Via l'IVA dall'e-commerce

Lo chiede ADUC sulla scia di quanto già deciso negli Stati Uniti


Roma – Il commercio elettronico non decolla ma conserva un’enorme potenzialità di sviluppo economico e dunque negli Stati Uniti nei giorni scorsi il presidente Bush ha firmato una legge che abolisce fino al novembre 2003 il pagamento dell’IVA su quanto viene venduto online dalle imprese del settore.

Per questo ADUC, l’Associazione per i diritti degli utenti e consumatori, ha chiesto al Governo “perché a Natale, con la prossima Finanziaria, oltre a farci trovare sotto l’albero il calcolatore per il cambio lira/euro, sulla scia delle decisioni Usa, lancino una scommessa con la sospensione dell’Iva sugli acquisti online. Un danno per l’Erario? Può essere così per chi crede in un’economia statica e da “piani quinquennali di programmazione”, ma sicuramente non lo è per chi crede che, ad una simile “offerta”, non potrà non corrispondere un aumento quantitativo dello scambio delle merci”.

Per conoscere da vicino l’ADUC clicca qui .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti