Shuttleworth: Microsoft non è più un problema

Il CEO di Canonical dichiara "chiuso" il primo baco mai riportato dall'inizio dello sviluppo di Ubuntu, vale a dire lo schiacciante market share di Microsoft Windows. Oggi, con i gadget mobile in giro, Microsoft non è più un problema

Roma – Mark Shuttleworth ne fa un’altra delle sue dichiarando chiuso il bug numero uno dello storia dello sviluppo di Ubuntu, vale a dire la schiacciante quota di mercato in mano a Microsoft Windows nel settore dei Personal Computer. Oggi il mercato è molto diverso, dice Shuttleworth, e Microsoft non è più un problema per Ubuntu.

Il founder di Canonical sostiene che dal 2004 in poi, anno della creazione del progetto Ubuntu, i telefonini, i tablet e gli altri gadget hanno trasformato radicalmente il personal computing e sono parte integrante della vita digitale dell’utente. “Da un punto di vista competitivo – continua Shuttleworth – il più esteso mercato ha una concorrenza salutare con iOS e Android a rappresentare una quota di mercato significativa”.

Windows, nell’equazione di Shuttleworth, non è più il monopolio dominante che era una volta e per giustificare questa idea il founder di Canonical si rifà in parte a un sistema operativo mobile (Apple iOS) con limitazioni di utilizzo incomparabilmente superiori rispetto all’OS per computer di Microsoft.

Logica a parte, Shuttleworth dice di apprezzare i benefici pratici ed economici che la openness di Android garantisce al mercato per gli utenti e l’industria. Nonostante Ubuntu abbia svolto un ruolo minore nella questione, conclude Shuttleworth, il fatto che oggi l’open source e la concorrenza siano ben rappresentati nel mercato del computing comprendente i gadget mobile è sufficiente a considerare chiuso il baco numero uno di Ubuntu.

Non tutti, a ogni modo, sono d’accordo con la decisione del grand commis dell’OS Linux più al passo con le mode e le interfacce del momento: i commenti alla chiusura del bug di Ubuntu comprendono una buona dose di scettici che sostengono che il baco dovrebbe essere chiuso come “incorreggibile”, visto che Windows continua a imperversare e di OS free sui PC in vendita non se ne vede neanche l’ombra.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • poppi scrive:
    ma sono io?
    Scusate io rileggendo non capisco di cosa si parla. Di vulnerabilità di presenti nei siti web? Di vulnerabilità dei software play? Se sappiamo cosa accade dopo 7 giorni forse si capisce di cosa si parla.
    • il frnz scrive:
      Re: ma sono io?
      sai che sono arrivato in fondo e mi sono chiesto la stessa cosa.....
      • kaiserxol scrive:
        Re: ma sono io?
        Direi...idem!Siti web lo escludo, penso app Android o app per Chrome browser. Magari ci risponde Maruccia. Pensavo di essere scemo io, ma vedo che non sono il solo!
        • Alfonso Maruccia scrive:
          Re: ma sono io?
          Go ask Google....
          • Alonso Mariuccia scrive:
            Re: ma sono io?
            - Scritto da: Alfonso Maruccia
            Go ask Google....Che è ciò che si dovrebbe fare non appena si vede che l'autore dell'articolo sei tu
    • sbrotfl scrive:
      Re: ma sono io?
      - Scritto da: poppi
      Scusate io rileggendo non capisco di cosa si
      parla. Di vulnerabilità di presenti nei siti web?
      Di vulnerabilità dei software play?

      Se sappiamo cosa accade dopo 7 giorni forse si
      capisce di cosa si
      parla.Idem, non ho capito di che si parla :(
    • non abbia contenuto scrive:
      Re: ma sono io?
      - Scritto da: poppi
      Scusate io rileggendo non capisco di cosa si
      parla. Di vulnerabilità di presenti nei siti web?
      Di vulnerabilità dei software play?

      Se sappiamo cosa accade dopo 7 giorni forse si
      capisce di cosa si
      parla.Beh, è un articolo di Maruccia[img]http://farm3.staticflickr.com/2588/3846478471_1611ea36f8_z.jpg[/img]
  • Basta Basta pirateria scrive:
    vergogna
    E' vergognoso, google si comporta sempre di piu' come il re incontrastato. "Decido tutto io gli altri si ....."Che cominci ad applicare ste XXXXXXXte al suo stra instabile browser di XXXXX.
    • Anonimo scrive:
      Re: vergogna
      ahhahahahahahaahha
    • FreeBSD scrive:
      Re: vergogna
      - Scritto da: Basta Basta pirateria
      E' vergognoso, google si comporta sempre di piu'
      come il re incontrastato. "Decido tutto io gli
      altri si
      ....."QUOTO

      Che cominci ad applicare ste XXXXXXXte al suo
      stra instabile browser di
      XXXXX.QUOTO .. per quanto Mozilla sia da tempo in un declino pauroso come qualità del software e filosofia (e google magari ha anche contribuito a questo) firefox rimane migliore del browser di gugle.
    • Ignorante scrive:
      Re: vergogna
      - Scritto da: Basta Basta pirateria
      Che cominci ad applicare ste XXXXXXXte al suo
      stra instabile browser di
      XXXXX.E' evidente che la cosa varrà anche per il suo browser che non ho mai usato.Quindi di cosa ti lamenti? Abbandona il mondo dell'informatica e vai a zappare. BRA
Chiudi i commenti