
            - Scritto da: picchiatello
            - Scritto da: ngw

            L'hai letto l'articolo ? Non mi pare.

            Solo andando su Zooppa ti saresti accorto che il

            1o posto sono 1500

            dollari.


            che in euro italiani fanno + o - 0In euro italiani fanno piu' di 1000 euro. Evidentemente oltre a non avere la minima idea di cio' di cui vai farloccando non hai neppure un barlume quali "la moneta".Perche' sei italiano non ti dovrebbero pagare ? ROTFL!Stai facendo una figura di merda di rara grandezza.

            In fondo anche PI è un po' web 2.0, migliaia di

            persone che commentano ciò che non conoscono e

            notizie che non hanno

            capito.

            in fondo in fondo anche punto informatico e' web
            1.0 anzi usenet
            dipendeteNel contesto questa frase ha qualche senso ? Direi di no.Corri a prendere le medicine ora.

            Lo zoopper che ha vinto di più, per ora (cos'ha

            zooppa, 6 mesi ?), ha vinto 8700

            dollari.

            Suvvia, tentate di avere un barlume prima di

            lanciarvi nell'ennesima caccia alla

            streghe.

            i guadagni facili li lascio alle catene di
            sant'antonio
            le streghe non c'entrano io parlavo di venditori
            di
            fumo...L'ultimo vincitore e' un regista proffessionista, che, guarda caso, si e' divertito un bel po' a partecipare.Poi puoi tenerti la tua idea, chi se ne frega, era solo per render chiaro che:1) non hai idea di cio' di cui vai parlando2) non hai nemmeno seguito i link dell'articolo per parlare di qualcosa che hai attualmente visto una volta nella vitaA quanto pare, il venditore di fumo sei tu.
          • picchiatello scrive:
            Re: Web 2.0 ?
            - Scritto da: ngw
            L'hai letto l'articolo ? Non mi pare.
            Solo andando su Zooppa ti saresti accorto che il
            1o posto sono 1500
            dollari.che in euro italiani fanno + o - 0
            In fondo anche PI è un po' web 2.0, migliaia di
            persone che commentano ciò che non conoscono e
            notizie che non hanno
            capito.in fondo in fondo anche punto informatico e' web 1.0 anzi usenet dipendete
            Lo zoopper che ha vinto di più, per ora (cos'ha
            zooppa, 6 mesi ?), ha vinto 8700
            dollari.
            Suvvia, tentate di avere un barlume prima di
            lanciarvi nell'ennesima caccia alla
            streghe.i guadagni facili li lascio alle catene di sant'antoniole streghe non c'entrano io parlavo di venditori di fumo...
          • ngw scrive:
            Re: Web 2.0 ?
            L'hai letto l'articolo ? Non mi pare.Solo andando su Zooppa ti saresti accorto che il 1o posto sono 1500 dollari.In fondo anche PI è un po' web 2.0, migliaia di persone che commentano ciò che non conoscono e notizie che non hanno capito.Lo zoopper che ha vinto di più, per ora (cos'ha zooppa, 6 mesi ?), ha vinto 8700 dollari.Suvvia, tentate di avere un barlume prima di lanciarvi nell'ennesima caccia alla streghe.
        • picchiatello scrive:
          Re: Web 2.0 ?
          - Scritto da: VisualC
          Non avete capito molto il cambiamento del Web 2.0
          Alla base di tutto c'è la condivisione ossia: io
          do una notizia, arriva un altro e me la commenta,
          arriva un altro e mi lascia dettagli in più
          ecc...Io non intendo capire, web 2.0 ? guarda che anche su usenet le stesse cose venivano fatte 10 anni fa consumando meno energia e meno tempo "lavorativo", i forum esistevano gia' la collaborazione e' esistita fin dalla nascita o meglio dal lascito fatta dai militari nel net.

          Web 2.0 significa collaborare, per migliorarsi
          tutti
          insieme.
          (se io do una mela a te e tu dai una mela a me
          abbiamo entrambi una mela, ma se io ti do un
          indea a te e tu dai un idea a me abbiamo entrambi
          2 idee) il web 2.0 alla fine si basa su
          questo.
          Dove ? Siti italiani che fanno questo e fanno guadagnare l'utenza o chi li ha incastrati a collaborare ?Promesse tante soldi niente, solo adsense da' qualche manciata di euro a qualche webmaster.
          Grazie al web 2.0 TUTTI possono dire la propria
          anche se di internet, html e php non ne sanno
          niente.

          Non per niente oggi ci sono mooooolti più
          contenuti di un
          tempo.Forse l'unica cosa che ha piu' contenuti di un tempo e' wiki, i siti o pseudo siti web 2.0 hanno una buona grafica e' certo ma in quanto a contenuti alcune volte sbagliano anche i links di riferimento, il concetto e' che la cultura in generale nel nostro paese e' bassa, e quindi troveremo una enormità di informazioni fatta di blog web2.0 impressioni personali dedicate al "cazzeggio",

          In italia esempi di siti collaborativi sono
          OkNotizie (nulla di meglio per avere le notizie
          più interessanti), diggita, 2 spaghi ecc...
          oknotizie: telecomdiggita: vorrei sapere l'azienda dietro a tutto questo, comunque troppo pubblicità2 spaghi: lasciamo perdere.....ecc.: de che ?
          Siti sempre più innovativi stanno arrivando,
          pultroppo come il solito gli italiani li
          capiranno quando nel mondo ci sarà il web3.0 (non
          tutti per fortuna)
          :Pgiustamente "gli" italiani hanno alle spalle parecchie bolle speculative, chi lavora nel settore ( e non )sa oramai che i soldi sono pochini il lavoro e' precario ed e' bene non fidarsi delle "promesse" di qualche sito che tra qualche anno verrà venduto o comunque non eisterà piu'.
      • VisualC scrive:
        Re: Web 2.0 ?
        Non avete capito molto il cambiamento del Web 2.0Alla base di tutto c'è la condivisione ossia: io do una notizia, arriva un altro e me la commenta, arriva un altro e mi lascia dettagli in più ecc...Web 2.0 significa collaborare, per migliorarsi tutti insieme.(se io do una mela a te e tu dai una mela a me abbiamo entrambi una mela, ma se io ti do un indea a te e tu dai un idea a me abbiamo entrambi 2 idee) il web 2.0 alla fine si basa su questo.Grazie al web 2.0 TUTTI possono dire la propria anche se di internet, html e php non ne sanno niente.Non per niente oggi ci sono mooooolti più contenuti di un tempo.In italia esempi di siti collaborativi sono OkNotizie (nulla di meglio per avere le notizie più interessanti), diggita, 2 spaghi ecc... Siti sempre più innovativi stanno arrivando, pultroppo come il solito gli italiani li capiranno quando nel mondo ci sarà il web3.0 (non tutti per fortuna) :P
    • il_Mav scrive:
      Re: Web 2.0 ?
      - Scritto da: picchiatello
      E poi che dire dalle interminabili "beta" ovvero:
      dotto' siamo poveri accettiamo
      aiuti.Delle interminabili beta possiamo dire che non hai assolutamente capito nulla del concetto di "perpetual beta". I servizi Web 2.0 sono i beta perenne perché la loro evoluzione non termina mai: nuove funzionalità e miglioramenti vengono proposti di continuo.Non mi pare che le company che pubblicano servizi Web 2.0 vengano a mendicare soldi da te. Semmai possono avere profili di registrazione "base" gratuiti e profili "avanzati" a pagamento, ma non sono mica ONLUS!
Chiudi i commenti