Sony: no a un'altra guerra dei DVD

Per evitare una nuova guerra tra formati DVD, Sony, che promuove Blu-ray, si è detta disposta ad aprire un dialogo con i promotori dello standard rivale HD DVD. Ma ci sono le premesse?
Per evitare una nuova guerra tra formati DVD, Sony, che promuove Blu-ray, si è detta disposta ad aprire un dialogo con i promotori dello standard rivale HD DVD. Ma ci sono le premesse?


Tokyo (Giappone) – “Prima di farci la guerra, parliamone”. Questa la sostanza del messaggio che Sony ha voluto lanciare ai promotori dello standard HD DVD, un formato che si pone in diretta competizione con la tecnologia Blu-ray abbracciata dal colosso giapponese.

“Nell’ottica di fornire ai consumatori il miglior servizio, un formato è meglio di due”, ha affermato Yukinori Kawauchi, general manager del Video Group di Sony. “Per tale motivo siamo aperti alla discussione”.

Ma Kawauchi ha ammesso che, al momento, non c’è alcuna proposta concreta per avvicinare le posizioni, e soprattutto le tecnologie, delle diverse fazioni in “lotta”.

Ammesso che Sony voglia effettivamente assumersi il ruolo di mediatrice, il compito di unire i due attuali formati DVD di nuova generazione in un solo standard appare ai più decisamente utopistico: non solo gli interessi in gioco sono enormi, e ognuna delle due parti in causa può già vantare l’appoggio di alcuni colossi di Hollywood, ma le tecnologie sono assai diverse fra loro. Assai di più di quanto lo siano, ad esempio, quelle alla base dei formati rivali DVD-R/RW e DVD+R/RW.

Il consorzio delle aziende che promuovono Blu-ray comprende, oltre a Sony, Hitachi, LG Electronics, Matsushita, Pioneer, Philips, Samsung, Sharp, e Thomson. HD DVD viene invece promosso dal DVD Forum e si basa su specifiche originariamente sviluppate da NEC e Toshiba con il nome di Advanced Optical Disc. La tecnologia alla base di Blu-ray è più complessa e sofisticata, ma permette di raggiungere capacità teoriche superiori ai 500 GB per singolo disco. Al contrario, HD DVD punta meno sulla capacità massima di storage e più sulla compatibilità con l’attuale tecnologia DVD a laser rosso.

Con i dischi Blu-ray da 25 GB già sul mercato, e con quelli da 50 GB sulla linea di partenza, di recente Sony ha anticipato di essere al lavoro su supporti da 200 GB: una capacità che verrà raggiunta con l’adozione di 8 layer. I supporti HD DVD hanno invece un taglio, al momento, di 25 GB.

Alla fine di novembre cinque fra i più grandi studios americani hanno pubblicamente abbracciato lo standard HD DVD. Blu-ray può invece vantare l’appoggio di Buena Vista Home Entertainment, del gruppo Disney, e di Studio MGM e Sony Pictures, che sono però entrambe del gruppo Sony (che spinge, come detto, Blu-ray).

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

14 04 2005
Link copiato negli appunti