Unisys promuove la migrazione a Linux

Lo fa aprendo un nuovo centro ad Amsterdam


Milano – Unisys ha inaugurato ad Amsterdam un centro dedicato alla migrazione verso Linux.

L’iniziativa rientra nell’ambito dell’accordo globale con Novell per la diffusione della piattaforma Linux in ambienti enterprise. Unisys e Novell, infatti, collaborano da tempo per promuovere nelle aziende i vantaggi offerti dalle piattaforme basate su Linux e supportarle nella migrazione dai vecchi sistemi legacy proprietari verso nuove architetture aperte.

In particolare, il nuovo centro assisterà i clienti nell’esecuzione del porting di ambienti applicativi completi, inclusi dati della clientela e loro attività, da una piattaforma Sun Solaris verso un sistema Intel ES7000 con Novell SUSE Enterprise Server.

Il centro di Amsterdam avrà, inoltre, un ruolo di assistenza e informazione perché consentirà alle aziende, durante il ciclo di migrazione completo, di comprendere meglio tutti i passaggi necessari per spostare i propri ambienti verso Linux e, quindi, apprezzarne i privilegi come la riduzione dei costi per transazione, la maggiore flessibilità e la semplificazione delle infrastrutture server”, si legge in un comunicato diffuso da Unisys.

“Novell e Unisys offrono alle grandi aziende una concreta alternativa: un’affermata e stabile tecnologia supportata dai nostri centri di assistenza 24x7x365 presenti in tutto mondo” ha dichiarato Johan Rosius, EMEA vice president of Alliances di Novell. “Unisys e Novell offrono agli utenti di piattaforme UNIX/RISC l’opportunità di ottimizzare l’infrastruttura utilizzando un numero inferiore di sistemi operativi e piattaforme basate su standard permettendo, al contempo, di erogare servizi a costi contenuti”.

La migrazione verso Linux e i vantaggi derivanti dal passaggio a una piattaforma enterprise basata su standard saranno oggetto di un seminario promosso e organizzato da Unisys che si terrà il 30 giugno e il 1° luglio 2005 a Saint-Paul-de-Vence, in Francia.
Per ulteriori informazioni si veda qui .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • puffetta scrive:
    Noi italiani viaggiamo su un binario div
    Mentre a Bruxelles decidono e poi legiferano, il parlamento italiano non ha interesse o cognizione di causa di quel che stanno facendo ed ogni volta la nuova normativa ci viene presentata come fosse un?imposizione della UE, ma non è così.I politici non prestano attenzione a Bruxelles, fatta eccezione per alcune leggi che interessano le valli padane, ma anche in questo caso sempre quando la legge è stata o già approvata o è in fase di approvazione, mai prima!In poche parole da una parte c?è un Italia che non raccoglie opinioni dai cittadini, che non vuole crearsi inimicizie, che non interviene a Bruxelles perché troppo presa a farsi gli affaracci propri e, dall?altra ci sono nazioni molto più avanti di noi che decidono anche per noi in questioni che solitamente da noi discuterebbe solo maurizio costanzo delegandole al papa tramite il cardinal Ruini.P.S.E noi paghiamo! :)
  • Anonimo scrive:
    io sono a favore

    Io sono contrario al nucleare per vari motivi:
    1) La semivita degli isotopi ottenuti all'uranio
    238 (uranio arricchito, l'unico che si può usare
    nelle centrali) si misura in varie decine di
    migliaia di anni, in cui il sito con le scorie è
    pericoloso.??? forse intendevi la semivita delle scorie ottenute dalla fissione dell'uranio 235, si è vero ci sono molte scorie ad altissima semivita, ed infatti queste vanno depositate in siti sotterranei ad altra profondità e non lasciate all'aperto
    2) La vita di una centrale è di qualche decina
    d'anni, poi tutta la centrale è radioattiva, e si
    parla di TONNELLATE di materiale.non tutto altamente radioattivo o formato da isotopi a lunghissima semivita.le parti più pericolose sono quelle componenti il reattore, il resto è abbastanza innocuo
    3) Le stime sul costo di smantellamento di una
    centrale nucleare, visto che tutto il reattore
    diventa radioattivo, è variable tra 10 e 100
    volte il costo di costruzionefonte ?
    4) I reattori autofertilizzanti, come phoenix in
    francia, che permettono di utilizzare ance u235,
    producono plutonio che è un veleno anche in dosi
    di un microgrammo al metro cubo... l'uranio che si usa nei reattori è il 235, strano che il phenix (non phoenix) consenta di usare anche uranio 235.
    4) avendo, per lavoro, girato in alcune centrali
    nucleari italiane, mi spaventab molto la
    faciloneria, che viene dalla familiarità, con cui
    sono gestite le centrali, ricordamoci che sia a
    Chernobyl che a Three Mile Island, l'incidente è
    avvenuto per aver evitato le norme di sicurezza.con che ruolo hai girato per le ex centrali ?Poi a chernobyl sono successi atti che definire criminali è poco, hanno manomesso volontariamente i sistemi di sicurezza per fare quel cavolo di test...
    5) dopo Three Mile Island, in america hanno
    smesso di costruire centrali nucleari perché
    TROPPO COSTOSE per via dei maggiori sistemi di
    sicurezza richiestiMmm e tutti gli studi per progettare nuove centrali maggiormente sicure ?
    • Anonimo scrive:
      Re: io sono a favore
      - Scritto da: Anonimo
      è vero ci sono molte scorie ad altissima semivita,
      ed infatti queste vanno depositate in siti
      sotterranei ad altra profondità e non lasciate
      all'apertoAh sì? Cacchio Maria prendi la pala!
    • Anonimo scrive:
      Re: io sono a favore


      2) La vita di una centrale è di qualche decina

      d'anni, poi tutta la centrale è radioattiva, e
      si

      parla di TONNELLATE di materiale.

      non tutto altamente radioattivo o formato da
      isotopi a lunghissima semivita.
      le parti più pericolose sono quelle componenti il
      reattore, il resto è abbastanza innocuoSe tu ti accontenti di un "abbastanza innocuo" fai pure, penso che la generalità dei cittadini non si accontenti.

      4) I reattori autofertilizzanti, come phoenix in

      francia, che permettono di utilizzare ance u235,

      producono plutonio che è un veleno anche in dosi

      di un microgrammo al metro cubo...

      l'uranio che si usa nei reattori è il 235, strano
      che il phenix (non phoenix) consenta di usare
      anche uranio 235.Ehm rileggi un attimo quello che hai scritto...
  • Anonimo scrive:
    Re: Italia, popolo chiesofilo
    Leggi qualche riga sopra.
    • rumenta scrive:
      Re: Italia, popolo chiesofilo
      - Scritto da: Matthew Reed
      Leggi qualche riga sopra.ma LOL... vedi che la politica è importante?? ;)altrimenti certi personaggi come farebbero a salvarsi il culo????un esempio italiano:Milano del 22 febbraio 1996 - ANSA:«Il vicepresidente della Techint, Paolo Scaroni, ha patteggiato la condanna a un anno e quattro mesi di reclusione per le tangenti pagate per gli appalti nelle centrali Enel. La sentenza è stata emessa dai giudici della sesta sezione penale del Tribunale di Milano. Scaroni era accusato di corruzione dal Pm Paolo Ielo per una serie di tangenti versate al Psi quando era amministratore delegato della Techint».Roma 24 maggio 2002 - Ansa:«L'assemblea dell'Enel ha approvato le liste dei nomi proposti dall'azionista di maggioranza e da quelli di minoranza per il rinnovo del cda del gruppo, nominando alla presidenza - su proposta del Tesoro - Piero Gnudi. Nel pomeriggio è prevista la nomina di Paolo Scaroni ad amministratore delegato».21 ottobre 2004 ? Adnkronos:«Ecco l'elenco dei Cavalieri del Lavoro, nominati dal presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, su proposta del ministro delle Attività produttive Antonio Marzano, di concerto col ministro per le Politiche agricole Gianni Alemanno, con l'indicazione del settore economico e della regione di attività: (...)...Paolo Scaroni (elettrica, Lombardia)».lo stesso che ora è passato da Enel a Eni proprio ultimamente :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Italia, popolo chiesofilo
        Guarda che io non sono l' anonimo di cui sopra, mi rendo conto perfettamente della centralità della politica ovvero del fatto che qualunque decisione che abbia un peso nella vita delle persone ha un peso e un valore politici.
        • rumenta scrive:
          Re: Italia, popolo chiesofilo
          - Scritto da: Matthew Reed
          Guarda che io non sono l' anonimo di cui sopra,
          mi rendo conto perfettamente della centralità
          della politica ovvero del fatto che qualunque
          decisione che abbia un peso nella vita delle
          persone ha un peso e un valore politici.lo so che non sei lui.rispondevo a te che dicevi "leggi qualche riga sopra" pensando che ti riferissi a quanto da te scritto qui:http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1040292&tid=1039470&p=2&r=PI#1040292ma se non è così allora che volevi dire??
  • Anonimo scrive:
    va bene cosi`!
    Una volta tanto, facciamo bene a non averla ratificata. Non mi piace la multa, pero`.
  • Anonimo scrive:
    Topocane brevettabile!
    Ce lo chiede la unione europea topocagna in calore con le multinazionali.E la sinistra DC finanzierà il cinghialratto, per produrre cloni della Bindi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Topocane brevettabile!
      - Scritto da: Anonimo
      Ce lo chiede la unione europea topocagna in
      calore con le multinazionali.
      E la sinistra DC finanzierà il cinghialratto, per
      produrre cloni della Bindi.wow, e tu che incrocio sei, il talpasino?
    • Anonimo scrive:
      Re: Topocane brevettabile!
      - Scritto da: Anonimo
      Ce lo chiede la unione europea topocagna in
      calore con le multinazionali.
      E la sinistra DC finanzierà il cinghialratto, per
      produrre cloni della Bindi.A Luino (VA)?
  • Anonimo scrive:
    BASTA, tutti in Cina...
    C'è una comunità di italiani che si sono trasferiti a Shanghai e stanno benissimo! Traferiamoci tutti come loro, guardate qui!! http://www.clubitaliashanghai.org/ Per informazioni: http://www.ice.gov.it/estero2/shanghai/util.htm
  • Anonimo scrive:
    Re: Italia, popolo chiesofilo
    I troll che non leggono la notizia sono i migliori.
  • Anonimo scrive:
    Ma siamo nell'Europa delle teste di ...
    ..cavolo geneticamente modificato? (e brevettato?)
  • Anonimo scrive:
    "Allora io brevetto"
    Per il thread obbligatorio "allora io brevetto":allora io brevetto H2O e O2... poi per bere e respirare dovete pagarmi. Così eliminiamo di botto tutti i poveracci.Anzi, mi sa che brevetto tutta la tavola periodica degli elementi, così qualunque cosa costruiate dovete pagarmi.
    • Anonimo scrive:
      Re: "Allora io brevetto"
      - Scritto da: Anonimo
      Per il thread obbligatorio "allora io brevetto":

      allora io brevetto H2O e O2... poi per bere e
      respirare dovete pagarmi. Così eliminiamo di
      botto tutti i poveracci.

      Anzi, mi sa che brevetto tutta la tavola
      periodica degli elementi, così qualunque cosa
      costruiate dovete pagarmi.Non vorrei deluderti ma entrambe queste cose sono state già dette in passato e sempre con il subject "Allora io Brevetto"
      • ElfQrin scrive:
        Re: "Allora io brevetto"
        - Scritto da: Anonimo
        Non vorrei deluderti ma entrambe queste cose sono
        state già dette in passato e sempre con il
        subject "Allora io Brevetto"Intanto io brevetto... poi tu se vuoi parlare di prior art vedi di fornire riferimenti più precisi.:-)
    • Anonimo scrive:
      Re: "Allora io brevetto"
      brevettati stà minchia
  • Anonimo scrive:
    Re: Italia, popolo chiesofilo
    Si e inoltre sarebbe abbastanza assurdo (tipico dell'italia) andare a progettare centrali a fissione adesso quando si sta arrivando alla fusione che sarà disponibile probabilmente prima della fine della costruzione se si partisse domani
    • THe_ZiPMaN scrive:
      Re: Italia, popolo chiesofilo
      Andate ad acquistare in edicola Le Scienze (una delle pochissime riviste scientifiche divulgative serie) e leggete l'articolo a pagina 42: è molto istruttivo.In ogni caso il nucleare è stato bannato per ignoranza e per paura. Sebbene in quegli anni sussistessero comunque delle motivazioni comprensibili, altrettanto non si può dire al giorno d'oggi. Oggi una centrale nucleare può funzionare con lo stesso pieno di uranio per anni; anche le scorie prodotte dai nuovi impianti non sono più un grosso problema, essendo solo poche tonnellate l'anno.In compenso non inquina (salvo le scorie che sono comunque trattabili e stoccabili in modo sicuro), ha dei costi di gestione più bassi del termoelettrico e un rendimento molto elevato che consente di ridurre il costo a KW/h a una frazione del petrolifero.Un moderno reattore non ha nemmeno i problemi di sicurezza che affliggevano i reattori stile Chernobil; un guasto provoca automaticamente l'interruzione della fissione.Il nucleare al giorno d'oggi è l'unica possibilità che abbiamo per rispettare gli impegni di Kioto e per non rischiare di restare a piedi in futuro. Le riserve di petrolio sono limitate (dicono 30/35 anni), il suo prezzo tenderà ad aumentare in modo esponenziale (calando il rendimento dei pozzi) e per la fusione nucleare si deve attendere ALMENO il 2040 per avere un prototipo funzionante adatto all'uso industriale (fino ad oggi si è raggiunto solo l'autosostentamento, ovvero energia prodotta = energia consumata).Se poi volete tenere a tutti i costi le fette di prosciutto sugli occhi preparate il portafogli e la maschera antigas che il futuro non sarà così roseo come lo immaginate.
      • Anonimo scrive:
        Re: Italia, popolo chiesofilo
        - Scritto da: THe_ZiPMaN
        Andate ad acquistare in edicola Le Scienze (una
        delle pochissime riviste scientifiche divulgative
        serie)Insomma, seria forse sì ma non sempre così autorevole...
        Il nucleare al giorno d'oggi è l'unica
        possibilità che abbiamo per rispettare gli
        impegni di Kioto e per non rischiare di restare a
        piedi in futuro.Non è vero, il protocollo di Kyoto prevede impegni MINIMI che non richiedono enormi investimenti strutturali, ovviamente comunque non si deve puntare a rispettare il protocollo di Kyoto ma ad andare molto oltre.Comunque basterebbe spingere il solare, i costi per quello poi vengono anche ripagati, oltre a generare energia a inquinamento zero (dopo aver raggiunto il pareggio di produzione)
        • Anonimo scrive:
          Re: Italia, popolo chiesofilo
          - Scritto da: Matthew Reed
          Sull' ultimo punto sono d' accordo con te,
          nessuno pensa a cosa vorrebbe dire ricoprire
          enormi superfici di territorio con pannelli solari. Nessuno che pensa al solare pensa a coprire enormi superfici di territorio, è un'assurdità a parte nel deserto
          • Anonimo scrive:
            Re: Italia, popolo chiesofilo
            Lo spero bene!parlando di solare, me lo sono sognato la notte o l' italia è uno dei pochi paesi che impose forti tasse sull' uso dei pannelli solari per il riscaldamento dell' acqua nelle abitazioni?Adesso non so come si è evoluta la legislazione, ma una volta la produzione "in proprio" di energia elettrica era fortemente disincentivata da fortissime tasse sugli impianti domestici di produzione dell' energia elettrica, questo per consolidare il monopolio enel.
          • Anonimo scrive:
            Re: Italia, popolo chiesofilo
            No non credo ci siano più queste tasse ma si continua a non poter rivendere l'energia all'enel così il guadagno è molto ridotto.- Scritto da: Matthew Reed
            Lo spero bene!
            parlando di solare, me lo sono sognato la notte o
            l' italia è uno dei pochi paesi che impose forti
            tasse sull' uso dei pannelli solari per il
            riscaldamento dell' acqua nelle abitazioni?
            Adesso non so come si è evoluta la legislazione,
            ma una volta la produzione "in proprio" di
            energia elettrica era fortemente disincentivata
            da fortissime tasse sugli impianti domestici di
            produzione dell' energia elettrica, questo per
            consolidare il monopolio enel.
        • THe_ZiPMaN scrive:
          Re: Italia, popolo chiesofilo

          Questo è il modo di parlare di un politico,meglio scientifico
          il solare è vantaggioso proprio per il fatto che si
          possono sfruttare i tetti degli edifici per la
          sua produzione,Verissimo. Ma cosa puoi produrre dai tetti delle case? Innanzitutto considera che la maggior parte dell'energia viene spesa dall'industria. Un pannello fotovoltaico ha una resa durante il giorno di circa 0,3 KWh/m2 in inverno e 0,5 KWh/m2 in estate e un metro quadro costa circa 1000 euro (piuttosto più che meno). Se prendi una normale villetta a due piani puoi dedicare ai pannelli dai 5 ai 15 m2 di tetto; ciò significa che con una spesa media di 10000 euro avrai la possibilità di creare, durante i giorni di sole, circa 4 KWh di energia elettrica, ovvero sirca il bisogno di 2 famiglie. Se invece parliamo di un condominio il guadagno cala drasticamente.Immagina quanto costerebbe installare i pannelli su tutte le case di un paesino di 1000 abitanti (circa 100 case).Considera ovviamente che in caso di cielo nuvoloso la produzione di energia cala drasticamente e la sera, dopo il tramonto non produci più nulla. Questo significa che dovresti comunque avere la produzione di riserva per far fronte alle variazioni di assorbimento.Come già detto puoi fare quello che vuoi, ma con il solare non puoi andare oltre il 15% del totale.
          sprecare spazio per "centrali" a
          energia solare mi sembra una grandissima
          sciocchezza.Una centrale solare ha una resa di molto superiore a parità di superficie utilizzata rispetto ai pannelli solari.
          Il problema nasce dal fatto che non
          tutte le abitazioni hanno solo uno o due piani e
          quindi non si può coprire neanche l'intera
          domanda residenziale con la produzione al
          momento, anche se forse con l'immagazinamento
          alla fine ci si arriverebbe.Immagazzini dove? Nelle batterie al piombo? e dopo lo smaltimento di tutte queste batterie? ed i costi di sostituzione periodica?Da questo punto di vista sarebbe più vantaggioso il solare per la produzione di acqua calda che farebbe risparmiare tantissimo sulle emissioni di inquinanti da parte degli impianti di riscaldamento, avrebbe costi decisamente inferiori e non creerebbe alcun problema di gestione (come invece avviene per l'energia elettrica)
          Comunque il solare non è una alternativa ad ogni
          altra fonte di energia, è un complemento ma
          sarebbe un complemento che coprirebbe un'ottima
          parte della domanda, e senza emissioni a parte
          quelle di produzione.Io sono sempre stato per l'utilizzo delle fonti rinnovabili, ma non si può considerarle come un'alternativa al nucleare. Sono come da te correttamente affermato, un valido completamento.
          Comunque io avrei obbligato ad acquistare anche
          un pannello solare a chi voleva i condizionatori,
          al momento del boom, non saremmo certo in questa
          situazione adesso.Approvo al 100%. Questo è veramente uno dei casi in cui il solare può fare la differenza perché il condizionatore va soltanto quando c'è il sole e fa caldo e i pannelli che rendono bene in questa condizione potrebbero garantire la copertura dell'eccesso di assorbimento.
      • Anonimo scrive:
        Re: Italia, popolo chiesofilo
        Intanto devo ancora capire perchè si dovrebbe sostituire la schiavitù nei confronti del petrolio con la schiavitù nei confronti dell' uranio, risorsa ancora più rara, senza giacimenti sfruttabili in Italia, in rapida via di esaurimento, posseduta in buona percentuale da paesi instabili (tali insomma da originare gli stessi timori e conseguenti rialzi del mercato che affliggono ora il greggio).Poi devo capire per quale motivo le aziende che possiedono centrali nucleari si assicurino per una frazione infima dei danni che porvocherebbe un incidente e non parlo solo del reattore, ma anche di un più banale incidente ferroviario ad un treno che trasporti scorie (e considerato il numero di incidenti ferroviari in italia questa non è una eventualità così remota). Alla fine i costi di un incidente ricadono interamente sulla collettività, cioè in breve sulle nostre tasche.Infine il problema delle scorte non è poi così peregrino.Che siano anche poche tonnellate la loro pericolosità resta estrema e permane tale per migliaia di anni per alcuni isotopi, molto al di là di qualunque previsione razionale sulla continuità del nostro tipo di civiltà. Inoltre un modo di stoccarle in sicurezza checchè se ne possa dire ancora non si è trovato, basta pensare a quanto è successo a Scanzano Ionico.Faccio notare che considerando la geologia tormentata dell' Italia e il rischio sismico presente in vaste zone, le aree idonee sono decisamente pochine.E' interessante come proprio il sindaco di scanzano ionico -mi pare, comunque un amministratore locale dell' area interessata- sia stato arrestato per collusione con la mafia; che bello pensare alla mafia che mette le mani sul traffico di rifiuti radioattivi e li tratta come fa ora con i rifiuti chimici.Ad ogni buon conto domani mattina mi comprerò Le Scienze e leggerò l' articolo, visto che indubbiamente una delle due cose peggiori che si possono fare è criticare per ignoranza. L' altra è farsi prendere dai facili entusiasmi.
        • shevathas scrive:
          Re: Italia, popolo chiesofilo
          - Scritto da: Matthew Reed
          Intanto devo ancora capire perchè si dovrebbe
          sostituire la schiavitù nei confronti del
          petrolio con la schiavitù nei confronti dell'
          uranio, risorsa ancora più rara, senza giacimenti
          sfruttabili in Italia, in rapida via di
          esaurimento, posseduta in buona percentuale da
          paesi instabili (tali insomma da originare gli
          stessi timori e conseguenti rialzi del mercato
          che affliggono ora il greggio).l'uranio non è tanto raro, poi con un pieno che dura per almento 5 anni sei abbastanza immune alle speculazioni del momento.
          Poi devo capire per quale motivo le aziende che
          possiedono centrali nucleari si assicurino per
          una frazione infima dei danni che porvocherebbe
          un incidente e non parlo solo del reattore, ma
          anche di un più banale incidente ferroviario ad
          un treno che trasporti scorie (e considerato il
          numero di incidenti ferroviari in italia questa
          non è una eventualità così remota). Alla fine i
          costi di un incidente ricadono interamente sulla
          collettività, cioè in breve sulle nostre tasche.Potrei farti facilmente un parallelo con la exxon valdez, chi doveva assicurare la petroliera contro i disastri ecologici ?
          Infine il problema delle scorte non è poi così
          peregrino.
          Che siano anche poche tonnellate la loro
          pericolosità resta estrema e permane tale per
          migliaia di anni per alcuni isotopi, molto al di
          là di qualunque previsione razionale sulla
          continuità del nostro tipo di civiltà. si
          Inoltre un
          modo di stoccarle in sicurezza checchè se ne
          possa dire ancora non si è trovato, basta pensare
          a quanto è successo a Scanzano Ionico.o quello successo in sardegna, molti temono che avere le scorie significhi avere testate nucleari innescate sotto casa.
          Faccio notare che considerando la geologia
          tormentata dell' Italia e il rischio sismico
          presente in vaste zone, le aree idonee sono
          decisamente pochine.
          E' interessante come proprio il sindaco di
          scanzano ionico -mi pare, comunque un
          amministratore locale dell' area interessata- sia
          stato arrestato per collusione con la mafia; che
          bello pensare alla mafia che mette le mani sul
          traffico di rifiuti radioattivi e li tratta come
          fa ora con i rifiuti chimici.li ci sarebbero da fare seri e rigidissimi controlli, d'altronde nessuno ha mai proposto di chiudere la chimica per evitare che l'ecomafia dello smaltimento.
          Ad ogni buon conto domani mattina mi comprerò Le
          Scienze e leggerò l' articolo, visto che
          indubbiamente una delle due cose peggiori che si
          possono fare è criticare per ignoranza. L' altra
          è farsi prendere dai facili entusiasmi.quoto.
        • rumenta scrive:
          Re: Italia, popolo chiesofilo
          http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1017312&tid=1014718&p=2&r=PI#1017312http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1016836&tid=1014718&p=2&r=PI#1016836a vecchie obiezioni, vecchie risposte.....ah, a proposito di "scarsità" di uranio:http://www.rainews24.it/ran24/speciali/guerra_petrolio/video/petrolio_1.wmvhttp://www.rainews24.it/ran24/speciali/guerra_petrolio/video/petrolio_2.wmvguardati un pò il servizio e senti cosa dice delle ricchezze minerarie dell'Iraq, nello specifico della zona di Nassirya, dopodichè parliamo di "scarsità" :D
          • Alessandrox scrive:
            Tu che opponi paure contro certezze....
            - Scritto da: rumenta
            http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1017
            http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1016
            a vecchie obiezioni, vecchie risposte.....
            ah, a proposito di "scarsità" di uranio:
            http://www.rainews24.it/ran24/speciali/guerra_petr
            http://www.rainews24.it/ran24/speciali/guerra_petr
            guardati un pò il servizio e senti cosa dice
            delle ricchezze minerarie dell'Iraq, nello
            specifico della zona di Nassirya, dopodichè
            parliamo di "scarsità" :Dhttp://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1028108&tid=1028108&p=1&r=PIe Links inclusiQuesta e' una certezza...Quante certezze sono state tenute nacoste????Per me basta e avanza.
          • rumenta scrive:
            Re: Tu che opponi paure contro certezze.
            anche il fatto che stiamo respirando spazzatura è una certezza, ed è anche maggiore di quanto possa esserlo la notizia che riporti.... o non ne vogliamo parlare?e poi non sono io che oppongo paure a certezze, siete voi paladini del no al nucleare che fate leva sulle paure delle persone :DP.S. hai almeno visto il servizio sulla fregatura che ci hanno tirato con la scusa della "missione umanitaria di pace"???fai girare, che questa si che è una cosa importante....==================================Modificato dall'autore il 22/06/2005 12.59.16
          • Alessandrox scrive:
            Re: Tu che opponi paure contro certezze.
            - Scritto da: rumenta
            anche il fatto che stiamo respirando spazzatura è
            una certezza, ed è anche maggiore di quanto possa
            esserlo la notizia che riporti.... o non ne
            vogliamo parlare?Ne ho parlato e continuero' certamente a parlarne.Pero' ti faccio notare che mentre le schifezze che respiriamo basta una giornata di vento e accqua per disperderle e depositarle su suolo, quelle radioattive NO e non mi dilungo oltre perche' dovresti conoscere bene le differenze. Certamente Il giorno dopo i vari gas scaricati ripristineranno la situazione ma almeno sappiamo che e' reversibile e in tempi ragionevoli.
            e poi non sono io che oppongo paure a certezze,
            siete voi paladini del no al nucleare che fate
            leva sulle paure delle persone :DIo sono paladino della mia salute e riporto dei fatti, gravissimi ma che evidentemente a te non dicono nulla...Una media di 1 incidente GRAVE ogni 13 anni solo in inghilterra direi che e' piuttosto alta considerando che si tratta di materiale altamente radioattivo (se non anche tossico).
            P.S. hai almeno visto il servizio sulla fregatura
            che ci hanno tirato con la scusa della "missione
            umanitaria di pace"???
            fai girare, che questa si che è una cosa
            importante....Si conosco quella storia e certamente ho avuto modo di discuterne ma stiamo parlando di altre cose, nello specifico delle direttive europee (tanto per ritornare in topic) sui brevetti biotecnologici e siamo andati a finire sul nucleare....==================================Modificato dall'autore il 23/06/2005 12.14.14
          • rumenta scrive:
            Re: Tu che opponi paure contro certezze.
            - Scritto da: Alessandrox
            - Scritto da: rumenta

            anche il fatto che stiamo respirando spazzatura
            è

            una certezza, ed è anche maggiore di quanto
            possa

            esserlo la notizia che riporti.... o non ne

            vogliamo parlare?

            Ne ho parlato e continuero' certamente a parlarne.
            Pero' ti faccio notare che mentre le schifezze
            che respiriamo basta una giornata di vento e
            accqua per disperderle e depositarle su suolo,
            quelle radioattive NO e non mi dilungo oltre
            perche' dovresti conoscere bene le differenze.
            Certamente Il giorno dopo i vari gas scaricati
            ripristineranno la situazione ma almeno sappiamo
            che e' reversibile e in tempi ragionevoli. ma è una costante della vita quotidiana.non dimenticare che molta della spazzatura che respiriamo ha un *effetto accumulo* all'interno dell'organismo, e quindi la giornata di vento ed acqua non mi rappresenta proprio nulla.per contro un incidente ogni 13 anni non mi sconvolge più di tanto, o meglio non mi sconvolge tanto quanto la notizia (della quale casualmente già non si parla più) che la monsanto si appresta a far aprovare alla ue la commercializzazione di un granturco che ha causato seri problemi al sistema immunitario e ai reni delle cavie alle quali era stato fatto mangiare.


            e poi non sono io che oppongo paure a certezze,

            siete voi paladini del no al nucleare che fate

            leva sulle paure delle persone :D

            Io sono paladino della mia salute e riporto dei
            fatti, gravissimi ma che evidentemente a te non
            dicono nulla...
            Una media di 1 incidente GRAVE ogni 13 anni solo
            in inghilterra direi che e' piuttosto alta
            considerando che si tratta di materiale
            altamente radioattivo (se non anche tossico).insisto, non è grave tanto quanto l'accumulo, nel mio organismo, dei veleni che spesso *scientemente* certe aziende ci propinano con la connivenza dei nostri governanti (es. sirchia e i vaccini al *mercurio*, ottimo servizio su report).mi spiace ma a livello energetico perferisco i rischi minimi e sporadici del nucleare a quelli ben peggiori delle centrali elettriche alimentate a idrocarburi (a genova ne abbiamo anche una a *carbone*, proprio nel mezzo del porto, quindi della città:D), degli ogm e dei "farmaci", che imho sono rischi molto più concreti che ci minacciano *quotidianamente*.
          • Anonimo scrive:
            Re: Tu che opponi paure contro certezze....
            Funzionasse un link... comunque non sapevo nulla di questo incidente.Sapevo invece dello sversamento VOLONTARIO di plutonio nel Mare d' Irlanda dall' impianto di Sellafield (mi pare fosse quello) con conseguenti leucemie infantili e un processo che tanto per cambiare non ha portato ad alcun risultato.
          • Alessandrox scrive:
            Re: Tu che opponi paure contro certezze.
            - Scritto da: Matthew Reed
            Funzionasse un link... comunque non sapevo nulla
            di questo incidente.
            Sapevo invece dello sversamento VOLONTARIO di
            plutonio nel Mare d' Irlanda dall' impianto di
            Sellafield (mi pare fosse quello) con conseguenti
            leucemie infantili e un processo che tanto per
            cambiare non ha portato ad alcun risultato.http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1028108&tid=1028108&p=1&r=PIQuesto e quelli collegati a me funzionano benissimo.Comunque nel mondo ci sono anche gli sversamenti VOLONTARI... non ti preoccupare, la realta' e' ben diversa da quella che ci propinano i media, almeno quelli tradizionali.
        • Anonimo scrive:
          Re: Italia, popolo chiesofilo
          - Scritto da: Anonimo
          Io parlerei piuttosto di estrema sfiducia. In
          altri Paesi, come Francia e Spagna la scelta di
          un sito per lo stoccaggio è stata fatta da un a
          commissione pubblica, che ha motivato passo per
          passo le sue scelte.Certa è un problema filosofico, anche se il sito era il più sicuro d'Italia e ci hanno messo 15 anni a trovarlo chissenefrega, a Scanio piacciono le scorie messe dove capitano perchè così i suoi amici terroristi le possono trovare meglio, e poi si deve sempre opporsi a parte quando sarebbe davvero il caso di farlo, ovviamente
          • Alessandrox scrive:
            Re: Italia, popolo chiesofilo
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            Io parlerei piuttosto di estrema sfiducia. In

            altri Paesi, come Francia e Spagna la scelta di

            un sito per lo stoccaggio è stata fatta da un a

            commissione pubblica, che ha motivato passo per

            passo le sue scelte.
            Certa è un problema filosofico, anche se il sito
            era il più sicuro d'Italia e ci hanno messo 15
            anni a trovarlo chissenefrega, a Scanio piacciono
            le scorie messe dove capitano perchè così i suoi
            amici terroristi le possono trovare meglio, e poi
            si deve sempre opporsi a parte quando sarebbe
            davvero il caso di farlo, ovviamenteBravo!!!!E credi davvero che le avrebbero messe li a Scanzano senza dire nulla alla gente?Pensi che anche non dicendo nulla nessuno si sarebbe accorto di strani movimenti nel loro territorio senza sollevare nemmeno un obiezione, un dubbio?Rileggi quello che hai scritto va'.....
          • Anonimo scrive:
            Re: Italia, popolo chiesofilo
            - Scritto da: Alessandrox
            Bravo!!!!
            E credi davvero che le avrebbero messe li a
            Scanzano senza dire nulla alla gente?
            Pensi che anche non dicendo nulla nessuno si
            sarebbe accorto di strani movimenti nel loro
            territorio senza sollevare nemmeno un obiezione,
            un dubbio?Ma sei scemo? Pensi che volessero fare tutto di soppiatto? Rileggiti i giornali va'...
          • Alessandrox scrive:
            Re: Italia, popolo chiesofilo
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Alessandrox

            Bravo!!!!

            E credi davvero che le avrebbero messe li a

            Scanzano senza dire nulla alla gente?

            Pensi che anche non dicendo nulla nessuno si

            sarebbe accorto di strani movimenti nel loro

            territorio senza sollevare nemmeno un obiezione,

            un dubbio?
            Ma sei scemo? Pensi che volessero fare tutto di
            soppiatto? Non ho scritto questo...Rileggiti i giornali va'...Facciamo a chi fraintende di piu'?
          • Anonimo scrive:
            Re: Italia, popolo chiesofilo
            - Scritto da: Alessandrox
            Non ho scritto questo...
            Facciamo a chi fraintende di piu'?OKComunque non è che fosse necessario fare di nascosto se lo si voleva fare anche contro il volere dei locali; bastava farlo e basta, esercito a protezione e galera per i dissidenti ;) Era una cosa necessaria per l'Italia e che non portava svantaggi per la popolazione locale, adesso resteremo nello stato attuale per altri vent'anni.
  • THe_ZiPMaN scrive:
    Re: Italia, popolo chiesofilo
    Tralasciando il fatto che posso concordare sulla tua visione anticlericale, mi domando però che cazzo c'entra tutto il tuo discorso con un articolo sui brevetti della biologia.Forse dovevi usare l'[OT]!!!
  • THe_ZiPMaN scrive:
    Per una volta che la combiniamo giusta .
    Per una volta che evitiamo di recepire una normativa stupida come quella di poter brevettare le molecole del nostro corpo ci becchiamo pure le sanzioni...Penso proprio che l'idea di emigrare in Russia o in Cina non sia poi così malvagia... :-(
    • Anonimo scrive:
      Re: Per una volta che la combiniamo gius
      - Scritto da: THe_ZiPMaN
      Penso proprio che l'idea di emigrare in Russia o
      in Cina non sia poi così malvagia... :-(Beh se resta Berlusconi un'altra legislatura la differenza non sarà molta in effetti, togliamo il sé anzi :(
    • Anonimo scrive:
      Re: Per una volta che la combiniamo gius
      - Scritto da: THe_ZiPMaN
      Per una volta che evitiamo di recepire una
      normativa stupida come quella di poter brevettare
      le molecole del nostro corpo ci becchiamo pure le
      sanzioni...Sono perfettamente d'accordo! Probabilmente è successo più per inedia che non per volontà, ma non si puo' avere tutto.. :-)
      Penso proprio che l'idea di emigrare in Russia o
      in Cina non sia poi così malvagia... :-(Io preferirei rimanere e cercare di non peggiorare la situazione Italiana.
    • Anonimo scrive:
      Re: Per una volta che la combiniamo gius
      Prodi è meglio di berlusconi, ma non una buona alternativa.
  • Riot scrive:
    Re: Italia, popolo chiesofilo

    ma no dai.
    forse una sua parte l'ha avuta anche la mania di
    dare adosso ai brevetti, questa paura inrazionale
    per il nuovo...il bao bao del 3000..Assurdo, in moltissimi sono contro i brevetti software, il parlamento europeo stesso è contrario eppure la cosa va avanti.Qui il problema è la paura e l'ignoranza nelle nuove tecnologie diverse da quelle telefoniche.
    • Anonimo scrive:
      Re: Italia, popolo chiesofilo

      Assurdo, in moltissimi sono contro i brevetti
      software, il parlamento europeo stesso è
      contrario eppure la cosa va avanti. Ma perché, pensavi di stare in democrazia? Ci sono solo due tipi di fessi: quelli cinesi, che almeno lo sanno, e quelli occidentali, illusi di non esserlo perché fanno la messinscena di "votare". Meglio essere cinesi.
      • Riot scrive:
        Re: Italia, popolo chiesofilo


        Assurdo, in moltissimi sono contro i brevetti

        software, il parlamento europeo stesso è

        contrario eppure la cosa va avanti.


        Ma perché, pensavi di stare in democrazia?
        Ci sono solo due tipi di fessi: quelli cinesi,
        che almeno lo sanno, e quelli occidentali,
        illusi di non esserlo perché fanno la
        messinscena di "votare".

        Meglio essere cinesi.Se leggi il testo che ho citato nel post precedente capisci quello che intendo.
  • Anonimo scrive:
    Il terzo punto è ok comunque
    Una volta allineatici su quello possiamo uscire dall'Europa
  • Anonimo scrive:
    Cioè per una volta che c'è stata testa
    a voler impedire o quanto meno limitare una barbarie quale brevettare la vita a rate ora l'italia dovrebbe pagare fuori multe ?O l'Italia paga fior di multe perchè la mutinazionale americana del ca__o non può brevettare un gene che abbiamo tutti nel dna (e magari dopo voler che tutti in 6 miliardi sulla terra gli paghiamo il diritto di esistere o di essere intelligenti nel caso si parli di quel gene che può rendere una persona normale o demente) o permettere una simile bastardata ?FUOOOOOORI DALL'EUROPA, ORA !CHE VADANO TUTTI AL DIAVOLO !:@Questa non è una questione religiosa ma di semplice buonsenso. Qui sono veramente capaci un giorno di metterci una tassa sulla vita data la presenza di default nell'nostro organismo di un gene indispensabile così come in agricoltura ma monsanto può permettersi di diserbare i campi dei contadini perchè il vento gli ha portato nel campo le sementi brevettate utilizzate dal vicino di casa.BASTA VIA DALL'EUROPA, NON HA PORTATO NIENT'ALTRO CHE DANNI:@
    • Anonimo scrive:
      Re: Cioè per una volta che c'è stata tes
      Vero comunque il terzo punto invece è giusto...
    • Anonimo scrive:
      Re: Cioè per una volta che c'è stata testa
      ringrazia l'europa, non hai capito che l'italia stava al limite. Anni di DC si sono mangiati tutto, i soldi che lo stata pagava per chiudere i rossi di fiat, alitalia e soci sono finiti. LA fiat va male perchè sono finiti gli aiutini e ora deve cavarsela da sola come tutte le industrie (e scopre per incanto quanto è difficile giocare ad armi pari con la concorrenza). Senza l'europa i crack della parmalat, la fiat, l'alitalia, la lira sarebbe stata carta straccia. La biotecnologia è il futuro e già con il referendum abbiamo perso un treno importantissimo. Fra qualche anno Usa ed altri inventeranno terapie e cure che ci venderanno a caro prezzo e la cosa divertente sarà vedere scienziati italiani lavorarci. Continuiamo con il finto buonismo. Già il nucleare ci ha messo a terra Abbiamo centrali in francia che ci ammazzerebbero comunque e stiamo senza corrente (e pensare che siamo uno dei paesi con risorse idriche sufficienti per dare corrente a tutti senza doverla comprare)
      • Anonimo scrive:
        Re: Cioè per una volta che c'è stata tes
        OK per la prima parte, per la seconda vai a fanculo. La biotecnologia è il futuro ma non certo i brevetti sulla biotecnologia, la fissione nucleare non va per via delle scorie sono solo i deficienti a puntare sulla paura dell'esplosione.
      • Anonimo scrive:
        Re: Cioè per una volta che c'è stata tes

        quella con il minor
        impatto è ancora quella nucleare: nei moderni
        impianti ma per piacere, nn diciamo baggianate, forse il nucleare avrà minore impatto rispetto al carbone e al petrolio, ma nn di certo delle idriche e tutte le alternative che purtroppo qui in italia nn vengono sfruttate.
        le scorie radioattive prodotte sono
        pochissime tonnellate l'anno (e l'uranio pesa
        molto).le scorie radioattive sono la peggior maledizione che l' umanità debba digerire, lo sai che servono centinaia di migliaia di anni prima che la radioattività di quelle scorie svanisca?nel 1986 l' italia una volta tanto ha dimostrato di essere superiore e molto piu avanti rispetto agli altri paesi europei (purtroppo è stato un episodio isolato che non si è ripetuto in altri contesti).
        • shevathas scrive:
          Re: Cioè per una volta che c'è stata tes
          - Scritto da: Anonimo


          quella con il minor

          impatto è ancora quella nucleare: nei moderni

          impianti

          ma per piacere, nn diciamo baggianate, forse il
          nucleare avrà minore impatto rispetto al carbone
          e al petrolio, ma nn di certo delle idriche e
          tutte le alternative che purtroppo qui in italia
          nn vengono sfruttate.
          le dighe deturpano le valli alpine e perciò sono da evitareil geotermico deturpa il paesaggio...l'eolico è rumoroso e deturpa pure lui il paesaggio...queste sono alcune delle sparate sentite...Qui in sardegna, terra molto ventosa, vogliono levare l'eolico per tornare al carbone :s

          le scorie radioattive prodotte sono

          pochissime tonnellate l'anno (e l'uranio pesa

          molto).

          le scorie radioattive sono la peggior maledizione
          che l' umanità debba digerire, lo sai che servono
          centinaia di migliaia di anni prima che la
          radioattività di quelle scorie svanisca?come già detto basta depositarle in siti geologicamente stabili ad altissima profondità.inoltre sono allo studio reattori che producono energia bruciando proprio le scorie.Secondariamente anche le polveri sottili del carbone e i fumi del petrolio inquinano. Anzi a parità di inquinamento prodotto per Kilowattora prodotto il nucleare è una delle più pulite.
          nel 1986 l' italia una volta tanto ha dimostrato
          di essere superiore e molto piu avanti rispetto
          agli altri paesi europei (purtroppo è stato un
          episodio isolato che non si è ripetuto in altri
          contesti).è stato un tremendo errore, adesso paghiamo cara l'energia nucleare prodotta in svizzera ed in francia...
        • Anonimo scrive:
          Re: Cioè per una volta che c'è stata tes
          - Scritto da: Anonimo


          quella con il minor

          impatto è ancora quella nucleare: nei moderni

          impianti

          ma per piacere, nn diciamo baggianate, forse il
          nucleare avrà minore impatto rispetto al carbone
          e al petrolio, ma nn di certo delle idriche e
          tutte le alternative che purtroppo qui in italia
          nn vengono sfruttate.
          Comprati Le Scienze di questo mese e vedi come sono lapidari nei confronti delle cosiddette energie "alternative" che non producono neanche l'1%...:(

          le scorie radioattive prodotte sono

          pochissime tonnellate l'anno (e l'uranio pesa

          molto).

          le scorie radioattive sono la peggior maledizione
          che l' umanità debba digerire, lo sai che servono
          centinaia di migliaia di anni prima che la
          radioattività di quelle scorie svanisca? Allora dovremmo chiudiamo gli ospedali, anche li vengono prodotte scorie radioattive.
          nel 1986 l' italia una volta tanto ha dimostrato
          di essere superiore e molto piu avanti rispetto
          agli altri paesi europei (purtroppo è stato un
          episodio isolato che non si è ripetuto in altri
          contesti).Talmente coerenti che compriamo energia prodotta dagli impianti nucleari di Francia e Slovenia...:( Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Cioè per una volta che c'è stata tes
            - Scritto da: Anonimo

            le scorie radioattive sono la peggior maledizione

            che l' umanità debba digerire, lo sai che servono

            centinaia di migliaia di anni prima che la

            radioattività di quelle scorie svanisca?

            Allora dovremmo chiudiamo gli ospedali, anche li
            vengono prodotte scorie radioattive.Durano appena qualche migliaio di volte di meno... :(
          • Anonimo scrive:
            Re: Cioè per una volta che c'è stata tes
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo


            le scorie radioattive sono la peggior
            maledizione


            che l' umanità debba digerire, lo sai che
            servono


            centinaia di migliaia di anni prima che la


            radioattività di quelle scorie svanisca?



            Allora dovremmo chiudiamo gli ospedali, anche li

            vengono prodotte scorie radioattive.

            Durano appena qualche migliaio di volte di
            meno... :( Ma sempre tra i 200 ed i 300 anni. E se dice male i danni li fanno pure questi residui...:( Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Cioè per una volta che c'è stata tes
            - Scritto da: Anonimo


            Allora dovremmo chiudiamo gli ospedali, anche li


            vengono prodotte scorie radioattive.



            Durano appena qualche migliaio di volte di meno... :(

            Ma sempre tra i 200 ed i 300 anni. E se dice
            male i danni li fanno pure questi residui...:(Possono durare anche pochi mesi, il problema è enormemente minore delle scorie di alto livello e stavamo parlando di quelle, tenere sotto controllo un deposito fosse anche per 2000 anni è molto più semplice che per 20000 o 200000 anni.
          • Ichitaka scrive:
            Re: Cioè per una volta che c'è stata tes
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo




            quella con il minor


            impatto è ancora quella nucleare: nei moderni


            impianti



            ma per piacere, nn diciamo baggianate, forse il

            nucleare avrà minore impatto rispetto al carbone

            e al petrolio, ma nn di certo delle idriche e

            tutte le alternative che purtroppo qui in italia

            nn vengono sfruttate.


            Comprati Le Scienze di questo mese e vedi come
            sono lapidari nei confronti delle cosiddette
            energie "alternative" che non producono neanche
            l'1%...:(Già letto. Ma c'è anche scritto che abbiamo sfruttato e sfruttiamo di merda le risorse pulite che abbiamo. Presente il sole? Quella palla gialla che investe tutte le nostre regioni a parte l'umida lombardia? basterebbe obbligare i costruttori di nuovi edifici ad includere delle tecnologie per produrre energia autonomamente. Sui costi totali di costruzione inciderebbe poco e, alla lunga, si avrebbe un risparmi sostanzioso per l'Italia tutta. Inoltre, sempre in alcuni anni, i prezzi calerebbero e si potrebbe estendere l'obbligo anche agli edifici più piccoli che per qualche migliaio di euro si potrebbero dotare di efficienti pannelli solari. Certo non scomparirà in breve in ogni caso l'uso di carbone e compagnia bella, ma ti metti sulla buona strada: con l'espansione aumeterà la ricerca nel settore e migliorerà la resa. Alla fine ci si arriverà...certo che se mai si comincia...



            le scorie radioattive prodotte sono


            pochissime tonnellate l'anno (e l'uranio pesa


            molto).



            le scorie radioattive sono la peggior
            maledizione

            che l' umanità debba digerire, lo sai che
            servono

            centinaia di migliaia di anni prima che la

            radioattività di quelle scorie svanisca?

            Allora dovremmo chiudiamo gli ospedali, anche li
            vengono prodotte scorie radioattive.Anche ammesso, direi che non c'è bisogno di spiegare che produrre scorie radioattive per salvare una vita umana non è la stessa cosa che produrre scorie radioattive per accendere la TV, vero?

            nel 1986 l' italia una volta tanto ha dimostrato

            di essere superiore e molto piu avanti rispetto

            agli altri paesi europei (purtroppo è stato un

            episodio isolato che non si è ripetuto in altri

            contesti).
            Talmente coerenti che compriamo energia prodotta
            dagli impianti nucleari di Francia e
            Slovenia...:(Vi dico la mia sul nucleare, anche se stiamo un po' OT. Forse il nucleare è bello, forse è efficiente, forse è sicuro...ma chiedetevi una cosa. SE una di quelle centrali dalle quali ci approvvigioniamo dovesse, per un motivo o per un altro, avere dei problemi, e SE succedesse un incidente particolarmente grave, alla Cernobil, la vostra idea di utilizzare o meno una centrale nucleare per produrre energia cambierebbe?Io ero, sinceramente, pro nucleare. Ma dopo essermi posto questa domanda, non lo so più.Altre nazioni hanno puntato sul nucleare, mettendo a rischio anche il nostro paese, ma ovviamente non abbiamo controllo su quello che gli altri paesi vogliono fare. Se l'Italia fosse riuscita a dimostrare che le alternative non sono poi così male, oggi quelle nazioni sarebbero indietro: purtroppo è andata male e l'Italia non è stata capace di dimostrare alcun ché. Questo però non significa che le alternative hanno fallito, ma che le alternative hanno fallito IN Italia.Cosa vi fa credere che il nucleare avrebbe funzionato IN Italia?Mi piacerebbe sapere le vostre opinioni, perché sto cercando di formarmente una anch'io.Saluti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Cioè per una volta che c'è stata tes
            - Scritto da: Ichitaka
            SE una di quelle centrali dalle quali ci
            approvvigioniamo dovesse, per un motivo o per un
            altro, avere dei problemi, e SE succedesse un
            incidente particolarmente grave, alla Cernobil,
            la vostra idea di utilizzare o meno una centrale
            nucleare per produrre energia cambierebbe?Le centrali attuali sono molto più sicure di quella di Chernobyl, non è il caso di insistere su questo argomento.
      • rumenta scrive:
        Re: Cioè per una volta che c'è stata tes
        - Scritto da: Anonimo
        ringrazia l'europa, non hai capito che l'italia
        stava al limite. Anni di DC si sono mangiati
        tutto, i soldi che lo stata pagava per chiudere i
        rossi di fiat, alitalia e soci sono finiti. LA
        fiat va male perchè sono finiti gli aiutini e ora
        deve cavarsela da sola come tutte le industrie (e
        scopre per incanto quanto è difficile giocare ad
        armi pari con la concorrenza). perchè, a te risulta che la cassa integrazione sia stata abolita??e la rottamazione prossima ventura??e il "piano per la salvezza di alitalia", approvato dalla UE??Senza l'europa i
        crack della parmalat, la fiat, l'alitalia, la
        lira sarebbe stata carta straccia.certo, certo, come no, l'euro ci ha salvati tutti.... peccato però che quando devi comprare qualcosa la paghi mediamente il 30% più di prima :De sai che cazzo me ne frega dei crack quando alla fine del mese ci arrivo a malapena.
        La biotecnologia è il futuro e già con il
        referendum abbiamo perso un treno
        importantissimo. forse hai le idee un tantinino confuse su quello che chiede l'ue, cioè consentire di "brevettare un elemento isolato del corpo umano o altrimenti prodotto mediante un procedimento tecnico, ivi compresa la sequenza o la sequenza parziale di un gene, anche se la struttura di tale elemento è identica a quella di un elemento naturale", cioè se io brevetto il gene della crescita un giorno magari ti potrò chiedere una royalty se vorrai superare il metro e mezzo, o magari brevetto il pisello, così ti impedisco di trombare se non mi paghi (e ti starebbe bene :D).... dai sù, fa tornare i neuroni dalle ferie..... con QUESTA europa meglio NON avere a che fare.
        • Anonimo scrive:
          Re: Cioè per una volta che c'è stata tes
          - Scritto da: rumenta
          certo, certo, come no, l'euro ci ha salvati
          tutti.... peccato però che quando devi comprare
          qualcosa la paghi mediamente il 30% più di prima
          :D
          e sai che cazzo me ne frega dei crack quando alla
          fine del mese ci arrivo a malapena.Certo è colpa dell'Europa ha obbligato loro i poveri commercianti a raddoppiare i prezzi loro POVERINI che cazzo ci potevano fare? E la finanza mica doveva fare controlli no? Ma no è colpa di Prodi hai ragione...
          • rumenta scrive:
            Re: Cioè per una volta che c'è stata tes
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: rumenta

            certo, certo, come no, l'euro ci ha salvati

            tutti.... peccato però che quando devi comprare

            qualcosa la paghi mediamente il 30% più di prima

            :D

            e sai che cazzo me ne frega dei crack quando
            alla

            fine del mese ci arrivo a malapena.

            Certo è colpa dell'Europa ha obbligato loro i
            poveri commercianti a raddoppiare i prezzi loro
            POVERINI che cazzo ci potevano fare? E la finanza
            mica doveva fare controlli no? Ma no è colpa di
            Prodi hai ragione...ascolta furbacchione, l'euro è partito con il mortadella.se ha pensato di TASSARCI per antrare nell'euro, poteva anche pensare a qualche meccanismo per evitare che qualcuno ci marciasse, per esempio una di quelle bellissime commissioni che tanto piacciono ai politici italiani.la verità è che non glie ne frega una beneamata mazza del popolo caprone, perchè sanno benissimo che ci sono e ci saranno sempre "persone" come te, pronte a ingoiarsi l'impossibile piuttosto che ammettere di aver fato una c****a.e poi cosa avete fatto voi di "sinistra" per portare all'attenzione di tutti quello che stava (e sta tutt'ora) succedendo??la solita beneamata...... come sempre, d'altronde.dove eravate mentre questi si mangiavano l'Italia?ora come allora (quando c'era la CAF) o a tavola con il governo o girati dall'altra parte, salvo indignarvi saltuariamente tanto per far vedere che fate qualcosa, guardandovi bene dal FARE, come nel caso del conflitto d'ineressi.... eravate al governo, potevate FARE qualcosa e invece.... il NULLA...... che pena....quanto alla finanza devi proprio spiegarmi che c*o c'entrano loro con gli aumenti dei prezzi.dove sta scritto che devono controllare qualcosa??aveva ragione il grande Barnum.... nasce un f**o ogni minuto.....
          • Anonimo scrive:
            Re: Cioè per una volta che c'è stata tes
            - Scritto da: rumenta
            ascolta furbacchione, l'euro è partito con il
            mortadella.
            se ha pensato di TASSARCI per antrare nell'euro,Per evitare di diventare una nazione di barboni, se non si fosse entrati nell'euro a quest'ora l'Italia dopo il passaggio di Berlusconi sarebbe messa peggio del Burundi.
            poteva anche pensare a qualche meccanismo per
            evitare che qualcuno ci marciasse, per esempio
            una di quelle bellissime commissioni che tanto
            piacciono ai politici italiani.Bello Prodi era in Europa quando è stato introdotto l'Euro, la commissione la doveva fare Berlusconi a livello Europeo sono stati fatti delle rilevazioni ma a correggere gli abusi devono essere i governi nazionali.Io non sono di sinistra comunque, e hai ragione a dire che la sinistra e anche il popolo in effetti hanno fatto ben poco per impedire gli aumenti, comunque l'Euro in sé stesso non c'entra un cazzo con gli aumenti, quelli sono stati fatti per speculare e se tornassi alla lire sai cosa succederebbe? Che questa volta si ricorderebbero benissimo del tasso di cambio e poi aumenterebbero ancora un po' per arrotondare alle lire (che mica possiamo arrotondare al ribasso ce vogliamo guadagnare noi) e poi quando saremmo costretti a tornare all'euro ripeterebbero l'equivalenza lire-euro con il risultato di aver quadruplicato i prezzi dal 2001.
            quanto alla finanza devi proprio spiegarmi che
            c*o c'entrano loro con gli aumenti dei prezzi.
            dove sta scritto che devono controllare qualcosa??Sono loro a occuparsi di queste questioni, e qualche azione l'hanno fatta ma ovviamente serviva qualche spinta anche dal governo
          • rumenta scrive:
            Re: Cioè per una volta che c'è stata tes
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: rumenta

            ascolta furbacchione, l'euro è partito con il

            mortadella.

            se ha pensato di TASSARCI per antrare nell'euro,

            Per evitare di diventare una nazione di barboni,
            se non si fosse entrati nell'euro a quest'ora
            l'Italia dopo il passaggio di Berlusconi sarebbe
            messa peggio del Burundi.


            poteva anche pensare a qualche meccanismo per

            evitare che qualcuno ci marciasse, per esempio

            una di quelle bellissime commissioni che tanto

            piacciono ai politici italiani.

            Bello Prodi era in Europa quando è stato
            introdotto l'Euro, la commissione la doveva fare
            Berlusconi a livello Europeo sono stati fatti
            delle rilevazioni ma a correggere gli abusi
            devono essere i governi nazionali.già, in effetti non ci poteva pensare prima di portare via le palle e andare a rubare un'altro stipendio, vero??no, no, micca è possibile pensarci prima alle cose da fare....che il pelato non ci abbia pensato non mi stupisce neanche un pò, mi fa imbestialire invece che i cosiddetti "progressisti" non ne abbiano tenuto conto, ma evidentemente le parole "meglio prevenire che curare" per loro stanno bene solo nella pubblicità del dentifricio.....
            Io non sono di sinistra comunque, e hai ragione a
            dire che la sinistra e anche il popolo in effetti
            hanno fatto ben poco per impedire gli aumenti,
            comunque l'Euro in sé stesso non c'entra un cazzo
            con gli aumenti, quelli sono stati fatti per
            speculare e se tornassi alla lire sai cosa
            succederebbe? forse che questa volta, dopo la fregatura dell'euro, ci staremmo più attenti???forse che con la lira le nosttre ESPORTAZIONI riprenderebbero??il fatto che l'euro ci permetta di acquistare materie prime a buon prezzo quanto conta se poi NON VENDIAMO quello che produciamo???la storia insegna che *prima* si crea lo stato e *poi* la moneta, che è sostenuta dall'economia dello stato che la emette.in europa non è ancora così, e per far felici 4 contabili di m****a ci stiamo fregando con le nostre mani....

            quanto alla finanza devi proprio spiegarmi che

            c*o c'entrano loro con gli aumenti dei prezzi.

            dove sta scritto che devono controllare
            qualcosa??

            Sono loro a occuparsi di queste questioni, e
            qualche azione l'hanno fatta ma ovviamente
            serviva qualche spinta anche dal governoazione su cosa??possono intervenire SOLO se il rapporto di cambio non viene rispettato, NON sugli aumenti successivi, che sono quelli che ci hanno fregato, grazie anche alla scemenza delle persone..... compra questo, costa "solo" un euro.... "solo"...
          • Anonimo scrive:
            Re: Cioè per una volta che c'è stata tes
            - Scritto da: rumenta
            già, in effetti non ci poteva pensare prima di
            portare via le palle e andare a rubare un'altro
            stipendio, vero??
            no, no, micca è possibile pensarci prima alle
            cose da fare....Ma cosa c'era da pensare prima? Mettere robot di guardia a controllare le vetrine? L'unica cosa che era da fare erano controlli, non servivano tanti progetti, e quelli si fanno al momento
            forse che questa volta, dopo la fregatura
            dell'euro, ci staremmo più attenti???Ne dubito fortemente, i prezzi quantomeno si arrotonderebbero (all'eccesso).
            forse che con la lira le nosttre ESPORTAZIONI
            riprenderebbero??
            il fatto che l'euro ci permetta di acquistare
            materie prime a buon prezzo quanto conta se poi
            NON VENDIAMO quello che produciamo???Non vendiamo soprattutto perchè facciamo prodotti di merda, pensi che la fiat diventerebbe la prima casa automobilistica al mondo con un cambio più favorevole? Gli altri stati europei sono nella nostra stessa situazione ma hanno meno difficoltà, la situazione dei bilanci attuale deriva dal pelato, la situazione economica è ereditata dagli ultimi quarant'anni (ma berlusconi non l'ha proprio migliorata). L'unico modo per risollevarci è cambiare completamente il modo in cui vanno le cose, niente più favori, inciuci, aiuti di stato e condoni, giustizia più efficiente, legislazione più snella e altri politici.Con la logica della svalutazione della moneta si finiva come l'Argentina.
            possono intervenire SOLO se il rapporto di cambio
            non viene rispettato, NON sugli aumenti
            successivi, che sono quelli che ci hanno fregato,
            grazie anche alla scemenza delle persone.....
            compra questo, costa "solo" un euro.... "solo"...Possono intervenire e sono intervenuti in alcuni casi sulle speculazioni, che vengano fatte il 1° gennaio o il giorno dopo non cambia molto
          • rumenta scrive:
            Re: Cioè per una volta che c'è stata tes
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: rumenta

            già, in effetti non ci poteva pensare prima di

            portare via le palle e andare a rubare un'altro

            stipendio, vero??

            no, no, micca è possibile pensarci prima alle

            cose da fare....

            Ma cosa c'era da pensare prima? Mettere robot di
            guardia a controllare le vetrine? L'unica cosa
            che era da fare erano controlli, non servivano
            tanti progetti, e quelli si fanno al momentosecondo me ci sei proprio..... ma provo lo stesso a spiegarti a cosa servono quelli che tu chiami progetti ma in realtà sono solo gli strumenti dei quali ci si dota in casi come questi.....chi li fa i controlli??gli organi preposti.quali sono gli organi preposti?queli istituiti dal governo a tale scopo, con i poteri a loro conferiti da detto governo.ti è più chiaro così??mmmm.... ne dubito, ma non posso farti anche un disegnino :D



            forse che questa volta, dopo la fregatura

            dell'euro, ci staremmo più attenti???

            Ne dubito fortemente, i prezzi quantomeno si
            arrotonderebbero (all'eccesso).anche qui niente disegnino, ma provo lo stesso a farti capire....forse che dopo questa batosta si potrebbe istiruire un organo apposito con i poteri del caso (al contrario di quanto fece il mortadella)???


            forse che con la lira le nosttre ESPORTAZIONI

            riprenderebbero??

            il fatto che l'euro ci permetta di acquistare

            materie prime a buon prezzo quanto conta se poi

            NON VENDIAMO quello che produciamo???

            Non vendiamo soprattutto perchè facciamo prodotti
            di merda, pensi che la fiat diventerebbe la prima
            casa automobilistica al mondo con un cambio più
            favorevole?ma LOL.... allora vallo a dire a ciampi, che non fa altro che cianciare sul "made in Italy", o a tutti quelli che producono beni di qualità e che, a causa dell'euro, hanno visto crollare le loro esportazioni....l'Italia non è la fiat (e meno male!!!) Gli altri stati europei sono nella
            nostra stessa situazione ma hanno meno
            difficoltà, la situazione dei bilanci attuale
            deriva dal pelato, la situazione economica è
            ereditata dagli ultimi quarant'anni (ma
            berlusconi non l'ha proprio migliorata). hemmmm.... deciditi un pò per favore.... è colpa della cattiva gestione precedente o del pelato??perchè se c'entra il pregresso allora dobbiamo fare il c***o anche al tuo amico mortadella.....L'unico
            modo per risollevarci è cambiare completamente il
            modo in cui vanno le cose, niente più favori,
            inciuci, aiuti di stato e condoni, giustizia più
            efficiente, legislazione più snella e altri
            politici.acc.... ma lo sai cosa vuol dire far sparire almeno 4 milioni di persone???un lavoraccio.....
            Con la logica della svalutazione della moneta si
            finiva come l'Argentina.allora vediamo.....compito a casa.....vai su gooooogle e cerca "signoraggio" e "riserva frazionata", dopo di che torni qui e parliamo di debito pubblico, sistema bancario, svalutazione e quant'altro.ti consiglio anche di dare un'occhiata a questo articoletto:http://xiaodongpeople.blogspot.com/2004/09/tremonti-duisenberg-e-il-signoraggio.htmldubito che tu abbia la costanza per leggerlo tutto, link compresi, ma resta comunque una lettura interessante e... come dire.... rivelatrice??

            possono intervenire SOLO se il rapporto di
            cambio

            non viene rispettato, NON sugli aumenti

            successivi, che sono quelli che ci hanno
            fregato,

            grazie anche alla scemenza delle persone.....

            compra questo, costa "solo" un euro....
            "solo"...

            Possono intervenire e sono intervenuti in alcuni
            casi sulle speculazioni, che vengano fatte il 1°
            gennaio o il giorno dopo non cambia moltooibò, io parlo di mele e tu di pere..... io ho parlato di aumenti successivi, non di speculazioni derivate dal cambio di valuta, ed è una cosa leggermente diversa...
          • Anonimo scrive:
            Re: Cioè per una volta che c'è stata tes

            e allora come mai non lo fanno?? sono tutti scemi
            questi kamikaze??nn preoccuparti che prima o dopo..... :|
            a 1000 metri di profondità in una miniera di
            salgemma stanno un pò più al sicuro....questo te l' ha detto Piero Angela?
          • rumenta scrive:
            Re: Cioè per una volta che c'è stata tes
            - Scritto da: Anonimo


            e allora come mai non lo fanno?? sono tutti
            scemi

            questi kamikaze??

            nn preoccuparti che prima o dopo..... :|prima o dopo cosa??se credi ancora alla strategia del terrore vuol dire che l'esperienza degli "anni di piombo" non ti ha insegnato nulla....


            a 1000 metri di profondità in una miniera di

            salgemma stanno un pò più al sicuro....

            questo te l' ha detto Piero Angela?ma LOL.... spiritosone ;)le radiazioni filtrano dal terreno vero??ciao furbacchione.....
          • Anonimo scrive:
            Re: Cioè per una volta che c'è stata tes
            - Scritto da: rumenta

            nn preoccuparti che prima o dopo..... :|

            prima o dopo cosa??
            se credi ancora alla strategia del terrore vuol
            dire che l'esperienza degli "anni di piombo" non
            ti ha insegnato nulla....Ma credi di parlare con Bin Laden su questo forum?
          • rumenta scrive:
            Re: Cioè per una volta che c'è stata tes
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: rumenta


            nn preoccuparti che prima o dopo..... :|



            prima o dopo cosa??

            se credi ancora alla strategia del terrore vuol

            dire che l'esperienza degli "anni di piombo" non

            ti ha insegnato nulla....

            Ma credi di parlare con Bin Laden su questo forum?magari!!!!sarebbe un interlocutore maledettamente più intelligente di te :Dpeccato che non esista :(
          • Anonimo scrive:
            Re: Cioè per una volta che c'è stata tes
            - Scritto da: rumenta
            ascolta furbacchione, l'euro è partito con il
            mortadella.
            se ha pensato di TASSARCI per antrare nell'euro,
            poteva anche pensare a qualche meccanismo per
            evitare che qualcuno ci marciasse, per esempio
            una di quelle bellissime commissioni che tanto
            piacciono ai politici italiani.O hai scarsissima memoria o sei troppo giovane per ricordare.L'Europa e' partita molto prima, decenni fa, cosi' come l'ecu (simile all'euro ma "virtuale")L'euro e' nato negli anni dei vari Amato, ---
            Berlusconi
          • rumenta scrive:
            Re: Cioè per una volta che c'è stata tes
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: rumenta

            ascolta furbacchione, l'euro è partito con il

            mortadella.

            se ha pensato di TASSARCI per antrare nell'euro,

            poteva anche pensare a qualche meccanismo per

            evitare che qualcuno ci marciasse, per esempio

            una di quelle bellissime commissioni che tanto

            piacciono ai politici italiani.

            O hai scarsissima memoria o sei troppo giovane
            per ricordare.

            L'Europa e' partita molto prima, decenni fa,
            cosi' come l'ecu (simile all'euro ma "virtuale")

            L'euro e' nato negli anni dei vari Amato, ---

            Berlusconi primi '90.amato.... ciampi... dini.... tutti di destra :D

            Commissioni e meccanismi di controllo furono
            previsti (anche) dal "mortadella".
            Abbiamo ancora le tabelle dei prezzi raccolte
            negli ultimi anni della Lira, le dichiarazioni
            dei commercianti, statistiche, le indagini della
            Finanza, le regole per la transizione, i sistemi
            di controllo e i protocolli di intervento.

            Peccato che quando arrivo' il momento di mettere
            tutto quanto in pratica era gia' cambiato il
            Governo !
            Stranamente un governo che ritiene il significato
            di economia liberale come liberta' di poter fare
            tutto senza controlli... compreso evadere le
            tasse.mi sai dare gli estremi dei provvedimenti con i quali si eliminavano questi meccanismi di controllo?e mi sai dire quali poteri *reali* avessero questi meccanismi di controllo?perchè sai com'è, anche io son capace di istituire delle "commissioni", ma se poi queste o non funzionano o non hanno poteri allora mi vien da pensare che siano state create APPOSTA monche..... sai, a pensar male si fa peccato ma quasi sempre ci si azzecca ;)

            Un governo che promette meno tasse e controlli.
            Tanto sono i cittadini con i loro acquisti a
            manovrare le regole dell'economia.. o no?

            Forse e' vero in regime di concorrenza leale ed
            una visione meno speculatrice della finanza ed
            imprenditoria.
            Forse e' vero quando esiste un Anti-Trust che si
            rispetti.e forse è vero quando i vari mortadella e soci non *svendono* le industrie italiane (telecom, cirio, autostrade.....) ai soliti noti... altro che anti trust.... quella non funziona ora come non funzionava prima....

            NO FERMI !
            L'antitrust e' pur sempre un vincolo, che noi
            liberali non possiamo permetterci !

            Allora ignoriamo quando ha da dirci l'antitrust
            ed alla prima occasione utile ci mettiamo un
            incompetente che se ne sta buono buono :(

            Vuoi vedere cosi' come gira l'economia ? ma per
            piacere !in effetti non noto molta differenza con le varie gestioni pre-pelato ;)

            Ammettiamo pure che il Berlusconi abbia fatto
            tutto in buona fede e non per ingraziarsi gli
            elettori del popolo della partita iva e varie
            aziende.
            Supponiamo che la mancanza di controlli non sia
            stato il prezzo pagato per aver vinto le elezioni
            o semplice imperizia.


            Ok.
            Ora questa strategia si e' rivelata
            drammaticamente contro-producente
            (come quella, durante la campagna elettorale
            2000, di instillare la paura di ladri ed
            immigrati e screditare le capacita' della
            sinistra e forze di polizia di infondere
            sicurezza, e poi non essere piu' riusciti a
            recuperare le insicurezze dovute a questa manovra
            pubblicitaria)

            Ora si deve ricorrere ai ripari, rimediare il
            danno.
            Non sara' possibile rimediare interamente, ma
            qualcosa bisogna pur fare.

            Per mesi il governo ammette il problema, dice che
            lo risolvera', prima Berlusconi, poi a malincuore
            Tremonti e poi anche Siniscalco, e poi...
            e poi niente. Al massimo qualche dichiarazione
            allucinante che la responsabilita' e delle
            casalinghe e dei cittadini che non sanno comprare
            !!!

            Le soluzioni latitano !
            Magari faranno anche schifo o saranno
            validissime, ma non ci sono soluzioni da parte
            del governo.

            E allora...
            allora QUESTO governo ha dimostrato di non saper
            prendere provvedimenti.
            Ha dimostrato di aver le mani in pasta con troppi
            interessi (contrastanti) ed incapace di trovare
            un compromesso (GUAI I COMPROMESSI, i compromessi
            erano della cattiva politica... la prima
            repubblica. Ma vaff...)LOL.... io ci sto a tornare ai "compromessi", basta che mi resusciti il buon Bettino, che sarà stato anche un ladro (come tutti gli altri, non dimentichiamolo), ma era anche l'unico che avesse le palle per governare l'Italia....

            Questo governo non sa governare.
            Forse un altro governo di cdx con meno lega e
            forza italia ne sarebbe capace, una destra
            sociale meno populista ed un centro meno
            clericale.
            Ma questo governo NON SA GOVERNARE.


            Io non so se il csx ne sia in grado.
            In passato con Mortadella, Ciampi e soci ha
            dimostrato di saper portare avanti delle
            politiche non di scontro ma di conciliazione e di
            raggiungere degli obiettivi.

            Ed hanno dimostrato di avere i loro limiti.
            Certo il csx ha fatto i suoi errori, alcuni
            madornali per i quali sono stati giustamente non
            rieletti da molti italiani.
            E ci saranno anche li dei corrotti e degli
            incapaci come nel cdx.

            Ma attualmente questo cdx e' la sagra dei
            dilettanti allo sbaraglio. Incapace di governare
            ed anzi dannoso per il paese.
            Magari tutti in buona fede (come Urbani), ma
            incapaci nel ruolo che ricoprono.urbani in buona fede????????????????????????URBANI IN BUONA FEDE????????????????????mi stai pigliando per il culo, vero?????????????????

            Invece che mandare l'Italia fuori dall'Europa e'
            arrivato il momento di mandare questo governo
            fuori dall'Italia.

            Augurandosi che il prossimo governo sappia
            prendere il meglio dall'Europa e correggere
            quanto di negativo (per noi) ci giunge
            dall'Europa.

            Non sempre sara' in grado di farlo ma questi sono
            i vantaggi/svantaggi di una comunita'.mah, ti dirò, anche io non vedo l'ora che questi "signori" si levino dalle palle, ma non prevedo un bel fututo, nè per l'Italia e tanto meno per l'europa.ritroviamoci tra un paio d'anni qui su PI, e vedrai che non sarà cambiato proprio nulla....==================================Modificato dall'autore il 22/06/2005 13.18.57
    • Anonimo scrive:
      Re: Cioè per una volta che c'è stata tes

      FUOOOOOORI DALL'EUROPA, ORA !CHE VADANO TUTTI AL
      DIAVOLO !:@

      BASTA VIA DALL'EUROPA, NON HA PORTATO NIENT'ALTRO
      CHE DANNI:@Sono d'accordo, VAI FUORI DALL'EUROPA, ad esempio vai in GHANA a fare il barbone, avrai successo fidati.
Chiudi i commenti