Uno spot per scremare i prodotti scarsi

Abbasso la propaganda e viva la qualità. Esiste un altro modo di fare pubblicità, quella gratuita. L'idea nasce nella italica blogosfera

Roma – Da qualche giorno è apparso sulle pagine di Manteblog , celebre blog curato da Massimo Mantellini, un nuovo spazio dal nome emblematico: “Pubblicità”. Per ora è uno spazio vuoto eppure Mantellini non sta aspettando alcun inserzionista.

Lo spiega lui stesso: i prodotti che saranno segnalati li sceglierà lui. A cosa serve?
“Serve a far conoscere ad altre persone prodotti che mi sono piaciuti. Pensa cosa accadrebbe se ogni blogger avesse una sezione pubblicitaria del genere. Le aziende farebbero a gara per produrre prodotti migliori e meno costosi invece che spendere miliardi in spot televisivi deficienti “.

(Mantellini è il curatore della rubrica Contrappunti su Punto Informatico).

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • mentalsmash scrive:
    Non mi è chiara una cosa
    Leggo in questo articolo: http://www.securityfocus.com/news/11411 "The charge stems from McCarty's unauthorized investigation of the Web site's security in June 2005, during which he discovered that a simple database injection attack resulted in full access to the applicant database. He notified SecurityFocus, which published an article after first reporting the issue to the University of Southern California and allowing them time to plug the hole."Non mi sembra proprio la stessa descrizione degli eventi riportata da PI. Eppure viene da securityfocus.com, proprio il sito da cui sarebbe partita la denuncia.Qualcuno sa darmi delucidazioni?
  • Anonimo scrive:
    Il solito hacker
    il solito pirlata.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il solito hacker
      (cracker...cough...cracker, non offendiamo la gente che risolve in modo geniale i problemi. Esiste la parola cracker o lamer per chi fa danni, spiegazione molto superficiale, ma non chiamiamolo "hacker").
  • pikappa scrive:
    Doveva Entrare
    Beh in qualche modo c'è entrato :-P (rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Doveva entrare!!!!!!!!!!
    Lo dovevano ammettere, e non condannarlo.E questo gesto doveva essere semplicemente preso come grande prova della sua forte motivazione a entrare all'università.Quel cretino di securityfocus.com poi.. cosa c'entrava lui....... non si poteva fare i fatti suoi?? Credete che lo abbia fatto x qualke tipo di etica? No solo x tornaconto personale... le università faranno più affidamento adesso sui sistemi di sicurezza che la sua società propone.... Quanto è brutto vedere cosa si arriva a fare x gli interessi personali............
    • Anonimo scrive:
      Re: Doveva entrare in galera!
      - Scritto da:
      Lo dovevano ammettere, e non condannarlo.
      E questo gesto doveva essere semplicemente preso
      come grande prova della sua forte motivazione a
      entrare
      all'università.eccerto, come se vuoi assumere un impiegato e quello per provare quanto è bravo ti ruba le informazioni riservate del tuo archivio...(cylon)
      Quel cretino di securityfocus.com poi.. cosa
      c'entrava lui....... non si poteva fare i fatti
      suoi?? Credete che lo abbia fatto x qualke tipo
      di etica? No solo x tornaconto personale... le
      università faranno più affidamento adesso sui
      sistemi di sicurezza che la sua società
      propone.... Quanto è brutto vedere cosa si arriva
      a fare x gli interessi
      personali............ha fatto solo il suo mestiere e anche bene 8)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 08 settembre 2006 08.45-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: Doveva entrare!!!!!!!!!!
      - Scritto da:
      Lo dovevano ammettere, e non condannarlo.
      E questo gesto doveva essere semplicemente preso
      come grande prova della sua forte motivazione a
      entrare
      all'università.

      Quel cretino di securityfocus.com poi.. cosa
      c'entrava lui....... non si poteva fare i fatti
      suoi?? Credete che lo abbia fatto x qualke tipo
      di etica? No solo x tornaconto personale... le
      università faranno più affidamento adesso sui
      sistemi di sicurezza che la sua società
      propone.... Quanto è brutto vedere cosa si arriva
      a fare x gli interessi
      personali............Doveva entrare in galera, non all'università.
      • Anonimo scrive:
        Re: Doveva entrare!!!!!!!!!!
        esatto...ma vaglielo a spiegare ai pacifisti dell'esproprio proletario, a quelli che ottengono quello che vogliono con la rivoluzione alla faccia di quello che vogliono gli altri...vaglielo dire a loro..i veri democratici...con gli estintori pronti!
        • Anonimo scrive:
          Re: Doveva entrare!!!!!!!!!!
          - Scritto da: ..i veri
          democratici...con gli estintori
          pronti!Questa potevi anche risparmiartela! Ma si vede che il tuo motto è "Me ne frego!"e allora cuccati questa...http://sgm.zonadictos.net/fotos/36.jpg
        • Anonimo scrive:
          Re: Doveva entrare!!!!!!!!!!
          Rendete OT me e non l'autore del post che si diverte a prendere per il culo un ragazzo morto!?!?!?!?!?!?!?!Fate veramente pena!!!!!!!!!!!!!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Doveva entrare!!!!!!!!!!
          Siiiii. Devono metterlo sulla forca! Torturarlo, strappargli le unghie, saldargli il buco del culo, scossa elettrica ai testicoli...Che forum di pazzi!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Doveva entrare!!!!!!!!!!
      Doveva entrare sul *TUO* PC, cancellarti il contenuto dell'HD e tu dovevi ringraziarlo ed assumerlo come amministratore del tuo PC.
  • Anonimo scrive:
    alla faccia della clemenza
    37 mila dollari di danni sono una condanna clemente??? O_o"Omissis
    • Anonimo scrive:
      Re: alla faccia della clemenza
      Per la stupidità che ha dimostrato (nel vantarsi) direi proprio di si...
      • Anonimo scrive:
        Re: alla faccia della clemenza
        La stessa stupidità che hanno dimostrato milioni di italiani a votare prodi ma mica gli hanno dato tutti sti soldi di multa... almeno per ora ^^
        • Anonimo scrive:
          Re: alla faccia della clemenza
          Ma sei proprio un intelligentone, va'...Tu le hai frequentate tutte le università e hai preso anche diversi premi nobel, vero?Solo una mente superiore poteva tirare fuori una cosa del genere...Complimenti!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: alla faccia della clemenza
          - Scritto da:
          La stessa stupidità che hanno dimostrato milioni
          di italiani a votare prodi ma mica gli hanno dato
          tutti sti soldi di multa... almeno per ora
          ^^ma cosa c'entra?sempre i soliti discorsi...-_-'
    • Anonimo scrive:
      Re: alla faccia della clemenza
      - Scritto da:
      37 mila dollari di danni sono una condanna
      clemente???
      O_o"

      Omissisin america rischi cinque anni per ste bravate
    • bellerofonte scrive:
      Re: alla faccia della clemenza
      - Scritto da:
      37 mila dollari di danni sono una condanna
      clemente???
      O_o"

      Cioècirca 38mila euro di danni più probabilmente altre migliaiadi avvocati... Gli conveniva venire a iscriversi in Italia... Con quella cifra ci pagava le spese di frequenza ed iscriziomne più un posto letto per il primo triennio....
      • Anonimo scrive:
        Re: alla faccia della clemenza
        Si ma qua in Italia avrebbe avuto la rottura dei comunisti che gli vendono Lotta Comunista all'entrata ogni mattina....
    • Anonimo scrive:
      Re: alla faccia della clemenza
      I casi sono due: o i redattori di PI guadagnao parecchio o non si rendono conto cosa sono 37K dollari... multe del genere in Italia le danno a malapena a Telecom quando se ne infischia della normativa antirust... vorrei vedere cosa succederebbe se al primo dipendente - magari pubblico - sorpreso a rubare o al primo artigiano/professionista/commerciante evasore venisse appioppata una multa da 35.000 euro e sei mesi di carcere! Si griderebbe all'eccessività della pena.
  • Anonimo scrive:
    Proprio un p_cio
    Sei riuscito a craccare l'archivio e aggiungere il tuo nome ?Ca__o te ne vai in giro a vantare !!! Pensi che adesso l'università ti chiederà perdono e ti iscriverà regolarmente perchè hai dimostrato sul campo di avere le OO ?Oramai stai sulla loro lista nera e facilmente anche su quella delle altre università...
    • Anonimo scrive:
      Re: Proprio un p_cio
      - Scritto da:
      Sei riuscito a craccare l'archivio e aggiungere
      il tuo nome
      ?
      Ca__o te ne vai in giro a vantare !!! Pensi che
      adesso l'università ti chiederà perdono e ti
      iscriverà regolarmente perchè hai dimostrato sul
      campo di avere le OO
      ?
      Oramai stai sulla loro lista nera e facilmente
      anche su quella delle altre
      università...già, è una "regola" quella di non vantarsi *mai* ...peggio per lui, ben gli sta.
  • Anonimo scrive:
    a noi non negano l'università
    a noi non negano l'università... ci negano un lavoro decente dopo averla finita
    • Anonimo scrive:
      Re: a noi non negano l'università
      - Scritto da:
      a noi non negano l'università... ci negano un
      lavoro decente dopo averla
      finitaUAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAH! :
    • Anonimo scrive:
      Re: a noi non negano l'università
      - Scritto da:
      a noi non negano l'università... ci negano un
      lavoro decente dopo averla
      finitapoi .. anche se te la negassero, non perderesti chissà ché....
    • Anonimo scrive:
      Re: a noi non negano l'università
      - Scritto da:
      a noi non negano l'università... ci negano un
      lavoro decente dopo averla
      finitabè sei già fortunato a poterla frequentare.
    • Anonimo scrive:
      mai sentito "numero chiuso" ?
      - Scritto da:
      a noi non negano l'università... ci negano un
      lavoro decente dopo averla
      finitadavvero? io ho sentito spesso parlare di "iscrizioni a numero chiuso"
    • Anonimo scrive:
      Re: a noi non negano l'università
      Il mondo non ti deve nulla. Deal with it.
    • Anonimo scrive:
      Re: a noi non negano l'università
      - Scritto da:
      a noi non negano l'università... ci negano un
      lavoro decente dopo averla
      finitaè vero.ma è vero anche che bisogna essere fortunati per poterla frequentare :'(in finlandia(se non erro) la scuola dell'obbligo è gratis, e gli universitari prendono l'assegno... quella è Europa! non la desolazione politica che abbiamo qui al Sud Europa...
      • Anonimo scrive:
        Re: a noi non negano l'università
        e allora vai a vivere in FINLANDIACAPITAN FINDUS DELLE MIE @@!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: a noi non negano l'università
        Questa è l'Italia che gli Italiani si meritano... gli Italiani, quelli 'buoni' sono già andati via...- Scritto da:

        - Scritto da:

        a noi non negano l'università... ci negano un

        lavoro decente dopo averla

        finita

        è vero.
        ma è vero anche che bisogna essere fortunati per
        poterla frequentare
        :'(

        in finlandia(se non erro) la scuola dell'obbligo
        è gratis, e gli universitari prendono
        l'assegno...

        quella è Europa! non la desolazione
        politica che abbiamo qui al Sud
        Europa...
    • deltree scrive:
      Re: a noi non negano l'università
      - Scritto da:
      a noi non negano l'università... ci negano un
      lavoro decente dopo averla
      finitaDopo anni di colloqui con neolaureati inizio a pensare che forse, se negassero l'Università a molti, le prospettive di lavoro e di ripresa dell'IT in Italia sarebbero sicuramente migliori. E' difficile riuscire a capire (anche a fronte di un colloquio molto approfondito) se un neolaureato (che di informatica vera non sa nulla ed è fermo, tecnologicamente, ad almeno 5-10 anni fa) è meritevole di fiducia. In questo modo un sacco di potenziale va perduto e anche un sacco di soldi delle aziende che "formano" persone che molto spesso neanche vogliono essere formate ma fanno tutto perché gli hanno detto che devono farlo quando era bambino...L'Università ormai è data per scontata e gli istituti si stanno adeguando molto in fretta, perché i soldi non gli fanno certo schifo.
      • ryoga scrive:
        Re: a noi non negano l'università
        - Scritto da: deltree

        Dopo anni di colloqui con neolaureati inizio a
        pensare che forse, se negassero l'Università a
        molti, le prospettive di lavoro e di ripresa
        dell'IT in Italia sarebbero sicuramente migliori.Stavo per risponderti a malomodo quando ho letto il tuo nick, pertanto, non considerandoti un troll, ti invito solo a riflettere.Non sono un laureato.Non sono un laureando.Non ho mai frequentato l'università ( tranne il test d'ingresso superato comunque abbondantemente ).I laureati, non devono essere "tecnologicamente parlando all'avanguardia".Quello e' un compito che spetta alle aziende.I laureati, dovrebbero essere mentalmente aperti a creare/risolvere qualsiasi problema gli venga posto ( risolverlo a livello teorico insomma ).Detto questo, il tuo discorso, non penso valga piu' di tanto.Quello che chiedi tu, sono i super esperti che "difficilmente" incontrerai facendo colloqui con neolaureati, ma avrai molte piu' probabilità di incontrarli tra chi ha gia' esperienze lavorative e chi la tua professione la fa per "passione" e non per "avere una scrivania".
        • Anonimo scrive:
          Re: a noi non negano l'università
          - Scritto da: ryoga

          - Scritto da: deltree



          Dopo anni di colloqui con neolaureati inizio a

          pensare che forse, se negassero l'Università a

          molti, le prospettive di lavoro e di ripresa

          dell'IT in Italia sarebbero sicuramente
          migliori.

          Stavo per risponderti a malomodo quando ho letto
          il tuo nick, pertanto, non considerandoti un
          troll, ti invito solo a
          riflettere.

          Non sono un laureato.
          Non sono un laureando.
          Non ho mai frequentato l'università ( tranne il
          test d'ingresso superato comunque abbondantemente
          ).

          I laureati, non devono essere "tecnologicamente
          parlando
          all'avanguardia".
          Quello e' un compito che spetta alle aziende.
          I laureati, dovrebbero essere mentalmente aperti
          a creare/risolvere qualsiasi problema gli venga
          posto ( risolverlo a livello teorico insomma
          ).

          Detto questo, il tuo discorso, non penso valga
          piu' di
          tanto.
          Quello che chiedi tu, sono i super esperti che
          "difficilmente" incontrerai facendo colloqui con
          neolaureati, ma avrai molte piu' probabilità di
          incontrarli tra chi ha gia' esperienze lavorative
          e chi la tua professione la fa per "passione" e
          non per "avere una
          scrivania".E' qui che casca l'asino.. e bello grosso. La storia della "mentalità aperta per risolvere in teoria" non funziona, è una balla ed ha prodotto solo persone ignoranti ed impreparate a lavorare. Scindere la teoria dalla pratica significa non capire le cose, per questo la gente non capisce la matematica e non sa lavorarci perchè è pieno di supponenti professori nelle scuole ed università che non insegnano la matematica ma si vantano di formulette a memoria di cui ignorano l'utilizzo loro stessi per primi. Le università dovrebbero preparare la gente al lavoro, il pezzo di carta dovrebbe garantire il livello di preparazione di una persona, non dovrebbe esistere ciò che esiste ora che se non hai esperienza e non hai la zampata non ti assumono pur avendo i pezzi di carta.
          • Anonimo scrive:
            Re: a noi non negano l'università
            Concorderai con me sul fatto che prima di programmare un PIX501 bisognerebbe avere della basi di sicurezza... cha casualmente in università insegnano...FEz
          • Anonimo scrive:
            Re: a noi non negano l'università
            per "programmare" un pix501 basta un quattordicenne che ha letto una volta "firewall for dummies". :D
          • ryoga scrive:
            Re: a noi non negano l'università
            - Scritto da:
            E' qui che casca l'asino.. e bello grosso. La
            storia della "mentalità aperta per risolvere in
            teoria" non funziona, è una balla ed ha prodotto
            solo persone ignoranti ed impreparate a lavorare.Sarà... Di sicuro esistono laureati in giro in gambissima, cosi come esistono tecnici in giro migliori di molti laureati.
            Scindere la teoria dalla pratica significa non
            capire le cose, per questo la gente non capisce
            la matematica e non sa lavorarci perchè è pieno
            di supponenti professori nelle scuole ed
            università che non insegnano la matematica ma si
            vantano di formulette a memoria di cui ignorano
            l'utilizzo loro stessi per primi.Aspetta.Un Laureato, dovrebbe conoscere il "perche'" delle cose e non le formulette.O almeno...io spero che sia cosi.A scuola, mi insegnavano il "perche'" delle cose e non la formula del raggio ( esempio ).Oggi, a distanza di 12 anni, non ricordo quasi nulla di quelle cose, so come calcolarle grazie a dei ragionamenti logici che mi insegnarono ma le formule non le conosco.Sono un tecnico. Non un laureato.
            non
            dovrebbe esistere ciò che esiste ora che se non
            hai esperienza e non hai la zampata non ti
            assumono pur avendo i pezzi di
            carta.Pienamente daccordo, ma tu di quali posti parli?Dei posti da "impiegati" o dei posti da "dirigenti"?Nel primo caso il lavoro lo si trova se lo si sa fare.Nel secondo caso, vale la legge della raccomandazione.Purtroppo sarà sempre cosi ( uno schifo ), perche' l'amico deve farti 1 favore e te lo fa.Non fa nulla se il titolo in borsa va a ******** perche' il tuo uomo chiave e' stato ricoverato per una overdose in un droga party con trans....e' uno che aveva l'aggancio giusto e qualsiasi ca**ata gli e' concessa.L'avesse fatto uno qualsiasi si sarebbe ritrovato in causa contro l'azienda per le perdite arrecate all'azienda ( immagine e soldi )e agli azionisti.Per questo motivo l'Italia va a rotoli e finirà sempre piu' in basso ( per fortuna abbiamo un po' di turismo e qualche prodotto d.o.c. che ci salva la vita )
          • Anonimo scrive:
            Re: a noi non negano l'università
            Confermo quanto scritto sopra e aggiungo:nell'universita' si insegna principalmenteSOLO la teoria, lasciando la pratica al difuori di essa. Guarda caso, nell'informatica(come anche in poche altre facolta') il piu'delle volte la pratica ROMPE la scienza.Ma questo perche'? Prendete per esempiole lezioni java di qualche docente (vecchio)italiano, e guardate gli argomenti (!):spiegazioni TEORICHE di concetti di programmazione senza spiegazioni pratiche di realizzazione, ASSURDO!Nemo
    • Anonimo scrive:
      Re: a noi non negano l'università
      - Scritto da:
      a noi non negano l'università... ci negano un
      lavoro decente dopo averla
      finitaPiù leggo questi commenti più sono contento di non averla frequentata e trovarmi, adesso nella posizione di capo del personale... ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: a noi non negano l'università
      - Scritto da:
      a noi non negano l'università... ci negano un
      lavoro decente dopo averla
      finitasono perfettamente d'accordo, è difficile accedere nel mercato e nel lavoro, però non dobbiamo dimenticare mai che la civiltà è un prodotto artificiale e non è scritto in nessuna legge naturale che qualcuno debba o no negarti o trovarti un lavoro o un metodo per l'auto sufficienza, che non siano i tuoi genitori
Chiudi i commenti