Una mailing list per la nuova GPL

La propone FSF


Roma – Free Software Foundation ha annunciato il varo di una mailing list dedicata allo sviluppo della GPLv3, la nuova versione in fase di elaborazione della GNU General Public License, che la stessa organizzazione definisce “la licenza maggiormente usata nel mondo del software libero”.

“Mentre non c’è dubbio – spiega FSF – che l’attuale versione (GPLv2) è difendibile in tribunale ed è applicabile in tutto il mondo, la GPLv3 coprirà degli aspetti che al tempo in cui fu scritta la GPLv2 non erano importanti o non esistevano addirittura, come i programmi eseguiti via internet. Altri argomenti che potrebbero essere interessanti sono i brevetti software, la compatibilità con altre licenze copyleft, i DRM (Digital Rights Management) e il TCP (Trusted Computing)”.

La mailing list è accessibile da qui

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Atto di forza!
    Voglio i Taxi robot imbecilli!!! Li voglio ora!!!
  • avvelenato scrive:
    bella motivazione
    cioé, uno è grasso e schifoso*, non trova partner neanche a pagarlo, e si fa convincere da un cane perdipiù finto? Scusate, ma se non si fa convincere dal feedback con l'esterno, perché mai dovrebbe farsi convincere da un pezzo di latta plastica e silicio?Farebbe molto meglio ad accettarsi e ad accettare che si preferisce grasso, nonostante tutto.*desidero sottolineare che non intendo in alcun modo svilire e/o offendere le persone grasse per scelta e orgogliose di esserlo, tra cui il simpaticissimo GrassoGrasso. Spesso infatti le persone che cercano pietosamente di diventare magre facendo finta di fare diete o di fare finta ginnastica, fanno più pietà di chi è convinto e intenzionato a non far nulla, e a restare come è!
    • numerone scrive:
      Re: bella motivazione
      - Scritto da: avvelenato
      cioé, uno è grasso e schifoso*, non trova partner
      neanche a pagarlo, e si fa convincere da un cane
      perdipiù finto? Scusate, ma se non si fa
      convincere dal feedback con l'esterno, perché mai
      dovrebbe farsi convincere da un pezzo di latta
      plastica e silicio?
      Farebbe molto meglio ad accettarsi e ad accettare
      che si preferisce grasso, nonostante tutto.




      *desidero sottolineare che non intendo in alcun
      modo svilire e/o offendere le persone grasse per
      scelta e orgogliose di esserlo, tra cui il
      simpaticissimo GrassoGrasso. Spesso infatti le
      persone che cercano pietosamente di diventare
      magre facendo finta di fare diete o di fare finta
      ginnastica, fanno più pietà di chi è convinto e
      intenzionato a non far nulla, e a restare come è!Ma non sono io che sono grasso: sono gli altri che son più grassi di me!Per curiosità: quanti anni hai? (liberissimo di non rispondere, per carità)In molti casi il peso non é una causa ma una conseguenza dovuta a fattori ben più complessi.Nel caso di mangiate isteriche dovute ad una insufficienza di rapporti affettivi quel "pezzo di latta, plasta e silicio" può essere un toccasana.E poi se cominci a frequentare una persona "grasse e schifose*" potrai anche riuscire a capire le persone grasse non sempre sono schifose*.
      • avvelenato scrive:
        Re: bella motivazione
        - Scritto da: numerone
        - Scritto da: avvelenato

        cioé, uno è grasso e schifoso*, non trova
        partner

        neanche a pagarlo, e si fa convincere da un cane

        perdipiù finto? Scusate, ma se non si fa

        convincere dal feedback con l'esterno, perché
        mai

        dovrebbe farsi convincere da un pezzo di latta

        plastica e silicio?

        Farebbe molto meglio ad accettarsi e ad
        accettare

        che si preferisce grasso, nonostante tutto.









        *desidero sottolineare che non intendo in alcun

        modo svilire e/o offendere le persone grasse per

        scelta e orgogliose di esserlo, tra cui il

        simpaticissimo GrassoGrasso. Spesso infatti le

        persone che cercano pietosamente di diventare

        magre facendo finta di fare diete o di fare
        finta

        ginnastica, fanno più pietà di chi è convinto e

        intenzionato a non far nulla, e a restare come
        è!

        Ma non sono io che sono grasso: sono gli altri
        che son più grassi di me!
        Per curiosità: quanti anni hai? (liberissimo di
        non rispondere, per carità)
        se mi spieghi cosa c'entra ti risponderò volentieri (comunque la risposta è in tanti miei vecchi post, cerca)
        In molti casi il peso non é una causa ma una
        conseguenza dovuta a fattori ben più complessi.
        in tanti casi questo cagnolino non servirà a nulla
        Nel caso di mangiate isteriche dovute ad una
        insufficienza di rapporti affettivi quel "pezzo
        di latta, plasta e silicio" può essere un
        toccasana.
        permettimi di dubitarne, bisognerebbe vedere, e comunque se fosse la cosa avrebbe i suoi limiti e le sue applicazioni circoscrittissime.Sai, mi sono lanciato così violentemente contro questa cosa perché sono contro alla cultura che c'è sotto: la cultura del capro espiatorio o dell'oggetto magico (o dei feticci, positivi o negativi in genere)Nel senso: fin da piccoli le fiabe che ci raccontano sono demoralizzanti, perché un eroe non è un eroe senza un mago che gli fornisce lo strumento magico, ad esempio un principe non è un principe senza la sua spada magica, e via dicendo.e così l'attuale: non puoi avere le addominali scolpite senza tesmerd, non puoi avere una linea perfetta senza slimfart, non puoi smettere di fumare senza i cerottini nicodrug, eccetera.quindi, se anche fosse una cura per una ristrettissima cerchia di persone, alimenterebbe comunque la convinzione che alla base di ogni insuccesso ci sia un oggetto che ci si è dimenticati di acquistare per televendita da american shop. mentre mi piacerébbe che una persona si dicèsse davanti allo specchio: "non mi piàccio, voglio cambiarmi, dipende solo da me." Assumersi responsabilità individuali.
        E poi se cominci a frequentare una persona
        "grasse e schifose*" potrai anche riuscire a
        capire le persone grasse non sempre sono
        schifose*.se magari leggi anche i ps, anziché rispondere di getto ai post, questa sgradevole illazione non ti sarebbe stata necessaria.
        • grossogrosso scrive:
          Re: bella motivazione
          ACH oggi sono arrivato tardi :)Ad ogni modo secondo me tutto quello che mi aiuta a tenermi in forma e' benvenuto, ma e' una questione di atteggiamento psicologico. Per dire: io vado in palestra, consumo un sacco di calorie e mangio come un bufalo, non credo che avrei benefici da questo Aibo, pero' ci sono amici cicci che non fanno un tubo, secondo me farebbe bene a loro!! :)
          • grossogrosso scrive:
            ps OT Re: bella motivazione
            ps, io lo so che avve non ce l'ha con i cicci, e' solo convinto che chi e' ciccio sta male, e' un pregiudizio diffuso :D:D
    • Anonimo scrive:
      Re: bella motivazione
      - Scritto da: avvelenato

      *desidero sottolineare che non intendo in alcun
      modo svilire e/o offendere le persone grasseSicuro? ;)
      per scelta e orgogliose di esserlo, tra cui il
      simpaticissimo GrassoGrasso. ^ ^http://punto-informatico.it/community/profilo.asp?nick=grossogrosso
  • midori scrive:
    Ehh, facessero attenzione!
    Che poi la Sony li cita per aver violato il durissimo DCMA!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ehh, facessero attenzione!
      - Scritto da: midori

      Che poi la Sony li cita per aver violato il
      durissimo DCMA!
      Prima cosa che ho pensato :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ehh, facessero attenzione!

      Che poi la Sony li cita per aver violato il
      durissimo DCMA!Non è detto: ricordo che quando ero all'università, gli Aibo erano forniti dalla Sony a condizione che tutto il software sviluppato restasse di sua proprietà. Se qualcuno sviluppasse un software rivoluzionario o commercialmente sfruttabile, la Sony sarebbe l'unica a trarne vantaggio (se le condizioni sono ancora quelle).
Chiudi i commenti