Tiger mette Apple nei guai

Un noto sito di e-commerce americano rivendica i diritti sul nome scelto da Apple per identificare l'ultima versione del proprio sistema operativo Mac OS X. Il contenzioso verrà risolto in tribunale
Un noto sito di e-commerce americano rivendica i diritti sul nome scelto da Apple per identificare l'ultima versione del proprio sistema operativo Mac OS X. Il contenzioso verrà risolto in tribunale


Miami (USA) – TigerDirect.com , uno fra i più grandi siti di e-commerce statunitensi, ha fatto causa ad Apple per violazione del proprio marchio “Tiger”, lo stesso utilizzato dalla casa della Mela per identificare il nuovo sistema operativo Mac OS X 10.4.

Nel proprio reclamo, TigerDirect.com sostiene che l’uso del nome tiger da parte di Apple sta indebolendo il suo marchio, danneggiando il proprio business e creando confusione e malintesi tra gli utenti. La società di e-commerce, posseduta da Systemax, ha inoltre detto che il lancio di Mac OS X “Tiger” ha scalzato il proprio sito dalle prime posizioni di Google.

TigerDirect.com ha già chiesto al tribunale un’ingiunzione preliminare che obblighi Apple a sospendere la distribuzione del proprio sistema operativo e cessare l’uso della parola tiger. Il giudice ascolterà le parti in causa durante un’udienza fissata per il prossimo martedì.

“Apple Computer ha lanciato una campagna promozionale di ampie proporzioni che rischia di mettere in ombra il nostro marchio e i nostri servizi on-line”, ha affermato TigerDirect.com in un comunicato.

Se la società di Miami dovesse spuntarla, e ottenere dal giudice l’ingiunzione richiesta, Apple potrebbe essere costretta a ritirare tutte le copie di Tiger già sul mercato e provvedere ad eliminare la parola tiger da CD, scatole, manuali e materiale promozionale: il danno economico, secondo alcuni analisti, sarebbe piuttosto elevato.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

01 05 2005
Link copiato negli appunti