Skype, è ora di guardare al business?

Arrivano la versione 4 in beta 2 e il progetto Skype for Asterisk. Per aprire il popolare sistema VoIP al protocollo SIP ed entrare con più motivazioni nel mercato business
Arrivano la versione 4 in beta 2 e il progetto Skype for Asterisk. Per aprire il popolare sistema VoIP al protocollo SIP ed entrare con più motivazioni nel mercato business

C’è aria di novità nel mondo di Skype : si tratta di innovazioni significative, dal lancio della versione 4.0 beta 2 ad un progetto che apre le porte del protocollo SIP, che sembrano voler ampliare gli orizzonti del diffusissimo sistema VoIP con un orientamento business .

La prima brezza porta la nuovissima Beta 2 , che viene introdotta da una presentazione rivolta agli utenti che hanno sviscerato la Beta 1: “Abbiamo apportato notevoli modifiche in seguito al vostro feedback su Skype 4.0 Beta per Windows”. Cos’è cambiato? In primis, spiegano da Skype, è stata ritoccata l’interfaccia: “è tornata la vista compatta, per chi preferisce Skype in dimensioni ridotte”, gli avvisi sono stati ingranditi, colorati e resi “più chiari e più facili da vedere” (sarà più difficile farsi sfuggire i messaggi ricevuti da un utente away ), e l’elenco dei contatti può essere ora organizzato e classificato per categorie. Utile per creare “cartelle” di familiari, parenti e amici, ma anche per raggruppare i contatti di lavoro (per azienda, settore di business).

La folata di vento è però la notizia del varo del progetto Skype for Asterisk condotto con Digium , che rappresenta invece una rivoluzione filosofica per un sistema che, fino ad oggi, faceva un vanto del protocollo proprietario chiuso all’interoperabilità con il resto del mondo rappresentato dalle altre soluzioni VoIP. Il progetto è sfociato in un’applicazione – oggi disponibile in una beta version per cui è richiesta una licenza a pagamento – che di fatto mette Skype in condizioni di integrarsi con i centralini PBX utilizzati nelle aziende, diventando un modulo dell’infrastruttura telefonica.

Se Skype ha deciso di aprirsi all’ambiente Asterisk, e quindi all’interoperabilità con il mondo SIP, significa che ha ritenuto indispensabile compiere questo passo per poter entrare davvero nel mondo business. L’obiettivo è ora molto più a portata di mano di quando la soluzione Skype for Business consisteva solamente in una confezione ad hoc che includeva un CD con il software standard, un pacchetto con un monte di traffico prepagato e un auricolare.

Dario Bonacina

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

01 10 2008
Link copiato negli appunti