Tutto l'AJAX di Google è open

BigG ha aperto l'intero codice del proprio Google Web Toolkit, per lo sviluppo di applicazioni AJAX, e lo ha pubblicato sotto la licenza Apache 2.0

Mountain View (USA) – Google ha rilasciato l’intero codice sorgente di Google Web Toolkit , il proprio framework gratuito per lo sviluppo di applicazioni AJAX, sotto la licenza open source Apache 2.0.

Il toolkit era stato lanciato in versione beta lo scorso maggio, ma all’epoca BigG aveva pubblicato sul canale open source solo una parte dell’intero codice.

Google, che è uno dei massimi promotori del modello di programmazione AJAX (Asynchronous JavaScript and XML), sostiene che il proprio toolkit permette di creare applicazioni web-based come Google Maps e Gmail in poco tempo e minimizzando il numero di errori. Il software consente infatti di scrivere applicazioni interattive basate sulle tecnologie AJAX senza doversi preoccupare delle incompatibilità tra i vari browser e piattaforme.

Come noto, AJAX è un modello di programmazione utilizzato per creare applicazioni per il web in grado di fornire un’esperienza d’uso non dissimile da quella dei tradizionali software desktop. Questa caratteristica ne ha fatto il pilastro del cosiddetto Web 2.0, rendendolo una piattaforma universale capace di far girare all’interno di un normale browser web suite per l’ufficio, giochi complessi e persino sistemi operativi.

Google Web Toolkit è attualmente disponibile qui per il download nella versione 1.2 stabile e nella Realease Candidate 1.3: le piattaforme supportate sono Windows XP/2000, Mac OS X e Linux.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    2 anni indietro rispetto ad Intel....
    ...AMD è alla frutta. E' un dato di fatto. Aver comprato ATI sarà la sua fine.
    • Anonimo scrive:
      Re: 2 anni indietro rispetto ad Intel...
      - Scritto da:
      ...AMD è alla frutta. E' un dato di fatto.
      Aver comprato ATI sarà la sua fine.veramente i benchmark fatti tra x2 4400+ 65 nanometri (core brisbane) e core 2 duo 6300 li danno alla pari come prestazioni e come consumi... l'unica differenza è il costo, amd costa un po' di più ma le schede madri costano la metà...fatti 2 conti considerato che core 2 è una nuova tecnologia mentre athlon64 è una vecchia, quando uscirà il nuovo core K8L probabilmente intel sarà indietro avendo già lanciato il suo asso nella manica...per di più avendo acquisito ATI ha un reparto tutto suo x produrre chipset... in più ha indebolito intel che faceva dell'accoppiata intel+ati il suo cavallo di battaglia...si, direi che sei rimandato a settembre!
      • Anonimo scrive:
        Re: 2 anni indietro rispetto ad Intel...
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        ...AMD è alla frutta. E' un dato di fatto.

        Aver comprato ATI sarà la sua fine.

        veramente i benchmark fatti tra x2 4400+ 65
        nanometri (core brisbane) e core 2 duo 6300 li
        danno alla pari come prestazioni e come
        consumi... l'unica differenza è il costo, amd
        costa un po' di più ma le schede madri costano la
        metà...

        fatti 2 conti considerato che core 2 è una nuova
        tecnologia mentre athlon64 è una vecchia, quando
        uscirà il nuovo core K8L probabilmente intel sarà
        indietro avendo già lanciato il suo asso nella
        manica...

        per di più avendo acquisito ATI ha un reparto
        tutto suo x produrre chipset... in più ha
        indebolito intel che faceva dell'accoppiata
        intel+ati il suo cavallo di
        battaglia...

        si, direi che sei rimandato a settembre!Tu pensi che Intel abbia lancia il suo asso nella manica con il Core 2 ? Ti sbagli di grosso. Entro il 2010 dovrebbe uscire la prima CPU Intel a 32 core.. se non andranno ben oltre.
        • Anonimo scrive:
          Re: 2 anni indietro rispetto ad Intel...
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          ...AMD è alla frutta. E' un dato di fatto.


          Aver comprato ATI sarà la sua fine.



          veramente i benchmark fatti tra x2 4400+ 65

          nanometri (core brisbane) e core 2 duo 6300 li

          danno alla pari come prestazioni e come

          consumi... l'unica differenza è il costo, amd

          costa un po' di più ma le schede madri costano
          la

          metà...



          fatti 2 conti considerato che core 2 è una nuova

          tecnologia mentre athlon64 è una vecchia, quando

          uscirà il nuovo core K8L probabilmente intel
          sarà

          indietro avendo già lanciato il suo asso nella

          manica...



          per di più avendo acquisito ATI ha un reparto

          tutto suo x produrre chipset... in più ha

          indebolito intel che faceva dell'accoppiata

          intel+ati il suo cavallo di

          battaglia...



          si, direi che sei rimandato a settembre!

          Tu pensi che Intel abbia lancia il suo asso nella
          manica con il Core 2 ?

          Ti sbagli di grosso. Entro il 2010 dovrebbe
          uscire la prima CPU Intel a 32 core.. se non
          andranno ben oltre.
          32 core saranno perfetti per i server, ma a pari tecnologia mettere più core obbliga ad adottare clock più bassi, i desktop attualmente traggono il massimo vantaggio dai dual-core, con la prossima versione di Vista, subito o dopo qualche SP, e l'uscita di nuove versioni degli applicativi, passeranno a sfruttare bene 4, magari anche 8 core, ma per andare oltre occorrerà la versione di Windows successiva a Vista: ci sarà già nel 2010?D'altra parte linux sfrutterà a dovere i nuovi multicore poco dopo la loro uscita, forse se avrà mangiato grosse fette del market share di windows, potrebbe decretare un successone dei multicore intel, quindi potresti anche avere ragione.
          • Anonimo scrive:
            Re: 2 anni indietro rispetto ad Intel...
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:



            ...AMD è alla frutta. E' un dato di fatto.



            Aver comprato ATI sarà la sua fine.





            veramente i benchmark fatti tra x2 4400+ 65


            nanometri (core brisbane) e core 2 duo 6300 li


            danno alla pari come prestazioni e come


            consumi... l'unica differenza è il costo, amd


            costa un po' di più ma le schede madri costano

            la


            metà...





            fatti 2 conti considerato che core 2 è una
            nuova


            tecnologia mentre athlon64 è una vecchia,
            quando


            uscirà il nuovo core K8L probabilmente intel

            sarà


            indietro avendo già lanciato il suo asso nella


            manica...





            per di più avendo acquisito ATI ha un reparto


            tutto suo x produrre chipset... in più ha


            indebolito intel che faceva dell'accoppiata


            intel+ati il suo cavallo di


            battaglia...





            si, direi che sei rimandato a settembre!



            Tu pensi che Intel abbia lancia il suo asso
            nella

            manica con il Core 2 ?



            Ti sbagli di grosso. Entro il 2010 dovrebbe

            uscire la prima CPU Intel a 32 core.. se non

            andranno ben oltre.



            32 core saranno perfetti per i server, ma a pari
            tecnologia mettere più core obbliga ad adottare
            clock più bassi, i desktop attualmente traggono
            il massimo vantaggio dai dual-core, con la
            prossima versione di Vista, subito o dopo qualche
            SP, e l'uscita di nuove versioni degli
            applicativi, passeranno a sfruttare bene 4,
            magari anche 8 core, ma per andare oltre
            occorrerà la versione di Windows successiva a
            Vista: ci sarà già nel
            2010?Se ci sarà l'hardware ci sarà anche il software per sfruttarlo commercialmente, altrimenti non lo comprerebbe nessuno. E comunque già oggi cluster di CPU multi-core come le Power (non PowerPC) di IBM da 16 core ed oltre già esistono, Unix come AIX di IBM sono perfettamente in grado di gestirli e sfruttarli.Il futuro è il parallelismo massiccio basato su estensioni delle architetture NUMA.
            D'altra parte linux sfrutterà a dovere i nuovi
            multicore poco dopo la loro uscita, forse se avrà
            mangiato grosse fette del market share di
            windows, potrebbe decretare un successone dei
            multicore intel, quindi potresti anche avere
            ragione.Linux ? Dove ? Linux è utile solo in due settori: 1) Dove le aziende devono speculare e fatturare spese in assistenza piuttosto che in licenze di Unix commerciali o Win2003; 2) Servizi di web-hosting che risparmiano sulle licenze dell' OS per aumentare i guadagni. Per il resto Linux è totalmente inutile. Manca l'interesse dei produttori prima di tutto, specialmente grazie alla mentalità comunistoide di Torvalds e delle varie comunità da centro sociale che pretenderebbero che i produttori rendessero pubblici i propri codici=i produttori fanno quello che gli fa comodo con Linux tirando fuori solo ciò che serve per sfruttarlo per speculazioni ed usi commerciali possibili, se ne guardano bene dal dare un supporto pieno come sui sistemi Microsoft.
          • Anonimo scrive:
            Re: 2 anni indietro rispetto ad Intel...
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:







            - Scritto da:




            ...AMD è alla frutta. E' un dato di
            fatto.





            Aver comprato ATI sarà la sua fine.







            veramente i benchmark fatti tra x2 4400+ 65



            nanometri (core brisbane) e core 2 duo 6300
            li



            danno alla pari come prestazioni e come



            consumi... l'unica differenza è il costo,
            amd



            costa un po' di più ma le schede madri
            costano


            la



            metà...







            fatti 2 conti considerato che core 2 è una

            nuova



            tecnologia mentre athlon64 è una vecchia,

            quando



            uscirà il nuovo core K8L probabilmente intel


            sarà



            indietro avendo già lanciato il suo asso
            nella



            manica...







            per di più avendo acquisito ATI ha un
            reparto



            tutto suo x produrre chipset... in più ha



            indebolito intel che faceva dell'accoppiata



            intel+ati il suo cavallo di



            battaglia...







            si, direi che sei rimandato a settembre!





            Tu pensi che Intel abbia lancia il suo asso

            nella


            manica con il Core 2 ?





            Ti sbagli di grosso. Entro il 2010 dovrebbe


            uscire la prima CPU Intel a 32 core.. se non


            andranno ben oltre.






            32 core saranno perfetti per i server, ma a pari

            tecnologia mettere più core obbliga ad adottare

            clock più bassi, i desktop attualmente traggono

            il massimo vantaggio dai dual-core, con la

            prossima versione di Vista, subito o dopo
            qualche

            SP, e l'uscita di nuove versioni degli

            applicativi, passeranno a sfruttare bene 4,

            magari anche 8 core, ma per andare oltre

            occorrerà la versione di Windows successiva a

            Vista: ci sarà già nel

            2010?

            Se ci sarà l'hardware ci sarà anche il software
            per sfruttarlo commercialmente, altrimenti non lo
            comprerebbe nessuno.

            E comunque già oggi cluster di CPU multi-core
            come le Power (non PowerPC) di IBM da 16 core ed
            oltre già esistono, Unix come AIX di IBM sono
            perfettamente in grado di gestirli e
            sfruttarli.
            Il futuro è il parallelismo massiccio basato su
            estensioni delle architetture NUMA.

            Se rileggi quello che avevo scritto, vedrai che ho detto che 32 core sui server saranno benvenuti.


            D'altra parte linux sfrutterà a dovere i nuovi

            multicore poco dopo la loro uscita, forse se
            avrà

            mangiato grosse fette del market share di

            windows, potrebbe decretare un successone dei

            multicore intel, quindi potresti anche avere

            ragione.

            Linux ? Dove ? Linux è utile solo in due settori:
            1) Dove le aziende devono speculare e fatturare
            spese in assistenza piuttosto che in licenze di
            Unix commerciali o Win2003; 2) Servizi di
            web-hosting che risparmiano sulle licenze dell'
            OS per aumentare i guadagni.
            Era un paradosso, ma lo share di linux comunque cresce, sia pur lentamente.

            Per il resto Linux è totalmente inutile. Manca
            l'interesse dei produttori prima di tutto,
            specialmente grazie alla mentalità comunistoide
            di Torvalds e delle varie comunità da centro
            sociale che pretenderebbero che i produttori
            rendessero pubblici i propri codici=i produttori
            fanno quello che gli fa comodo con Linux tirando
            fuori solo ciò che serve per sfruttarlo per
            speculazioni ed usi commerciali possibili, se ne
            guardano bene dal dare un supporto pieno come sui
            sistemi
            Microsoft.Su Torvalds sbagli, il comunistoide è Stallman.
          • Anonimo scrive:
            Re: 2 anni indietro rispetto ad Intel...
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:







            - Scritto da:




            ...AMD è alla frutta. E' un dato di
            fatto.





            Aver comprato ATI sarà la sua fine.







            veramente i benchmark fatti tra x2 4400+ 65



            nanometri (core brisbane) e core 2 duo 6300
            li



            danno alla pari come prestazioni e come



            consumi... l'unica differenza è il costo,
            amd



            costa un po' di più ma le schede madri
            costano


            la



            metà...







            fatti 2 conti considerato che core 2 è una

            nuova



            tecnologia mentre athlon64 è una vecchia,

            quando



            uscirà il nuovo core K8L probabilmente intel


            sarà



            indietro avendo già lanciato il suo asso
            nella



            manica...







            per di più avendo acquisito ATI ha un
            reparto



            tutto suo x produrre chipset... in più ha



            indebolito intel che faceva dell'accoppiata



            intel+ati il suo cavallo di



            battaglia...







            si, direi che sei rimandato a settembre!





            Tu pensi che Intel abbia lancia il suo asso

            nella


            manica con il Core 2 ?





            Ti sbagli di grosso. Entro il 2010 dovrebbe


            uscire la prima CPU Intel a 32 core.. se non


            andranno ben oltre.






            32 core saranno perfetti per i server, ma a pari

            tecnologia mettere più core obbliga ad adottare

            clock più bassi, i desktop attualmente traggono

            il massimo vantaggio dai dual-core, con la

            prossima versione di Vista, subito o dopo
            qualche

            SP, e l'uscita di nuove versioni degli

            applicativi, passeranno a sfruttare bene 4,

            magari anche 8 core, ma per andare oltre

            occorrerà la versione di Windows successiva a

            Vista: ci sarà già nel

            2010?

            Se ci sarà l'hardware ci sarà anche il software
            per sfruttarlo commercialmente, altrimenti non lo
            comprerebbe nessuno.

            E comunque già oggi cluster di CPU multi-core
            come le Power (non PowerPC) di IBM da 16 core ed
            oltre già esistono, Unix come AIX di IBM sono
            perfettamente in grado di gestirli e
            sfruttarli.
            Il futuro è il parallelismo massiccio basato su
            estensioni delle architetture NUMA.




            D'altra parte linux sfrutterà a dovere i nuovi

            multicore poco dopo la loro uscita, forse se
            avrà

            mangiato grosse fette del market share di

            windows, potrebbe decretare un successone dei

            multicore intel, quindi potresti anche avere

            ragione.

            Linux ? Dove ? Linux è utile solo in due settori:
            1) Dove le aziende devono speculare e fatturare
            spese in assistenza piuttosto che in licenze di
            Unix commerciali o Win2003; 2) Servizi di
            web-hosting che risparmiano sulle licenze dell'
            OS per aumentare i guadagni.


            Per il resto Linux è totalmente inutile. Manca
            l'interesse dei produttori prima di tutto,
            specialmente grazie alla mentalità comunistoide
            di Torvalds e delle varie comunità da centro
            sociale che pretenderebbero che i produttori
            rendessero pubblici i propri codici=i produttori
            fanno quello che gli fa comodo con Linux tirando
            fuori solo ciò che serve per sfruttarlo per
            speculazioni ed usi commerciali possibili, se ne
            guardano bene dal dare un supporto pieno come sui
            sistemi
            Microsoft.Sei solo uno stupido troll.
    • Anonimo scrive:
      Re: 2 anni indietro rispetto ad Intel...
      2 anni dietro?vediamo un pò.... prime cpu 45nm Intel nella seconda metà del 2007, prime cpu 45nm AMD nei primi mesi del 2008... mi sa che devi tornare alle elementari per imparare a fare i conti.al di là di questo non "vince chi ce l'ha più piccolo", vedi Pentium4 a 90 e 65nm che li prendevano sia sulle prestazioni che consumi dagli Athlon a 130 e poi 90nm.
      • Anonimo scrive:
        Re: 2 anni indietro rispetto ad Intel...
        - Scritto da:
        2 anni dietro?

        vediamo un pò.... prime cpu 45nm Intel nella
        seconda metà del 2007, prime cpu 45nm AMD nei
        primi mesi del 2008... mi sa che devi tornare
        alle elementari per imparare a fare i
        conti.

        al di là di questo non "vince chi ce l'ha più
        piccolo", vedi Pentium4 a 90 e 65nm che li
        prendevano sia sulle prestazioni che consumi
        dagli Athlon a 130 e poi
        90nm.Fanatismo da poppanti. Ma quanti anni hai ? E' un dato di fatto che Intel sia avanti rispetto ad AMD ed anche ad IBM adesso come adesso (visti i problemi di IBM con Cell coprodotto con Sony e Toshiba che hanno messo a dura prova i progettisti). Il Pentium4 è una tecnologia morta e sepolta, attaccarsi a parlare di Pentium4 ora come ora è proprio arrampicarsi sugli specchi. La tecnologia Centrino, progettata in Israele, su cui sono basate tutte le CPU Intel attuali è solo agli inizi e stanno già progettando architetture future da centinaia di core...
        • Anonimo scrive:
          Re: 2 anni indietro rispetto ad Intel...
          Ahia! non dovevi parlare di Israele! adesso i linari/comunisti/amd-fanatici inizieranno la crociata! però è bello vedere come usino sempre 2 pesi e 2 misure. Se la notizia fosse stata all'inverso avrebbero detto "VISTO!!! Intel è anni luce indietro"Tra un po riescono a convincersi e voler convincere gli altri che il processo a 0.9nanometri è meglio di quello a 0.45In politica è uguale: vi ricordate i 30 euro in più di Berlusconi? stava scoppiando la guerra....ora Mortadella ce ne leva 200..
          • Anonimo scrive:
            Re: 2 anni indietro rispetto ad Intel...
            - Scritto da:
            Ahia! non dovevi parlare di Israele! adesso i
            linari/comunisti/amd-fanatici inizieranno la
            crociata! però è bello vedere come usino sempre 2
            pesi e 2 misure. Se la notizia fosse stata
            all'inverso avrebbero detto "VISTO!!! Intel è
            anni luce
            indietro"
            Tra un po riescono a convincersi e voler
            convincere gli altri che il processo a
            0.9nanometri è meglio di quello a
            0.45
            In politica è uguale: vi ricordate i 30 euro in
            più di Berlusconi? stava scoppiando la
            guerra....ora Mortadella ce ne leva
            200..Eh, ma vuoi mettere ? Mortadella te li toglie "con tanto amore" .. lui ti vuole bene, mica è un cattivone come Berlusconi, eh! (cylon)
          • Anonimo scrive:
            Re: 2 anni indietro rispetto ad Intel...
            - Scritto da:
            Ahia! non dovevi parlare di Israele! adesso i
            linari/comunisti/amd-fanatici inizieranno la
            crociata! però è bello vedere come usino sempre 2
            pesi e 2 misure. Se la notizia fosse stata
            all'inverso avrebbero detto "VISTO!!! Intel è
            anni luce
            indietro"
            Tra un po riescono a convincersi e voler
            convincere gli altri che il processo a
            0.9nanometri è meglio di quello a
            0.45
            In politica è uguale: vi ricordate i 30 euro in
            più di Berlusconi? stava scoppiando la
            guerra....ora Mortadella ce ne leva
            200..Tra i linari/comunisti quantomeno mi sembra di vedere meno troll... (mi complimento per il tuo alto reddito.)
        • Anonimo scrive:
          Re: 2 anni indietro rispetto ad Intel...
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          2 anni dietro?



          vediamo un pò.... prime cpu 45nm Intel nella

          seconda metà del 2007, prime cpu 45nm AMD nei

          primi mesi del 2008... mi sa che devi tornare

          alle elementari per imparare a fare i

          conti.



          al di là di questo non "vince chi ce l'ha più

          piccolo", vedi Pentium4 a 90 e 65nm che li

          prendevano sia sulle prestazioni che consumi

          dagli Athlon a 130 e poi

          90nm.

          Fanatismo da poppanti. Ma quanti anni hai ?
          E' un dato di fatto che Intel sia avanti rispetto
          ad AMD ed anche ad IBM adesso come adesso (visti
          i problemi di IBM con Cell coprodotto con Sony e
          Toshiba che hanno messo a dura prova i
          progettisti).

          Il Pentium4 è una tecnologia morta e sepolta,
          attaccarsi a parlare di Pentium4 ora come ora è
          proprio arrampicarsi sugli specchi.

          La tecnologia Centrino, progettata in Israele,
          su cui sono basate tutte le CPU Intel attuali è
          solo agli inizi e stanno già progettando
          architetture future da centinaia di
          core...Parli solo perché hai la lingua in bocca.Vedi di andare a trollare da un'altra parte, pirlotto!!
        • Anonimo scrive:
          Re: 2 anni indietro rispetto ad Intel...
          tu mi sembre un fanboy e soprattutto un funboy ;)mi hai fatto davvero sbellicare dalla risate...... quelli che ho scritto sono dati di fatto, se poi non li vuoi accettare non sono un mio problema.Ho per caso detto che AMD è avanti ad Intel? Torna a scuola per imparare a leggere se lo credi.Quello del P4 era solo un esempio che dimostra in modo lampante come il processo produttivo non è tutto.... ci sono alcuni degli attuali athlon64 a 90nm che consumano meno dei Core2 a 65nm (e c'è il memory controller integrato che consuma un botto, e che in AMD è quindi incluso nei consumi della cpu, nei dati riportati da Intel no), quindi non è solo una questione di P4.Poi certo Intel ora è avanti, ed io non lo metto certo in dubbio... però ci vuole un pò di obiettività nel dire le cose.
      • Anonimo scrive:
        Re: 2 anni indietro rispetto ad Intel...
        al di là di questo non "vince chi ce l'ha più piccolo", vedi Pentium4 a 90 e 65nm che li prendevano sia sulle prestazioni che consumi dagli Athlon a 130 e poi 90nm. Esattamente, come con le donne le dimensioni non contano, ma contano le prestazioni (*), e sopratutto conta, come con le donne, saperlo usare! (Il computer, che altro?)(*) prestazioni pratiche, confrontabili sul campo a parità di prezzo (vedi benchmark). Non è questa l'unica cosa che conta per noi?
        • rockroll scrive:
          Re: 2 anni indietro rispetto ad Intel...
          Esattamente, come con le donne le dimensioni non contano, ma contano le prestazioni (*), e sopratutto conta, come con le donne, saperlo usare! (Il computer, che altro?) Specificherei meglio: come con le donne, conta come lo si usa e quanto dura (il Computer, certo)!
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: 2 anni indietro rispetto ad Intel...
            Spero che AMD esca rapidamente con un nuovo processore all'altezza del core 2 di Intel.Sono un fans di AMD? Assolutamente no, ma se l'unica azienda che produce CPU alternative a Intel dovesse essere spazzata via dal mercato, vi immaginate che futuro?Secondo Voi perchè Intel ha buttato il progetto Net Burst del P4, ha licenziato 10000 dipendenti e ha speso miliardi nel nuovo progetto Core?Ovviamente perchè ha sentito finalmente negli ultimi anni la concorrenza di un'altro produttore di CPU.Vi ricordate negli anni 90 le CPU Sx, volete tornare a quei tempi?
        • Anonimo scrive:
          Re: 2 anni indietro rispetto ad Intel...

          (*) prestazioni pratiche, confrontabili sul campo
          a parità di prezzo (vedi benchmark). Non è questa
          l'unica cosa che conta per
          noi?Credo che al giorno d'oggi per un processore per un sistema desktop a parità di prezzo contino soprattutto i consumi...
          • rockroll scrive:
            Re: 2 anni indietro rispetto ad Intel...
            - Scritto da:

            (*) prestazioni pratiche, confrontabili sul
            campo

            a parità di prezzo (vedi benchmark). Non è
            questa

            l'unica cosa che conta per

            noi?

            Credo che al giorno d'oggi per un processore per
            un sistema desktop a parità di prezzo contino
            soprattutto i
            consumi...Alt: certo che possono contare i consumi, se questi sono apprezzabilmente minori; vogliamo fare due considerazioni?Anzitutto, hai detto bene "a parità di prezzo", ma i prezzi non sono pari di certo tra gli attuali primi modelli milticore e gli ultimi monocore di pari potenza, senza contare che non abbiamo assolutamente a corrente disposizione il software per sfruttare la doppia o quadrupla CPU: al 90%, che vada bene, viaggeremmo a CPU singola, fai tu.Parlando ovviamente di DeskTop (ossia non portatili), un normalissimo alimentatore da 400 W di punta è sicuramente e necessariamente surdimensionato, in previsione di aggiunte HW di base e periferiche, e comunque il grosso del consumo non è certo dovuto all'assorbimento della CPU. Altri 150 W li può portar via un Monitor CRT, altri 50 per non dire 100 gli speakers ... poi ci sarebbero stampanti, scanner ... ecc. ecc. ...Che influenza su tutto questo vuoi che abbia una CPU con consumo inferiore di, dico tanto, una decina di Watt, equivalente a meno della lampadina che ti illumina la stanza a luce tenue quando sei al computer di sera. E se il tuo scopo è il risparmio, quanti anni ti ci vogliono per ammortizzare il maggior costo del processore "furbo" e risparmioso? magari una decina, ragazzo mio!Su un DeskTop, se vuoi veramente risparmiare energia, usa un Monitor LCD se ce l'hai, perchè se devi acquistarlo. prima di ammortizzare il costo (differenziale) di acquisto, ne passano di anni ...; poi sostituisci l'alimentatore con uno calibrato sui tuoi consumi, sempre tenendo d'occhio il tempo di ammortamento e non buttando via il vecchio se hai bisogno di maggior potenza; quindi spegni stampante, scanner e sopratutto speakers quando non ne hai bisogno; e se hai lunghe elaborazione di classe "scientifica" (come renderizzazione grafica, compressione video in DivX ecc...) ovvero situazioni computer non presidiato (P2P notturni) spegni anche il monitor.(Puoi arrivare a dimezzare i consumi, ma è vita però?) Invece il discorso può incominciare ad ever senso in caso di LapTop (portatili), dove i consumi sono dell'ordine di un centinaio di Watt totali, e risparmiarne una decina può aver senso, non tanto come minor costo d'esercizio quanto come maggior autonomia della batteria, ma non dobbiamo trascurare il tempo di ammortamento del maggior costo di acquisto del prodotto "furbo".Veramente io tutta sta furbizia non ce la vedo proprio!Bye-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 dicembre 2006 02.15-----------------------------------------------------------
Chiudi i commenti