Tiscali, VoIP in italiano

Si chiama indoona e sfida Skype, Hangover, WhatsApp e compagnia

Roma – Tiscali ha presentato indoona , applicazione VoIP per chiamare, videochiamare e inviare messaggi via Internet agli altri utenti indoona.

Dall’esperienza maturata con wiPhone, applicazione lanciata a fine 2009 che era disponibile già su Android e Symbian ma non su iOS, Tiscali ha sviluppato un’app basata sulla tecnologia IMS della cinese ZTE e sarà disponibile su smartphone iOS o Android e per client PC e Mac.

Si tratta di un pacchetto di servizi ( indoona viene dal dialetto sardo e vuol dire “tutto insieme”) ed offre chiamate gratuite verso gli altri utenti e verso le numerazioni di rete fissa Tiscali . Inoltre, come per altri servizi VoIP, è possibile utilizzarla per chiamare anche numeri fissi e cellulari in tutto il mondo con tariffe che partono da 0,8 centesimi al minuto (Iva inclusa).

Interessante, in quest’ottica, è la funzione di rubrica intelligente: l’app si sincronizza automaticamente con la rubrica presente sul proprio smartphone o sul PC e mette in evidenza i contatti che hanno già scaricato indoona, nonché le utenze Tiscali.

Tiscali promette anche di garantire un servizio di telefonia senza costi di roaming agli utenti che si trovano all’estero e che scelgono di appoggiarsi al suo numero.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ALEX scrive:
    Ma il poker non è un gioco
    È un allenamento alla truffa. Il mondo è strano: quando cresci tutti a farti le raccomandazioni di essere onesto e poi ti insegnano a giocare a poker, la quintessenza del bluff.
  • Nicolaus scrive:
    Re: l unica e giocare il poker vero
    No bhe un conto è fare una vincita fortuita alta, oppure un tot di vincite per bravura, ma se c'è uno che ogni giorno arriva e si porta a casa cifre alte può essere estromesso dal casinò, c'è la regola che non si va al casinò per arricchirsi, ma per tentare di vincere.Il fatto che tu vincendo ogni giorno produci un guadagno continuativo vieni meno a tale regola e puoi essere estromesso dal casinò.Se tu oggi vinci 1.000.000 di euro, non infrangi la regola perchè domani è difficile che succeda di nuovo, e se succede non succederà di nuovo anche il terzo giorno...Questo non accade nei tornei di poker come avvengono oggi, mediante buy-in etc, ma in tutti gli altri giochi generalmente è così, in partica se hai un metodo abbastanza sistematico da farti vincere spesso, possono impedirti l'acXXXXX.
  • Nicolaus scrive:
    Re: l unica e giocare il poker vero
    Ma sei fuori? Prova ad immaginare quanto costerebbe una cosa del genere, pagare 7-8-9 persone per vincere il budget, di certo non milionario di te che vai a giocare, moltiplicato per tutte le persone che vanno a giocare... dai...
  • giorgio palombo scrive:
    risposta
    fate sckifo
  • prova123 scrive:
    Gioco da nerd del poker
    Per quanto riguarda la fase di gioco, la prima regola del poker nelle sale da gioco è che le carte devono essere mescolate direttamente sul tavolo e poi il mazzo deve essere tagliato.Qualunque giocatore imberbe dopo aver imparato le combinazioni vincenti non si alza dal tavolo (o non si siede) se questa banale regola non viene rispettata.Nessun giocatore professionista, nel vero senso della parola, accetta di giocare in condizioni così ridicole.Gioco online: Il sw di gestione è Open? Tanto per dirne una, può essere verificato che la fase di mescolamento e taglio del mazzo di carte avviene secondo i canoni del gioco del poker? Se questo non è vero significa accettare di giocare con qualcosa/qualcuno che mescola il mazzo di carte sotto il tavolo ... complimenti ... non siete giocatori di poker ma polli da spennare!In questi casi le forze dell'ordine non dovrebbero sprecare il loro tempo a raccogliere queste denuncie.
    • tunele scrive:
      Re: Gioco da nerd del poker
      guarda che per avere la licenza di gioco d'azzardo online, i gestori devono sottostare a delle verifiche ferree sul software di gioco, sul generatore casuale che usano, sulla non modificabilità dello strumento, sulla impossibilità dei gestori di intervenire nelle partite, è così via. e mi sembra pure scontato. non serve andarsi a leggere le delibere ministeriali per arrivarci.
      • tunele scrive:
        Re: Gioco da nerd del poker
        http://www.aams.gov.it/sites/aams2008/files/DOCUMENTI-NEW/SERVIZI/BANDI-E-CONCORSI/Bando-gioco-a-distanza/20110310_Linee_Guida_certificazione_complete.pdf
        • r.j. scrive:
          Re: Gioco da nerd del poker
          salvo poi scoprire che anche le slot certificate aams fanno acqua da tutte le parti... conosco un operatore del settore che ha avuto un danno di 10000 euro per colpa dell'aams
      • prova123 scrive:
        Re: Gioco da nerd del poker
        Se non c'è nulla da nascondere basta rendere Open il software, mi sembra banale. A questo punto basta aggiungere la certificazione che il sw compilato ed utilizzato è quello della versione Open. Solo la trasparenza è indice di correttezza.
        • prova123 scrive:
          Re: Gioco da nerd del poker
          Nel caso in oggetto il tipo di licenza che si adatta perfettamente è la Creative Commons:http://it.wikipedia.org/wiki/Licenze_Creative_Commons
          • tunele scrive:
            Re: Gioco da nerd del poker
            tra le specifiche cui bisogna sottostare per ottenere la licenza, vi è anche quella di dover consegnare integralmente il codice sorgente all'organismo di certificazione e a quello di controllo. Inoltre il codice una volta consegnato non può più essere modificato, previa procedura di ri-approvazione da parte degli organi su menzionati.
          • tunele scrive:
            Re: Gioco da nerd del poker
            insomma non è che dopo che l'hai consegnato ci metti una pezza al volo come te pare, devi rifare tutta la trafila di certificazione, che in casi del genere porta via mesi.
          • prova123 scrive:
            Re: Gioco da nerd del poker
            L'ente di controllo ha un numero molto limitato di tecnici che verificano il software. Se la licenza è Creative Commons chiunque tecnicamente in grado lo può controllare. è solo un problema di trasparenza, non ne faccio un problema di legalità.
          • tunele scrive:
            Re: Gioco da nerd del poker
            bè ma se chi ha scritto il software lo vuole tenere segreto per non farselo copiare?
          • bubba scrive:
            Re: Gioco da nerd del poker
            - Scritto da: tunele
            bè ma se chi ha scritto il software lo vuole
            tenere segreto per non farselo
            copiare?noi italiani con le slot abbiamo prodotto questo (e se ben ricordo non e' tornato un euro) : http://www.ilfattoquotidiano.it/2010/10/08/slot-88-miliardi-in-nero/69963/quindi col poker on line c'e' POCO da stare allegri...
          • prova123 scrive:
            Re: Gioco da nerd del poker
            Infatti io sto parlando di licenza Creative Commons ... non di Open Source. Se dobbiamo pensare in malafede allora tutto è possibile.
          • prova123 scrive:
            Re: Gioco da nerd del poker
            Se c'è tanta reticenza sul software molto probabilmente che c'è molto da nascondere ... no?
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: Gioco da nerd del poker

      Gioco online: Il sw di gestione è Open? Tanto per
      dirne una, può essere verificato che la fase di
      mescolamento e taglio del mazzo di carte avviene
      secondo i canoni del gioco del poker?Non si può verificare. Anche se il software di gestione fosse open, e ti fornissero i sorgenti, il programma gira su un server: e tu come fai a sapere che il codice eseguibile che gira sul server sia lo stesso che hanno dato a te? Magari il programma che hai tu (con sorgenti verificabili) è pulito, ma quello che gira in remoto no.Per un software open, se gira in locale è facile verificare se il sorgente corrisponde al binario; lo compili (usando la stessa versione del compilatore), poi controlli se il file ottenuto è uguale all'eseguibile che ti hanno dato. Ma se gira in remoto, non puoi vedere l'eseguibile che sta girando, e non puoi fare il controllo.
      • prova123 scrive:
        Re: Gioco da nerd del poker
        esistono i checksum ....
        • prova123 scrive:
          Re: Gioco da nerd del poker
          Se non si può verificare la soluzione è banale: basta non giocare. Sei tu che gestisci il gioco e devi attrarre la gente a giocare, io sono il Cliente...
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Gioco da nerd del poker

            Se non si può verificare la soluzione è banale:
            basta non giocare.Infatti non conviene giocare.
            Sei tu che gestisci il gioco e
            devi attrarre la gente a giocare, io sono il
            Cliente...Tu sei il cliente che spera di vincere, e viene per quello. Io non posso farti vincere, altrimenti ci rimetto e chiudo. Per attrarti, devo solo farti credere che tu possa vincere.Puoi trarre le tue conclusioni.
          • AtariLover scrive:
            Re: Gioco da nerd del poker
            - Scritto da: prova123
            Se non si può verificare la soluzione è banale:
            basta non giocare. Sei tu che gestisci il gioco e
            devi attrarre la gente a giocare, io sono il
            Cliente..."A strange game. The only winning move is not to play"(cit.)Vediamo chi se la ricorda XD(atari)
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Gioco da nerd del poker
            Salve professor Falken...
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Gioco da nerd del poker
            Mi sono accorto ora...Prova a scrivere "shall we play a game" su wolframalpha...
          • prova123 scrive:
            Re: Gioco da nerd del poker
            "Se in amore vince chi fugge, prova a prendermi" di Hopkins Cathy (rotfl)
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: Gioco da nerd del poker
          - Scritto da: prova123
          esistono i checksum ....Non funziona comunque. Esempio pratico: io ho due sorgenti, uno con la versione "buona", e uno con la versione che imbroglia. Li compilo entrambi. Sul sito metto la versione che imbroglia, a te invece passo la versione buona (sorgenti ed eseguibile), in modo che tu la possa controllare ben bene, senza trovarci nulla. Tu non hai acXXXXX all'eseguibile sul mio server, ma solo ai risultati che produce. Per verificare il checksum del programma sul mio sorgente, devi richiederlo a me... e io ti fornisco il checksum ricavato dalla versione "buona", così tu vedi che corrisponde.
          • prova123 scrive:
            Re: Gioco da nerd del poker
            <i
            "Tu non hai acXXXXX all'eseguibile sul mio server" </i
            Infatti, il problema è proprio questo, il mazzo di carte è sempre sotto il tavolo...Fintanto che non si può avere acXXXXX al file del server in maniera inconfutabile non ha alcun senso giocare a qualsiasi gioco d'azzardo online ...Se proprio uno ha voglia di giocare d'azzardo si prende un po di soldini e si va a fare un fine settimana al casinò, molto probabilmente perderà lo stesso, ma almeno ha passato un fine settimana in maniera diversa! ;)
          • prova123 scrive:
            Re: Gioco da nerd del poker
            Lo stesso discorso vale per chi gioca in borsa ... :D
  • nicola dalessio scrive:
    risposta
    notizia vecchia di 3 mesi.....
  • giorgio ferrazzini scrive:
    poker on line
    a me interessa sapere se il gioco è truccato, se è tutto casuale, o pilotato,non mi frega niente di come spendono i soldi,io gioco on line se sono regolari ok se no dovete chiuderli,
    • Nicolaus scrive:
      Re: poker on line
      Non è pilotato, per il semplice fatto che cmq la sala da gioco intasca la royalty per quella partita indipendentemente da chi vince... quindi con quale metro il software dovrebbe far vincere qualcuno piuttosto che un altro?
  • Roby10 scrive:
    La notizia è un'altra
    Guardate che qui nessuno ha parlato di software modificato o partite truccate, semplicemente questi prendevano i soldi dei giocatori e invece di tenerli li nel giro del poker, nel caso i giocatori li chiedessero, ci hanno fatto le loro XXXXXte e/o investimenti sbagliati e/o intascati.Quello che fanno le banche insomma... solo che loro possono.Qualunque banca del mondo, se all'improvviso tutti i suoi clienti rivolessero indietro i propri soldi, rimarrebbe nella c...a, ma ho forse non ho capito bene io la notizia
    • panda rossa scrive:
      Re: La notizia è un'altra
      - Scritto da: Roby10
      Guardate che qui nessuno ha parlato di software
      modificato o partite truccate, semplicemente
      questi prendevano i soldi dei giocatori e invece
      di tenerli li nel giro del poker, nel caso i
      giocatori li chiedessero, ci hanno fatto le loro
      XXXXXte e/o investimenti sbagliati e/o
      intascati.

      Quello che fanno le banche insomma... solo che
      loro
      possono.

      Qualunque banca del mondo, se all'improvviso
      tutti i suoi clienti rivolessero indietro i
      propri soldi, rimarrebbe nella c...a, ma ho forse
      non ho capito bene io la
      notiziaNo, no, e' proprio cosi'.Questi hanno preso la liquidita' che i giocatori online hanno loro affidato e l'hanno usata per giocare d'azzardo (e perdendoci!)Se per ipotesi avessero vinto, avrebbero sicuramente ripianato e nessuno si sarebbe accorto di nulla.
    • ... scrive:
      Re: La notizia è un'altra
      nono hai capito benissimo, il senso e' proprio questo.
    • collione scrive:
      Re: La notizia è un'altra
      eh ma vuoi mettere la mafia angloamericana, con una mafia solitaria che gestisce siti di poker?il padrino USA è andato a battere cassa e l'ha trovata vuota :Ddel resto tutta questa manfrina è cominciata quando gli USA hanno deciso di far chiudere il sito perchè, secondo loro, non poteva esercitare senza licenza USAovviamente dal teorema sono derivati i vari corollari, tra cui riciclaggio di denaro sXXXXX, ecc....hanno congelato i soldi della società, che chiaramente non ha più potuto restituire i soldi ai giocatoriecco, adesso sappiamo chi è la vera mafiadel resto questa feccia sta facendo fallire tutta l'Europa senza un minimo di rimorso
    • r.j. scrive:
      Re: La notizia è un'altra
      - Scritto da: Roby10
      Guardate che qui nessuno ha parlato di software
      modificato o partite truccate, semplicemente
      questi prendevano i soldi dei giocatori e invece
      di tenerli li nel giro del poker, nel caso i
      giocatori li chiedessero, ci hanno fatto le loro
      XXXXXte e/o investimenti sbagliati e/o
      intascati.

      Quello che fanno le banche insomma... solo che
      loro
      possono.

      Qualunque banca del mondo, se all'improvviso
      tutti i suoi clienti rivolessero indietro i
      propri soldi, rimarrebbe nella c...a, ma ho forse
      non ho capito bene io la
      notiziaEd effettivamente se avessero usato software modificati per in-q-lare la gente, nessuno se ne sarebbe mai accorto...
    • mchollyons scrive:
      Re: La notizia è un'altra
      ma veramente molti analisti finanziari dicono che tutta la finanza americane e uno schema di POnzi..prova a googlare "Ponzi Nation" e leggi un po..
  • carlo2002 scrive:
    Re: l unica e giocare il poker vero
    Io mi sono sempre chiesto se online siano tutti giocatori veri o se qualcuno di essi sia in realtà un software.
  • Tex Murphy scrive:
    Mi son sempre chiesto come si faccia....
    ....a giocare a poker on-line, lo dico da ex pokerista, quello vero con gli avversari (e i soldi) sul tavolo.Un mare di gonzi (amici e non) continuano a chiedermi "assistenza" per configurare o per risolvere problemi legati a questi "servizi" che mi son sempre sembrati truffe lontano un chilometro.Sono riusciti a distruggere un bel gioco (ok d'azzardo ma forse l'unico di questo genere dove conta anche il manico del giocatore) basato sullo sguardo, la tensione, la psicologia dei giocatori.Tanto vale tirare la leva alle slot :(
    • panda rossa scrive:
      Re: Mi son sempre chiesto come si faccia....
      - Scritto da: Tex Murphy
      ....a giocare a poker on-line, lo dico da ex
      pokerista, quello vero con gli avversari (e i
      soldi) sul
      tavolo.Posso chiederti un consiglio?Hold'em.Ho in mano due schifezze.Al flop escono tre carte basse non consecutive con possibilita' di scalaes. 5, 7, 8Il fatto che io faccia anche una coppia e' ininfluente.La domanda e': qual e' il numero minimo di avversari in gioco contro i quali posso tentare un bluff?
      • mammolo scrive:
        Re: Mi son sempre chiesto come si faccia....
        Mi sembra un discorso del piffero.
        • panda rossa scrive:
          Re: Mi son sempre chiesto come si faccia....
          - Scritto da: mammolo
          Mi sembra un discorso del piffero.Tu giochi a poker?Tu con una coppia d'assi in mano, se esce 5,7,8 al flop e l'altro rilancia forte, vai a vedere il possibile bluff?
          • MetalKnight scrive:
            Re: Mi son sempre chiesto come si faccia....
            in che posizione sei e sono gli altri? come sono tight o meno? qual'è il loro stack?Se in base a queste ed ad altre info decidi di essere avanti tribetti, se no te ne vai. fare call lo escluderei
          • MetalKnight scrive:
            Re: Mi son sempre chiesto come si faccia....
            e soprattutto, l'action pre-flop qual'è stata?
          • panda rossa scrive:
            Re: Mi son sempre chiesto come si faccia....
            - Scritto da: MetalKnight
            e soprattutto, l'action pre-flop qual'è stata?E poi magari aggiungiamo anche se uno e' noto per essere un bluffatore oppure uno solido....Non finiamo piu'.Io chiedevo in linea di massima.
          • MetalKnight scrive:
            Re: Mi son sempre chiesto come si faccia....
            ehhh come fai a dare una linea di massima!!io ti consiglio di nn slowplayare mai AA in un tavolo con + di 3-4 giocatori, rischi solo di portarti dentro mani marginali.con un raise pre-flop ti porti dentro 2-3 giocatori al max, e se becchi qualcun altro con una pocket pair, cosa che capita di solito statisticamente parlando, te lo mandi pure all-in e ti giochi il tuo bel 80%-20%
          • panda rossa scrive:
            Re: Mi son sempre chiesto come si faccia....
            - Scritto da: MetalKnight
            ehhh come fai a dare una linea di massima!!
            io ti consiglio di nn slowplayare mai AA in un
            tavolo con + di 3-4 giocatori, rischi solo di
            portarti dentro mani
            marginali.
            con un raise pre-flop ti porti dentro 2-3
            giocatori al max, e se becchi qualcun altro con
            una pocket pair, cosa che capita di solito
            statisticamente parlando, te lo mandi pure all-in
            e ti giochi il tuo bel
            80%-20%Giusto.Escludiamo l'AA.Mettiti allora in mano un AK oppure un JJ
          • MetalKnight scrive:
            Re: Mi son sempre chiesto come si faccia....
            l'action pre flop me la devi almeno dire xò...se ci sn stati rilanci pre-flop posso pensare ad una pocketpair medio alta, o AQ, AK, quindi 568 è abbastanza liscio a meno di flush draw... quindi con JJ QQ KK AA AK AQ tribetto e vedo come va. AJ ancora ancora potrei solo callare ma dipende dall'umore del momento
          • panda rossa scrive:
            Re: Mi son sempre chiesto come si faccia....
            - Scritto da: MetalKnight
            l'action pre flop me la devi almeno dire xò...
            se ci sn stati rilanci pre-flop posso pensare ad
            una pocketpair medio alta, o AQ, AK, quindi 568 è
            abbastanza liscio a meno di flush draw... quindi
            con JJ QQ KK AA AK AQ tribetto e vedo come va. AJ
            ancora ancora potrei solo callare ma dipende
            dall'umore del
            momentoIo di sicuro non rilancio in pre-flop: non me lo posso permettere, anzi, proprio perche' non rilancio, sottolineo di avere una schifezza in mano, che con quel flop potrebbe essere diventata una scala.Naturalmente il tutto deve essere coerente con il comportamento degli altri.
          • MetalKnight scrive:
            Re: Mi son sempre chiesto come si faccia....
            cioè con AK e JJ QQ KK nn rilanci pre-flop??e quando rilanci??
          • panda rossa scrive:
            Re: Mi son sempre chiesto come si faccia....
            - Scritto da: MetalKnight
            cioè con AK e JJ QQ KK nn rilanci pre-flop??
            e quando rilanci??No, aspetta, io sono quello con la mano schifosa, che, sul 578 di flop vorrebbe bluffare.
          • MetalKnight scrive:
            Re: Mi son sempre chiesto come si faccia....
            fai mezzo piatto e vedi che succede.
          • panda rossa scrive:
            Re: Mi son sempre chiesto come si faccia....
            - Scritto da: MetalKnight
            fai mezzo piatto e vedi che succede.E' quello che farei, infatti.Chiedevo solo se poteva avere fondamento o se e' un evidente errore da novellino. (Io non e' che sia poi cosi' bravo a poker, e neanche ci ho mai giocato)
          • MetalKnight scrive:
            Re: Mi son sempre chiesto come si faccia....
            poi in caso vai in check raise sul turn, ma qui veramente stiamo parlando per ipotesi del terzo tipo, senza sapere la history delle giocate prima, dei personaggi, i loro stack, come ti sei mostrato e come si sono mostrati loro (tight, aggressive ecc.) è dura fare affermazioni assolute
          • Adblock Forever scrive:
            Re: Mi son sempre chiesto come si faccia....
            - Scritto da: MetalKnight
            l'action pre flop me la devi almeno dire xò...
            se ci sn stati rilanci pre-flop posso pensare ad
            una pocketpair medio alta, o AQ, AK, quindi 568 è
            abbastanza liscio a meno di flush draw... quindi
            con JJ QQ KK AA AK AQ tribetto e vedo come va. AJ
            ancora ancora potrei solo callare ma dipende
            dall'umore del
            momentoPrematurata a destra o a tarapia tapioco?Al censore di PI non piacciono le battute stile superXXXXXla, ma io la ripeto fino a che lo sfinisco: continuate a censurare a c. di cane e va a finire che metto su un tumblr con tutti gli scrinsciotti delle vostre censure.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Mi son sempre chiesto come si faccia....
            contenuto non disponibile
          • panda rossa scrive:
            Re: Mi son sempre chiesto come si faccia....
            - Scritto da: unaDuraLezione
            ROFF... credevo i giocatori di D&D fossero i più
            nerd, ma evidentemente mi sbagliavo
            :PA D&D mica girano soldi!
          • Adblock Forever scrive:
            Re: Mi son sempre chiesto come si faccia....
            - Scritto da: MetalKnight
            in che posizione sei e sono gli altri? come sono
            tight o meno? qual'è il loro
            stack?
            Se in base a queste ed ad altre info decidi di
            essere avanti tribetti, se no te ne vai. fare
            call lo
            escludereiPrematurata a destra o a tarapia tapioco?
          • mammolo scrive:
            Re: Mi son sempre chiesto come si faccia....
            Si gioco a poker ma raramente online.Ci sono un sacco di fattori che mi potrebbero portare a fare una scelta anzichè un'altra. Tipo quante fish possiedo e quanti ne hanno gli altri ? Dove si trova il dealer e quindi in che posizione sei ? E poi ci sono diversi modi di gioco, dipende anche che tipo sei.. per questo dicevo che è una domanda difficile da rispondere..
          • Nicolaus scrive:
            Re: Mi son sempre chiesto come si faccia....
            Se io ho AA probabilmente pre-flop non faccio call con 6 o 9 persone al tavolo, poichè posso tirarmi su mani marginali o cmq mani non eccelse oppure robe tipo 9-10, connectors insomma.Se i blind sono ad esempio 50/100, posso rilanciare di 250 a quel punto mi tolgo via tutta la gente che verrebbe a vedere con mani minori, difficilmente quindi qualcuno verrà a vedere con 6-9 o 4-6 o con tutte le coppie minori di 8. A quel punto se qualcuno mi chiama avrà come minimo un A e una carta alta, oppure coppie alte o la mano del donk KJ, se qualcuno va all-in sicuramente avrà KK o QQ o JJ o AK. Mettiamo che esca il flop che hai detto, difficilmente tu avrai chiamato con con soli connectors e difficilmente con le carte che ti permetterebbero di fare scala, quindi qualsiasi bluff tu faccia, io cmq chiamerò e andrò all-in. Se io a preflop invece ti ho lasciato un call facile, tipo solo 100 oppure i 50 di small-blind devo stare molto attento poichè non è troppo difficile che tu abbia fatto scala, diciamo che puoi bluffare quando preflop i tuoi avversari non hanno fatto grosse puntate, stando attento che non ci siano troppi giocatori in gioco, in questa condizione io non bluffo con più di 3 persone in gioco.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 settembre 2011 17.26-----------------------------------------------------------
    • Pinco Pallino scrive:
      Re: Mi son sempre chiesto come si faccia....
      Mi dici che giocare a Poker "vero" e' meglio che online.Attente analisi sociologiche rivelano che una sana XXXXXXXX e' meglio di una serata passata davanti a youporn.Sembra perfino che coltivare pomodori nel giardino, allevare cuccioli e curare un acquario sia meglio delle versioni virtuali che vanno di moda recentemente.Ci deve essere del vero.Ragazzi stasera ci vediamo al bar e ci scanniamo un po' di persona su qualche argomento ? Non so... io sono anche disposto a dire che Windows e' un ottimo OS e mac e' morto se viene ruppolo :DA.
Chiudi i commenti