Tutto il marketing in un cinguettio

Twitter si fa sempre più strumento di comunicazione. La classifica degli argomenti più hot del 2009 lo conferma. Ma a San Francisco pensano anche a monetizzare

Roma – Gran parte della comunicazione delle aziende hi-tech viene espressa ormai anche in cinguettii. Twitter permette a chi segue il flusso di tweet di essere sulla cresta dell’informazione e, per venire incontro a chi punta anche sul tecnofringuello per la propria attività di marketing, sta testando Contributors : una nuova funzione che dovrebbe permettere alle società che possiedono un proprio account di sfruttare al meglio le potenzialità del servizio di micro-blogging.

Più redattori per un solo nome: così si potrebbe riassumere il concetto racchiuso in Contributors . L’azienda che lo desidererà potrà avvalersi dell’aiuto di più ghost writer , i quali cinguetteranno per conto della stessa. Nulla che non si possa già fare rivelando a più persone la password dell’account ufficiale: un’opzione funzionale, anche se piuttosto rozza, che però presenta alcune limitazioni soprattutto per quel che concerne la sicurezza .

Si tratta di un piccolo cambiamento che però denota una maturata consapevolezza da parte di Twitter, strumento ormai sempre più irrinunciabile per chi vuole fare comunicazione.

Il tecnofringuello si è dimostrato fondamentale anche lo scorso luglio durante la burrascosa tornata elettorale che ha sconvolto l’Iran, tanto che gli hashtag relativi agli eventi di quei giorni sono tra i più ricercati del 2009: #iranelection risulta secondo nella classifica annuale degli argomenti più cinguettati, guidata dal tormentone Music Monday .

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • jepessen scrive:
    Windows ed ARM?
    Scusate, ma come fa ad utilizzare Windows se il proXXXXXre ha architettura ARM? Forse parliamo della versione Mobile?
  • attonito scrive:
    dove si comprano?
    come da titolo.
    • sadness with you scrive:
      Re: dove si comprano?
      - Scritto da: attonito
      come da titolo.troppo sforzo clicckare sui link?
      • attonito scrive:
        Re: dove si comprano?
        - Scritto da: sadness with you
        - Scritto da: attonito

        come da titolo.

        troppo sforzo clicckare sui link?ops, link non visto causa fette di salame sugli occhi.
  • MeX scrive:
    giusto in tempo...
    ...per il Natale, cosí anche Enjoy si trova il regalo sotto l'albero!
    • Nome e cognome scrive:
      Re: giusto in tempo...
      - Scritto da: MeX
      ...per il Natale, cosí anche Enjoy si trova il
      regalo sotto
      l'albero!Mannaggia, mi hai battuto sul tempo, volevo scriverlo io! ;)
  • ephestione scrive:
    Ma il problema lo risolvo io, solo per 1
    Se cercate un portatile un po' lento, ma con un prezzo vantaggioso, certo non posso produrne in quantità ma posso accontentare un solo fortunato vincitore, vendo un compaq presario 1800 con p3 800, 256mb ram di cui 64 condivisi col chip grafico, nientemeno che 20gb di hard disk contro i soli 2, e un tft da 15" xga, xubuntu preinstallato, a 90 euro :DChe li producono a fare sti gingilli da due lire che montano immondizia, se basta dare nuova vita ad hardware vecchio!! Il concetto di riciclo è ignoto ai più, ahimè.
    • iRoby scrive:
      Re: Ma il problema lo risolvo io, solo per 1
      Riciclare e ricondizionare però non è uno scherzo... Può essere abbastanza costoso...
      • anoMIMO scrive:
        Re: Ma il problema lo risolvo io, solo per 1
        - Scritto da: iRoby
        Riciclare e ricondizionare però non è uno
        scherzo... Può essere abbastanza
        costoso...Già, infatti basta andare alle fiere dell'elettronica e vedere a quanto vendono i portatili "ricondizionati", senza contare che spesso magari hanno la batteria a terra, e comprarne (trovarne) una nuova può costare davvero caro (è anche colpa della mancanza di standardizzazione tra i vari produttori).
  • DarkSchneider scrive:
    Chiamate Enjoy with Us!
    Come da titolo!Adesso anche lui potrà avere un netbook!
    • pippO scrive:
      Re: Chiamate Enjoy with Us!

      Come da titolo!
      Adesso anche lui potrà avere un netbook!Non può, è a milano a pregare per san silvio ;)
    • MeX scrive:
      Re: Chiamate Enjoy with Us!
      - Scritto da: DarkSchneider
      Come da titolo!
      Adesso anche lui potrà avere un netbook!LOLhttp://punto-informatico.it/b.aspx?i=2772934&m=2773463#p2773463
  • floriano scrive:
    ARM - INTEL
    Come prestazioni quell'Arm arriva almeno a un pentium III 733Mhz? (che uso tuttora)
    • G,G scrive:
      Re: ARM - INTEL
      400mhz, in risk?così ad occhio direi che le supera...
    • rudy scrive:
      Re: ARM - INTEL
      un arm sui 400 mega e' circa quello dentro i symbian nokia, ha piu memoria ma in sostanza sembra uno smartphone con schermo 7", il che nn e' male come idea, basta che non ci metti (open)office. ma ci vorrebbe uno schermo come quello pensato da XXXXXponte.
  • angros scrive:
    Non c' era anche Abaco Primo?
    Questo:http://www.abacocomputers.com/Computer-Desktop/Primo.htmlCome costi, siamo più o meno sulla stessa fascia
    • anoMIMO scrive:
      Re: Non c' era anche Abaco Primo?
      Vero, e non lo avevo neanche mai sentito...solo che Abaco è un nettop. e non un netbook, cioè gli manca comunque il monitor. Invece tempo fa avevo avvistato un netbook sui 99 euro, basato su windows ce in qualche offerta da centro commerciale. Solo che aveva un quantitativo di ram simile ad un pda di qualche anno fa (cioè poca), anche se aveva connettività wifi b/g. Peccato che non ricordo la marca/nome...
      • Prezzi illegali scrive:
        Re: Non c' era anche Abaco Primo?
        - Scritto da: anoMIMO
        Vero, e non lo avevo neanche mai sentito...solo
        che Abaco è un nettop. e non un netbook, cioè gli
        manca comunque il monitor. Invece tempo fa avevo
        avvistato un netbook sui 99 euro, basato su
        windows ce in qualche offerta da centro
        commerciale. Solo che aveva un quantitativo di
        ram simile ad un pda di qualche anno fa (cioè
        poca), anche se aveva connettività wifi b/g.
        Peccato che non ricordo la
        marca/nome...Si ma 99 Euro non equivalgono a 100 dollari.Considera anche che: in Europa costa tutto MOLTO di più.Un televisore LCD da 32 e rotti pollici marca X (rinomata) negli USA lo paghi 300 dollari, in Italia circa 600 euro, anzi no, 599 euro (il vecchio trucco del 99, sic!) mediamente quasi il triplo.
        • Xenon scrive:
          Re: Non c' era anche Abaco Primo?
          - Scritto da: Prezzi illegali
          Si ma 99 Euro non equivalgono a 100 dollari.
          Considera anche che: in Europa costa tutto MOLTO
          di
          più.
          Un televisore LCD da 32 e rotti pollici marca X
          (rinomata) negli USA lo paghi 300 dollari, in
          Italia circa 600 euro, anzi no, 599 euro (il
          vecchio trucco del 99, sic!) mediamente quasi il
          triplo.Adesso, il triplo mi sembra molto. Sono stato a New York quest'estate e non ci sono prezzi bassi come li fai tu, neanche nelle grandi catene.Semplicemente fanno il cambio Dollaro -
          Euro diretto quando portano il materiale in europa, ed in più ci paghi l'iva sopra... diciamo un 30%-40% in più rispetto al prezzo americano.
          • LuckB scrive:
            Re: Non c' era anche Abaco Primo?
            c'e' anche da dire che abaco prima al 99euro e' da assemblare! non ha il monitor e nemmeno il wi-fi!!se aggiungi monitor, assemblaggio, wifi credo arrivi quasi a 150euro.Contro i 70euro del cherrypal, costa piu del doppio.
          • ziobill scrive:
            Re: Non c' era anche Abaco Primo?
            - Scritto da: Xenon
            - Scritto da: Prezzi illegali

            Si ma 99 Euro non equivalgono a 100 dollari.

            Considera anche che: in Europa costa tutto MOLTO

            di

            più.

            Un televisore LCD da 32 e rotti pollici marca X

            (rinomata) negli USA lo paghi 300 dollari, in

            Italia circa 600 euro, anzi no, 599 euro (il

            vecchio trucco del 99, sic!) mediamente quasi il

            triplo.

            Adesso, il triplo mi sembra molto. Sono stato a
            New York quest'estate e non ci sono prezzi bassi
            come li fai tu, neanche nelle grandi
            catene.

            Semplicemente fanno il cambio Dollaro -
            Euro
            diretto quando portano il materiale in europa, ed
            in più ci paghi l'iva sopra... diciamo un 30%-40%
            in più rispetto al prezzo
            americano.Attenzione che spesso i prezzi negli USA sono tasse escluse, mentre da noi sono IVA inclusa.La differenza non è cosa da poco e le tasse là cambiano da stato a stato.
          • sadness with you scrive:
            Re: Non c' era anche Abaco Primo?
            - Scritto da: ziobill
            Attenzione che spesso i prezzi negli USA sono
            tasse escluse, più che "spesso" direi "sempre", visto che le tasse cambiano a seconda dello stato
      • pi_censura_ tutto scrive:
        Re: Non c' era anche Abaco Primo?
        - Scritto da: anoMIMO
        Peccato che non ricordo la
        marca/nome...me lo ricordo io: Mindtech Minimindhttp://www.mindtech.it/prodotto.phpsolo che con 64MB ram ci gira solo windows CE, non ho trovato info di qualcuno che sia riuscito a metterci su linux ma con risorse di sistema così limitate (poca ram e cpu 266 mhz..) dubito che riesca a far qualsiasi compito "moderno" :-/
        • anoMIMO scrive:
          Re: Non c' era anche Abaco Primo?
          - Scritto da: pi_censura_ tutto
          me lo ricordo io: Mindtech Minimind
          http://www.mindtech.it/prodotto.php

          solo che con 64MB ram ci gira solo windows CE,
          non ho trovato info di qualcuno che sia riuscito
          a metterci su linux ma con risorse di sistema
          così limitate (poca ram e cpu 266 mhz..) dubito
          che riesca a far qualsiasi compito "moderno"
          :-/Ah, sì, è probabile che fosse proprio questo! Certo che 266mhz di CPU è proprio una miseria...Più di 50 euro non glieli darei di certo!
        • Gino Pino scrive:
          Re: Non c' era anche Abaco Primo?
          Qualcuno sa se è possibile effettuare espansioni di ram?
      • sylvaticus scrive:
        Re: Non c' era anche Abaco Primo?
        Qualche mese fa c'era il sottocosto di apertura di Euronics Ancona con l'Acer One (XP) a 100 euro... però la gente era in coda dalla sera prima e ci sono stati tafferugli con cariche della polizia, feriti..
Chiudi i commenti