Visual Studio 2005, le novità

Microsoft ha presentato le nuove versioni e le nuove politiche di licensing e abbonamento che nella seconda parte dell'anno accompagneranno Visual Studio 2005


Milano – Microsoft Italia ha presentato le nuove versioni di Visual Studio 2005 e l’aggiornato modello di licensing che, nella seconda metà dell’anno, accompagnerà sul mercato la nuova suite di strumenti per lo sviluppo di applicazioni.

Oltre alle tradizionali edizioni Professional e Standard, VS 2005 verrà venduto nella nuova versione Team System : quest’ultima integra strumenti per il design e lo sviluppo del software con tool per il controllo della qualità, i processi di previsione e la gestione dei progetti di sviluppo e dei relativi costi.

Con VS Team System, Microsoft afferma di voler raggiungere un pubblico più vasto che include, oltre a sviluppatori e team di sviluppo, anche project manager, software tester, architetti e responsabili IT: figure professionali a cui il nuovo pacchetto fornisce strumenti dedicati.

“Grazie a VS 2005 Team System, Microsoft introduce funzionalità e tecnologie in grado di supportare lo sviluppo di applicazioni attraverso tutte le fasi del ciclo di vita del software: dall’analisi alla scrittura del codice, dal test fino alla sua implementazione, oltre a facilitare la collaborazione interna ai team di sviluppo”, ha dichiarato Giada Scarafiotti, product manager Developers Tools di Microsoft Italia.

La linea di prodotti VS Team System comprende tre edizioni: per architetti, per sviluppatori e per software tester. Un’ulteriore versione, la VS Team Foundation Server , è invece specificamente indirizzata ai gruppi di lavoro delle grandi aziende.

VS 2005 verrà poi commercializzato nella versione Tools per Microsoft Office System , dedicata agli sviluppatori che realizzano soluzioni basate su Office, e nelle edizioni Express , indirizzate invece a studenti e programmatori alle prime armi.

Per quanto riguarda le licenze, Microsoft ha spiegato che la nuova linea di abbonamenti inclusi in Visual Studio 2005 consentirà agli sviluppatori di avvalersi degli stessi servizi previsti dall’attuale iscrizione a MSDN, quali aggiornamenti, licenze per test e sviluppo di prodotti server e applicativi, e tool di sviluppo. Il big di Redmond sostiene anche di aver ridotto il prezzo della versione Professional.

Tra le altre novità annunciate da Microsoft si segnalano:
– aggiornamenti gratuiti per utenti MSDN Universal attivi: gli utenti attualmente abbonati a MSDN Universal possono passare a VS 2005 Team System ricevendo un aggiornamento gratuito a uno dei prodotti role-based a scelta, per ogni licenza di sottoscrizione attiva al momento della disponibilità del prodotto. Gli utenti possono, inoltre, decidere di rinnovare la sottoscrizione attiva mantenendo il costo attuale anche per i rinnovi futuri;
– offerta promozionale in attesa di VS 2005: Microsoft promette sconti a tutti coloro che desiderano sottoscrivere o rinnovare l’abbonamento a MSDN prima del lancio di VS 2005. Acquistando oggi MSDN Universal, si può ottenere un aggiornamento gratuito a VS 2005 Team System non appena il prodotto sarà disponibile;
– piani di transizione mirati per i partner.

I prezzi in dollari degli abbonamenti a MSDN per VS 2005 sono consultabili qui .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Per la redazione
    "le versioni più avanzate di VMware consentono di mettere in pausa una macchina virtuale, trasferirla da un computer all'altro e poi riavviarla."Con vmwareESX/vmotion non occorre mettere in pausa la macchina, si riesce a trasferire un instanza da un server fisico ad un altro senza stoppare niente, l'utente che sta usando il sistema operativo in questione non si accorge di nulla, non si perde neanche un ping.
  • Anonimo scrive:
    Niente open source?
    Ma come! Hanno fatto tanti proclami con Linux, con il Software Libero!Hanno pure fatto una pubblicità usando il volto di un bambino ( che impersonava Linux ) che doveva ancora crescere ( come Linux appunto ) e poi vendono software Closed Source perchè VMWare è closed source?Ma come è possibile?Ma il sw open source non doveva essere INSINDACABILMENTE:- più sicuro del closed?- più stabile del closed?- non è ASSOLUTAMENTE gratis ( però non costa niente )?Son due le cose, o non sono veri i tre punti di cui sopra, oppure IBM, paladina del software libero, non usa VMWare.
    • teddybear scrive:
      Re: Niente open source?
      Cioe' se decido di rilasciare, e supportare un software (sistema operativo, programma o quant'altro) liberamente, non posso piu' vendere (o rivendere, in questo caso) niente altro?Mi pare alquanto assurdo...Quindi Red Hat... Fedora... uhm... qualcosa non mi quadra...
    • Anonimo scrive:
      Re: Niente open source?
      VMWare ESX (e cioè quello che mettono sui blade) è una RedHat modificata, quindi sostanzialmente è linux con un applicazione proprietaria sopra.
    • Anonimo scrive:
      Re: Niente open source?
      IBM ha lo stesso obiettivo di tutti: vendere.Quindi continuerà a calarsi nei panni della paladina del software libero quando il progetto Xen sarà in grado di virtualizzare anche sistemi operativi Microsoft (con o senza l'aiuto delle estensioni di virtualizzatione delle CPU AMD e Intel).Fino ad allora VMware fa vendere un sacco di xSeries e farà vendere un sacco di Blade.E convincerà il cliente della bontà della software partitioning, giusto in tempo per il rimpiazzo con Xen...Alessandro Perillihttp://www.virtualization.info- Scritto da: Anonimo
      Ma come! Hanno fatto tanti proclami con Linux,
      con il Software Libero!

      Hanno pure fatto una pubblicità usando il volto
      di un bambino ( che impersonava Linux ) che
      doveva ancora crescere ( come Linux appunto ) e
      poi vendono software Closed Source perchè VMWare
      è closed source?

      Ma come è possibile?

      Ma il sw open source non doveva essere
      INSINDACABILMENTE:

      - più sicuro del closed?
      - più stabile del closed?
      - non è ASSOLUTAMENTE gratis ( però non costa
      niente )?

      Son due le cose, o non sono veri i tre punti di
      cui sopra, oppure IBM, paladina del software
      libero, non usa VMWare.
  • Anonimo scrive:
    Soluzioni Free
    Se volete provare qualcosa di free e più performante di VMWare vi consiglio di mettere mano a Xen.Xen è un sistema di virtualizzazione che funziona esclusivamente su sistemi operativi open source e permette di avere tutte le funzionalità di un VMWare o UML.La differenza è che le performance delle macchine virtuali sono sensibilmente maggiori rispetto ad altri sistemi simili e, usando un host linux, è possibile fare "giochetti" molto carini, come mettere i file system "virtuali" su LVM2 anche con client OS come FreeBSD o NetBSD.
    • postmaster scrive:
      Re: Soluzioni Free
      - Scritto da: Anonimo
      Se volete provare qualcosa di free e più
      performante di VMWare vi consiglio di mettere
      mano a Xen.si lo conosco , la prossima versione sara' particolarmente interessante .. ho gia' iniziato a fare degli esperimenti su delle macchinedi test.
      Xen è un sistema di virtualizzazione che funziona
      esclusivamente su sistemi operativi open source e
      permette di avere tutte le funzionalità di un
      VMWare o UML.
      La differenza è che le performance delle macchine
      virtuali sono sensibilmente maggiori rispetto ad
      altri sistemi simili e, usando un host linux, è
      possibile fare "giochetti" molto carini, come
      mettere i file system "virtuali" su LVM2 anche
      con client OS come FreeBSD o NetBSD.
    • Anonimo scrive:
      Re: Soluzioni Free
      - Scritto da: Anonimo
      Se volete provare qualcosa di free e più
      performante di VMWare vi consiglio di mettere
      mano a Xen.Ah ah ah! Diglielo all'IBM.
      Xen è un sistema di virtualizzazione che funziona
      esclusivamente su sistemi operativi open source e
      permette di avere tutte le funzionalità di un
      VMWare o UML.Esclusivamente? Allora non è INTEROPERATIVO: Gravissimo.( e poi avete il coraggio di criticare ed inventarvi che "non è giusto" che Microsoft abbia integrato alcuni sw nel suo sistema operativo!!!! Questa è pura IPOCRISIA )
      La differenza è che le performance delle macchine
      virtuali sono sensibilmente maggiori rispetto ad
      altri sistemi simili e, usando un host linux, è
      possibile fare "giochetti" molto carini, come"giochetti" che creano un lock-in con il fornitore ( infatti nessuno sarà più capace di metterci le mani dentro ) e che nessuno ti garantisce che funzioneranno, insomma, pastrocchi.
      mettere i file system "virtuali" su LVM2 anche
      con client OS come FreeBSD o NetBSD.Ma, chi se ne importa?
    • Anonimo scrive:
      Re: Soluzioni Free
      non centra a nulla con vmware esx server
    • Anonimo scrive:
      Re: Soluzioni Free
      Forse paragonato a vmware workstation ha qualcosa da dire, ma vmware ESX (che è una redhat) è un altro discorso (nel senso di prestazioni, supporto e altro).
  • DuDe scrive:
    Un prodotto Ottimo a mio avviso
    Io uso normalmente Vmware ESX server, e devo dire che e' un prodotto ottimo per server farm o dove si richiede il deploy di macchine, nel piu' breve tempo possibile, ora con il virtual center e' una cosa spettacolare, basta avere 2 nodi abbastanza carrozzati, e puoi metterci su svariati server e spostare le macchine mentre stanno andando, da un nodo all'altro senza downtime, ovvio che e' requisito quasi indispensabile un san altrimenti funzica poco.Il mio piccolo rammarico e' che stratum non fa' i driver per vmware.Per chi non lo sapesse stratum produce hardware X86 completamente ridondato, ma purtroppo non supporta vmware
    • postmaster scrive:
      Re: Un prodotto Ottimo a mio avviso
      Ciao , stavo valutando anche io soluzioni di questo tipo , io ho un blade con 5 lame inserite .. mi piacerebbe scambiare qualche info in privato con te .. Grazie.
      • DuDe scrive:
        Re: Un prodotto Ottimo a mio avviso
        Ciao postmaster puoi scrivermi a dude68 at tiscali.it e saro' ben felice di condividere le mie esperienze
        • Sladek scrive:
          Re: Un prodotto Ottimo a mio avviso
          acc. allora io che continuo ad usare il bic tri-lame usa e getta, prima o poi dovro' aggiornarmi. Una cosa non mi spiego. Se da una parte hanno inserito la pila ed un micro vibratore, nel manico del Gillette M3 Power, il processore dove lo si mette ?:DDDD
Chiudi i commenti