Vodafone, più UMTS e più ricavi

L'operatore chiude il secondo trimestre dell'anno registrando crescite incoraggianti nei servizi di terza generazione

Milano – Vento in poppa per Vodafone , visti i dati dichiarati per il secondo trimestre 2006, in cui l’operatore evidenzia una crescita legata alla tecnologia di terza generazione, sia sotto il profilo del numero di utenti che su quello dei ricavi.

Al 30 giugno 2006 Vodafone dichiara infatti di aver toccato i 24.146.000 clienti (90mila in più del 31 marzo 2006). Telefoni cellulari e connect card UMTS hanno raggiunto quota 3.196.000 (+241% rispetto a un anno fa). 5.650.000 i clienti registrati per Vodafone live!

I ricavi da servizi hanno registrato una crescita “organica” pari al 2,3% rispetto a giugno 2005. Per crescita organica si intende un risultato calcolato escludendo l’effetto della riduzione delle tariffe di terminazione imposto dall’Agcom. Considerando invece la riduzione delle tariffe, avvenuta a partire dall’1 settembre 2005, i ricavi da servizi decrescono nominalmente del 3,4%.

I Servizi Dati e Multimediali, continua Vodafone, sono cresciuti complessivamente dell’11% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente, incidendo sul trimestre per il 17,3%. L’ARPU (ricavo medio per utente) di Vodafone nel trimestre è stato pari a 27,6 euro, (+ 4,5% rispetto al periodo gennaio – marzo).

D.B.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • kaos scrive:
    Manna per ingegneri sociali provetti
    Info per malintenzionati:"...il capo era con l'amante..." "...hanno installato il nuovo software.." "...aspettiamo la nuova fornitura di.."Colpi da malintenzionati:"Tizio è un incompetente, sapete cosa ha fatto oggi?" "...con lui ho collaborato l'anno scorso, raggira i propri clienti..." "il nuovo prodotto Niveax è una bufala"Pubblicità subdola:"ehi, volevo dire a tutti che oggi ho provato la nuova Fanta, è pazzesca" "mi stanno proprio bene i nuovi jeans della levi's, sembro avere 3 kg di meno" "al supermercato in via Carducci ci sono gli sconti!"Questi sono esempi di come saranno contaminati gran parte dei blog nei prossimi anni.Mentre quelli personali tenderanno sempre più ad esser privati, e quelli informativi sempre più di parte.Come per tutte le cose del web, prima si sperimenta, poi si lancia il fumo negli occhi e, solo quand'è già tardi per molti, si pensa a informare ed educare l'utente affinchè non faccia un uso cattivo/errato del mezzo.
  • Anonimo scrive:
    anche io ho un blog :)
    www.jeann2.com/blognon so se' "fair" mettere questo link e se verra' rimosso, io ci provo, fatto sta che il mio blog non lo legge nessuno :)ma trovo terapeutica l'idea di scrivere in uno spazio cyber, che per definizione e' potenzialmente accessibile da altri, anche se altri non vi accedono,e' comq una comunicazione potenziale
  • Anonimo scrive:
    La parola Blog
    Quando sento la parola Blog metto mano alla pistola... :D
  • Anonimo scrive:
    Giornalisti e Blogger
    I Giornalisti non dovrebbero aver "paura" dei blogger, in fondo sono due mondi distinti, ognuno con i suoi pro e i suoi contro.L'avevo pure scritto giorni fa quando venne fuori la questione proprio qui su Punto Informatico, dove si diceva che la Blogosfera era tanto gossip e poco giornalismo...http://kennybakabloggo.splinder.com/post/8740581
  • Anonimo scrive:
    RSS
    Non vedo l'ora di iscrivermi a tutti gli RSS feed di casalinghe annoiate!!! :D Quanta sofferenza... :p
  • Anonimo scrive:
    - info ufficiali + info reali
    Più blog leggo e più scopro che sta emergendo anche un mondo reale, meno manipolato dalla comunicazione ufficiale, spesso al servizio della politica, delle aziende, dei poteri forti in generale.Prima dell'avvento di internet e dei blog, ci bevevamo molte più informazioni ufficiali, senza venire a conoscenza delle altre campane.Questo è un terremoto pazzesco per chi cerca di muovere le masse detenendo il potere dell'informazione.Faccio un esempio che calza con la natura di Punto Informatico. Pensate quante aziende informatiche ci martellano con "la nostra tecnologia è buona quella del mio concorrente è obsoleta" e poi noi giù come beoti a trolleggire sui forum e a dargli una sponda.Poi si trovano dei blog dove si parla di problemi concreti dell'informatica e ci si rende conto che tutta questa fuffa è solo marketing per vendere.Insomma ad avere i giorni contati non è solo l'informazione, ma anche la pubblicità.Questa si che è una rivoluzione.
    • Anonimo scrive:
      Re: - info ufficiali + info reali
      - Scritto da:

      Più blog leggo e più scopro che sta emergendo
      anche un mondo reale, meno manipolato dalla
      comunicazione ufficiale, spesso al servizio della
      politica, delle aziende, dei poteri forti in
      generale.

      Prima dell'avvento di internet e dei blog, ci
      bevevamo molte più informazioni ufficiali, senza
      venire a conoscenza delle altre
      campane.guarda che prima dei blog c'erano i siti personali, i forum, IRC, le BBS, Fidonet (e stiamo andando a 20-30 anni fa), dove la gente faceva esattamente i "blog" solo che non si chiamavano "blog", ma lo volete capire??
      Questa si che è una rivoluzione.scusa ma quando hai fatto l'abbonamento a internet? 2 giorni fa?? sveglia!
      • Anonimo scrive:
        Re: - info ufficiali + info reali

        guarda che prima dei blog c'erano i siti
        personali, i forum, IRC, le BBS, Fidonet (e
        stiamo andando a 20-30 anni fa), dove la gente
        faceva esattamente i "blog" solo che non si
        chiamavano "blog", ma lo volete
        capire??

        scusa ma quando hai fatto l'abbonamento a
        internet? 2 giorni fa?? sveglia!
        Il primo modem che ho avuto era a 300 baud (allora si diceva ancora così) per il Commodore 64 e ovviamente mi collegavo alle BBS.Qui non stiamo parlando di tecnologia, per leggere dei testi poteva andare bene pure quella, bastava avere soldi per collegarsi e molta pazienza...Qui stiamo parlando di comununicazione interpersonale.Più Internet si diffonde, più ci sono strumenti semplici per comunicare, più le idee circolano e si diffondono, tutto qui.Ormai anche i nonni si connettono a Internet con un tasto e leggono e scrivono sui blog.Non so quanti nonni 20 anni fa fossero in grado di fare la stessa cosa :)
    • Anonimo scrive:
      Re: - info ufficiali + info reali
      - Scritto da:

      Più blog leggo e più scopro che sta emergendo
      anche un mondo reale, meno manipolato dalla
      comunicazione ufficiale, spesso al servizio della
      politica, delle aziende, dei poteri forti in
      generale.

      Prima dell'avvento di internet e dei blog, ci
      bevevamo molte più informazioni ufficiali, senza
      venire a conoscenza delle altre
      campane.questo è vero ma è anche vero che non esiste informazione ufficiale nel senso di veritiera in modo assoluto e inconfutabileogni testata/tv giornalistica da' le notizie a suo modo di vedere le cose, più o meno come fanno Mantellini e gli altri bloggers

      Questo è un terremoto pazzesco per chi cerca di
      muovere le masse detenendo il potere
      dell'informazione.

      Faccio un esempio che calza con la natura di
      Punto Informatico.

      Pensate quante aziende informatiche ci martellano
      con "la nostra tecnologia è buona quella del mio
      concorrente è obsoleta" e poi noi giù come beoti
      a trolleggire sui forum e a dargli una
      sponda.
      Poi si trovano dei blog dove si parla di problemi
      concreti dell'informatica e ci si rende conto che
      tutta questa fuffa è solo marketing per
      vendere.

      Insomma ad avere i giorni contati non è solo
      l'informazione, ma anche la
      pubblicità.

      Questa si che è una rivoluzione.
      si, la rivoluzione degli sciocchi illuminati
      • Anonimo scrive:
        Re: - info ufficiali + info reali




        Insomma ad avere i giorni contati non è solo

        l'informazione, ma anche la

        pubblicità.



        Questa si che è una rivoluzione.



        si, la rivoluzione degli sciocchi illuminatiIl fatto che a qualcuno roda mi fa pensare che ho visto giusto :)
  • Anonimo scrive:
    non capisco tutta sta cosa dei blog
    infatti non capisco che ci sia da celebrare con tutta questa pantomima, ogni tanto esce fuori un articolo sui blog, ma scusate... allora tutte le home page personali che c'erano prima dell'era dei blog? quelle non erano niente? io avevo il mio sito personale nel 1996! fatto pagando l'accesso analogico a 14.4 ben 350 mila lire all'anno! (+ scatti) E avevo 2 mega di spazio su un server locale del ca//o che reggeva un giorno si e uno no! E ci mettevo i miei interessi e tutto quanto... era anche visitato... ora è uscito fuori che tutti possono mettere quel che gli pare on line e tutte ste ca//ate, ma da quando!? Si può fare da sempre!!! Anzi la cosa negativa è che ora pure le sciacquette stile "sex and the city" possono sfogare le loro frustrazioni da grande fratello in rete.
    • Anonimo scrive:
      Re: non capisco tutta sta cosa dei blog
      - Scritto da:
      Anzi la cosa
      negativa è che ora pure le sciacquette stile "sex
      and the city" possono sfogare le loro
      frustrazioni da grande fratello in
      rete.Questione di punti di vista. Io starei delle ore ad ascoltarle mentre discutono di sesso orale, esperienze lesbiche e via discorrendo.
    • Anonimo scrive:
      Re: non capisco tutta sta cosa dei blog
      - Scritto da:
      infatti non capisco che ci sia da celebrare con
      tutta questa pantomimaE' semplice adesso rispetto a prima il fenomeno viene descritto da Mantellini sul grande palco di PI, vuoi mettere che gran figata?
    • Anonimo scrive:
      Re: non capisco tutta sta cosa dei blog
      - Scritto da:
      infatti non capisco che ci sia da celebrare con
      tutta questa pantomima, ogni tanto esce fuori un
      articolo sui blog, ma scusate... allora tutte le
      home page personali che c'erano prima dell'era
      dei blog? quelle non erano niente? io avevo il
      mio sito personale nel 1996! fatto pagando
      l'accesso analogico a 14.4 ben 350 mila lire
      all'anno! (+ scatti) E avevo 2 mega di spazio su
      un server locale del ca//o che reggeva un giorno
      si e uno no! E ci mettevo i miei interessi e
      tutto quanto... era anche visitato... ora è
      uscito fuori che tutti possono mettere quel che
      gli pare on line e tutte ste ca//ate, ma da
      quando!? Si può fare da sempre!!! Anzi la cosa
      negativa è che ora pure le sciacquette stile "sex
      and the city" possono sfogare le loro
      frustrazioni da grande fratello in
      rete.Beh da celebrare può essere il fatto che non costa 350mila lire l'anno più scatti, non hai 2MB e non cade. Di conseguenza è alla portata di più persone che hanno intenzione di comunicare in questo modo e non sono più scoraggiate da prezzi o difficoltà d'uso.
      • Anonimo scrive:
        Re: non capisco tutta sta cosa dei blog
        - Scritto da:
        - Scritto da:

        infatti non capisco che ci sia da celebrare con

        tutta questa pantomima, ogni tanto esce fuori un

        articolo sui blog, ma scusate... allora tutte le

        home page personali che c'erano prima dell'era

        dei blog? quelle non erano niente? io avevo il

        mio sito personale nel 1996! fatto pagando

        l'accesso analogico a 14.4 ben 350 mila lire

        all'anno! (+ scatti) E avevo 2 mega di spazio su

        un server locale del ca//o che reggeva un giorno

        si e uno no! E ci mettevo i miei interessi e

        tutto quanto... era anche visitato... ora è

        uscito fuori che tutti possono mettere quel che

        gli pare on line e tutte ste ca//ate, ma da

        quando!? Si può fare da sempre!!! Anzi la cosa

        negativa è che ora pure le sciacquette stile
        "sex

        and the city" possono sfogare le loro

        frustrazioni da grande fratello in

        rete.

        Beh da celebrare può essere il fatto che non
        costa 350mila lire l'anno più scatti, non hai 2MB
        e non cade. Di conseguenza è alla portata di più
        persone che hanno intenzione di comunicare in
        questo modo e non sono più scoraggiate da prezzi
        o difficoltà
        d'uso.beh, era per dire che non c'è nulla di nuovo sotto al sole, già poco dopo il 96 già c'erano le connessioni flat e portali come geocities e xoom dove qualsiasi persona poteva fare il proprio sito, anche con vari wizard automatici
  • Anonimo scrive:
    Adoratori di blogger
    Com'e' meraviglioso il blog e il bloggatore. E' una risorsa della societa', e' la vera voce dell'umanita'.Noi piangiamo sempre quando incontriamo un blogger, lui e' vita speranza e verita'.
  • Anonimo scrive:
    Il blogging è al 90% questo
    http://blog.libero.it/bigbabol/commenti.php?msgid=1405912
    • longinous scrive:
      Re: Il blogging è al 90% questo
      - Scritto da:
      http://blog.libero.it/bigbabol/commenti.php?msgid=Well... It's the net, baby!E' questo il bello: ognuno può mettere in rete tutto quello che gli passa per la testa!Pure io ho un blog, non lo definirei certo un'opera letteraria o un centro nevralgico di informazioni, chi vuole passa e se ha qualcosa da dirmi mi lascia un commento... fine.Non ho pretese (voglio la fama di eriadaaaaaannnnnnnnnn!!!!!!!!!!) hemmm, ma mi piace mandare i miei pensieri sciolti sulla rete delle reti...narcisista? forse.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il blogging è al 90% questo
        - Scritto da: longinous

        - Scritto da:


        http://blog.libero.it/bigbabol/commenti.php?msgid=
        Well... It's the net, baby!

        E' questo il bello: ognuno può mettere in rete
        tutto quello che gli passa per la
        testa!
        Pure io ho un blog, non lo definirei certo
        un'opera letteraria o un centro nevralgico di
        informazioni, chi vuole passa e se ha qualcosa da
        dirmi mi lascia un commento...
        fine.
        Non ho pretese (voglio la fama di
        eriadaaaaaannnnnnnnnn!!!!!!!!!!) hemmm, ma mi
        piace mandare i miei pensieri sciolti sulla rete
        delle
        reti...
        narcisista? sicuramente
    • Anonimo scrive:
      Re: Il blogging è al 90% questo
      maronn... :| poi ci credo che la società sta andando a pu77ane :
      • Anonimo scrive:
        Re: Il blogging è al 90% questo
        I blog non sono tutti cosi'... ce ne sono di vari generi.Tutto dipende da cosa leggi.Un blog puo' essere un diario personale, ma puo' anche essere un'utile fonte d'informazione, un posto dedicato all'intrattenimento, etc...I blog secondo me sono come i siti "normali" in rete, ce ne sono alcuni che possono piacerci e altri che non ci piacciono (per vari motivi, non importa quali).
    • Anonimo scrive:
      Re: Il blogging è al 90% questo
      Cioè ironico, spiritoso e non troppo impegnato?
      • Anonimo scrive:
        Re: Il blogging è al 90% questo
        - Scritto da:
        Cioè ironico, spiritoso e non troppo impegnato?No, fondamentalmente idiota.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il blogging è al 90% questo
        - Scritto da:
        Cioè ironico, spiritoso e non troppo impegnato?figli di m4r14 d3 f1l1pp1
  • Anonimo scrive:
    L'oste e il suo vino
    Vedi oggetto: chi vuol capire, capisce.
Chiudi i commenti