Verizon cerca Google per un tablet

La telco statunitense avrebbe intenzione di sviluppare una propria piattaforma con l'apporto di Mountain View. Un altro avversario per iPad? Anche Intel lavora al format

Roma – I dirigenti Verizon probabilmente non hanno mai digerito la decisione con cui Apple ha concesso l’esclusiva di iPhone e iPad per quanto riguarda il mercato USA ad AT&T: l’annuncio da parte del CEO del provider statunitense, Lowell McAdam, riguardante lo sviluppo di un tablet in collaborazione con Google non fa che alimentare questa ipotesi. Anche se Google non ha confermato la partnership. L’obiettivo di Verizon è comunque chiaro: riacciuffare AT&T in termini numerici , ovvero di periferiche mobili connesse al suo network.

Per ora si tratterebbe solamente di chiacchiere, basate probabilmente su precedenti collaborazioni tra le due parti in ambiente Android, ma la guerra ad iPad sembra ormai alle porte con RIM che ha svelato i propri piani per replicare nel 2011 la rivalità tra BlackBerry e iPhone OS in salsa tablet. Ad abbandonare la corsa è, almeno per il momento, Microsoft che ha accantonato il progetto Courier: una battuta d’arresto quella di Redmond cui è seguito l’apparente rifiuto di HP di incorporare Windows 7 nel suo Slate , che ora con Palm fra le mani sembra indirizzato a fare coppia con WebOS.

Gli ultimi anni hanno ridisegnato il mercato diminuendo il numero dei player e facendo dei restanti delle aziende “tuttofare”: acquisizioni, partnership e fusioni sono state principalmente improntate ad aumentare la potenza di fuoco di un unico soggetto. Complice anche il roseo impatto sul mercato di iPad, la concorrenza di Apple si sta progressivamente rendendo conto di quale sia la strada da seguire per conservare il proprio status di big del settore: a Cupertino è stata tracciata la via della tavoletta , e non è un caso se anche Intel si stia muovendo in questa direzione.

È stato nientemeno che il vicepresidente Mooly Eden a sventolare un tablet (un concept almeno in apparenza) nel corso di un incontro tenutosi pochi giorni fa: stando a quanto emerso, Santa Clara dovrebbe presentarlo in via ufficiale, con tanto di nome e specifiche, alla prossima edizione del Computex anche se, in quanto chipmaker, Intel starebbe pensando a una piattaforma Atom dual-core “per permettere agli utenti di avvalersi del sempre più desiderato multitasking”.

A conferma della serietà delle intenzioni di Intel vi sono poi le dichiarazioni del CEO Paul Otellini che, pur riconoscendo ancora il ruolo fondamentale dei PC, ha prospettato per il 2014 una crescita del settore tablet stimata tra il 73 e l’88 per cento. Ci vorrà tuttavia ancora diverso tempo, secondo Otellini, affinché si possa assistere al sorpasso dei tablet nei confronti dei PC: strumenti come iPad e Slate occuperanno per diversi anni ancora solo un mercato di nicchia , ma è innegabile che presto se ne venderanno diverse decine di milioni l’anno.

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • vinnie scrive:
    MS Security Essentials NON affetto!
    Microsoft Security Essentials (MSE), the software giant's free antimalware solution, is one of the few products that is not affected by the recently rediscovered method for disabling security software on Windows. MSE does not use SSDT hooks, so its real-time protection cannot be disabled via this method. http://arstechnica.com/microsoft/news/2010/05/microsoft-mse-safe-from-windows-kernel-hook-attack.ars
  • esperto di informaTTI CCA scrive:
    mesagio ughente pe tuutttti
    Una pericolosissima vulnerabilità che forse pochi conoscono è che se si prende un secchio dacqua, fredda o calda che sia, e lo si rovescia sul PC il tutto rischia di esplodere e la colpa è di bil gheits che fa schifo io uso linucs che come si sa è immune allacqua. Win 7 fa schifo e non è la soluzione, la soluzione e linucs o bombo 87.12 che è immune a tutto oppure passare al MAC con o senza cetrioli e patatine che tanto è buono lo stesso ed è pure lui immune a lacqua.
  • vgggg scrive:
    vbbbbb
    mggtgtgtgt
  • Quel dal Formai scrive:
    Correggete quel Motusec
    Già segnalato l'errore, ma qui pare che stiate troppo impegnati a cercare quale altro cazzabubolo made in Redmond/Cupertino.
  • Wolf01 scrive:
    Pieni poteri!
    Per realizzare un exploit pienamente funzionante, infatti, un eventuale cracker o malware writer dovrebbe agire con pieni poteri di esecuzione di codice sulla macchina in locale. Praticamente il 98% del parco macchine windows, escludendo quelli che sono in dominio.
    • panda rossa scrive:
      Re: Pieni poteri!
      - Scritto da: Wolf01
      Per realizzare un exploit pienamente
      funzionante, infatti, un eventuale cracker o
      malware writer dovrebbe agire con pieni poteri di
      esecuzione di codice sulla macchina in
      locale.
      Praticamente il 98% del parco macchine windows,
      escludendo quelli che sono in
      dominio.Nel 98% di quelle che sono in dominio l'utente e' comunque amministratore della macchina locale.
      • p4bl0 scrive:
        Re: Pieni poteri!
        - Scritto da: panda rossa

        Nel 98% di quelle che sono in dominio l'utente e'
        comunque amministratore della macchina
        locale.per fortuna non è vero
      • GoG scrive:
        Re: Pieni poteri!
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Wolf01

        Per realizzare un exploit pienamente

        funzionante, infatti, un eventuale cracker o

        malware writer dovrebbe agire con pieni poteri
        di

        esecuzione di codice sulla macchina in

        locale.

        Praticamente il 98% del parco macchine windows,

        escludendo quelli che sono in

        dominio.

        Nel 98% di quelle che sono in dominio l'utente e'
        comunque amministratore della macchina
        locale.XXXXXXX che XXXXXXX :D
        • Feliciaus scrive:
          Re: Pieni poteri!
          Mi sento più sicuro con un windows settato bene piuttosto che con linux o addirittura Apple.Non gestirei mai dati sensibili con sistemi come apple il cui investimento per la sicurezza è pari a zero.E' sempre il più bucato nei test, essendo poco diffuso interessa ancora a pochi, ma se fosse interessante......Linux??? Ho visto tante installazioni fatte da cani, con bug di sicurezza che nemmeno win95 avrebbe.Saluti
          • advange scrive:
            Re: Pieni poteri!
            La trollata è ottima, ma servirebbe metterla in nuovo thread per generare il giusto flame.
          • panda rossa scrive:
            Re: Pieni poteri!
            - Scritto da: Feliciaus
            Mi sento più sicuro con un windows settato bene
            piuttosto che con linux o addirittura
            Apple.
            Hai poco da settare bene un sistema bacato by design!Rileggi l'articolo, e poi scaricati una bella live di ubuntu.
          • pippO scrive:
            Re: Pieni poteri!

            - Scritto da: Feliciaus

            Mi sento più sicuro con un windows settato bene

            piuttosto che con linux o addirittura

            Apple.



            Hai poco da settare bene un sistema bacato by
            design!
            Rileggi l'articolo, e poi scaricati una bella
            live di
            ubuntu.Si, poi dagliela alla zia pina e SPEGNI il cellulare... :D
        • panda rossa scrive:
          Re: Pieni poteri!
          - Scritto da: GoG

          Nel 98% di quelle che sono in dominio l'utente
          e'

          comunque amministratore della macchina

          locale.
          XXXXXXX che XXXXXXX :DGli amministratori di rete clicca clicca (di solito il cuggino dell'amico del figlio), che certe ditte preferiscono al sistemista unix, perche' avendo speso una paccata di soldi in licenze, devono risparmiare, non sapendo come fare a dare permessi limitati agli utenti per permettere loro di accedere almeno in lettura nelle cartelle di sistema e per permettergli di cambiare la data e l'ora, fanno prima ad impostare ogni utente come amministratore della macchina locale, con somma gioia dei gestori delle botnet russe.
          • MegaLoL scrive:
            Re: Pieni poteri!
            Domanda da ignorante: sono utilizzatore di WIndows da sempre e mi sto avvicinando a Linux (Ubuntu 10.04).La domanda è la seguente: come fa Linux a "capire" che sto scaricando un virus o malware se non c'è l'antivirus che lo riconosce e non farmelo aprire quando, terminato il download, faccio doppio click per eseguire un file, ad esempio, DEB?In Windows mi segnala il probabile virus ma Linux?Grazie a chi risponderà.
          • panda rossa scrive:
            Re: Pieni poteri!
            - Scritto da: MegaLoL
            Domanda da ignorante: sono utilizzatore di
            WIndows da sempre e mi sto avvicinando a Linux
            (Ubuntu
            10.04).
            La domanda è la seguente: come fa Linux a
            "capire" che sto scaricando un virus o malware se
            non c'è l'antivirus che lo riconosce e non
            farmelo aprire quando, terminato il download,
            faccio doppio click per eseguire un file, ad
            esempio,
            DEB?
            In Windows mi segnala il probabile virus ma Linux?
            Grazie a chi risponderà.Intanto con linux non si scarica roba a caso trovata chissa' dove per il web, non c'e' necessita' di warez, crack, keygen o robaccia del genere.Tutto il software si trova nei repository ufficiali a cui si accede attraverso apposito gestore di pacchetti.Poi, i virus tipicamente presenti negli eseguibili per winsozz (es. PamelaAnderson.exe) su linux non funzionano, e non fanno danni neppure se lo lanci sotto wine.Infine, se proprio vuoi scaricare dalla rete qualcosa di maligno, devi essere tanto furbo da assegnare a quel file i permessi di esecuzione, e poi eseguirlo, e se proprio sei furbissimo, ma di quelli che a te le volpi fanno un baffo, lo esegui premettendo sudo.A quel punto non ti resta che piallare tutto, reinstallare il sistema e recuperare i tuoi dati dal backup, perche' avrai fatto un backup, vero?
          • turycell scrive:
            Re: Pieni poteri!
            Non lo fa, naturalmente. Se l'utente che usi ha i diritti necessari a installare software e tu installi volontariamente un software malevolo, nulla può fermarti sotto Linux.Quando si dice che Linux è più sicuro di Windows si intendono queste tre cose:- I virus che richiedono l'intervento dell'utente per Linux non esistono. Ciò non significa che non possano esistere, solo che al momento non ne esiste nessuno. (L'unica cosa simile è stato, qualche tempo fa, uno screensaver distribuito come file DEB che ti faceva scaricare ed eseguire uno script, anche se nel caso specifico era uno script vuoto.)- Gli attacchi dall'esterno sono più difficili contro i sistemi Linux. Ciò però è rilevante solo se hai un server, perché nessuno perderà tempo per crackare il tuo PC.- Gli attacchi "drive through" non possono funzionare sotto Linux, perché i programmi girano sempre senza privilegi, e se a un certo punto mentre navighi ti si oscura lo schermo e il PC ti chiede la password probabilmente ti insospettisci.
          • MegaLoL scrive:
            Re: Pieni poteri!
            Grazie a tutti per le chiare risposte! :-)
          • Nicola Strada scrive:
            Re: Pieni poteri!
            ClamAV
  • chojin999a scrive:
    Quello che non dicono:loro fanno i virus
    E loro hanno backdoor e bug condivisi come ora rivelano... perchè è tutto un "magna magna" .. come quello dei banchieri che hanno causato la crisi attuale ed i manager delle multinazionali la hanno proseguita lucrandoci sopra licenziando in occidente e spostando le fabbriche in India e Cina. Ehh!E vai di raggiri, truffe, intrallazzi... Evviva i '68ini a capo di banche e multinazionali.. bel mondo hanno regalato all'umanità i figli dei fiori arrivati al potere.. ehh!
    • Guerrafonda io scrive:
      Re: Quello che non dicono:loro fanno i virus
      - Scritto da: chojin999a
      E vai di raggiri, truffe, intrallazzi... Evviva i
      '68ini a capo di banche e multinazionali.. bel
      mondo hanno regalato all'umanità i figli dei
      fiori arrivati al potere..
      ehh!Hai ragione, tutti a prendere i fucili
    • Andrea scrive:
      Re: Quello che non dicono:loro fanno i virus
      Per non parlare degli yuppies rampanti anni '80, che continuano ad usare prodotti M$ bacati, solo perchè sulla confezione c'è scritto "Windows super extreme mega professional edition".
    • HappyCactus scrive:
      Re: Quello che non dicono:loro fanno i virus
      - Scritto da: chojin999a
      E loro hanno backdoor e bug condivisi come ora
      rivelano... perchè è tutto un "magna magna" ..
      E che dire del buco dell'ozono?
      • krane scrive:
        Re: Quello che non dicono:loro fanno i virus
        - Scritto da: HappyCactus
        - Scritto da: chojin999a

        E loro hanno backdoor e bug condivisi come ora

        rivelano... perchè è tutto un "magna magna" ..
        E che dire del buco dell'ozono?Lo aprono gli aerei che spargono le scie chimiche no ?
        • Thescare scrive:
          Re: Quello che non dicono:loro fanno i virus
          - Scritto da: krane
          - Scritto da: HappyCactus

          - Scritto da: chojin999a


          E loro hanno backdoor e bug condivisi come ora


          rivelano... perchè è tutto un "magna magna" ..


          E che dire del buco dell'ozono?

          Lo aprono gli aerei che spargono le scie chimiche
          no
          ?Io pensavo che fosse colpa del CERN
          • krane scrive:
            Re: Quello che non dicono:loro fanno i virus
            - Scritto da: Thescare
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: HappyCactus


            - Scritto da: chojin999a



            E loro hanno backdoor e bug condivisi come



            ora rivelano... perchè è tutto un "magna



            magna" ..


            E che dire del buco dell'ozono?

            Lo aprono gli aerei che spargono le scie

            chimiche no ?
            Io pensavo che fosse colpa del CERNNo, li' i buchi li fanno neri.
          • pippO scrive:
            Re: Quello che non dicono:loro fanno i virus
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Thescare

            - Scritto da: krane


            - Scritto da: HappyCactus



            - Scritto da: chojin999a




            E loro hanno backdoor e bug condivisi come




            ora rivelano... perchè è tutto un "magna




            magna" ..



            E che dire del buco dell'ozono?



            Lo aprono gli aerei che spargono le scie


            chimiche no ?


            Io pensavo che fosse colpa del CERN

            No, li' i buchi li fanno neri.ma stanno aspettando il 2012 per fare quello giusto ;)
    • vero scrive:
      Re: Quello che non dicono:loro fanno i virus
      poche idee, molta confusione
    • ninjaverde scrive:
      Re: Quello che non dicono:loro fanno i virus

      E vai di raggiri, truffe, intrallazzi... Evviva i
      '68ini a capo di banche e multinazionali.. bel
      mondo hanno regalato all'umanità i figli dei
      fiori arrivati al potere..
      ehh!I figli dei fiori si sono estinti. :(
  • Matteo Sechi scrive:
    Dear Microsoft
    La cara e vecchia Microsoft non si smentisce mai. Ogni volta ce n'è una che è pronta a mettere alla prova le capacità investigative e tecniche degli hacker (nel senso buono del termine). ma per fortuna il più delle volte ci riescono. altre, come questa, non si riescono a tappare neanche dopo 17 anni, cioè non poco.
  • Oggetto Controunde nte scrive:
    Blasonati piu difettosi
    Saranno anche blasonati, ma in testa alle charts di av-comparatives ci sono quasi sempre i soliti: Avira, Avast, AVG, mentre quelli da voi menzionati e "sponsorizzati" sono perennemente in retroguardia, sopratutto "Storton antiniente" e "FammiunCaffèmacchiato", che missano da favola e appesantiscono il sistema con i loro cotechini anti-niente.Thò, fatevi un ripassino va, che è meglio:http://www.av-comparatives.org/images/stories/test/ondret/avc_report25.pdf
    • The_Blinded scrive:
      Re: Blasonati piu difettosi
      Bé, AVG non è propria na cima nelle classifiche sulla rilevazione. Meglio fermarsi ai primi due.Riguardo la vulnerabilità sarebbe preoccupante, però effettivamente se dopo 14 anni nessuno ci è riuscito (o non si sapeva??) dubito che in futuro.. anche se...
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: Blasonati piu difettosi
      Sono utente Avira e sono generalmente ben consapevole di quel che scrivo in merito alla sicurezza informatica :-PDetto questo, non m'è venuto di scrivere Avira ma ciò non toglie alcunché alle sue qualità. Augh.
  • Quel dal Formai scrive:
    Matousec
    e non motusec, giusto per la cronaca.
  • MarcelloRomani scrive:
    14 anni sono tanti...
    Se dopo 14 anni e centinaia di migliaia di virus creati per la piattaforma Windows nelle sue diverse incarnazioni non si è diffuso un malware che sfrutti questa falla, significa che sfruttarla è, almeno su vasta scala, estremamente difficoltoso. Quindi anche se in linea teorica si tratta una vulnerabilità "by design" e quindi molto grave, in realtà la sua pericolosità è estremamente limitata.Tutto questo stando alle informazioni riportate nell'articolo...
  • MarcelloRomani scrive:
    14 anni sono tanti...
    Se dopo 14 anni e centinaia di migliaia di virus creati per la piattaforma Windows nelle sue diverse incarnazioni non si è diffuso un malware che sfrutti questa falla, significa che sfruttarla è, almeno su vasta scala, estremamente difficoltoso. Quindi anche se in linea teorica si tratta una vulnerabilità "by design" e quindi molto grave, in realtà la sua pericolosità è estremamente limitata.Tutto questo stando alle informazioni riportate nell'articolo...
    • chojin999a scrive:
      Re: 14 anni sono tanti...
      - Scritto da: MarcelloRomani
      Se dopo 14 anni e centinaia di migliaia di virus
      creati per la piattaforma Windows nelle sue
      diverse incarnazioni non si è diffuso un malware
      che sfrutti questa falla, significa che
      sfruttarla è, almeno su vasta scala, estremamente
      difficoltoso. Quindi anche se in linea teorica si
      tratta una vulnerabilità "by design" e quindi
      molto grave, in realtà la sua pericolosità è
      estremamente
      limitata.

      Tutto questo stando alle informazioni riportate
      nell'articolo...No, significa che è tutto un mega intrallazzo ben congegnato e sono intoccabili. Di fatto con questa uscita hanno rivelato il trucco... almeno in parte.
      • ninjaverde scrive:
        Re: 14 anni sono tanti...

        No, significa che è tutto un mega intrallazzo ben
        congegnato e sono intoccabili.

        Di fatto con questa uscita hanno rivelato il
        trucco... almeno in
        parte.Sicuramente i "virus" attuali non sono letali, per il semplice motivo che quelli letali non sono convenienti al mercato.Del resto un virus che dovesse infettare le prime tracce dell'HD modificando gli interrupt darebbe la possibilità di cambiare le funzioni della macchina. Gli antivirus attuali che funzionano sul secondo livello sarebbero inefficaci.Probabilmente i meccanismi di questo tipo di virus sono ben conosciuti e forse sono già in archivio pronti per essere usati in caso di necessità....O forse sono già in uso.... con azioni non pericolose o non facilmente identificabili.... chissà....
    • ruppolo scrive:
      Re: 14 anni sono tanti...
      - Scritto da: MarcelloRomani
      Se dopo 14 anni e centinaia di migliaia di virus
      creati per la piattaforma Windows nelle sue
      diverse incarnazioni non si è diffuso un malware
      che sfrutti questa falla,E questo dove sta scritto?
      • panda rossa scrive:
        Re: 14 anni sono tanti...
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: MarcelloRomani

        Se dopo 14 anni e centinaia di migliaia di virus

        creati per la piattaforma Windows nelle sue

        diverse incarnazioni non si è diffuso un malware

        che sfrutti questa falla,

        E questo dove sta scritto?Lo dicono Ballmer e Norton.
      • MarcelloRomani scrive:
        Re: 14 anni sono tanti...
        Da nessuna parte :-)Anzi, è uno dei dubbi che mi sono venuti scrivendo il commento...Però ho pensato che una "roba" del genere la puoi tenere nascosta per un po' ma per 14 anni su centinaia di milioni di PC...Pensa ad esempio al caso Sony con i giochi che installavano un rootkit nel PC dell'utente.
  • gnulinux86 scrive:
    Antivirus vulnerabili e inefficaci.
    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2878846&m=2879093#p2879093 :D :p-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 maggio 2010 19.12-----------------------------------------------------------
  • pippo75 scrive:
    Mi spiegate come funziona
    il virus ( in parole semplici )grazie.
    • pabloski scrive:
      Re: Mi spiegate come funziona
      molto semplice...il malware prova ad avviare un driver....la funzione NtLoadDriver è stata hookata dall'antivirus il quale installa una sua funzione per il caricamento dei driver in modo da verificare se il nome del driver è uno di quelli che lui ha nella sua banca datiovviamente la stringa del nome del driver sta nello spazio d'indirizzamento del malware prima che venga copiata in una variabile in kernel spacela funzione installata dall'antivirus fa tutte le analisi per verificare che la variabile stringa del nome del driver stia in user space, ecc.... se dopo aver passato tutti questi controlli lo scheduler passa il controllo ad un altro proXXXXX ( potrebbe essere il proXXXXX del malware ), il malware ha una possibilità di modificare il contenuto della variabile prima che venga copiata in kernel space mettendoci dentro un nome di un driver notoriamente innocuoin questo modo l'antivirus viene fregatoovviamente tutto dipende dallo scheduler e quindi non è un attacco che al primo colpo fa centro
      • pippo75 scrive:
        Re: Mi spiegate come funziona
        - Scritto da: pabloski
        molto semplice...

        il malware prova ad avviare un driver....la
        funzione NtLoadDriver è stata hookatama il maleware quando viene eseguito?un buon AV dovrebbe bloccarlo prima che questo venga "lanciato".
      • HappyCactus scrive:
        Re: Mi spiegate come funziona
        - Scritto da: pabloski
        molto semplice...Eufemismo ;-)
        ovviamente tutto dipende dallo scheduler e quindi
        non è un attacco che al primo colpo fa
        centroIn tutti i contesti multi-thread e multi-proXXXXX, "time of check" e "time of use", ovvero il momento in cui effettui un controllo e quello in cui l'effetto di tale controllo si estrinseca, dovrebbe essere atomico, cioè non interrompibile.In questo caso non lo è.La cosa è curiosa, perché se la soluzione è sulla carta semplice (rendere i due eventi non interrompibili), probabilmente coinvolge fattivamente delle risorse esterne (il produttore del kernel, cioè microsoft), per questo da allora non è stato corretto.(si marcia nel terreno delle ipotesi, eh)
        • nome e cognome scrive:
          Re: Mi spiegate come funziona

          fattivamente delle risorse esterne (il produttore
          del kernel, cioè microsoft), per questo da allora
          non è stato
          corretto.

          (si marcia nel terreno delle ipotesi, eh)E' un problema insito nel multitasking pre-emptive ed ovviamenente impatta tutti i sistemi che ne fanno uso. E a meno di non inserire un antivirus direttamente nel kernel è irrisolvibile. Comunque è un falso problema, un malware del genere deve girare con privilegi di root e a quel punto fa prima a killare l'antivirus.
          • HappyCactus scrive:
            Re: Mi spiegate come funziona
            - Scritto da: nome e cognome
            Comunque è un falso problema, un malware del
            genere deve girare con privilegi di root e a quel
            punto fa prima a killare
            l'antivirus.ah beh, senz'altro.Come ho risposto recentemente ad un tizio che voleva proteggere un'applicazione anche su degli iPhone con XXXXXXXXX, puoi cercare di evitare che un utente si spari accidentalmente ad un piede, ma non che si punti la pistola alla testa e prema il grilletto.
  • angros scrive:
    Antivirus?
    Antivirus? Ovvero come buttare soldi nel XXXXX e rendere il computer un pachiderma. Meglio un bella campagna sull'uso informato del computer :-)
    • antonio scrive:
      Re: Antivirus?
      - Scritto da: angros
      Antivirus? Ovvero come buttare soldi nel XXXXX e
      rendere il computer un pachiderma. Meglio un
      bella campagna sull'uso informato del computer
      :-)Meglio un mac :D
      • Chrono Trigger scrive:
        Re: Antivirus?
        Si Meglio Q-Os su Blasa.....Una Trusted Platform, è sicura perchè elimina l'utente, meglio l'applestore dove acquisti e carichi solo cosa vogliono loro....Viva MAC.......Viva la Lumaca al Cervello ....Ave HypnoRospo.....
        • Sgabbio scrive:
          Re: Antivirus?
          Mac..... Appstore che sta solo nei dispotivi mobili di apple....
          • Philip Kotler scrive:
            Re: Antivirus?
            Dai tempo al tempo.....
          • Sgabbio scrive:
            Re: Antivirus?
            Guarda la vedo dura che sui computer fissi e portatili della apple si applichi questa politica, ucciderebbe una marea di software, oltre a perdere un mare di utenti.Rimarrebbero solo persone come Ruppolo che spenderanno 5000 euro per un mac :D
        • Alvaro Vitali scrive:
          Re: Antivirus?
          Ancora meglio, QUnix su floppy disk protetto da scrittura.Veramente il massimo in tema di sicurezza!
    • Chrono Trigger scrive:
      Re: Antivirus?
      La verità sta nel Mezzo !Esistono alcuni Virus che sfruttano exploit puntanti a sistemi automatizzati al di fuori del controllo dell'utente, il browser su molte cose agisce da solo e può eseguire codice anche senza il SI dell'utente.Diciamo che una campagna di sensibilizzazione ridurrebbe i rischi, se si usasse solo software "Trusted" e si scartasse il resto del mondo tutto sarebbe bello e magico come il mondo degli orsetti del Cuore.Ma se trovi un CD / DVD per strada chi non è tenteto nel guardare il contenuto, stesso vale per tutto quello che è gratis o che arriva da un amico, che è "Trusted" per il modo di pensare ma in realtà non lo è.Se usi un Foglio di carta e calamaio di sicuro non becchi virus, ma esiste la muffa, l'unica è buttare il PC e passare al Cuneiforme su Tavolette di Marmo di Carrara e incelofanarle dentro resina ipossilica.Non serve il TOP degli anti virus, ma alla fine l'antivirus serve.
      • pabloski scrive:
        Re: Antivirus?
        il problema è la prima parte del tuo discorso e cioè che oggi molti exploit vengono veicolati tramite drive by download e cioè installazione automaticai trojan influiscono ancora ma l'altro metodo fa la parte del leone...un antivirus può tenere ovviamente a bada le minacce di basso livello ma di fronte ad un'industria multimiliardaria che produce sempre nuove soluzioni per infettare pc windows c'è poco da faregli amici di zeus forniscono un servizio online per la rigenerazione automatica ogni 5 minuti dell'eseguibile....cosa può fare un antivirus contro una simile minaccia?l'antivirus è utile per tenere a bada gli script kiddies ma non terrà mai lontano i signori di warezov
        • pippo75 scrive:
          Re: Antivirus?

          gli amici di zeus forniscono un servizio online
          per la rigenerazione automatica ogni 5 minuti
          dell'eseguibile....cosa può fare un antivirus
          contro una simile minaccia?in un intervista su Microcomputer McAfee parlava di questo problema, dicendo che era impossibile controllare tutte le firme.Il metodo che proponeva era quelli di controllare le operazioni dei file.Un programma che va a modificare certi file di sistema potrebbe essere sospetto.Ma questi file che cambiano ogni 5 minuti, di quanto è la variazione?

          l'antivirus è utile per tenere a bada gli script
          kiddies ma non terrà mai lontano i signori di
          warezov
      • Anonymous scrive:
        Re: Antivirus?


        Non serve il TOP degli anti virus, ma alla fine
        l'antivirus
        serve.Ma in tutto sto popò di roba, usare un utente LIMITATO e con WinVista/7 tenere acceso l'UAC e digitare user e password, come succede sul famigerato MacOSX, è troppo difficile? Evidentemente, sì.
        • panda rossa scrive:
          Re: Antivirus?
          - Scritto da: Anonymous



          Non serve il TOP degli anti virus, ma alla fine

          l'antivirus

          serve.

          Ma in tutto sto popò di roba, usare un utente
          LIMITATO e con WinVista/7 tenere acceso l'UAC e
          digitare user e password, come succede sul
          famigerato MacOSX, è troppo difficile?
          Evidentemente,
          sì.Molto piu' semplice formattare winsozz e passare ad Ubuntu.
          • froyou scrive:
            Re: Antivirus?
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Anonymous





            Non serve il TOP degli anti virus, ma alla
            fine


            l'antivirus


            serve.



            Ma in tutto sto popò di roba, usare un utente

            LIMITATO e con WinVista/7 tenere acceso l'UAC e

            digitare user e password, come succede sul

            famigerato MacOSX, è troppo difficile?

            Evidentemente,

            sì.

            Molto piu' semplice formattare winsozz e passare
            ad
            Ubuntu.Davvero? Dai! Mi daresti per favore l'indirizzo di qualche shop o GD dove posso comprare Call of Duty: Modern Warfare 2 oppure PES 2010? Ha non esiste? E allora perchè parli!!!!CHE SENSO HA IN UN ARTICOLO CHE PARLA DI ANTIVIRUS CONTINUARE DA PARLARE DI MAC O LINUX.Siete proprio dei malati.
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: Antivirus?
      Sarà. Io intanto un Avira a caso ce lo installo sui miei sistemi che non si sa mai :-D
      • bollito scrive:
        Re: Antivirus?
        - Scritto da: Alfonso Maruccia
        Sarà. Io intanto un Avira a caso ce lo installo
        sui miei sistemi che non si sa mai
        :-DA me non serve sui miei sistemi a casa. Uso Debian.
        • nome e cognome scrive:
          Re: Antivirus?
          - Scritto da: bollito
          - Scritto da: Alfonso Maruccia

          Sarà. Io intanto un Avira a caso ce lo installo

          sui miei sistemi che non si sa mai

          :-D

          A me non serve sui miei sistemi a casa. Uso
          Debian.ognuno ha le sue preferenze su come rendere inutilizzabile il computer...
          • angros scrive:
            Re: Antivirus?

            ognuno ha le sue preferenze su come rendere
            inutilizzabile il computer...QUOTONEEE... :-)
          • angros scrive:
            Re: Antivirus?
            troll
          • pabloski scrive:
            Re: Antivirus?
            - Scritto da: nome e cognome
            ognuno ha le sue preferenze su come rendere
            inutilizzabile il
            computer...parli di installare windows settete? :D
          • Nome e cognome scrive:
            Re: Antivirus?
            Troll che risponde a troll.
          • jonnylollo scrive:
            Re: Antivirus?
            - Scritto da: nome e cognome
            - Scritto da: bollito

            - Scritto da: Alfonso Maruccia


            Sarà. Io intanto un Avira a caso ce lo
            installo


            sui miei sistemi che non si sa mai


            :-D



            A me non serve sui miei sistemi a casa. Uso

            Debian.

            ognuno ha le sue preferenze su come rendere
            inutilizzabile il
            computer...classica trollata ..sei ignorante come una capra...uso Debian da 10 anni..ma cosa vuoi capire te...capra, torna sul finder, CAPRA
      • ruppolo scrive:
        Re: Antivirus?
        - Scritto da: Alfonso Maruccia
        Sarà. Io intanto un Avira a caso ce lo installo
        sui miei sistemi che non si sa mai
        :-DE io che ho Mac, cosa dici, ce lo installo anch'io un Avira? :D
        • angros scrive:
          Re: Antivirus?
          Aspetta che con la nuova versione di Office per Mac ti troverai pure il Microsoft Security Essential :-)
        • pippo75 scrive:
          Re: Antivirus?


          E io che ho Mac, cosa dici, ce lo installo
          anch'io un Avira?
          :DSe hai SnowLeopard non serve, è già integrato dentro.
        • Rover scrive:
          Re: Antivirus?
          Dovresti installarlo a te, non al macCiao
        • nome e cognome scrive:
          Re: Antivirus?

          E io che ho Mac, cosa dici, ce lo installo
          anch'io un Avira?
          :DChe ti frega? I dati personali te li ha già brasati...
        • froyou scrive:
          Re: Antivirus?
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: Alfonso Maruccia

          Sarà. Io intanto un Avira a caso ce lo installo

          sui miei sistemi che non si sa mai

          :-D

          E io che ho Mac, cosa dici, ce lo installo
          anch'io un Avira?
          :DNo tu è meglio che formatti quella cosa che trovi sopra gli occhi e sotto i capelli...
Chiudi i commenti