Telefonate internazionali low-cost con la WooowCard

Active Network promette telefonate internazionali low-cost e si rivolge a professionisti ed aziende proponendo loro di diventare Reseller del servizio

Roma – Active Network lancia la nuova WooowCard , un’offerta tariffaria che può essere utilizzata per telefonare a tariffe low-cost dall’Italia verso l’estero ma anche verso qualsiasi numero telefonico italiano, cellulari compresi.

A dispetto del nome, la WooowCard in realtà non è una carta fisica, ma è costituita unicamente da un PIN. Si rivolge principalmente ad una clientela “non residente”, ma può essere utile anche a chi si trova in Italia e non è (o non è ancora) in possesso di un proprio telefono (fisso o mobile). Il target potrebbe essere rappresentato da stranieri in vacanza, lavoratori stranieri e studenti, ma l’offerta potrebbe allettare chiunque abbia necessità di telefonare a costi contenuti.

“Le telefonate – spiega Active Network – possono essere effettuate da un numero verde nazionale o un mobile ma è anche possibile, ed è qui la vera novità, chiamare anche tramite un pop geografico, oltretutto spendendo ancora meno”. La WooowCard esisteva già, in una versione che prevedeva diverse card associate a macro-aree geografiche diverse (Asia, Africa, USA, Europa ecc.), mentre oggi una sola nuova WooowCard riunisce tutte le possibilità d’offerta. I tagli disponibili sono da 10, 20, 50 e 100 euro ed è possibile ricaricare la propria card direttamente dal sito wooow.it mantenendo lo stesso PIN e verificando il proprio credito residuo in tempo reale.

L’offerta propone anche ai clienti di diventare Reseller WooowCard. “Un Reseller WooowCard – spiega ancora Active Network – è un’azienda, un negozio o, in generale, un qualunque soggetto titolare di Partita IVA che intende distribuire in proprio i servizi WooowCard, anche utilizzando il proprio marchio. La distribuzione del servizio è molto semplice e non richiede grandi impegni burocratici ed economici. Il Reseller, dopo essersi registrato su wooow.it , acquisterà un plafond di traffico che, successivamente, utilizzerà per generare in totale autonomia i PIN nei tagli e nei profili preferiti. Un pannello di controllo web accessibile dal Reseller direttamente su Wooow.it permetterà di erogare i nuovi PIN e controllare lo stato del plafond. I PIN (corrispondenti alle card virtuali) poi, dovranno essere venduti ai clienti finali in base al valore nominale per il quale sono stati attivati”.

Il guadagno del rivenditore sta nel fatto che le ricariche del plafond, compresa quella iniziale, sono soggette ad una “percentuale di incremento”, variabile a seconda dell’ammontare della ricarica; questo incremento genera una maggiorazione nell’importo nominale ricaricato sul plafond, che permette di erogare PIN per un valore superiore a quanto effettivamente pagato in fase di ricarica. Per fare un esempio pratico, una ricarica di 400 euro è soggetta ad un incremento del 15%: pagando 400 euro di ricarica, si otterranno 460 euro di plafond, che permetterebbero di erogare, fra le varie possibilità, 4 PIN da 100 euro più tre da 20 euro, con 60 euro di guadagno sui 400 pagati. Per diventare Reseller WooowCard è necessario eseguire una prima ricarica, di almeno 50 euro, che sarà subito utilizzata per costituire il plafond iniziale, pronto per l’erogazione dei PIN. Anche alla prima ricarica viene applicato l’incremento: più alta è la ricarica iniziale, più alto è il valore nominale che sarà accreditato sul plafond.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • mimmo bambino scrive:
    ASTRA2
    :|non e' concorrenziale
  • trikketrakk e scrive:
    adsl sat bidirezinale a 20 euro: ottimo
    il satellitare bidirezionale a 20 euro al mese e ottimo considerando che opensky lo vendeva fino ad ora a 160 euro al mese..molto bene
    • freak scrive:
      Re: adsl sat bidirezinale a 20 euro: ottimo
      Secondo te spendere Euro 500 per una parabola e 100 per l'installzzione per una velocità di 256 in down e 64 in up sarebbe buona ????
  • francesca scrive:
    non male
    i prezzi mi sembrano accessibili, anche se la velocità fornita non è paragonabile - allo stesso prezzo - a quella di connessioni adsl tramite doppino.Di positivo c'è che l'upload non si deve più fare tramite la normale linea telefonica, come accadeva fino a pochi mesi fa.In Giappone installando un antenna dal diametro di 5 metri si potra' navigare in internet alla velocita' massima teorica di 1.2 Gbits al secondo, mentre una antenna dal diametro di soli 45 cm permettera' una navigazione di ben 155 Mbits al secondo. Però, suppongo, i prezzi saranno più alti.
Chiudi i commenti