Skype incontra Mac OS X

Ad un anno dalla sua nascita, il celebre programma per le netfonate corteggia gli utenti della Mela con una versione beta per Mac OS X. Il nuovo client consentirà agli utenti Mac di conversare a voce con quelli Windows, Linux e Pocket PC


Lussemburgo – I nove milioni di utenti con cui pochi giorni fa Skype ha festeggiato il suo primo anno di vita hanno ora la possibilità di conversare a voce, via Internet, con chi utilizza Mac OS X. La piccola società lussemburghese Skype Technologies ha infatti rilasciato la prima beta pubblica per Mac OS X del suo omonimo client di Voice over IP (VoIP), un software gratuito particolarmente noto per essere stato sviluppato da due dei creatori di KaZaA.

Sebbene la versione di Skype per Mac OS X sia ancora in fase di testing, questa include già tutte le principali funzionalità presenti nel client per Windows (che alla fine di luglio ha raggiunto la versione 1.0 ), inclusa la capacità di effettuare chiamate vocali gratuite verso tutti gli altri utenti di Skype per Windows, Linux e Pocket PC. Gli utenti di Mac OS X possono altresì accedere fin da subito a SkypeOut , un nuovo servizio prepagato che consente di chiamare i telefoni di rete fissa e i cellulari a tariffe che partono da 1,7 centesimi di euro al minuto.

La piccola società europea deve fronteggiare concorrenti sempre più numerosi e agguerriti, in parte costituti dagli stessi operatori di telefonia: proprio di recente Punto Informatico ha pubblicato una panoramica sulle principali offerte VoIP in Italia. Portando il proprio client su tutte le principali piattaforme, Skype spera di mettersi ulteriormente in luce tra la selva di software analoghi, software che nella maggior parte dei casi sono disponibili solo per Windows.

Skype conta di rilasciare una versione finale del proprio client per Mac OS X, che integra anche la funzionalità di conferenza, prima della fine dell’anno. L’attuale versione beta può essere scaricata da qui .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: e il primo browser????
    - Scritto da: Anonimo
    ..e comunque che la gente non usasse
    internet prima che ci fosse il web e' una
    c@##@^@: gli abbonamenti erano in vendita da
    un bel po', c'erano le bbs che facevano lo
    spool per le e-mail e tutto il resto gia'
    negli anni '80, e c'erano i server ftp, gli
    archie e il mosaic. Non c'era ancora linux,
    ma gia' c'era l'emacs.Marooooo' che mi ricordi....gopher.....arianna.....irc.....e il mio primo Mac Plus........ ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: e il primo browser????
    - Scritto da: LordCasco
    Io penso che la data di nascita di Internet
    sia da cercare tra le date di nascita dei
    primi browser e e-mail clients, o no?Praticamente la differenza è minima, visto che gli email client sono vecchi quanto internet :D
  • Anonimo scrive:
    Re: e il primo browser????
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Slurpolo

    - Scritto da: LordCasco
    Quindi Internet, così come è
    sentita oggi, per me è nata con il
    primo browser, che sinceramente non so quale
    sia stato, ma il primo arrivato al popolo mi
    risulta fosse stato Mosaic, del NCSA anno
    1993.
    Quella di prima si chiamava Internet, ma in
    realtà era un'altra cosa:
    l'infrastruttura, lo scheletro, per quello
    che oggi è Internet. Si faceva FTP,
    si faceva IRC, si faceva telnet, si faceva
    finger. Chi lo fa ora ? Pochi, pochissimi.E' un po' come dire che siccome il capo dei tedeschi nella seconda guerra era cattivo allora devono essere stati i tedeschi a lanciare le bombe sul giappone.C'e' gia' abbastanza disinformazione cosi', e' meglio che al contrario lo diciamo a tutti che internet non e' e non e' mai stata solo il web.
  • Anonimo scrive:
    Re: e il primo browser????
    - Scritto da: Slurpolo

    - Scritto da: LordCasco

    Io penso che la data di nascita di
    Internet

    sia da cercare tra le date di nascita
    dei

    primi browser?

    No: quella è la data di nascita del
    web, che è una cosa diversa da
    Internet.Vero, ma per la maggior parte degli utilizzatori Internet è il WEB, anzi, per troppi utenti purtroppo Internet è soltanto "Internet Explorer". Poi esiste l'e-mail... ma sempre per questi utilizzatori quella è semplicemente l'"e-mail", non è Internet, sebbene sappiamo che tecnicamente anch'essa sia Internet.Quindi Internet, così come è sentita oggi, per me è nata con il primo browser, che sinceramente non so quale sia stato, ma il primo arrivato al popolo mi risulta fosse stato Mosaic, del NCSA anno 1993.Quella di prima si chiamava Internet, ma in realtà era un'altra cosa: l'infrastruttura, lo scheletro, per quello che oggi è Internet. Si faceva FTP, si faceva IRC, si faceva telnet, si faceva finger. Chi lo fa ora ? Pochi, pochissimi.Di comune a quei tempi ci sono solo dei tecnicismi e degli enti (IP, DNS, IETF...) tutte cose che per l'utente normale nemmeno esistono.Stiamo confondendo due concetti diversi: il WEB e Internet, è vero, e questo è grave.Per favore qualcuno si muova per fare qualcosa prima che nel Devoto Oli alla voce "Internet" appaia erroneamente la definizione di Web, scambio già avvenuto tra "hacker" e "cracker".
  • Anonimo scrive:
    Re: e il primo browser????

    ..e comunque che la gente non usasse
    internet prima che ci fosse il web e' una
    c@##@^@: gli abbonamenti erano in
    vendita da un bel po'ma certamente, poi c'é stato un lunghissimo periodo di impunità per l'uso di nui/nua di altre persone e quando eri su itapac era un'attimo trovare qualche ccount per qualche pad sprintbei tempi
  • Anonimo scrive:
    Re: e il primo browser????
    La prima cosa che ho pensato quanto ho visto netscape e' stata:"che schifo, a che serve?"ricordo piu' belli i tempi in cui irc era aveva dei canali dove si poteva parlare di tutto e nessuno ti buttava fuori perche' non era daccordo, il tempo dei newsgroup letti dal terminale a 12 pollici a sfumature di verde della ibm e tutto quello che serviva era sapersi esprimere, saper leggere e avere qualcosa da dire.I forum via web fanno veramente schifo, spesso appena ho finito di scrivere qualcosa cancello e chiudo la pagina perche' mi accorgo che non serve a niente, tutto e' volatile, anche se magari resta piu' a lungo che sul newsgroup.... e soprattutto prima del web non c'era lo spam...e comunque che la gente non usasse internet prima che ci fosse il web e' una c@##@^@: gli abbonamenti erano in vendita da un bel po', c'erano le bbs che facevano lo spool per le e-mail e tutto il resto gia' negli anni '80, e c'erano i server ftp, gli archie e il mosaic. Non c'era ancora linux, ma gia' c'era l'emacs.- Scritto da: LordCasco
    Sarà anche vero che internet è
    nata prima, ma imho la rete è
    diventata "la rete" quando la gente ha
    incominciato ad usarla.
    Probabilmente i vari scienziati e
    ricercatori, nonchè i militari la
    usavano da prima, ma fino a quando non ha
    incominciato ad essere usata dal cittadino
    qualunque non si può parlare di
    internet, quantomeno non col significato che
    ha assunto oggi. Prima era una cosa per
    iniziati, poi con i primi browser e i primi
    e-mail clients la gente comune ha
    incominciato ad usarla e a farla crescere.
    Io penso che la data di nascita di Internet
    sia da cercare tra le date di nascita dei
    primi browser e e-mail clients, o no?
    Mi ricordo quando ho scaricato la 1.0 di
    Netscape.... bei tempi.... billgheiz ancora
    diceva che internet non aveva futuro e che
    la M$ se ne sarebbe disinteressata... fosse
    stato vero!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: La soluzione ... uovo di colombo ...
  • Anonimo scrive:
    Re: La soluzione ... uovo di colombo ...
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma quali ingegneri!

    w i contadini, senza le loro carote o patate
    o pomodori noi non mangeremo e non faremo i
    conti o non produrremo nulla di nulla. w la
    terra, w internet. e buon compleanno amica
    8)meno internet, più cabernet ;-)
  • Slurpolo scrive:
    Re: e il primo browser????
    - Scritto da: LordCasco
    Io penso che la data di nascita di Internet
    sia da cercare tra le date di nascita dei
    primi browser?No: quella è la data di nascita del web , che è una cosa diversa da Internet.
  • Anonimo scrive:
    e il primo browser????
    Sarà anche vero che internet è nata prima, ma imho la rete è diventata "la rete" quando la gente ha incominciato ad usarla. Probabilmente i vari scienziati e ricercatori, nonchè i militari la usavano da prima, ma fino a quando non ha incominciato ad essere usata dal cittadino qualunque non si può parlare di internet, quantomeno non col significato che ha assunto oggi. Prima era una cosa per iniziati, poi con i primi browser e i primi e-mail clients la gente comune ha incominciato ad usarla e a farla crescere.Io penso che la data di nascita di Internet sia da cercare tra le date di nascita dei primi browser e e-mail clients, o no?Mi ricordo quando ho scaricato la 1.0 di Netscape.... bei tempi.... billgheiz ancora diceva che internet non aveva futuro e che la M$ se ne sarebbe disinteressata... fosse stato vero!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Ingegneri o fisici, che importa?
    - Scritto da: Anonimo

    E' solo una riproduzione del mondo reale.Beh, era molto meglio quando (usenet, fidonet) era "solo" una riproduzione di un gigantesco, acculturatissimo dipartimento universitario.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ingegneri o fisici, che importa?
    - Scritto da: Anonimo
    E' quella la vera innovazione! Io ci vado
    sui siti porno, ci ciatto tutte le sere,
    posso vedere le foto del becsteig
    dell'ultimo film di sciarostòn e
    c'è pure l'i-commers: ho comprato un
    paio di gins di Cavalli (quello che passa le
    estati in costasmeralda a chiavarsi una
    torma di puttanelle 20enni sul suo panfilo)
    col ginocchio strappato a 270 euro
    anzichè 340 come al negozio! Che
    affare, che rivoluzione ragazzi...
    E quindi...? Su internet c'è di tutto: i casinò on line dove dilapidare i nostri soldi, i negozi dove acquistare abbigliamento firmato... così come troviamo la bancarella in metropolitana per giocare alle tre carte o la boutique in centro dove comprare mezza camicia a 200 euro.E' solo una riproduzione del mondo reale.DB
  • Anonimo scrive:
    e Internet2?
    dov'e' finita? non se ne sente piu' parlare da anni...
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma quali ingegneri!
    w i contadini, senza le loro carote o patate o pomodori noi non mangeremo e non faremo i conti o non produrremo nulla di nulla. w la terra, w internet. e buon compleanno amica8)
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma quali ingegneri!
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma quali ingegneri!
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma quali ingegneri!
    beh anche se non esistessero gli uomini non ci sarebbe nessuno....... non vedo perché queste discriminazioni sessuali
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma quali ingegneri!
    - Scritto da: Anonimo
    ..... si ma è anche vero che non
    esistono + i contadini di una volta..... ora
    hanno il trattore con l'aria condizionata ed
    il frigobar (grazie agli ingegneri, fisici,
    etc. etc.) e ritorniamo d'accapo :)Penso sia giusto ricordare che se non ci fossero le donne non esisterebbe nessuno, nè fisico nè ingegnere o contadino o quant'altro.:)Grazie donne!!!!P.S.: non sono una donna ma non posso fare a meno di loro ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Ingegneri o fisici, che importa?
    E' quella la vera innovazione! Io ci vado sui siti porno, ci ciatto tutte le sere, posso vedere le foto del becsteig dell'ultimo film di sciarostòn e c'è pure l'i-commers: ho comprato un paio di gins di Cavalli (quello che passa le estati in costasmeralda a chiavarsi una torma di puttanelle 20enni sul suo panfilo) col ginocchio strappato a 270 euro anzichè 340 come al negozio! Che affare, che rivoluzione ragazzi...
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma quali ingegneri!
    ..... si ma è anche vero che non esistono + i contadini di una volta..... ora hanno il trattore con l'aria condizionata ed il frigobar (grazie agli ingegneri, fisici, etc. etc.) e ritorniamo d'accapo :)
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma quali ingegneri!
    ahahah Zava sei tu ?
  • Anonimo scrive:
    La soluzione ... uovo di colombo ...
    Direi che le diatribe sulla data di nascita di internet sono un po' fuori luogo, come va di moda in questi giorni dire, ci sono gli storici e quelli che la fanno la storia :-)Prendendo a prestito qualche nozione dall'embriologia potremmo dire che internet e' stata concepita il sep-2-1969, si e' sviluppata come un embrione sano ed e' nata il jan-1-1983 con il TCP/IP ... questo forse accontenta tutti ;-)Altrimenti si puo' andare avanti a discutere all'infinito, e' vero che gia' nel '62 al MIT si discuteva di una rete globale di comunicazione!E per chi non lo sapesse, un grande genio del passato, Tesla, contemporaneo di un altro grande uomo, Edison, aveva sognato di utilizzare il nuovo veicolo di trasmissione, le onde di Marconi, per colelgare i nodi di in una grande rete globale. Nella sua visione sarebbe stato possibile diffondere questa rete di informazione in modo capillare almeno quanto la rete di distribuzione elettrica. Ha perfino trovato dei capitali ed iniziato a costruire i primi nodi di questa rete analogica fin quando i ricchi finanziatori confusi da una visione che davvero non riuscivano a comprendere hanno revocato i finanziamenti. Tesla pero', proprio dove Edison aveva preso un granchio (DC), ci ha lasciato una rete elettrica AC che e' stata l'ossatura di ogni seguente progresso! PS) A propox delle diatribe tra scienza ed ingegneria, sono abbastanza qualunquiste, uno scienziato utilizza gli strumenti per acquisire conoscienza, un ingegnere utilizza la conoscenza per creare strumenti. Nessuno e' mai scienziato o ingegnere ma sempre entrambe le cose. Nessuno e' mai ingegnere o ricercatore genetico, ma entrambe le cose. Perfino le divisioni in discipline e' sempre piu' artificiosa e buona solo per assegnare cattedre! Alla natura poco importa se noi ci stupiamo che una equazione della fisica del plasma descriva un oscillatore neuronale midollare ...yep
  • Anonimo scrive:
    un bambino....
    Non sembra perché la rete a tutto assomiglia meno che ad un uomo fatto, assomiglia semmai ad un bambino nell'età dello sviluppo, circondato da gente che gli vuole bene e insidiato da un gruppetto di teppistelli che, suo malgrado, son compagni di ventura.E accerchiato da un mucchio di persone adulte che a tutti i costi vogliono dirgli cosa dovra' fare da grande (vendere musica, fare il pubblicitario, convincere la gente su una certa idea politica, ecc..)Per fortuna generalmente i bambini sono refrattari a certi tipi di pressioni e vengono su indipendenti.Tanti auguri vecchio groviglio di fili!Sinceramente CoD:)
  • gerry scrive:
    Re: Ma quali ingegneri!
    - Scritto da: Anonimo
    ..... e senza la signora che fa le pulizie,
    tutti quanti lavorerebbero in mezzo alla
    sporciziaE senza il contadino che zappa la terra sarebbero tutti morti di fame.E i morti di fame non dibattono, non puliscono, non filosofeggiano, non calcolano integrali (*) e soprattutto non mandano mail :P(*) tranne forse quelli che vanno all'inferno :D
  • Anonimo scrive:
    Re: TROLL ALERT Re: Ma quali ingegneri!
    - Scritto da: Anonimo

    Fisici, sono stati i fisici a inonovare
    e

    non gli ingegneri!

    mi sa tanto di trollataMaybe, ma secondo me è importante ricordare che la rete come la conosciamo noi oggi (browser, http, html...) esiste grazie alle necessità sperimentali del Cern (NB il capo del progetto di Berners-Lee era pure italiano)
  • Emilio scrive:
    Un nuovo mondo e' possibile
    Credo che ci sia rimasta solo Internet a darci qualche speranza di cambiamento. I popoli si stanno conoscendo meglio. Speriamo che questo basti negli anni a superare le divisioni manovrate appositamente dall'alto. Ci spero ma non ci conto.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma quali ingegneri!
    ..... e senza la signora che fa le pulizie, tutti quanti lavorerebbero in mezzo alla sporcizia
  • Anonimo scrive:
    Ingegneri o fisici, che importa?
    Se io fossi un ingegnere o un fisico, in questo momento mi importerebbe assai poco di rivendicare la "paternità" di internet: io non mi chiamo Baran, ne' Kleinrock ne' Kahn, ne' Cerf e quindi io, ingenere o fisico, non ho dato il mio contributo significativo allo sviluppo di internet.Un'altra disquisizione potrebbe essere basata sull'internet che conosciamo ora (il World Wide Web). Ma è nato solo nel 1991...DB
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma quali ingegneri!
    - Scritto da: ideasrl
    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo






    lo so lo so i fisici hanno il

    primato e'



    vero e' vero...



    e nulla gli si toglie.












    Senza i matematici i fisici non

    saprebbero


    dove sbattere la testa ...



    Vero, ma ricorda che Newton si è

    fatto gli integrali che neanche
    esistevano

    :D

    sì,
    ma senza i filosofi
    tutti i vari ingegneri, fisici e informatici
    vari non saprebbero "perché" vale la
    pena sbattere la testa da qualche parte!

    8)

    ==================================
    Modificato dall'autore il 02/09/2004 8.35.37E senza Avvocati a creare il caos non ci sarebbe bisogno di fisici ed ingegneri e matematici per capirci qualcosa!:):p:$8)
  • ideasrl scrive:
    Re: Ma quali ingegneri!
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo




    lo so lo so i fisici hanno il
    primato e'


    vero e' vero...


    e nulla gli si toglie.








    Senza i matematici i fisici non
    saprebbero

    dove sbattere la testa ...

    Vero, ma ricorda che Newton si è
    fatto gli integrali che neanche esistevano
    :Dsì,ma senza i filosofitutti i vari ingegneri, fisici e informatici vari non saprebbero "perché" vale la pena sbattere la testa da qualche parte!8)==================================Modificato dall'autore il 02/09/2004 8.35.37
  • Anonimo scrive:
    TROLL ALERT Re: Ma quali ingegneri!

    Fisici, sono stati i fisici a inonovare e
    non gli ingegneri!mi sa tanto di trollata
  • shevathas scrive:
    Re: Ma quali ingegneri!

    Dopo la laurea in ingegneria elettronica
    all'universit
    a di Padova, Mi spiace deluderti ma Faggin non era laureato in ingegneria elettronica ma in fisicahttp://www.dizionarioinformatico.com/cgi-lib/diz.cgi?frame&key=ffaggin http://inventors.about.com/gi/dynamic/offsite.htm?site=http://www.invent.org/hall%5Fof%5Ffame/1%5F1%5F6%5Fdetail.asp%3FvInventorID=55 la laurea in ingegneria elettronica l'ha ricevuta honoris causa molto dopo[cut]

    se non ci fossero gli ingegneri come sarebbe
    il mondo :D
    migliore? :D==================================Modificato dall'autore il 02/09/2004 7.53.26
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma quali ingegneri!
    ricordate questo molti non lo sanno e io lo so da quasi un annoPoco noto al grande pubblico, l'italiano FedericoFaggin (nato a Vicenza nel 1941) e il padredel microchip, inventato insieme agli ingegnerielettronici statunitensi Ted Ho e StanleyMazor.Dopo la laurea in ingegneria elettronica all'universita di Padova, Faggin si e trasferito negliStati Uniti per quella che doveva essere unabreve esperienza di lavoro.Alla ne degli anni 1960, lavorando alla SgsFairchild sui semiconduttori, Faggin ha inventatoun nuovo processo MOS (Metal On Silicon,metallo su silicio) destinato a diventare labase per la produzione di tutti i moderni circuitiintegrati.Intuite le sue brillanti capacita, i dirigenti dellaIntel lo misero poi a capo di del progetto che nel1971 concep e realizzo la struttura della primaCPU a 4 bit, nota con la sigla 4004.In seguito il gruppo di Faggin realizzo l'8080,il primo microprocessore a 8 bit, che nella successivaversione 8088 avrebbe incontrato il primogrande successo commerciale come CPU dipersonal computer.Chiusa l'esperienza con Intel, nel 1974 Faggin hacreato una propria azienda, la Zilog, Inc., e haprogettato un altro importante processore noto con la sigla Z80.Nel 1982 ha fondato la Cygnet Technology, che sioccupa di reti neurali e del miglioramento delleinterfaccia uomo-macchina.se non ci fossero gli ingegneri come sarebbe il mondo :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma quali ingegneri!

    Comunque io non sono un Fisico, ma
    informaticoecco perchè te la prendi con gli ingegneri! ;);):) :) :)[giusto per evitare flame... è una battuta ovviamente]:) :) :)
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma quali ingegneri!
    - Scritto da: Anonimo


    lo so lo so i fisici hanno il primato e'

    vero e' vero...

    e nulla gli si toglie.




    Senza i matematici i fisici non saprebbero
    dove sbattere la testa ... Vero, ma ricorda che Newton si è fatto gli integrali che neanche esistevano :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma quali ingegneri!

    lo so lo so i fisici hanno il primato e'
    vero e' vero...
    e nulla gli si toglie.
    Senza i matematici i fisici non saprebbero dove sbattere la testa ...
    aho io amico no nemico .... :DIdem :P
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma quali ingegneri!
    - Scritto da: Anonimo
    "Eppure, nonostante ciò, ha saputo
    rappresentare un'ispirazione decisiva
    affinché dal lavorìo degli
    ingegneri sorgesse un nuovo futuro per la
    comunicazione umana nell'ambito di una rete
    aperta, anzi apertissima."

    Fisici, sono stati i fisici a inonovare e
    non gli ingegneri!Comunque io non sono un Fisico, ma informatico
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma quali ingegneri!
    - Scritto da: Elwood_
    aho io amico no nemico .... :D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D
  • Elwood_ scrive:
    Re: Ma quali ingegneri!
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Elwood_



    - Scritto da: Anonimo


    "Eppure, nonostante ciò, ha

    saputo


    rappresentare un'ispirazione
    decisiva


    affinché dal lavorìo
    degli


    ingegneri sorgesse un nuovo futuro
    per

    la


    comunicazione umana nell'ambito di
    una

    rete


    aperta, anzi apertissima."





    Fisici, sono stati i fisici a
    inonovare

    e


    non gli ingegneri!



    beh in effetti purtoppo ha ragione



    alla rand e a DARPA quelli c'erano

    Infatti, i "computer scientists" crearono i
    primi nodi nella University of California at
    Los Angeles (UCLA), ma i veri innovatori
    sono stati i fisici.

    www.thedailystar.com/news/stories/2004/08/31/
    www.cbsnews.com/stories/2004/08/29/tech/main6lo so lo so i fisici hanno il primato e' vero e' vero...e nulla gli si toglie.aho io amico no nemico .... :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma quali ingegneri!
    - Scritto da: Elwood_

    - Scritto da: Anonimo

    "Eppure, nonostante ciò, ha
    saputo

    rappresentare un'ispirazione decisiva

    affinché dal lavorìo degli

    ingegneri sorgesse un nuovo futuro per
    la

    comunicazione umana nell'ambito di una
    rete

    aperta, anzi apertissima."



    Fisici, sono stati i fisici a inonovare
    e

    non gli ingegneri!

    beh in effetti purtoppo ha ragione

    alla rand e a DARPA quelli c'eranoInfatti, i "computer scientists" crearono i primi nodi nella University of California at Los Angeles (UCLA), ma i veri innovatori sono stati i fisici.http://www.thedailystar.com/news/stories/2004/08/31/brite.htmlhttp://www.cbsnews.com/stories/2004/08/29/tech/main639237.shtml
  • Elwood_ scrive:
    Re: Ma quali ingegneri!
    - Scritto da: Anonimo
    "Eppure, nonostante ciò, ha saputo
    rappresentare un'ispirazione decisiva
    affinché dal lavorìo degli
    ingegneri sorgesse un nuovo futuro per la
    comunicazione umana nell'ambito di una rete
    aperta, anzi apertissima."

    Fisici, sono stati i fisici a inonovare e
    non gli ingegneri!beh in effetti purtoppo ha ragionealla rand e a DARPA quelli c'erano
  • Anonimo scrive:
    Ma quali ingegneri!
    "Eppure, nonostante ciò, ha saputo rappresentare un'ispirazione decisiva affinché dal lavorìo degli ingegneri sorgesse un nuovo futuro per la comunicazione umana nell'ambito di una rete aperta, anzi apertissima."Fisici, sono stati i fisici a inonovare e non gli ingegneri!
Chiudi i commenti