Visa e Crédit Agricole insieme per innovazione e sostenibilità

Visa e Crédit Agricole: innovazione, sostenibilità

La partnership interessa l'acceleratore Le Village by CA Milano e il lancio di carte realizzate con in modo sostenibile per l'ambiente.
La partnership interessa l'acceleratore Le Village by CA Milano e il lancio di carte realizzate con in modo sostenibile per l'ambiente.

Stretta di mano siglata tra Visa e il Gruppo Crédit Agricole in Italia, per una collaborazione che si concretizza su più fronti. Tra questi, uno punta dritto alla sostenibilità, con l'adozione di carte di debito realizzate in PVC completamente riciclato.

Una partnership in Italia per Visa e Crédit Agricole

Inoltre, Visa diventa partner di Le Village by CA Milano, acceleratore privato di innovazione fondato dal Gruppo Crédit Agricole nel 2014. Un progetto di ampio respiro che coinvolge un ecosistema formato tra gli altri da 1.130 startup e 665 partner, impegnato anche nell'organizzazione di eventi, incontri informali e tavole rotonde. Questo il commento di Giuseppe Arciero, Head of Financial Institutions di Visa Italia.

Siamo molto orgogliosi di questa partnership con Crédit Agricole in Italia che coniuga innovazione e sostenibilità, due driver chiave della ripartenza economica per cittadini e imprese. La nostra ambizione è quella di contribuire alla digitalizzazione e alla ripresa economica del Paese mettendo a disposizione di Crédit Agricole le piattaforme tecnologiche, gli asset di comunicazione e le innovazioni più avanzate a livello internazionale per uno sviluppo sostenibile del Business. L'obiettivo comune sarà quello di connettere consumatori e piccole imprese per soddisfare la crescente domanda di pagamenti digitali semplici, sicuri e immediati.

Le Village by CA Milano

Le funzionalità digitali delle carte saranno accessibili attraverso l'applicazione mobile di Crédit Agricole, con ampie possibilità di personalizzazione riguardanti limiti di spesa, canali di utilizzo, fasce orarie e categorie merceologiche per l'esecuzione dei pagamenti, sospensione della carta o delle funzionalità contactless e altro ancora. Il software è il primo del settore a ottenere il marchio di certificazione “Privacy Ok” da Federprivacy, a testimonianza della solidità in fatto di sicurezza e compliance.

Secondo lo studio “Back to Business 2021” (PDF), il cambiamento nei comportamenti di acquisto dei consumatori europei è significativo: quasi il 65% dichiara di preferire l'utilizzo dei pagamenti contactless, mentre solo il 16% afferma che sarebbe disposto a tornare ai vecchi metodi. Emerge inoltre una forte crescita dell'e-commerce, con un +35% delle transizioni registrate in Italia rispetto all'anno precedente.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

31 07 2021
Link copiato negli appunti