UK, spese folli per l'IT

Il governo di Londra pagherebbe fino a 3,500 sterline per un semplicissimo PC. A rivelarlo è un'inchiesta parlamentare, che ha anche puntato il dito contro un vero e proprio cartello dell'informatica

Roma – A rivelarlo è stata una recente inchiesta condotta da alcuni membri parlamentari in terra britannica, riuniti presso la Public Administration Select Committee (PASC). Il governo di Londra spenderebbe cifre pazzesche per i più svariati dispositivi informatici, cifre fino a 10 volte più alte rispetto agli attuali prezzi di mercato .

“Un osceno sperpero di denaro”, come si può leggere nel dettagliato report rilasciato dai vertici di PASC. Secondo le stime , per i vari dipartimenti di Whitehall sarebbero state spese fino a 3,500 sterline (quasi 4mila euro) per un semplicissimo desktop PC . Una follia dettata innanzitutto da uno scarso know how in ambito informatico.

Ma ci sarebbe sicuramente dell’altro, a partire da un bassissimo livello di trasparenza relativa ai vari contratti stipulati dal governo britannico con una sorta di oligopolio dell’ Information Technology . Contratti non a disposizione del pubblico, magari di consulenti esperti.

Sempre secondo i risultati dell’inchiesta parlamentare, Whitehall sarebbe quasi schiava di un vero e proprio cartello dell’IT. Un gruppo di non meglio specificate società che sfruttano a mani basse i soldi di Londra . Il report di PASC ha innanzitutto consigliato un maggior livello di interoperabilità.

Il fattore cruciale potrebbe però risiedere nell’outsourcing estremo applicato dal governo nel settore IT . I vari dipendenti dovrebbero invece venire accuratamente preparati per compiti informatici, per un notevole risparmio sui costi invece destinati a grandi società terze.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Macchianera scrive:
    È quale sarebbe l'alternativa a PayPal?
    È quale sarebbe l'alternativa a PayPal?;-)
    • Sandro kensan scrive:
      Re: È quale sarebbe l'alternativa a PayPal?
      - Scritto da: Macchianera
      È quale sarebbe l'alternativa a PayPal?

      ;-)Le persone, sentirsi appartenenti a una comunità che ha i medesimi o simili obiettivi nella vita. Poi i metodi, gli strumenti, le cose sono secondarie e si trovano. Prima le persone poi le cose e non viceversa.
  • passante876 scrive:
    Ok ma
    Ok ma io non capisco perchè avercela tanto con paypal per la storia wikileaks, posso capire che stia sulle scatole per aver bloccato i fondi e ok ma per il collaborare con polizia ed fbi penso sia obbligata per legge e che male/"colpa" c'è quindi? Alla fine questa storia li ha già procurato da se un bel danno.
    • Fai il login o Registrati scrive:
      Re: Ok ma
      Se ben ricordo non c'è stato nessun obbligo da parte degli USA, solo un ecXXXXX di zelo da parte di Paypal e, se ricordo bene, anche di Visa (o Mastercard?).Ciao
    • Funz scrive:
      Re: Ok ma
      - Scritto da: passante876
      Ok ma io non capisco perchè avercela tanto con
      paypal per la storia wikileaks, posso capire che
      stia sulle scatole per aver bloccato i fondi e ok
      ma per il collaborare con polizia ed fbi penso
      sia obbligata per legge e che male/"colpa" c'è
      quindi? Alla fine questa storia li ha già
      procurato da se un bel
      danno.E quale sarebbe la colpa di WL, quale legge avrebbe violato? Ricordo che non ha nemmeno sede negli USA.
  • LuL scrive:
    Prepare yourselves
    Wise little LulzLizards should withdraw their funds from PayPal before we do.Take this as a warning from your friendly LulzBoat captain.
    • I did it for the lulz scrive:
      Re: Prepare yourselves
      ma per piacere..ad ogni modo, se veramente (cosa di cui dubito fortemente) qualcuno riuscisse ad accedere al mio conto PayPal, senza passare da un furto di credenziali a me, farei rivalsa su PayPal stessa, quindi win-win, anzi, l'attaccante dovrebbe essere ancora più soddisfatto, per il doppio danno portato..
      • Nome e cognome scrive:
        Re: Prepare yourselves
        (linux)- Scritto da: I did it for the lulz
        ma per piacere..dicevano cosi anche quelli del CNAIPIC :D
        • lul scrive:
          Re: Prepare yourselves
          - Scritto da: Nome e cognome
          (linux)
          - Scritto da: I did it for the lulz

          ma per piacere..
          dicevano cosi anche quelli del CNAIPIC :Dlul
        • I did it for the lulz scrive:
          Re: Prepare yourselves
          ho sbagliato il quote, rispondendo al mio commento invece che al tuo, ad ogni modo la risposta è nel commento sotto
      • I did it for the lulz scrive:
        Re: Prepare yourselves
        - Scritto da: Nome e cognome
        (linux)
        - Scritto da: I did it for the lulz

        ma per piacere..
        dicevano cosi anche quelli del CNAIPIC :DLa storia del CNAIPIC ha troppi punti d'ombra per poterla discutere seriamente, tornando in topic, io aspetto solo che qualcuno mi cancelli l'account PayPal, senza passare da un phishing (anche perché dubito seriamente di poterci cadere), quindi con un attacco diretto a PayPal.E comunque, nel caso: - Scritto da: I did it for the lulz
        farei rivalsa su PayPal stessa,
        quindi win-win, anzi, l'attaccante dovrebbe
        essere ancora più soddisfatto, per il doppio
        danno
        portato..
        • mingo scrive:
          Re: Prepare yourselves
          Per evitare le intrusioni basterebbe che prima noi utonti e poi coloro che forniscono i siti internet mettano molto piu protezioni sui siti forniti !Nel caso del phishing quanto pensate che controllano le webfarm se uno mette su un sito phishing o meno ? se non gli viene comunicato per mail ai servizi abuse nemmeno se ne accorgono perchè non hanno personale !
  • Sandro kensan scrive:
    Chiuso
    Io l'ho chiuso diverso tempo fa appena la questione wikileks è sorta e paypal ha bloccato i fondi.
    • miky scrive:
      Re: Chiuso
      Io non ho mai capito lo scopo di aprirlo... questioni "morali" e "politiche" a parte...
      • I did it for the lulz scrive:
        Re: Chiuso
        - Scritto da: miky
        Io non ho mai capito lo scopo di aprirlo...
        questioni "morali" e "politiche" a
        parte...Credo (almeno così è per me), principalmente, per dare miei dati sensibili ad un solo partner (che fa quello di core business, quindi, in teoria è affidabile), accettato ovunque, piuttosto a che a molti piccoli, che magari, non li trattano adeguatamente o sono esposti ad attacchi e furti (vedi i numeri di carte di credito sottratte a Sony con delle sql injection, peraltro elementari)
    • Funz scrive:
      Re: Chiuso
      - Scritto da: Sandro kensan
      Io l'ho chiuso diverso tempo fa appena la
      questione wikileks è sorta e paypal ha bloccato i
      fondi.Penso che chiuderò anche io, tanto lo usavo solo per pagare, anche se mi scoccia usare direttamente la ricaricabile per gli acquisti online.Devo ancora capire cosa fa di illegale Wikileaks, a parte stare sull'anima agli USA...
      • Sandro kensan scrive:
        Re: Chiuso
        - Scritto da: Funz
        Penso che chiuderò anche io, tanto lo usavo solo
        per pagare, anche se mi scoccia usare
        direttamente la ricaricabile per gli acquisti
        online.

        Devo ancora capire cosa fa di illegale Wikileaks,
        a parte stare sull'anima agli
        USA...Io uso i bonifici per pagare, non sono istantanei ma sono molto a buon mercato (in alcuni casi gratis in area SEPA, europea).
    • Ubunto scrive:
      Re: Chiuso
      - Scritto da: Sandro kensan
      Io l'ho chiuso diverso tempo fa appena la
      questione wikileks è sorta e paypal ha bloccato i
      fondi.Idem... :)
    • mingo scrive:
      Re: Chiuso
      Scusa ma cosi cosa pensi di aver risolto ? hanno per caso cambiato atteggiamento quelli di Paypal ? e te ora se devi fare un acquisto su internet sei sicuro come prima ? sinceramente questi boicotaggi lasciano il tempo che trovano soprattuto per le persone che li propongono e per gli ideali che non hanno .. e poi sinceramente se io mi sono fatto PayPal e di Wikileaks non me ne puo XXXXXXX nulla visto che nel mondo ci sono miliardi di banche perchè solo gli utenti di Paypal ? Mi sarei aspettato quanto meno da un gruppo serio una proposta analoga con un alternativa a Paypal ma cosi pare che piu che essere un boicottaggio è un modo come un altro perchè senza paypal loro con il phishing fanno quello che vogliono !! Sinceramente non mi pare che Wikileaks appoggi questa cosa visto che non ce nessun annuncio sul loro sito e comunque mi pare che le banche che gli appoggiano gia ce l hanno !Io ho l account di PayPal e per ora me lo tengo , se dovrò cambiarlo lo cambierò solo per evidenti e chiari motivi provati e non perchè 4 ragazzini chiamati anonymous ci implorano di farlo !!Ovviamente è la mia opinione e la mia idea
      • Sandro kensan scrive:
        Re: Chiuso
        - Scritto da: mingo
        Scusa ma cosi cosa pensi di aver risolto ? hanno
        per caso cambiato atteggiamento quelli di Paypal
        ? e te ora se devi fare un acquisto su internet
        sei sicuro come prima ? sinceramente questi
        boicotaggi lasciano il tempo che trovano
        soprattuto per le persone che li propongono e per
        gli ideali che non hanno .. e poi sinceramente se
        io mi sono fatto PayPal e di Wikileaks non me ne
        puo XXXXXXX nulla visto che nel mondo ci sono
        miliardi di banche perchè solo gli utenti di
        Paypal ?Ma perché hai scritto questo commento? Non ti pare che non serva a nulla? di che utilità è? Se tu vuoi fare come credi tu mettendolo a confronto con quello che ho fatto io che voi che me ne importi? Fai come vuoi! Io ho pubblicizzato quello che ho fatto per sentirmi appartenente a una comunità che la pensa come me. Tu fai quel che ti pare.
Chiudi i commenti