Sondaggio BitMex: gli italiani la vogliono crypto

Sondaggio BitMex: gli italiani la vogliono crypto

BitMEX ha condotto un sondaggio per l'analisi del sentiment dei trader nei confronti delle criptovalute: tra investimenti, diversificazione e futuro.
BitMEX ha condotto un sondaggio per l'analisi del sentiment dei trader nei confronti delle criptovalute: tra investimenti, diversificazione e futuro.

BitMEX, tra le principali piattaforme di trading per criptovalute, ha annunciato i risultati di un sondaggio condotto a livello europeo per analizzare l’atteggiamento degli investitori/risparmiatori nei confronti delle criptovalute. Nel tempo, infatti, questo “sentiment” è più volte mutato, seguendo in molti casi gli alti e bassi di un mercato spesso poco conosciuto e continuamente pressato da una forte volatilità.

Le criptovalute, secondo i trader

I dati raccolti rilevano anzitutto che sette trader su dieci considerano le criptovalute una alternativa alle valute tradizionali. L’opinione delle banche centrali è del tutto opposta, considerando le criptovalute asset speculativi ad alto rischio e del tutto inadatte ad una sostituzione della valuta tradizionale: ciò che emerge dal sondaggio è dunque un disallineamento importante nella percezione collettiva dei crypto-asset rispetto a quanto le istituzioni spiegano e tentano di far comprendere ai cittadini. Per i trader si tratta in ogni caso di un modo per diversificare gli investimenti e otto intervistati su dieci rivelano inoltre di aver sete di informazioni e di formazione sul tema.

La ricerca ha rilevato che la maggior parte degli intervistati ( il 70%) ritiene che il ruolo del denaro sia quello di contribuire al sostentamento della famiglia, mentre il risparmio per il futuro (proprio o della famiglia) è tra le prime tre priorità finanziarie per tutti i gruppi. È interessante notare che il 55% degli intervistati in Europa possiede criptovalute al momento e 3 su 5 affermano che investiranno in criptovalute entro un anno.

Dal sondaggio BitMEX è emersa una specifica segmentazione dei trader, utile a meglio fotografare la community attuale alla luce di quanto accaduto negli ultimi mesi ed in attesa di capire come ognuno di questi sottogruppi reagirà alle sollecitazioni future del comparto:

  • Crypto Curiosi
    Il gruppo predominante (24% del totale degli intervistati), dove le donne sono più della metà (53%), per lo più sposate e con figli (quasi l’80%).
  • Crypto Fanatici
    (21% del totale degli intervistati), per lo più uomini (74%), anch’essi sposati e con figli (rispettivamente 71% e 60%).
  • Crypto Esperti
    (20%), dove c’è un maggiore equilibrio tra uomini e donne (57%/43%) ma, ancora una volta, lo schema familiare si ripete: il 70% è sposato e il 65% ha figli.
  • Crypto Passivi
    pur mostrando meno interesse per l’argomento, possiedono criptovalute per il 42%.
  • Crypto Sprouts
    Giovani talenti emergenti, il gruppo più giovane, con il 53% di loro sotto i 30 anni e con un possesso moderato di criptovalute.

Trader e sottogruppi

L’attrazione mainstream per le criptovalute sta crescendo a una velocità molto elevata al giorno d’oggi e volevamo capire meglio i comportamenti delle persone. È molto interessante notare che, visto il sentiment verso le criptovalute generalmente molto positivo in tutte le fasce della popolazione, queste sono ritenute una reale alternativa di investimento per il presente. Tre intervistati su quattro ritengono che la criptovaluta sia già mainstream e 7 su 10 che sia un’opzione alternativa alle valute tradizionali, e questo traccia un percorso molto entusiasmante per piattaforme come BitMEX.

Michele Bertacco, Chief Marketing Officer di BitMEX

La ricerca è stata condotta da Kantar tra persone di età superiore a 21 anni in Germania, Italia, Paesi Bassi, Svizzera, Turchia e Spagna. Secondo quanto scaturito dal sondaggio, la maggioranza degli intervistati ha sperimentato crescite sul proprio wallet fino al 50% e “tra coloro che sono interessati ma non possiedono criptovalute al momento, tre su cinque intendono farlo nei prossimi cinque anni“.

Trattasi di dati probabilmente antecedenti alla recente flessione delle criptovalute, con una fotografia che nel frattempo ha visto sbiadirsi in parte l’entusiasmo dei guadagni facili per lasciare spazio al tecnoentusiasmo di quanti credono anzitutto nella forza rivoluzionaria del mondo crypto. Un dato è certo: la curiosità nei confronti delle criptovalute è alta, a maggior ragione ora che i valori sono caduti e la polarizzazione tra entusiasmo e timori torna a farsi largo. Minore è il prezzo, del resto, e maggiori sono gli argomenti a favore dell’una e dell’altra parte: la vision che si ha sulle criptovalute determina in buona parte la chiave di lettura che si utilizza per comprendere ciò che sta accadendo e, soprattutto, per immaginare quel che accadrà.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 25 mag 2022
Link copiato negli appunti