Tablet che vanno e vengono

Un panorama già saturo secondo alcuni, un oceano di opportunità per altri. Il mondo dei tablet visto da machi storici come Sony, Acer e Panasonic

Roma – Produttori hardware e colossi del computing sono tutti scesi nell’arena dei tablet, ora che i netbook iniziano a perdere colpi. Recentemente anche Panasonic ha scelto di dire la sua, presentando una prima super-tavoletta per le aziende, e Sony ha mostrato qualcosa in più dei suoi dispositivi in avvicinamento. Contemporaneamente però, Acer ha tolto il piede dall’acceleratore, perché sembra che il mercato europeo sia poco ricettivo.

La casa taiwanese prevede una richiesta di prodotti piuttosto scarsa. Per questo motivo dimezzerà la distribuzione dei tablet nell’area europea. Il Presidente Jim Wong ha fatto sapere che i tagli sul suolo continentale non impediranno comunque ad Acer di rimanere tra le aziende più presenti sul mercato, e che i tablet dovranno comunque sostituire i netbook nel ruolo di trascinatori dell’economia aziendale per i prossimi mesi. Di recente, anche la statunitense Dell ha iniziato a spingersi sul mercato orientale invece di gettarsi nella mischia occidentale insieme agli altri anti-iPad.

Un robusto colpo al mercato sta per arrivare invece dal Toughbook , il nuovo tablet “rugged” prodotto da Panasonic, equipaggiato con Android e rivestito con materiali altamente resistenti. Realizzato per lavorare al massimo delle prestazioni anche in condizioni estreme, il Toughbook ha un diplay da 10.1 pollici opacizzato che non teme il sole. Lavora con pennino, GPS, wireless 802.11n, modulo 3G e 4G a banda larga e una batteria ad alta capacità.

Sony viaggia invece con una bussola tutta sua e prende la sfida dei tablet come un gioco, in cui il grande pubblico deve scoprire da solo, con un indizio alla volta , quali saranno le caratteristiche definitive dei suoi S1 e S2. Entrambi saranno basati su chip Tegra 2 della Nvidia, come anticipato recentemente, e proporranno connettività Bluetooth, 3G, 4G e WiFi, fotocamera digitale e modulo GPS: ma mente l’S1 sarà un tablet standard da 9.4 pollici, l’S2 proverà a conquistare un pubblico più eterogeneo con il suo design a libretto.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • oddo baldassare scrive:
    contratto 7Mega arrivo 800KB
    Flop Telecom contratto per 7 Mega mai arrivati pagamento per (Tali) arrivano a casa sicuri 800KB pagati per 7Mega.La Telecom mi ha detto che devo essere IO a portare le prove di Tale velocità,Quando Loro che possono ti contano anche i peli del .......... Ciao Grazie
  • Quaraquaqua scrive:
    Come al solito non va una XXXX
    "Sto contattando il servizio di misura attendere qualche secondo."Niente altroSconcerto e delusione.
  • air scrive:
    programma inutile
    Questo programma è assolutamente innutile...quando tenti di fare una misurazione il programma si interrompe perche rileva la presenza di altri SVCHOST. Ovviamente pretende di essere l unico per effettuare una misurazione perfetta...vorrei capire pero' con che logica pretendono che un utente comune sia in grado di interromprere tutte le connessioni esistenti nella macchina e lasciare attivata solo quella del nemesys....pazzesco
  • Andrea scrive:
    dubbio su efficacia
    Io sinceramente non ne sono molto certo della realtà affidabilità del software poichè per essere affidabile dovrebbe essere in grado di rilevare anche il valore della portante adsl e poi effettuare il test di velocità altrimenti tutti coloro che fanno il test e che stanno distante dalle centrali verranno visti come utenti sotto la media ma in realtà non possono andare piu veloce di cosi !! Come potete vedere ce sempre qualcosa da migliorare nei programmi di questo tipo !! Ovviamente è impensabile che l utente debba inserire il valore della portante visto che la maggioranza delle persone non sa nemmeno cosa è la portante della linea !!Faccio un esempio , io a casa ho una 8128*640 che va sempre a 7mega pieni , se questa linea cominciasse ad andare a 2mega con ping da 900ms ovviamente ci sono problemi di saturazione ma che possono essere risolti con un semplice cambio di instradamento percui senza software AGCOM ma solo che con una telefonata all ISP ! Se invece io ho una portante da 2464*354 perche nella mia zona piu di cosi non va allora il software mi dice che ce un problema di rete ma in realtà non è cosi perche non dipende dalla rete ma dalla distanza da casa a centrale e dubito che queste cose vengano risolte con un pdf certificato !!
    • bubba scrive:
      Re: dubbio su efficacia
      (..)
      che con una telefonata all ISP ! Se invece io ho
      una portante da 2464*354 perche nella mia zona
      piu di cosi non va allora il software mi dice che
      ce un problema di rete ma in realtà non è cosi
      perche non dipende dalla rete ma dalla distanza
      da casa a centrale e dubito che queste cose
      vengano risolte con un pdf certificato
      !!il ragionamento ci sta'... ma il punto e' + contrattuale (e anche di utile mappatura) ... se tu mi vendi Alice 20Mbit ,poi me l'attacchi a un MUX delle guerre puniche tipo MD48 ,o zoppo... sono (ossia dovrebbero essere) caxxi tuoi.. sei in malafede e dovresti ricablare in modo + decente.. o vendermi solo l'adsl a 640K
  • Fragy scrive:
    Standard minimi garantiti e reXXXXX
    Sono un felice (credo perché mi accontetno di poco) fruitore di contratto con Alice. Lo standard minimo garantito è di 0KB anno, a questo punto cosa mi serve questo testo visto che è ben difficile scendere sotto tale velocità? E' indubbio che sia utile per chi ha un contratto con banda minima prefissata, ma per la maggior parte delle persone non è così (forse sbaglio) e per quanto riguarda il reXXXXX ... raccomandatina e addio contratto (diverso è il tempo che ci metteranno per decidere di effettivamente liberarvi la linea).Aggingo: sul sito affermano "il test, che ha una durata complessiva di almeno 24 ore" quindi non 15' ma 24 ore. Mi sfugge la discrepanza.Mah, a me sembra serva solo per racchiogliere indirizzi mail :-(
    • ech3l0n scrive:
      Re: Standard minimi garantiti e reXXXXX
      - Scritto da: Fragy
      Aggingo: sul sito affermano "il test, che ha una
      durata complessiva di almeno 24 ore" quindi non
      15' ma 24 ore. Mi sfugge la
      discrepanza.Deve fare 24 test, uno per ogni ora del giorno, e ogni test dura 15 minuti. Chiaro adesso?
      Mah, a me sembra serva solo per racchiogliere
      indirizzi mail
      :-("I dati personali conferiti non saranno comunicati a soggetti terzi né verranno resi pubblici e saranno trattati da personale qualificato in conformità e nel rispetto del disposto di cui allart. 7 del D. Lgs. 196/03 in materia di acXXXXX ai dati personali. In particolare i soggetti interessati potranno chiedere conferma dellesistenza o meno dei propri dati personali, di chiederne la comunicazione in forma intelligibile, la rettifica, l'aggiornamento o la cancellazione, di opporsi alla prosecuzione del trattamento per motivi legittimi, ecc."
Chiudi i commenti