USA, il CTO indica la strada

Aneesh Chopra ha presentato tecniche, strategie e strumenti dell'amministrazione Obama. L'obiettivo è la diffusione dell'innovazione attraverso la tecnologia

Roma – Aneesh Chopra, primo Chief Technology Officer della storia delle amministrazioni statunitensi, durante una visita al Museo della Storia del computer a Silicon Valley ha fatto un bilancio della sua attività e in generale della situazione degli States in quanto alla diffusione delle nuove tecnologie.

Chopra ha affermato che nonostante gli Stati Uniti siano al primo posto per la diffusione di infrastrutture IT, la crescita del settore è pressocché nulla.
Come rilevato da una ricerca diffusa pochi mesi fa e effettuata dalla Information Technology & Innovation Foundation (ITIF), gli USA sarebbero al sedicesimo posto su 40 stati per innovazione e competitività, pur rimanendo ai primi posti in termini assoluti.

Ciò a cui Chopra starebbe lavorando per invertire la tendenza è diffondere le migliori tecnologie emergenti utilizzandole in diversi settori governativi, stimolando così lo spirito imprenditoriale dei cittadini.

Secondo il CTO è necessario ripensare il ruolo della tecnologia e, se l’obiettivo che si vuole raggiungere è incoraggiare l’innovazione, allora bisogna che l’innovazione sia una priorità.

Per fare ciò, Chopra ha presentato il suo piano. Per legare risultati di medio e lungo periodo l’uomo tecnologico di Obama divide il lavoro in tre parti, che corrispondono ad altrettanti obiettivi: investire nell’innovazione , accertarsi che le infrastrutture siano sicure e creare una forza lavoro che risponda ai bisogni della società del 21esimo secolo.

Il vero obiettivo dell’amministrazione Obama, secondo Chopra, sarebbe la creazione di una cultura del dare conto del proprio operato ai cittadini attraverso la trasparenza.

La riprova delle intenzioni di Chopra è data dalle tante iniziative promosse da quando è diventato CTO nell’aprile di quest’anno. Una di queste è stata la creazione di un sito che raccoglie tutti i dati sugli investimenti dell’amministrazione Obama nelle nuove tecnologie.

Nell’incontro di Silicon Valley, il CTO ha anche affermato di voler creare una piattaforma simile a ChallengePost , in cui l’amministrazione possa presentare ai cittadini i vari progetti su cui sta lavorando.

Federica Ricca

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • XYZ scrive:
    Ci ho messo almeno..
    Ci ho messo almeno 5 minuti per capire che si parlava di credito residuo nei telefonini... ma cosa intendete per portabilità? Vado in una tabaccheria e mi faccio cambiare il credito in soldi veri? Posso trasferirlo da un telefono all altro, anche se l'operatore non è lo stesso? Installeranno una microzecca statale su ogni telefonino in grado di stampare direttamente le carte da 5 o 10 bolum?Hanno finalmente rimosso quell odioso atto di ladroneria secondo il quale se si tiene spento il telefono per tot tempo ti disattivano la sim e ti fregano (perche questo è rubare, non altro) i soldi? Non è chiarissimo..E in ogni caso.. un costo di 1.60 per una query(anche se scritta manualmente), renderebbe impossibile l esistenza fisica di ogni database sulla faccia della terra... E i programmatori, o meglio, i dbadmin, sarebbero ricchi come multinazionali a quest ora... Perciò che questi signori alzino leggermente il gomito cosi li posso accompagnare con una dolce spinta nel posto che li "confà" ( :D ) di più:"QUEL PAESE".XYZp.s. strano rendersi conto che in Italia ogni nuova tecnologia diventa magicamente nuova ladroneria.... Sarà che forse in fondo ce lo meritiamo?
  • Mauro scrive:
    Credito che?
    Nell'articolo non è specificato da nessuna parte che state parlando del credito telefonico.
  • Teo_ scrive:
    VoIP
    Sapete se vale anche per il VoIP?
  • Sauter scrive:
    ERRORE
    Chiedo scusa ho inserito erroneamente i 2 post precedenti.Chiedo rimozione (questo post compreso)
  • Sauter scrive:
    Prova
    Ma daiiiiii
  • Sauter scrive:
    Prova
    Ma daiiiiii
Chiudi i commenti