USA, Sonic Solutions addenta DivX

323 milioni di dollari per l'acquisizione dell'azienda legata all'omonimo codec di compressione video. MPEG 4 part 2 verrà implementato su applicativi Roxio, con l'apprezzamento delle major di Hollywood

Roma – In principio era Google TV , alba di un nuovo corso, dove la televisione via Internet potrebbe rappresentare il video-cibo quotidiano per ogni netizen. Alleanze erano state svelate , tra BigG, Intel e Sony. E il redditizio profumo di un mercato, quello della televisione connessa , ha iniziato a far smuovere le acque.

Ora quelle di Sonic Solutions, l’azienda di Novato, California, che da tempo alimenta l’ecosistema dei media digitali con una serie di applicazioni e servizi da Hollywood al salotto di casa. Sono 323 i milioni di dollari che verranno versati dalla società a stelle e strisce per l’acquisizione di DivX Inc., l’azienda di San Diego legata all’omonimo formato di compressione video.

Una stretta di mano , in vista di una fusione che dovrebbe concretizzarsi entro la fine del prossimo settembre, dopo il sì dei rispettivi azionisti e il lasciapassare delle autorità antitrust. Come annunciato, le stesse azioni di DivX Inc. verranno valutate quasi 10 dollari l’una , una cifra che sovrastimerebbe – secondo alcuni analisti di mercato – il reale valore del produttore di codec video statunitense.

Al di là dei numeri, si tratta di un accordo che garantirebbe a Sonic Solutions la possibilità di sfruttare una tecnologia implementata in più di 300 milioni di device . Infatti, stando ad un comunicato stampa congiunto , il codec di DivX Inc. sarebbe attualmente presente su 8500 modelli differenti di TV, DVD e Blu-Ray player, oltre che su circa 80 dispositivi mobile .

Una platea succulenta, per Sonic Solutions e per l’industria hollywoodiana. Sempre secondo il comunicato stampa, “le tecnologie di DivX Inc. daranno a Sonic Solutions possibilità più estese nella distribuzione di video su Internet, compresi gli strumenti dominanti per la preparazione di contenuti in the cloud , il video playback e i sistemi di DRM approvati da Hollywood”.

“Quest’unione tra Sonic e DivX permetterà la più importante fornitura di piattaforme, strumenti e tecnologie in vista della distribuzione di intrattenimento video di tipo premium, praticamente verso ogni tipologia di dispositivo legato all’elettronica di consumo – ha spiegato Dave Habiger, presidente e CEO di Sonic Solutions – Le tecnologie di DivX, e la loro implementazione nelle aree CE e mobile , ci daranno la possibilità di espandere l’attuale piattaforma premium RoxioNow”.

In sostanza, la tecnologia di compressione video sviluppata dalla società di San Diego – quell’ MPEG 4 part 2 che i canali P2P conoscono bene perché facilita la conversione dei DVD – passerà nelle mani di chi già detiene la piattaforma applicativa Roxio. Che farà come da centro di gravità per le stesse major del cinema, che sembrano aver dunque scelto DivX come codec preferito, in particolare per la sicurezza dei suoi sistemi DRM.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ruppolo scrive:
    L'anno dei buchi nell'acqua
    Quest'anno dovremo stare attenti, al mare: pieno di buchi.
  • advange scrive:
    Tardi
    L'avessero fatto 3 anni fa, magari basandosi su piattaforme Linux, avrebbe avuto un senso e una notevole riuscita.Così sono semplicemente in ritardo.Iniziativa destinata a fallire: peccato per Asus, ottimo HW, pessime scelte SW.
    • panda rossa scrive:
      Re: Tardi
      - Scritto da: advange
      L'avessero fatto 3 anni fa, magari basandosi su
      piattaforme Linux, avrebbe avuto un senso e una
      notevole
      riuscita.
      Così sono semplicemente in ritardo.
      Iniziativa destinata a fallire: peccato per Asus,
      ottimo HW, pessime scelte
      SW.Per fortuna il software preinstallato si puo' formattar via e sostituirlo con roba molto piu' seria.
      • ullala scrive:
        Re: Tardi
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: advange

        L'avessero fatto 3 anni fa, magari basandosi su

        piattaforme Linux, avrebbe avuto un senso e una

        notevole

        riuscita.

        Così sono semplicemente in ritardo.

        Iniziativa destinata a fallire: peccato per
        Asus,

        ottimo HW, pessime scelte

        SW.

        Per fortuna il software preinstallato si puo'
        formattar via e sostituirlo con roba molto piu'
        seria.Ma infatti... l'hardware e il firmware asus almeno non da problemi di solito da quel punto di vista.E le macchine sono dei muletti per quello che costano.
  • angros scrive:
    Tutti a copiare...
    ...dai repository di linux. Almeno, che mettano anche un sistema centralizzato per gli aggiornamenti (invece di avere ogni applicazione che si aggiorna da sola, installandosi nella traybar e rallentando tutto)
    • panda rossa scrive:
      Re: Tutti a copiare...
      - Scritto da: angros
      ...dai repository di linux. Almeno, che mettano
      anche un sistema centralizzato per gli
      aggiornamenti (invece di avere ogni applicazione
      che si aggiorna da sola, installandosi nella
      traybar e rallentando
      tutto)Vorrebbe dire riscrivere tutte queste applicazioni!Possono farlo solo se sono Open.
      • angros scrive:
        Re: Tutti a copiare...
        In teoria, se sono applicazioni sviluppate apposta per netbook, dovrebbero averle già riscritte.
        • panda rossa scrive:
          Re: Tutti a copiare...
          - Scritto da: angros
          In teoria, se sono applicazioni sviluppate
          apposta per netbook, dovrebbero averle già
          riscritte.In pratica perche' vincolarsi a windows allora?
          • angros scrive:
            Re: Tutti a copiare...
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: angros

            In teoria, se sono applicazioni sviluppate

            apposta per netbook, dovrebbero averle già

            riscritte.

            In pratica perche' vincolarsi a windows allora?Giusto: avrebbe avuto più senso farlo con linux, e tutto open; ed infatti l'avevano già fatto da tempo (ubuntu netbook remix, ad esempio). Per questo dicevo che quello che hanno fatto per windows è una scopiazzatura.
        • ullala scrive:
          Re: Tutti a copiare...
          - Scritto da: angros
          In teoria, se sono applicazioni sviluppate
          apposta per netbook, dovrebbero averle già
          riscritte.(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)E ti ci credi?Maddai...è una operazione di "moda" .
Chiudi i commenti