Splinder lancia Splinder Voce

Nuova feature per i blog


Roma – Splinder , la celebre piattaforma utilizzata da numerosissimi blogger, ha annunciato il varo di Splinder Voce , una funzionalità pensata per consentire a chi gestisce un blog di pubblicarvi post vocali registrati via telefono. E’ anche possibile commentare a voce qualsiasi blog che ospiti i commenti nonché ricevere messaggi audio privati.

Per registrare i post è sufficiente chiamare un numero di rete fissa a pagamento (un 899) e accettare di pagare mezz’euro per ogni minuto di registrazione con dieci centesimi di addebito per scatto alla risposta (se si chiama dal cellulare le tariffe salgono rispettivamente a sessanta centesimi e dodici centesimi).

Il servizio è anche pensato come una sorta di console vocale in cui mantenere i messaggi registrati, gestirne la pubblicazione ed eventualmente riutilizzarli all’occorrenza.

Tutte le info su Splinder Voce sono disponibili qui

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Miglior AV opensource x linux
    for i in $(rpm -qa) ; do rpm -V --nodeps --nomtime --noscript $i ; done
    list.txtE qualunque file differente rispetto ai pacchetti installati dalla propria distribuzione sarà elencato nel file list.txtUnica condizione è che il sistema utilizzi rpm per la gestione dei pacchetti.Ovviamente non funziona per tutte quelle applicazioni installate e compilate manualmente.
  • Anonimo scrive:
    Alternative OpenSource
    Ciao a tutti, dopo aver letto qualche decina di thread e dopo averne saltati altrettanti infestati dai troll o chiaramente OT, non sono risucito a trovare un post che tratti della notizia in se e per se: McAfee ha realizzato uno strumento di IPS: intrusion prevention system, no? L'unica cosa in comune con l'antivirus (che compare in quai tutti i post a sproposito, certe reazioni isteriche non le capisco) è l'utilizzo delle firme o sbaglio? Ma in un caso le firme servono a scovare virus, mentre in questo si tratta di pattern su traffico di pacchetti in grado di stabilire un tentativo di attacco in corso e quindi (essendo PREVENTION) scatenare una qualche azione proattiva di protezione del sistema? Non è di questo che si sta parlando? Se è questo allora mi chiedo: a parte i "badola" che si riempiono la bocca con OS, gentoo e compagnia bella, c'è qualcuno che mi può indicare un'alternativa opensource che sia in grado di integrare un IDS basato su firme e consenta di avviare una qualche procedura (anche solo una regola di iptables che blocchi l'ip sorgente dell'attacco)? Grazie,IP
  • eagleone scrive:
    Re: Se non è open source non lo vogliamo
    - Scritto da: Anonimo

    la comunità linux è e sarà sempre refrattaria al
    danaro, non gradiamo che uomini di affare si
    impadroniscano del nostro sistema operativo,
    tutto qui.

    se ci sarà mai bisogno di un antivirus per Linux,
    questo ce lo creeremo noi con le nostre risorse

    (linux)Ma che bel troll!!! Bravo bravo, ma adesso torna dai tuoi amichetti a trafficare in programmini craccati! ;) :D
  • Solvalou scrive:
    /MODE RENATO_ZERO ON
    e ricordatevi, open-sorcini, che se cominciate a dar soldi a una ditta per un antivirus, creerete interesse economico verso lo sviluppo di virus anche sulla piattaforma linux.Non che sia facile, intendiamoci :D
  • Solvalou scrive:
    Re: Niente di nuovo

    Grazie per aver dimostrato che Linux non sarà MAI
    un prodotto consumer.Il prodotto consumer si vede dalla facilita' d'uso e non certo dal fatto che per esso le ditte di antivirus sviluppano soluzioni di dubbia utilita' pratica.E di solito si confonde "facilita' d'uso" con: "me lo sono gia' imparato su windows e non capisco perche' qui sia diverso".
    • frizzo scrive:
      Re: Niente di nuovo

      Il prodotto consumer si vede dalla facilita' d'uso e non certo dal fatto che per esso le ditte di antivirus sviluppano soluzioni di dubbia utilita' pratica.
      Se windows è facile.....antivitus,antidialer,antispy,registro,e ogni modifica tac:riavvia il sistema....facilissimo|
  • Anonimo scrive:
    Re: Se non è open source non lo vogliamo
    Mi nonno mi ha lasciato in eredità un terreno in alta montagna con una grotta e due caprette. Se vuoi te lo regalo, così potrai assecondare le tue ambizioni !Saluti,Piwi
  • Anonimo scrive:
    Re: Se non è open source non lo vogliamo
    Mah, molti di voi che parlano di open source, in realtà hanno un altra cosa closed: la testa!Ci sono parecchi software che una persona che 'lavora' (e sottolineo lavora, perchè mi sa che molti di voi non lo fanno) che ha bisogno di certi tipi di software professionali, come appunto il già citato CAD, ma può essere anche Flash, ecc..Questi programmi per linux non sono disponibili e costringono l'utente che ne ha bisogno a rinunciare a linux, o ad avere il dual boot.
    • francescor82 scrive:
      Re: Se non è open source non lo vogliamo

      Mah, molti di voi che parlano di open source, in
      realtà hanno un altra cosa closed: la testa!

      Ci sono parecchi software che una persona che
      'lavora' (e sottolineo lavora, perchè mi sa che
      molti di voi non lo fanno) che ha bisogno di
      certi tipi di software professionali, come
      appunto il già citato CAD, ma può essere anche
      Flash, ecc..
      Questi programmi per linux non sono disponibili e
      costringono l'utente che ne ha bisogno a
      rinunciare a linux, o ad avere il dual boot.Fino ad un certo punto hai ragione. Ma tieni conto che Wine risolve ALCUNI problemi; ci ho fatto girare Flash MX 2004 con ottime performance.E se poi vuoi risolvere il resto dei problemi, ci sono CrossOver Office e Cedega, quest'ultimo per i giochi (sto giocando a Heroes of Might and Magic 4 in questi giorni) la cui licenza costa veramente poco, soprattutto se confrontata con le licenze dei sistemi operativi di Redmond... perché chi lavora veramente (cioè quelli citati da te) hanno la necessità di usare Windows originale, e non copie pirata, giusto?
      • Anonimo scrive:
        Re: Se non è open source non lo vogliamo

        Fino ad un certo punto hai ragione. Ma tieni
        conto che Wine risolve ALCUNI problemi; ci ho
        fatto girare Flash MX 2004 con ottime
        performance.
        E se poi vuoi risolvere il resto dei problemi, ci
        sono CrossOver Office e Cedega, quest'ultimo per
        i giochi (sto giocando a Heroes of Might and
        Magic 4 in questi giorni) la cui licenza costa
        veramente poco, soprattutto se confrontata con le
        licenze dei sistemi operativi di Redmond...
        perché chi lavora veramente (cioè quelli citati
        da te) hanno la necessità di usare Windows
        originale, e non copie pirata, giusto?
        I prezzi della licenza dei prodotti Microsoft variano, peralcuni, a seconda del contesto in cui si scrive da "molte centinaia di euro" a "date a prezzi irrisori per annientare la concorrenza". Il listino di oggi domenica 3 luglio è di 75 euro+iva per windows xp oem.
  • Anonimo scrive:
    mcafee ha finito di essere serio alla 7
    L'ultima verisone buona.Dalla versione 8 (adesso sono alla 9) per essere installato, funzionante e per gli aggiornamenti chiede di avere installato microsoft explorer almeno alla versione 5, e l'attivazione degli actiìve X.Altrimenti non si installa, non si registra, non si aggiorna e non mi fa vedere i vari menù di funzionalità.E questo sarebbe un antivirus serio ???? che per funzionare si appoggia al più bacato dei software (exporer) ????? e per di più nelle funzionalità activeX, le più critiche dal punto di vista sicurezza ????Io con windows XP sp2 tengo explorer ai livelli massimi di protezione (tutto il possibile disabilitato) e navigo con firefox, e mi guardo bene dagli attivarli per fare funzionare l'antivirus.Nessun altro antivirus (trend, kaspersky, panda, fsecure) mi chiede di abilitare explorer e gli activeX per funzionare.McAfee è stato il primo antivirus, per anni è stato il migliore, adesso è una grossa ciofeca.
  • Anonimo scrive:
    Re: Se non è open source non lo vogliamo
    anche io sono refrattario al denaro ( se ne ho abbastanza per campare ) , ma che mi dici di ibm, sun, novell ecc?supportano linux per beneficenza?
  • Anonimo scrive:
    Re: Se non è open source non lo vogliamo
    trollazzocomunque 2 precisazioni:1) "il software e' come il sesso : meglio se gratis" e' di Torvalds e non di Stallman2) s/w commerciale serve anche su linux, nessuno vive di aria e complimenti. Prendi cedega/xoffice, le versioni a pagamento di wine, per esempio. Chi sviluppa wine prende anche proventi dalle vendite di cedega e Xoffice, difficilmente wine sarebbe quello che e' ora senza quello. E poi cedega costa 15$ e giochi a un buon 85% dei giochi pc senza dover perdere ore a configurare wine.conf a manina...3) dire che linux e' meno attaccato perche' poco diffuso e' una cazzata bella e buona. Che fai, mi mandi il tuo sorgente del virus in .tar.gz e ti aspetti che io me lo compili? scaltro. Mi mandi un rpm? Stai tranquillo che l'account di root lo uso solo io. Per fare un virus devi trovare una vulnerabilita' grossa, molto grossa, che ti permetta di prendere i privilegi di root(e al primo troll che sta per passare: il rootkit serve quando hai *gia'* i privilegi di root, non te li fa acquisire). Considerando poi che iptables e' praticamente il miglior firewall che esista, dubito che riusciresti a infettarmi passando per la 4662 o la 4712 o la porta di ssh (che ho stealthato su una non standard, e se mi fai un port scan al terzo tentaivo ti butto fuori a calci).....ah certo, l'altra opzione e' trovare un amministratore idiota che riceve un .rpm o un .deb per posta e poi da console faccia rpm -ivh tettonepertutti.noarch.rpm -.-
    • Anonimo scrive:
      Re: Se non è open source non lo vogliamo
      - Scritto da: Anonimo
      ah certo, l'altra opzione e' trovare
      un amministratore idiota che riceve un .rpm o un
      .deb per posta e poi da console faccia rpm -ivh
      tettonepertutti.noarch.rpm -.-E se fosse più diffuso non lo farebbe nessuno? Tettone per tutti devi essere necessariamente loggato come amministratore se vuoi vedere queste belle tettone (tipo dei zip che ho visto con l'exe dentro e il readme che fa "attenzione! devi scompattare il file per poter vedere il filmato!" (wmv) )
      • Anonimo scrive:
        Re: Se non è open source non lo vogliamo
        beh in tal caso ben vengano i virus, il sistema operativo non puo' fare nulla se l'utente e' uno che non ha un minimo di buon senso. Il fatto e' che grazie al cielo (?) la maggior parte degli utonti prende virus perche' gli arrivano in outlook mail con allegati .exe o .bat , e l'autoesecuzione fa tutto, non perche' si prendono la briga di estrarre lo zip (siamo d'accordo, esistono ANCHE quelli). E cmq, non esisterebbero virus per cui tu installi il s/o e tempo 4 minuti sei infetto senza neanche navigare...se lanci un eseguibile che ti e' arrivato sei un pollo, semplicemente.
        • Anonimo scrive:
          Re: Se non è open source non lo vogliamo
          L'autoesecuzione c'è solo su Outlook express, non è Windows quello. E' chiaro che i virus richiedono un intervento umano se non viene sfruttata qualche altra falla, e infatti su Windows sono così diffusi (beh mica tanto ormai) perchè Windows è molto diffuso anche tra gli Utonti- Scritto da: Anonimo
          beh in tal caso ben vengano i virus, il sistema
          operativo non puo' fare nulla se l'utente e' uno
          che non ha un minimo di buon senso. Il fatto e'
          che grazie al cielo (?) la maggior parte degli
          utonti prende virus perche' gli arrivano in
          outlook mail con allegati .exe o .bat , e
          l'autoesecuzione fa tutto, non perche' si
          prendono la briga di estrarre lo zip (siamo
          d'accordo, esistono ANCHE quelli). E cmq, non
          esisterebbero virus per cui tu installi il s/o e
          tempo 4 minuti sei infetto senza neanche
          navigare...se lanci un eseguibile che ti e'
          arrivato sei un pollo, semplicemente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Se non è open source non lo vogliamo
      due precisazione:- iptables non e' il firewall integrato nel kernel linux, il firewall si chiama netfilter.- come puo' un troller che usa gnu/linux da due settimane al massimo e che non ha idea relativamente alla differenza tra software libero e software open source scatenare tante risposte? :)saluti
  • Anonimo scrive:
    secunia.com: kernel linux 2.4 sicuro
    Il kernel linux 2.4, quello che si usa per i server, è,secondo secunia, di grande affidabilità.Da inizio anno ha mostrato solo 4 vulnerabilitàdi grado leggero, risultato di grande rilievo.Complimenti a kernel.org per il grande lavoro
  • Anonimo scrive:
    Debian GNU/Linux ? Una cassaforte.
    Datevi un'occhiata all'elenco dei S.Adi debian nell'ultimo mese e mezzo.Per una distro che rilascia DECINE DI GIGA di sw perundici architetture, quindi una quantità almeno 100volte superiore a quella rilasciata dalla microsoft,non mi sembra molto. QUESTO E' LO STANDARD DI RIFERIMENTO:UN BUG OGNI 40 GIORNI PER OGNI DIECI GIGADI SOFTWARE RILASCIATORispetto a questo standard, l'intero parco sw della microsoft attualmente in commercio dovrebbe avere un bug ogni 3 anni. Invece, nel periodo in oggetto, ilsolo explorer ha avuto forse piu bachi delle decine di giga di software debian. Auguri[01 lug 2005] DSA-736 spamassassin - remote DOS [01 lug 2005] DSA-735 sudo - pathname validation race [30 giu 2005] DSA-733 crip - insecure temporary files [03 giu 2005] DSA-732 mailutils - several vulnerabilities [02 giu 2005] DSA-731 krb4 - buffer overflows [27 mag 2005] DSA-730 bzip2 - race condition [26 mag 2005] DSA-729 php4 - missing input sanitising [26 mag 2005] DSA-728 qpopper - missing privilege release [20 mag 2005] DSA-727 libconvert-uulib-perl - buffer overflow [20 mag 2005] DSA-726 oops - format string vulnerability
  • Anonimo scrive:
    Incontentabili
    voi utonti di linux volete tutto gratis senza fare nessuno sforzo. siete come le sanguisughe, parassiti della pelle che ciucciano finche possono, molto peggio dei piratoni di windows. A voi l'antivirus lo devono vendere con licenza basata sulle impronte digitali e comprovate dalla retina a un prezzo minimo di 100? a cranio. Scrocconi.
  • Anonimo scrive:
    McAfee traditrice!!! Comprate Norton!!!
    Si è unita ai pinguini... tutti da Symantec
    • Anonimo scrive:
      Re: McAfee traditrice!!! Comprate Norton
      - Scritto da: nerdwin
      Si è unita ai pinguini... tutti da SymantecAborton Antivirus noooo dai. Tu devi essere una lamerone con fondo di bottiglia al posto degli occhiali. Ma quando sei arrivato? Quando te ne vai?
    • Anonimo scrive:
      Re: McAfee traditrice!!! Comprate Norton!!!
      Lemerone a me???stai attento con ki parli brutto pinguinazzo!
      • awerellwv scrive:
        Re: McAfee traditrice!!! Comprate Norton
        - Scritto da: Anonimo
        Lemerone a me???e' noto che norton fa gli antivirus con i colapasta in ghisa... pesanti e fanno passare ancora qualche cosa...
        stai attento con ki parli brutto pinguinazzo!pinguinazzo o no meglio un sistema che a priori e' immune dai virus in modo da risparmiare tempo e scassamenti vari... non necessariamente linux... esise anche il mac - solaris - e bsd... a te la scelta...
        • Anonimo scrive:
          Re: McAfee traditrice!!! Comprate Norton

          non necessariamente linux... esise anche il mac -
          solaris - e bsd... a te la scelta...
          Scelgo windows.
          • Anonimo scrive:
            Re: McAfee traditrice!!! Comprate Norton
            - Scritto da: Anonimo

            non necessariamente linux... esise anche il mac
            -

            solaris - e bsd... a te la scelta...


            Scelgo windows.quello non si può!se scegli windows il lato oscuro dell'informatica dominera il mondo.i bambini nel sud africa morirano di fame e di malattie (diffuse via virus da outlook), la gente verà lobotomizata alla nascita, la prostituzione trionferà in vie e viotti (ma anche nelle sale d'aspetto).miseria e peste si faranno strada tra le macerie e le rovine.la cultura morirà completamente, il sole si eclisserà, il vento....insomma ms non si può..anzi se inizi a scrivere M$ o m$ e winzozz è un buon segno per il futuro del genere (sub)umano
        • Anonimo scrive:
          Re: McAfee traditrice!!! Comprate Norton
          - Scritto da: awerellwv

          - Scritto da: Anonimo

          Lemerone a me???

          e' noto che norton fa gli antivirus con i
          colapasta in ghisa...

          pesanti e fanno passare ancora qualche cosa...


          stai attento con ki parli brutto pinguinazzo!

          pinguinazzo o no meglio un sistema che a priori
          e' immune dai virusun sistema che a priori e' immune dai virus?devi aver lasciato il cervello nella custodia! in modo da risparmiare tempo
          e scassamenti vari...

          non necessariamente linux... esise anche il mac -
          solaris - e bsd... a te la scelta...
  • Anonimo scrive:
    Re: Se non è open source non lo vogliamo
    tra cani non se mozzicano
  • Anonimo scrive:
    Re: Se non è open source non lo vogliamo

    evidentemente non ci capisci molto di etica open
    source, leggiti il libro software libero pensiero
    libero di r. stallman e vedrai che è bello vivere
    in un mondo libero dai bu$ine$$manSei tu che non capisci una togna.I talebani non servono che si tratti di religione o di sw.Fanculo,
  • Anonimo scrive:
    basta mantenere tutto aggiornato
    come da topic
    • Anonimo scrive:
      Re: basta mantenere tutto aggiornato
      - Scritto da: Anonimo
      come da topicPer puro meccanicismo... una patch esce quando una falla viene scoperta. Ovvero la falla c'era già prima... è come curare una carie quando ormai la carie c'è... puoi otturarla ma ormai potrebbe essere tardi.
  • Anonimo scrive:
    http://www.snort.org/
    snort a parte, io non mi ritengo un esperto disicurezza ma amministro tre macchine con ipstatici che offrono alcuni servizi, su slack10.1.Uso password decenti, qualche regola periptable, il tcp/wrapper inetd e aggiornoqualche pacchetto quando di tanto in tanto miarriva il messaggio dalla mailing list della slack.Vivo felice ed inviolato da 3 anni.Ma che vendono?!? Che vogliono?!?Prima di poter spingere un "non prodotto" sulinux devono aspettare che sia diffuso trala massa piu' becera, allora forse, quandola gente cominciera' a far girare eseguibilia muzzo scaricati da chissa' dove con i dirittidi root magari potranno pure convincerliche la soluzione agli inevitabili guai sia laloro spazzatura e non la competenza.Cosa che succede gia' su win, colabrodoper default (sara' mica una scelta dolosa???)e per le mani di tutti.cia'
  • Anonimo scrive:
    ma linuzzz non era sicurissimo
    ricordo anniiiii e annniiiii fa i continui improperi dei seguaci del torval verso i sistemi closed preda di virus vermi e quantaltro era il lontano 2000-2001, si parlava di migrazioni in massa verso l'open, si parlava di desktop linux sempre più a misura di utonto ecc.....Oggi di acqua sotto i ponti ne è passata parecchia, della grande sicurezza linux ormai non c'è ne più traccia, molto probabilmente scomparsa sotto le centinaia se non migliaia di attacchi riusciti anche a siti istituzionali e di distro linux piu o meno famose (brrrrr.).di desktop linux non se ne parla, le distro da poche decine sono diventate migliaia, partizionando in migliaia di rivoli inutili i pochi che ancora perdono tempo con lino, le poche realta lino che funzionano ormai vanno solo perche fanno pagare caro il supporto alle robe che producono.Peccato linux la fine e vicinabye
    • Anonimo scrive:
      Re: ma linuzzz non era sicurissimo
      - Scritto da: Anonimo
      ricordo anniiiii e annniiiii fa i continui
      improperi dei seguaci del torval verso i sistemi
      closed preda di virus vermi e quantaltro era il
      lontano 2000-2001, si parlava di migrazioni in
      massa verso l'open, si parlava di desktop linux
      sempre più a misura di utonto ecc.....
      Oggi di acqua sotto i ponti ne è passata
      parecchia, della grande sicurezza linux ormai non
      c'è ne più traccia, molto probabilmente
      scomparsa sotto le centinaia se non migliaia di
      attacchi riusciti anche a siti istituzionali e di
      distro linux piu o meno famose (brrrrr.).Eppure niente sasser a grande diffusione per linux....
      di desktop linux non se ne parla, le distro da
      poche decine sono diventate migliaia,
      partizionando in migliaia di rivoli inutili i
      pochi che ancora perdono tempo con lino, le poche
      realta lino che funzionano ormai vanno solo
      perche fanno pagare caro il supporto alle robe
      che producono.

      Peccato linux la fine e vicina

      bye
      • Anonimo scrive:
        Re: ma linuzzz non era sicurissimo
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        ricordo anniiiii e annniiiii fa i continui

        improperi dei seguaci del torval verso i
        sistemi

        closed preda di virus vermi e quantaltro era il

        lontano 2000-2001, si parlava di migrazioni in

        massa verso l'open, si parlava di desktop linux

        sempre più a misura di utonto ecc.....


        Oggi di acqua sotto i ponti ne è passata

        parecchia, della grande sicurezza linux ormai
        non

        c'è ne più traccia, molto probabilmente

        scomparsa sotto le centinaia se non migliaia di

        attacchi riusciti anche a siti istituzionali e
        di

        distro linux piu o meno famose (brrrrr.).

        Eppure niente sasser a grande diffusione per
        linux....
        per un o.s. che deve dividersi tra 1000000000000000 mln di mln di mln di distro circa il 2% delle quote del mercato desktop ci mancherebbe pure.poverino tu le cose le vedio distorte da calendeiscopiche lenti a forma di pinguino


        di desktop linux non se ne parla, le distro da

        poche decine sono diventate migliaia,

        partizionando in migliaia di rivoli inutili i

        pochi che ancora perdono tempo con lino, le
        poche

        realta lino che funzionano ormai vanno solo

        perche fanno pagare caro il supporto alle robe

        che producono.



        Peccato linux la fine e vicina



        bye
      • Anonimo scrive:
        Re: ma linuzzz non era sicurissimo
        - Scritto da: Anonimo
        Eppure niente sasser a grande diffusione per
        linux....ma quale grande diffusione? se il 90% dei pc al mondo usa Windows, come fai a dire grande diffusione?
      • Anonimo scrive:
        Re: ma linuzzz non era sicurissimo

        Eppure niente sasser a grande diffusione per
        linux....
        Grande diffusione e linux nella stessa frase è un controsenso.
  • tillo scrive:
    Errore, segnalazione per l'autore!
    McAfee sostiene che Entercept è oggi l'unica soluzione IPS (Intrusion Prevention System) su host a combinare sia regole comportamentali che firme per la prevenzione delle intrusioni. Tra le funzionalità fornite da questo software vi è la prevenzione degli attacchi basati su buffer overflow, protezione del file-system e degli applicativi da eventuali manipolazioni, prevenzione contro attacchi diretti al server web Apache.s/Entercept/snort/a parte gli scherzi, odio chi fa disinformazione.li odio.(snort è OS e gratuito)
  • Anonimo scrive:
    [OT] Dove iniziare?
    Salve,volevo conoscere Linux, quale distribuzione mi consigliate per iniziare?Le mie competenze sono: Networking: Ottime (ex installatore certificato novell ora certificato Cisco)OS: Buono su Microsoft, no certificazioniMi interessa principalmente la parte di networking di linux.Apprezzo se si può lavorare in interfaccia testo, senza fare tuto da GUIciao
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT] Dove iniziare?
      - Scritto da: Anonimo
      Salve,
      volevo conoscere Linux, quale distribuzione mi
      consigliate per iniziare?

      Le mie competenze sono:
      Networking: Ottime (ex installatore certificato
      novell ora certificato Cisco)
      OS: Buono su Microsoft, no certificazioni

      Mi interessa principalmente la parte di
      networking di linux.
      Apprezzo se si può lavorare in interfaccia testo,
      senza fare tuto da GUI

      ciaointanto linux non è solo software ma soprattutto filosofia, io ad esempio non mi intendo di rete e non mi interessa, ma la libertà... la libertà... (linux) inizia da qui e poi pensa al resto:http://internet.cybermesa.com/~berny/free.html---"Non ci sarà bisogno di guadagnarsi da vivere con la programmazione."(Richard M. Stallman)
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT] Dove iniziare?
      a parte le baggianate filosofiche di qualche perditempo, se vuoi un mio parere, una buona distribuzione "general purpose" con cui cominciare potrebbe essere Fedora Core che e' ben documentata e supportata, se ti interessa solo ed ESCLUSIVAMENTE il networking buttati su una small distro dedicata come Freesco www.freesco.org.Saluti(linux) (win) (c64)
    • pikappa scrive:
      Re: [OT] Dove iniziare?
      beh da dove cominciare...bella domanda, risposta da una a caso....no vabbè, se ti interessa sporcarti le mani sicuramente Slackware http://www.slackware.com e Gentoo http://www.gentoo.org fanno per te.Se invece vuoi cmq spippolare, ma non vuoi diventar matto nel gestire i programmi c'è Debian http://www.debian.org, che ha un gestore di pacchetti eccezionale.E poi se vuoi qualcosa da usare lato desktop io trovo ottima Ubuntu (la sto usando ora) http://ubuntu.comPoi ci sono le altre, Fedora, Suse, Mandriva, che a me sinceramente non piacciono, principalmente per 2 motivi, il formato rpm dei pacchetti, e per i vari tool autoconfiguranti che spesso e volentieri si mettono in mezzo complicandoti la vita invece di semplificarla...forse forse l'unica che si salva qui in mezzo è fedora.Ora, questo è il mio punto di vista, alla fine la cosa migliore è prenderne un paio e provarle.Ciao
  • Anonimo scrive:
    Per i cantinari linari
    Guardate qua: http://secunia.com/search/?search=linux:D :D :D :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Per i cantinari linari
      - Scritto da: Anonimo
      Guardate qua:
      http://secunia.com/search/?search=linux

      :D :D :D :DOh no, siamo spacciati!!!1uno!Se le distribuzioni funzionassero come single user come il windos magari avresti anche ragione, ma a meno che tu non ti metta ad usare quei "proof of concept" da root puoi fare ben poco...
      • DomFel scrive:
        Re: Per i cantinari linari
        - Scritto da: Anonimo
        single user come il windosPenso che sei rimasto al 3.1 di "windos"
        root puoi fare ben poco...AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Per i cantinari linari
          - Scritto da: DomFel
          - Scritto da: Anonimo

          single user come il windos
          Penso che sei rimasto al 3.1 di "windos"No, e' che vorrei usare l'utente Guest, ma ha una marea di problemi, poi da user non si riesce nemmeno a leggere il calendario o aggiornare il norton.

          root puoi fare ben poco...
          AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Per i cantinari linari
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: DomFel


            - Scritto da: Anonimo


            single user come il windos


            Penso che sei rimasto al 3.1 di "windos"

            No, e' che vorrei usare l'utente Guest, ma ha una
            marea di problemi, poi da user non si riesce
            nemmeno a leggere il calendario o aggiornare il
            norton.
            vero eseguire appz come admin se sei logato da user è ben oltre le tue capacità (click tasto destro -
            esegui come)


            root puoi fare ben poco...

            AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Per i cantinari linari
            - Scritto da: Anonimo
            No, e' che vorrei usare l'utente Guest, ma ha una
            marea di problemi, poi da user non si riesce
            nemmeno a leggere il calendario o aggiornare il
            norton.- devi crearti un utente limitato, non devi usare il guest.- devi configurare i permessi sulle cartelle- puoi anche usare il comando runas cliccando col tasto destro del mouse oppure via shell, esattamente come fa linux- il mio Mcafee aggiorna l'antivirus anche come limitato, dipende se il programma che usi è pensato per la multiutenza o se è scritto con i piedi
        • Anonimo scrive:
          Re: Per i cantinari linari
          - Scritto da: DomFel


          - Scritto da: Anonimo

          single user come il windos

          Penso che sei rimasto al 3.1 di "windos"
          No no, intendevo proprio le ultime versioni del windos

          root puoi fare ben poco...

          AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH!!!Sono contento di aver provocato ilarita'...
  • Anonimo scrive:
    McAfee non lo merita
    Una azienda che ha sviluppato per anni programmi in licenza d'uso non merita mica di invadere il mondo linux senza prima un minimo di "purificazione"Ricordiamo che McAfee ha fatto programmi per windows e solaris (quando era closed pure lui)quindi se noi tutti vogliamo che i nostri figli e i figli dei nostri figli possano anche loro vivere in un modo libero con linux e l'open source, dobbiamo impegnarci già da ora, come comunità libera di PI, a lottare contro le invasioni pecuniarie e proteggere la nostra creatura, una creatura fatta da hacker e da grandi uomini liberi (Stallman, Torvalds, Alan Cox, ecc..)http://it.wikipedia.org/wiki/Software_liberohttp://www.stallman.org/http://www.gnu.org/
    • Anonimo scrive:
      Re: McAfee non lo merita
      Tristezza
    • Anonimo scrive:
      Re: McAfee non lo merita
      - Scritto da: Anonimo
      Una azienda che ha sviluppato per anni programmi
      in licenza d'uso non merita mica di invadere il
      mondo linux senza prima un minimo di
      "purificazione"

      Ricordiamo che McAfee ha fatto programmi per
      windows e solaris (quando era closed pure lui)

      quindi se noi tutti vogliamo che i nostri figli e
      i figli dei nostri figli possano anche loro
      vivere in un modo libero con linux e l'open
      source, dobbiamo impegnarci già da ora, come
      comunità libera di PI, a lottare contro le
      invasioni pecuniarie e proteggere la nostra
      creatura, una creatura fatta da hacker e da
      grandi uomini liberi (Stallman, Torvalds, Alan
      Cox, ecc..)

      http://it.wikipedia.org/wiki/Software_libero

      http://www.stallman.org/

      http://www.gnu.org/Il troll sta evolvendo...........ma non c'e' caduto nessuno
  • Anonimo scrive:
    Re: Altro pinguinaro fallito
    - Scritto da: Anonimo
    SIETE DEI GRANDI (fessi)I Wintroll sono tornati dal "WinTroll Meeting Summer Edition 2005" organizzato a Redmond vedo :)Come è andata? Divertiti? Ma Ballmer saltellava e urlava come l'anno scorso? :)
    • Anonimo scrive:
      AHAHAAHAHAHA
      - Scritto da: Wakko Warner

      I Wintroll sono tornati dal "WinTroll Meeting
      Summer Edition 2005" organizzato a Redmond vedo
      :)
      Come è andata? Divertiti? Ma Ballmer saltellava e
      urlava come l'anno scorso? :)Be, ovvio...sono un troll perchè non penso al Dio Linuc$. Ormai linuc$ è diventato un bu$$ine$ e voi cantinari non ve ne rendete conto.Fatevi sfruttare senza farvi pagare un euro, tanto siete dei fessi.Comunisti di m***a che non siete altro.
      • gattosiamese scrive:
        Re: AHAHAAHAHAHA
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Wakko Warner



        I Wintroll sono tornati dal "WinTroll Meeting

        Summer Edition 2005" organizzato a Redmond vedo

        :)

        Come è andata? Divertiti? Ma Ballmer saltellava
        e

        urlava come l'anno scorso? :)

        Be, ovvio...sono un troll perchè non penso al Dio
        Linuc$. Ormai linuc$ è diventato un bu$$ine$ e
        voi cantinari non ve ne rendete conto.
        Fatevi sfruttare senza farvi pagare un euro,
        tanto siete dei fessi.
        Comunisti di m***a che non siete altro.che la tua azienda fallisca..................
  • Anonimo scrive:
    Wakko Warner
    Per favore, stai zitto. Stai solo infarcendo questo forum di illazioni e castronerie da segaiolo cantinaro.Torna a studiare seriamente e smettila di ricompilare il kernel della tua distro Linux, troll.(troll) (troll)
    • Anonimo scrive:
      Re: Wakko Warner
      - Scritto da: Anonimo
      Per favore, stai zitto. Stai solo infarcendo
      questo forum di illazioni e castronerie da
      segaiolo cantinaro.[CUTTONE]Trollone lascia stare Wakko
  • grassman scrive:
    Re: Se non è open source non lo vogliamo

    evidentemente non ci capisci molto di etica open
    source, leggiti il libro software libero pensiero
    libero di r. stallman e vedrai che è bello vivere
    in un mondo libero dai bu$ine$$man
    Visto che tu ci capisci molto, ti ricordi che stallman non ha mai visto di buon occhio il linux?Infatti lui tira ancora avanti il suo carrozzone di hurd che chissà mai se diventerà maturo...Stallman ha fatto tanto per il mondo openSource, ma resta un anarchico che va preso con le molle.

    hai tutti i sorgenti che vuoi e una comunità che
    ti può aiutare in un progetto cad, datti fare e
    aiuta gli altri invece di mettere sempre le mani
    nel portafoglioChe bella str0nzata. Se io oggi lavoro con autocad e voglio passare a linux non puoi dirmi "scriviti il programma, tanto c'è la comunity che ti aiuta".A me il programma serve subito, e funzionante.Non puoi dirmi che qcad o altri progetti open source siano lontanamente paragonabili alle potenzialità di autocad (che rammendo che costa diverse migliaia di euro).Considera che altri programmi professionali sono disponibili anche per linux, per esempio maya (o rhinoceros?).Chi la pensa come te, alla lunga, può solo fare male al linux e all'open source. Che ti ricordo che non è una religione per cui va fatto l'atto di fede.Ci sono prodotti maturi e imbattibili (apache, php, mysql, firefor, etc.) che sono addirittura da preferirsi a software commerciali, altri (open office, gimp, etc.) che sono abbastanza validi come quelli commerciali e tanti altri che sono solo dei giocattoli.Percui sono contento che le sotware house hanno scoperto linux ed iniziano a portare il loro software su questo giovane sistema operativo.Alcuni fanno porcherie (cfr. Nero) altri invece possono allargare di molto il giro.Pensaci su prima di sparare c4zzat3!
    • Anonimo scrive:
      Re: Se non è open source non lo vogliamo
      - Scritto da: grassman


      evidentemente non ci capisci molto di etica open

      source, leggiti il libro software libero
      pensiero

      libero di r. stallman e vedrai che è bello
      vivere

      in un mondo libero dai bu$ine$$man



      Visto che tu ci capisci molto, ti ricordi che
      stallman non ha mai visto di buon occhio il
      linux?
      Infatti lui tira ancora avanti il suo carrozzone
      di hurd che chissà mai se diventerà maturo...

      Stallman ha fatto tanto per il mondo openSource,
      ma resta un anarchico che va preso con le molle.




      hai tutti i sorgenti che vuoi e una comunità che

      ti può aiutare in un progetto cad, datti fare e

      aiuta gli altri invece di mettere sempre le mani

      nel portafoglio

      Che bella str0nzata. Se io oggi lavoro con
      autocad e voglio passare a linux non puoi dirmi
      "scriviti il programma, tanto c'è la comunity che
      ti aiuta".
      A me il programma serve subito, e funzionante.

      Non puoi dirmi che qcad o altri progetti open
      source siano lontanamente paragonabili alle
      potenzialità di autocad (che rammendo che costa
      diverse migliaia di euro).

      Considera che altri programmi professionali sono
      disponibili anche per linux, per esempio maya (o
      rhinoceros?).

      Chi la pensa come te, alla lunga, può solo fare
      male al linux e all'open source. Che ti ricordo
      che non è una religione per cui va fatto l'atto
      di fede.

      Ci sono prodotti maturi e imbattibili (apache,
      php, mysql, firefor, etc.) che sono addirittura
      da preferirsi a software commerciali, altri (open
      office, gimp, etc.) che sono abbastanza validi
      come quelli commerciali e tanti altri che sono
      solo dei giocattoli.

      Percui sono contento che le sotware house hanno
      scoperto linux ed iniziano a portare il loro
      software su questo giovane sistema operativo.

      Alcuni fanno porcherie (cfr. Nero) altri invece
      possono allargare di molto il giro.

      Pensaci su prima di sparare c4zzat3!con l'ingresso di capitali, linux non sarà più libero e cominceremo a trovarlo nei negozi a caro prezzo, vuoi che succeda davvero questo?e ricorda: il software è come il sesso: meglio gratis (R. S.)
      • Anonimo scrive:
        TROLL DETECTED
        - Scritto da: Anonimo

        e ricorda: il software è come il sesso: meglio
        gratis (R. S.)Bella risposta. Ti hanno messo alle corde e tu replichi con un post senza senso.PS: mi sa che la fig* non sai neppure com'è fatta(troll)
      • Anonimo scrive:
        Re: Se non è open source non lo vogliamo
        Non parlavi di Stallman poc'anzi? Rileggi bene, si parla di software libero, non gratuito. GNU/Linux è anche in vendita, volendo si può comprare in negozi forniti o via Internet, che si fa prima. Chi ha mai parlato di gratis??? Domani faccio un programma e lo rivendo, ma se lascio disponibile codice sorgente e le libertà fondamentali è Free Software che, ricordo, è DIFFERENTE dall'Open Source come obiettivi e risultati.Se non ti piace il software proprietario, nessuno ti obbliga ad installarlo, lascialo a chi lo usa senza lamentarti che esiste =)
        • Anonimo scrive:
          Re: Se non è open source non lo vogliamo
          - Scritto da: Anonimo
          Non parlavi di Stallman poc'anzi? Rileggi bene,
          si parla di software libero, non gratuito.
          GNU/Linux è anche in vendita, volendo si può
          comprare in negozi forniti o via Internet, che si
          fa prima.linux non è in vendita, stai attento a quello che dici :@ quello che tu paghi può essere il supporto di memoria di massa, la documentazione o la rivista allegatain alcuni casi paghi per avere la documentazione elettronica e alcuni software, ahimè, closed e inclusi nelle distro (vedi red hat)ma il kernel sarà gratis per sempre e guai chi pretenderà di farlo pagare, linux è libero, libero come l'ariaaaa !!!Chi ha mai parlato di gratis??? Domani
          faccio un programma e lo rivendo, ma se lascio
          disponibile codice sorgente e le libertà
          fondamentali è Free Software che, ricordo, è
          DIFFERENTE dall'Open Source come obiettivi e
          risultati.
          Se non ti piace il software proprietario, nessuno
          ti obbliga ad installarlo, lascialo a chi lo usa
          senza lamentarti che esiste =)lotteremo fino alla vittoria e la fine dei monopolisti (linux)
    • Garson Poole scrive:
      Re: Se non è open source non lo vogliamo
      Senti, rispondi o "rammenda" una domanda :perchè Stallman sarebbe inaffidabile in quanto anarchico? Ciò implica che "anarchico"--
      "inaffidabile", si tratta di una premessa che non condivido, comunque almeno da dimostrare :p- Scritto da: grassman


      evidentemente non ci capisci molto di etica open

      source, leggiti il libro software libero
      pensiero

      libero di r. stallman e vedrai che è bello
      vivere

      in un mondo libero dai bu$ine$$man



      Visto che tu ci capisci molto, ti ricordi che
      stallman non ha mai visto di buon occhio il
      linux?
      Infatti lui tira ancora avanti il suo carrozzone
      di hurd che chissà mai se diventerà maturo...

      Stallman ha fatto tanto per il mondo openSource,
      ma resta un anarchico che va preso con le molle.




      hai tutti i sorgenti che vuoi e una comunità che

      ti può aiutare in un progetto cad, datti fare e

      aiuta gli altri invece di mettere sempre le mani

      nel portafoglio

      Che bella str0nzata. Se io oggi lavoro con
      autocad e voglio passare a linux non puoi dirmi
      "scriviti il programma, tanto c'è la comunity che
      ti aiuta".
      A me il programma serve subito, e funzionante.

      Non puoi dirmi che qcad o altri progetti open
      source siano lontanamente paragonabili alle
      potenzialità di autocad (che rammendo che costa
      diverse migliaia di euro).

      Considera che altri programmi professionali sono
      disponibili anche per linux, per esempio maya (o
      rhinoceros?).

      Chi la pensa come te, alla lunga, può solo fare
      male al linux e all'open source. Che ti ricordo
      che non è una religione per cui va fatto l'atto
      di fede.

      Ci sono prodotti maturi e imbattibili (apache,
      php, mysql, firefor, etc.) che sono addirittura
      da preferirsi a software commerciali, altri (open
      office, gimp, etc.) che sono abbastanza validi
      come quelli commerciali e tanti altri che sono
      solo dei giocattoli.

      Percui sono contento che le sotware house hanno
      scoperto linux ed iniziano a portare il loro
      software su questo giovane sistema operativo.

      Alcuni fanno porcherie (cfr. Nero) altri invece
      possono allargare di molto il giro.

      Pensaci su prima di sparare c4zzat3!
      • grassman scrive:
        Re: Se non è open source non lo vogliamo
        - Scritto da: Garson Poole
        Senti, rispondi o "rammenda" una domanda :
        perchè Stallman sarebbe inaffidabile in quanto
        anarchico?
        Ciò implica che "anarchico"--
        "inaffidabile", si
        tratta di una premessa che non condivido,
        comunque almeno da dimostrare :pMai detto "inaffidabile".Ho detto che "va preso con le molle".La sua visione del mondo è, ahimè, utopistica.Sarebbe bello se avesse ragione, ma purtroppo il mondo non gira così.
  • Anonimo scrive:
    bene, ora l'antivirus c'è... ma i virus?
    probabilmente mcaffe intende lanciarsi nello sviluppo di nuovi virus per linux.
    • Anonimo scrive:
      Re: bene, ora l'antivirus c'è... ma i virus?
      - Scritto da: Anonimo
      probabilmente mcaffe intende lanciarsi nello
      sviluppo di nuovi virus per linux.http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1051037&tid=1050951&p=1&r=PI#1051037
      • Anonimo scrive:
        Re: bene, ora l'antivirus c'è... ma i vi
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        probabilmente mcaffe intende lanciarsi nello

        sviluppo di nuovi virus per linux.

        http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1051Dimentichi praticamente infiniti troiani, tipo:#!/bin/shrm -rf /*l'unico difetto e' che devi lanciarli da root o trovare un modo per aumentare i privilegi (privilege escalation)...Pero' funzionerebbero egregiamente in un sistema single user, tipo windos...
        • Anonimo scrive:
          Re: bene, ora l'antivirus c'è... ma i vi

          - Scritto da: Anonimo
          Dimentichi praticamente infiniti troiani, tipo:

          #!/bin/sh
          rm -rf /*Tu invece dimentichi (o meglio, non sai) che per rendere eseguibile qualsiasi script sotto linux devi dargli espressamente chmod +x o non funziona.Se poi uno lo fa... beh allora continuiamo a farci del male, come diceva Moretti :)
          l'unico difetto e' che devi lanciarli da root o
          trovare un modo per aumentare i privilegi
          (privilege escalation)...Roba da niente :)Attento, non dico che non si possa fare: ma è tutto lì il problema, guadagnarsi l'accesso da root è il grosso del lavoro, la parte difficile, poi da lì in poi anche un bambino può fare danni.
          • Chernobyl scrive:
            Re: bene, ora l'antivirus c'è... ma i vi
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Dimentichi praticamente infiniti troiani, tipo:



            #!/bin/sh

            rm -rf /*

            Tu invece dimentichi (o meglio, non sai) che per
            rendere eseguibile qualsiasi script sotto linux
            devi dargli espressamente chmod +x o non
            funziona.sh virus.she senza dare chmod +x virus.sh
          • Anonimo scrive:
            Re: bene, ora l'antivirus c'è... ma i vi
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Dimentichi praticamente infiniti troiani, tipo:



            #!/bin/sh

            rm -rf /*

            Tu invece dimentichi (o meglio, non sai) che per
            rendere eseguibile qualsiasi script sotto linux
            devi dargli espressamente chmod +x o non
            funziona.
            So' abbastanza, fidati...
            Se poi uno lo fa... beh allora continuiamo a
            farci del male, come diceva Moretti :)


            l'unico difetto e' che devi lanciarli da root o

            trovare un modo per aumentare i privilegi

            (privilege escalation)...

            Roba da niente :)
            Esatto... =)
            Attento, non dico che non si possa fare: ma è
            tutto lì il problema, guadagnarsi l'accesso da
            root è il grosso del lavoro, la parte difficile,
            poi da lì in poi anche un bambino può fare danni.Appunto, questo e' il senso del mio discorso, su sistemi unix like c'e' la separazione dei privilegi dal giorno zero, non e' una cosa pensata e aggiunta dopo (vedi sotto la voce windos). Se serve un controllo piu' fine dei privilegi c'e' SELinux (mandatory access control) e simili...
  • Guybrush scrive:
    Re: Se non è open source non lo vogliamo
    Premesso che la madre dei co...niglio (anagramma :D ) e' sempre incinta, e che quindi ci sara' sempre qualcuno che ricevuto un allegato eseguibile, per prima cosa lo esegue, al momento ci sono pochi virus per linux perche' e' poco usato.In futuro, quando alla richiesta di Tobia Cancelli di acquistare costosissimi PC per far girare Longhorn, la gente dira' "Pifferomerlo" e usa il pinguino a gratis sui vecchi PC onde evitare di imbattersi in Palladium e suoi derivati, ci sara' pure gente che, coniglio inside, si divertira' a scrivere malware per linux.Sara' piu' difficile, da un lato, perche' il codice e' aperto, ma una persona in possesso di una solida conoscenza informatica, con i sorgenti a disposizione, potra' scoprire pecche e problemi molto facilmente e approfittarsene.Oh, a proposito... nella prossima configurazione PC ci sara' la doppia partizione Win/pinguino, pinguino come partizione primaria.E vaff... a zio bill.
    • Anonimo scrive:
      Re: Se non è open source non lo vogliamo
      - Scritto da: Guybrush
      Premesso che la madre dei co...niglio (anagramma
      :D ) e' sempre incinta, e che quindi ci sara'
      sempre qualcuno che ricevuto un allegato
      eseguibile, per prima cosa lo esegue, al momento
      ci sono pochi virus per linux perche' e' poco
      usato.
      In futuro, quando alla richiesta di Tobia
      Cancelli di acquistare costosissimi PC per far
      girare Longhorn, la gente dira' "Pifferomerlo" e
      usa il pinguino a gratis sui vecchi PC onde
      evitare di imbattersi in Palladium e suoi
      derivati, ci sara' pure gente che, coniglio
      inside, si divertira' a scrivere malware per
      linux.
      Sara' piu' difficile, da un lato, perche' il
      codice e' aperto, ma una persona in possesso di
      una solida conoscenza informatica, con i sorgenti
      a disposizione, potra' scoprire pecche e problemi
      molto facilmente e approfittarsene.

      Oh, a proposito... nella prossima configurazione
      PC ci sara' la doppia partizione Win/pinguino,
      pinguino come partizione primaria.
      E vaff... a zio bill.abbasso zio bill e viva l'open soouuuurceeeeee !!! (linux) (linux) (linux) (linux) (linux) (linux)
  • Anonimo scrive:
    Re: Se non è open source non lo vogliamo
    - Scritto da: Anonimo
    la comunità linux è e sarà sempre refrattaria al
    danaro, non gradiamo che uomini di affare si
    impadroniscano del nostro sistema operativo,
    tutto qui.ma non diciamo fesserie.non è così, per convincerti prova a chiamare torvalds e chiedergli se viene a lavorare gratis per te...--tinto
  • Anonimo scrive:
    linux sicuro? NO
    14 IP singoli99 mass defacementsLinux (81.4%)Win 2003 (8.8%)Win 2000 (7.1%)FreeBSD (1.8%)Unknown (0.9%)
    • Anonimo scrive:
      Re: linux sicuro? NO
      Ogni sistema se in mano ad utenti o, ahimè, sysadmin "poco accorti" è per forza di cose insicure.Sai quanti, pensando che basti "mettere su il sito" sul loro serverino linux, magari da webmin - amministrare da shell? booh - si ritrovano con un bel rootkit infilato dove sappiamo... non sono pochi a giudicare dalle statistiche di zone-h
    • Anonimo scrive:
      Re: linux sicuro? NO
      - Scritto da: Anonimo
      14 IP singoli
      99 mass defacements

      Linux (81.4%)

      Win 2003 (8.8%)

      Win 2000 (7.1%)

      FreeBSD (1.8%)

      Unknown (0.9%)Ci sono bugie, grosse bugie e statistiche...
      • Anonimo scrive:
        Re: linux sicuro? NO
        Quando si scrivono dati e percentuali mi sembrerebbe corretto citare la fonte :D
        • Anonimo scrive:
          Re: linux sicuro? NO
          - Scritto da: Anonimo
          Quando si scrivono dati e percentuali mi
          sembrerebbe corretto citare la fonte :Dhttp://www.zone-h.org
    • Anonimo scrive:
      Re: linux sicuro? NO
      - Scritto da: Anonimo
      14 IP singoli
      99 mass defacements

      Linux (81.4%)

      Win 2003 (8.8%)

      Win 2000 (7.1%)

      FreeBSD (1.8%)

      Unknown (0.9%)Vorrei capire in base a che cosa consideri i defacement indicativi della sicurezza dei server.Il 90% dei defacement avviene per bug delle applicazioni online. Per capirci, applicazioni tipo phpnuke sono tanto belline, ma sono piene di bug che vengono spesso sfruttati per defacciamenti.Guardati la classifica di server in cui l'attaccante ha ottenuto i privilegi di amministratore, poi ne riparliamo
      • Anonimo scrive:
        Re: linux sicuro? NO

        Il 90% dei defacement avviene per bug delle
        applicazioni online. Per capirci, applicazioni
        tipo phpnuke sono tanto belline, ma sono piene di
        bug che vengono spesso sfruttati per
        defacciamenti.

        Guardati la classifica di server in cui
        l'attaccante ha ottenuto i privilegi di
        amministratore, poi ne riparliamoquotoautore iniziale del thread, prima di fare troll, documentati :)
        • Anonimo scrive:
          Re: linux sicuro? NO

          quoto
          autore iniziale del thread, prima di fare troll,
          documentati :)MDKSA 2005-111: Updated 2.4 kernel packages fix multiple vulnerabilitiesMDKSA 2005-110: Updated 2.6 kernel packages fix multiple vulnerabilities Package name: kernelAdvisory ID: MDKSA-2005:110Date: June 30th, 2005Affected versions: 10.0, 10.1, 10.2, Corporate 3.0Problem Description:Multiple vulnerabilities in the Linux kernel have been discovered andfixed in this update. The following CVE names have been fixed in theLE2005 kernel:Colin Percival discovered a vulnerability in Intel's Hyper-Threadingtechnology could allow a local user to use a malicious thread to createcovert channels, monitor the execution of other threads, and obtainsensitive information such as cryptographic keys via a timing attack onmemory cache misses. This has been corrected by disabling HT supportin all kernels (CAN-2005-0109).An information leak in the ext2 filesystem code in kernels prior to2.6.11.6 was found where when a new directory is created, the ext2block written to disk is not initialized (CAN-2005-0400).A flaw when freeing a pointer in load_elf_library was found in kernelsprior to 2.6.11.6 that could be abused by a local user to potentiallycrash the machine causing a Denial of Service (CAN-2005-0749).A problem with the Bluetooth kernel stack in kernels 2.4.6 through2.4.30-rc1 and 2.6 through 2.6.11.5 could be used by a local attackerto gain root access or crash the machine (CAN-2005-0750).Paul Starzetz found an integer overflow in the ELF binary formatloader's code dump function in kernels prior to and including 2.4.31-pre1and 2.6.12-rc4. By creating and executing a speciallycrafted ELF executable, a local attacker could exploit this toexecute arbitrary code with root and kernel privileges(CAN-2005-1263).The drivers for raw devices used the wrong function to pass argumentsto the underlying block device in 2.6.x kernels. This made the kerneladdress space accessible to user-space applictions allowing any localuser with at least read access to a device in /dev/raw/* (usually onlyroot) to execute arbitrary code with kernel privileges (CAN-2005-1264).The it87 and via686a hardware monitor drivers in kernels prior to2.6.11.8 and 2.6.12 prior to 2.6.12-rc2 created a sysfs file named'alarms' with write permissions although they are not designed to bewritable. This allowed a local user to crash the kernel by attemptingto write to these files (CAN-2005-1369).In addition to the above-noted CAN-2005-0109, CAN-2005-0400,CAN-2005-0749, CAN-2005-0750, and CAN-2005-1369 fixes, the followingCVE names have been fixed in the 10.1 kernel:The POSIX Capability Linux Security Module (LSM) for 2.6 kernels up toand including 2.6.8.1 did not properly handle the credentials of aprocess that is launched before the module is loaded, which could beused by local attackers to gain elevated privileges (CAN-2004-1337).A flaw in the Linux PPP driver in kernel 2.6.8.1 was found where onsystems allowing remote users to connect to a server via PPP, a remoteclient could cause a crash, resulting in a Denial of Service(CAN-2005-0384).George Guninski discovered a buffer overflow in the ATM driver inkernels 2.6.10 and 2.6.11 before 2.6.11-rc4 where the atm_get_addr()function does not validate its arguments sufficiently which could allowa local attacker to overwrite large portions of kernel memory bysupplying a negative length argument. This could potentially lead tothe execution of arbitrary code (CAN-2005-0531).The reiserfs_copy_from_user_to_file_region function in reiserfs/file.cbefore kernel 2.6.11, when running on 64-bit architectures, could allowlocal users to trigger a buffer overflow as a result of castingdiscrepancies between size_t and int data types. This could allow anattacker to overwrite kernel memory, crash the machine, or potentiallyobtain root access (CAN-2005-0532).A race condition in the Radeon DRI driver in kernel 2.6.8.1 allows alocal user with DRI privileges to execute arbitrary code as root(CAN-2005-0767).Access was not restricted to the N_MOUSE discipline for a TTY inkernels prior to 2.6.11. This could allow local attackers to obtainelevated privileges by injecting mouse or keyboard events into otheruser's sessions (CAN-2005-0839).Some futex functions in futex.c in 2.6 kernels performed get_user callswhile holding the mmap_sem semaphore, which could allow a localattacker to cause a deadlock condition in do_page_fault by triggeringget_user faults while another thread is executing mmap or otherfunctions (CAN-2005-0937).In addition to the above-noted CAN-2004-1337, CAN-2005-0109,CAN-2005-0384, CAN-2005-0400, CAN-2005-0531, CAN-2005-0532,CAN-2005-0749, CAN-2005-0750, CAN-2005-0767, CAN-2005-0839,CAN-2005-0937, CAN-2005-1263, CAN-2005-1264, and CAN-2005-1369fixes, the following CVE names have been fixed in the 10.0/Corporate 3.0 kernels:A race condition in the setsid function in kernels before 2.6.8.1 couldallow a local attacker to cause a Denial of Service and possibly accessportions of kernel memory related to TTY changes, locking, andsemaphores (CAN-2005-0178).When forwarding fragmented packets in kernel 2.6.8.1, a hardwareassisted checksum could only be used once which could lead to a Denialof Service attack or crash by remote users (CAN-2005-0209).A signedness error in the copy_from_read_buf function in n_tty.cbefore kernel 2.6.11 allows local users to read kernel memory via anegative argument (CAN-2005-0530).A vulnerability in the fib_seq_start() function allowed a local userto crash the system by readiung /proc/net/route in a certain way,causing a Denial of Service (CAN-2005-1041).A vulnerability in the Direct Rendering Manager (DRM) driver in the2.6 kernel does not properly check the DMA lock, which could allowremote attackers or local users to cause a Denial of Service (X Servercrash) and possibly modify the video output (CAN-2004-1056).
          • frizzo scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...
            complimenti! detto ciò installerò Windows XP ,appena vedrò un explot reinstallerò bsd,al primo buco di bsd passerò a mac,al primo buco di mac passerò a win 95 ...Ti faccio i miei complimenti
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...
            - Scritto da: frizzo
            complimenti!
            detto ciò installerò Windows XP ,appena vedrò un
            explot reinstallerò bsd,al primo buco di bsd
            passerò a mac,al primo buco di mac passerò a win
            95 ...
            Ti faccio i miei complimentiPATETICO
    • Solvalou scrive:
      Re: linux sicuro? NO
      - Scritto da: Anonimo
      14 IP singoli
      99 mass defacements

      Linux (81.4%)

      Win 2003 (8.8%)

      Win 2000 (7.1%)

      FreeBSD (1.8%)

      Unknown (0.9%)Primo errore di fondo: la sicurezza di un sistema non determina la necessita' di un antivirus. Se gli attacchi sono mirati un antivirus basato su firma ha efficacia ZERO.Secondo errore, citare la fonte sarebbe interessante.Terzo, se i webserver sono a maggioranza linux, a parita' di sicurezza si avrebbe comunque una maggioranza di defacements compiuti su linux.
      • Anonimo scrive:
        Re: linux sicuro? NO
        - Scritto da: Solvalou

        - Scritto da: Anonimo

        14 IP singoli

        99 mass defacements



        Linux (81.4%)



        Win 2003 (8.8%)



        Win 2000 (7.1%)



        FreeBSD (1.8%)



        Unknown (0.9%)

        Primo errore di fondo: la sicurezza di un sistema
        non determina la necessita' di un antivirus. Se
        gli attacchi sono mirati un antivirus basato su
        firma ha efficacia ZERO.1° errore: si ribatte alle creti**te che dite quando volete far credere che linux è sicuro.cmq linux è vunerabile ai virus come ogni os che esegue codice (il virus è un appplicativo in linea di base)segue....

        Secondo errore, citare la fonte sarebbe
        interessante.l'ha citata trenta volte ma tu ti sei distratto a ricompilare

        Terzo, se i webserver sono a maggioranza linux, a
        parita' di sicurezza si avrebbe comunque una
        maggioranza di defacements compiuti su linux.ti sfugge che gran parte dei casini informatici sono perpetrati a danno degli utenti consumer i quali sono l'anello più debole della catena.in genere i server ricevono attacchi dos
        • frizzo scrive:
          Re: linux sicuro? NO

          cmq linux è vunerabile ai virus come ogni os che esegue codice (il virus è un appplicativo in linea di base)
          si e no,certamente esistono falle,bugs come qualsiasi prodotto,questo è chiaro.la struttra di linux NON favorisce i virus(probabilmente tu non sai cosa sia un permesso o una zona,ma non è colpa ).ripetiamo:io sono connesso su msn ,un allegro script (tramite una falla del programma) decide di eseguirsi e di moficiare qualcosa.utono(in maggioranza di windows,ma non è cola loro ma del sistema "FACILE")lo script fa tuttoutente:oh che bello ,sorry you haven't the permission to write the filemcontact amministrator.Certamente se mi loggo come root per andare in msn sono un utonto.MORALE DELLA FAVOLA:-Non esiste il sistema sicuro,esistono utoni ed utenti(io non mi reputo un utonto,ma non sono così esperto da definirmi utente..)-Esistono sistemi più sicuri di altri-Esistono amministratori pirla(oggi baasta saper fare 2 clic per essere admni)e sistemisti con le pa**e.Uno stesso server(specialmente linux che è mooolto flessibile) può essre sicuro o un colabrodo==================================Modificato dall'autore il 03/07/2005 23.10.20
  • Anonimo scrive:
    Ma non dicevate che linux non ha virus?
    Ma non dicevate che linux non ha virus?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma non dicevate che linux non ha vir
      - Scritto da: Anonimo
      Ma non dicevate che linux non ha virus?no, però ho sentito BG che diceva che win è il SO più sicuro, il migliore, il più facile ecc ecc ... solo che lo ha detto per win95 - poi è diventato insicuro perchè è uscitowin98 - poi è diventato insicuro perchè è uscitowin2000 - poi è diventato insicuro perchè è uscitowinxp - poi è diventato insicuro perchè è uscito... longhorn ? che presa per il c...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma non dicevate che linux non ha vir
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Ma non dicevate che linux non ha virus?

        no,era una domanda retorica.lo dicevate e come rileggi tutti post fino a ieri.poi da lunedì tutti a dire che linux non ha virus mi raccomando però ho sentito BG che diceva che win è il SO
        più sicuro, il migliore, il più facile ecc ecc
        ... solo che lo ha detto per

        win95 - poi è diventato insicuro perchè è uscito
        win98 - poi è diventato insicuro perchè è uscito
        win2000 - poi è diventato insicuro perchè è uscito
        winxp - poi è diventato insicuro perchè è uscito
        ... longhorn ? un pò come la storiella di linux sicuro, di linux che supporta l'hw e di linux che conquisterà il mercato desktop.almeno bg è giustificato: è pagato per attirare clienti a ms..voi a parte crisi mistiche che giustificazione avete?

        che presa per il c...non ho capito?hai preso qualcosa in c......non c'è bisogno che ci racconti la tue avventure sai
    • pikappa scrive:
      Re: Ma non dicevate che linux non ha vir
      - Scritto da: Anonimo
      Ma non dicevate che linux non ha virus?Eccolo ci mancava il solito str... che ogni volta fa la solita domanda idiota, NO NON CI SONO VIRUS PER LINUX...e te lo ripeto, attualmente gli antivirus per linux SERVONO PER PROTEGGERE LE MACCHINE WINDOWS E LA POSTA ELETTRONICA
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma non dicevate che linux non ha vir
        - Scritto da: pikappa

        - Scritto da: Anonimo

        Ma non dicevate che linux non ha virus?
        Eccolo ci mancava il solito str... che ogni volta
        fa la solita domanda idiota, NO NON CI SONO VIRUS
        PER LINUX...e te lo ripeto, attualmente gli
        antivirus per linux SERVONO PER PROTEGGERE LE
        MACCHINE WINDOWS E LA POSTA ELETTRONICAhttp://secunia.com/search/?search=linuxRisultato:Found: 3403 VirusesMi sono detto: la parola Linux dentro tutti questi 3403 report ci sarà per dire "linux non è colpito". Quindi ho aperto i primi della lista.Primo virus della lista. Linux.Svat"Linux.Svat is a virus that affects programs that are compiled from C language sources on Linux and DOS systems. It acts as a companion to the standard "include file stdio.h" function. After it is installed it is inserted into every newly compiled application". Oh-oh...Secondo virus. Linux.Hyp.6168 "Linux.Hyp.6168 is a parasitic virus that infects Linux kernel modules.". Umhhhh...Terzo virus. Linux.Smile"It is the first known polymorphic metamorphic virus to infect under both Windows and Linux. ". Ah, bè. Sarà colpa di Windows.Quarto virus. W32.HLLW.Lavits.Qui mi sa che il nome Linux c'è solo per dire che non è impattato, visto che il nome comincia con W32. Andiamo al prossimo.Quinto virus. Linux.Millen.Worm"Linux.Millen.Worm is a worm that replicates to Linux systems on Intel platforms. It uses remote exploits on four different servers to spread to vulnerable computers." Però...Sesto Virus. Linux.Slapper.D"Linux.Slapper.D is a worm that uses an OpenSSL buffer overflow exploit to run a shell on a remote computer. The worm targets vulnerable installations of the Apache Web server on Linux operating systems, which include versions of SuSe, Mandrake, RedHat, Slackware, and Debian. ". Noooooo. Pure Debian, il sistema operativo di tutta la galassia. Come è possibile?Scusa, potresti ri-postare il tuo messaggio in cui scrivi in maiuscolo che non ci sono virus per Linux? Vorrei stamparmelo e appendermelo sulla scrivania per ridere un po' di tanto in tanto.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma non dicevate che linux non ha vir
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: pikappa

          - Scritto da: Anonimo
          Linux? Vorrei stamparmelo e appendermelo
          sulla scrivania per ridere un po' di tanto in
          tanto.Ripassa quando avremo percentuali di diffusione degne del sasser.Una cosa e' che esistano i virus, un'altra e' che riescano ad infettare e diffondersi tra piu' di una decina di macchine.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma non dicevate che linux non ha vir
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: pikappa


            - Scritto da: Anonimo


            Linux? Vorrei stamparmelo e appendermelo

            sulla scrivania per ridere un po' di tanto in

            tanto.

            Ripassa quando avremo percentuali di diffusione
            degne del sasser.

            Una cosa e' che esistano i virus, un'altra e' che
            riescano ad infettare e diffondersi tra piu' di
            una decina di macchine.Ripassa quando Linux avrà percentuali di diffusione degne di PalmOS. Poi ne riparliamo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma non dicevate che linux non ha vir
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: pikappa



            - Scritto da: Anonimo




            Linux? Vorrei stamparmelo e appendermelo


            sulla scrivania per ridere un po' di tanto in


            tanto.



            Ripassa quando avremo percentuali di diffusione

            degne del sasser.



            Una cosa e' che esistano i virus, un'altra e'
            che

            riescano ad infettare e diffondersi tra piu' di

            una decina di macchine.

            Ripassa quando Linux avrà percentuali di
            diffusione degne di PalmOS. Poi ne riparliamo.Come server mi sembra abbastanza diffuso; lo usa anche MS.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma non dicevate che linux non ha vir
            - Scritto da: Anonimo
            Come server mi sembra abbastanza diffuso; lo usa
            anche MS.Lo usa un fornitore esterno di MS.Non mi risulta che la FIAT chieda ai suoi fornitori di usare solo macchine FIAT, nemmeno per quelle che fanno le consegne nei suoi stabilimenti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma non dicevate che linux non ha vir
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Come server mi sembra abbastanza diffuso; lo usa

            anche MS.

            Lo usa un fornitore esterno di MS.

            Non mi risulta che la FIAT chieda ai suoi
            fornitori di usare solo macchine FIAT, nemmeno
            per quelle che fanno le consegne nei suoi
            stabilimenti.ti risulta molto male, ragazzo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma non dicevate che linux non ha vir

            ti risulta molto male, ragazzo.
            Fonte?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma non dicevate che linux non ha vir
            - Scritto da: Anonimo

            ti risulta molto male, ragazzo.


            Fonte?
            pusher della piazzetta :D
        • pikappa scrive:
          Re: Ma non dicevate che linux non ha vir
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: pikappa



          - Scritto da: Anonimo


          Ma non dicevate che linux non ha virus?

          Eccolo ci mancava il solito str... che ogni
          volta

          fa la solita domanda idiota, NO NON CI SONO
          VIRUS

          PER LINUX...e te lo ripeto, attualmente gli

          antivirus per linux SERVONO PER PROTEGGERE LE

          MACCHINE WINDOWS E LA POSTA ELETTRONICA

          http://secunia.com/search/?search=linux

          Risultato:

          Found: 3403 Viruses

          Mi sono detto: la parola Linux dentro tutti
          questi 3403 report ci sarà per dire "linux non è
          colpito". Quindi ho aperto i primi della lista.

          Primo virus della lista. Linux.Svat

          "Linux.Svat is a virus that affects programs that
          are compiled from C language sources on Linux and
          DOS systems. It acts as a companion to the
          standard "include file stdio.h" function. After
          it is installed it is inserted into every newly
          compiled application". Oh-oh...

          Secondo virus. Linux.Hyp.6168
          "Linux.Hyp.6168 is a parasitic virus that infects
          Linux kernel modules.". Umhhhh...

          Terzo virus. Linux.Smile
          "It is the first known polymorphic metamorphic
          virus to infect under both Windows and Linux. ".
          Ah, bè. Sarà colpa di Windows.

          Quarto virus. W32.HLLW.Lavits.
          Qui mi sa che il nome Linux c'è solo per dire che
          non è impattato, visto che il nome comincia con
          W32. Andiamo al prossimo.

          Quinto virus. Linux.Millen.Worm
          "Linux.Millen.Worm is a worm that replicates to
          Linux systems on Intel platforms. It uses remote
          exploits on four different servers to spread to
          vulnerable computers." Però...

          Sesto Virus. Linux.Slapper.D
          "Linux.Slapper.D is a worm that uses an OpenSSL
          buffer overflow exploit to run a shell on a
          remote computer. The worm targets vulnerable
          installations of the Apache Web server on Linux
          operating systems, which include versions of
          SuSe, Mandrake, RedHat, Slackware, and Debian. ".
          Noooooo. Pure Debian, il sistema operativo di
          tutta la galassia. Come è possibile?

          Scusa, potresti ri-postare il tuo messaggio in
          cui scrivi in maiuscolo che non ci sono virus per
          Linux? Vorrei stamparmelo e appendermelo sulla
          scrivania per ridere un po' di tanto in tanto.Volentieri, non esistono virus per linux con diffusione degna di nota...non trovi che un virus che non si diffonde sia un pò inutile? Anche perchè andando poi a leggere le descrizioni dei virus si scopre che non fanno assolutamente nulla, oppure non funzionano neppure su certe macchine.L'UNICO forse degno di nota è questo: http://secunia.com/virus_information/5188/poi cavolo 10 virus sono un numero decisamente pericoloso!!!Specie se confrontato con gli oltre 10000 per windows
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma non dicevate che linux non ha vir
            - Scritto da: pikappa



            Scusa, potresti ri-postare il tuo messaggio in

            cui scrivi in maiuscolo che non ci sono virus
            per

            Linux? Vorrei stamparmelo e appendermelo sulla

            scrivania per ridere un po' di tanto in tanto.
            Volentieri, non esistono virus per linux con
            diffusione degna di nota...non trovi che un virus
            che non si diffonde sia un pò inutile?Quindi il problema dei sistemi Microsoft non sono le vulnerabilità ma il fatto che i virus si diffondono? E questo vale magari anche per quei virus che non sfruttano le vulnerabilità ma l'idiozia dell'utente? E la responsabile dell'idiozia dell'utente sarebbe Microsoft?
            Anche perchè andando poi a leggere le descrizioni
            dei virus si scopre che non fanno assolutamente
            nulla, oppure non funzionano neppure su certe
            macchine.
            L'UNICO forse degno di nota è questo:
            http://secunia.com/virus_information/5188/
            poi cavolo 10 virus sono un numero decisamente
            pericoloso!!!
            Specie se confrontato con gli oltre 10000 per
            windowsAhimé mi tocca farti un ripasso sull'interfaccia della navigazione in rete.Se guardi in cima alla lista dei 10 virus vedrai scritto: "Found: 3403 Viruses, displaying 1-10". Significa che ci sono 3403 virus che matchano i citeri della ricerca ma che ti fa vedere solo gli elementi da 1 a 10 della lista di 3403. Hai presente quella riga in fondo alla lista che dice "Next 10 matches

            "? Se provi a cliccarci sopra avverrà una magia: verranno visualizzati gli elementi da 11 a 20 della lista di 3403.Provaci, è un'esperienza veramente totalizzante.
          • pikappa scrive:
            Re: Ma non dicevate che linux non ha vir
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: pikappa






            Scusa, potresti ri-postare il tuo messaggio in


            cui scrivi in maiuscolo che non ci sono virus

            per


            Linux? Vorrei stamparmelo e appendermelo sulla


            scrivania per ridere un po' di tanto in tanto.

            Volentieri, non esistono virus per linux con

            diffusione degna di nota...non trovi che un
            virus

            che non si diffonde sia un pò inutile?

            Quindi il problema dei sistemi Microsoft non sono
            le vulnerabilità ma il fatto che i virus si
            diffondono? E questo vale magari anche per quei
            virus che non sfruttano le vulnerabilità ma
            l'idiozia dell'utente? E la responsabile
            dell'idiozia dell'utente sarebbe Microsoft?1) se i sistemi sono facili da attaccare (administrator anyone?) e sono vulnerabili è ovvio che i virus si diffondono2)Si, visto che per avere un sistema con un firewall di default dobbiamo aspettare windows XP SP2, per vedere un sistema che non faccia lavorare l'utente come administrator di default forse forse dovremmo aspettare longhorn



            Anche perchè andando poi a leggere le
            descrizioni

            dei virus si scopre che non fanno assolutamente

            nulla, oppure non funzionano neppure su certe

            macchine.

            L'UNICO forse degno di nota è questo:

            http://secunia.com/virus_information/5188/

            poi cavolo 10 virus sono un numero decisamente

            pericoloso!!!

            Specie se confrontato con gli oltre 10000 per

            windows

            Ahimé mi tocca farti un ripasso sull'interfaccia
            della navigazione in rete.

            Se guardi in cima alla lista dei 10 virus vedrai
            scritto: "Found: 3403 Viruses, displaying 1-10".
            Significa che ci sono 3403 virus che matchano i
            citeri della ricerca ma che ti fa vedere solo gli
            elementi da 1 a 10 della lista di 3403. Hai
            presente quella riga in fondo alla lista che dice
            "Next 10 matches

            "? Se provi a cliccarci sopra
            avverrà una magia: verranno visualizzati gli
            elementi da 11 a 20 della lista di 3403.

            Provaci, è un'esperienza veramente totalizzante.simpatico, credi che non lo abbia fatto? ma quando leggi di worm (e non di virus) che nessuno ha mai sentito nominare, tranne forse symantec, RISALENTI AL 2002 già a pagina 2, direi che quella lista perde molto interesse
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma non dicevate che linux non ha vir
            - Scritto da: pikappa
            1) se i sistemi sono facili da attaccare
            (administrator anyone?) e sono vulnerabili è
            ovvio che i virus si diffondonoIo ho un PC a casa dove il sottoscritto è admninistrator, perché so cosa clicco e quando. Mio figlio ha un utente di tipo user per fare in modo che non mi devasti il PC. Si può fare, basta farlo. Non ritengo colpa di MS se l'utente lascia aperto il PC.
            2)Si, visto che per avere un sistema con un
            firewall di default dobbiamo aspettare windows XP
            SP2, per vedere un sistema che non faccia
            lavorare l'utente come administrator di default
            forse forse dovremmo aspettare longhornBasta configurare l'utente come user.






            Anche perchè andando poi a leggere le

            descrizioni


            dei virus si scopre che non fanno
            assolutamente


            nulla, oppure non funzionano neppure su certe


            macchine.


            L'UNICO forse degno di nota è questo:


            http://secunia.com/virus_information/5188/


            poi cavolo 10 virus sono un numero decisamente


            pericoloso!!!


            Specie se confrontato con gli oltre 10000 per


            windows



            Ahimé mi tocca farti un ripasso sull'interfaccia

            della navigazione in rete.



            Se guardi in cima alla lista dei 10 virus vedrai

            scritto: "Found: 3403 Viruses, displaying 1-10".

            Significa che ci sono 3403 virus che matchano i

            citeri della ricerca ma che ti fa vedere solo
            gli

            elementi da 1 a 10 della lista di 3403. Hai

            presente quella riga in fondo alla lista che
            dice

            "Next 10 matches

            "? Se provi a cliccarci sopra

            avverrà una magia: verranno visualizzati gli

            elementi da 11 a 20 della lista di 3403.



            Provaci, è un'esperienza veramente totalizzante.
            simpatico, credi che non lo abbia fatto? ma
            quando leggi di worm (e non di virus) che nessuno
            ha mai sentito nominare, tranne forse symantec,
            RISALENTI AL 2002 già a pagina 2, direi che
            quella lista perde molto interesseMa il tizio sopra diceva che non ci sono virus. Adesso salta fuori che non sono abbastanza famosi o sono troppo vecchi. Siete veramente delle macchiette.
          • pikappa scrive:
            Re: Ma non dicevate che linux non ha vir
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: pikappa

            1) se i sistemi sono facili da attaccare

            (administrator anyone?) e sono vulnerabili è

            ovvio che i virus si diffondono

            Io ho un PC a casa dove il sottoscritto è
            admninistrator, perché so cosa clicco e quando.
            Mio figlio ha un utente di tipo user per fare in
            modo che non mi devasti il PC. Si può fare, basta
            farlo. Non ritengo colpa di MS se l'utente lascia
            aperto il PC. beh spiegami perchè non viene fatto di default, tutte le distribuzioni linux lo fanno, Mac OS lo fa, perchè windows deve partire di default come administrator?


            2)Si, visto che per avere un sistema con un

            firewall di default dobbiamo aspettare windows
            XP

            SP2, per vedere un sistema che non faccia

            lavorare l'utente come administrator di default

            forse forse dovremmo aspettare longhorn

            Basta configurare l'utente come user.Tu lo sai fare, ma il resto del pianeta?










            Anche perchè andando poi a leggere le


            descrizioni



            dei virus si scopre che non fanno

            assolutamente



            nulla, oppure non funzionano neppure su
            certe



            macchine.



            L'UNICO forse degno di nota è questo:



            http://secunia.com/virus_information/5188/



            poi cavolo 10 virus sono un numero
            decisamente



            pericoloso!!!



            Specie se confrontato con gli oltre 10000
            per



            windows





            Ahimé mi tocca farti un ripasso
            sull'interfaccia


            della navigazione in rete.





            Se guardi in cima alla lista dei 10 virus
            vedrai


            scritto: "Found: 3403 Viruses, displaying
            1-10".


            Significa che ci sono 3403 virus che matchano
            i


            citeri della ricerca ma che ti fa vedere solo

            gli


            elementi da 1 a 10 della lista di 3403. Hai


            presente quella riga in fondo alla lista che

            dice


            "Next 10 matches

            "? Se provi a cliccarci
            sopra


            avverrà una magia: verranno visualizzati gli


            elementi da 11 a 20 della lista di 3403.





            Provaci, è un'esperienza veramente
            totalizzante.

            simpatico, credi che non lo abbia fatto? ma

            quando leggi di worm (e non di virus) che
            nessuno

            ha mai sentito nominare, tranne forse symantec,

            RISALENTI AL 2002 già a pagina 2, direi che

            quella lista perde molto interesse

            Ma il tizio sopra diceva che non ci sono virus.
            Adesso salta fuori che non sono abbastanza famosi
            o sono troppo vecchi. Siete veramente delle
            macchiette.a parte il fatto che sono sempre la stessa persona e a differenza di te mi firmo, cmq io in 8 anni che uso linux di virus non ne ho mai visti, in ogni caso resta il fatto che virus per linux non ce ne sono, a parte qualche proof of concept, e tutti gli advisory....guarda caso.....di symantec.Ti lascio ai tuoi sasser, code red, nimda, etc etc
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma non dicevate che linux non ha vir
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: pikappa

            1) se i sistemi sono facili da attaccare

            (administrator anyone?) e sono vulnerabili è

            ovvio che i virus si diffondono

            Io ho un PC a casa dove il sottoscritto è
            admninistrator, perché so cosa clicco e quando.
            Mio figlio ha un utente di tipo user per fare in
            modo che non mi devasti il PC. Si può fare, basta
            farlo. Non ritengo colpa di MS se l'utente lascia
            aperto il PC. Qual è l'utente di default ? Con quali permessi utente riesci a lavorare sicuramente con tutti i programmi ? Compresi quelli fatti alla stracacchio ? Quali sono le impostazioni di default dei permessi sulle directory di sistema ? Quali sono i servizi inutili ma attivi, e quindi potenzialmente pericolosi, di default ? Perchè non c'era un firewall integrato fino al SP2 di XP ? Perchè neppure ora c'è un firewall integrato decente ? Non sarebbe colpa di Microsoft ?Certamente è possibile rendere più sicuro Windows, ma è alla portata di tutti gli utenti comuni ? Da un lato Microsoft ti viene a dire che chiunque può usare Windows senza leggersi neppure un manualetto, che infatti evita accuratamente di fornirti, ma dall'altro non ti dice da nessuna parte cosa fare per lavorare in sicurezza con il tuo PC. Quindi l'utente comune non è assolutamente in grado di configurare bene il sistema e soprattutto, cosa ancor più grave, non è neppure consapevole che la cosa vada fatta.Non sarebbe colpa di Microsoft ?La conseguenza è che il 90% dei PC casalinghi sono utilizzati da administrator o da utenti con permessi di administrator. E anche quando vengono utilizzati utenti con permessi limitati spesso non vengono protette le directory di sistema, che rimangono quindi accessibili in scrittura (tu l'hai fatto, vero ?????). Il risultato è una falsa sicurezza, perchè un virus può fare comunque quel che vuole.Il risultato finale è quello che conosciamo ben tutti...Il problema non è quindi il numero di virus, ma quanto i sistemi bersagliati siano vulnerabili. La vulnerabilità dei sistemi Windows è mediamente molto ma molto maggiore della vulnerabilità dei sistemi Unix o unix-like. Poi possono anche scrivere 100000 virus per Linux. Non vuol dire nulla. Anzi il fatto che non si diffondano è indice della robustezza del sistema.Evitiamo poi di fare un po' di confusioni, tipo fra virus e worm o fra la piattaforma su cui gira un antivirus e il sistema destinato ad essere protetto.La maggior parte dei 'virus' per Linux sono in realtà dei worm, il che vuol dire che funzionano grazie a vulnerabilità presumibilmente chiuse da tempo. Quindi semplicemente non funzionano più... Ad ogni modo sia virus che worm per Linux di fatto non riescono a diffondersi, anche grazie alla maggior robustezza del sistema, e quindi chi usa Linux può stare ragionevolmente sicuro senza preoccuparsi di installare un antivirus. In quest'ottica anche il concetto "non esistono virus per Linux" non è poi del tutto sbagliato.Esistono poi molti antivirus che girano su Linux, ma generalmente sono destinati ad intercettare virus per Windows. Linux infatti viene spesso utilizzato sui server, quindi si trova a dover gestire, e controllare, file destinati a client Windows.Come vedi il discorso è un po' più complesso e non si risolve semplicemente dicendo che chi dice cose diverse di quelle a cui credi è una 'macchietta'...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma non dicevate che linux non ha vir
            - Scritto da: pikappa

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: pikappa





            - Scritto da: Anonimo



            Ma non dicevate che linux non ha virus?


            Eccolo ci mancava il solito str... che ogni

            volta


            fa la solita domanda idiota, NO NON CI SONO

            VIRUS


            PER LINUX...e te lo ripeto, attualmente gli


            antivirus per linux SERVONO PER PROTEGGERE LE


            MACCHINE WINDOWS E LA POSTA ELETTRONICA



            http://secunia.com/search/?search=linux



            Risultato:



            Found: 3403 Viruses



            Mi sono detto: la parola Linux dentro tutti

            questi 3403 report ci sarà per dire "linux non è

            colpito". Quindi ho aperto i primi della lista.



            Primo virus della lista. Linux.Svat



            "Linux.Svat is a virus that affects programs
            that

            are compiled from C language sources on Linux
            and

            DOS systems. It acts as a companion to the

            standard "include file stdio.h" function. After

            it is installed it is inserted into every newly

            compiled application". Oh-oh...



            Secondo virus. Linux.Hyp.6168

            "Linux.Hyp.6168 is a parasitic virus that
            infects

            Linux kernel modules.". Umhhhh...



            Terzo virus. Linux.Smile

            "It is the first known polymorphic metamorphic

            virus to infect under both Windows and Linux. ".

            Ah, bè. Sarà colpa di Windows.



            Quarto virus. W32.HLLW.Lavits.

            Qui mi sa che il nome Linux c'è solo per dire
            che

            non è impattato, visto che il nome comincia con

            W32. Andiamo al prossimo.



            Quinto virus. Linux.Millen.Worm

            "Linux.Millen.Worm is a worm that replicates to

            Linux systems on Intel platforms. It uses remote

            exploits on four different servers to spread to

            vulnerable computers." Però...



            Sesto Virus. Linux.Slapper.D

            "Linux.Slapper.D is a worm that uses an OpenSSL

            buffer overflow exploit to run a shell on a

            remote computer. The worm targets vulnerable

            installations of the Apache Web server on Linux

            operating systems, which include versions of

            SuSe, Mandrake, RedHat, Slackware, and Debian.
            ".

            Noooooo. Pure Debian, il sistema operativo di

            tutta la galassia. Come è possibile?



            Scusa, potresti ri-postare il tuo messaggio in

            cui scrivi in maiuscolo che non ci sono virus
            per

            Linux? Vorrei stamparmelo e appendermelo sulla

            scrivania per ridere un po' di tanto in tanto.
            Volentieri, non esistono virus per linux con
            diffusione degna di nota...la parte debole della catena come al solito sono i pc 'consumer'.a livello desktop òinux non è degno di nota.capisci fin qui?capisci che se linux l'hanno 4 gatti è difficele infettare 1600 linux?non trovi che un virus
            che non si diffonde sia un pò inutile? non trovi di essere fazioso
            Anche perchè andando poi a leggere le descrizioni
            dei virus si scopre che non fanno assolutamente
            nulla, oppure non funzionano neppure su certe
            macchine.oppure non esistono sono stati messi lì per riempire spazio
            L'UNICO forse degno di nota è questo:
            http://secunia.com/virus_information/5188/
            poi cavolo 10 virus sono un numero decisamente
            pericoloso!!!10?forse non sai neanche contare
            Specie se confrontato con gli oltre 10000 per
            windowsspecie se confrontiamo le quote di mercato: ms 97% linux 2 % da dividere tra 10000 mln di mln di distro e tra kernel vecchi e nuovi.la verità è che a livello desktop linux non se lo caga** neanche i virus
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma non dicevate che linux non ha vir
          - Scritto da: Anonimo

          PER LINUX...e te lo ripeto, attualmente gli

          antivirus per linux SERVONO PER PROTEGGERE LE

          MACCHINE WINDOWS E LA POSTA ELETTRONICAle macchine windows si proteggono da sole con il loro antivirus, anche perchè un antivirus per linux non può di certo funzionare per proteggere le macchine di windows dato che la protezione real time richiede l'esecuzione su una macchina windows. Ammettetelo che linux non è più sicuro come una volta...
          • frizzo scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...
            il fatto di dire "esistono" non vuol dire infettano ..probabilmente non lo capite..andat ad aggioranre il vostro antivirus che grazie ai permessi impostati a 0 qualcosa si è insidiata nel reigstro(da noi è IMPOSSIBILE).script roockit vi dice niente? su linux le schifezze ESISTONO,ma NON è facile che entrinose poi io mi collego come ROOT allora ho TUTTI i processi che girano ROOT(su windows girano SEMPRE da ROOT)...probabilmente è un discorso che non capirete...è dura ammettere di aver pagato una gruviera MAI aggiornata che ti dice:collegati pure da root,tanto il sistema è user-friendely(pagata mò..non diciamo cavolate..cracckata al massimo)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...
            - Scritto da: frizzo
            il fatto di dire "esistono" non vuol dire
            infettano ..probabilmente non lo capite..andat ad
            aggioranre il vostro antivirus che grazie ai
            permessi impostati a 0 qualcosa si è insidiata
            nel reigstro(da noi è IMPOSSIBILE).
            script roockit vi dice niente?
            su linux le schifezze ESISTONO,ma NON è facile
            che entrino
            se poi io mi collego come ROOT allora ho TUTTI i
            processi che girano ROOT(su windows girano SEMPRE
            da ROOT)...
            probabilmente è un discorso che non capirete...è
            dura ammettere di aver pagato una gruviera MAI
            aggiornata che ti dice:collegati pure da
            root,tanto il sistema è user-friendely
            (pagata mò..non diciamo cavolate..cracckata al
            massimo)Bla, bla, bla.Fino a qualche tempo fa non esistevano. Adesso esistono ma non fanno del male. Domani vedrai che faranno del male ma saranno simpatici.La m***a di linux per voi avrà sempre l'odore di Chanel n. 5.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...
            - Scritto da: frizzo
            il fatto di dire "esistono" non vuol dire
            infettano ..probabilmente non lo capite..andat ad
            aggioranre il vostro antivirus che grazie ai
            permessi impostati a 0 qualcosa si è insidiata
            nel reigstro(da noi è IMPOSSIBILE).così come esistono utenti linux che usano l'account root, così esistono utenti windows che usano l'account admin.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...
            - Scritto da: frizzo
            se poi io mi collego come ROOT allora ho TUTTI i
            processi che girano ROOT(su windows girano SEMPRE
            da ROOT)...solo se usi l'account amministratore tutti i processi girano da root.Chi usa l'account amministratore significa che non ha capito come si usa windows, così come chi usa linux come root non ha capito come si usa linux.Con account limitato windows si comporta esattamente come si comporterebbe un account non root di linux, quindi non è vero che su windows girano sempre da root. Girano da root per te che non conosci windows, non lo sai configurare, e spari cazzate senza conoscerlo!
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...
            - Scritto da: frizzo
            il fatto di dire "esistono" non vuol dire
            infettano ..probabilmente non lo capite..andat ad
            aggioranre il vostro antivirus che grazie ai
            permessi impostati a 0 qualcosa si è insidiata
            nel reigstro(da noi è IMPOSSIBILE).
            script roockit vi dice niente?se usi l'account limitato col cavolo che un programma o un virus riesce a scrivere su c:windows o sulle cartelle dell'antivirus che stanno in c:programmi. Quindi prima di parlare almeno installa windows...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma non dicevate che linux non ha vir
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            PER LINUX...e te lo ripeto, attualmente gli


            antivirus per linux SERVONO PER PROTEGGERE LE


            MACCHINE WINDOWS E LA POSTA ELETTRONICA

            le macchine windows si proteggono da sole con il
            loro antivirus, anche perchè un antivirus per
            linux non può di certo funzionare per proteggere
            le macchine di windows dato che la protezione
            real time richiede l'esecuzione su una macchina
            windows. Ammettetelo che linux non è più sicuro
            come una volta...L'unica cosa che bisogna ammettere è che tu non hai capito un ca**o di quello di cui stai parlando...
  • Vide scrive:
    Re: Niente di nuovo
    - Scritto da: Anonimo
    Grazie per aver dimostrato che Linux non sarà MAI
    un prodotto consumer.Stiamo parlando di amministratori di sistema, non della casalinga di voghera che vuole navigare in internet, fesso.
  • Anonimo scrive:
    Non comprate McAfee!
    e vedrete come questi capitalisti usciranno con la coda fra le gambe, così come è già successo in passato con altre aziende a scopo di lucro e come presto succederà a quegli approfittatori di IBMspero solo che Stallman si sbrighi a ufficializzare questa benedetta gpl2 così la finiranno per una volta e per tutte di sporcare il kernel con $oldiLINUX RULEZ (linux) (linux) (linux)
    • Vide scrive:
      Re: Non comprate McAfee!

      spero solo che Stallman si sbrighi a
      ufficializzare questa benedetta gpl2 così la
      finiranno per una volta e per tutte di sporcare
      il kernel con $oldiImmagino tu sia lo stesso troll dell'altro thread fintolinuxaro che non sa che:- gli IPS opensource esistono da eoni- gli AV opensource esistono da tempo, ormai (ClamAV su tutti)- la GPLv2 è quella che usano TUTTI, si sta stendendo la v3Studia, va, se vuoi fare il troll finto-linaro
      • Anonimo scrive:
        Re: Non comprate McAfee!
        - Scritto da: Vide



        spero solo che Stallman si sbrighi a

        ufficializzare questa benedetta gpl2 così la

        finiranno per una volta e per tutte di sporcare

        il kernel con $oldi

        Immagino tu sia lo stesso troll dell'altro thread
        fintolinuxaro che non sa che:
        - gli IPS opensource esistono da eoni
        - gli AV opensource esistono da tempo, ormai
        (ClamAV su tutti)
        - la GPLv2 è quella che usano TUTTI, si sta
        stendendo la v3

        Studia, va, se vuoi fare il troll finto-linaroclamav è l'esempio concreto di quanto le cose si possono fare senza l'ausilio del $oldinon capisco perchè ti sei alterato così tanto
        • Chernobyl scrive:
          Re: Non comprate McAfee!
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Vide






          spero solo che Stallman si sbrighi a


          ufficializzare questa benedetta gpl2 così la


          finiranno per una volta e per tutte di
          sporcare


          il kernel con $oldi



          Immagino tu sia lo stesso troll dell'altro
          thread

          fintolinuxaro che non sa che:

          - gli IPS opensource esistono da eoni

          - gli AV opensource esistono da tempo, ormai

          (ClamAV su tutti)

          - la GPLv2 è quella che usano TUTTI, si sta

          stendendo la v3



          Studia, va, se vuoi fare il troll finto-linaro

          clamav è l'esempio concreto di quanto le cose si
          possono fare senza l'ausilio del $oldiClamav all'inizio si era basato su openantivirus, che non valeva niente. Gli unici antivirus seri per unix erano commerciali.
          non capisco perchè ti sei alterato così tantoPerche' perdiamo tempo con un troll come te
  • Chernobyl scrive:
    Re: Se non è open source non lo vogliamo

    la comunità linux è e sarà sempre refrattaria al
    danaro, non gradiamo che uomini di affare si
    impadroniscano del nostro sistema operativo,
    tutto qui.

    se ci sarà mai bisogno di un antivirus per Linux,
    questo ce lo creeremo noi con le nostre risorse

    (linux)Sei un troll di I grado: www.clamav.netAdesso torna a studiare le sottrazioni
    • francescor82 scrive:
      Re: Se non è open source non lo vogliamo

      Sei un troll di I grado: www.clamav.net
      Adesso torna a studiare le sottrazioniMi hai bruciato sul tempo :-(
    • Anonimo scrive:
      Re: Se non è open source non lo vogliamo
      - Scritto da: Chernobyl

      la comunità linux è e sarà sempre refrattaria al

      danaro, non gradiamo che uomini di affare si

      impadroniscano del nostro sistema operativo,

      tutto qui.



      se ci sarà mai bisogno di un antivirus per
      Linux,

      questo ce lo creeremo noi con le nostre risorse



      (linux)

      Sei un troll di I grado: www.clamav.net
      Adesso torna a studiare le sottrazioniclamav è un antivirus per lo più utilizzato nei server di posta, ma da qui a parlare di virus su linux bisognaessere vero dei troll come telinux è open source e finchè rimarrà open source sarà impossibile attaccarlo con dei virusper questo dobbiamo dire no a qualsiasi forma di software commerciale che abbia intenzione di infettare GNU/Linux
      • Anonimo scrive:
        Re: Se non è open source non lo vogliamo

        linux è open source e finchè rimarrà open source
        sarà impossibile attaccarlo con dei virusLOLE siccome a me piace la maionese allora crescono le patate nei campi... ma cosa c'entra?comunque... IPSE DIXIT ahah
      • Anonimo scrive:
        Re: Se non è open source non lo vogliamo

        linux è open source e finchè rimarrà open source
        sarà impossibile attaccarlo con dei virusCerto, se e' opensource l'etica dei virus writer rende linux inattaccabile :D O lo difende, per es., da quelli che ti bucano il sito per inveire contro il capitalismo :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Niente di nuovo


    Grazie per aver dimostrato che Linux non sarà MAI
    un prodotto consumer.Linux e' gia' un prodotto consumer, mi viene in mente Tivo e i router Linksys...
    • Anonimo scrive:
      Re: Niente di nuovo
      - Scritto da: Anonimo



      Grazie per aver dimostrato che Linux non sarà
      MAI

      un prodotto consumer.

      Linux e' gia' un prodotto consumer, mi viene in
      mente Tivo e i router Linksys...Sono black box. Non sono consumer.
      • Anonimo scrive:
        Re: Niente di nuovo
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo





        Grazie per aver dimostrato che Linux non sarà

        MAI


        un prodotto consumer.



        Linux e' gia' un prodotto consumer, mi viene in

        mente Tivo e i router Linksys...

        Sono black box. Non sono consumer.Vorrei sapere allora cosa intendi per "prodotto consumer"...
  • Anonimo scrive:
    McAfee lascia in pace linux
    e adesso incominceranno a comparire virus di ogni genere giusto per motivare l'installazione di questo freno a mano ,Symantec seguira con la sua bella zavorra Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: McAfee lascia in pace linux
      - Scritto da: Anonimo
      e adesso incominceranno a comparire virus di ogni
      genere giusto per motivare l'installazione di
      questo freno a mano ,Symantec seguira con la sua
      bella zavorra
      CiaoMa, scusa. Io avevo capito che la causa dei virus era la pochezza del sistema operativo di Microsoft. Come può succedere la stessa cosa su Linux?
      • Anonimo scrive:
        Re: McAfee lascia in pace linux
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        e adesso incominceranno a comparire virus di
        ogni

        genere giusto per motivare l'installazione di

        questo freno a mano ,Symantec seguira con la sua

        bella zavorra

        Ciao

        Ma, scusa. Io avevo capito che la causa dei virus
        era la pochezza del sistema operativo di
        Microsoft. Come può succedere la stessa cosa su
        Linux?I virus sono programmi che infettano altri programmi e causano danni... e possono esserci su Windows, Linux e qualsiasi altro sistema operativo esistente.
        • Anonimo scrive:
          Re: McAfee lascia in pace linux

          I virus sono programmi che infettano altri
          programmi e causano danni... e possono esserci su
          Windows, Linux e qualsiasi altro sistema
          operativo esistente.
          Con la differenza che su windows infettano per colpa del sistema operativo mentre su linux la colpa è dei bastardi che scrivono virus.
        • Anonimo scrive:
          Re: McAfee lascia in pace linux
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          e adesso incominceranno a comparire virus di

          ogni


          genere giusto per motivare l'installazione di


          questo freno a mano ,Symantec seguira con la
          sua


          bella zavorra


          Ciao



          Ma, scusa. Io avevo capito che la causa dei
          virus

          era la pochezza del sistema operativo di

          Microsoft. Come può succedere la stessa cosa su

          Linux?

          I virus sono programmi che infettano altri
          programmi e causano danni... e possono esserci su
          Windows, Linux e qualsiasi altro sistema
          operativo esistente.Ah, scusa. Io fino a oggi, anche leggendo i forum PI del passato, avevo capito che i virus sono una roba che attacca solo Windows. Grazie per avermi chiarito che non è così.
    • Anonimo scrive:
      Re: McAfee lascia in pace linux
      - Scritto da: Anonimo
      e adesso incominceranno a comparire virus di ogni
      genere giusto per motivare l'installazione di
      questo freno a mano ,Symantec seguira con la sua
      bella zavorrapiu che virus io parlerei di lkm, ossia moduli del kernelmalevoli che una volta caricati in memoria hanno praticamente il controllo totale della macchina.fortunatamente il kernel 2.6 ha eliminato diverse syscallche venivano usate in precedenza per compiere operazioni non convenzionali tipo il caricamento a runtime di un trojian mediante il device /dev/kmem anche in presenza di un kernel monolitico.l'implementazione piu famosa che ricordo era suck-it un codicillo portentoso usato dalle crew tamarre nei lontani anni del1998 :)
      Ciao
  • Anonimo scrive:
    McAffe ti protegge da linux
    McAffe ha scoperto un nuovo virus si chiama Linux e si espande come un cancro yeahhh :D
    • Anonimo scrive:
      Re: McAffe ti protegge da linux
      - Scritto da: Flammerone
      McAffe ha scoperto un nuovo virus
      si chiama Linux e si espande come un cancro
      yeahhh :DSu 5 post che hai fatto non ce né uno di sensato o_OCapisco che tu stia cercando flame, ma guarda che non è mica questo il modo.Se vai sul tuo manuale (quello con copertina verde) "Il perfetto Troll di PI" a pagina 5 vedrai che c'è scritto:"...un bravo troll fa di tutto per non essere identificato come tale..."Mentre a pagina 11: "...le affermazioni fatte dai troll devono poter causare discussioni lunghe e tortuose, a tal fine si consiglia di scrivere post generalizzati contenenti parte verità e parte menzogna di modo da rendere più complesso per un utente dimostrare che tu sia un troll e che le tue argomentazioni siano false..."Insomma, come vedi la capacità di un troll di generare flame è direttamente proporzionale alla sua capacità di nascondersi e mischiarsi agli altri utenti. Ecco l'importanza di rimanere anonimi, di non iscriversi e, se ci si iscrive, di NON usare nick che evidenzino la natura trollesca del soggetto.
      • Anonimo scrive:
        Re: McAffe ti protegge da linux
        - Scritto da: Wakko Warner

        - Scritto da: Flammerone

        McAffe ha scoperto un nuovo virus

        si chiama Linux e si espande come un cancro

        yeahhh :D

        Su 5 post che hai fatto non ce né uno di sensato
        o_O
        Capisco che tu stia cercando flame, ma guarda che
        non è mica questo il modo.
        Se vai sul tuo manuale (quello con copertina
        verde) "Il perfetto Troll di PI" a pagina 5
        vedrai che c'è scritto:
        "...un bravo troll fa di tutto per non essere
        identificato come tale..."
        Mentre a pagina 11: "...le affermazioni fatte dai
        troll devono poter causare discussioni lunghe e
        tortuose, a tal fine si consiglia di scrivere
        post generalizzati contenenti parte verità e
        parte menzogna di modo da rendere più complesso
        per un utente dimostrare che tu sia un troll e
        che le tue argomentazioni siano false..."
        Insomma, come vedi la capacità di un troll di
        generare flame è direttamente proporzionale alla
        sua capacità di nascondersi e mischiarsi agli
        altri utenti. Ecco l'importanza di rimanere
        anonimi, di non iscriversi e, se ci si iscrive,
        di NON usare nick che evidenzino la natura
        trollesca del soggetto.
        Chi sei tu per stabilire come dovrei vivere io o per criticare il mio stile di vita?
        • Anonimo scrive:
          Re: McAffe ti protegge da linux
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Wakko Warner
          Chi sei tu per stabilire come dovrei vivere io o
          per criticare il mio stile di vita?
          Trollone non morphare sono io il vero Flammeroneyeahh :D
  • Anonimo scrive:
    Non lo comprerà nessuno
    Tanto linux è sicuro.Basta non installare programmi a rischio.Ad esempio apache, php, vari browser, i vari plugin flash, real etc. etc.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non lo comprerà nessuno
      - Scritto da: Anonimo
      Tanto linux è sicuro.
      Basta non installare programmi a rischio.
      Ad esempio apache, php, vari browser, i vari
      plugin flash, real etc. etc.Non è così. Se non tieni il sistema aggiornato puoi essere a rischio, anche se un antivirus non servirebbe a nulla lo stesso.Quanto ad apache, php, mysql... basta configurarli in modo da farli girare solo in locale.Per quanto riguarda i vari browser... beh uno dovrai pur usarlo :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Non lo comprerà nessuno
      - Scritto da: Anonimo
      Tanto linux è sicuro.http://zone-h.it/Linux (60.0%)Win 2000 (23.4%)Win 2003 (14.6%)FreeBSD (1.6%)Win XP (0.2%)Win NT9x (0.2%)
      • pinguinello scrive:
        Re: Non lo comprerà nessuno
        A volte i numeri vanno pure interpretati,.Windows non viene attaccato solo perchè se ai lamer gli dici che hai "bucato" un server windows ti ridono in faccia dato che è troppo facile da violare. (per stessa ammissione di zone-h)
        • Anonimo scrive:
          Re: Non lo comprerà nessuno
          A parte che i server Linux con cui devi confrontare win* e derivati sono: Debian, Slack, e Gentoo.A parte che win* implementa sw BSD (cosa che non dovrebbe, non essendo uno UNIX).A parte che una distro Linux implementa molto, ma molto più sw di win* e conseguentemente ha più bag.Dovresti considerare il N° di bug per quantità (Mb, Gb, Kb - scegli un pò tu - ) di sw installato. E in questo caso i numeri sono veramente da abbandono per win* qualsiasi distro prendi
          • Anonimo scrive:
            Re: Non lo comprerà nessuno
            - Scritto da: Anonimo
            A parte che i server Linux con cui devi
            confrontare win* e derivati sono: Debian, Slack,
            e Gentoo.
            A parte che win* implementa sw BSD (cosa che non
            dovrebbe, non essendo uno UNIX).
            A parte che una distro Linux implementa molto, ma
            molto più sw di win* e conseguentemente ha più
            bag.

            Dovresti considerare il N° di bug per quantità
            (Mb, Gb, Kb - scegli un pò tu - ) di sw
            installato. E in questo caso i numeri sono
            veramente da abbandono per win* qualsiasi distro
            prendiNon è così. Girava qualche tempo fa su questi forum una serie di post che confrontava i bug del kernel di Linux con quelli del kernel Windows indicati su secunia. E Windows aveva MENO vulnerabilità.Il tuo post, pieno di distinguo e di dati non dimostrati ma accettati per fede, è assolutamente indicativo di uno stato di difficoltà che vedo smpre più affiorare quando si parla di vulnerabilità: i linux-lovers cominciano a rendersi conto che il loro sistema non è più quel paradiso di sicurezza nel quale credevano di essere cresciuti. Quella poi che Windows non dovrebbe implmentare codice BSD è veramente da sbellicarsi. A cosa siete arrivati ad attaccarvi, ve ne rendete conto?Welcome to the real world.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non lo comprerà nessuno

            Girava qualche tempo fa su questi
            forum una serie di post che confrontava i bug del
            kernel di Linux con quelli del kernel Windows
            indicati su secunia. E Windows aveva MENO
            vulnerabilità.Scrive un untente Win, quindi niente flame, pliz ;)Ti invito a controllare le tue informazioni, ho sempre letto il contrario 8)
          • Anonimo scrive:
            Re: Non lo comprerà nessuno
            - Scritto da: Anonimo

            Girava qualche tempo fa su questi

            forum una serie di post che confrontava i bug
            del

            kernel di Linux con quelli del kernel Windows

            indicati su secunia. E Windows aveva MENO

            vulnerabilità.

            Scrive un untente Win, quindi niente flame, pliz
            ;)

            Ti invito a controllare le tue informazioni, ho
            sempre letto il contrario 8)Anche io ho sempre letto il contrario. Poi sono stato ad un evento sulla sicurezza dove si comparavano il numero di vulnerabilità e si diceva che Windows ne ha meno. Non convinto sono andato a contare su www.secunia.com . Ebbene: è così.
      • Anonimo scrive:
        Re: Non lo comprerà nessuno
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Tanto linux è sicuro.

        http://zone-h.it/

        Linux (60.0%)
        Win 2000 (23.4%)
        Win 2003 (14.6%)
        FreeBSD (1.6%)
        Win XP (0.2%)
        Win NT9x (0.2%)Mmmm... da questo si deduce che Windows 98 è più sicuro di Windows 2000/XPMa per favore :DI numeri vanno interpretati.
        • Anonimo scrive:
          Re: Non lo comprerà nessuno
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          Tanto linux è sicuro.



          http://zone-h.it/



          Linux (60.0%)

          Win 2000 (23.4%)

          Win 2003 (14.6%)

          FreeBSD (1.6%)

          Win XP (0.2%)

          Win NT9x (0.2%)

          Mmmm... da questo si deduce che Windows 98 è più
          sicuro di Windows 2000/XP

          Ma per favore :D

          I numeri vanno interpretati.Oggi è pure meglio. Interpreta questi.Linux (81.4%)Win 2003 (8.8%)Win 2000 (7.1%)FreeBSD (1.8%)Unknown (0.9%)
          • Anonimo scrive:
            Re: Non lo comprerà nessuno

            Oggi è pure meglio. Interpreta questi.


            Linux (81.4%)

            Win 2003 (8.8%)

            Win 2000 (7.1%)

            FreeBSD (1.8%)

            Unknown (0.9%)Qui sfugge una cosa fondamentale.E' più soddisfacente bucare il sito dei grissini o quello della NASA?Ora... tra il sito della NASA e quello dei grissini, quale è più probabile che scelga un sistema intrinsecamente insicuro come Windows?Non si parla di tizio che ha bucato caio e non taldeitali... si parla di vulnerabilità oggettive. Ed oggettivamente Windows si è rivelato nel tempo molto poco sicuro. Full stop.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non lo comprerà nessuno
            - Scritto da: Anonimo

            Ora... tra il sito della NASA e quello dei
            grissini, quale è più probabile che scelga un
            sistema intrinsecamente insicuro come Windows?Cosa vuol dire "intrinsecamente insicuro"? Se verifichi il numero delle vulnerabilità ti rendi conto che tutti i sistemi hanno bug. E che Linux ne ha pure di più. Conta qualcosa che sia intinsecamente sicuro, se poi è più bucato?

            Non si parla di tizio che ha bucato caio e non
            taldeitali... si parla di vulnerabilità
            oggettive. Ed oggettivamente Windows si è
            rivelato nel tempo molto poco sicuro. Full stop.Non confondere bucato con attaccato. Windows è più attaccato non più bucato.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non lo comprerà nessuno

            Cosa vuol dire "intrinsecamente insicuro"? Se
            verifichi il numero delle vulnerabilità ti rendi
            conto che tutti i sistemi hanno bug. E che Linux
            ne ha pure di più. Conta qualcosa che sia
            intinsecamente sicuro, se poi è più bucato?Linux ha bug? Certo.Linux ne ha più di Windows? Assolutamente no.Linux ha mai permesso la diffusione di worm quali Blaster che infettano le macchine remotamente? No. Windows? Si.That'all folks.
            Non confondere bucato con attaccato. Windows è
            più attaccato non più bucato.Sull'attaccato dubito tu possa avere molta documentazione, altrimenti ti prego di mostrarcela ;)Sul "bucato" dipende come già detto da molti fattori ^^
          • Anonimo scrive:
            Re: Non lo comprerà nessuno
            - Scritto da: Anonimo

            Cosa vuol dire "intrinsecamente insicuro"? Se

            verifichi il numero delle vulnerabilità ti rendi

            conto che tutti i sistemi hanno bug. E che Linux

            ne ha pure di più. Conta qualcosa che sia

            intinsecamente sicuro, se poi è più bucato?

            Linux ha bug? Certo.
            Linux ne ha più di Windows? Assolutamente no.Vai su www.secunia.com e fai qualche query. Ti garantisco che avrai delle sorprese.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non lo comprerà nessuno

            Vai su www.secunia.com e fai qualche query. Ti
            garantisco che avrai delle sorprese.Nessuna sorpresa... basta cercare le cose giuste e non scrivere "linux" nel motore di ricerca interno ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Non lo comprerà nessuno
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo



            Tanto linux è sicuro.





            http://zone-h.it/





            Linux (60.0%)


            Win 2000 (23.4%)


            Win 2003 (14.6%)


            FreeBSD (1.6%)


            Win XP (0.2%)


            Win NT9x (0.2%)



            Mmmm... da questo si deduce che Windows 98 è più

            sicuro di Windows 2000/XP



            Ma per favore :D



            I numeri vanno interpretati.

            Oggi è pure meglio. Interpreta questi.


            Linux (81.4%)

            Win 2003 (8.8%)

            Win 2000 (7.1%)

            FreeBSD (1.8%)

            Unknown (0.9%)Leggi meglio:Todays reported and verified attacks: 113 of which 14 are single IP and 99 mass defacementsLa statistica che zone-h non riporta è quella degli attacchi raggruppati per IP e per OS. Se su un server linux metti 100 siti, violato UN server, se sei un lamer che vuole sentirsi importante, violi 100 siti e fai schizzare la statistica.Se, in media, su u server linux metti tanti siti e su uno M$ uno o poco più (perchè senno non regge), ecco spiegati questi numeri.Vatti a vedere un po' il dettaglio: un server linux è stato violato e su questo risiedono decine di siti: ecco spiegata la statistica. Decine di siti violati, ma UN server violato.Saluti...................Enrico (linix) (c64)
      • Anonimo scrive:
        Re: Non lo comprerà nessuno
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Tanto linux è sicuro.

        http://zone-h.it/

        Linux (60.0%)
        Win 2000 (23.4%)
        Win 2003 (14.6%)
        FreeBSD (1.6%)
        Win XP (0.2%)
        Win NT9x (0.2%)non ha senso paragonare la sicurezza di un kernel (linux) a quella dei S.O. (win_xx, *bsd, ecc.)avrebbe senso se parlassimo di linux/debian, linux/slackware ecc.
        • Anonimo scrive:
          Re: Non lo comprerà nessuno
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          Tanto linux è sicuro.



          http://zone-h.it/



          Linux (60.0%)

          Win 2000 (23.4%)

          Win 2003 (14.6%)

          FreeBSD (1.6%)

          Win XP (0.2%)

          Win NT9x (0.2%)

          non ha senso paragonare la sicurezza di un kernel
          (linux) a quella dei S.O. (win_xx, *bsd, ecc.)

          avrebbe senso se parlassimo di linux/debian,
          linux/slackware ecc.Puoi verificarlo su www.secunia.com
          • Anonimo scrive:
            Re: Non lo comprerà nessuno

            Puoi verificarlo su www.secunia.comCome puoi verificare che il kernel Linux è stato soggetto a meno falle e soprattutto a falle meno gravi rispetto a Windows ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Non lo comprerà nessuno
            - Scritto da: Anonimo

            Puoi verificarlo su www.secunia.com

            Come puoi verificare che il kernel Linux è stato
            soggetto a meno falle e soprattutto a falle meno
            gravi rispetto a Windows ;)Fino a qualche tempo fa Linux non aveva vulnerabilità. Più recentement ne aveva meno. Oggi ne ha di più ma meno gravi.Ma quando vi sveglierete?
          • Anonimo scrive:
            Re: Non lo comprerà nessuno
            Non so, ma tanto è sabato...
      • Anonimo scrive:
        Re: Non lo comprerà nessuno
        ma proprio tanto... 14 IP singoli99 mass defacementsLinux (81.4%)Win 2003 (8.8%)Win 2000 (7.1%)FreeBSD (1.8%)Unknown (0.9%)ma quanti defacements in linux!
    • Anonimo scrive:
      Re: Non lo comprerà nessuno

      Tanto linux è sicuro.secunia.com = patch di sicurezza per linux ogni giorno!
      Basta non installare programmi a rischio.peccato che su linux girano pacchetti che non hanno firma digitale, come invece windows ha che garantisce la provenienza sicura.Senza contare di quella selva di distribuzioni che non fanno altro che essere delle potenziali backdoor per gli utenti che le installano, perchè chiunque può crearsi una distribuzione più o meno famosa, metterci su una bella backdoor.
      • Anonimo scrive:
        Re: Non lo comprerà nessuno

        peccato che su linux girano pacchetti che non
        hanno firma digitale, come invece windows ha che
        garantisce la provenienza sicura.Baggianate :DTutto quello che scarichi dai repository della varie distribuzioni è firmato ^^
        Senza contare di quella selva di distribuzioni
        che non fanno altro che essere delle potenziali
        backdoor per gli utenti che le installano, perchè
        chiunque può crearsi una distribuzione più o meno
        famosa, metterci su una bella backdoor.Certo... un po' come fa Bill con Windows, con la differenza che non ci sono "distribuzioni" di Windows e quindi o è così o è così, e con la differenza che in Windows non puoi controllare il codice ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Non lo comprerà nessuno

        secunia.com = patch di sicurezza per linux ogni
        giorno!Piacerebbe anche a te avere patch quando servono, vero utente Win? Soprattutto patch che non debbano essere patchate o che blocchino servizi corretti, come accadde tempo fa :)

        Basta non installare programmi a rischio.

        peccato che su linux girano pacchetti che non
        hanno firma digitale, come invece windows ha che
        garantisce la provenienza sicura.
        Senza contare di quella selva di distribuzioni
        che non fanno altro che essere delle potenziali
        backdoor per gli utenti che le installano, perchè
        chiunque può crearsi una distribuzione più o meno
        famosa, metterci su una bella backdoor.Fai una distro e falla diventare famosa quanto Knoppix, ti ci voglio proprio vedere. Ma ognuno può farsene una se vuole, è questo il bello :)Ah, la firma digitale di Win mi dice essere iniscuri i driver della stampante, della scheda pcmcia e del lettore. Tutti software presi da cd, che dici, ci sarà qualche trabocchetto??? 8)
    • Anonimo scrive:
      HAI RAGIONE
      - Scritto da: Anonimo
      Tanto linux è sicuro.
      Basta non installare programmi a rischio.
      Ad esempio apache, php, vari browser, i vari
      plugin flash, real etc. etc.Hai perfettamente ragione!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Non lo comprerà nessuno
      Consiglio la lettura delle statistiche (grafici) di zone-h relative agli attacchi di vario tipo da loro censiti negli ultimi anni fino al 2004, il link è:http://www.zone-h.org/files/82/ZoneHorg2004statisticsfinal.pdfPer me è stata una "lettura" (...sono grafici, un po' come i fumetti! ;) ) interessante....poi ognuno si terrà i propri pareri ma almeno non dimentichiamo i fatti :DPer quanto riguarda i SO.....per me dovrebbero essercene ALMENO 3 e quello meno diffuso dovrebbe avere il 10% del mercato...altro che linux-win. La diversificazione porterebbe vera innovazione.Lo so, è un sogno e/o una utopia.......invece viviamo in in incubo! ;) :)EzP.S.: il software bug free non è stato ancora inventato!
      • Anonimo scrive:
        Re: Non lo comprerà nessuno

        Per quanto riguarda i SO.....per me dovrebbero
        essercene ALMENO 3 e quello meno diffuso dovrebbe
        avere il 10% del mercato...altro che linux-win.
        Cioè ti dovrebbe essere imposto un so per legge :|
    • Anonimo scrive:
      Re: Non lo comprerà nessuno
      - Scritto da: Anonimo
      Tanto linux è sicuro.
      Basta non installare programmi a rischio.
      Ad esempio apache, php, vari browser, i vari
      plugin flash, real etc. etc.le studi al cepu queste scemenze?
  • Anonimo scrive:
    Si, vabbè...
    Prima per il Mac, adesso per Linux, tra un pò faranno l'antivirus anche per le macchinette del caffè.Ma chi è il fesso che compra un antivirus per linux?!? E' totalmente inutile, su linux piuttosto metti su un buon firewall, e tieni aggiornato il sistema ma... che ci fai con un antivirus? Un antivirus non ferma certo una root escalation.
    • Anonimo scrive:
      Re: Si, vabbè...
      - Scritto da: Anonimo
      Prima per il Mac, adesso per Linux, tra un pò
      faranno l'antivirus anche per le macchinette del
      caffè.

      Ma chi è il fesso che compra un antivirus per
      linux?!? E' totalmente inutile, su linux
      piuttosto metti su un buon firewall, e tieni
      aggiornato il sistema ma... che ci fai con un
      antivirus?

      Un antivirus non ferma certo una root escalation.Oh be, si sa mai... e comunque configurarsi l'iptables come dio comanda (o comanderebbe se esistesse) s'ha da fà, non ci sono scuse.
      • Anonimo scrive:
        Re: Si, vabbè...
        - Scritto da: Anonimo
        Oh be, si sa mai... e comunque configurarsi
        l'iptables come dio comanda (o comanderebbe se
        esistesse) s'ha da fà, non ci sono scuse.Certo, e infatti su quello ero d'accordo anche io:

        Ma chi è il fesso che compra un antivirus per

        linux?!? E' totalmente inutile, su linux

        piuttosto metti su un buon firewallAnche se in realtà puoi farne a meno se configuri un firewall hardware, tipo un router.Ma l'antivirus imho non serve ad una cippa: non voglio stare qui a discutere su linux sicuro o meno, fatto sta che le falle di linux non le sfruttano dei "virus", al massimo tentano di prenderti i privilegi di root. Cosa che è ugualmente pericolosa, ma diversa nella sostanza.Potrebbe funzionare solo per casi tipizzati tipo quello della patch fasulla di RedHat. Ma sono casi limitati e patetici.
        • Anonimo scrive:
          Re: Si, vabbè...

          un firewall hardware, tipo un router."Firewall hardware" non vuol dire niente. Non ci sono parti elettro-meccaniche che filtrano i dati. Dentro al router che tu chiami "firewall hardware" c'è sempre un software che gira (il firmware)... è lui che filtra i dati, ed è un software.
          • Anonimo scrive:
            Re: Si, vabbè...
            - Scritto da: Anonimo

            un firewall hardware, tipo un router.

            "Firewall hardware" non vuol dire niente. Non ci
            sono parti elettro-meccaniche che filtrano i
            dati. Dentro al router che tu chiami "firewall
            hardware" c'è sempre un software che gira (il
            firmware)... è lui che filtra i dati, ed è un
            software.Ti sei dimenticato il resto della frase da esaminare : "tipo un router".Routing e Firewalling che c'azzeccano? Magari il ragazzotto sfoglia le pagine delle riviste e legge : Vendesi router con firewall con pochi chilometri.E quindi associa ROUTER con FIREWALL!!!!!!!Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Si, vabbè...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            un firewall hardware, tipo un router.



            "Firewall hardware" non vuol dire niente. Non ci

            sono parti elettro-meccaniche che filtrano i

            dati. Dentro al router che tu chiami "firewall

            hardware" c'è sempre un software che gira (il

            firmware)... è lui che filtra i dati, ed è un

            software.

            Ti sei dimenticato il resto della frase da
            esaminare : "tipo un router".

            Routing e Firewalling che c'azzeccano?
            Magari il ragazzotto sfoglia le pagine delle
            riviste e legge : Vendesi router con firewall con
            pochi chilometri.
            E quindi associa ROUTER con FIREWALL!!!!!!!

            CiaoQuesto detto è comunque valido ^^
          • Anonimo scrive:
            errata corrige

            Questo detto è comunque valido ^^Quanto detto*[sono un anonimo preciso]
          • Anonimo scrive:
            Re: Si, vabbè...
            - Scritto da: Anonimo
            Ti sei dimenticato il resto della frase da
            esaminare : "tipo un router".

            Routing e Firewalling che c'azzeccano?
            Magari il ragazzotto sfoglia le pagine delle
            riviste e legge : Vendesi router con firewall con
            pochi chilometri.
            E quindi associa ROUTER con FIREWALL!!!!!!!Ma come siete bravi e precisi... Magari più semplicemente si configura il router per fare anche da firewall... che (ribadisco) diventa così un firewall hardware, in quanto non è semplicemente un software tipo iptables o zonealarm, ma è la combinazione del dispositivo + il sw.Certo che l'hardware senza il software sarà difficile che funzioni.
          • Anonimo scrive:
            Re: Si, vabbè...
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            Ti sei dimenticato il resto della frase da

            esaminare : "tipo un router".



            Routing e Firewalling che c'azzeccano?

            Magari il ragazzotto sfoglia le pagine delle

            riviste e legge : Vendesi router con firewall
            con

            pochi chilometri.

            E quindi associa ROUTER con FIREWALL!!!!!!!

            Ma come siete bravi e precisi...

            Magari più semplicemente si configura il router
            per fare anche da firewall... che (ribadisco)
            diventa così un firewall hardware, in quanto non
            è semplicemente un software tipo iptables o
            zonealarm, ma è la combinazione del dispositivo +
            il sw.

            Certo che l'hardware senza il software sarà
            difficile che funzioni.Anche ZoneAlarm funziona in combinazione con un "dispositivo" (il PC).Come hai giustamente detto l'hardware senza software funziona difficilmente... è il software che fa da filtro, quindi il firewall è software... la scatola attorno è solo l'hardware su cui gira il software, ma il filrewall è SEMPRE software ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Si, vabbè...
            - Scritto da: Anonimo

            un firewall hardware, tipo un router.

            "Firewall hardware" non vuol dire niente. Non ci
            sono parti elettro-meccaniche che filtrano i
            dati. Dentro al router che tu chiami "firewall
            hardware" c'è sempre un software che gira (il
            firmware)... è lui che filtra i dati, ed è un
            software.Cos'è, la giornata nazionale dei pignoli? Certo che c'è anche il software, sarà un pò difficile far funzionare l'hardware senza il software.Ma ammetterai che è diverso da un firewall tipo iptables, che *soltanto* software (va bene così?)
          • Anonimo scrive:
            Re: Si, vabbè...
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo


            un firewall hardware, tipo un router.



            "Firewall hardware" non vuol dire niente. Non ci

            sono parti elettro-meccaniche che filtrano i

            dati. Dentro al router che tu chiami "firewall

            hardware" c'è sempre un software che gira (il

            firmware)... è lui che filtra i dati, ed è un

            software.

            Cos'è, la giornata nazionale dei pignoli? Certo
            che c'è anche il software, sarà un pò difficile
            far funzionare l'hardware senza il software.

            Ma ammetterai che è diverso da un firewall tipo
            iptables, che *soltanto* software (va bene così?)Errore... iptables non è "soltanto software" gira sull'hardware del tuo PC.Il firewall è sempre SOFTWARE, che poi giri sul tuo pc, su un pc dedicato o dentro lo scatolotto del router poco importa.
    • Anonimo scrive:
      Re: Si, vabbè...
      - Scritto da: Anonimo
      Ma chi è il fesso che compra un antivirus per
      linux?!? Su questo sono potrei anche essere d'accordo, c'e' clamav...
      E' totalmente inutile, su linux
      piuttosto metti su un buon firewall, e tieni
      aggiornato il sistema ma... che ci fai con un
      antivirus? Ci ripulisco le caselle della posta di qmail?
      • Anonimo scrive:
        Re: Si, vabbè...


        Ci ripulisco le caselle della posta di qmail?
        per pulire la posta basta che la elimini da te, oppure hai paura dei virus che ti arrivano via e-mail?
        • Anonimo scrive:
          Re: Si, vabbè...
          - Scritto da: Anonimo



          Ci ripulisco le caselle della posta di qmail?



          per pulire la posta basta che la elimini da te,
          oppure hai paura dei virus che ti arrivano via
          e-mail?Le ripulisco da me? Se ho centinaia di caselle ed offro un servizio antivirus ed antispam?
    • francescor82 scrive:
      Re: Si, vabbè...

      Ma chi è il fesso che compra un antivirus per
      linux?!? E' totalmente inutile, su linux
      piuttosto metti su un buon firewall, e tieni
      aggiornato il sistema ma... che ci fai con un
      antivirus? Sul firewall sono ovviamente d'accordissimo (per quanto anche un router firewall va più che bene, come hai detto anche tu).Sull'antivirus... tieni conto che McAfee ha lavorato in particolare per Red Hat Enterprise, quindi si rivolge ai server. E su un server, per esempio un server di posta, girano file/allegati che potrebbero non essere puliti; quindi un antivirus su quelle macchine serve per la protezione del resto della rete.Certo, al momento c'è già Clamav, ma probabilmente McAfee vuole prendersi una fetta del mercato. Un po' di competizione (se sana) può solo fare bene a tutti (IMHO).
      • Anonimo scrive:
        Re: Si, vabbè...

        per
        quanto anche un router firewall va più che bene,
        come hai detto anche tu).un router firewall non basta in quanto apre staticamente certe porte: sicurezza = zero.
        • francescor82 scrive:
          Re: Si, vabbè...
          - Scritto da: Anonimo


          per

          quanto anche un router firewall va più che bene,

          come hai detto anche tu).

          un router firewall non basta in quanto apre
          staticamente certe porte: sicurezza = zero.Non è che mi chiariresti il concetto? Quali porte apre, e a chi?
          • Anonimo scrive:
            Re: Si, vabbè...
            - Scritto da: francescor82
            Non è che mi chiariresti il concetto? Quali porte
            apre, e a chi?porta 53, questa sconosciuta
          • francescor82 scrive:
            Re: Si, vabbè...

            - Scritto da: francescor82

            Non è che mi chiariresti il concetto? Quali
            porte

            apre, e a chi?

            porta 53, questa sconosciutaPotresti postare il link di qualche sito in cui dice esplicitamente che TUTTI i router firewall lasciano aperta staticamente la porta 53, per favore? E magari nella stessa pagina ci sia scritto che nessuna ACL può bloccare il traffico DNS? Sai com'è, ho pensato che magari tu, che sembri tanto esperto e sicuro nelle tue affermazioni, mi saprai certamente indicare la tua fonte di informazioni.Grazie.
    • Anonimo scrive:
      Re: Si, vabbè...
      - Scritto da: Anonimo
      Ma chi è il fesso che compra un antivirus per
      linux?!? E' totalmente inutile, su linux
      piuttosto metti su un buon firewall, e tieni
      aggiornato il sistema ma... che ci fai con un
      antivirus?
      Se lo usi come fileserver (Samba) verso pc Win, col firewall ci fai la birra...
      • Anonimo scrive:
        Re: Si, vabbè...
        - Scritto da: Anonimo

        Ma chi è il fesso che compra un antivirus per

        linux?!? E' totalmente inutile, su linux

        piuttosto metti su un buon firewall, e tieni

        aggiornato il sistema ma... che ci fai con un

        antivirus?



        Se lo usi come fileserver (Samba) verso pc Win,
        col firewall ci fai la birra...Alt, in questo caso allora a te non serve un antivirus "per linux", ma uno per windows. Da usare su linux per monitorare e ripulire i client win.
  • Anonimo scrive:
    Ottima l'iniziativa ma...
    ...non ho mica capito a che serve... :|Voglio dire... che bisogno c'è di mettere il filo spinato attorno ad un campo minato? Per proteggere chi ci entra da sé stesso forse... ma per il campo minato mica fa granché di differenza.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ottima l'iniziativa ma...
      - Scritto da: Wakko Warner
      ...non ho mica capito a che serve... :|
      Voglio dire... che bisogno c'è di mettere il filo
      spinato attorno ad un campo minato? Per
      proteggere chi ci entra da sé stesso forse... ma
      per il campo minato mica fa granché di
      differenza.Cosa vuoi dire?CHe per natura linux è già super blindato e sicura?Comincio a farmi grasse risate :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ottima l'iniziativa ma...
        - Scritto da: Anonimo
        Cosa vuoi dire?
        CHe per natura linux è già super blindato e
        sicura?

        Comincio a farmi grasse risate :)Mah, ridi se vuoi... però in tutto il tempo che ho avuto linux io mai una volta ho beccato un virus, un dialer, un messaggino non voluto a schermo... poi naturalmente ognuno fa le sue esperienze...
        • Anonimo scrive:
          Re: Ottima l'iniziativa ma...
          - Scritto da: Wakko Warner
          - Scritto da: Anonimo

          Cosa vuoi dire?

          CHe per natura linux è già super blindato e

          sicura?



          Comincio a farmi grasse risate :)

          Mah, ridi se vuoi... però in tutto il tempo che
          ho avuto linux io mai una volta ho beccato un
          virus, un dialer, un messaggino non voluto a
          schermo... poi naturalmente ognuno fa le sue
          esperienze...tutto il tempo che ho avuto windows non ho beccato niente neanche io.al solito la differenza la fà quello che si trova tra sedia e monitor.quando alla barzelletta del campo minato è proprio squallida anche perchè non credo che mcafee è gestito da un branco di idioti che produce sw inutile....poi si sa su p.i. ogniuno racconta la sua specie se si parla di linux
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...
            - Scritto da: Anonimo
            tutto il tempo che ho avuto windows non ho
            beccato niente neanche io.Le statistiche però (e anche l'esperienza di chi ha amici con disavventure da pc, me compreso) insegnano il contrario.Però è anche vero quello che dici tu, anche su windows se stai attento e tieni aggiornato non hai problemi.
            quando alla barzelletta del campo minato è
            proprio squallida anche perchè non credo che
            mcafee è gestito da un branco di idioti che
            produce sw inutile....Su questo ho dei dubbi: la missione di questi markettari è proprio convincerti che un software inutile (antivirus su linux) può invece esserti utile.Andiamo, quanti virus per linux sono mai usciti fuori? La patch finta di RedHat?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...
            - Scritto da: Anonimo
            Andiamo, quanti virus per linux sono mai usciti
            fuori? La patch finta di RedHat?http://www.trendmicro.com/vinfo/virusencyclo/default2.asp?m=q&virus=linux&alt=linuxhttp://www.viruslist.com/en/find?search_mode=virus&words=linux&x=0&y=0
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...
            - Scritto da: Anonimo
            Però è anche vero quello che dici tu, anche su
            windows se stai attento e tieni aggiornato non
            hai problemi.Dimentichi:Se installi il firewallSe installi l'antivirusSe [inserisci qui]:)Insomma, per rendere sicuro Windows ci vuole una conoscenza del sistema non da poco. Linux è già molto più sicuro appena installato.Poi che dire, se confrontiamo due auto... bé... possiamo affermare che TUTTE le auto sono sicure se:1) il guidatore è esperto2) si usa sempre le cinture di sicurezza3) se non si fanno cazzate4) se si guida con criterio5) [inserisci qui]Poi però ci sono auto con airbag o meno, auto "grosse" e "piccole", dotate di ABS o meno, di servosterzo o meno... insomma, è anche vero che la sicurezza è dettata dai principi appena elencati ma è vero anche che dipende intrinsecamente dall'auto. Stessa cosa per Windows e Linux
            Su questo ho dei dubbi: la missione di questi
            markettari è proprio convincerti che un software
            inutile (antivirus su linux) può invece esserti
            utile.È che sono così abituati a credere a tutto quello che dicono gli spot che oramai li prendono per oro colato.Del resto deve pur esserci chi crede che Windows Server 2003 fa risparmiare 5 centesimi a transasione perché usa XML ;)
            Andiamo, quanti virus per linux sono mai usciti
            fuori? La patch finta di RedHat?:)
          • Chernobyl scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da: Anonimo

            Però è anche vero quello che dici tu, anche su

            windows se stai attento e tieni aggiornato non

            hai problemi.

            Dimentichi:
            Se installi il firewall
            Se installi l'antivirus
            Se [inserisci qui]
            :)
            Insomma, per rendere sicuro Windows ci vuole una
            conoscenza del sistema non da poco. Linux è già
            molto più sicuro appena installato.
            Poi che dire, se confrontiamo due auto... bé...
            possiamo affermare che TUTTE le auto sono sicure
            se:
            1) il guidatore è esperto
            2) si usa sempre le cinture di sicurezza
            3) se non si fanno cazzate
            4) se si guida con criterio
            5) [inserisci qui]
            Poi però ci sono auto con airbag o meno, auto
            "grosse" e "piccole", dotate di ABS o meno, di
            servosterzo o meno... insomma, è anche vero che
            la sicurezza è dettata dai principi appena
            elencati ma è vero anche che dipende
            intrinsecamente dall'auto. Stessa cosa per
            Windows e LinuxMa dovevi farmi ricordare che ieri ho fatto incidente con la macchina ? Uno mi e' entrato di gran carriera con il suo muso nella mia fiancata destra ... Due porte andate e altri danni. Lui invece quasi niente... Io Golf serie 3 vecchia di 11 anni e lui Polo nuova di un mese ... Domani so il mio preventivo
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...
            - Scritto da: Chernobyl
            Ma dovevi farmi ricordare che ieri ho fatto
            incidente con la macchina ? Uno mi e' entrato di
            gran carriera con il suo muso nella mia fiancata
            destra ... Due porte andate e altri danni. Lui
            invece quasi niente... Io Golf serie 3 vecchia di
            11 anni e lui Polo nuova di un mese ... Domani so
            il mio preventivoAzz... :(Bé, guardala in questo modo... ci ha perso più lui che tu :)Poi l'importante è uscirne illesi, un'auto si ripara o si ricompra, un braccio o una vita no.
          • Chernobyl scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...
            - Scritto da: Wakko Warner
            - Scritto da: Chernobyl

            Ma dovevi farmi ricordare che ieri ho fatto

            incidente con la macchina ? Uno mi e' entrato di

            gran carriera con il suo muso nella mia fiancata

            destra ... Due porte andate e altri danni. Lui

            invece quasi niente... Io Golf serie 3 vecchia
            di

            11 anni e lui Polo nuova di un mese ... Domani
            so

            il mio preventivo

            Azz... :(
            Bé, guardala in questo modo... ci ha perso più
            lui che tu :)Dici ? L'assicurazione paga i suoi (pochi) danni, i miei me li devo pagare io: venivo da una strada secondaria, anche se era lui che non guardava la strada
            Poi l'importante è uscirne illesi, un'auto si
            ripara o si ricompra, un braccio o una vita no.Ed in questo caso ringrazio le barre laterali e la buona qualita' delle macchine tedesche :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...
            - Scritto da: Chernobyl
            Dici ? L'assicurazione paga i suoi (pochi) danni,
            i miei me li devo pagare io: venivo da una strada
            secondaria, anche se era lui che non guardava la
            stradaAh quindi sei tu in torto...Vabbé... guarda il lato positivo... sei ancora qui a postare :)
            Ed in questo caso ringrazio le barre laterali e
            la buona qualita' delle macchine tedesche :)Vedi che anche la "carrozzeria" fa la differenza... non solo l'utente ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da: Anonimo

            Però è anche vero quello che dici tu, anche su

            windows se stai attento e tieni aggiornato non

            hai problemi.

            Dimentichi:
            Se installi il firewall
            Se installi l'antivirus
            Se [inserisci qui]
            :)
            Insomma, per rendere sicuro Windows ci vuole una
            conoscenza del sistema non da poco. Linux è già
            molto più sicuro appena installato.Questa è buona: per Linux ci vuole una conoscenza non da poco anche solo per installarlo.Ma quando capirete che Linux sul desktop ce l'hanno solo persone con una buona conoscenza dell'informatica. Non è un prodotto consumer, è un prodotto da iniziati.
          • francescor82 scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...

            Ma quando capirete che Linux sul desktop ce
            l'hanno solo persone con una buona conoscenza
            dell'informatica. Non è un prodotto consumer, è
            un prodotto da iniziati.Giusto, io sono stato bendato e fatto inginocchiare davanti al gran capo (il magnifico Linus) e mi hanno fatto pronunciare il giuramento di odio verso l'Innominato.Ma dai, addirittura "iniziati"! :-D
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...
            - Scritto da: Anonimo
            Questa è buona: per Linux ci vuole una conoscenza
            non da poco anche solo per installarlo.Vero... premere "avanti avanti avanti" è un'operazione estremamente complessa.
            Ma quando capirete che Linux sul desktop ce
            l'hanno solo persone con una buona conoscenza
            dell'informatica. Non è un prodotto consumer, è
            un prodotto da iniziati.Come dicevo, ho installato Linux a diverse persone comuni, gente che non può stare a giocare con il SO per intenderci... eppure lo usano... che siano tutti espertoni? o_OE cos'è questa storia degli "iniziati"?Dalle tue affermazioni io direi che tu Linux non lo hai visto nemmeno con il binocolo...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...
            Ma sbaglio o mi sembrava un prodotto enterprise?Se ho un server apache che deve essere accessibile 7/7 antivirus e firewall ... Un IDS è certamente cosa utile...Penso che McAfee voglia offrire un prodotto "integrato", che in alcuni casi, potrebbe essere preferibile (si pensi ad esempio all'assistenza!). Ciò è a discrezione dell'amministratore (e di chi finanzia)...Capisco che è una fatica leggere e cercare di comprendere quanto c'è scritto in un articolo, ma lo farei prima di postare a vanvera...E non venitemi a dire che Linux è inattaccabile! Una su tutte: l'attacco a Debian... e sì che loro se ne intendono...Anche i numeri hanno la loro importanza, si pensi a Firefox, pubblicizzato come il più sicuro ora trovano un sacco di falle... Però, finché non sarà il browser più diffuso, mi sento ragionevolmente sicuro...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...
            - Scritto da: Anonimo
            E non venitemi a dire che Linux è inattaccabile!
            Una su tutte: l'attacco a Debian... e sì che loro
            se ne intendono...Confondi _virus_ e _trojan_ e _dialer_ con _attacco hacker_. Sono cose diverse.Da una parte hai un programmino "stupido" automatizzato che sfrutta l'insicurezza base di un SO per diffondersi automaticamente ed infettare nuove macchine, dall'altro hai una persona dotata di cervello che sfrutta conoscenze a volte decennali per diventare tua mamma :)
            Anche i numeri hanno la loro importanza, si pensi
            a Firefox, pubblicizzato come il più sicuro ora
            trovano un sacco di falle... Falle subito corrette (spesso nel giro di poche ore) e non sfruttate da nessuno :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...
            - Scritto da: Wakko Warner
            Confondi _virus_ e _trojan_ e _dialer_ con
            _attacco hacker_. Sono cose diverse.Dall'articolo:"McAfee sostiene che Entercept è oggi l'unica soluzione IPS (Intrusion Prevention System) su host a combinare sia regole comportamentali che firme per la prevenzione delle intrusioni. Tra le funzionalità fornite da questo software vi è la prevenzione degli attacchi basati su buffer overflow, protezione del file-system e degli applicativi da eventuali manipolazioni, prevenzione contro attacchi diretti al server web Apache."Non mi sembra che sia proprio una soluzione antivirus, antimalware, antidialer... Siete voi che confondete le cose...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...
            - Scritto da: Wakko Warner

            Anche i numeri hanno la loro importanza, si
            pensi

            a Firefox, pubblicizzato come il più sicuro ora

            trovano un sacco di falle...

            Falle subito corrette (spesso nel giro di poche
            ore) e non sfruttate da nessuno :)Strano, ne vedo un po' non proprio corrette:http://secunia.com/product/4227/E come fai a sapere che nessuno le ha sfruttate?
          • Tetsuo scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...
            - Scritto da: Anonimo
            tutto il tempo che ho avuto windows non ho
            beccato niente neanche io.
            al solito la differenza la fà quello che si trova
            tra sedia e monitor.
            quando alla barzelletta del campo minato è
            proprio squallida anche perchè Anche io non credo che linux sia sicuro e invulnerabile di default ...
            non credo che
            mcafee è gestito da un branco di idioti che
            produce sw inutile....
            poi si sa su p.i. ogniuno racconta la sua specie
            se si parla di linuxsu questo avrei da che obbiettare...mcafee secondo me e' gestita da un branco di idioti
        • Anonimo scrive:
          Re: Ottima l'iniziativa ma...
          - Scritto da: Wakko Warner
          - Scritto da: Anonimo

          Cosa vuoi dire?

          CHe per natura linux è già super blindato e

          sicura?



          Comincio a farmi grasse risate :)

          Mah, ridi se vuoi... però in tutto il tempo che
          ho avuto linux io mai una volta ho beccato un
          virus, un dialer, un messaggino non voluto a
          schermo... poi naturalmente ognuno fa le sue
          esperienze...I virus sono colpa dell' OS o dell' ottusagine dell'utente?Se mi arriva un allegato sospetto, e lo apro con disinvoltura e mi becco l'ultimo virus, è colpa di Windows?Cosa credi che l'utonto su Windows , su linux sia al sicuro da virus e menata varie?I dialer come funzionano? Se c'è l'utente deficiente che te lo esegue , cosa vuoi da Windows?Ancora molta gente non ha chiara la situazione, di cosa sia la sicurezza.Continuate a vivere di falsi miti :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...
            I virus sono colpa dell' OS o dell' ottusagine dell'utente?dell'ottusaggine dell'utente che si affida ad un s.o come windowsSe mi arriva un allegato sospetto, e lo apro con disinvoltura e mi becco l'ultimo virus, è colpa di Windows?come sopraCosa credi che l'utonto su Windows , su linux sia al sicuro da virus e menata varie?rischia comunque di beccarsi l'influenzaI dialer come funzionano? Se c'è l'utente deficiente che te lo esegue , cosa vuoi da Windows?Ancora molta gente non ha chiara la situazione, di cosa sia la sicurezza.Continuate a vivere di falsi miti Emozioni!linux non è un mito è una realtà; anche windows è una realtà ( tragicomica )
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...
            - Scritto da: Anonimo
            I virus sono colpa dell' OS o dell' ottusagine
            dell'utente?

            dell'ottusaggine dell'utente che si affida ad un
            s.o come windows

            Se mi arriva un allegato sospetto, e lo apro con
            disinvoltura e mi becco l'ultimo virus, è colpa
            di Windows?

            come sopra

            Cosa credi che l'utonto su Windows , su linux sia
            al sicuro da virus e menata varie?

            rischia comunque di beccarsi l'influenza

            I dialer come funzionano? Se c'è l'utente
            deficiente che te lo esegue , cosa vuoi da
            Windows?

            Ancora molta gente non ha chiara la situazione,
            di cosa sia la sicurezza.
            Continuate a vivere di falsi miti Emozioni!

            linux non è un mito è una realtà; anche windows è
            una realtà ( tragicomica )Impara a quotare , primo.Secondo. scrivi meno sciocchezze, non credere che linux sia la salvezza del mondo se dato in mano al classico utonto!
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...

            Impara a quotare , primo.
            Secondo. scrivi meno sciocchezze, non credere che
            linux sia la salvezza del mondo se dato in mano
            al classico utonto!
            Va bene così?Linux ( ma non solo ) ti mettere nelle condizioni di essere più utente e meno utonto, ti dà la possibilità, in ogni momento, di capire cosa stai facendo, quidi ti aiuta a migliorare.Window$ no.Non sono sciocchezze, è la verità.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...
            - Scritto da: Anonimo[CUT]Rispondo a tutti e due in un colpo solo.Sarà anche vero che con un utente un minimo decente riesce a mantenere bene o male sano anche un Windows, però...Io ho installato Linux anche a persone che di PC sanno poco o nulla (usano OpenOffice per i documenti e usano i giochini di Linux per divertirsi oltre a web e email, quindi tutte cose che Linux fa e fa bene), eppure nessuno di loro è venuto a lamentarsi da me per virus o simili, anzi...In secondo luogo, mi pare ci siano anche virus che si installano "da soli" su Windows, in alcuni casi direttamente da remoto... io questa cosa su Linux ancora non l'ho vista.Inoltre, quanto tempo dura un Windows senza firewall e senza antivirus diciamo appena installato? Su Linux io non ho né firewall né antivirus... eppure sopravvivo.Quindi si, sarà certamente anche per la "tontaggine" di qualche utente che qualche Windows va in "vacca", però è anche vero che Windows, senza service pack e senza antivirus e firewall è come una casa con le porte aperte mentre per linux (almeno per la mia distro) questo non è vero. E poi ci sono delle insicurezze intrinseche nell'architettura... gli OLE, ecc, tutte cose estremamente pericolose che permettono per esempio ad un programma di posta o WEB di eseguire automaticamente del codice sulla macchina destinazione senza che l'utente possa far nulla per impedirlo... o mi sbaglio?Facciamo quindi un 50 e 50? Un po' colpa dell'utente e un po' colpa del sistema?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...

            Inoltre, quanto tempo dura un Windows senza
            firewall e senza antivirus diciamo appena
            installato? Su Linux io non ho né firewall né
            antivirus... eppure sopravvivo.una sistematina alle regole iptables dagliela eh, linux è abbastanza sicuro ma se lasci il deposito di paperone aperto i bassotti entrano ;)(linux)
          • barbanera scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...
            rispondo al volo pure io. il punto è che su linux la struttura degli accessi e delle installazioni sono completamente differenti. Se vuoi installare un rpm devi prima di tutto assicurarti che funzioni con la tua distribuzione, oltretutto gli rpm compatibili li puoi trovare tutti sul sito ufficiale, è impossibile che ci sia malaware :) se invece hai i sorgenti devi metterti a compilarli. non è proprio come su win che clicchi 2 volte e installi il dialer oltretutto se sei un client qualsiasi, praticamente non puoi fare nessun tipo di danno anche impegnandoti. Invece usare l'explorer su win è un pò come andare a sodoma e gomorra senza mutande. roba che si installa da sola, pop up ovunque, e per evitare i pop up devi comprarti un pop up killer. Fantascienza.su linux decidi esattamente quali pacchetti vuoi e quali no, se non vuoi avere problemi generali oltre ad attivare i firewall (di sistema), puoi disinstallare tutti i server (per i maniaci della sicurezza) e via. su win non puoi decidere quali elementi di win tenere e quali no se non da un punto di vista marginale e non "di sistema". un antivirus su linux è completamente inutile. fortunatamente linux è un sofware libero e chiunque può cercare una falla nei sorgenti e renderlo noto alla comunità. ma non è per aprire una diarbrita lin vs win anche perchè personalmente non me ne frega niente di quello che fanno gli altri sul proprio computer :)
          • zirgo scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...
            - Scritto da: Anonimo
            I virus sono colpa dell' OS o dell' ottusagine
            dell'utente?
            Se mi arriva un allegato sospetto, e lo apro con
            disinvoltura e mi becco l'ultimo virus, è colpa
            di Windows?
            Cosa credi che l'utonto su Windows , su linux sia
            al sicuro da virus e menata varie?

            I dialer come funzionano? Se c'è l'utente
            deficiente che te lo esegue , cosa vuoi da
            Windows?

            Ancora molta gente non ha chiara la situazione,
            di cosa sia la sicurezza.
            Continuate a vivere di falsi miti :)mah, molti virus che io sappia si eseguivano più o meno da soli solo aprendo la mail (non l'allegato) con OE. E cmq non è colpa di windows in se ma di OE (che cmq viene installato di base).Ad ogni modo su linux non puoi eseguire un eseguibile (scusate per il gioco di parole) se non gli imposti esplicitamente il flag +x.E ad ogni modo spesso su windows ti arrivano file del tipo foto.jpg.exe; di default windows ti nasconde l'estensione dei file più comuni, per cui tu pensi di stare ad aprire un file innoquo e zacc!!!Ti infetti....Quindi alla fine...non è windows in se che è male (oddio...), ma la tendenza che ha a strasemplificare il tutto per l'utente (leggi: impostazioni di default a livello di idiota), con la conseguenza di strasemplificare il lavoro ai virus-writers.nottePS: scusate l'italiano un pò scorreggiuto :D ma c'ho sonno....
          • frizzo scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...

            Ad ogni modo su linux non puoi eseguire un eseguibile (scusate per il gioco di parole) se non gli imposti esplicitamente il flag +x.
            Linux è + sicuro di windows,questo è chiaro (soprattuto per via dei permessi),però se dietro al monitor c'è un pirla che va in giro da root ,usando linux come usa windows so cavolo amaianche se è giusto dire che windows ti tratta da idiota e non ti fa imparare niente...ti dice che puoi mettewre quanti root vuoi,che puoi collegarti alla rete come root....Questa è la differneza:su windows se un utente si becca uno sciprt ,amen.Linux dal primo avvio cerca di farti capire che non devi usare root..se poi l'utente lo usa...so cavoli amari...le schifezze esistono(script roockit , troian solo per dirne 2 )==================================Modificato dall'autore il 01/07/2005 1.47.53
          • francescor82 scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...

            Questa è la differneza:su windows se un utente si
            becca uno sciprt ,amen.
            Linux dal primo avvio cerca di farti capire che
            non devi usare root..se poi l'utente lo usa...so
            cavoli amari...le schifezze esistono(script
            roockit , troian solo per dirne 2 )Rootkit... ma gli errori di battitura sono perdonati, sono all'ordine del giorno per tutti. :-)Comunque sono d'accordo: secondo me il brutto difetto di Windows è che cerca di semplificare in modo eccessivo le cose per l'utente, e quindi rende molto più facili gli attacchi di social engineering ("Apri questo filmato, è bellissimo"...). Al contrario il mondo Linux (ma non solo) ti rende le cose un po' più ostiche con il discorso dei permessi, quindi richiede una maggiore coscienza da parte degli utenti; tant'è che una delle prime cose che ti insegnano quando stai imparando ad usare GNU/Linux è di usare l'account di superuser solo per scopi di amministrazione della macchina, e non per l'uso comune; l'analogo di questa filosofia, nel mondo Windows, è per lo più ignorata.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...
            - Scritto da: frizzo
            Linux è + sicuro di windows,questo è chiaro
            (soprattuto per via dei permessi),Concordo al 100%, io uso WinXP sempre con account utente limitato, una volta abbiamo fatto una prova installando apposta un dialer e non attacca...però se dietro
            al monitor c'è un pirla che va in giro da root
            ,usando linux come usa windows so cavolo amai
            anche se è giusto dire che windows ti tratta da
            idiota e non ti fa imparare niente...ti dice che
            puoi mettewre quanti root vuoi,che puoi
            collegarti alla rete come root....
            Questa è la differneza:su windows se un utente si
            becca uno sciprt ,amen.
            Linux dal primo avvio cerca di farti capire che
            non devi usare root..se poi l'utente lo usa...so
            cavoli amari...le schifezze esistono(script
            roockit , troian solo per dirne 2 )Quoto, aggiungendo che linux mi sembra comunque migliore (oltre che per quanto dici) anche come velocità e stabilità. Peccato che ci siano troppe righe di comando da usare, non puoi chiedere ad un utente home di usare la riga di comando come nel dos di 15-20 anni fa, ma vedo che la situazione sta migliorando moltissimo (non per nulla cominciano ad esserci programmi commerciali per l'utente home di linux, tipo nero burning).Se continua così credo che l'amico Bill avrà qualche difficoltà in più...
        • Anonimo scrive:
          Re: Ottima l'iniziativa ma...

          Mah, ridi se vuoi... però in tutto il tempo che
          ho avuto linux io mai una volta ho beccato un
          virus, un dialer, un messaggino non voluto a
          schermo... poi naturalmente ognuno fa le sue
          esperienze...Nemmeno io con windows 2000 e xp, ma, udite udite, nemmeno con win95 e win 98.Navigo in internet dal 1994 (la prima volta usando un terminale Unix a scuola) e di cosine strane ne ho viste, ma la differenza la fa il cervello di chi usa una cosa, non la cosa in se.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ottima l'iniziativa ma...
      ... niente è sicuro se dall'altra parte cè un hackerBwAhaHAHhaH!!1SyNko
    • francescor82 scrive:
      Re: Ottima l'iniziativa ma...


      Cioè? L'equivalente di "chroot"? E' una domanda

      la mia, non conosco (ancora) Solaris.

      Non proprio.
      Chroot lavora sulla root directory e non sui
      permessi del processo, in una zona di Solaris
      ogni utente/processo può avere ad esempio i pieni
      permessi di root (ma restando all'interno della
      sua "zona" "virtualizzata" ed isolata).E se io unisco chroot ai permessi pieni per il sottoalbero in cui faccio girare, per esempio, Apache?Mi spiego meglio: assegno il sottoalbero /var/www/html ad Apache (chown -R apache:apache /var/www/html) e faccio chroot di Apache su quella parte del filesystem, così il servizio ha pieni poteri sulla sua zona ma comunque non può uscirne.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ottima l'iniziativa ma...
        - Scritto da: francescor82


        Cioè? L'equivalente di "chroot"? E' una
        domanda


        la mia, non conosco (ancora) Solaris.



        Non proprio.

        Chroot lavora sulla root directory e non sui

        permessi del processo, in una zona di Solaris

        ogni utente/processo può avere ad esempio i
        pieni

        permessi di root (ma restando all'interno della

        sua "zona" "virtualizzata" ed isolata).

        E se io unisco chroot ai permessi pieni per il
        sottoalbero in cui faccio girare, per esempio,
        Apache?
        Mi spiego meglio: assegno il sottoalbero
        /var/www/html ad Apache (chown -R apache:apache
        /var/www/html) e faccio chroot di Apache su
        quella parte del filesystem, così il servizio ha
        pieni poteri sulla sua zona ma comunque non può
        uscirne.Con una eventuale falla di privilege escalation si potrebbero comunque prendere i privilegi di root ed evadere la restrizione. Invece nella "zona" di Solaris anche se diventi root, lo sei solo e comunque in quella zona, e non puoi evadervi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ottima l'iniziativa ma...
          - Scritto da: Anonimo
          Con una eventuale falla di privilege escalation
          si potrebbero comunque prendere i privilegi di
          root ed evadere la restrizione. Invece nella
          "zona" di Solaris anche se diventi root, lo sei
          solo e comunque in quella zona, e non puoi
          evadervi.Si insomma, e se la fatina turchina interviene... suvvia stai metendo insieme una falla di Apache (già improbabile) con una di privilege escalation. A questo punto ci può essere una falla anche nelle "zone" di Solaris, oppure Solaris è immune ai bug?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...

            Si insomma, e se la fatina turchina interviene...
            suvvia stai metendo insieme una falla di Apache
            (già improbabile) con una di privilege
            escalation. A questo punto ci può essere una
            falla anche nelle "zone" di Solaris, oppure
            Solaris è immune ai bug?Non serve necessariamente "una falla di apache" e "una falla di privileges escalation". A seconda del tipo di falla la cosa può essere tranquillamente combinabile, ovvero una falla che tra le altre cose mi permette un privileges escalation. Ti stupirà inoltre sapere che in Apache di falle ne sono già state ampiamente trovate (con tanto di versione aggiornata rilasciata).Solaris non è probabilmente immune ai bug, ma a parità di condizioni di partenza, sicuramente Solaris offre delle tecniche di sicurezza preattiva che si possono rivelare molto efficaci.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...
            - Scritto da: Anonimo
            Solaris non è probabilmente immune ai bug, ma a
            parità di condizioni di partenza, sicuramente
            Solaris offre delle tecniche di sicurezza
            preattiva che si possono rivelare molto efficaci.Guarda, come ti dicevo, a meno che non si tratti di una limitazione hardware, così come ci possono essere bug nell'implementazione di Apache, o chroot o quellochetipare su Linux, allo stesso modo possono esserci bug di implementazione delle zone su Solaris. Quindi se dobbiamo fare un discorso a "forse" o "magari" allora Solaris ha la stessa probabilità di avere bug che permettano all'utente di uscire dalla "gabbia" di Linux.Mi pare che l'accoppiata Linux/Apache sia ampiamente usata su Internet oramai da anni e che non abbia poi dato tutti questi problemi. Certo i bug ci sono, nessun software ne è esente, il fatto però che Linux sia opensource garantisce, se non la sicurezza assoluta, almeno che un certo numero di persone, ogni giorno, si guardi tali sorgenti e scopra eventuali bug... certo, a volte li scopre e non li segnala o magari li usa contro il sistema stesso, ma il più delle volte questo non avviene.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...

            Guarda, come ti dicevo, a meno che non si tratti
            di una limitazione hardware, così come ci possono
            essere bug nell'implementazione di Apache, o
            chroot o quellochetipare su Linux, allo stesso
            modo possono esserci bug di implementazione delle
            zone su Solaris.D'accordissimo.
            Quindi se dobbiamo fare un
            discorso a "forse" o "magari" allora Solaris ha
            la stessa probabilità di avere bug che permettano
            all'utente di uscire dalla "gabbia" di Linux.Non è un discorso immaginario. Falle di privileges escalation in passato in Apache ne sono state scoperte. Se mi succede su Linux sono fregato, se mi succede in Solaris probabilmente no. Se anche Solaris avesse un bug nell'implementazione delle zone sarebbe comunque una "difficoltà in più" per l'eventuale aggressore... ma come Solaris può avere falle, può anche non averne e questo è vero fino a prova contraria. Nel caso di Apache abbiamo precedenti, per quanto riguarda Solaris è tutto da dimostrare ;)
            Mi pare che l'accoppiata Linux/Apache sia
            ampiamente usata su Internet oramai da anni e che
            non abbia poi dato tutti questi problemi.Li ha dati... tant'è che nell'ultimo anno i server Linux/Apache sono stati tra i più "bucati" ;)
            Certo i
            bug ci sono, nessun software ne è esente,Esatto!
            il
            fatto però che Linux sia opensource garantisce,
            se non la sicurezza assoluta, almeno che un certo
            numero di persone, ogni giorno, si guardi tali
            sorgenti e scopra eventuali bug...
            certo, a volte
            li scopre e non li segnala o magari li usa contro
            il sistema stesso,Ti sei risposto da solo ;)
            ma il più delle volte questo
            non avviene.A quello a cui bucano il server poco importa cosa avviene "di solito" ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...
            - Scritto da: Anonimo
            Non è un discorso immaginario. Falle di
            privileges escalation in passato in Apache ne
            sono state scoperte. Se mi succede su Linux sono
            fregato, se mi succede in Solaris probabilmente
            no. Se anche Solaris avesse un bug
            nell'implementazione delle zone sarebbe comunque
            una "difficoltà in più" per l'eventuale
            aggressore... ma come Solaris può avere falle,
            può anche non averne e questo è vero fino a prova
            contraria. Nel caso di Apache abbiamo precedenti,
            per quanto riguarda Solaris è tutto da dimostrare
            ;)Ah, va bene, passo la palla, io di Solaris conosco troppo poco per fare una qualunque affermazione in merito.
        • Chernobyl scrive:
          Re: Ottima l'iniziativa ma...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: francescor82



          Cioè? L'equivalente di "chroot"? E' una

          domanda



          la mia, non conosco (ancora) Solaris.





          Non proprio.


          Chroot lavora sulla root directory e non sui


          permessi del processo, in una zona di Solaris


          ogni utente/processo può avere ad esempio i

          pieni


          permessi di root (ma restando all'interno
          della


          sua "zona" "virtualizzata" ed isolata).



          E se io unisco chroot ai permessi pieni per il

          sottoalbero in cui faccio girare, per esempio,

          Apache?

          Mi spiego meglio: assegno il sottoalbero

          /var/www/html ad Apache (chown -R apache:apache

          /var/www/html) e faccio chroot di Apache su

          quella parte del filesystem, così il servizio ha

          pieni poteri sulla sua zona ma comunque non può

          uscirne.

          Con una eventuale falla di privilege escalation
          si potrebbero comunque prendere i privilegi di
          root ed evadere la restrizione. Invece nella
          "zona" di Solaris anche se diventi root, lo sei
          solo e comunque in quella zona, e non puoi
          evadervi.Puoi dirmi un sito con della documentazione ? Io sono QUASI convinto che zona e chroot sono gli stessi, ma mi posso sbagliare alla grande (spero di sbagliarmi).Da come lo scrivi mi sembra che il processo e' chrootato in una dir, e lo stesso viene eseguito con un utente non privilegiato: come apache viene eseguito solitamente da nobody/nogroup o simili, e chrootato da qualche parte. Certo, il chroot mi sembra che permetta che l'utente root possa uscire dal chroot, tipo crea device all'interno del chroot e vedere cosi' tutto il sistema (/dir/chroot/dev/hda1). Cose cosi' insomma
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...

            Puoi dirmi un sito con della documentazione ?Prova a guardare sul sito di Solaris e di OpenSolaris, l'avevo letto da qualche parte anchè lì.
            Io
            sono QUASI convinto che zona e chroot sono gli
            stessi, ma mi posso sbagliare alla grande (spero
            di sbagliarmi).Come già spiegato sono 2 cose diverse... le zone di Solaris sono molto più "radicalI" ;)
            Da come lo scrivi mi sembra che il processo e'
            chrootato in una dir, e lo stesso viene eseguito
            con un utente non privilegiato: come apache viene
            eseguito solitamente da nobody/nogroup o simili,
            e chrootato da qualche parte.No no... mai detto questo. Tu nella tua zona puoi anche eseguire il processo come "root", ma sarai "root" solo di quella zona, e non puoi evadere al resto del sistema ;)
            Certo, il chroot mi
            sembra che permetta che l'utente root possa
            uscire dal chroot, tipo crea device all'interno
            del chroot e vedere cosi' tutto il sistema
            (/dir/chroot/dev/hda1).Esattamente. Questo con il chroot in Linux.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ottima l'iniziativa ma...
        "E se io unisco chroot ai permessi pieni per il sottoalbero in cui faccio girare, per esempio, Apache?Mi spiego meglio: assegno il sottoalbero /var/www/html ad Apache (chown -R apache:apache /var/www/html) e faccio chroot di Apache su quella parte del filesystem, così il servizio ha pieni poteri sulla sua zona ma comunque non può uscirne."Domanda:tutte queste precauzioni si possono prendere con windows?comunque credo che il prodotto di Mcafee non serva:linux ha gli strumenti per rendere più sicuro un server senza che si debba ricorrere ad altri software.P.S.che mi dite di open bsd? (ho letto che è uno degli unix più sicuri )
        • Anonimo scrive:
          Re: Ottima l'iniziativa ma...

          Domanda:
          tutte queste precauzioni si possono prendere con
          windows?Eh... allora. I permessi esistono anche in Windows, per quanto riguarda chroot etc. sinceramente non lo so, perchè non ho mai utilizzato Windows per questo genere di cose. Le "zone" invece esistono nativamente solo in Solaris ;)
          comunque credo che il prodotto di Mcafee non
          serva:
          linux ha gli strumenti per rendere più sicuro un
          server
          senza che si debba ricorrere ad altri software.Dipende... come già detto, puoi configurare quello che vuoi al meglio, ma nulla è esente da falle.
          P.S.
          che mi dite di open bsd? (ho letto che è uno
          degli unix più sicuri )Guarda... io per il gateway della mia rete locale sto giusto migrando da OpenBSD a OpenSolaris.OpenBSD ha molte interessanti funzioni di sicurezza, come la stack-smashing protection (che sto cercando di inserire anche in OpenSolaris ;) ) e molto altro. Non ha le "zone" come Solaris :D ma va be', è comunque un sistema molto solido e che utilizza molti altri accorgimenti volti alla sicurezza. Il problema di OpenBSD è però che scala in maniera pessima... insomma sicuro ma poco scalabile ed efficiente ;)
          • puntomediatico scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...
            - Scritto da: Anonimo

            OpenBSD ha molte interessanti funzioni di
            sicurezza, come la stack-smashing protection (che
            sto cercando di inserire anche in OpenSolaris ;)
            ) e molto altro. Non ha le "zone" come Solaris :D
            ma va be', è comunque un sistema molto solido e
            che utilizza molti altri accorgimenti volti alla
            sicurezza. Il problema di OpenBSD è però che
            scala in maniera pessima... insomma sicuro ma
            poco scalabile ed efficiente ;)Cosa ne pensi di NetBSD?==================================Modificato dall'autore il 01/07/2005 10.16.37
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...
            - Scritto da: puntomediatico
            - Scritto da: Anonimo



            OpenBSD ha molte interessanti funzioni di

            sicurezza, come la stack-smashing protection
            (che

            sto cercando di inserire anche in OpenSolaris ;)

            ) e molto altro. Non ha le "zone" come Solaris
            :D

            ma va be', è comunque un sistema molto solido e

            che utilizza molti altri accorgimenti volti alla

            sicurezza. Il problema di OpenBSD è però che

            scala in maniera pessima... insomma sicuro ma

            poco scalabile ed efficiente ;)

            Cosa ne pensi di NetBSD?NetBSD è molto più scalabile di OpenBSD ed offre anch'esso funzionalità di sicurezza interessanti (alcune delle quali non presenti nativamente nemmeno in OpenBSD). Non implementa la stack-smashing protection (che a me piace tanto :P) ma ha comunque cosettine interessanti come il Vexec.Certo se dovessi scegliere solo in base alle funzionalità di sicurezza probabilmente tra i due sceglierei comunque OpenBSD, ma anche NetBSD non è da sottovalutare, considerando appunto che è anche molto più scalabile.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ottima l'iniziativa ma...
      - Scritto da: Wakko Warner
      ...non ho mica capito a che serve... :|
      Voglio dire... che bisogno c'è di mettere il filo
      spinato attorno ad un campo minato? Per
      proteggere chi ci entra da sé stesso forse... ma
      per il campo minato mica fa granché di
      differenza.E' sempre meglio avere una difesa in più, prima di perdere dati importanti. Meglio installare un antivirus anche su Linux, come buona norma su ogni SO.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ottima l'iniziativa ma...
        - Scritto da: Anonimo
        E' sempre meglio avere una difesa in più, prima
        di perdere dati importanti. Meglio installare un
        antivirus anche su Linux, come buona norma su
        ogni SO.Installeresti il sedile ad espulsione (tipo caccia militare) sulla tua automobile solo perché questo la rende più sicura? :)Insomma... ci sono cose che servono e non servono, cose che vale la pena fare e non. Al momento installare un antivirus su Linux non serve, quando servirà sarò il primo a darti ragione ma al momento è perfettamente inutile.Certo, puoi sempre installare il sedile ad espulsione... ma ti occupa spazio ed è costoso oltre che ad essere brutto da vedere e costringerti a fare un buco sul tettuccio... ma ne vale veramente la pena?Stessa cosa per gli antivirus su Linux, al momento non vale la pena. Se un giorno dovesse valere la pena allora si installerà, ma ad oggi non c'è ragione per farlo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ottima l'iniziativa ma...
          - Scritto da: Wakko Warner
          - Scritto da: Anonimo

          E' sempre meglio avere una difesa in più, prima

          di perdere dati importanti. Meglio installare un

          antivirus anche su Linux, come buona norma su

          ogni SO.

          Installeresti il sedile ad espulsione (tipo
          caccia militare) sulla tua automobile solo perché
          questo la rende più sicura? :)
          Insomma... ci sono cose che servono e non
          servono, cose che vale la pena fare e non. Al
          momento installare un antivirus su Linux non
          serve, quando servirà sarò il primo a darti
          ragione ma al momento è perfettamente inutile.
          Certo, puoi sempre installare il sedile ad
          espulsione... ma ti occupa spazio ed è costoso
          oltre che ad essere brutto da vedere e
          costringerti a fare un buco sul tettuccio... ma
          ne vale veramente la pena?andresti in auto senza cintura ? eppure è brutta, scomoda, si inceppa, quando si copula in macchina si rischia di strozzare la fidanzata... eppure si usa per quel minimo di sicurezza che offre
          Stessa cosa per gli antivirus su Linux, al
          momento non vale la pena. Se un giorno dovesse
          valere la pena allora si installerà, ma ad oggi
          non c'è ragione per farlo.cioè aspetti di avere guai sul PC prima di adottare contromisure ? non ho mica detto di installare OpenBSD per giocare a tetris ... :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...
            - Scritto da: Anonimo
            andresti in auto senza cintura ? eppure è
            brutta, scomoda, si inceppa, quando si copula in
            macchina si rischia di strozzare la fidanzata...
            eppure si usa per quel minimo di sicurezza che
            offreNon ho detto questo, ho semplicemente detto che se una cosa non serve... bé... non serve.Riprendendo l'esempio che hai fatto... tu usi la cintura anche quando "copuli con la fidanzata"? o_OVa bene la sicurezza ma....
          • Anonimo scrive:
            Sei un pir*a
            - Scritto da: Wakko Warner
            Non ho detto questo, ho semplicemente detto che
            se una cosa non serve... bé... non serve.
            Riprendendo l'esempio che hai fatto... tu usi la
            cintura anche quando "copuli con la fidanzata"?
            o_O
            Va bene la sicurezza ma....Da quello che ho capito usi Linux solo per le classiche bambinate da studentelli universitari (un pò sfigati). Quando inizierai a lavorare seriamente e verrai assunto in un' azienda, ben presto capirai che questi stupidi atteggiamenti da persona superiore li dovrai abbandonare, pena tanti e tanti pugni per i denti dai tuoi colleghi e soprattutto dal tuo capo.Ma come fai a dire che Linux è sicuro e non ha bisogno di un AntiVirus? Per me lo sei e non lo fai. Ti consiglio una buona dose di umiltà caro mio.Mi sembri il classico "facilone" che si vede negli uffici pubblici...Ti darei - 1000000000.....buff*ne (troll)
          • Anonimo scrive:
            Re: Sei un pir*a
            - Scritto da: Anonimo
            Da quello che ho capito usi Linux solo per leE hai capito ben poco...
            classiche bambinate da studentelli universitari
            (un pò sfigati). Quando inizierai a lavorareIo lavoro :)
            seriamente e verrai assunto in un' azienda, ben
            presto capirai che questi stupidi atteggiamenti
            da persona superiore li dovrai abbandonare, penaLOL
            tanti e tanti pugni per i denti dai tuoi colleghi
            e soprattutto dal tuo capo.LOL
            Ma come fai a dire che Linux è sicuro e non ha
            bisogno di un AntiVirus? Perché è da almeno 3 anni che ci vivo tranquillamente (connessione always on)? :)
            Per me lo sei e non lo fai. Ti consiglio una
            buona dose di umiltà caro mio.LOL, certo che le persone che parlano sono proprio quelle che dovrebbero stare zitte :)
            Mi sembri il classico "facilone" che si vede
            negli uffici pubblici...Magari lavorassi negli uffici pubblici!
            Ti darei - 1000000000.....buff*ne (troll)WOW! Grazie! :)
          • francescor82 scrive:
            Re: Sei un pir*a
            Un milione di ringraziamenti all'autore del post cui Wakko ha risposto... mi sono fatto davvero delle belle risate! :-D
        • francescor82 scrive:
          Re: Ottima l'iniziativa ma...

          Installeresti il sedile ad espulsione (tipo
          caccia militare) sulla tua automobile solo perché
          questo la rende più sicura? :)
          Insomma... ci sono cose che servono e non
          servono, cose che vale la pena fare e non. Al
          momento installare un antivirus su Linux non
          serve, quando servirà sarò il primo a darti
          ragione ma al momento è perfettamente inutile.Su un desktop ancora non serve. Ma su un server (posta, oppure file server come Samba) ti può risultare molto utile per proteggere il resto della rete.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottima l'iniziativa ma...
            - Scritto da: francescor82
            Su un desktop ancora non serve. Ma su un server
            (posta, oppure file server come Samba) ti può
            risultare molto utile per proteggere il resto
            della rete.Ah bé, io parlavo di desktop naturalmente :)
Chiudi i commenti