Smartphone da strisciare

I dispositivi mobile sono sempre di più la nuova frontiera dei sistemi di pagamento elettronici. QuickPay e Mastercard propongono due approcci differenti: hardware e software
I dispositivi mobile sono sempre di più la nuova frontiera dei sistemi di pagamento elettronici. QuickPay e Mastercard propongono due approcci differenti: hardware e software

Altre novità sono state presentate nel campo dei sistemi di pagamento con carta di credito basati su smartphone , sia inseguendo la semplicità assicurata dal sistema di micropagmenti di PayPal, sia cavalcando la diffusione dei dispositivi mobile: uno è un’aggiunta hardware da collegare con un semplice plugin al proprio dispositivo, dando la possibilità di utilizzarlo come terminale tradizionale di pagamento, l’altra è un’app gestita da Mastercard.

QuickPay Services ha presentato ROAMpay, dispositivo per passare carte di credito da collegare agli smartphone tramite app ad hoc, e pronto per operare con iOS, Android e BlackBerry.

Al momento supporta già l’autorizzazione in tempo reale delle carte Visa, MasterCard, Discover e American Express. Con le ricevute inviate automaticamente via email ai clienti.

Meno hardware l’approccio di MasterCard che per BlackBerry ha presentato il servizio MoneySend: disponibile solo per il mercato degli Stati Uniti, è un’applicazione gratuita che permette di effettuare pagamenti utilizzando il proprio dispositivo mobile.

Permette agli utenti di inviare o ricevere pagamenti (da e per conti bancari consorziati o carte prepagate) attraverso Bancorp Bank. Con la possibilità di collegare questi depositi con il proprio conto bancario. Può inoltre essere ulitizzato per le transazioni utente-utente. In ogni caso verranno, nei casi previsti, applicate alcune spese di commissione .

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti