Sony scrive a 8x, in blu

Pronto il primo masterizzatore Blu-ray 8x dell'azienda, che insegue altri produttori giapponesi come Buffalo. Ecco le caratteristiche dei nuovi drive

Roma – Proprio com’è accaduto prima con i CD e poi con i DVD, anche i produttori di masterizzatori Blu-ray fanno a gara per incrementare la massima velocità di scrittura dei propri drive. Per il laser blu il nuovo traguardo è rappresentato dalla velocità 8x (circa 36 MB/s), raggiunta anche da Sony con la sua nuova unità interna BWU-300S.

Sony BWU-300S Il nuovo drive è in grado di scrivere ad 8x sia i BD-R a singolo layer che quelli a doppio layer: i tempi di masterizzazione si aggirano rispettivamente intorno ai 15 e ai 30 minuti. Questo modello è inoltre in grado di masterizzare i DVD a 16x e di leggere i CD con velocità fino a 48x.

Sony afferma che il proprio BD burner è in grado di scrivere a 8x anche su supporti certificati 6x.

Il BWU-300S adotta un’interfaccia SATA, ed è accompagnato dalla suite software di CyberLink per la riproduzione dei film Blu-ray, la registrazione di contenuti video HD, e il backup dei dati su supporti BR a singolo e doppio layer.

Per il momento, in Occidente, il BWU-300S è stato lanciato solo sul mercato nordamericano al prezzo suggerito di 400 dollari, prezzo che comprende anche la versione Blu-ray del celebre film “Men in Black”.

Buffalo BR-816FBS Sony è il quarto produttore giapponese a lanciare un masterizzatore Blu-ray 8x dopo Panasonic, Buffalo e I-O Data Device. Di questi, Buffalo è attualmente l’unico ad aver annunciato la commercializzazione del proprio drive, il BR-816FBS, in Italia. L’unità, che condivide praticamente le stesse caratteristiche tecniche del BWU-300S di Sony, è stata introdotta all’inizio di settembre con un prezzo al pubblico di 260 euro: questo comprende la suite di CyberLink ma nessun titolo Blu-ray.

I primi dischi BD certificati 8x sono stati annunciati lo scorso anno dal produttore indiano Moserbaer .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Renato scrive:
    Lappppeeeeetooppppeeee...............
    Perche' i dati ultraterrosistici proprio non possono stare in una banalissima SD da 2 giga nel mio telefonino HTC rimarchiato???? Od in una pennina usb da 16 giga tranquillamente occultabile?
  • SardinianBoy scrive:
    Siamo fregati..sighhhh!
    Tutto è annesso e connesso."Internet è una invenzione delle forze armate americane. Internet è un ottimo strumento per spiare gratis tutte le nostre informazioni. Via e- mail, via reti informatiche, tutti possono sapere cosa diciamo e cosa pensiamo. Loperazione internet, non a caso, va verso un costo zero. Non far pagare linformazione nasconde dietro di sé la possibilità di spiare gratis cosa pensiamo.Ma il diavolo fa le pentole e non i coperchi, così internet stravolge le sue regole ogni istante e sfugge di mano ai suoi ideatori. Lo strumento che serviva per controllare il popolo, diviene lo strumento che il popolo usa per ribellarsi al padrone."...........e quindi ne consegue che....Internet è nata con l'obiettivo di condividere tra i vari centri di ricerca statunitensi il tempo macchina dei costosissimi computer negli anni sessanta (timeshare). Inoltre, come scrive Wikipedia: "Nel 1958 il Governo degli Stati Uniti decise di creare un istituto di ricerca orientato al settore "Comando e Controllo" della Difesa. L'istituto venne denominato ARPA (acronimo di Advanced Research Projects Agency) e il suo compito era ambizioso: cercare una soluzione alle problematiche legate alla sicurezza nella rete di comunicazioni militari.Il progetto venne realizzato in piena Guerra fredda con la collaborazione di varie università americane, ma, contrariamente a ciò che si crede, non aveva lo scopo di costruire una rete di comunicazione militare in grado di resistere anche ad un attacco nucleare su vasta scala (questa idea deriva dagli studi che Paul Baran aveva iniziato nel 1959 alla RAND corporation sulle tecnologie di comunicazione sicura)."
  • terrorista scrive:
    questi americani che volpi
    Sono un pericolosissimo terrorista internazionale, sta' faccenda del sequestro e' chiara e nota a tutti noi.Ergo se ci serve spostare dati un po' particolari mica ce li portiamo dietro con il laptop, ci colleghiamo su canali cifrati strasicuri e li consultiamo online e quando vediamo un pirla in coda a cui sequestrano il laptop ci viene da ridere.Certo ce li potrebbero intercettare con Echelon, ma sapete tutto sommato siamo dipendeti CIA quindi stiamo tranquilli, qualsiasi atto terroristico non passa se quelli non sono d'accordo, cosa vi credete Google da' a cani e porci immagini satellitari con un dettaglio che fa paura e pensate che il piu' grande stato del mondo non abbia tecnologie da farvi piangere? Ingenuoni.
  • Taldi scrive:
    Mai visto niente del genere
    Da più di 10 anni vado negli U.S.A. per lavoro 4-6 volte all'anno.Durante questi anni ho fatto/subito le procedure di immigrazione e doganali nei maggiori aereoporti e non è mai successo che all'immigrazione o ai controlli doganali un funzionario mi abbia mai chiesto anche solo se avevo un Laptop.Chi è già stato negli U.S.A. sa quanto tempo si passa in coda per le procedure di immigrazione e comunque non ho mai visto che questa richiesta sia stata fatta ad un altro passeggero.L'unico varco in cui vi chiedono SEMPRE se avete un Laptop e di estrarlo dalla valigia è al controllo di sicurezza dove, raramente, mi hanno chiesto di accenderlo ma solo per vedere se funzionava o era l'involucro di una bomba; nessuno si è mai sognato di "frugare" tra i file.
    • Fortu Nato scrive:
      Re: Mai visto niente del genere
      Ti è andata bene. Alla tizia di cui si legge in fondo a quest'articolo http://www.boingboing.net/2008/02/07/tsa-confiscating-lap.html?ajr_huffpost invece non solo le hanno preso il portatile ma dopo un anno non gli è ancora tornato indietro, né le hanno detto che ne è stato.No grazie, col PC negli USA non ci vado proprio, anzi, finché non rimettono la testa a posto non vado proprio negli USA. Cavolo, sono diventati la nuova URSS!
      • Number 6 scrive:
        Re: Mai visto niente del genere
        - Scritto da: Fortu Nato
        No grazie, col PC negli USA non ci vado proprio,
        anzi, finché non rimettono la testa a posto non
        vado proprio negli USA. Cavolo, sono diventati la
        nuova
        URSS!Non c'è problema: ci sono abbastanza lavapiatti negli USA. Nel frattempo la gente seria viaggia tranquillamente. :D
    • Shingo Tamai scrive:
      Re: Mai visto niente del genere
      Sti americani sono di una ingenuita' pateticamente commovente, come se non fosse possibile confezionare una batteria ad hoc e riservarne meta' ad altri usi...Ma siccome comprare delle macchine per fare il controllo esplosivi sistematicamente costa molti di piu' che infilare un dito nel culo di ogni persona che arriva nel paese...
  • Luigi Rossi scrive:
    Scusate, O.T.
    Mi rendo conto che quanto sto per dire non ha un nesso rilevante con il resto del thread... ma quanto è carino Armyz! Ti posso invitare a cena fuori una sera?
  • Uto Uti scrive:
    Il mio laptop
    Se lo aprono scoprono i 54 GB di foto e filmini porno, anche coi trans e anche pedofili.
  • kattle87 scrive:
    Qui da noi anche la finanza!
    Spero non sia la pratica ma ho saputo una roba allucinante! Capita, o meglio, è capitato che alcuni agenti della GdF abbiano portato via un notebook da un'azienda in cui avevano fatto una perquisizione o.O Chiedendo addirittura: "tanto questo è un po' vecchio e a quanto pare non lo usa nessuno, non vi serve vero?"Arrotondano lo stipendio oppure li usano in ufficio perchè non gli arrivano i soldi per farsi nemmeno un PC standard????
    • Matuguarda scrive:
      Re: Qui da noi anche la finanza!
      Io prima di diffamare una intera categoria di tutori dell'ordine, gente che si fa il mazzo anche per tutelare TE e la TUA FAMIGLIA, ci penserei 3 volte.NO, NON sono un finanziere, ma vedendo un post così vorrei esserlo.
      • pabloski scrive:
        Re: Qui da noi anche la finanza!
        - Scritto da: Matuguarda
        Io prima di diffamare una intera categoria di
        tutori dell'ordine, gente che si fa il mazzo
        anche per tutelare TE e la TUA FAMIGLIA, ci
        penserei 3
        volte.
        NO, NON sono un finanziere, ma vedendo un post
        così vorrei
        esserlo.però è vero che ci sono casi di abusoio vivo nel famoso Casal di Principe, si quello, il Paese dei casalesi, la terra di Gomorrae ti garantisco che qui i primi a non dare l'esempio sono proprio quelli delle forze dell'ordinec'è un abusivismo pauroso, mai che fosse operato un sequestro di un cantiere o l'abbattimento di un'abitazione abusivail 90% degli esercizi commerciali non è in regola, eppure si chiudono 2 occhiqualche poliziotto o carabiniere onesto c'è, ma gli fanno passare la voglia di fare le cose per benecredimi non è del tutto falso quello che l'amico ha dettobasta segnalare il fatto che nell'esercito c'è la maggior parte di dipendenti pubblici che si fingono malati....
  • jobb scrive:
    sequestri a pioggi e con tempo variabile
    basta con i sequestri a pioggia da domani sequestri al sole e anche all ombra, per la neve ci stiamo ancora pensando
  • Enjoy with Us scrive:
    Scusate ma...
    ...ma con il cambio euro /dollaro attuale chi è il turista che si porta un notebook in America? Caso mai tornerà a casa con un Notebook! :D
    • Gica78R scrive:
      Re: Scusate ma...
      Magari uno il portatile se lo porta perché lo usa per lavoro... Infatti il problema di tutto ciò è che si viene privati dei propri dati (magari importanti e fondamentali per il proprio lavoro), non dell'hardware in sé ;-)
      • Homo Informatic us scrive:
        Re: Scusate ma...
        Appunto.Meglio viaggiare senza nulla, comprarsi un laptop in lco, scaricare i dati da un server proprietario, elaborare, uploadare e buttare via o rivendere il laptop...Come si fa da sempre con le automobili...
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Scusate ma...
        - Scritto da: Gica78R
        Magari uno il portatile se lo porta perché lo usa
        per lavoro... Infatti il problema di tutto ciò è
        che si viene privati dei propri dati (magari
        importanti e fondamentali per il proprio lavoro),
        non dell'hardware in sé
        ;-)Gli conviene scaricare tutto su una chiavetta e approfittare dei saldi o ora o mai più! :D
        • Shingo Tamai scrive:
          Re: Scusate ma...
          Per chi non lo avesse capito possono sequestrare qualsiasi memoria di massa o dispositivo che contiene memorie di massa, cellulare incluso.Ma quell'iPhone e' mio gli dici al doganiere.E quello vi fa: E sticazzi!
          • Mr.God scrive:
            Re: Scusate ma...
            - Scritto da: Shingo Tamai
            Ma quell'iPhone e' mio gli dici al doganiere.

            E quello vi fa: E sticazzi!BELLA DINAMICA! :D MWHUAHUAHUAAHUAHUAHUAHU
  • Murphy scrive:
    Quarto emendamento
    Il Quarto emendamento della Costituzione degli Stati Uniti, entrato in vigore il 15 settembre 1791, proibisce perquisizioni e sequestri irragionevoli.E se questi sequestri e perquisizioni arbitrari di computer portatili negli aeroporti non sono irragionevoli, allora vorrei sapere cosa è irragionevole per il legislatore americano.
    • Murray Bozinsky scrive:
      Re: Quarto emendamento
      No, veramente le "border searches" non sono protette dal 4° Emendamento, anche se la parte sulla ragionevolezza andrebbe applicata: l'agente dovrebbe infatti avere un "ragionevole sospetto" (criterio valido un po' ovunque ma che e' standard legale negli USA) prima di procedere. Piuttosto qualcuno sa il numero delle periferiche sequestrate fino ad oggi? Tanto per farsi un'idea sulle probabilita' di venire "beccati" :)- Scritto da: Murphy
      Il Quarto emendamento della Costituzione degli
      Stati Uniti, entrato in vigore il 15 settembre
      1791, proibisce perquisizioni e sequestri
      irragionevoli.

      E se questi sequestri e perquisizioni arbitrari
      di computer portatili negli aeroporti non sono
      irragionevoli, allora vorrei sapere cosa è
      irragionevole per il legislatore
      americano.
    • pabloski scrive:
      Re: Quarto emendamento
      sei rimasto fermo a prima del Patriot Actlo sai perchè il Congresso non vuole far passare il piano di salvataggio di Bush? semplicemente perchè chiede pieni poteri e l'immunità dell'esecutivo di fronte alla leggeinsomma la dittaturanegli USA la democrazia è morta nel 2000
    • Fortu Nato scrive:
      Re: Quarto emendamento
      Sorry, ma una rapida googlata http://www.google.it/search?q=court+tsa+laptop+seizure+fourth+amendment mostra che ci sono state sentenze in merito che affermano che il 4o emendamento non protegge da queste ispezioni e questi sequestri. Un link per tutti:http://www.huffingtonpost.com/alan-rosenblatt/keep-your-hands-off-my-la_b_113374.html
  • Den Lord Troll scrive:
    e in....
    Canada non funziona uguale spero, vero ?[pura curiosità]
    • pabloski scrive:
      Re: e in....
      - Scritto da: Den Lord Troll
      Canada non funziona uguale spero, vero ?

      [pura curiosità]no il Canada non si sente sotto attacco 24 ore al giorno
  • francososo scrive:
    farebbero bene.....
    Farebbero anche molto bene ad abolirla quella legge assieme ad una serie di leggi "pseudo-patriot" che da dopo l'11 settembre 2001 hanno di fatto leso la libertà di milioni di cittadini americani !
    • Uto Uti scrive:
      Re: farebbero bene.....
      MA CHISSENE FREGA DEI CITTADINI AMERICANI! Dopo 4 anni di presidenza Bush lo hanno pure rieletto, se ne godano i frutti...
      • Ricky scrive:
        Re: farebbero bene.....
        Meglio starsene zitti sai?In Italia abbiamo RIELETTO chi sai bene, dopo questa ennesima bravata dobbiamo solo starcene zitti e con la coda fra le gambe.La almeno le porcate che stanno facendo qua non si possono fare, ancora...E la magari si sarebbero comportati diversamente, visto che almeno una certa liberta di informazione ancora esiste.Rialzeremo la testa SOLO quando ci saremo liberati dei VIRUS al governo...il NOSTRO.
  • Simon the Sorcerer scrive:
    A 90 prego...
    In poche parole, ora invece di dire: "Quello ha una faccia che non mi piace; prendiamogli il notebook, e rubiamogli i dati"; diranno: "Quello mi sembra un terrorista; prendiamogli il notebook, e rubiamogli i dati".
  • nomecognome scrive:
    La carta verde firmata in aereo
    Durante il viaggio per gli USA, le hostess vi consegnano un moduletto verde in cui, fra le varie cose, accettate che le autorità di frontiera americane possono rifiutarvi l'ingresso senza nessuna possibilità di ricorso in tribunale.Le libertà di cui godono i cittadini americani non valgono per gli stranieri che, a quanto pare, di diritti non ne hanno.
    • ghdsfghdfgh df scrive:
      Re: La carta verde firmata in aereo
      - Scritto da: nomecognome
      Durante il viaggio per gli USA, le hostess vi
      consegnano un moduletto verde in cui, fra le
      varie cose, accettate che le autorità di
      frontiera americane possono rifiutarvi l'ingresso
      senza nessuna possibilità di ricorso in
      tribunale.
      Le libertà di cui godono i cittadini americani
      non valgono per gli stranieri che, a quanto pare,
      di diritti non ne
      hanno.se uno e' tanto fesso da andare in america merita tutto quel che puo' capitargli
      • lellykelly scrive:
        Re: La carta verde firmata in aereo
        W AMERICA
      • La COOP sei tu scrive:
        Re: La carta verde firmata in aereo
        - Scritto da: ghdsfghdfgh df
        - Scritto da: nomecognome

        Durante il viaggio per gli USA, le hostess vi

        consegnano un moduletto verde in cui, fra le

        varie cose, accettate che le autorità di

        frontiera americane possono rifiutarvi
        l'ingresso

        senza nessuna possibilità di ricorso in

        tribunale.

        Le libertà di cui godono i cittadini americani

        non valgono per gli stranieri che, a quanto
        pare,

        di diritti non ne

        hanno.

        se uno e' tanto fesso da andare in america merita
        tutto quel che puo'
        capitargliEcco bravo, vai in Venezuela.Lì nemmeno ci arrivi all'aeroporto, sono gli stessi piloti che ti buttano dall'aereo dopo averti rapinato.
        • noncapisco scrive:
          Re: La carta verde firmata in aereo
          - Scritto da: La COOP sei tu
          - Scritto da: ghdsfghdfgh df

          - Scritto da: nomecognome


          Durante il viaggio per gli USA, le hostess vi


          consegnano un moduletto verde in cui, fra le


          varie cose, accettate che le autorità di


          frontiera americane possono rifiutarvi

          l'ingresso


          senza nessuna possibilità di ricorso in


          tribunale.


          Le libertà di cui godono i cittadini americani


          non valgono per gli stranieri che, a quanto

          pare,


          di diritti non ne


          hanno.



          se uno e' tanto fesso da andare in america
          merita

          tutto quel che puo'

          capitargli

          Ecco bravo, vai in Venezuela.
          Lì nemmeno ci arrivi all'aeroporto, sono gli
          stessi piloti che ti buttano dall'aereo dopo
          averti
          rapinato.infatti e' cosa nota che se pigli un aereo le uniche due mete possibili sono usa e venezuela, complimenti
          • dont crash my stones scrive:
            Re: La carta verde firmata in aereo
            - Scritto da: noncapisco
            - Scritto da: La COOP sei tu

            - Scritto da: ghdsfghdfgh df


            - Scritto da: nomecognome



            Durante il viaggio per gli USA, le hostess
            vi



            consegnano un moduletto verde in cui, fra le



            varie cose, accettate che le autorità di



            frontiera americane possono rifiutarvi


            l'ingresso



            senza nessuna possibilità di ricorso in



            tribunale.



            Le libertà di cui godono i cittadini
            americani



            non valgono per gli stranieri che, a quanto


            pare,



            di diritti non ne



            hanno.





            se uno e' tanto fesso da andare in america

            merita


            tutto quel che puo'


            capitargli



            Ecco bravo, vai in Venezuela.

            Lì nemmeno ci arrivi all'aeroporto, sono gli

            stessi piloti che ti buttano dall'aereo dopo

            averti

            rapinato.

            infatti e' cosa nota che se pigli un aereo le
            uniche due mete possibili sono usa e venezuela,
            complimentiTu de meta ce n'hai una sola, quella per anna' a fanc...
      • zomg scrive:
        Re: La carta verde firmata in aereo
        Perchè una persona dovrebbe essere fessa a visitare gli USA (con america penso che tu intenda gli USA, l'america è un'altra cosa...è un continente ma tu che vuoi saperne non mi sembra una volpe) ???Spiegaci dall'alto della tua intelligenza il perchè? Dovremmo forse andare...che ne so...in russia? Ci sei mai stato? Hai provato ad uscire la sera?Ma che gente c'è su sto forum? e io che rispondo...vabbè...non ho saputo trattenermi.- Scritto da: ghdsfghdfgh df
        - Scritto da: nomecognome

        Durante il viaggio per gli USA, le hostess vi

        consegnano un moduletto verde in cui, fra le

        varie cose, accettate che le autorità di

        frontiera americane possono rifiutarvi
        l'ingresso

        senza nessuna possibilità di ricorso in

        tribunale.

        Le libertà di cui godono i cittadini americani

        non valgono per gli stranieri che, a quanto
        pare,

        di diritti non ne

        hanno.

        se uno e' tanto fesso da andare in america merita
        tutto quel che puo'
        capitargli
      • ExTrEmE scrive:
        Re: La carta verde firmata in aereo

        se uno e' tanto fesso da andare in america merita
        tutto quel che puo'
        capitargliQuesto forum è purtroppo popolato da una immensa quantità di comunsiti convinti col porsciutto sugli occhi (e qualcuno anche con pochi neuroni a quanto leggo).La libertà che c'è in america da noi ce la sognamo.La libertà per contro necessità anche di regole più ferme e rigide; attenzione, non è un cotrosenso: libertà non è fare tutto cio' che si vuole infischiandosene del rispetto altrui e delle regole.Per fortuna di gente che pensa come l'autore del post ce n'è sempre meno.
      • Number 6 scrive:
        Re: La carta verde firmata in aereo
        - Scritto da: ghdsfghdfgh df
        se uno e' tanto fesso da andare in america merita
        tutto quel che puo'
        capitargliCi vado spesso per lavoro, non mi è mai successo niente. Sai, chi lavora a volte deve viaggiare.Poi per certi tipi di lavoro, come il netturbino, questa necessità non esiste. :D
    • Marcus Brody scrive:
      Re: La carta verde firmata in aereo
      Ormai l'America è ridotta ad un paese da terzo mondo, in tutti i sensi, un vero e proprio stato canaglia. Che vergogna!
      • La COOP sei tu scrive:
        Re: La carta verde firmata in aereo
        - Scritto da: Marcus Brody
        Ormai l'America è ridotta ad un paese da terzo
        mondo, in tutti i sensi, un vero e proprio stato
        canaglia. Che
        vergogna!Bello parlare a vanvera, eh?Io ho vissuto 5 anni in Michigan: la libertà in Europa manco sappiamo cosa cavolo sia rispetto a loro.Là le leggi ci sono, chiare e limpide, con magistrati che le fanno rispettare senza interpretazioni "ad minchiam". E allo stesso modo fanno rispettare i diritti dei cittadini, altro che le palle che leggi qui su Punto Troll.Continuo anche a tornare spesso in quel paese, sia per motivi di lavoro, che per trovare i tanti amici che ho laggiù e nessuno mi ha mai sequestrato nulla all'aeroporto. In compenso mi hanno derubato per ben 2 volte all'aeroporto di Bologna: altro che sequestro, cazzo fanno... gli espropri proletari?Ti consiglio di non farti abbindolare dalle scemate che leggi su siti come questo, ma di renderti conto magari di persona.E poi, se vuoi vedere uno stato davvero canaglia, basta attraversare la frontiera a Chiasso...
        • Nert scrive:
          Re: La carta verde firmata in aereo
          - Scritto da: La COOP sei tu
          Io ho vissuto 5 anni in Michigan: la libertà in
          Europa manco sappiamo cosa cavolo sia rispetto a
          loro.Se pensi che in america esista più libertà rispetto all'europa, specie all' italiasei proprio messo male, ma per davveroIn america sei libero se hai i soldi, perchè tutto lì gira intorno al DIO $
          • zomg scrive:
            Re: La carta verde firmata in aereo
            in europa invece no....non comandano gli interessi. NAAAA!
        • Uto Uti scrive:
          Re: La carta verde firmata in aereo
          Meicojoni! 5 anni in micigan, sei proprio un fico, un eroe, quasi un amerecano! Bello di mamma tua come ti invidio, se ne andasse in Venezuela quello delle cop (ovvero comunista), se gli piace tanto essere buttato giù dagli aerei (come è DIMOSTRATO scientificamente che accade, ed è anche permesso...). Ma Cuba perchè non l'hai menzionata? Stanotte hai avuto un incubo con ciaves invece che con castro?5 anni in micigan, non posso crederci. E lì non si scherza eh, ti fanno firmare in aereo, mica dopo, che possono soddisfare le proprie voglie con tua figlia dodicenne e non puoi rivolgerti al tribunale, possono mandarti per 7 o 8 anni in una gabbia in una base navale su un isola delle Altille ma ce devi sta': hai firmato. In micigan...
          • zomg scrive:
            Re: La carta verde firmata in aereo
            Certo ti hai vissuto in USA per anni e hai visto tutto ciò, hai visto come si vive male.E' la stessa cosa di quando c'erano i rifiuti a Napoli e TUTTO il mondo pensava che TUTTA l'Italia fosse piena di rifiuti.Come TUTTO il mondo pensa che l'Italia sia SOLO un paese di MAFIOSI.PIZZA PASTA SPAGHETTI E MANDOLINO,Tu sai che l'Italia non è così perchè ci VIVI.Ma alla fine sei solo un bimbominchia, non sai un cazzo e fai tanto il figo- Scritto da: Uto Uti
            Meicojoni! 5 anni in micigan, sei proprio un
            fico, un eroe, quasi un amerecano! Bello di mamma
            tua come ti invidio, se ne andasse in Venezuela
            quello delle cop (ovvero comunista), se gli piace
            tanto essere buttato giù dagli aerei (come è
            DIMOSTRATO scientificamente che accade, ed è
            anche permesso...). Ma Cuba perchè non l'hai
            menzionata? Stanotte hai avuto un incubo con
            ciaves invece che con
            castro?
            5 anni in micigan, non posso crederci. E lì non
            si scherza eh, ti fanno firmare in aereo, mica
            dopo, che possono soddisfare le proprie voglie
            con tua figlia dodicenne e non puoi rivolgerti al
            tribunale, possono mandarti per 7 o 8 anni in una
            gabbia in una base navale su un isola delle
            Altille ma ce devi sta': hai firmato. In
            micigan...
          • Ubaldino scrive:
            Re: La carta verde firmata in aereo
            Sì, ha passato 5 anni negli usa. Anch'io un po' lo invidio.Però a differenza di te lo ammetto e non mi rendo ridicolo.
          • La COOP sei tu scrive:
            Re: La carta verde firmata in aereo
            - Scritto da: Uto Uti
            Meicojoni! 5 anni in micigan, sei proprio un
            fico, un eroe, quasi un amerecano! Bello di mamma
            tua come ti invidio, se ne andasse in Venezuela
            quello delle cop (ovvero comunista), se gli piace
            tanto essere buttato giù dagli aerei (come è
            DIMOSTRATO scientificamente che accade, ed è
            anche permesso...). Ma Cuba perchè non l'hai
            menzionata? Stanotte hai avuto un incubo con
            ciaves invece che con
            castro?
            5 anni in micigan, non posso crederci. E lì non
            si scherza eh, ti fanno firmare in aereo, mica
            dopo, che possono soddisfare le proprie voglie
            con tua figlia dodicenne e non puoi rivolgerti al
            tribunale, possono mandarti per 7 o 8 anni in una
            gabbia in una base navale su un isola delle
            Altille ma ce devi sta': hai firmato. In
            micigan...Bello, ora però togliti l'immaginetta di Giulietto Chiesa che hai nella scatola cranica e comincia a ragionare col tuo cervello.Ammesso che tu ne abbia uno da usare.
    • pabloski scrive:
      Re: La carta verde firmata in aereo
      libertà di cui godono i cittadini americani?ma se il FEMA sta allestendo campi di concentramento in tutt'Americalascia che scoppino i primi disordini dovuti alla crisi e vedrai di quante libertà godono i cittadini USA
      • frk scrive:
        Re: La carta verde firmata in aereo

        ma se il FEMA sta allestendo campi di
        concentramento in
        tutt'AmericaNon guardare troppo Jericho!!! Fa male!
  • Marco Marcoaldi scrive:
    Avete voluto la BICI ?
    PEDALATE in SILENZIO !!!!!!
Chiudi i commenti