Un brevetto potrebbe fermare il DRM

Un brevetto potrebbe fermare il DRM

Lo sperano i tanti che commentano in queste ore l'ultima mossa di Alan Cox, tra i più noti sviluppatori di Linux, che ha depositato una richiesta di brevetto sulle tecnologie di controllo
Lo sperano i tanti che commentano in queste ore l'ultima mossa di Alan Cox, tra i più noti sviluppatori di Linux, che ha depositato una richiesta di brevetto sulle tecnologie di controllo

È presto, molto presto per dire se un brevetto del genere verrà accolto dallo US Patent and Trademark Office ma la richiesta presentata da Alan Cox, uno dei più celebri sviluppatori di Linux in forza a Red Hat , sta facendo discutere moltissimo e in rete c'è chi alimenta le speranze di un futuro senza DRM .

Nella richiesta di brevetto , denominata “Sistema di gestione dei diritti”, si legge che un tale sistema “monitora l'attività di un programma per scoprire un uso non in linea con la licenza o altri termini di utilizzo. Alla scoperta di una violazione di questi termini, le informazioni relative al programma vengono salvate e l'operatività del programma o di una porzione del computer viene sospesa. Il sistema mantiene questa sospensione fino a quando permane la violazione. Una volta che viene ristabilito un uso corretto, la sospensione è terminata”.

L'idea di Cox, come sottolineano in molti, è dunque quella di brevettare il DRM . Potendo disporre di un brevetto del genere, sarebbe non impossibile allo stesso Cox impedire a questo o quel produttore l'adozione di dispositivi software di controllo e c'è chi fa espresso riferimento ai sistemi DRM inclusi in Windows Vista, il nuovo sistema operativo di Microsoft.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

15 01 2007
Link copiato negli appunti