Sony contro Universal sul caso Grouper

Il colosso giapponese protesta contro la denuncia del suo portale di video sharing Grouper. A suo dire Universal vuole favorire YouTube. Le major si scaldano

Los Angeles – Universal denuncia Grouper.com per violazioni di copyright? A distanza di un mese la piattaforma di video-sharing di Sony Pictures Entertainment ha deciso di reagire. Lo stile – in un certo senso – è da blitzkrieg: non solo si conferma la completa estraneità alle accuse, ma si parla di malafede da parte di Universal. Colpevole, secondo la sussidiaria Sony, di voler sfruttare i tribunali per favorire il proprio alleato YouTube .

Universal, Warner e altre major hanno come noto siglato un “patto di non belligeranza” – su base azionaria – con YouTube, prima dell’ avvento di Google. Un’operazione che Google sta portando avanti anche in queste ore, con altre media company, per prevenire eventuali nuovi fastidi legali.

Lo scontro, secondo alcuni analisti, sembra riguardare più il business che il puro senso della legalità. Universal, sussidiaria della francese Vivendi , è di fatto il più grande produttore discografico del mondo e non sembra disponibile a compromessi con le altre major lanciate sul mercato multimediale online. C’è chi sostiene che Universal voglia altre “alleanze” come quella con YouTube e che Grouper sia nel mirino perché Sony non accetterebbe le condizioni. Le stesse ragioni sarebbero dietro le denunce di Universal contro MySpace . Domani potrebbe toccare a qualcun altro.

Grouper ha deciso di basare la propria difesa sull’impossibilità di prevenire il comportamento illecito degli utenti . Ha dichiarato di rispettare il Digital Millennium Copyright Act ( DMCA ) e di essere intervenuto ogni volta che i proprietari di copyright hanno richiesto la rimozione di certi contenuti.

Sarà sufficiente questa presa di posizione? Difficile crederlo, soprattutto se si considerano le cifre che iniziano a delineare lo scenario del segmento video a pagamento. CBS , che rientra in quel folto gruppo di media company che va a braccetto con YouTube, ha confermato che le clip del Late Show di David Letterman e quelle della serie NCIS stanno spopolando online. Un altro effetto “collaterale” che questi benefici si stanno facendo sentire anche sull’audience televisiva: dall’arrivo su YouTube il celeberrimo show di Letterman ha guadagnato 200 mila nuovi spettatori (+5%).

“Certamente il successo di questi show su YouTube non sono l’unica causa della crescita dell’audience televisivo”, ha confermato un portavoce di CBS. “La verità è che si sta aprendo un dialogo fra i player tradizionali e un nuovo tipo di spettatori”, ha aggiunto Quincy Smith, presidente di CBS. Gli interessi in campo sono evidentemente enormi.

Dario d’Elia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Quartiere contaminato sotto le telecamer
    Proprio sotto le telecamere della metropoli più sorvegliata al mondo, Londra, sono riusciti ad avvelenare un ex colonnello russo in un locale pubblico con una dose esagreata di una sostanza fortemente radioattiva che ha contaminato mezzo quartiere e più di 300 persone...E le telecamere? magari forniranno delle prove ma, intanto, non hanno protetto nessuno dalla contaminazione radioattiva... :s
  • Enjoy with Us scrive:
    Sorveglianza e crimine
    Ma a Voi risulta che con telecamere e intercettazioni telefoniche, abbiano mai sventato qualche grave crimine?Al massimo a posteriori sono state utili a rintracciare i colpevoli, e nel caso di gravi attentati terroristici, sono state poco utili anche a questi fini.Sono invece infallibili o quasi per elevare contravvenzioni e monitorare i movimenti dei cittadini qualsiasi.Personalmente ritengo molto più elevati i rischi di un uso distorto di tali mezzi, e per uso distorto secondo me va compreso anche il controllo delle ZTL e i vari autovelox, che i benefici.Non so se vi ricordate il Film Pericolo pubblico con Will Smith e le recenti cronache dei guardoni telematici dei conti correnti dei Vip; con il proliferare delle telecamere e dei sistemi di sorveglianza siete tanto sicuri che un giorno qualcuno non tenterà di ricattarvi?Credete che essendo onesti non abbiate nulla da nascondere? .... Magari un amante? Essere andato a puttane? Aver noleggiato/scaricato un porno? aver parlato male del capo? aver fatto un colloquio di lavoro con una azienda concorrente alla vostra?OK non avete nulla da nascondere siete integerrimi, ma se usassero questi sistemi di ricatto su un giudice o su un parlamentare per piegarlo a scopi che non hanno nulla a vedere con l'interesse nazionale???Meditate gente, meditate soprattuto Voi politici se vi capita di leggere questo scritto.
  • Anonimo scrive:
    sindrome di sherlock holmes
    ridicolo watson
  • Anonimo scrive:
    scusate l'ignornza..
    " dovrebbe consentire l'identificazione univoca dei sospetti, contrastando l'abitudine del sessanta per cento degli automobilisti inglesi di identificarsi, su richiesta della polizia, come anonimi mister Brown o come ben più appariscenti Elton John. "Ma leggendo l'articolo sembra che in inghilterra non sia obbligatorio esibire documenti e/o patente.E' possibile?
    • Anonimo scrive:
      Re: scusate l'ignornza..
      Si e' cosi'.In inghilterra ancora (per poco) non hanno un documento di identita'. Se devono andare all'estero si fanno il passaporto che puo' essere di due tipi: il normale che vale per 10 anni se non vado errato ed un altro quasi provvisorio che vale per pochi mesi (non ricordo esattamente quanto adesso). Poiche' non si hanno documenti di identita' non ci si deve neanche portare appresso la patente e nel caso si venga fermati e sia necessario un controllo si hanno tre giorni di tempo per presentarla in un qualunque distretto di polizia a scelta della persona che deve presentarla (io direi che e' una cosa molto civile questa, forse una delle pochissime se non l'unica che esiste la'!)
      • Anonimo scrive:
        Re: scusate l'ignornza..
        Uh.. scusate ma se possono guiddare senza patente nè documenti, e *se gli chiedono le impronte digitali*, possono rifiutare......sono messi mille volte meglio di noi che abbiamo documento obbligatorio anche per camminare, patente obbligatoria per guidare e impronte digitali date alla visita di leva.
        • Anonimo scrive:
          Re: scusate l'ignornza..
          - Scritto da:
          Uh.. scusate ma se possono guiddare senza patente
          nè documenti, e *se gli chiedono le impronte
          digitali*, possono
          rifiutare...
          ...sono messi mille volte meglio di noi che
          abbiamo documento obbligatorio anche per
          camminare, patente obbligatoria per guidare e
          impronte digitali date alla visita di
          leva....E ultimamente dicono che devi portarti dietro anche i documenti del cane quando lo porti a passeggio...
          • Anonimo scrive:
            Re: scusate l'ignornza..
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Uh.. scusate ma se possono guiddare senza
            patente

            nè documenti, e *se gli chiedono le impronte

            digitali*, possono

            rifiutare...

            ...sono messi mille volte meglio di noi che

            abbiamo documento obbligatorio anche per

            camminare, patente obbligatoria per guidare e

            impronte digitali date alla visita di

            leva.

            ...E ultimamente dicono che devi portarti dietro
            anche i documenti del cane quando lo porti a
            passeggio...Ma se i cani hanno il microchip sotto la pelle :|
  • Anonimo scrive:
    Re: Londra...
    E poi senza le telecamere il lavoro del Torchwood Institute sarebbe notevolmente complicato. Non volete complicare la vita al capitano Jack Harkness, vero che non volete?(cylon)(cylon)(cylon)
  • Anonimo scrive:
    E' una notizia bellissima !!!!
    Bene! Sono favorevole...spero anche in una schedatura mondiale del DNA di ogni individuo. In questo modo il crimine sarà contrastato in modo più efficace.Sarebbe già un gran passo in avanti schedare il DNA di tutti gli extracomunitari che entrano illegalmente nel nostro paese, altro che impronte digitali.
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: E' una notizia bellissima !!!!
      Guarda che l'attendibilità dell'esame del DNA sia pur elevatissima non è assoluta. Se Viene utilizzato su un numero limitato di sospetti (es. un centinaio) è attendibile, ma allargando l'esame a milioni di persone no, diventa elevato il rischio di errori, overosia di match apparentemente corretti quando non lo sono e quindi l'incriminazione di un innocente.La cosa è tanto più probabile quanto più elevati sono i numeri in gioco e la presenza di consanguineità dei sospettati (es. comunità chiuse dove vi è un alta percentuale di imparentamenti).Personalmente non darei mai il mio consenso ad una procedura di confronto del mio DNA in indagini con alcune migliaia di sospetti, se per una tragica fatalità vi dovesse essere un Match, con la percezione che hanno del test del DNA i non addetti ai lavori, mi ritroverei fottuto senza possibilità di repplica!
  • Anonimo scrive:
    Re: Londra...
    Io ho naotato una bella differenza tra Italia ed Inghilterra (non Lobdra, ma li' vicino).Ho visto la polizia in giro la sera, ho visto perfino poliziotti raccogliere da terra le bottiglie di vetro perevitare che all'uscita dai pub gli ubriachi le usassero per usi impropri, ho visto la polizia farsi vedere per strada (come a dire "guarda che ci siamo: non tentarci neppure di fare scherzi"), se parli coi poliziotti sono gentili, mica devono dimostrare con l'arroganza di essere loro i capi.In Italia tutto l'opposto, se li chiami al posto di intervenire perche' qeulacuno ti sta minacciando, ti dicono di aspettare che faccia quello che ha minacciato e poi presentare denuncia (non mi hanno spiegato come faccio a presentare la denuncia da morto, pero')
    • Anonimo scrive:
      Re: Londra...
      Dimenticavo, la polizia e' in giro anche di sera e di notte.In Italia il contratto prevede (a parti alcuni servizi) che l'orario di lavoro sia solo dalle 8 del mattimo alle 8 di sera. E in effetti i commissariati sono aperti solo in questa fascia oraria (duranti i quali i poliziotti sono costretti ad essee impegnati in una marea di altri compiti che non quelli di reprimere sopratutto prevenire i reati, quali raccogliere le domande dei permessi di soggiorno, portare a riparare l'auto di servizio dopo aver trovato i soldi, perche' non ci sono ecc.Sia chiaro io non ce l'ho con i poliziotti (che anzi forse sono le prime vittime di questo sistema) quanto con chi ha creato questo sistema.
    • scribble scrive:
      Re: Londra...
      - Scritto da:
      Io ho naotato una bella differenza tra Italia ed
      Inghilterra (non Lobdra, ma li'
      vicino).

      Ho visto la polizia in giro la sera, ho visto
      perfino poliziotti raccogliere da terra le
      bottiglie di vetro perevitare che all'uscita dai
      pub gli ubriachi le usassero per usi impropri, ho
      visto la polizia farsi vedere per strada (come a
      dire "guarda che ci siamo: non tentarci neppure
      di fare scherzi"), se parli coi poliziotti sono
      gentili, mica devono dimostrare con l'arroganza
      di essere loro i
      capi.
      Verissimo: dopo 14 anni d'Inghilterra quoto in pieno. Soprattutto per quanto riguarda i bobbies, che nonostante siano la categoria più presa per i fondelli del regno d'albione, sono davvero gentilissimi. Ma lo stesso questa nuova mania che hanno del Grande Fratello totale mi fa un po' paura... Conoscendo gli inglesi hanno fatto una semplice equazione: dato che ci ha aiutatato a risolvere tanti problemi (hooligans e violenze varie) usiamo la stessa tecnica per tutto. Giusto? Sbagliato?

      In Italia tutto l'opposto, se li chiami al posto
      di intervenire perche' qeulacuno ti sta
      minacciando, ti dicono di aspettare che faccia
      quello che ha minacciato e poi presentare
      denuncia (non mi hanno spiegato come faccio a
      presentare la denuncia da morto,
      pero')
      Esperienza personale: faccio 10 mm di retro ad uno stop di fronte ad una caserma dei carabinieri e tocco la macchina dietro. Danni zero, nessuno, nemmeno un graffio. Il proprietario scende ridendo e dice "adesso mi rifaccio la macchina con la tua assicurazione". Citofono ai carabinieri che mi rispondono: "se non c'è un ferito non possiamo uscire" e io: "ma stanno cercando di commettere una truffa!". "mi spiace, se non c'è un ferito non possiamo uscire".Carini, vero?Senza parlare di intercettazioni telefoniche varie che mi vengono i brividi... Lasciamo perdere va.Ma resta il fatto che il controllo totale un po' paura me lo fa...
    • Anonimo scrive:
      Re: Londra...
      - Scritto da:
      Io ho naotato una bella differenza tra Italia ed
      Inghilterra (non Lobdra, ma li'
      vicino).

      Ho visto la polizia in giro la sera, ho visto
      perfino poliziotti raccogliere da terra le
      bottiglie di vetro perevitare che all'uscita dai
      pub gli ubriachi le usassero per usi impropri, ho
      visto la polizia farsi vedere per strada (come a
      dire "guarda che ci siamo: non tentarci neppure
      di fare scherzi"), se parli coi poliziotti sono
      gentili, mica devono dimostrare con l'arroganza
      di essere loro i
      capi.

      In Italia tutto l'opposto, se li chiami al posto
      di intervenire perche' qeulacuno ti sta
      minacciando, ti dicono di aspettare che faccia
      quello che ha minacciato e poi presentare
      denuncia (non mi hanno spiegato come faccio a
      presentare la denuncia da morto,
      pero')STRAQUOTO, anche se sulla questione delle denunce in italia spesso non è veramente colpa loro, ma di leggi e procedure inutili
  • m00f scrive:
    I figli degli uomini
    Proprio ieri sera ho visto il film "i figli degli uomini". Consiglio la visione a tutti per capire meglio dove sta andando l'Inghilterra.
    • Anonimo scrive:
      Re: I figli degli uomini
      - Scritto da: m00f
      Proprio ieri sera ho visto il film "i figli degli
      uomini".


      Consiglio la visione a tutti per capire meglio
      dove sta andando
      l'Inghilterra.Julianne Moore... Clive Owen... OK, ci sto.
      • Anonimo scrive:
        Re: I figli degli uomini
        Ho visionato questo capolavoro la scorsa domenica, bellissimo film. Ma decisamente lontano dalla massa. E' difficilmente comprensibile dall'italiano medio (esseri culturalmente inferiori). Il dvd lo metterò di fianco a quello di "V for vendetta" e "Inganno globale".lut!ps: a chi ama questo genere consiglio di prenotare in anticipo un posto al cinema per la prima di "Natale a New York"
  • Anonimo scrive:
    Il crimine sarà sconfitto!
    Grazie a queste nuove tecnologie il crimine ne futuro sarà solo un brutto ricordo, vivremo in un mondo di pace a amore O)
    • Anonimo scrive:
      Re: Il crimine sarà sconfitto!
      Cambia spacciatore
    • Anonimo scrive:
      Re: Il crimine sarà sconfitto!
      Di solito gli ottimisti vedono per il futuro quello che vorrebbero, ma non quello che sara'.E' molto piu' frequente che quello che succederera' sia piu' simile a quello ipotizzato dai pessimisti che dagli ottimisti.
  • Anonimo scrive:
    Promesse promesse
    "Nessuna archiviazione: le impronte raccolte non confluiranno in alcun database, promettono le autorità inglesi."tsk.k1
  • avvelenato scrive:
    abuso VS uso
    fatemi un'esempio di abuso, io ve ne fò uno di uso.mi hanno da poco ciulato i tergicristalli, a qualcuno di voi magari avranno rubato i cerchioni o altro, a qualcuno pure la macchina.ovviamente neanche ho perso tempo a denunciare, come potrebbero essermi d'aiuto? Mi direbbero che tengono da fare cose cchiù importanti.Con le cam, in un attimo una denuncia in una determinata strada permette di accedere al database dei filmini, eventualmente scovare il reo e realizzare l'ideale beccariano di una giustizia Certa e Celere. Questo ovviamente in pura teoria, in pratica è vero che un malvivente potrebbe sempre indossare un passamontagna; ma secondo voi uno si va a mettere un passamontagna per ciulare dei cerchioni? Ciò dimostra l'efficacia delle cam come strumento dissuasivo, nei reati di minore importanza, concedendo alla polizia di utilizzare le proprie risorse investigative (che ricordo sono limitate e quantificate in funzione delle tasse dei cittadini) in maniera più proficua per casi differenti.E poi da qualche parte deve pur metterselo e toglierselo, il passamontagna, quindi alla fine si può risalire alla sua identità nella maggioranza dei casi.Ora sentiamo qualche esempio di abusi, personalmente a me sembra che gli abusi siano già perpetrati dai criminali che restano impuniti, e che gli abusi della legge si possono prevenire garantendo un'iter burocratico non complesso ma che limiti l'utilizzo delle cam ai casi in cui ce ne è realmente bisogno.
    • Anonimo scrive:
      Re: abuso VS uso
      - Scritto da: avvelenato
      fatemi un'esempio di abuso, io ve ne fò uno di
      uso.Abuso di una figlia.Mostraci quindi come si usa.
      • Anonimo scrive:
        Re: abuso VS uso
        - Scritto da:

        - Scritto da: avvelenato

        fatemi un'esempio di abuso, io ve ne fò uno di

        uso.

        Abuso di una figlia.
        Mostraci quindi come si usa.Non te l'ha mai fatta vedere nessuno?
        • Anonimo scrive:
          Re: abuso VS uso
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da: avvelenato


          fatemi un'esempio di abuso, io ve ne fò uno di


          uso.



          Abuso di una figlia.

          Mostraci quindi come si usa.


          Non te l'ha mai fatta vedere nessuno?s/nessuno/nessuna
    • Anonimo scrive:
      Re: abuso VS uso
      - Scritto da: avvelenato
      Ora sentiamo qualche esempio di abusi,Watergate; dice niente?Sei un cattso di politico dell'opposizione: ci vuole un attimo a montare una campagna contro di te, diffondendo filmati di come ti pulisci il naso con le dita o butti per terra una cartaccia o mandi affa un barbone che ti chiede un euro (notare l'assenza di apostrofo tra "un" ed "euro").Sei un imprenditore che sta per concludere un affarone: in men che non si dica, un tuo concorrente ammanicato ti soffia il cliente/partner, col quale hai preso un caffe' in un bar di un albergo con telecamera con vista.Sei un infiltrato della polizia tra la mafia: qualcuno ti riconosce per strada come poliziotto e in quattro e quattr'otto finisci dentro un pilastro di cemento armato (lasciata come facile esercizio la formulazione degli eventi intermedi).Sono infiniti i possibili abusi, basta che stai sulle balle a qualcuno che - in modo diretto o indiretto - abbia accesso a quei f0ttut1 dati.k1
      • Anonimo scrive:
        Re: abuso VS uso
        - Scritto da:

        - Scritto da: avvelenato


        Ora sentiamo qualche esempio di abusi,

        Watergate; dice niente?

        Sei un cattso di politico dell'opposizione: ci
        vuole un attimo a montare una campagna contro di
        te, diffondendo filmati di come ti pulisci il
        naso con le dita o butti per terra una cartaccia
        o mandi affa un barbone che ti chiede un euro
        (notare l'assenza di apostrofo tra "un" ed
        "euro").

        Sei un imprenditore che sta per concludere un
        affarone: in men che non si dica, un tuo
        concorrente ammanicato ti soffia il
        cliente/partner, col quale hai preso un caffe' in
        un bar di un albergo con telecamera con
        vista.

        Sei un infiltrato della polizia tra la mafia:
        qualcuno ti riconosce per strada come poliziotto
        e in quattro e quattr'otto finisci dentro un
        pilastro di cemento armato (lasciata come facile
        esercizio la formulazione degli eventi
        intermedi).

        Sono infiniti i possibili abusi, basta che stai
        sulle balle a qualcuno che - in modo diretto o
        indiretto - abbia accesso a quei f0ttut1
        dati.

        k1E' proprio per questo che auspico che quei dati vengano trattati con la dovuta trasparenza e attenzione, ed è questa la differenza tra una società dove è ammessa la presenza anche massiccia di cam e una società orwelliana; voi potete dire tutto quello che volete sugli uk ma per adesso ancora non ci sono a quei livelli, e se i cittadini lotteranno uniti per le giuste pretese, ovvero onestà, trasparenza e prevenzione agli abusi, è probabile che non ci arrivino mai, mentre qua magari non arriveremo ad assomigliare ad un romanzo distopico dove uno stato opprimente e totalitarista arriva a cambiare le realtà pur di muovere a piacimento i suoi cittadini, in compenso resteremo in una realtà distopica dove i poliziotti tengono da fare cose cchiù importanti assai che poter combattere l'illegalità.
    • Anonimo scrive:
      Re: abuso VS uso
      Sveglia ragazzi, ma dove siete stati negli ultimi anni, quei dati non verranno mai trattati come si deve. Guardate in Italia con le intercettazioni cos'è successo, e anche in tutti i paesi del mondo. Certo la tecnologia sarebbe utile, ma purtroppo la mente umana è cattiva e la utilizzerà per i propri scopi di potere.Tutte le invenzioni e tecnologie che sono state scoperte se possibile sono state utilizzate come ama di potere e controllo e queste non differiranno.
    • rumenta scrive:
      Re: abuso VS uso
      sempre pre restare in uk, ti ricordo che le cam NON hanno inquadrato gli attentatori della metro nè quello del bus mentre salivano sui vagoni e sistemavano gli esplosivi..... perchè le cam erano "guaste", vedi un pò il caso e la coincidenza ;)ed erano guaste anche quelle che potevano inchiodare gli assassini (perchè di assassini si tratta) di Jean Charles de Menezes... altra coincidenza incredibbbbbile, vero??però sta sicuro che se superi di 2 km/h il limite di velocità funzionano benissimo!!
    • Anonimo scrive:
      Re: abuso VS uso
      - Scritto da: avvelenato
      fatemi un'esempio di abuso, io ve ne fò uno di
      uso.
      mi hanno da poco ciulato i tergicristalli, a
      qualcuno di voi magari avranno rubato i cerchioni
      o altro, a qualcuno pure la
      macchina.
      ovviamente neanche ho perso tempo a denunciare,
      come potrebbero essermi d'aiuto? Mi direbbero che
      tengono da fare cose cchiù
      importanti.

      Con le cam, in un attimo una denuncia in una
      determinata strada permette di accedere al
      database dei filmini, eventualmente scovare il
      reo e realizzare l'ideale beccariano di una
      giustizia Certa e Celere.Sbagli, e di grosso in Italia se ti rubano il cell non si mettono a intercettarlo anche se gli dai l'IMEI, visto che costa troppo farlo (~3000/giorno).Come vedi anche se c'è l'infrastruttura tecnologica non è detto che poi perdano tempo per reati "non gravi"
  • Anonimo scrive:
    Beati gli italiani...
    ...che sono pesantemente schedati e non lo sanno.
    • Anonimo scrive:
      Re: Beati gli italiani...
      Infatti prima di poter dire che gli altri stanno peggio, bisognerebbe asapere come siamo messi noi .. e noi non lo sappiamo neppure ...
  • Anonimo scrive:
    inglesi ipocritini...
    "Sono invece meno entusiasti riguardo all'uso delle telecamere per controlli a tappeto volti a segnalare le infrazioni al codice stradale e ad individuare coloro che non pagano, per la loro auto, la tassa di circolazione."Ma guarda, le telecamere vanno bene solo quando beccano gli altri. ci avrei scommesso.
  • Anonimo scrive:
    L'UK non è più un buon paese in cui
    emigrare.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'UK non è più un buon paese in cui
      - Scritto da:
      emigrare.Sara', intanto tu DEVI avere la carta di identita'.Gli inglesi no.
      • Anonimo scrive:
        Re: L'UK non è più un buon paese in cui
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        emigrare.

        Sara', intanto tu DEVI avere la carta di
        identita'.
        Gli inglesi no.Hanno già le impronte digitali, a cosa serve il resto?
        • Anonimo scrive:
          Re: L'UK non è più un buon paese in cui
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          emigrare.



          Sara', intanto tu DEVI avere la carta di

          identita'.

          Gli inglesi no.

          Hanno già le impronte digitaliDi tutti? No.E in Italia? Un bel po'... le hai date anche tu se hai fatto la visita di leva.Inoltre tutti gli italiani hanno la loro bella carta di identita'.
      • rumenta scrive:
        Re: L'UK non è più un buon paese in cui
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        emigrare.

        Sara', intanto tu DEVI avere la carta di
        identita'.
        Gli inglesi no.http://xiaodongpeople.blogspot.com/2005/07/big-brother-state-on-id-cards.htmlanche loro, insieme a tante altre belle cosette....
      • Anonimo scrive:
        Re: L'UK non è più un buon paese in cui
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        emigrare.

        Sara', intanto tu DEVI avere la carta di
        identita'.
        Gli inglesi no.http://punto-informatico.it/p.aspx?id=490330
    • AnyFile scrive:
      Re: L'UK non è più un buon paese in cui
      - Scritto da:
      emigrare.Dove?Questo e' il punto ... trovare un posto migliore.L'Italia ne dubito ... tu ne conesci di meglio?La domanda e' seria ... io sarei intenzionato ad emigrare ... ma dove? Per tutti i paesi che mi vengono in mente .. trovo qualcosa che non va (oppure in certi non mi farebbero nemmeno entrare ... a meno che non hai un lavoro .. cosa che nessuno ti da' se non sei gia' legalemnte residente ...)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 novembre 2006 10.46-----------------------------------------------------------
      • Anonimo scrive:
        Re: L'UK non è più un buon paese in cui
        - Scritto da: AnyFile
        - Scritto da:

        emigrare.

        Dove?

        Questo e' il punto ... trovare un posto migliore.

        L'Italia ne dubito ... tu ne conesci di meglio?

        La domanda e' seria ... io sarei intenzionato ad
        emigrare ... ma dove? Per tutti i paesi che mi
        vengono in mente .. trovo qualcosa che non va
        (oppure in certi non mi farebbero nemmeno entrare
        ... a meno che non hai un lavoro .. cosa che
        nessuno ti da' se non sei gia' legalemnte
        residente
        ...)Se ti piace l'UK non dar retta a quello che dice PI. Non è assolutamente un posto da grande fratello, anche se le cam sono ovunque. Per fortuna gli inglesi usano ancora molto buonsenso, e fanno un buon utilizzo di queste risorse, non un abuso. Londra è molto più vivibile ora che negli anni 90
      • Fiamel scrive:
        Re: L'UK non è più un buon paese in cui

        La domanda e' seria ... io sarei intenzionato ad
        emigrare ... ma dove?Ti confermo quello che ti è già stato risposto:"Per fortuna gli inglesi usano ancora molto buonsenso, e fanno un buon utilizzo di queste risorse, non un abuso.". In Italia c'è una percezione distorta di ciò che accade qui (distorta, non sbagliata).Io vivo in Galles e di questi controlli non me ne accorgo nemmeno.Se serve una mano a venire quassù, io la do a chiunque.
      • Anonimo scrive:
        Re: L'UK non è più un buon paese in cui
        - Scritto da: AnyFile
        - Scritto da:

        emigrare.

        Dove?

        Questo e' il punto ... trovare un posto migliore.

        L'Italia ne dubito ... tu ne conesci di meglio?

        La domanda e' seria ... io sarei intenzionato ad
        emigrare ... ma dove? Per tutti i paesi che mi
        vengono in mente .. trovo qualcosa che non va
        (oppure in certi non mi farebbero nemmeno entrare
        ... a meno che non hai un lavoro .. cosa che
        nessuno ti da' se non sei gia' legalemnte
        residente
        ...)GermaniaOlandaSvizzera
  • Anonimo scrive:
    follia
    un bambino finisce nel database se prende un brutto voto = folliatralasciando la vera ***** che insegnano nell'istruzione "ufficializzata" e relativa discrezione di docenti ******* figli di ********** se uno non e adeguato a heil fuhrer e non alza la mano al passaggio del fuhrer cosa fanno lo inseriscono nel database, lo seguono magari dalla polizia quando stiamo parlando di un bambino poitralasciando che i bambini di oggi sono tutto tranne innocenti (perche poi riflettono i genitori) e giusto che persone ancora piu corrotte abbiano potere su di loro ?????di solito sono una persona equilibrata almeno interiormente pero hanno veramente rotto il *****PUNTO QUINDI
  • Wakko Warner scrive:
    Spaventoso...
    Contenti loro... :s :s :s :s :s :s
  • Anonimo scrive:
    UK paese da seguire
    Questi controlli li voglio anche in italia
    • Anonimo scrive:
      Re: UK paese da seguire
      [img]http://walshm.site.net.au/f1_hosting/stupid_thread.jpg[/img]
      • Anonimo scrive:
        Re: UK paese da seguire
        - Scritto da:
        [img]http://walshm.site.net.au/f1_hosting/stupid_tFa piacere vedere che stai dando dello stupido a milioni di cittadini UK
        • Anonimo scrive:
          Re: UK paese da seguire
          - Scritto da:

          - Scritto da:


          [img]http://walshm.site.net.au/f1_hosting/stupid_t

          Fa piacere vedere che stai dando dello stupido a
          milioni di cittadini
          UKsono anglosassoni e' genetica la stupidita'
          • Anonimo scrive:
            Re: UK paese da seguire
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            [img]http://walshm.site.net.au/f1_hosting/stupid_t



            Fa piacere vedere che stai dando dello stupido a

            milioni di cittadini

            UK

            sono anglosassoni e' genetica la stupidita'Solo noi italiani siamo furbi. Per questo stiamo andando verso il terzo mondo, sia economicamente sia democraticamente.
    • Anonimo scrive:
      Re: UK paese da seguire
      - Scritto da:
      Questi controlli li voglio anche in italiaPerchè aspettare anni e anni, vai a vivere la se ti piace tanto, sono solo un paio di ore di aereo... e poi vivrai felice e contento nel paese dei balocchi che ti piacciono tanto, e quando farai troppo il biricchino ti trasformerai in ASINO (rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: UK paese da seguire
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Questi controlli li voglio anche in italia

        Perchè aspettare anni e anni, vai a vivere la se
        ti piace tanto, Infatti ho cominciato ad inviare il mio curriculum anche a ditte UK
        • Anonimo scrive:
          Re: UK paese da seguire
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          Questi controlli li voglio anche in italia



          Perchè aspettare anni e anni, vai a vivere la se

          ti piace tanto,

          Infatti ho cominciato ad inviare il mio
          curriculum anche a ditte
          UKche figataun'altro s****o fuori dalle p****eti dico grazie a nome di tutto il popolo italiano e vedi di rimanerci, in che senso poi vedi tu
          • Anonimo scrive:
            Re: UK paese da seguire
            - Scritto da:
            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:



            Questi controlli li voglio anche in italia





            Perchè aspettare anni e anni, vai a vivere la
            se


            ti piace tanto,



            Infatti ho cominciato ad inviare il mio

            curriculum anche a ditte

            UK

            che figata
            un'altro s****o fuori dalle p****e

            ti dico grazie a nome di tutto il popolo italiano
            Non c'è di che. Se ce la faccio, ringrazierò gente come te quando l'italia finirà nel terzo mondo.

            e vedi di rimanerci, in che senso poi vedi tu Veramente non sei certo tu a dirmi cosa fare. Comunque grazie ancora per esserti dimostrato un gran maleducato
          • Anonimo scrive:
            Re: UK paese da seguire
            terzo mondo? terzo mondo? ma dove vivi? abbiamo zone d'Italia con i redditi pro-capite più alti di tutta europa (vedi lombardia, emilia, veneto) e tu mi parli di terzo mondo? Rimboccati le maniche e lavora invece di fare il guardone.
          • Anonimo scrive:
            Re: UK paese da seguire
            - Scritto da:
            terzo mondo? terzo mondo? ma dove vivi? abbiamo
            zone d'Italia con i redditi pro-capite più alti
            di tutta europa (vedi lombardia, emilia, veneto)
            e tu mi parli di terzo mondo?
            L'italia investe nulla in ricerca e sviluppo rispetto agli altri paesi occidentali. Anche le regioni che investono di più non superano l'1,8% del pil. La competitività italiana sta precipitando in qualunque classifica, se alcune regioni come lombardia e trentino AA presentano redditi pro capite superiori alla media europea (non così l'italia nel suo complesso) questo tra un po' non sarà più vero.

            Rimboccati le maniche e lavora invece di fare il
            guardone.Caro il mio maleducato, io mi do da fare, se voglio andare in UK non è certo per non far nulla, e non mi servono certo lezioni da lei.
          • Anonimo scrive:
            Re: UK paese da seguire

            Caro il mio maleducato, io mi do da fare, se
            voglio andare in UK non è certo per non far
            nulla, e non mi servono certo lezioni da
            lei.Beh, non si va certo in UK per darsi al fancazzismo, questo e' sicuro. Anche perche' l'UK e' uno dei paesi dove si lavora di piu' in termini di ore, insieme a Giappone e Stati Uniti. Se non ricordo male eh. In bocca al lupo comunque!A.
          • Anonimo scrive:
            Re: UK paese da seguire
            - Scritto da:
            terzo mondo? terzo mondo? ma dove vivi? abbiamo
            zone d'Italia con i redditi pro-capite più alti
            di tutta europa (vedi lombardia, emilia, veneto)
            e tu mi parli di terzo mondo?Se la media e' due e qualcuno prende 10, tutti gli altri prendono zero e qualcosa.Nel terzo mondo e' proprio cosi': pochi ricconi che hanno tutto (economia e politica) e il resto che fa la fame. Il tutto col beneplacito delle (se non incoraggiato dalle) corporation petrolifere e simili.k1
    • Anonimo scrive:
      Re: UK paese da seguire
      - Scritto da:
      Questi controlli li voglio anche in italiaAnche gli Inglesi, stando ai sondaggi, pare che li vogliano (contro gli altri, però, contro i "veri delinquenti", perchè quando si profila il loro uso anche verso loro stessi, ad esempio per dare multe per divieto di sosta allora il consenso è meno unanime).L'Inghilterra è uno dei paesi con più violenza e degrado giovanile. Accanirsi in questo modo per cercare di reprimere gli effetti, anzichè cercare le cause, rischia di aggravare ulteriormente il problema. Le cause sono in una società troppo consumistica e troppo fortemente competitiva, ma cercare di invertire la tendenza vorrebbe dire toccare troppi interessi forti, e questo non lo si vuole fare. Quindi si continua a proporre modelli sbagliati, che generano discriminazione ed emarginazione (ma portano soldi), salvo poi cercare di reprimere in modo sempre più opprimente gli inevitabili effetti. Ma è come cercare di tenere a forza un coperchio su una pentola che bolle: o non ci riesci, o la pentola scoppia e tu ti ustioni.E poi non sentirti da meno degli inglesi: il caro Bersani ha pensato bene di cominciare a fare le stesse cose, iniziando dai tuoi conti correnti e movimenti bancari di ogni tipo, così quando tuo padre o tua madre ti manderanno sul conto un pò di soldi per i regali di natale ai nipotini arriverà Visco e ti dirà che ci devi pagare le tasse. Naturalmente il buon Visco ha poi ritenuto doveroso stilare una lista di "VIP" che saranno messi al riparo da questo rischio, lista che suppongo comprenderà anche lui, Bersani e certamente un buon numero di altri politici e amici degli amici.
      • Anonimo scrive:
        Re: UK paese da seguire
        - Scritto da:
        E poi non sentirti da meno degli inglesi: il caro
        Bersani ha pensato bene di cominciare a fare le
        stesse cose, iniziando dai tuoi conti correnti e
        movimenti bancari di ogni tipo,Guarda che l'anagrafe dei conti correnti e' vecchia di decenni ...
Chiudi i commenti