Sony boccia EA Access

La società nipponica non è interessata al servizio di abbonamento lanciato da Electronic Arts e per ora esclusiva di Xbox One. Sony apre al cloud gaming e punta tutto su PlayStation Now
La società nipponica non è interessata al servizio di abbonamento lanciato da Electronic Arts e per ora esclusiva di Xbox One. Sony apre al cloud gaming e punta tutto su PlayStation Now

EA Access, no grazie. All’indomani della presentazione del servizio che offre l’opportunità di giocare con i migliori videogame targati Electronic Arts dietro abbonamento, e per ora esclusiva Xbox One, Sony risponde subito mostrando zero interesse per la soluzione. “Abbiamo valutato l’offerta ma per i nostri utenti non ci sarebbe stata alcuna convenienza”, si legge in una nota dell’azienda nipponica, che punta forte su PlayStation Now, il servizio appena lanciato nel mercato nordamericano che consente di giocare via streaming su smartphone, tablet, console portatile e smart Tv.

Pur se diversi, ed entrambi in versione beta, i due servizi viaggiano nella stessa direzione offrendo un’alternativa attesa da parecchio tempo dai gamer. EA Access mette a disposizione il meglio del suo catalogo per cinque dollari al mese o trenta all’anno (che in Europa saranno pari a 3,99 euro mensili e 24,99 euro su base annuale) per giocare senza limiti ai vari Fifa 14, Battlefield 4, Peggle 2 e Madden NFL 25, catalogo iniziale cui si aggiungeranno nel tempo altri titoli. Nel pacchetto sono comprese altri due passaggi significativi: lo sconto del 10 per cento sui futuri acquisti digitali e, soprattutto, la possibilità di testare in anteprima i nuovi titoli divertendosi per cinque giorni con l’intero gioco e non con semplici demo.

Mentre si crogiola con l’incremento del 200 per cento degli abbonati a PlayStation Plus, da parte sua Sony punta con PlayStation Now a soddisfare la sete di gioco scommettendo su cloud, con oltre cento titoli disponibili a diverse fasce di prezzo (tre dollari per quattro ore, sei per una settimana, otto per un mese, quindici per tre mesi), e sulla versatilità, affidandosi al video-streaming su ogni dispositivo mobile.

Servizi innovativi ed esclusivi, EA Access e PlayStation Now segnano uno strappo col passato basato sul download e sul possesso dei titoli, in un mercato che sta cambiando in fretta e nel quale conviveranno tante tipologie diverse di giocatori.

Alessio Caprodossi

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti