UK, gli utenti O2 navigheranno veloci

Il provider mobile britannico si scusa. Per un errore alcuni clienti non riuscivano a sfruttare le reti di terza generazione

Roma – O2, operatore mobile presente in diversi paesi europei, ha ammesso di aver commesso un errore : a causa di un problema nella definizione dei profili dei suoi utenti business sul suolo britannico, questi ultimi si erano ritrovati con una connessione a velocità davvero limitata.

Lo racconta The Register , che già la scorsa settimana aveva sottolineato come – secondo quanto riferito da un comunicato ufficiale – coloro i quali avevano sottoscritto un contratto con O2 e disponevano di cellulari di terza generazione o HSDPA, si trovavano inspiegabilmente vincolati a connessioni di appena 128kbs . Meno di quanto è possibile ottenere con un terminale 2.5G o EDGE, in grado di spingersi fino ad un limite teorico di 144kbs.

Nelle scorse ore, tuttavia, è giunta la smentita: “La maggioranza dei nostri clienti 3G naviga su Internet con il suo dispositivo mobile a 384kbs – recita una nota diffusa da O2 – In alcuni casi fino a 1,3mbs, se hanno un terminale HSDPA”. L’operatore tiene a sottolineare che l’intera rete di sua proprietà sta migrando verso l’ultima versione del protocollo ad alta velocità 3.5G, in grado di raggiungere i 7,2mbs , e che quanto accaduto era solo il risultato di un malaugurato errore.

Solo una “piccola porzione” dei clienti O2, secondo l’azienda, era rimasto invischiato in questa spiacevole faccenda: “Ci scusiamo con gli utenti che sono rimasti coinvolti nel problema. Si tratta di una questione facile da risolvere e contiamo di sistemare tutto entro questa settimana – conclude il comunicato – Se ci fossero utenti ancora con problemi dopo questo intervento, potranno mettersi in contatto con O2 attraverso i canali di comunicazione abituali”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • GIOVANNI scrive:
    d'ARCINAZZO
    SI GAIA BELLISSIMO E INETRESSANTISSIMO...MA COME SE USA UN CODICE SORGENTE? E SOPRATTUTTO ...SERVE A NON PAGARE PER GIOCARE? SE SI COME? BELLA
  • rossi luca scrive:
    vergogna punto informatico
    Pubblicare articoli di questo tipo... FATE RIDEREGaia botta sparati
  • rossi luca scrive:
    GAIA BOTTA SPARATI altro che giornalista
    Ma prima di scrivere questi articoli controllate bene a chi fate scriverli? HAAHAHAHHA ma fate delle figure a dir poco ridicole.... il metamondo LOL inventate di sana pianta storie assurde ... RIDICOLI Gaia botta cambia lavoro che è meglio
  • sei 1 coglione scrive:
    uhauhauha
    GAIA BOTTa?SI LA BOTTA LA HA PRESA MA IN TESTA
  • sei 1 coglione scrive:
    uhauhauha
    ma ki e sto deficiente che ha scritto questo articolo?e un meta-coglione
  • Andrea Cappellett i scrive:
    Quando chi parla non sa che dice.
    La risposta ufficiale della CCP che tutti evitano di citare o tradurre.We are aware that an individual claims to have access to the source code of the EVE client, but this access is not a security risk to CCP or our customers in any way. The Python scripting language that is used by the client can be easily decompiled to generate readable code, and we have designed our server-side systems with that understanding. Therefore, there is no reason to believe that the code was leaked by an employee and our internal investigations confirm that.Access to the source code for the EVE client exposes no security vulnerabilities, has no privacy protection issues, and poses no threat to our customers billing information. The server-side interface used by the client is carefully protected to ensure that no abusive or unwanted information is transmitted to or from the EVE system.Nothing the EVE client can do can affect the game state, a manipulated EVE client cannot affect the server, no advantageous or disadvantageous information can be transmitted to other EVE users by altering the EVE client. The EVE client is signed with a security certificate registered to CCP. Hashes are available on our web site for those who wish to ensure the integrity of EVE client download files they may have received from a source other than direct download from CCPs web site.Finally, there have been no mass bannings, as reported in some news articles, though we do remove all message board posts regarding violations of our EULA and Terms of Service as per standard policy and procedures. We consider any alterations of the client software, including decompilation, or discussions thereof, to represent such a violation.
  • CCP scrive:
    codice sorgente ?
    ah si ?strano che nel torrent non ci sia uno straccio del source per l' engine 3d...
  • ... scrive:
    dov'è la novità?
    I bugs spesso son inseriti dagli sviluppatori stessi così da poter lucrare sulla vendita di essi o di beni virtuali ottenuti "cheattando".I bugs ci sono ovunque!!!Resta il fatto che 350 addetti per quanto attenti e preparati possano essere non potranno mai controllare tutti quei giocatori.trovatemi 1 gioco online che non abbia cheat se ci riuscite-Una guerra che gli utenti onesti non vinceranno mai.
  • CCP scrive:
    errori parte 2
    vorrei inoltre avere fonte attendibile di questo passo :"CCP starebbe infatti contribuendo a disseminare sui tracker il file, in modo da impossessarsi degli indirizzi IP di chi lo scarica per bannarlo dal metamondo o per accusarlo di aver violato il copyright, senza preoccuparsi di incappare in ingiustizie causate da IP condivisi o assegnati dal provider a diversi netizen."
  • CCP scrive:
    errori
    l' articolo non e' peino di errori ma di inesattezze .tanto per citarne una quello che e' distribuito tramite otrrent NON e' il source del client, bensi' il bytecode decompilato del client .
  • danieleNA scrive:
    activeworld
    consiglio questo mondo 3D.Non ci sono soldi. Tranne quelli necessari a registrarsi, ma solo se volete. Sempre se volete, potete fare un vostro mondo a partire da Euro 400. I soldi per vivere nel mondo sono solo virtuali, almeno teoricamente. I soldi reali servono solo a comprare oggetti o avatar, ma solo se volete.Insomma, mi sembra ci si annoi un po' di più rispetto a SecondLife e simili, ma si vive meglio.In Italia abbiamo, ad es., Nuovita.it e ItalCity. C'è anche MondiAttivi "incoraggiata" dalla Regione Sardegna per pubblicizzare il turismo ed il commercio di prodotti locali.
  • kkk scrive:
    mah
    Visto che il client era stato sviluppato in Python, decompilarlo per ottenere il sorgente e' abbastanza semplice.Ho visto pezzi di codice e mi conferma molto la mia ipotesi, come assenza di commenti ecc..
  • medioman scrive:
    A rega'...
    Ripiiateve. Ironia dell'autrice a parte, 'ste min....te dei metamondi vengono prese sul serio non solo dagli ideatori(comprensibile visto che ci lucrano) ma soprattutto dagli utenti. Vabbe' che il mondo reale faccia sempre piu' schifo, ma anfiossarsi(vedi anfiosso)nei bit della realta virtuale non aiuta certo...hola
    • marietto2008 scrive:
      Re: A rega'...
      abusare dei mondi virtuali crea notevoli problemi nella persona,tra i quali :1) distacco e isolamento sociale2) problemi relazionali3) cambiamenti nella sfera comportamentale4) problemi fisici,come calo della vista,gastriti,ulcere5) nei casi estremi epilessia e morteil mio consiglio e' quello di lasciar perdere immediatamente e di iniziare a vivere,lo so che la vita reale e' dura da affrontare,ma ne vale sempre la pena.
      • Mahji scrive:
        Re: A rega'...

        1) distacco e isolamento sociale
        2) problemi relazionali
        3) cambiamenti nella sfera comportamentale
        4) problemi fisici,come calo della
        vista,gastriti,ulcere
        5) nei casi estremi epilessia e morte

        il mio consiglio e' quello di lasciar perdere
        immediatamente e di iniziare a vivere,lo so che
        la vita reale e' dura da affrontare,ma ne vale
        sempre la pena.Ecco un altro gran maestro di vita che ci fa il ributtante regalo dei suoi consigli non richiesti carichi di pregiudizio.Ognuno si sceglie i suoi vizi, nessuno ti obbliga, se hai tanto a cuore la salute degli altri occupati dell'ALCOOLISMO che uccide OGNI GIORNO migliaia di persone anche tra quelle che non bevono a causa degli incidenti, crea dipendenza, malattie, distacco e isolamento sociale, problemi relazionali, cambiamenti nella sfera comportamentale problemi fisici e non sono casi estremi e ricontrati in particolari circostanze ma casi di ogni giorno che colpiscono persone di tutte le eta' in tuti i paesi del mondo.Comincia a suggerire di vivere la vita reale agli alcolisti che ammazzano la gente o si ammazzano, poi quando hai finito potrai permetterti di venire a fare il moralizzatore anche tra la moltitudine di sani - socialmente e fisicamente - giocatori di vidoegiochi che non si ammazzano e non ammazzano nessuno.
        • momin scrive:
          Re: A rega'...
          Che ci vuoi far?Ogni volta che si parla di universi virtuali - a qualsiasi titolo e per qualsiasi motivo - qui su PI escon fuori a commentare gli orgogliosi di non parteciparvi (liberi di esserlo, ma a noi che c'interessa?) o, peggio, quelli che raccomandano a tutti di non entrarci, minaciando gravi conseguenze fisico-psichiche a chi non ovesse seguire la prescrizione.Un po' come i preti di un tempo, spero ormai andato, raccomandavano ai ragazzini di non masturbarsi, la forma mentis è identica.
          • Galeazzi scrive:
            Re: A rega'...
            - Scritto da: momin
            raccomandavano ai ragazzini di non
            masturbarsi, la forma mentis è
            identica.E' vero, ammazziamoci dalle seghe. Come dice Savino su deejay imitando Galeazzi: MAVAFFANCULO!!!
          • Galeazzi scrive:
            Re: A rega'...
            - Scritto da: momin
            raccomandavano ai ragazzini di non
            masturbarsi, la forma mentis è
            identica.Il celebre titolo di una canzone di Masini
        • marietto2008 scrive:
          Re: A rega'...
          Prima di tutto non mi ritengo un maestro di vita,sono un ragazzo che ha fatto tante esperienze negative e che sulla sua pelle ha imparato cosa significano le parole isolamento,disagio interiore,problemi relazionali. Infatti anche io per tanti anni,dopo aver subito un grosso trauma,mi ero buttato nella realta' virtuale,percio' non vedo perche' non posso consigliare di non abusarne (non ho consigliato che se ne deve fare a meno,ma che non bisogna abusarne e questo e' un consiglio generale,che vale anche per altri tipi di abusi) e non capisco perche' i miei consigli siano carichi di pregiudizio,dove sono i pregiudizi ? Sono d'accordissimo sul fatto che ogni persona e' libera di fare le sue scelte,ma penso che ci debba essere anche la liberta' da parte di chi ha vissuto le stesse esperienze di dare dei consigli su cosa sia piu' giusto fare e cosa meno. Si,i problemi sociali mi stanno a cuore e nei limiti delle mie possibilita' me ne occupo. Sembrera' una coincidenza ma anche l'alcolismo mi sta a cuore e sto cercando di portare avanti una campagna di sensibilizzazione verso questo tipo di problema. Penso che sia l'abuso di alcolici che di videogiochi nasca da disagi interiori,percio' penso che bisognerebbe fare qualcosa per capirne l'origine e per curarli. Sono d'accordo con te sul fatto che l'alcolismo sia un problema piu' serio,ma penso anche che l'altro non sia da sottovalutare,perche' anche se non danneggi gli altri,danneggi te stesso.
      • asdasdas scrive:
        Re: A rega'...
        - Scritto da: marietto2008
        abusare dei mondi virtuali crea notevoli problemi
        nella persona,tra i quali
        :

        1) distacco e isolamento sociale
        2) problemi relazionali
        3) cambiamenti nella sfera comportamentale
        4) problemi fisici,come calo della
        vista,gastriti,ulcere
        5) nei casi estremi epilessia e morte
        Sono gli stessi sintomi che mi hanno provocato queste elezioni! incredibile!!
    • Mahji scrive:
      Re: A rega'...
      - Scritto da: medioman
      Ripiiateve. Ironia dell'autrice a parte, 'ste
      min....te dei metamondi vengono prese sul serio
      non solo dagli ideatori(comprensibile visto che
      ci lucrano) ma soprattutto dagli utenti. Vabbe'
      che il mondo reale faccia sempre piu' schifo, ma
      anfiossarsi(vedi anfiosso)nei bit della realta
      virtuale non aiuta
      certo...

      holaVedila cosi', si tratta di un contratto tra le parti, in cui una fornisce un servizio e l'altra ne usufruisce dietro pagamento di canone mensile.Riferirsi a realta' virtuale acceca il giudizio, chi gioca non gioca per rifugiarsi in un altro mondo, questa e' una credenza di chi non gioca...Va escluso il pregiudizio sul contenuto del servizio, quello che pensi tu, ovvero che la gente cerchi rifugio, fosse anche vero, non deve pregiudicare ed inficiare la legittimita' della protesta se un serivizio e' offerto ad un livello che non soddisfa i clienti.Non sei d'accordo? Allora se non sei d'accoro quando protesterai perche' al ristorante ti servono portate sbagliate ti biasimero' dicendo "ripiiate..., anfiossarsi nel cibo, non aiuta".
    • Funz scrive:
      Re: A rega'...
      - Scritto da: medioman
      Ripiiateve. Ironia dell'autrice a parte, 'ste
      min....te dei metamondi vengono prese sul serio
      non solo dagli ideatori(comprensibile visto che
      ci lucrano) ma soprattutto dagli utenti. Vabbe'
      che il mondo reale faccia sempre piu' schifo, ma
      anfiossarsi(vedi anfiosso)nei bit della realta
      virtuale non aiuta
      certo...
      Quando si parla di MMORPG virtuali salta sempre fuori il discorso della dipendenza e dell'alienazione, che possono certamente esistere in casi estremi.Non si parla però mai di quella maggioranza di popolazione che spende tutte le serate della sua vita rincoglionendosi davanti alla TV, cosa che mi sembra estremamente più grave e invece è considerata assolutamente normale...In tutte le cose ci vuole misura (io ho mollato ogame, è bello, semplice ma finisci per pensarci continuamente)
Chiudi i commenti