VIA lancia una nuova micro-motherbard

La mamma dei processori C7 ha introdotto sul mercato OEM una nuova scheda madre con architettura x86 che, poco più grande di una carta di credito, è in grado di supportare le più recenti interfacce di storage e di rete
La mamma dei processori C7 ha introdotto sul mercato OEM una nuova scheda madre con architettura x86 che, poco più grande di una carta di credito, è in grado di supportare le più recenti interfacce di storage e di rete

Taipei – VIA ha introdotto nella sua linea di schede madri in formato Pico-ITX, con dimensioni di appena 10 x 7,2 centimetri, il nuovo modello P700, che aggiorna le caratteristiche dei precedenti modelli conservando un design ultra compatto per i sistemi a basso consumo energetico.

Pico-ITX VIA EPIA P700 Dotata del supporto all’interfaccia di storage SATA II ed a quella di rete Gigabit LAN, la EPIA P700 è basata sul chipset IGP VX700 e sul processore C7 a 1 GHz o, in alternativa, sulla CPU fanless Eden ULV a 500 MHz. Un adattatore integrato, in abbinamento ad un cavo SATA, elimina la necessità di un modulo di alimentazione separato, consentendo di risparmiare ulteriore spazio nei sistemi ultra compatti.

Il processore grafico integrato UniChrome Pro II fornisce accelerazione grafica 2D/3D e accelerazione video per i formati WMV9 e MPEG-2/4, mentre il codec VIA VT1708B offre otto canali audio e supporta il surround DTS.

La scheda supporta inoltre due moduli aggiuntivi, i P700-A e P700-B, che l’azienda chiama “companion board”: questi sono dedicati soprattutto a progettisti e tester, e aggiungo porte RJ45, VGA, COM, USB e jack audio.

“La Pico-ITX continua ad evolversi così come le esigenze dei clienti, cogliendo la sfida di produrre sistemi embedded ultra compatti e ricchi di funzionalità che possano essere messi sul mercato nel minor tempo possibile”, ha affermato Daniel Wu, vice president di VIA Embedded Platform Division.

Maggiori informazioni sulla scheda madre EPIA P700 sono fornite qui .

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

30 06 2008
Link copiato negli appunti