Via: cloneremo il Pentium 4

Il chipmaker taiwanese lancia ad Intel l'ennessima sfida provocatoria annunciando lo sviluppo di un clone del Pentium 4


San Jose (USA) – Evidentemente a Via non bastano i guai legali in cui già si trova con Intel. Il chipmaker taiwanese ha infatti rilanciato al colosso californiano una sfida molto provocatoria: sviluppare un processore che cloni il bus e parte dell’architettura del Pentium 4.

Con questa mossa, Via sembra voler lanciare ad Intel un messaggio ben preciso: “O mi dai la licenza per il bus del P4 oppure costruisco il mio clone del P4”.

Il chip, il cui nome in codice è CZA, girerà a 2 GHz ed implementerà, come detto, il bus del P4, e questo con o senza il permesso di Intel: un comportamento sfrontato già assunto da Via in occasione del lancio sul mercato dei suoi chipset per P4.

Il processore CZA girerà a 2 GHz ed adotterà un’architettura superscalare molto simile a quella del P4, con pipeline a 18 stadi ed altre funzionalità presenti nel chippone di Intel.

Lo sviluppo di questo nuovo processore, il cui lancio sul mercato non è previsto prima del 2003, potrebbe significare la fine dell’architettura x86 su cui sono basati gli attuali chip C3, di cui proprio recentemente Via ha annunciato gli eredi a 1,1 e 1,5 GHz, attesi per la prima metà del prossimo anno.

Per Via il passaggio ad una architettura così sofisticata come quella del P4 potrebbe anche significare la volontà di uscire dal mercato low-end e puntare più in alto, sfidando P4 e Athlon.

Ma i sogni di gloria, al momento, si scontrano con la scarsa diffusione delle CPU di Via sul mercato e con i limiti tecnici degli attuali chip, ancora fermi a 866 MHz di clock.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Fantastico !!
    Incredibile : proprio vero che la mamma degli imbecilli è sempre incinta ....W la mia lavatrice LowCost che fà solo quello che dico io !!
  • Anonimo scrive:
    Per 3.200.000 all'anno se la possono tenere
    Anche su Repubblica lo spiega bene:il canone mensile costa 200.000 lirepiu` 1 euro per ogni lavaggio;a casa mia i panni si sporcano tutti i giorni quindi verrebbe 60000 al mesecioe 260.000 x 12 circa 3.200.000 di lire;con questi soldi mi compro una lavatricevera e coi controrazzi, che posso anche riparare da mee NON una che NON posso smontarenel caso in cui smetta di funzionare;una lavatrice in cui non posso vederecosa c'e`dentro e`l'analogo ingegneristicodei programmi CLOSED SOURCE comeMicro$oft; IO CI VOGLIO POTER VEDERE DENTROla mia lavatrice Pino Silvestre
    • Anonimo scrive:
      Re: Per 3.200.000 all'anno se la possono tenere
      - Scritto da: Pino Silvestre

      Anche su Repubblica lo spiega bene:
      il canone mensile costa 200.000 lire
      piu` 1 euro per ogni lavaggio;
      a casa mia i panni si sporcano tutti i
      giorni quindi verrebbe 60000 al mese
      cioe 260.000 x 12 circa 3.200.000 di lire;
      con questi soldi mi compro una lavatrice
      vera e coi controrazzi, EHEHEHEH.....Con 3.2 ML all'anno ti compri frigo, lavatrice e lavastoviglie. Alla fine dell'anno li butti via. Non spendi niente se si rompono (per un anno sono in garanzia) ..... Spendi uguale e hai anche il frigo e la lavastoviglie ....Mi sa che alla Merloni sono dei gran furboni ....(o almeno ci provano ....)
      • Anonimo scrive:
        Re: Per 3.200.000 all'anno se la possono tenere

        Mi sa che alla Merloni sono dei gran furbonifurboni? ma a 1200 euro l'anno, senza lavaggi, chi vuoi che te la compri? fose ci provano a essere furbi, ma di sicuro non ci riescono.
  • Anonimo scrive:
    Merloni, Merloni...
    "La vostra lavatrice ha eseguito un'operazione non corretta. La versione del detersivo che si è tentato di caricare non corrisponde alla versione dell'acqua utilizzata.Il programma di lavaggio è stato terminato. Premere INVIO per avviare la deframmentazione del vostro carico di biancheria. Non usare CTRL-ALT-CANC per riavviare o la vostra biancheria non salvata sarà definitivamente perduta."
  • Anonimo scrive:
    Sarà un flop.
    Questa è la mia predizione.
    • Anonimo scrive:
      Sarà sicuramente un flop!
      di marketing, non riusciranno a produrne a sufficienza, chi andrà più alle lavanderie a gettone?? E poi tutti i single che col C***O si compreranno 'na lavatrice nuova...
  • Anonimo scrive:
    Tanto di cappello al Sig Merloni!
    Io uso da tantissimo i cellulari "in affitto".Mai sono stato piu felice della mia scelta!Anche a costo di rimetterci "sulla carta", vi posso assicurare che, alla fine, ci si guadagna sempre:1) telefono rotto -
    24 ore -
    telefono NUOVO2) modello nuovo -
    15gg -
    ho il modello nuovo3) lo pago POCO tutti i mesiUn'approccio simile agli elettrodomestici e' enormemente interessante!Se poi il "plus" e' avere (finalmente) una casa "wired" controllabile e interrogabile a distanza...
    • Anonimo scrive:
      Re: Tanto di cappello al Sig Merloni!
      dove hai fatto il contratto di affitto per cell.?Mi interessa!
    • Anonimo scrive:
      Re: Tanto di cappello al Sig Merloni!
      Scusa tanto, ma una buona lavatrice costa circa 500-600 euro. chi te lo fa fare di regalare al merloni 1200 euro all'anno per una cosa che comunque non è tua, e poi ti paghi i lavaggi a parte? anch'io sono d'accordo con te, sono disposto a spendere di più per avere un servizio, ma un conto è un 20-30% in più sul prezzo, ma qui stiamo parlando del 100% in più, e ripeto, per una cosa che non è tua. Inoltre paghi il lavaggio, e in una famiglia di media grandezza credo si faccia almeno almeno un paio di volte la settimana (altri 100 euro). E poi se la tua lavatrice si guasta la puoi portare a riparare dal riparatore sotto casa, lì invece devi sempre e comunque aspettare la merloni.E poi, la casa wired... non siamo ancora pronti...me lo immagino già: la lavatrice che cerca di colloquiare con il forno, il forno che la manda a cagare dicendo che il detersivo se lo va a comprare da sola, il frigorifero con sopra il windows che a un certo punto urla "il roast beef ha fatto riferimento all' indirizzo di memoria vattelapesca. Reinstallare la bottiglia d'acqua e rivviare la mozzarella", il frullatore che cambia canale alla tv proprio mentre stai guardando la partita, la radio che manda un comndo di apertura cestello alla lavatrice mentre sta centrifugando.
  • Anonimo scrive:
    Wash it?
    Milano 03/2004 - Grande impressione ha destato la notizia del primo worm creato allo scopo di impedire il corretto funzionamento degli elettrodomestici online.I centralini delle forze dell'ordine sono stati tempestati da telefonate di utenti inferociti dalla distruzione di beni materiali e alimentari.Riportiamo la testimonianza di una persona che abbiamo intervistato, tra le prime ad essere colpite."Ho messo, come al solito, il maglione in lavatrice" - denuncia una casalinga - "e ho selezionato il programma 'lana e delicati'. E' comparsa una scritta: '*** waSH IT? ***' che non avevo mai visto ma ho premuto lo stesso il tasto OK"A quel punto il TV si è sintonizzato da solo su un canale pedopornografico e non c'è stato verso di cambiare canale o spegnerlo. Il frigo ha congelato tutti gli alimenti e il forno ha carbonizzato il pollo che stava cuocendo, provocando anche un principio di incendio.Il telefono risultava sempre occupato e sono dovuta andare da una vicina per poter chiamare il 113.Dato che gli elettrodomestici erano nuovi ho chiamato l'assistenza, che mi ha detto che quel genere di guasti non rientrava tra quelli contemplati sulla garanzia, presentando un preventivo pari a ? 890.65Dopo due giorni la PippoEL mi invia una fattura di ? 2.435,55 per aver superato il limite massimo di consumo a contratto.La settimana scorsa la PlutoTEL mi ha inviato una lettera di rescissione del contratto per avere indebitamente congestionato il traffico dati al punto da richiedere ore di intervento per il ripristino.Allegata c'era una fattura di ? 1428,76.Inutili sono state le mie proteste, come inutili sono state le mie rimostranze nei riguardi del fornitore degli elettrodomestici, dell'energia elettrica e della linea telefonica.Questi soggetti continuano a palleggiarsi le responsabilità, mentre io e la mia famiglia siamo stati costretti ad alloggiare in campagna, presso parenti, dove il televisore fa solo vedere i programmi, la lavatrice lava solo i panni, e dove tutti gli altri elettrodomestici fanno quello per il quale sono stati comprati. "A beneficio dei lettori interessati ricordiamo di evitare di confermare messaggi non standard e di scaricare il Service Pack n°42 del S.O. "KitchenSoft 2005" - N.d.R. -Robert Iccitìda "Incubo Informatico" - La psicolabilità nella Rete -
  • Anonimo scrive:
    Interessante
    Non avrei mai detto che una cosa come la lavatrice avrebbe potuto subire un'evoluzione oltre a nuovi programmi di lavaggio o una maggiore economicita' d'uso. Tanto di cappello a Merloni.
    • Anonimo scrive:
      Re: Interessante
      - Scritto da: La lavanderina
      Non avrei mai detto che una cosa come la
      lavatrice avrebbe potuto subire
      un'evoluzione oltre a nuovi programmi di
      lavaggio o una maggiore economicita' d'uso.
      Tanto di cappello a Merloni.peccato solo che per un lavaggio si debba pagare 1 euro. E nonmi sembra che il detersivo sia incluso...Insomma, è economnicamente insulso.
  • Anonimo scrive:
    ma che razza di discorsi!
    Cioè, ma ci rendiamo conto?la lavatrice digitale IN AFFITTO??? ma che vaccata! compro una normale lavatrice del cazzo che fa la stessa cosa, e la uso quando e quanto mi pare (ad un prezzo decisamente inferiore...).Altro articolo da aggiungere al sempre più grande elenco di concentrati tecnologici inutili; densi di progresso ma superati ancor prima di superare..
    • Anonimo scrive:
      Re: ma che razza di discorsi!
      - Scritto da: Ombra
      Cioè, ma ci rendiamo conto?
      la lavatrice digitale IN AFFITTO??? ma che
      vaccata! compro una normale lavatrice del
      cazzo che fa la stessa cosa, e la uso quando
      e quanto mi pare (ad un prezzo decisamente
      inferiore...). sono d' accordo con te ombra, ma l' evoluzione va avanti, pensa che io sono della stessa città della merloni, e qui vicino c'è una ditta che produce piani cottura elettrici e cappe, che ha inventato una cucina che a seconda della ricetta che imposti sul display del piano cottura regola tempi di accensione delle piastre della cappa e/o del forno etc. comunica con gli altri elettrodom. attraverso il protocollo adottato dalla merloni ( mi pare) e ottimizza i consumi di energia elettrica. questa è una innovazione più piccola che è più vicina alle esigenze attuali. forse alla merloni hanno visto più avanti, ed hanno fatto una grossa scommessa. posso solo dire: in bocca al lupo
    • Anonimo scrive:
      Re: ma che razza di discorsi!
      Invece mi sembra un ottimo servizio.A me non interessa possedere la lavatrice, mi interessa poter lavare i panni in casa mia.Questo portera' anche ad un vantaggio sulla costruzione degli elettrodomestici, sulla loro ''riciclabilita' ''.In questa maniera Merloni rimane proprietario della lavatrice, io me ne posso fregare se si rompe, se diventa vecchia, non devo preoccuparmi del suo smaltimento alla fine.Di conseguenza Merloni fara' elettrodomestici piu' efficenti perche' si preoccupera' del consumo energetico, piu' resistenti all'usura, piu' ''riciclabili'' per spendere meno di smaltimento etc.Davide
      • Anonimo scrive:
        Re: ma che razza di discorsi!
        - Scritto da: Davide
        Invece mi sembra un ottimo servizio......Beh, sicuramente sarebbe un ottimo servizio per la Merloni, che otterrebbe allo stesso tempo la fidelizzazione dei clienti e la messa al riparo dalle oscillazioni del mercato.Dal punto di vista del cliente non so se sarebbe poi cosi' conveniente. Ci sono infatti lati positivi e lati negativi ed e' difficile fare delle considerazioni complessive.In ogni caso questo tipo di servizio e' gia stato proposto innumerevoli volte in settori anche molto diversi e si e' sempre rivelato un piu' o meno fallimentare.
        • Anonimo scrive:
          Re: ma che razza di discorsi!
          ho capito ma... immagina una mattina di domenica: devi lavare le camicie perchè la sera hai una serata alla quale non puoi assolutamente rinunciare. E se la lavatrice si blocca 2 ore prima perchè hai esaurito i "crediti" ? :
          • Anonimo scrive:
            Re: ma che razza di discorsi!
            - Scritto da: Ombra
            ho capito ma... immagina una mattina di
            domenica: devi lavare le camicie perchè la
            sera hai una serata alla quale non puoi
            assolutamente rinunciare. E se la lavatrice
            si blocca 2 ore prima perchè hai esaurito i
            "crediti" ? :
            Beh, io ho fatto un discorso cercando di essere obiettivo. Poi, resti fra noi, saro' probabilmente l'ultima persona sulla Terra ad utilizzare servizi del genere ...
          • Anonimo scrive:
            Re: ma che razza di discorsi!

            essere obiettivo. Poi, resti fra noi, saro'
            probabilmente l'ultima persona sulla Terra
            ad utilizzare servizi del genere ... certe cose non le usero mai con quel tipo di "licenza", se un giorno tutte le aziende produttrici lo facessero, potrebbero alzare i prezzi...
    • Anonimo scrive:
      Re: ma che razza di discorsi!
      - Scritto da: Ombra
      Cioè, ma ci rendiamo conto?
      la lavatrice digitale IN AFFITTO??? ma che
      vaccata! compro una normale lavatrice del
      cazzo che fa la stessa cosa, e la uso quando
      e quanto mi pare (ad un prezzo decisamente
      inferiore...).
      Altro articolo da aggiungere al sempre più
      grande elenco di concentrati tecnologici
      inutili; densi di progresso ma superati
      ancor prima di superare..
      La tua "lavatrice del cazzo" si presume che sia piu' economica di quella "in affitto".Diciamo che spendi 400.000 lire invece di 800.000. A questo devi aggiungere i il costo della corrente che consumi per ogni lavaggio.Facciamo finta che non consumi elettricita'... Con quelle 400.000 lire con la lavatrice in affitto ci faresti 206 lavaggi, fai finta di lavare un giorno si e uno no e hai fatto un anno di bucato.Siccome sei sfigato la lavatrice dopo 206 lavaggi si rompe.Se l'hai comprata probabilmente ti costa meno comprarne una nuova che farla riparare.Se l'hai affittata te la riportano nuova.Se traslochi disdici il noleggio e lo riattivi dopo il trasloco.Non vedo dove stia il problema.
Chiudi i commenti