Tutte le licenze della Mela

Dagli incartamenti della disfida brevettuale statunitense tra Apple e Samsung emergono retroscena sui rapporti tra le due aziende e sulle licenze sui brevetti di Cupertino

Roma – Rifiutando la richiesta di Apple di veder bloccati negli Stati Uniti i prodotti Samsung della linea Galaxy, il giudice distrettuale Lucy Koh ha per sbaglio divulgato con le sue conclusioni alcuni dettagli che avrebbero dovuto rimanere riservati : in pratica il testo era stato formattato in maniera tale da permettere di risalire alle parti coperte dalle strisce nere con un semplice copia e incolla.

Il tribunale si è ben presto accorto dell’errore e ha provveduto a rimuovere la versione digitale del documento caricandone una nuova e corretta: non in tempo, tuttavia, per toglierlo dalla circolazione. Gli osservatori avevano infatti già provveduto a copiarlo.

A essere divulgati involontariamente, contro la volontà delle due aziende, non i dettagli tecnici dei rispettivi prodotti, ma considerazioni sul mercato degli smartphone e dei tablet e sulle relazioni che Apple ha con aziende con cui stipula contratti di licensing per i suoi brevetti .

Tra i dettagli che avrebbero dovuto rimanere riservati, una considerazione sulla domanda mobile nel prossimo futuro: Apple scommette su un mercato ancora in espansione sia per i tablet che per gli smartphone.

Tuttavia si rivela altresì che la vendita di dispositivi Samsung arriverebbe a discapito di altri produttori Android, essendo invece improbabile il passaggio di un consumatore da iPhone a uno smartphone della sudcoreana.

Inoltre Samsung, che oltre ad essere un concorrente diretto di Cupertino è anche un fornitore di componenti, afferma che l’offerta di Apple non è in grado di supportare la domanda di mercato del settore smartphone .

Nella parte del documento ora non visibile compaiono poi anche i rapporti di licenza già stipulati da Apple per uno dei brevetti oggetto del contendere, quello sulla tecnologia per lo scorrimento dei documenti e delle immagini in dispositivi touchscreen: Cupertino ha già accordi con IBM e Nokia, ma se quelli con la finlandese erano noti, i rapporti con la prima non erano stati divulgati.

Ma non è tutto: tra le righe che sarebbero dovute rimanere riservate c’era anche un’ offerta simile proposta da Apple a Samsung prima dell’inizio delle ostilità che le vedono contrapposte in diversi paesi.

Cupertino, infine, avrebbe spiegato alla coreana come non ricalcare l’aspetto di iPad: tra le indicazioni, lo sviluppare un prodotto senza contorni frontali neri, che non abbia una forma genericamente rettangolare e sicuramente non con i contorni arrotondati.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Carlo Monaco scrive:
    alto design e tecnologia
    ottimo sia nel design che nella tecnologia come posso fare per acquistarlo? Carlo Monaco monacodesigner1949@gmail.com
  • Shiba scrive:
    Carina
    Non sono un fan dei dispositivi touch, ma davvero molto carina.
  • panda rossa scrive:
    A tutti quelli che...
    A tutti quelli che sostengono che non si possa fare della R&D basata su donazioni collettive con risultati open soruce...[img]http://www.giovanidemocratici.net/gallery/giovanidemocratici/borghezio-pdl-lega.jpg[/img]
    • Parpigila scrive:
      Re: A tutti quelli che...
      - Scritto da: panda rossa
      A tutti quelli che sostengono che non si possa
      fare della R&D basata su donazioni collettive con
      risultati open
      soruce...

      [img]http://www.giovanidemocratici.net/gallery/gioMa scegliere una persona un po' meno squallida no?
      • panda rossa scrive:
        Re: A tutti quelli che...
        - Scritto da: Parpigila
        - Scritto da: panda rossa

        A tutti quelli che sostengono che non si possa

        fare della R&D basata su donazioni collettive
        con

        risultati open

        soruce...




        [img]http://www.giovanidemocratici.net/gallery/gio

        Ma scegliere una persona un po' meno squallida no?Il messaggio e' rivolto a persone di quel livello, quindi la scelta e' adeguata.
    • Francesco scrive:
      Re: A tutti quelli che...
      Non che non sia favorevole alla ricerca open, anzi, ma vorrei far notare che in questo caso di ricerca c'è poco, è un "banale" riassemblamento di tecnologie consolidate e fenomeni fisici noti da tempo assemblate da un buon firmware e naturalmente tanta creatività.La ricerca è un'altra cosa, dubito che tramite questi canali si possa sponsorizzare la ricerca che so su un nuovo tipo di sensore CCD oppure una molecola contro la sclerosi multipla.
      • panda rossa scrive:
        Re: A tutti quelli che...
        - Scritto da: Francesco
        La ricerca è un'altra cosa, dubito che tramite
        questi canali si possa sponsorizzare la ricerca
        che so su un nuovo tipo di sensore CCD oppure una
        molecola contro la sclerosi
        multipla.Il concetto e' che c'e' gente che ha <b
        CONTRIBUITO </b
        .Gente che lo ha fatto liberamente, e senza nessuna pretesa di ottenere un ritorno.Si puo' fare con le tastiere, si puo' fare anche con la molecola contro la sclerosi multipla.La strada e' questa: contributi collettivi, e risultati che una volta ottenuti sono liberi.Se saranno le industrie farmaceutiche a scoprire la molecola contro la sclerosi multipla, te la venderanno cara, oppure creperai.Se invece sara' un risultato ottenuto dalla libera ricerca, allora verra' distribuita ai soli costi di produzione.
        • Prozac scrive:
          Re: A tutti quelli che...
          - Scritto da: panda rossa
          Il concetto e' che c'e' gente che ha <b

          CONTRIBUITO </b

          .
          Gente che lo ha fatto liberamente, e senza
          nessuna pretesa di ottenere un
          ritorno.In realtà quello che dici è falso.http://www.kickstarter.com/projects/1116966310/multi-touch-keyboard-and-mouseSe guardi bene i contributi, su 102.000$,- solo 640$ arrivano da persone che in cambio dei loro 10$ si accontentano di poter dare un nome al prodotto e di vincerne uno.- Altri 700$ arrivano da persone che hanno PAGATO 25$ l'acXXXXX all'area che permette il download (tra le altre cose) dei "sorgenti" del progetto.- In 32 hanno comprato il mouse a 150$ (oltre ad aver garantito anche l'acXXXXX all'area riservata e la possibilità di dare il nome al prodotto)- In 40 hanno comprato la tastiera a 250$ (oltre ad aver garantito anche l'acXXXXX all'area riservata e la possibilità di dare il nome al prodotto)- In 201 hanno comprato tastiera e mouse a 340$ (oltre ad aver garantito anche l'acXXXXX all'area riservata e la possibilità di dare il nome al prodotto)- In 10 si sono accaparrati i prototipi per 1200$ ;)Insomma non è che abbiano proprio DONATO soldi per un progetto open. Hanno PAGATO per ottenere qualcosa in cambio. Chi ha avuto acXXXXX sia ai progetti che ai prototipi ha speso 1200$. E non perché generoso, ma perché questo è il prezzo richiesto dal progettista.Navigando un po' quel portale, ho notato che i "progettisti" che hanno avuto maggior sucXXXXX sono quelli che hanno "fregato" gli utenti Apple.Esempio:http://www.kickstarter.com/projects/740785012/touchfire-the-screen-top-keyboard-for-ipad?ref=categoryVolevano guadagnare 10.000$ sono arrivati a 127.000$!!!Oppure:http://www.kickstarter.com/projects/1104350651/tiktok-lunatik-multi-touch-watch-kits?ref=cardVoleva guadagnare 15.000$ ne sono arrivati 942.000$!!!
Chiudi i commenti