StarOffice vuole le scuole UE

Sun raggiunge un accordo in Danimarca per offrire gratuitamente la propria suite di applicazioni a milioni di alunni. Per contrastare Microsoft pensa anche alle scuole di Svezia, Francia e Germania


Roma – Anche sul fronte danese si consuma lo scontro all’ultima suite tra Sun Microsystemes e il suo nemico di sempre , Microsoft. Proprio per contrastare le iniziative e le donazioni di quest’ultima, infatti, Sun ha annunciato di aver raggiunto un accordo con il ministro all’Educazione danese per fornire il proprio pacchetto StarOffice 1,1 a milioni di alunni di primo e secondo grado.

“Lo possono usare a scuola e a casa – ha spiegato il direttore del marketing di Sun nel paese, Peter Lange – si tratta di una suite completa che non ha limiti dovuti al problema della copia”. Limiti che invece sono imposti dagli equivalenti software Microsoft che l’azienda da tempo ha consegnato gratuitamente a istituzioni e scuole danesi per contrastare l’avanzata del software open source.

Non è la prima volta che Sun decide di combattere con Microsoft su questo difficile terreno, nel quadro di una “guerra” nel settore delle suite di applicativi per la produttività, e qualcosa di simile è già avvenuto in Asia (Cina, Taiwan e Hong Kong) e persino in Cile. Operazioni che hanno portato i prodotti Sun nelle mani di circa 200 milioni di studenti. Ma l’azienda del Sole non si ferma qui e ha già annunciato che altre donazioni saranno fatte agli studenti francesi, tedeschi e svedesi.

Kim Jones, vicepresidente del settore global education di Sun, ha tenuto a sottolineare che “al contrario di altri produttori di tecnologie che bloccano le scuole in modelli di licenza costosi, Sun punta ad offrire alla comunità didattica globale un accesso alla suite StarOffice del tutto privo di costi”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    85.000 attacchi con firewall linux :-)
    Che si siano dimenticati di dire che il tutto girava sollo un firewall linux e che iis era sotto proxy apache?la solita provocazione :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: 85.000 attacchi con firewall linux :-)

      Che si siano dimenticati di dire che il
      tutto girava sollo un firewall linux e che
      iis era sotto proxy apache?
      eh, già: il _famosissimo_ proxy apache... Perchè usare Squid, quando hai il _famosissimo_ proxy apache :-/
      la solita provocazione :-)il solito ignorante... :-))
  • Anonimo scrive:
    A far bene i conti..
    L'anno appena concluso ha dato modo a MS di emettere quasi 70 bollettini di sicurezza relativi ai propri prodotti.Più dell'anno prima.Più della somma dei due anni precedenti.Certamente a forza di Nimda, CodeRed e Klez, con il gran capo che doveva andare in TV assieme ai politici per invocare i sysadmin affinchè installassero le patch, beh, qualcosa in quel di Redmont è successo..Pubblicità tanta, fatti un po', risultati vedremo...Certo che prima di dar vanto dei propri risultati, sarebbe bene cercar di rivedere il proprio codice...Che poi il sistema in Internet abbia resistito dice qualcosa, ma restano voragini in giro da mitigare per quelli che in Internet non lo sono... e qui MS ha ancora un bel po' da lavorare, un po' su tutti i fronti...hanshan
  • Giambo scrive:
    :-D
    Cito:"La guida, consultabile gratuitamente sul sito MSDN (in inglese), spiega nei dettagli le procedure seguite dai tecnici Microsoft per mettere a punto una soluzione che durante la competizione OpenHack 4, ha resistito con successo a 82.500 tentativi di attacco."Solo 82.500 tentativi ? I miei servers hanno resistito a milioni di tentativi di parte di Code Red e i suoi amici ... e sono in piedi ancora oggi, non come il server Microsoft che al tentativo numero 82.501 e' andato giu' come una prugna :-)Bah, i soliti buffoni, questi omini di Redmond ...
    • Anonimo scrive:
      Re: :-D

      Solo 82.500 tentativi ? I miei servers hanno
      resistito a milioni di tentativi di parte di
      Code Red e i suoi amici ... e sono in piedi
      ancora oggi, non come il server Microsoft
      che al tentativo numero 82.501 e' andato
      giu' come una prugna :-)Si, ma se ti faccio anche 2 milioni di attacchi con lo stesso worm e resisti non mi pare tanto un vanto... Ok, complimenti che a suo tempo avevi installato la patch, bravo! Ma gli 82'000 attacchi dei quali parlano spero che siano un po' più seri...Ma che è andato giù al tentativo numero 82501 chi te l'ha detto? Sei stato tu a tirarlo a basso?
      Bah, i soliti buffoni, questi omini di
      Redmond ...Eh si, un po' si... Ma non meno di quelli che cercano di gettargli merda addosso di continuo solo per una questione di devozione al pinguino.......
      • Giambo scrive:
        Re: :-D
        - Scritto da: Anonimo

        Solo 82.500 tentativi ? I miei servers
        hanno

        resistito a milioni di tentativi di parte
        di

        Code Red e i suoi amici ... e sono in
        piedi

        ancora oggi, non come il server Microsoft

        che al tentativo numero 82.501 e' andato

        giu' come una prugna :-)

        Si, ma se ti faccio anche 2 milioni di
        attacchi con lo stesso worm e resisti non mi
        pare tanto un vanto... Ok, complimenti che a
        suo tempo avevi installato la patch, bravo!La mia patch si chiamava "Apache" :-)
        Ma gli 82'000 attacchi dei quali parlano
        spero che siano un po' più seri...Si, molto probabilmente lo sono, ma non credo siano 82'000 attacchi tutti diversi, la notizia non lo dice.
        Ma che è andato giù al tentativo numero
        82501 chi te l'ha detto? Sei stato tu a
        tirarlo a basso?Come sopra, la notizia non lo dice. Puo' essere che, dopo aver tentato quei 4 o 5 attacchi conosciutie dei quali esiste unexploit, qualcuno abbia deciso di provarne uno nuovo e in quel momento - BUM! -

        Bah, i soliti buffoni, questi omini di

        Redmond ...

        Eh si, un po' si... Ma non meno di quelli
        che cercano di gettargli merda addosso di
        continuo solo per una questione di devozione
        al pinguino.......Volevo solo far riflettere sul proclama della Microsoft: Cosi' riportato, a prima lettura, puo' sembrare una vittoria, ma in mancanza di dettagli potrebbe pure rivelarsi essere una bola di sapone.
    • Anonimo scrive:
      Re: :-D
      - Scritto da: Giambo

      Solo 82.500 tentativi ? I miei servers hanno
      resistito a milioni di tentativi di parte di
      Code Red e i suoi amici ... e sono in piedi
      ancora oggi, non come il server Microsoft
      che al tentativo numero 82.501 e' andato
      giu' come una prugna :-)

      Bah, i soliti buffoni, questi omini di
      Redmond ...Come al solito c'è un sacco di gente che chiacchiera senza aver letto nulla.OpenHack 4 prevedeva la stessa applicazione fatta su tecnologia MS e su tecnologia Oracle. Alla fine del periodo di esposizione solo un attacco è riuscito. E non all'implementazione MS ma a quella di Oracle.Cito dal sito: http://www.eweek.com/article2/0,3959,754428,00.aspOnly one OpenHack challenge?a cross-site scripting attack?has been successfully accomplished so far. The person who levied that attack?Jeremy Poteet, chief technology officer at IT consultancy Technology Partners Inc.?has since discovered on the Oracle Corp. OpenHack application a very clever, though as yet unproven, way to hijack session information in a rare combination of circumstances. (For OpenHack test methodology, go to www.eweek.com/openhack.)3dots
  • Anonimo scrive:
    morale?
    Ms sta lavorando molto sul lato server/sicurezza e la comunita' linux sta lavorando sul lato desktop.MS guadagna posizioni sui servers e linux le perde. Ms stabile sui desktop e linux pure con una percentuale irrisoria.Parte di quelli che usano linux, spesso, usano anche windows perche' non ne possono fare a meno. Quindi alla fine dei conti linux non soddisfa nemmeno i suoi utenti non perche' fa schifo ma perche' non viene considerato da milioni di sviluppatori, e troppo spesso i linux developer credono di essere gli unici al mondo.Secondo me, la comunita' linux, dovrebbe pensare meno alla rete e smettere di considerare inutile e puerile l'entertainement e il multimediale.Sarebbe anche da abbandonare l'idea del gratis per forza con tutte le sue licenze e fare in modo che linux sia visto non come un OS di scrocconi ma un OS su cui conviene portare le applicazioni commerciali perche' ci sarebbe mercato.Salut!
    • enzogupi scrive:
      Re: morale?
      - Scritto da: Anonimo
      Ms sta lavorando molto sul lato
      server/sicurezza e la comunita' linux sta
      lavorando sul lato desktop.Perchè sul lato server/sicurezza la M$ sta cercandodi raggiungere le prestazioni di linux.
      MS guadagna posizioni sui servers e linux le
      perde. Ms stabile sui desktop e linux pure
      con una percentuale irrisoria.E quindi? Dove vuoi arrivare?
      Parte di quelli che usano linux, spesso,
      usano anche windows perche' non ne possono
      fare a meno.Beh, sono contento di non far parte di questo gruppo.
      Quindi alla fine dei conti linux non soddisfa
      nemmeno i suoi utenti non perche' fa schifo
      ma perche' non viene considerato da milioni
      di sviluppatori, e troppo spesso i linux developer
      credono di essere gli unici al mondo.Scusa, ma che basi hai per fare un'affermazione delgenere. Da dove trai le tue conclusioni?Hai conosciuto uno o due programmatori sbruffonie credi che siano tutti uguali. Il mondo OpenSourceè molto più vasto di quanto tu possa immaginare.
      Secondo me, la comunita' linux, dovrebbe
      pensare meno alla rete e smettere di
      considerare inutile e puerile l'entertainement
      e il multimediale.Ancora. Chi ti dice che lo faccia?
      Sarebbe anche da abbandonare l'idea del
      gratis per forza con tutte le sue licenze e
      fare in modo che linux sia visto non come un
      OS di scrocconi ma un OS su cui conviene
      portare le applicazioni commerciali perche'
      ci sarebbe mercato.Ecco ancora uno che confonde free/gratis confree/libero. Chi ha mai parlato di "gratis per forza".Semmai di "libero per forza". Leggiti meglio la GPL.
      Salut!Prosit!
      • Anonimo scrive:
        Re: morale?

        Ecco ancora uno che confonde free/gratis con
        free/libero. Chi ha mai parlato di "gratis
        per forza".Se lo distribuisci in GPL è gratuito..... o almeno solo la prima copia è a pagamento....Un altro che ha letto la licenza ma non ci ha mai riflettuto...
        • Anonimo scrive:
          Il free software crea un indotto
          - Scritto da: Anonimo


          Ecco ancora uno che confonde free/gratis
          con

          free/libero. Chi ha mai parlato di "gratis

          per forza".

          Se lo distribuisci in GPL è gratuito..... o
          almeno solo la prima copia è a pagamento....

          Un altro che ha letto la licenza ma non ci
          ha mai riflettuto...Sotto la GPL non si vende software. Sotto GPL si vendono servizi legati al software. Se mi procuro un Linux (tre o quattro euro), ho fatto guadagnare chi me lo ha distribuito. Se mi scarico i manuali dal sito ho fatto guadagnare qualche operatore telefonico. Se acquisto un manuale di quelli da centinaia di pagine ci guadagnano l'autore e la casa editrice. Il Free Software crea un indotto.pi_n@
          • Anonimo scrive:
            Re: Il free software crea un indotto
            .se lo butto dalla finestra faccio guadagnare qualcosina agli operatori della nettezza urbana e così si realizza la filosofia open
          • Anonimo scrive:
            Re: Il free software crea un indotto
            - Scritto da: Anonimo
            ...se lo butto dalla finestra faccio
            guadagnare qualcosina agli operatori della
            nettezza urbana e così si realizza la
            filosofia open...dopo questo tuo commento illuminante puoi lasciare il forum felice e contento, immagino...
    • Anonimo scrive:
      Re: morale?
      - Scritto da: Anonimo
      Ms sta lavorando molto sul lato
      server/sicurezza No, per loro la sicurezza non paga immediatamente. Loro campano con Office....
      MS guadagna posizioni sui servers e linux le
      perde. Cazzta astronomica. Linux aumenta sui server con percentuali a due zeri (senza i decimali). m$ aumenta di qualche punto. ...
      fare a meno. Quindi alla fine dei conti
      linux non soddisfa nemmeno i suoi utentiTutti i miei server sono fatti con Linux. A me Linux risolve un sacco di problemi e mi soddisfa parecchio....
      troppo spesso i linux developer credono di
      essere gli unici al mondo.Gli unici ? Ma se ha una base di sviluppatori enorme e trans-nazionale. Come potrebbero pensare di essere gli unici? Ma forse questo e' quello che pensi tu.
      Secondo me, la comunita' linux, dovrebbe
      pensare meno alla rete e smettere diCon il piffero. La rete oggi e' fondamentale. I primi elaboratori vennero creati per fare calcoli sulle traiettorie balistiche, poi vennero utilizzati soprattutto per archiviare grandi quantita' di informazioni. Oggi l'esigenza primaria e' quella di comunicare.
  • hoff scrive:
    sforzo inutile
    Io, Pinco Pallino, voglio un sistema sicuro. Quindi devo studiare. Ho due alternative:- studiare un sistema che ha la fama di essere molto sicuro (FreeBSD, Linux o simili)- usare un sistema non troppo sicuro e studiare le guide di Ms, fiducioso che in questo modo diventi sicuro- non studiare niente e convincermi che il sistema è sicuro già di per sè in natura perchè sono un adepto di Microsoftology.Il terzo caso è piuttosto comune tra i provider italiani ma possiamo lasciarlo perdere. Se decido di prendermi la briga di studiare, devo scegliere tra le prime due ipotesi. Stranamente una delle due mi sembra molto più logica dell'altra.
    • Anonimo scrive:
      Re: sforzo inutile
      - Scritto da: hoff
      Io, Pinco Pallino, voglio un sistema sicuro.
      Quindi devo studiare. Ho due alternative:

      - studiare un sistema che ha la fama...Anche i miti crollano...ottantaduemilaepassa attacchi non sono da sottovalutare pero'.
      • Giambo scrive:
        Re: sforzo inutile
        - Scritto da: Anonimo
        ottantaduemilaepassa attacchi non sono da
        sottovalutare pero'.Sono _niente_, controlla il logfile di un sistema medio/grosso. E poi mi pare di capire che al numero ottantaduemilaeunpoco il sistema e' risultato compromesso.
        • Emilio scrive:
          Re: sforzo inutile

          Sono _niente_, controlla il logfile di un
          sistema medio/grosso. E poi mi pare di
          capire che al numero ottantaduemilaeunpoco
          il sistema e' risultato compromesso.Ma de che? Non c'e' scritto da nessuna parte. Quello e' il totale degli attacchi. Cecato :D
        • Anonimo scrive:
          Re: sforzo inutile

          Sono _niente_, controlla il logfile di un
          sistema medio/grosso.Ma te bevi?! Ti droghi?! Ma guarda che 82'000 ATTACCHI non sono pochi direi... 82'000 hits non sono _niente_, ma 82'000 tentativi di hacking non mi sembrano niente... Poi ognuno è sempre libero di credere nei suoi miti e ignorare la realtà dei fatti.
          E poi mi pare di
          capire che al numero ottantaduemilaeunpoco
          il sistema e' risultato compromesso.Si si, te sei già ad uno stadio avvanzato della malattia... ormai hai pure le allucinazioni e credi di leggere quello che nemmeno stà scritto da nessuna parte... Ahia... Curati!
          • Giambo scrive:
            Re: sforzo inutile
            - Scritto da: Anonimo

            Sono _niente_, controlla il logfile di un

            sistema medio/grosso.

            Ma te bevi?! Ti droghi?! Ma guarda che
            82'000 ATTACCHI non sono pochi direi...
            82'000 hits non sono _niente_, ma 82'000
            tentativi di hacking non mi sembrano
            niente... Poi ognuno è sempre libero di
            credere nei suoi miti e ignorare la realtà
            dei fatti.Ma tu sai che attacchi sono ? Magari sono tutti "ping of death" :-)

            E poi mi pare di

            capire che al numero ottantaduemilaeunpoco

            il sistema e' risultato compromesso.

            Si si, te sei già ad uno stadio avvanzato
            della malattia... ormai hai pure le
            allucinazioni e credi di leggere quello che
            nemmeno stà scritto da nessuna parte...Non sta' scritto neppure il contrario :)Come vedi l'annuncio e' talmente "fumoso" che ognuno, a seconda del suo credo, puo' interpretarlo come vuole.
    • Anonimo scrive:
      Re: sforzo inutile
      - Scritto da: hoff
      Io, Pinco Pallino, voglio un sistema sicuro.
      Quindi devo studiare. Ho due alternative:
      .......
      Il terzo caso è piuttosto comune tra i
      provider italiani ma possiamo lasciarlo
      perdere. Se decido di prendermi la briga di
      studiare, devo scegliere tra le prime due
      ipotesi. Stranamente una delle due mi sembra
      molto più logica dell'altra.Veramente le alternative che hai postato sono tre....Comunque quì su P.I. c'è uno che si vanta di usare Windows senza mai aver aperto un manuale....
      • enzogupi scrive:
        Re: morale?

        Comunque quì su P.I. c'è uno che si vanta di
        usare Windows senza mai aver aperto un
        manuale....Bel vanto! :)
      • Anonimo scrive:
        Re: sforzo inutile

        Comunque quì su P.I. c'è uno che si vanta di
        usare Windows senza mai aver aperto un
        manuale....eheheheh... A dire il vero nemmeno io ho mai aperto "il manuale".... MSDN & TechNET rulez! ;-)
      • Anonimo scrive:
        Re: sforzo inutile
        - Scritto da: Anonimo


        Comunque quì su P.I. c'è uno che si vanta di
        usare Windows senza mai aver aperto un
        manuale....Embè? a casa mia c'è un'arzilla vecchietta che spedisce le mail da linux, naviga in internet e ascolta i CD senza aver mai aperto un manuale. Anzi, avendo comprato delle riviste per documentarsi ma senza averci capito nulla (per dirti il livello di preparazione tecnica). Eppure va!Tit.
        • Anonimo scrive:
          Re: sforzo inutile
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo





          Comunque quì su P.I. c'è uno che si vanta
          di

          usare Windows senza mai aver aperto un

          manuale....

          Embè? a casa mia c'è un'arzilla vecchietta
          che spedisce le mail da linux, naviga in
          internet e ascolta i CD senza aver mai
          aperto un manuale. Anzi, avendo comprato
          delle riviste per documentarsi ma senza
          averci capito nulla (per dirti il livello di
          preparazione tecnica). Eppure va!Non credo però che la tua arzilla vecchietta vada a spargere "insegnamenti informatici" nei forum di P.I. ....E neppure che pretenda di essere un guru dei computer .....
      • Vaira scrive:
        Re: sforzo inutile
        Se è per questo ci sono professori che insegnano senza aver mai aperto un libro
    • Anonimo scrive:
      Re: sforzo inutile

      Io, Pinco Pallino, voglio un sistema sicuro.
      Quindi devo studiare. Ho due alternative:

      - studiare un sistema che ha la fama di
      essere molto sicuro (FreeBSD, Linux o
      simili)Si, ho sentito giusto i muratori che lavorano nel cantiere vicino a casa mia dire la stessa cosa....... :-/
      - usare un sistema non troppo sicuro e
      studiare le guide di Ms, fiducioso che in
      questo modo diventi sicuroE perchè Windows dovrebbe essere intrinsecamente meno sicuro di Linux?
      - non studiare niente e convincermi che il
      sistema è sicuro già di per sè in natura
      perchè sono un adepto di Microsoftology.Già... Per fortuna almeno questo non succede mai...
      Il terzo caso è piuttosto comune tra i
      provider italiani ma possiamo lasciarlo
      perdere. Se decido di prendermi la briga di
      studiare, devo scegliere tra le prime due
      ipotesi. Stranamente una delle due mi sembra
      molto più logica dell'altra.A me sembra logico che indipendentemente dal sistema operativo che si sceglie (la scelta non dipende certo dalla sicurazza presunta del os ma da ciò che poi effettivamente ci dovrà girare) ci si documenti e ci si preoccupi di capire come renderlo sicuro. Perchè anche la cassaforte più sicura del mondo se la lascio aperta o con la combinazione scritta in bella vista diventa insicura... Non credi?!
    • Anonimo scrive:
      Re: sforzo inutile
      - Scritto da: hoff
      - studiare un sistema che ha la fama di
      essere molto sicuroLa fama è cattiva consigliera. Fai la fine di quel tal "Michele" della famosa reclame, che aveva la "fama" di essere un grande intenditore di whiskey... di una marca sola.
      Io, Pinco Pallino, voglio un sistema sicuro.
      Quindi devo studiare.Il principio sbagliatissimo è che si debba "studiare un sistema". La sicurezza è una questione che trascende il singolo SO e le relative configurazioni. Dunque, PRIMA si studiano i fondamenti, i protocolli, la gestione procedurale degli utonti e delle condivisioni e quant'altro, ossia tutto ciò che è indipendente dall'implementazione specifica. DOPO si sceglie una configurazione HW, SW, apparati (macchine embedded con firmware inviolabili che facciano certi mestieri meglio di tutti i linux e freeBSD ce ne sono a iosa). Il che implica una buona conoscenza di TUTTI i sistemi che ci sono in giro, free e non.Questo se uno vuol fare della sicurezza un mestiere (a dirlo dieci anni fa fuori da una banca o installazione militare, programmatori ricercatori e sistemisti si sarebbero piegati in due dal ridere). Un pinco pallino che semplicemente "vuole un sistema sicuro" si limita a pagare un consulente e/o una soluzione chiavi in mano...
Chiudi i commenti