Texas: d'ora in poi i chip mobili sono questi qui

Il leader del mercato dei chip per cellulari ha lanciato una nuova generazione di processori embedded tuttofare destinata ad accelerare la convergenza fra telefonini, player multimediali, PDA e videocamere digitali

Dallas (USA) – La linea di processori embedded più polivalente e performante oggi sul mercato. Così Texas Instruments ha definito OMAP35x, una nuova serie di CPU a basso consumo basate sul core Cortex A8 di ARM e destinate ad una grande varietà di dispositivi, dai telefoni cellulari ai player MP3, dagli apparecchi medicali ai computer di bordo.

I chip OMAP35x integrano tutte le principali funzionalità oggi richieste dai dispositivi mobili e palmari, quali la decodifica in hardware di audio, video, grafica e immagini . Grazie al giovane core Cortex A8, il processore promette di portare sui device mobili “performance di classe laptop” ad una frazione dei consumi. In particolare, il Cortex 8 viene dichiarato da ARM quattro volte più veloce dell’ARM9 e tre volte più veloce dell’ARM11, due tra i più diffusi chip embedded sul mercato.

TI, che detiene quasi i due terzi del mercato dei chippetti per telefoni cellulari, afferma che i processori basati su OMAP35x diverranno il componente chiave di una nuova classe di telefoni mobili in grado di integrare, in un solo dispositivo, le tipiche funzionalità di una fotocamera consumer di fascia alta, di una console da gioco portatile, di un personal media player e di un PDA.

I processori OMAP35x, costruiti con un processo a 65 nanometri, sposano il core di ARM con la tecnologia DSP di TI. Tali chip, secondo l’azienda texana, sono tra i primi a fornire la potenza necessaria per riprodurre video in alta definizione sui telefoni cellulari. Supportata anche la registrazione di video in qualità DVD, la riproduzione di filmati in formato MPEG4, WMV9, H.264 e RealVideo 10, la ricezione dei segnali TV digitali, e le principali funzioni grafiche 3D.

Gli OMAP35x ereditano dai loro predecessori la tecnologia di risparmio energetico SmartReflex , in grado di variare dinamicamente voltaggio e frequenza di clock del chip in base all’uso del dispositivo, al modo operativo e alla temperatura.

L’architettura OMAP 3 supporta i più diffusi sistemi operativi embedded del settore consumer, tra cui Linux, Symbian OS e Windows Mobile.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • maperos scrive:
    e' successo anche a me...
    cercando anni fa sul loro sito se esisteva un dominio con il mio cognome,ho attivato quello che mi sembrava una semplice ricerca se era disponibile o meno,fidando del fatto che dappertutto quando si paga esce fuori carta di credito o similari.Dopo aver visto che il dominio era disponibile,mi arriva una mail felicitandosi che avevo ACQISTATO un dominio e mi presentavano le spese etc..Io ho mandato diverse mail in cui contrestavo la liceita' del sistema.Nulla da fare.A questo punto mi sono arrivate ben TRE raccomandate con l'ingiunzione di pagare.A questo punto avendo contestato DA SUBITO il fatto di non voler procedere all'acquaisto e di non essere interessato...ho inviato una raccomandata,dicendo che all'interno di 3 giorni,in europa c'era la possibilita' di recedere dall'acquisto.Dato che il sito era una filiale della network solution situato in Inghilterra....dopo quella raccomandata molto dura da parte mia ( li invitavo a desistere di continuareper quella strada avendo la legge dalla mia parte)semplicemtne,mi hanno comununicato che il domminio da me registrato sarebbe stato disponibile ancora per un certo numero di giorni e poi sarebbe tornato disponibile a chiunque.Ovviamente non ho confermato nulla...e hanno desistito.Capisco la class action,in quanto e' molto facile registrare un sito credendo erroneamente di fare una semplice query come con tutti gli altri siti di registrazioni domini....con questo non voglio dire che i loro servizi siano di buona qualita' o meno,e' solo l'impostazione che lascia perplessi..Stateci attenti...
  • manfrys scrive:
    Se ne parlava qui
    http://www.manfrys.it/wordpress/?p=314
Chiudi i commenti