Tosatti (Linux) rispedito in Brasile

Il 18enne a cui Torvalds ha affidato importanti incarichi aveva un visto insufficiente


Roma – Nei giorni scorsi è tornato in Brasile, rispeditovi dalle autorità americane, Marcelo Tosatti, 18enne e “braccio destro” di Linus Torvalds, il “papà” di Linux, il sistema operativo open source.

Tosatti non disponeva infatti di un visto adeguato al lavoro che svolge negli Stati Uniti ma solo un visto turistico che non gli ha permesso di rimanere nel paese.

Il giovane sviluppatore gioca un ruolo importante nel mondo Linux dopoché Torvalds gli ha affidato alcune delle competenze prima coperte da Alan Cox, oggi più focalizzato sui progetti di Red Hat, mentre lo stesso Torvalds è impegnato nello sviluppo del kernel Linux 2.5.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Internet is not your baby-sitter!!!
  • Anonimo scrive:
    ... e la famiglia dov'e'?
    Come al solito si lasciano i bambini soli davanti alla tv, soli davanti a internet, soli con il loro cellulare e poi ci si lamenta che possono fare dei brutti incontri...E' un po' come lasciare un bambino solo sul marciapiede... non ti puoi certo venire a lamentare dopo che ha fatto brutti incontri!
  • Anonimo scrive:
    Dov'è il problema ?
    A parte quando ricevi un sms ti arriva anche il numero di chi te l'ha mandato, e poi, in 5 minuti ti compri una nuova sim...Che problema c'è? Boh!
    • Anonimo scrive:
      Re: Dov'è il problema ?

      A parte quando ricevi un sms ti arriva anche
      il numero di chi te l'ha mandato, e poi, in
      5 minuti ti compri una nuova sim...
      Che problema c'è? Boh!1) il numero puo essere mascherato2) perche comprarsi una nuova sim ????soluzione:telecamere dappertutto...
    • Anonimo scrive:
      Re: Dov'è il problema ?
      ah bho...magari evitare di dare i cellulari ai bambini di 10 anni eheheh(il che farebbe bene prima di tutto a loro)
      • Anonimo scrive:
        Re: Dov'è il problema ?
        - Scritto da: pAul
        ah bho...
        magari evitare di dare i cellulari ai
        bambini di 10 anni eheheh
        (il che farebbe bene prima di tutto a loro)infatti!completamnete d'accordo
Chiudi i commenti