Sun: lasciate che iPlanet venga a voi

Sun vara un nuovo programma di migrazione con il quale facilitare la vita a chi voglia abbandonare Internet Information Server e passare a iPlanet
Sun vara un nuovo programma di migrazione con il quale facilitare la vita a chi voglia abbandonare Internet Information Server e passare a iPlanet


Palo Alto (USA) – Nel tentativo di rafforzare la propria posizione sul mercato dei server Web, Sun ha annunciato un aggressivo programma di migrazione da proporre alle aziende che desiderano abbandonare la piattaforma Windows e Internet Information Server.

Nell’offerta di Sun è previsto un forte sconto, pari al 35%, sul prezzo del proprio server Web iPlanet ed una serie di software tesi a facilitare la transizione dalla piattaforma Microsoft verso quella Unix di Solaris: fra questi c’è anche il pacchetto Chili!Soft ASP che consente ai clienti di continuare ad utilizzare le ASP anche con iPlanet.

“Abbiamo ricevuto una travolgente quantità di richieste, da parte dei clienti, per un programma che offrisse alle aziende un modo facile e veloce per migrare verso il server Web iPlanet”, ha detto Says Joe Keller, vice presidente e general manager di Sun, che ha poi specificato come le aziende che intendono affrontare la migrazione cerchino di “ridurre i problemi riguardanti la crescita delle nuove vulnerabilità di sicurezza”.

Stando alle dichiarazioni di Sun, si direbbe che l’ormai celebre analisi del Gartner, in cui si suggeriva alle aziende con IIS di valutare il passaggio a piattaforme alternative come iPlanet o Apache, non sia dunque passato inosservato.

In tutta risposta, e con la speranza di limitare i danni, la scorsa settimana Microsoft ha varato un nuovo e più aggressivo programma di sicurezza con cui intende aiutare le aziende nell’installare e manutenere sistemi IIS più sicuri e protetti da attacchi esterni.

La più grossa sfida di Sun sarà convincere le aziende, soprattutto quelle di piccole e medie dimensioni, a migrare verso una piattaforma del tutto differente da quella Wintel e costituita da processori Sparc, sistema operativo Solaris e server Web iPlanet (la cui edizione Enterprise costa 940$ se si passa da una piattaforma concorrente). Apache può invece contare proprio sul fatto di essere multi-piattaforma – e disponibile anche su Windows – e completamente free.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

09 10 2001
Link copiato negli appunti