Symbian tende una mano agli sviluppatori

La giovane Symbian Foundation sta per lanciare un programma di servizi con cui intende aiutare gli sviluppatori a creare e vendere le loro applicazioni per Symbian. Per rafforzare il proprio ecosistema

Diversi analisti del mercato sostengono che il valore di un dispositivo mobile si misurerà sempre più sul software che vi girerà sopra, e soprattutto sul numero e la qualità di applicazioni per questo disponibili: la testimonianza più palese sarebbe data dal fatto che un po’ tutti i protagonisti del settore sono oggi impegnati a varare o promuovere i propri app store , ampliare le rispettive comunità di sviluppatori e semplificare la creazione di nuove applicazioni.

L’ultimo esempio di questo trend sembra arrivare dalla giovane Symbian Foundation , un’organizzazione non profit nata per amministrare il codice sorgente di Symbian OS, unificarne le interfacce e coordinare lo sviluppo delle future evoluzioni del celebre sistema operativo mobile. La fondazione ha annunciato il lancio di un’iniziativa, chiamata Horizon, con la quale intende aiutare gli sviluppatori di terze parti a creare, distribuire e vendere le loro applicazioni per Symbian.

“Con Symbian Horizon gli sviluppatori riceveranno assistenza nel creare le applicazioni per i dispositivi Symbian a nel collocare tali applicazioni nel maggior numero possibile di negozi online, inoltre verranno aiutati nel proporre le loro applicazioni agli utenti finali”, si legge in questo comunicato .

Horizon comprenderà servizi di assistenza per la certificazione, la localizzazione e il co-marketing delle applicazioni, e aiuterà gli sviluppatori a distribuire le loro applicazioni attraverso vari negozi online, tra i quali quelli di Nokia, Samsung e AT&T.

Horizon segue un approccio già sperimentato con successo da Apple e Microsoft, e avrà altresì il compito di contrastare Palm webOS, che grazie al suo framework web-based e aperto rappresenta una forte attrattiva per tutti gli sviluppatori che hanno familiarità con le tecnologie standard del Web, come HTML, CSS e JavaScript. Come dice ars technica in questo lungo approfondimento, “Symbian Foundation sta rivitalizzando la sua piattaforma ed esplorando nuovi modi per migliorare lo sviluppo delle applicazioni”.

Gli sviluppatori o publisher che non desiderano avvalersi dei servizi di Horizon saranno liberi di gestire la distribuzione e la vendita delle loro applicazioni per proprio conto, senza restrizioni di sorta.

Il programma Horizon verrà ufficialmente lanciato il prossimo ottobre, più o meno nello stesso periodo in cui Microsoft debutterà il proprio Windows Mobile Marketplace .

Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • BiGAlex scrive:
    Dov'è che è sucXXXXX?
    Italia? No, Svezia. Ah, ecco, ora è tutto più chiaro! :PEcco un esempio di paese civile dove i grandi ascoltano i pesci piccoli - che in massa gli danno da mangiare.Ma vabbè, noi siamo il terzo mondo no?
  • docpap scrive:
    La normalita'...
    ... in un Paese democratico. Il sogno per chi (noi!) vive nella Repubblica delle banane :(http://blog.dottorpaolo.com
  • Robba scrive:
    Complimenti
    Complimenti ad Ephone per la considerazione data al pensiero dei suoi utenti, mi auguro che questi esempi abbiano un proseguo e portino i giusti risultati. La prevalsa degli interessi di molti rispetto agli interessi (discutibilissimi) di pochi, e poi com'è che questi possono effetuare un attacco informatico(scardinare il login/pwd di un ftp lo è giusto?) senza problemi?tutto imho...
    • Nedanfor scrive:
      Re: Complimenti
      Beh, diciamo che in alcuni paesi conviene più che in altri essere corretti ed onesti. In Italia, se accadesse una cosa del genere, quanti mai cambierebbero il contratto? O quanti protesterebbero? Ecco perché alla fine ci teniamo i servizi scadenti e negli anni abbiamo sfornato leggi, a volte anche decisamente dannose per noi tutti, e nessuno si è preoccupato di quello che pensava la gente (tranne i populisti a caccia di voti). Se la gente non agisce, la gente non viene presa in considerazione.
      • docpap scrive:
        Re: Complimenti
        @Nedanfor: concordo! Personalmente ogni 2 x 3 cambio, per esempio, fornitore mobile e..... la maggior parte degli amici/conoscenti/colleghi mi dice: "Ma ne vale la pena?" :_(Pessimismo e fastidio: a lamentarsi al bar tutti capaci, a scrivere due righe, a cambiare fornitore, a farsi sentire..... troppa fatica :(http://blog.dottorpaolo.com
        • gohan scrive:
          Re: Complimenti
          se ci fossero alternative valide, volentieri... ma purtroppo sono generalmente tutti molto simili
          • Sborone di rubikiana memoria scrive:
            Re: Complimenti
            Quoto³.Per quanto riguarda gli operatori mobili non è questione di pigrizia, ma di mancanza di alternative. :'(
Chiudi i commenti