Torna a casa RaiNET

Un comunicato ha annunciato i propositi di internalizzazione della società che si occupa di presidiare il web per conto della TV pubblica. Ignote le motivazioni della decisione

Roma – C’è chi è riuscito a trovarlo solo con il proverbiale lanternino. Un comunicato contenuto nel sito ufficiale dell’Ufficio Stampa RAI, che in data non specificata – e si tratta dell’unico comunicato nell’area aziendali a non riportare un periodo preciso di diffusione – ha riportato alcune decisioni del Consiglio di Amministrazione presieduto dal direttore generale Mauro Masi.

Un documento sullo stato d’avanzamento del Piano Industriale nel biennio 2010-2012, che intende fornire “un’ampia panoramica su tutti i progetti che si riferiscono ai nove cantieri specifici”. Un piano che intende raggiungere entro la fine dell’esercizio del 2012 un azzeramento del deficit nel bilancio .

“Sempre nell’ambito del Piano Industriale – si può leggere nel comunicato senza data – sono state approvate a larghissima maggioranza le importanti proposte di internalizzazione di RAITRADE e RAI NET nella capogruppo RAI Spa”. Una decisione presa probabilmente nel corso di una seduta alla fine dello scorso luglio, per internalizzare la società esterna del gruppo RAI che di fatto si occupa del presidio della televisione di stato pubblica su Internet .

Ma perché internalizzare una società – controllata al 99,9 per cento da RAI Spa – come RAI NET? C’è chi ha ipotizzato uno sfondo di natura politica, sottolineando come il lavoro fin qui svolto dalla società sia da considerare molto buono. Sia l’immagine che il funzionamento della RAI sul web sarebbero infatti cambiati in meglio. Con un marchio più forte, a garanzia di una maggiore scelta per gli utenti.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • attonito scrive:
    Alfonso, Dio ti benedica!
    per non aver citato la non-legge di Moore!grazie grazie grazie!PS: stai risalendo di bestia nella mia lista di gente da apprezzare! (certo, la strada per Cassandra e' lunga, ma sei avviato bene)
    • collione scrive:
      Re: Alfonso, Dio ti benedica!
      ma povero Moore che colpa ha se la gente si fissa e lo fa diventare un profeta? :Dscommetto che Moore la buttò lì giusto come osservazioni empirica e poi i soliti ricamatori l'hanno ingigantita
      • attonito scrive:
        Re: Alfonso, Dio ti benedica!
        - Scritto da: collione
        ma povero Moore che colpa ha se la gente si fissa
        e lo fa diventare un profeta?
        :D

        scommetto che Moore la buttò lì giusto come
        osservazioni empirica e poi i soliti ricamatori
        l'hanno ingigantitaed infatti io mi incaaa...volo con tutti quei cialtroni che si riempiono la bocca con "legge di moore di qui", "legge di moore di la'" (e su PI pullulano gli articolisti di tal fatta), mica con moore (che tra l'altro, era un furbastro mica da ridere, diciamolo)
        • Orfheo scrive:
          Re: Alfonso, Dio ti benedica!
          - Scritto da: attonito
          - Scritto da: collione

          ma povero Moore che colpa ha se la gente si
          fissa

          e lo fa diventare un profeta?

          :D



          scommetto che Moore la buttò lì giusto come

          osservazioni empirica e poi i soliti ricamatori

          l'hanno ingigantita
          ed infatti io mi incaaa...volo con tutti quei
          cialtroni che si riempiono la bocca con "legge di
          moore di qui", "legge di moore di la'" (e su PI
          pullulano gli articolisti di tal fatta), mica con
          moore (che tra l'altro, era un furbastro mica da
          ridere,
          diciamolo)Io se Moore avesse ragione con la sua non-legge, fosse un furbastro o quanto altro non lo so.Quello che so e' che il "mio" PC nel 1990 era un Intel 486 con 4Mb di RAM, un proXXXXXre da qualche decina di MFlops, ed un disco da 300Mb.Ora il mio PC e' ancora un Intel, 4Gb di RAM, sputa qualche decina di Gflops, ed ha un disco da 500Gb.A me sembra un fattore "1.000" in 20 anni pitti, pitti, ovvero un "raddoppio" ogni due anni su dieci periodi da 2 anni. E 2^10 = 1024.Se non e' la legge di Moore, somiglia molto.Che poi valga per il futuro ... a noi umani non e' dato saperlo.Orfheo.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 settembre 2010 17.23-----------------------------------------------------------
          • Domenico scrive:
            Re: Alfonso, Dio ti benedica!
            Penso che attonito si inca...zzi perché quella che è semplicemente una stima viene citata come "legge".Moore può anche averci preso, ma non è una legge.
          • Orfheo scrive:
            Re: Alfonso, Dio ti benedica!
            - Scritto da: Domenico
            Penso che attonito si inca...zzi perché quella
            che è semplicemente una stima viene citata come
            "legge".

            Moore può anche averci preso, ma non è una legge.Per quanto ne sappiamo potrebbe essere cosi' oppure potrebbe non esserlo.Non abbiamo il "diritto" semantico, forse, di chiamarla "Legge".Ma analizzando l'evoluzione "biologica" sul pianeta Terra, si ritrovano in continuazione indicazioni di andamenti "esponenziali".Io non sarei sicuro che qualcosa non costringa il nostro Universo ad un aumento esponenziale della complessita'. In questo caso l'unico torto di Moore sarebbe stato di averlo riconosciuto solo per l'evoluzione tecnologica del silicio.Qualcosa mi lascia "intuire" che il nostro Universo ha una maledetta "fretta" di diventare piu' "intelligente". E qualche ragione ce l'ha: e' ancora nella sua "adolescenza", con 13 miliardi di anni sulle spalle, ma fra un centinaio di miliardi di anni, sara' un posto morto, buio e desolato.Che conti su di noi? ;-)Orfheo.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 settembre 2010 17.56-----------------------------------------------------------
          • G,G scrive:
            Re: Alfonso, Dio ti benedica!
            Si, dobbiamo farlo ri-esplodere prima che si congeli......sennò finisce tutto!continuando così secondo te quando arriviamo al "Big Bang 2.0"?
          • G,G scrive:
            Re: Alfonso, Dio ti benedica!
            Ps. a me stranizza parecchio questa cosa dell'evoluzione esponenziale, perché, se, a posteriori guardiamo i tempi non possiamo non renderci conto che è così. Però se accettiamo il darwinismo, che semplificando riduce l'evoluzione a caso+selezione naturale, i tempi dovrebbero allungarsi anziché ridursi. Ad un amento della complessità e quindi delle possibilità dovrebbe essere necessario un tempo maggiore per la ricerca di soluzioni migliori, che ne pensi?
          • Orfheo scrive:
            Re: Alfonso, Dio ti benedica!
            - Scritto da: G,G
            Ps. a me stranizza parecchio questa cosa
            dell'evoluzione esponenziale, perché, se, a
            posteriori guardiamo i tempi non possiamo non
            renderci conto che è così. Però se accettiamo il
            darwinismo, che semplificando riduce l'evoluzione
            a caso+selezione naturale, i tempi dovrebbero
            allungarsi anziché ridursi. Ad un amento della
            complessità e quindi delle possibilità dovrebbe
            essere necessario un tempo maggiore per la
            ricerca di soluzioni migliori, che ne
            pensi?Non ne ho idea. In quattro miliardi di anni, l'evoluzione sulla Terra e' passata da un retrovirus ad RNA (la probabile prima forma di vita) ad un animale multicellulare, con cellule eucariote a DNA multiplo, in grado di fare un numero esponenziale di "XXXXXXXte" in un tempo brevissimo, qualche migliaio di anni. Ora in qualche centinaio.Nei precendenti 9 miliardi di anni la maggior parte dell'Universo ha passato il tempo a fondere idrogeno ed elio in elementi piu' pesanti, indispensabili per una chimica complessa, impossibile nella nuvola di idrogeno ed elio creata dal Big Bang.Se questa non e' crescita "esponenziale" non so cosa possa esserlo.Per tornare in tema, la "stima" di Moore e' una "estrapolazione" dell'evoluzione dei chip basati sulla tecnologia del drogaggio dei semiconduttori. E' ovvio che abbia dei limiti e che l'esponenziale prima o poi si "appiattisca". Probabilmente siamo li' li' sul confine, anche se ribadisco che dal 1990 al 2010 il raddoppio "biennale" previsto nel 1975 e' stato grosso modo rispettato.Ma l'evoluzione esponenziale della materia verso comportamenti "intelligenti" e' un pattern che dura da troppo tempo ed e' stato troppo stabile, per non essere riconosciuto.Che si applichi alle nostre tecnologie, anche se come un esponenziale "segmentato", che si ferma e riparte con nuovi coefficienti, non mi sorprende piu' di tanto. E non si e' applicato solo ai semiconduttori: anche altre tecnologie, come "l'agricoltura" o la "stampa" hanno mostrato lo stesso pattern. Si sone "fermate" e sono ripartite, ogni volta salendo la "china" della complessita'.Perche' questo andamento? Al momento non e' dato saperlo. Puo' darsi che sia solo il nostro "desiderio" (il mio, in questo caso) di riconoscere regole dove non c'e' nessuna regola. La religione e' nata cosi', credo. La fisica e' una sua evoluzione che ha riconosciuto la "matematica" come un possibile "linguaggio" universale. E fino ad ora ha funzionato.Ma siamo solo "umani" e la "realta'" potrebbe avere in serbo sorprese che non ci piacerebbero ;-)Orfheo.
          • Orfheo scrive:
            Re: Alfonso, Dio ti benedica!
            - Scritto da: G,G
            Si, dobbiamo farlo ri-esplodere prima che si
            congeli...
            ...
            sennò finisce tutto!

            continuando così secondo te quando arriviamo al
            "Big Bang
            2.0"?In 120 Miliardi di anni sara' una buona approssimazione di uno spazio di Minkowski, ovvero uno spazio quasi vuoto, dove la densita' "media" di materia ed energia sara' molto bassa, ovvero il tensore densita' di energia/momento quasi nullo.I buchi neri ci metteranno molto piu' tempo ad "evaporare", un numero con una tonnellata di zeri, qualcosa come 10^120 anni (non sono sicuro sia il numero giusto vado a memoria), specialmente i buchi neri supermassivi. Ma evaporeranno. Non possono fare altro.Il risultato finale ... beh ... non e' che abbiamo le idee molto chiare, ma una cosa e' sicura ... non ci piacerebbe.Non che questo interessi "direttamente" la nostra specie: in un paio di miliardi di anni (comunque l'homo sapiens sapiens sarebbe estinto da tempo) ci troveremo a risolvere il problema della collisione tra la Via Lattea e la supergalassia di Andromeda, verso la quale stiamo "cadendo".Ancora prima, un miliardo di anni, il nucleo del nostro pianeta "invadera'" il mantello, "spegnendo" la magnetosfera e avviando il proXXXXX che marteformera' la Terra, dissolvendo atmosfera ed oceani.Sempre che un asteroide o un supervulcano non ci spazzi via prima.Posto incantevole un pianeta, vero? ;-)Orfheo.
          • attonito scrive:
            Re: Alfonso, Dio ti benedica!

            Quello che so e' che il "mio" PC nel 1990 era un
            Intel 486 con 4Mb di RAM, un proXXXXXre da
            qualche decina di MFlops, ed un disco da
            300Mb.

            Ora il mio PC e' ancora un Intel, 4Gb di RAM,
            sputa qualche decina di Gflops, ed ha un disco da
            500Gb.

            A me sembra un fattore "1.000" in 20 anni pitti,
            pitti, ovvero un "raddoppio" ogni due anni su
            dieci periodi da 2 anni. E 2^10 =
            1024.

            Se non e' la legge di Moore, somiglia molto.
            quello che fai tu e' "aggiustare" la "legge" a POSTERIORI, cioe' avendo in mano dati storici li proietti all'indietro.La PREVISIONE di Moore parlava di transistor, (http://it.wikipedia.org/wiki/Legge_di_Moore) e parlava di raddoppio di densita' e prestazioni ogni 18 mesi.quidi: 20 anni = 240 mesi = (circa) 13 periodi da 18 mesi l'uno, non 10 periodi da 24. Ora, raddoppiare ogni 18 mesi significa, dopo 13 volte, arrivare a 4096 (arrotondiamo a 4000), mentre raddoppiando ogni volta su base 24 mesi abbiamo 1024 (arrotondiamo a 1000).Ora, una "legge" che a fronte di una previsione di 4000 ha una controparte reale di 1000, signifca che canna del 75%: permetti che come legge abbia poco di affidabile?[OT]cito dal sito di wikipedia: « il corollario è che nel 2008 i chip Pentium II e PowerPC costeranno circa 75 cent" » strano, non li ho visti in vendita...Che fai ora che non facevi col 486? internet, word, excel, autocad, posta elettronica etc. stesse cose, solo che prima l'alimenatore era da 150W ora, minimo 750W... 5 volte tanto.... per fare LE STESSE COSE. da qualche parte, qualcosa, deve essere andato dannatamente storto.[/OT]
          • Orfheo scrive:
            Re: Alfonso, Dio ti benedica!
            - Scritto da: attonito

            Quello che so e' che il "mio" PC nel 1990 era un

            Intel 486 con 4Mb di RAM, un proXXXXXre da

            qualche decina di MFlops, ed un disco da

            300Mb.



            Ora il mio PC e' ancora un Intel, 4Gb di RAM,

            sputa qualche decina di Gflops, ed ha un disco
            da

            500Gb.



            A me sembra un fattore "1.000" in 20 anni pitti,

            pitti, ovvero un "raddoppio" ogni due anni su

            dieci periodi da 2 anni. E 2^10 =

            1024.



            Se non e' la legge di Moore, somiglia molto.



            quello che fai tu e' "aggiustare" la "legge" a
            POSTERIORI, cioe' avendo in mano dati storici li
            proietti
            all'indietro.
            La PREVISIONE di Moore parlava di transistor,
            (http://it.wikipedia.org/wiki/Legge_di_Moore) e
            parlava di raddoppio di densita' e prestazioni
            ogni 18
            mesi.

            quidi: 20 anni = 240 mesi = (circa) 13 periodi da
            18 mesi l'uno, non 10 periodi da 24. Ora,
            raddoppiare ogni 18 mesi significa, dopo 13
            volte, arrivare a 4096 (arrotondiamo a 4000),
            mentre raddoppiando ogni volta su base 24 mesi
            abbiamo 1024 (arrotondiamo a
            1000).

            Ora, una "legge" che a fronte di una previsione
            di 4000 ha una controparte reale di 1000,
            signifca che canna del 75%: permetti che come
            legge abbia poco di
            affidabile?Infatti ho detto che "le somiglia": ha andamento "esponenziale" ... e tra un polinomio ed un esponenziale, c'e' molta piu' differenza che tra 1000 e 4000.

            [OT]
            cito dal sito di wikipedia: « il corollario è che
            nel 2008 i chip Pentium II e PowerPC costeranno
            circa 75 cent" » strano, non li ho visti in
            vendita...

            Che fai ora che non facevi col 486? internet,
            word, excel, autocad, posta elettronica etc.
            stesse cose, solo che prima l'alimenatore era da
            150W ora, minimo 750W... 5 volte tanto.... per
            fare LE STESSE COSE. da qualche parte, qualcosa,
            deve essere andato dannatamente
            storto.
            [/OT]Ehm. Io ci risolvo l'equazione di Schroedinger. Gli altri non lo so.Orfheo.
          • attonito scrive:
            Re: Alfonso, Dio ti benedica!

            Ehm. Io ci risolvo l'equazione di Schroedinger.
            Gli altri non lo so.rifugiarsi nell'ironia e' evidente indice di mancanza di argomenti.... cos'e', prendi lezioni da Annunziata?Ok, possiamo anche piantarla qui, per me. ciao.
          • Orfheo scrive:
            Re: Alfonso, Dio ti benedica!
            - Scritto da: attonito

            Ehm. Io ci risolvo l'equazione di Schroedinger.

            Gli altri non lo so.

            rifugiarsi nell'ironia e' evidente indice di
            mancanza di argomenti.... cos'e', prendi lezioni
            da
            Annunziata?
            Ok, possiamo anche piantarla qui, per me. ciao.Forse puo' esser suonato ironico, ma non lo era. Io lavoro dal 1995 in un gruppo di ricerca che si occupa di Chimica computazione e risolve, appunto la famosa equazione.Posso assicurarti, e non sto ironizzando, parlo sul serio, che risolviamo problemi impossibili solo dieci anni fa. E proprio contando sulla evoluzione "esponenziale" della potenza di calcolo.Contiamo di saltare da centinaia di GFlops a decine di TFlops nei prossimi anni.E' un cattivo argomento?Orfheo.
          • Orfheo scrive:
            Re: Alfonso, Dio ti benedica!
            - Scritto da: attonito

            Ehm. Io ci risolvo l'equazione di Schroedinger.

            Gli altri non lo so.

            rifugiarsi nell'ironia e' evidente indice di
            mancanza di argomenti.... cos'e', prendi lezioni
            da
            Annunziata?
            Ok, possiamo anche piantarla qui, per me. ciao.Un ultimo commento, visto che mi sembra che il canale sia chiuso.Io ho ripetuto, in almeno due post, che la legge "somiglia" a quella originariamente supposta da Moore, proprio perche' ricordavo 18 mesi.E questo, giustamente, la rende inattendibile come "legge", ma solo come andamento "esponenziale" (nello stesso post del mio commmento "ironico", che era solo una battuta, seppur fondata sui fatti).Pare non sapessi tutta la storia. Da quello che leggo la legge venne definita da Moore in questo modo nel 1965 e riveduta in "ogni 24 mesi" nel 1975.Forse leggo male, se cosi' fosse me ne scuso, ma e' quello che risulta sia sul Web della Intel (inattendibile ovviamente), ma anche da altre fonti facilmente rintracciabili ed, a me sembra, indipendenti.Se cosi' fosse, dato e non conXXXXX, la mia stima non sarebbe piu' a "POSTERIORI", partendo dal 1990. Moore l'avrebbe azzeccata nel 1975, tranne forse qualche decimale sull'esponenziale.Mi scuso comunque se il mio post e' sembrato "offensivo". Non era la mia intenzione.Orfheo.
  • Baffo scrive:
    Partner
    Il non meglio specificato produttore di microchip dovrebbe essere Hynix
  • pabloski scrive:
    il produttore.....
    ....di memorie è Hynixhttp://h30507.www3.hp.com/t5/Data-Central/HP-and-Hynix-Bringing-the-memristor-to-market-in-next-generation/ba-p/82218
Chiudi i commenti