WebTheatre/ YouTube Rewind, pubblicità per la pubblicità

di G. Niola - Il tradizionale condensato dell'anno di YouTube dice molto di come la piattaforma si voglia presentare agli inserzionisti. Un mondo patinato e codificato che vorrebbe cacciare sotto il tappeto ciò che non è presentabile

Roma – A partire dal 2010 ogni anno, verso la fine dell’anno, YouTube rilascia il suo YouTube Rewind, video realizzato dalla stessa società per mettere insieme star, meme, canzoni e quanto abbia segnato in termini di visualizzazioni il grande aggregatore nel corso dell’anno. Inizialmente era solamente un montaggio, con il tempo si è fatto più elaborato e adesso regolarmente è un video girato ex novo per il quale vengono convocate star, personaggi televisivi e cantanti e per il quale sono allestite elaborate scenografie che in una maniera o nell’altra richiamino i video più importanti.


La versione 2015 è stata postata il 9 Dicembre ed ha raggiunto 52 milioni di visualizzazioni, parlando di video che si aggirano intorno alla manciata di milioni in media (a dimostrazione di quanto funzioni l’idea). Mentre Google fa il suo zeitgeist (la classifica delle parole più cercate), YouTube con tutto altro atteggiamento elabora quindi Rewind.
I cambiamenti nei diversi video Rewind dal 2010 ad oggi ci suggeriscono però anche quanto sia cambiato YouTube, specie nell’immagine che vuole dare di sé.

Ad oggi i video che totalizzano numeri impressionanti non sono più pochi e non sono più solo video virali. In Rewind non ci sono insomma quasi più gli sconosciuti diventati noti per una performance clamorosa come capitava prima (basta vedere il primo del 2010) ma, come è precisa strategia del Tubo, ci sono tutti i grandi nomi e progetti. Grandi nomi che ad oggi sono sia youtuber di chiara fama (in America, da noi molto meno), che personaggi televisivi come Jamie Oliver (che online fanno una buona parte delle loro visualizzazioni e che partecipano al Partner Program del Tubo) o grandi progetti come Kung fury .

I video Rewind si fanno più professionali ed elaborati, le partecipazioni a questi video si fanno più professionali ed elevate, perché YouTube si fa più professionale. O almeno così intende dare a vedere. La verità è sempre molto più difficile da sapere ma intuitivamente è evidente che aumentando l’utenza aumentano vertiginosamente anche i contenuti pessimi, caricati male e a casaccio, l’UGC peggiore. Tuttavia le strategie di diversione dell’attenzione di Google si fanno sempre più precise tanto che adesso video musicali, clip televisive autorizzate e youtuber riescono a prendere il grosso delle view .

La retrospettiva del 2015 presenta solo una bambina sconosciuta, quella del video su Aretha Franklin (22 milioni di visualizzazioni), il resto delle star sono i nomi più pesanti del Tubo americano e mondiale (non manca PewDiePie). È forse la fotografia più che di cosa sia oggi YouTube, della maniera in cui intende vendere se stesso agli investitori e di dove intenda andare, quel mondo di musica (il sottofondo del video è costituito dalle canzoni i cui video hanno fatto più view ), colori, droni, sorrisi e fotografia modaiola è esattamente “l’estetica YouTube”.

È forse il primo caso in cui un’emittente vende agli inserzionisti pubblicitari un mondo che è già esso stesso fatto a forma di pubblicità. Di certo è chiaro che nonostante la fatica della piattaforma per promuovere questa parte del proprio catalogo, rimane il fatto che tutto il sommerso, tutto ciò che non è presentabile e non verrebbe mai usato come “copertina”, costituisce la parte più interessante del video online, quella più eversiva e innovativa, più rivoluzionaria e anticonformista.

YOUTUBE REWIND 2015

Gabriele Niola
Il blog di G.N.

I precedenti scenari di G.N. sono disponibili a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • angelo scrive:
    Mah...
    ...mi pare più un articolo scritto per dimostrare il verificarsi della profezia, che per commentare in modo obiettivo il film.Personalmente l'ho trovato, nel complesso, gradevole, decisamente sopra lo squallido "Episodio I", seppur con qualche buco nella trama... ma dopotutto siamo al primo film di una nuova trilogia, che verrà affiancata da altrettanti spinoff: mi pare ovvio che non sia stato svelato tutto, così come mi pare ovvio che facesse un po' da riepilogo per chi Star Wars non l'ha mai visto.Mi pare anche ovvio che tutto sia nato per dare il via ad una grande operazione commerciale: nessuno produce film con quel costo se c'è il dubbio di andare in perdita. Ripeto, ci sono sicuramente dei buchi e delle cose assurde, così come ce ne sono in tutti i film di questo tipo: fa parte del gioco, della componente fantasiosa di questa "favola" fantascientifica... o forse Calamari vuole convincerci che gli Ewoks erano credibili solo perché immaginati da Lucas nella prima trilogia? suvvia...
  • Shiba scrive:
    Ho aspettato fino a ieri sera
    sia per essere sicuro che in sala non saremo stati più di 4-5, sia perché il continuo bombardamento mediatico me l'aveva fatto venire a nausea. Questo film è riuscito a deludere aspettative che neppure avevo. Belli gli effetti speciali e ca*ate varie, ma la storia non suscita curiosità (come dice Cassandra, è la stessa precisa della prima trilogia) né empatia per i personaggi (a qualcuno è fregato qualcosa dei piloti degli X-wing durante la scena dell'attacco?).È stata una delle cose peggiori che abbia visto negli ultimi anni, fossi andato a vedere Il Piccolo Principe probabilmente sarei uscito molto più soddisfatto.
    • Passante scrive:
      Re: Ho aspettato fino a ieri sera
      - Scritto da: Shiba
      È stata una delle cose peggiori che abbia
      visto negli ultimi anni, fossi andato a vedere Il
      Piccolo Principe probabilmente sarei uscito molto
      più soddisfatto.Fatti una risata:Premessa....https://leortola.wordpress.com/2013/06/14/star-trek-lira-di-into-darkness-la-recensione/Recensione:https://leortola.wordpress.com/2015/12/25/star-wars-vii-mi-risveglio-a-forza/
  • ratte scrive:
    Imbarazzante
    Il film è di una inconsistenza imbarazzante. Non vedevo una sceneggiatura così pessima da anni... tollerabile in una produzione domestica su YouTube, ma non tollerabile se ad opera di un professionista... mi aspettavo una scritta tipo "stavamo scherzando".-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 gennaio 2016 09.56-----------------------------------------------------------
    • Gamer scrive:
      Re: Imbarazzante
      - Scritto da: ratte
      Il film è di una inconsistenza imbarazzante. Non
      vedevo una sceneggiatura così pessima da anni...
      tollerabile in una produzione domestica su
      YouTube, ma non tollerabile se ad opera di un
      professionista... mi aspettavo una scritta tipo
      "stavamo
      scherzando".Leggiti la recensione di Leo Ortolani: prima quella di star trek e dopo quella di star wars.
  • mprevi scrive:
    relax
    Ciao Ragazzi,solo un consiglio, rilassatevi, andate al cinema a vedere un film di fantascienza, non è Visconti. Fuori dalla sala i bambini duellavano con immaginarie spade laser...Ciao e auguri,M.
  • Basilisco di Roko scrive:
    La colpa è anche degli utenti di PI
    Per anni sono andati avanti dicendo "chiudiamo le videoteche", "perché dobbiamo pagare per i film di 20 anni fa?", "i produttori incassano miliardi con i cinema, non hanno diritto di chiedere altri soldi" e così via... difendendo la pirateria, e contribuendo piano piano alla distruzione del mercato home video.Ormai il mercato dei dvd e dei blu-ray è praticamente morto, Blockbuster è fallito, lo storico Videotecheforum non esiste più (questo è tutto ciò che ne resta: http://www.homevideoforum.it/viewforum.php?f=6 ... e contiene praticamente solo annunci di svendite per chiusure).Come previsto dagli "esperti" di Punto Informatico, le case cinematografiche sono sopravvissute, ed hanno puntato solo più sul cinema: risultato? Non fanno più i film pensati per durare nel tempo, ma solo per incassare il più possibile subito, quando il film è ancora nelle sale; quindi, effetti speciali a manetta, e nessuno sforzo per fare una trama che regga: una bella storia (come quella della trilogia originale) resta valida anche dopo 20, 30 o 40 anni, ed un tempo si poteva pensare in questi termini (chi realizzava un film destinato a durare nel tempo poteva avere, a distanza di anni, guadagni enormi), ma oggi non ha più senso: tra pochi mesi tutti gli interessati saranno in grado di vederlo gratis sui siti pirata, quindi i potenziali guadagni saranno nulli o quasi. Oggi qualcuno sarebbe disposto a pagare per una copia di Avatar? Eppure è di solo 6 anni fa, ed a suo tempo era stato un sucXXXXXne, ma ora non rende più nulla.Ecco quindi il motivo per puntare alla gratificazione immediata, con opere effimere, la cui spettacolarità non avrà più nulla di interessante tra pochi anni, superata da altri film, sempre con effetti speciali in CG, ma renderizzati con computer più potenti e con più pixel sullo schermo.Le videoteche, ed il mercato dei film che è stato distrutto, servivano a contrastare una cosa del genere; ma qui, per anni, gli utenti hanno detto chiaramente che preferivano avere i film a pagamento solo al cinema, e poi scaricarseli gratis: questo è il risultato. Del resto, con il modello precedente uscivano uno o due film memorabili, e cento film che dopo pochi mesi venivano dimenticati, quindi tutto sommato forse non è una grossa perdita. Dico solo che abbiamo contribuito tutti noi a mandare il cinema in questa direzione, e dobbiamo accettare le conseguenze della nostra scelta.
    • Piratante scrive:
      Re: La colpa è anche degli utenti di PI
      - Scritto da: Basilisco di Roko
      Per anni sono andati avanti dicendo "chiudiamo le
      videoteche", "perché dobbiamo pagare per i film
      di 20 anni fa?", "i produttori incassano miliardi
      con i cinema, non hanno diritto di chiedere altri
      soldi" e così via... difendendo la pirateria, e
      contribuendo piano piano alla distruzione del
      mercato home
      video.

      Ormai il mercato dei dvd e dei blu-ray è
      praticamente morto, Blockbuster è fallito, lo
      storico Videotecheforum non esiste più (questo è
      tutto ciò che ne resta:
      http://www.homevideoforum.it/viewforum.php?f=6
      ... e contiene praticamente solo annunci di
      svendite per
      chiusure).

      Come previsto dagli "esperti" di Punto
      Informatico, le case cinematografiche sono
      sopravvissute, ed hanno puntato solo più sul
      cinema: risultato? Non fanno più i film pensati
      per durare nel tempo, ma solo per incassare il
      più possibile subito, quando il film è ancora
      nelle sale; quindi, effetti speciali a manetta, e
      nessuno sforzo per fare una trama che regga: una
      bella storia (come quella della trilogia
      originale) resta valida anche dopo 20, 30 o 40
      anni, ed un tempo si poteva pensare in questi
      termini (chi realizzava un film destinato a
      durare nel tempo poteva avere, a distanza di
      anni, guadagni enormi), ma oggi non ha più senso:
      tra pochi mesi tutti gli interessati saranno in
      grado di vederlo gratis sui siti pirata, quindi i
      potenziali guadagni saranno nulli o quasi. Oggi
      qualcuno sarebbe disposto a pagare per una copia
      di Avatar? Eppure è di solo 6 anni fa, ed a suo
      tempo era stato un sucXXXXXne, ma ora non rende
      più
      nulla.

      Ecco quindi il motivo per puntare alla
      gratificazione immediata, con opere effimere, la
      cui spettacolarità non avrà più nulla di
      interessante tra pochi anni, superata da altri
      film, sempre con effetti speciali in CG, ma
      renderizzati con computer più potenti e con più
      pixel sullo
      schermo.

      Le videoteche, ed il mercato dei film che è stato
      distrutto, servivano a contrastare una cosa del
      genere; ma qui, per anni, gli utenti hanno detto
      chiaramente che preferivano avere i film a
      pagamento solo al cinema, e poi scaricarseli
      gratis: questo è il risultato.


      Del resto, con il modello precedente uscivano uno
      o due film memorabili, e cento film che dopo
      pochi mesi venivano dimenticati, quindi tutto
      sommato forse non è una grossa perdita. Dico solo
      che abbiamo contribuito tutti noi a mandare il
      cinema in questa direzione, e dobbiamo accettare
      le conseguenze della nostra
      scelta.E che problema sarebbe ? Se non vale più la pena di andarli a vedere al cinema non si va e si scaricano pure quelli.
      • Basilisco di Roko scrive:
        Re: La colpa è anche degli utenti di PI
        Infatti non ho mai detto che fosse un problema: ho solo detto che è la conseguenza inevitabile di un certo tipo di atteggiamento degli utenti, che questo forum ha contribuito a promuovere.
        • nom&cog scrive:
          Re: La colpa è anche degli utenti di PI
          - Scritto da: Basilisco di Roko
          Infatti non ho mai detto che fosse un problema:
          ho solo detto che è la conseguenza inevitabile di
          un certo tipo di atteggiamento degli utenti, che
          questo forum ha contribuito a promuovere.Ottimo ! Grazie della conferma: quindi un altro passo verso un mondo senza intermediari e parassiti è stato fatto; tutto va avanti secondo il piano, ora elimineremo anche questi parassiti che tentano di propinare film low brain dacci tempo.
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: La colpa è anche degli utenti di PI

            Ottimo ! Grazie della conferma: quindi un altro
            passo verso un mondo senza intermediari e
            parassiti è stato fatto; tutto va avanti secondo
            il piano, ora elimineremo anche questi parassiti
            che tentano di propinare film low brain dacci
            tempo.In questo modo elimini anche la produzione di film, però. Sei sicuro di volerlo fare?
          • nom&cog scrive:
            Re: La colpa è anche degli utenti di PI
            - Scritto da: Basilisco di Roko

            Ottimo ! Grazie della conferma: quindi

            un altro passo verso un mondo senza

            intermediari e parassiti è stato fatto;

            tutto va avanti secondo il piano, ora

            elimineremo anche questi parassiti che

            tentano di propinare film low brain dacci

            tempo.
            In questo modo elimini anche la produzione di
            film, però. Sei sicuro di volerlo fare ?Elimino solo questi supercostosi panettoni tutto effetti speciali e CGI, per girare capolavori serve solo una buona trama, torneremo ad avere ottime trame di film finanziati su kickstarter.Distruggere l'offerna è necessario per eliminare chi finanzia la pubblicizzazione di questo spettacoli vuoti.
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: La colpa è anche degli utenti di PI

            Elimino solo questi supercostosi panettoni tutto
            effetti speciali e CGI,Che praticamente sono gli unici film che vengono ancora prodotti, se vai a vedere.
            per girare capolavori
            serve solo una buona trama,Perfettamente d'accordo... ma quanti film con una buona trama hai visto, di recente?
            torneremo ad avere
            ottime trame di film finanziati su
            kickstarter.Puoi citarne qualcuno? Per ora non se ne vedono molti...
            Distruggere l'offerna è necessario per eliminare
            chi finanzia la pubblicizzazione di questo
            spettacoli
            vuoti.Distruggere non basta, sarebbe meglio avere anche qualcosa da proporre in alternativa.
          • nom&cog scrive:
            Re: La colpa è anche degli utenti di PI
            - Scritto da: Basilisco di Roko

            Elimino solo questi supercostosi

            panettoni tutto effetti speciali e CGI,
            Che praticamente sono gli unici film che
            vengono ancora prodotti, se vai a vedere.Appunto, basta non andarli a vedere e si elimineranno anche questi.

            per girare capolavori

            serve solo una buona trama,
            Perfettamente d'accordo... ma quanti film
            con una buona trama hai visto, di recente?Alcuni, basta non andare a vedere quelli senza, se proprio si ha voglia di un pò di wrumm wrumm bang bang si scarica.

            torneremo ad avere ottime trame

            di film finanziati su kickstarter.
            Puoi citarne qualcuno? Per ora non se ne vedono
            molti...Hai notato vero che sto parlando al futuro ? Hai problemi con i verbi ?

            Distruggere l'offerna è necessario

            per eliminare chi finanzia la

            pubblicizzazione di questo

            spettacoli vuoti.
            Distruggere non basta, sarebbe meglio avere
            anche qualcosa da proporre in alternativa.L'ho fatto sopra non hai letto ?
          • ora torno scrive:
            Re: La colpa è anche degli utenti di PI
            il cinema è profondamente ingiusto:i film brum-brum/bang-bang sono più fighi da vedere al cinemai film con una trama e senza troppi effetti speciali vederli a casa o al cinema è quasi lo stesso (quasi perche lo schermo grande, le poltrone comode, il non avere interruzioni ecc.) poi li vedi in streaming legate/illegale, li acquisti/li scarichipenso sia questo il motivo principale che ha causato l'attuale produzione cinematografica
          • Gamer scrive:
            Re: La colpa è anche degli utenti di PI
            - Scritto da: ora torno
            il cinema è profondamente ingiusto:
            i film brum-brum/bang-bang sono più fighi
            da vedere al cinemaUn paio di volte, poi smetti nè al cinema nè a casa.
            i film con una trama e senza troppi effetti
            speciali vederli a casa o al cinema è quasi lo
            stesso (quasi perche lo schermo grande, le
            poltrone comode, il non avere interruzioni ecc.)
            poi li vedi in streaming legate/illegale, li
            acquisti/li scarichiEcco erchè ho citato kickstarter: le persone non sono affatto contrarie a finanziare chi offra loro qualcosa di interessante.
            penso sia questo il motivo principale che ha
            causato l'attuale produzione cinematograficaL'attuale produzione cinematografica è appiattita dalla tendena USA di rendere i propri cittadini di QI bassi che tentano di propinare anche a noi. Poichè anche se non te ne rendi conto continui a parlare di produzioni prettamente americane mentre c'è un mondo là fuori.
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: La colpa è anche degli utenti di PI

            L'attuale produzione cinematografica è appiattita
            dalla tendena USA di rendere i propri cittadini
            di QI bassi che tentano di propinare anche a noi.
            Poichè anche se non te ne rendi conto continui a
            parlare di produzioni prettamente americane
            mentre c'è un mondo là
            fuori.È proprio perché "c'è un mondo là fuori" che appiattiscono i film: vogliono fare in modo che risulti comprensibile a tutto il mondo, anche a chi proviene da una cultura diversa. Un film legal-thriller, ad esempio, fondato su un dialogo intelligente, e sull'abilità e la competenza di un personaggio, può essere molto apprezzato in america (se parla del sistema di giustizia americano, gli spettatori lo conoscono abbastanza da apprezzare le astuzie del protagonista), ma sarebbe del tutto incomprensibile in Cina o in Giappone, dove c'è una legge ed un sistema giudiziario completamente diverso. Mentre un film catastrofico, ad esempio, spaventa allo stesso modo americani, cinesi, europei, arabi, indiani e chi vuoi (di fronte ad un edificio che crolla tu cerchi di metterti in salvo, non importa quale è la tua cultura)
          • Gamer scrive:
            Re: La colpa è anche degli utenti di PI
            - Scritto da: Basilisco di Roko

            L'attuale produzione cinematografica

            è appiattita dalla tendena USA di rendere

            i propri cittadini di QI bassi che

            tentano di propinare anche a noi.

            Poichè anche se non te ne rendi conto

            continui a parlare di produzioni

            prettamente americane mentre c'è un mondo

            là fuori.
            È proprio perché "c'è un mondo là fuori" che
            appiattiscono i film:Solo gli americani fanno questa cosa.
            vogliono fare in modo che risulti
            comprensibile a tutto il mondo,Poveri americani, peccato che ci riescano in modo estremamente limitato nonostante le loro belle ideone: se il protagionista ha meno di 50 anni e non ci sono balletti ogni 3 x 2 in india non vendi, se non fai sghe mentali di certi tipi in cina non vendi, giusto qua in europa si piglia tutto ma anche qua calano.
            anche a chi proviene da una cultura diversa.
            Un film legal-thriller, ad esempio, fondato
            su un dialogo intelligente, e sull'abilità
            e la competenza di un personaggio, In india non lo venderai MAI, il che è un peccato perchè è un mercato gigantesco in cui praticamente nessuno riesce a fare breccia.
            può essere molto apprezzato in america
            (se parla del sistema di giustizia
            americano, BASTA BASTA BASTA con l'america, si vede quanto ti hanno cotto il cervello lo sai ? Parli come un DartFener di plastica con i pulsantini e le frasi pre fatte forse non te ne rendi conto.
            gli spettatori lo conoscono abbastanza
            da apprezzare le astuzie del protagonista),
            ma sarebbe del tutto incomprensibile in Cina
            o in Giappone, dove c'è una legge ed un sistema
            giudiziario completamente diverso.Dipende da quanto la smeni sul sistema legale, più che altro è il rapporto di armi presenti in USA a renderlo incompatibile con il giappone.
            Mentre un film catastrofico, ad esempio,
            spaventa allo stesso modo americani, cinesi,
            europei, arabi, indiani e chi vuoi
            (di fronte ad un edificio che crolla tu
            cerchi di metterti in salvo, non importa
            quale è la tua cultura)Ma il cinema è emozione e non cultura, e proprio analizzando i film catastrofisti si vedono evidenti differenze:- Americani: soffrono se la loro costa / città / stato va distrutto, godono se è uno stato sulla costa opposta.- Cinesi: si divertono se la propria città va distrutta, del resto del mondo non gli interessa molto.- Indiani: e beh ? Se va distrutto era destino che lo fosse, perchè dovrebbe emozionarmi questo ?
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: La colpa è anche degli utenti di PI


            È proprio perché "c'è un mondo là
            fuori"
            che

            appiattiscono i film:

            Solo gli americani fanno questa cosa.E infatti sono soprattutto loro che esportano i film; negli altri paesi fanno film che poi si guardano solo loro (quanti film indiani o cinesi riescono ad avere sucXXXXX in Italia?)
            Poveri americani, peccato che ci riescano in modo
            estremamente limitato nonostante le loro belle
            ideone: se il protagionista ha meno di 50 anni e
            non ci sono balletti ogni 3 x 2 in india non
            vendie infatti spesso cercano di infilare tutto questo nello stesso film, con risultati disastrosi.

            Un film legal-thriller, ad esempio, fondato

            su un dialogo intelligente, e sull'abilità

            e la competenza di un personaggio,

            In india non lo venderai MAI, il che è un peccato
            perchè è un mercato gigantesco in cui
            praticamente nessuno riesce a fare
            breccia.È esattamente quello che ho detto
            BASTA BASTA BASTA con l'america, si vede quanto
            ti hanno cotto il cervello lo sai ? Parli come un
            DartFener di plastica con i pulsantini e le frasi
            pre fatte forse non te ne rendi
            conto.Cosa avrei detto di "frase fatta"?

            Dipende da quanto la smeni sul sistema legale,
            più che altro è il rapporto di armi presenti in
            USA a renderlo incompatibile con il
            giappone.Se la smeni poco sul sistema legale non sarebbe più un legal thriller; se punti tutto sulle armi diventa un film d'azione.

            Ma il cinema è emozione e non culturaInfatti non parlo della cultura del film, ma dello spettatore: anche solo una commedia leggera, per far ridere, deve puntare ad un background culturale specifico: anche la più semplice delle barzellette non fa ridere, se raccontata fuori contesto.
          • Gamer scrive:
            Re: La colpa è anche degli utenti di PI
            - Scritto da: Basilisco di Roko


            È proprio perché "c'è un mondo là

            fuori" che appiattiscono i film:

            Solo gli americani fanno questa cosa.
            E infatti sono soprattutto loro che esportano i
            film; negli altri paesi fanno film che poi si
            guardano solo loro (quanti film indiani o cinesi
            riescono ad avere sucXXXXX in Italia?)Allora comincia a correggere le tue frasi di prima: uno degli esponenti mondiali, quello che esportava da noi è in crisi, questo ridimensiona già parecchio il tuo discorso.

            Poveri americani, peccato che ci riescano

            in modo estremamente limitato nonostante le

            loro belle ideone: se il protagionista ha

            meno di 50 anni e non ci sono balletti ogni

            3 x 2 in india non vendi
            e infatti spesso cercano di infilare tutto
            questo nello stesso film, con risultati
            disastrosi.Ma quando mai ? E' evidente che non hai mai visto un film non americano, ti consiglio qualche film indiato, cinese e russo, per questi ultimi ho apprezzato parecchio Kin-dzah-dza! lo trovi subbato.


            Un film legal-thriller, ad


            esempio, fondato su un dialogo


            intelligente, e sull'abilità e la


            competenza di un personaggio,

            In india non lo venderai MAI, il che

            è un peccato perchè è un mercato

            gigantesco in cui praticamente nessuno

            riesce a fare breccia.
            È esattamente quello che ho dettoAllora dovresti anche corregger un altro paio di cose che hai detto: tipo che lo scaricare non ha avuto nessuna influenza sul cinema a livello mondiale, a parte quello americano che per i fatti suoi ha abbassato il suo livello qualitativo.

            BASTA BASTA BASTA con l'america, si

            vede quanto ti hanno cotto il cervello

            lo sai ? Parli come un DartFener di

            plastica con i pulsantini e le frasi

            pre fatte forse non te ne rendi conto.
            Cosa avrei detto di "frase fatta"? Il tuo continuo citare gli americani fa chiaramente capire quanto sei vittima degli strascichi del piano marshall: attribuisci colpe ad interi gruppi accusandoli di aver distrutto un mondo quando in realtà c'è una sola nazione già in crisi di suo che ha avuto una perdità di qualità.

            Dipende da quanto la smeni sul sistema

            legale, più che altro è il rapporto di

            armi presenti in USA a renderlo

            incompatibile con il giappone.
            Se la smeni poco sul sistema legale non sarebbe
            più un legal thriller; se punti tutto sulle armi
            diventa un film d'azione.Per non avere dubbi dovremmo guardare delle statistiche, cerchiamole !!!

            Ma il cinema è emozione e non cultura
            Infatti non parlo della cultura del film, ma
            dello spettatore: anche solo una commedia
            leggera, per far ridere, deve puntare ad un
            background culturale specifico: anche la più
            semplice delle barzellette non fa ridere, se
            raccontata fuori contesto.Quindi mi dai ragione: il cinema USA si sta specializzando troppo per i gusti americani e presto non sarà più appetibile per i nostri gusti, ma questo nulla c'entra con lo scaricare o meno.
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: La colpa è anche degli utenti di PI

            Ma quando mai ? E' evidente che non hai mai visto
            un film non americano, ti consiglio qualche film
            indiato, cinese e russo, per questi ultimi ho
            apprezzato parecchio Kin-dzah-dza! lo trovi
            subbato.Ha avuto così sucXXXXX, da noi, che nessuno si è preso la briga di doppiarlo?
            Quindi mi dai ragione: il cinema USA si sta
            specializzando troppo per i gusti americani e
            presto non sarà più appetibile per i nostri
            gusti, ma questo nulla c'entra con lo scaricare o
            meno.Al contrario: il cinema USA si sta de-specializzando, nel tentativo di accontentare i gusti di gruppi disparati, e così facendo non è più appetibile per nessuno.
          • nom&cog scrive:
            Re: La colpa è anche degli utenti di PI
            - Scritto da: Basilisco di Roko

            Ma quando mai ? E' evidente che non

            hai mai visto un film non americano, ti

            consiglio qualche film indiato, cinese e

            russo, per questi ultimi ho apprezzato

            parecchio Kin-dzah-dza! lo trovi subbato.
            Ha avuto così sucXXXXX, da noi, che nessuno
            si è preso la briga di doppiarlo?Un paio di considerazioni:1) posso citarti diversi film che sono arrivati da noi, sono anche famosi solo che nessuno sa che non sono americani.2) il doppiaggio non è un grande termine di paragone poichè l'italia è tra i pochi paesi a doppiare, gli altri vanno di sottotitoli anche al cinema.

            Quindi mi dai ragione: il cinema USA si sta

            specializzando troppo per i gusti americani e

            presto non sarà più appetibile per i nostri

            gusti, ma questo nulla c'entra con lo

            scaricare o meno.
            Al contrario: il cinema USA si sta
            de-specializzando, nel tentativo di accontentare
            i gusti di gruppi disparati, e così facendo non è
            più appetibile per nessuno.Quindi non c'entra niente lo scaricare, è un moto interno dei gruppi USA.
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: La colpa è anche degli utenti di PI

            1) posso citarti diversi film che sono arrivati
            da noi, sono anche famosi solo che nessuno sa che
            non sono
            americani.Citali, avanti, mi hai messo sulla curiosità.
            Quindi non c'entra niente lo scaricare, è un moto
            interno dei gruppi
            USA.Direi che, anche se non è l'unica, è una delle cause (se noti il titolo, io è detto "la colpa è ANCHE", non "la colpa è SOLO")
          • Gamer scrive:
            Re: La colpa è anche degli utenti di PI
            - Scritto da: Basilisco di Roko

            1) posso citarti diversi film che

            sono arrivati da noi, sono anche famosi

            solo che nessuno sa che non sono

            americani.
            Citali, avanti, mi hai messo sulla curiosità.I sette samuraiI racconti della luna pallida d'agostoViaggio a TokyoVivereLa città incantataPoi hai mai visto nulla di kurosawa ?Cambiando paese:Il racconto dei racconti (Tale of the Tales)StalkerSolaris...e non dimentichiamo mai: "La corazzata Potëmkin" che alla fine se lo guardi è un bel film ed è pure piuttosto breve :D

            Quindi non c'entra niente lo scaricare, è

            un moto interno dei gruppi USA.
            Direi che, anche se non è l'unica, è una delle
            cause (se noti il titolo, io è detto "la colpa
            è ANCHE", non "la colpa è SOLO")Domanda: ma visto che l'internetta è una rete mondiale come mai gli usa sono gli unici che si lamentano ?
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: La colpa è anche degli utenti di PI
            È esattamente quello che stavo dicendo: finché esisteva un mercato home video, con il quale la gente pagava anche i film che vedeva a casa, c'era interesse a produrli. Ora che la gente a casa si vede i film gratis, gli unici film che hanno un buon ritorno economico sono quelli che vengono visti nei cinema, quindi quelli vrum-vrum/bang-bang e senza una vera trama (così da poter essere distribuiti in tutto il mondo: in cina, ad esempio, molte storie che hanno senso nella nostra cultura sarebbero incomprensibili... ma una scena di due che si sparano addosso, o di uno che scappa da un mostro, non ha bisogno di spiegazioni)
          • Gamer scrive:
            Re: La colpa è anche degli utenti di PI
            - Scritto da: Basilisco di Roko
            È esattamente quello che stavo dicendo:
            finché esisteva un mercato home video, con il
            quale la gente pagava anche i film che vedeva a
            casa, c'era interesse a produrli.C'erano i canali TV che pagavano, la "gente a casa" per la maggior parte del tempo usa la TV come compagnia. Tu presupponi un'intelligenza ed un piano che non esiste, è semplice ed istintivo rifiuto verso un mezzo che stava smettendo di avere qualcosa da dire. Tu vedi una conseguenza che oggi non abbia più NULLA da dire, in realtà il fenomeno era già iniziato ben prima della pirateria diffusa l'effetto "stupore" di cinema e TV è passato con gli anni '70 dopo di ch è stata solo discesa della qualità media.
            Ora che la gente a casa si vede i film
            gratis, gli unici film che hanno un buon
            ritorno economico sono quelli che vengono
            visti nei cinema, quindi quelli
            vrum-vrum/bang-bang e senza una vera tramaE quanti ne vedi di film così ? 2 è già tanto, si vede infatti da quanto i cinema stanno perdendo pubblico.
            (così da poter essere distribuiti in tutto il
            mondo: in cina, ad esempio, molte storie che
            hanno senso nella nostra cultura sarebbero
            incomprensibili... ma una scena di due che si
            sparano addosso, o di uno che scappa da un
            mostro, non ha bisogno di spiegazioni)Peccato che il 3' film così non vai a vederlo, almeno non prima di averlo scaricato per controllare "che non sia come gli altri".
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: La colpa è anche degli utenti di PI

            C'erano i canali TV che pagavanoDici bene: c'erano.
            , la "gente a
            casa" per la maggior parte del tempo usa la TV
            come compagnia.Prima di avere Internet, sì; ora molto meno.
            Tu presupponi un'intelligenza ed
            un piano che non esiste, è semplice ed istintivo
            rifiuto verso un mezzo che stava smettendo di
            avere qualcosa da dire. Tu vedi una conseguenza
            che oggi non abbia più NULLA da dire, in realtà
            il fenomeno era già iniziato ben prima della
            pirateria diffusa l'effetto "stupore" di cinema e
            TV è passato con gli anni '70 dopo di ch è stata
            solo discesa della qualità
            media.Probabilmente c'entrano entrambi i motivi... comunque non c'è modo di verificare, quindi pensala come vuoi.
            E quanti ne vedi di film così ? 2 è già tanto, si
            vede infatti da quanto i cinema stanno perdendo
            pubblico.2 è già tanto... ma sono esattamente 2 film in più per cui paghi il biglietto (2 più di zero). Considerando che per gli altri film non paghi nulla, la casa cinematografica non ha molta scelta.
            Peccato che il 3' film così non vai a vederlo,
            almeno non prima di averlo scaricato per
            controllare "che non sia come gli
            altri".Quindi, possiamo dire con ragionevole certezza che il tuo ruolo di "spettatore pagante" è terminato? Che da te le case cinematografiche e discografiche non incasseranno più nulla? Che devono depennarti definitivamente dall'elenco dei potenziali clienti?
          • Gamer scrive:
            Re: La colpa è anche degli utenti di PI
            - Scritto da: Basilisco di Roko

            C'erano i canali TV che pagavano
            Dici bene: c'erano. Ci sono ancora, netfix produce anche.

            , la "gente a casa" per la maggior

            parte del tempo usa la TV come

            compagnia.
            Prima di avere Internet, sì; ora molto meno.Non puoi stare davanti ad internet mentre fai i lavori di casa, mentre fai i compiti, mentre stendi, mentre ceni in famiglia, tutte occasioni in cui invece la tv fa da sfondo.

            Tu presupponi un'intelligenza ed

            un piano che non esiste, è semplice

            ed istintivo rifiuto verso un mezzo

            che stava smettendo di avere qualcosa

            da dire. Tu vedi una conseguenza

            che oggi non abbia più NULLA da

            dire, in realtà il fenomeno era già

            iniziato ben prima della pirateria

            diffusa l'effetto "stupore" di cinema

            e TV è passato con gli anni '70 dopo

            di ch è stata solo discesa della qualità

            media.
            Probabilmente c'entrano entrambi i motivi...
            comunque non c'è modo di verificare, quindi
            pensala come vuoi.Beh, anche tu, riguardo alla verifica io come argomento porto: la crisi è esclusivamente americana.

            E quanti ne vedi di film così ? 2

            è già tanto, si vede infatti da quanto

            i cinema stanno perdendo pubblico.
            2 è già tanto... ma sono esattamente 2 film in
            più per cui paghi il biglietto (2 più di zero).
            Considerando che per gli altri film non paghi
            nulla, la casa cinematografica non ha molta
            scelta.Allora che smetta di esportare nel nostro paese, faccia come gli altri che non si lamentano.

            Peccato che il 3' film così non vai

            a vederlo, almeno non prima di averlo

            scaricato per controllare "che non sia

            come gli altri".
            Quindi, possiamo dire con ragionevole certezza
            che il tuo ruolo di "spettatore pagante" è
            terminato? Che da te le case cinematografiche e
            discografiche non incasseranno più nulla? Che
            devono depennarti definitivamente dall'elenco dei
            potenziali clienti?Se non mi offrono qualcosa che sia di mio interesse per cosa mai dovrei pagare ? Ormai i film europei, russi e cinesi sono più interessanti di quelli USA, che subiscano la concorrenza che a loro piace tanto estremizzare
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: La colpa è anche degli utenti di PI


            Prima di avere Internet, sì; ora molto meno.

            Non puoi stare davanti ad internet mentre fai i
            lavori di casa, mentre fai i compiti, mentre
            stendi, mentre ceni in famiglia, tutte occasioni
            in cui invece la tv fa da
            sfondo.Con gli smartphone puoi (quanti lo usano a tavola?). E i ragazzini che fanno i compiti spesso hanno le pagine web aperte a scopo di ricerca.
            Beh, anche tu, riguardo alla verifica io come
            argomento porto: la crisi è esclusivamente
            americana.Il cinema europeo non risente della crisi, secondo te?
            Allora che smetta di esportare nel nostro paese,
            faccia come gli altri che non si
            lamentano.Infatti molti hanno già smesso. E quelli che restano... vedi il risultato.
            Se non mi offrono qualcosa che sia di mio
            interesse per cosa mai dovrei pagare ? Chiaro: quindi, se non intendi pagare è inutile tenere conto delle tue preferenze. Dal momento che i bimbominkia tra un po' saranno gli unici che continueranno a pagare, saranno loro il mercato e le nuove uscite saranno focalizzate sui loro gusti, non sui tuoi.
          • Gamer scrive:
            Re: La colpa è anche degli utenti di PI
            - Scritto da: Basilisco di Roko


            Prima di avere Internet, sì; ora


            molto meno.

            Non puoi stare davanti ad internet

            mentre fai i lavori di casa, mentre fai

            i compiti, mentre stendi, mentre ceni

            in famiglia, tutte occasioni in cui

            invece la tv fa da sfondo.
            Con gli smartphone puoi (quanti lo usano a
            tavola?). Devi conoscere delle bestie.
            E i ragazzini che fanno i compiti
            spesso hanno le pagine web aperte a
            scopo di ricerca.Il che non disturba la tv che blablaeggia sullo sfondo per fare compagnia.

            Beh, anche tu, riguardo alla verifica io

            come argomento porto: la crisi è

            esclusivamente americana.
            Il cinema europeo non risente della crisi,
            secondo te?Molto meno, soprattutto dei contenuto, ma se hai delle statistiche passa pure.

            Allora che smetta di esportare nel

            nostro paese, faccia come gli altri che

            non si lamentano.
            Infatti molti hanno già smesso. E quelli che
            restano... vedi il risultato.Ottimo, avremo al cinema più roba di nostro interesse e meno spazzatura imposta dagli USA.

            Se non mi offrono qualcosa che sia di mio

            interesse per cosa mai dovrei pagare ?
            Chiaro: quindi, se non intendi pagare è inutile
            tenere conto delle tue preferenze.Perchèè tu pagheresti per comprare oprodotti che non ti interessano ? Sei strano eh ?!?
            Dal momento che i bimbominkia tra un
            po' saranno gli unici che continueranno
            a pagare, saranno loro il mercato e le
            nuove uscite saranno focalizzate sui
            loro gusti, non sui tuoi.Quindi ancora meno un problema se non le importano in europa.
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: La colpa è anche degli utenti di PI

            Perchèè tu pagheresti per comprare oprodotti che
            non ti interessano ? Sei strano eh
            ?!?Assolutamente no. Ma non posso lamentarmi della qualità di un prodotto che non pago.
          • Passante scrive:
            Re: La colpa è anche degli utenti di PI
            - Scritto da: Basilisco di Roko

            Perchèè tu pagheresti per comprare

            oprodotti che non ti interessano ?

            Sei strano eh ?!?
            Assolutamente no. Ma non posso lamentarmi
            della qualità di un prodotto che non
            pago.E se ti chiedono perchè non compri che dici ? Che non sei dell'umore giusto ?
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: La colpa è anche degli utenti di PI

            E se ti chiedono perchè non compri che dici ? Che
            non sei dell'umore giusto
            ?Qualcuno ti ha mai chiesto perché non compravi?
          • Passante scrive:
            Re: La colpa è anche degli utenti di PI
            - Scritto da: Basilisco di Roko

            E se ti chiedono perchè non compri

            che dici ?

            Che non sei dell'umore giusto ?

            Qualcuno ti ha mai chiesto perché non compravi?Effettivamente no: hai esposto un tuo personale neuro delirante viaggio immaginario in cui spiegavi il motivo per cui le persone secondo te non comprano; visto che sono parte de "le persone" mi sembrava il caso di avvertirti che i motivi che hai espresso nulla c'entrano con i miei che rappresento una de "le persone".E mi sembra che altre "persone" si siano espresse in modo simile.
          • ora torno scrive:
            Re: La colpa è anche degli utenti di PI
            - Scritto da: Basilisco di Roko
            È esattamente quello che stavo dicendo:
            finché esisteva un mercato home video, perchè le videocassette pirata le vedevo vendere solo io?e il tizio della videoteca che ne acquistava una e ne noleggiava dieci, succedeva solo nella videoteca sotto casa mia?e poi (anni 90 docet) tutto sto valore di un film e veniva venduto in bundle con la repubblica/corriere della sera ecc. a 2,99magari semplifico in maniera eccessiva ma:In televisione preferiscono prodursi i materiali da soli (vedi le fiction);al cinema, a causa dell'accentramento delle case di produzione, non vogliono rischiare più di tanto o sei un nome, tipo Tarantino e qualcun altro, e allora hai carta bianca, o ti tocca fare il remake del remake o l'ennesimo film di una serie di film tutti uguali ... da quanto non si vede un film innovativo? è tutta colpa di internet e degli scariconi
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: La colpa è anche degli utenti di PI

            perchè le videocassette pirata le vedevo vendere
            solo
            io?
            e il tizio della videoteca che ne acquistava una
            e ne noleggiava dieci, succedeva solo nella
            videoteca sotto casa
            mia?In tale situazione, però, per ogni persona che vedeva un film pirata c'era mediamente qualcuno che comprava una cassetta originale; il mercato delle cassette originali rendeva, visto che le proponevano nei supermercati, nelle edicole, nei negozi dedicati... e riuscivano a venderle. Oggi, ci saranno cento persone che scaricano il film gratis per ogni disco originale venduto, i reparti film e musica nei supermercati sono sempre più piccoli, e spesso vengono proprio eliminati, e nelle edicole anche a pochi centesimi nessuno li vuole più.Quanto saresti disposto a pagare oggi per un dvd di un film di catalogo, che hai già visto?

            e poi (anni 90 docet) tutto sto valore di un film
            e veniva venduto in bundle con la
            repubblica/corriere della sera ecc. a
            2,99Era comunque una fonte di guadagno: la casa cinematografica non aveva quasi spese, e incassava qualcosa, e una rendita anche piccola ma spalmata su un tempo abbastanza lungo poteva essere un buon investimento: ora ciò non è più possibile, quindi non ha più senso investire in film che possano fornirla.

            magari semplifico in maniera eccessiva ma:
            In televisione preferiscono prodursi i materiali
            da soli (vedi le
            fiction);Le serie televisive sono cambiate molto grazie prima alla videoregistrazione, e poi alla possibilità di scaricarsi gli episodi vecchi da internet: se guardi una serie anni 80, gli episodi erano molto simili, e la storia non andava avanti (la situazione "di base" cambiava poco tra un episodio e il successivo), così se perdevi una puntata potevi continuare a seguire la serie: oggi, con la possibilità di andare a ripescare le puntate vecchie, possono permettersi di mettere degli episodi in cui accadono eventi significativi (un personaggio chiave muore, un altro se ne aggiunge, e così via): se hai perso una puntata non riuscirai a capire più nulla della storia (vedi ad esempio "Game of Thrones"), ma tanto puoi sempre scaricartela e rimetterti in pari.
            al cinema, a causa dell'accentramento delle case
            di produzione, non vogliono rischiare più di
            tanto o sei un nome, tipo Tarantino e qualcun
            altro, e allora hai carta bianca, o ti tocca fare
            il remake del remake o l'ennesimo film di una
            serie di film tutti uguali ... da quanto non si
            vede un film innovativo?Da almeno 10 anni, direi
          • ora torno scrive:
            Re: La colpa è anche degli utenti di PI
            - Scritto da: Basilisco di Roko
            Quando è stata l'ultima volta che l'hai fatto?
            Per caso si pagava ancora in
            lire?sembrava quasi una chiacchierata piacevole fino alla staffilata sul personale. no ho usato le conchiglie e le perline per pagare
            Se hai visto un film in tv e vuoi conservarlo, i
            videoregistratori esistono da più di 30 anni,
            puoi
            registrarlo.NO un film su videocassetta/registrato in un HD non è la stessa cosa del film nell'incarto originale con il suo bel posto in libreria!e questo mi sembra che chiarisca chi acquista i DVD/CD/librinon tutti ovviamente ... quelli per cui vale la pena
            Guarda che anche oggi se vuoi avere effetti
            speciali validi devi spendere: la CG fa quello
            che un tempo si faceva con lo stop motion, ed è
            altrettanto versatile (in entrambi i casi è anche
            possibile realizzare l'intero film in
            animazione), ma se si vuole usare effetti
            speciali validi in un film con attori in carne e
            ossa i risultati migliori si ottengono sempre con
            gli effetti fisici (animatronica, protesica...),
            e la computer grafica serve solo in
            post-produzione (per togliere di mezzo cavi,
            bracci
            meccanici...)ti sbagli di grosso, cerca su Vimeo gli showreel di vita di pi e di harry potter, ti si apre un mondo sull'impiego della CG. Come scrivevo sembra di essere tornati agli anni 20 con i teatri di posa, recitano su sfondo bluescreen e tutto viene aggiunto in CG. ovviamente non è gratis ma ritengo che abbia costi inferiori a quelli necessari ante CG.
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: La colpa è anche degli utenti di PI

            sembrava quasi una chiacchierata piacevole fino
            alla staffilata sul personale. no ho usato le
            conchiglie e le perline per
            pagareMi dispiace che tu l'abbia considerato un attacco personale, il senso della domanda era un altro: anche se in teoria ci sono delle situazioni in cui si è disposti a pagare per un film già visto, in pratica quanto spesso accade?
            NO un film su videocassetta/registrato in un HD
            non è la stessa cosa del film nell'incarto
            originale con il suo bel posto in
            libreria!
            e questo mi sembra che chiarisca chi acquista i
            DVD/CD/libriE allora come mai stanno cercando di vendere i libri in formato e-book, ed i film in piattaforme pay-per-view? Con quelli non esiste nessun supporto fisico da esibire in libreria.

            ti sbagli di grosso, cerca su Vimeo gli showreel
            di vita di pi e di harry potter, ti si apre un
            mondo sull'impiego della CG. Come scrivevo sembra
            di essere tornati agli anni 20 con i teatri di
            posa, recitano su sfondo bluescreen e tutto viene
            aggiunto in CG. ovviamente non è gratis ma
            ritengo che abbia costi inferiori a quelli
            necessari ante
            CG.Ti consiglio di leggere questo:http://www.cracked.com/personal-experiences-1522-5-surprising-things-you-learn-designing-movie-monsters.html
          • 3kker scrive:
            Re: La colpa è anche degli utenti di PI
            - Scritto da: Basilisco di Roko

            sembrava quasi una chiacchierata piacevole

            fino alla staffilata sul personale. no ho

            usato le conchiglie e le perline per

            pagare
            Mi dispiace che tu l'abbia considerato un attacco
            personale, il senso della domanda era un altro:
            anche se in teoria ci sono delle situazioni in
            cui si è disposti a pagare per un film già visto,
            in pratica quanto spesso accade?Chiedi a un trekker medio (rotfl)Vuoi mica rinunciare al cofanetto BORG anche se in realta alcune delle puntate le hai già nel cofanetto Voyager ? (rotfl)
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: La colpa è anche degli utenti di PI
            E in tale cofanetto hai anche la versione di Abrams? :D
          • 3kker scrive:
            Re: La colpa è anche degli utenti di PI
            - Scritto da: Basilisco di Roko
            E in tale cofanetto hai anche la versione di
            Abrams?
            :DStar Trek è quello dove il capitano Kirk ha gli occhi marroni.
          • ora torno scrive:
            Re: La colpa è anche degli utenti di PI
            - Scritto da: Basilisco di Roko
            anche se in teoria ci sono delle situazioni in
            cui si è disposti a pagare per un film già visto,
            in pratica quanto spesso
            accade?quando ne vale la pena, e si ha una sindrome ossessivo/compulsiva da accaparratore :D


            E allora come mai stanno cercando di vendere i
            libri in formato e-book, ed i film in piattaforme
            pay-per-view? Con quelli non esiste nessun
            supporto fisico da esibire in
            libreria.ulteriori riduzioni di costo nella catena di produzione, impossibilità di atti di gentilezza comune (te lo presto), profilazione dell'utente finalesempre a svantaggio dell'utente finale
            Ti consiglio di leggere questo:

            http://www.cracked.com/personal-experiences-1522-5lo faro', di contro come suggerito guarda i video (vita di pi è stato anche un caso di studio sul mondo del cinema: Nobel per gli effetti speciali e fallimento della società per penali contrattuali dovute a ritardi di consegna)
          • Passante scrive:
            Re: La colpa è anche degli utenti di PI
            - Scritto da: Basilisco di Roko

            Elimino solo questi supercostosi panettoni
            tutto

            effetti speciali e CGI,

            Che praticamente sono gli unici film che vengono
            ancora prodotti, se vai a
            vedere.


            per girare capolavori

            serve solo una buona trama,

            Perfettamente d'accordo... ma quanti film con una
            buona trama hai visto, di
            recente?


            torneremo ad avere

            ottime trame di film finanziati su

            kickstarter.

            Puoi citarne qualcuno? Per ora non se ne vedono
            molti...Guarda guarda...Non fai in tempo a dirlo che: http://www.zeusnews.it/n.php?c=23823
  • maxsix scrive:
    Non ho letto fin'ora
    Per evitare la classica spoilerata.Visto ieri sera, concordo parola per parola.Quando ho visto la morte nera 2.0 mi sono caduti letteralmente i così detti.Delusione totale. Anche di più.
    • ... scrive:
      Re: Non ho letto fin'ora
      - Scritto da: maxsix
      Per evitare la classica spoilerata.
      Visto ieri sera, concordo parola per parola.

      Quando ho visto la morte nera 2.0 mi sono caduti
      letteralmente i così
      detti.

      Delusione totale. Anche di più.A te i "Cosi' Detti" non possono cadere perche' li hai sacrificati anni fa al "Dio Morsicato" :-)
    • Funz scrive:
      Re: Non ho letto fin'ora
      - Scritto da: maxsix
      Per evitare la classica spoilerata.
      Visto ieri sera, concordo parola per parola.

      Quando ho visto la morte nera 2.0 mi sono caduti
      letteralmente i così
      detti.

      Delusione totale. Anche di più.Adesso che tu dici così andrò a vederlo rassicurato :p
    • Sg@bbio scrive:
      Re: Non ho letto fin'ora
      Allora è un film da vedere.
  • rico scrive:
    copia-incolliwood
    Come dice Luigi Rosa:Hollywood è strano:Quando copia uno spettatore, si scatenano legioni di avvocati.Quando copia un regista, è una "citazione artistica".
  • Roll scrive:
    Forse a Cassandra sfugge
    Che il produttore del film è JJ Abrams, che dopo aver prodotto diverse serie televisive, passato a delle serie di film, tra i quali Star Trek e Mission Impossible ormai "passate", per fare ciò che si può definire "remarketing", ossia sfruttare la loro fama per trascinare al cinema la stessa gente che ci andava quando i cinema erano pieni (e i loro figli/nipoti) e ritirar fuori dagli stampi i pupazzetti di 40 anni fa.Quando fai una operazione di Remarketing, prendi una autore mediocre, gli fai fare una storiella ridicola e senza senso su un binario morto del filone principale.Quando non ci riesci fai come ha fatto con Star Trek e ti inventi un universo parallelo, così nessuno gli fa più notare l'assurdità e le discordanze con le serie interconnesse.Il cinema è una forma di arte, che di solito nasce da una idea, quando è l'idea a nascere dall'obbligo di fare un film commerciale, si mettono insieme pezzi alla meglio, li si attacca con una colla improbabile e se poi c'è di mezzo pure Disney la si condisce di salsa buonista e cattivi in uniforme naziste.Se proprio il film deve stupire, stupisce solo perché anche nelle peggiori previsioni un cattivo così sfigato non si era proprio mai visto.
    • Utente scrive:
      Re: Forse a Cassandra sfugge
      - Scritto da: RollCUT

      Quando non ci riesci fai come ha fatto con Star
      Trek e ti inventi un universo parallelo, così
      nessuno gli fa più notare l'assurdità e le
      discordanze con le serie interconnesse.ALT: con Star Trek ha recuperato in maniera astrusa epretenziosa Spak per esigenze di copione... Aaaaargh! :-||Quindi più che universo parallelo ne è uscito fuoriun minestrone. Lontanissimo dallo spirito originaledella serie, per giunta.
  • ... scrive:
    a Calama! cche, te sei rinXXXXXXto?
    SUL SERIO SEI ANDATO A BUTTARE VIA SOLDI?!?!? ti pregol, dimmi che lo hai fatto per dovere di cronaca col biglietto rimborsato da PI altrimenti sei proprio cornuto e mazziato!!!
  • Scrotalo Cornuto scrive:
    Star Wars
    La saga di Star Wars è finita con il TERZO film, e parlo ovviamente del Ritorno dello Jedi (che già comunque iniziava a mostrare le prime crepe).Il resto, inguardabile. Dai patetici prequel ai ridicoli cartoon a questo remake del primo film spacciato per sequel.
  • senza stupore scrive:
    disney...
    Beh... Che ci si può aspettare da una delle peggiori multinazionali al mondo (di cui tralascio di dire tutto il peggio del peggio che da quasi un secolo si merita)?Del resto, non me ne voglia Cassandra, ma StarWars se pure emerga alquanto nel (sic!) "mercato dell'intrattenimento" e relativo marketing commerciale... non è che sia mai stato granché in ambito sf (molte e spesso inconsistenti scopiazzature a tutta manetta di altri autori di bel altro livello letterario e registico)
  • Ciccio... un altro scrive:
    Probabilmente dipende dai gusti
    Probabilmente dipende dai gusti... io non l'ho ancora visto, ma c'è a chi è piaciuto molto: http://docmanhattan.blogspot.it/2015/12/star-wars-il-risveglio-della-forza-recensione-no-spoiler.html
  • nushuth scrive:
    Ma anche Lucas ha le sue colpe...
    Ricordo che all'uscita di episodio IV Lucas dichiarò di aver immaginato star wars come Ennalogia fin dall'inizio. e di aver scritto tutti e nove gli episodi ("libri" si disse allora). Aggiunse che se per esigienze di copione vennero prodotti prima i 3 film centrali, ora era il turno dei primi 3 e piu aanti nel tempo si sarebbero prodotti gli episodi 7 8 e 9.Gia al tempo puzzava di bugia, oggi ne abbiamo la prova. tant'è che la sceneggiatura è di Abrams. e nemmeno tanto originale.
    • Scrotalo Cornuto scrive:
      Re: Ma anche Lucas ha le sue colpe...
      - Scritto da: nushuth
      Ricordo che all'uscita di episodio IV Lucas
      dichiarò di aver immaginato star wars come
      Ennalogia fin dall'inizio. e di aver scritto
      tutti e nove gli episodi ("libri" si disse
      allora). Aggiunse che se per esigienze di copione
      vennero prodotti prima i 3 film centrali, ora era
      il turno dei primi 3 e piu aanti nel tempo si
      sarebbero prodotti gli episodi 7 8 e
      9.

      Gia al tempo puzzava di bugiaInfatti era palese che si tratta di balle ed è altrettanto palese che i prequel sono stati scritti DOPO i primi film e che hanno una storia che tenta (oltretutto, fallendo) di "far tornare tutto", col risultato che invece crea improponibili cambi psicologici e logici.
    • ... scrive:
      Re: Ma anche Lucas ha le sue colpe...
      - Scritto da: nushuth
      Ricordo che all'uscita di episodio IV Lucas
      dichiarò di aver immaginato star wars come
      Ennalogia fin dall'inizio. e di aver scritto
      tutti e nove gli episodi ("libri" si disse
      allora). Aggiunse che se per esigienze di copione
      vennero prodotti prima i 3 film centrali, ora era
      il turno dei primi 3 e piu aanti nel tempo si
      sarebbero prodotti gli episodi 7 8 e
      9.

      Gia al tempo puzzava di bugia, oggi ne abbiamo la
      prova. tant'è che la sceneggiatura è di Abrams. e
      nemmeno tanto
      originale.le affermazioni di lucas rientrano nel collaudato clisce' (non so come si scrive) del "vendo faccia, XXXX e credibilita' per una vagonata di soldi, qualunque cosa diro' dopo, non saro' credibile"
    • Utente scrive:
      Re: Ma anche Lucas ha le sue colpe...
      - Scritto da: nushuth
      Ricordo che all'uscita di episodio IV Lucas
      dichiarò di aver immaginato star wars come
      Ennalogia fin dall'inizio. e di aver scritto
      tutti e nove gli episodi ("libri" si disse
      allora).CUTE dove sono questi "libri"? Sono stati messi in commercioall'epoca, o sono stati tenuti, per così dire, segreti... ;-)
  • matteo zambon scrive:
    tristezza
    Cosa resta?RABBIA!!!E delusione!! Rabbia per essersi accolti di essere stati truffati e delusione perchè in un'anticamera del cervello speravo veramente di vedere un bel film e l'inizio di una nuova meravigliosa saga. Grazie disney sei riuscita a RUBARMI i soldi anche quest'anno.
    • curioso scrive:
      Re: tristezza
      - Scritto da: matteo zambon
      Cosa resta?RABBIA!!!E delusione!! Rabbia per
      essersi accolti di essere stati truffati e
      delusione perchè in un'anticamera del cervello
      speravo veramente di vedere un bel film e
      l'inizio di una nuova meravigliosa saga. Grazie
      disney sei riuscita a RUBARMI i soldi anche
      quest'anno.Domanda: ma perché ci sei andato???Premetto che non sono un fan di star wars, i primi carini, anche belli ed "epici" soprattutto se ricordiamo i ritmi dei film di allora. Ma dopo quelli il declino, io non riesco a vederne uno dall'inizio alla fine, anche i miei figli si addormentano.Aggiungiamo a questo la WaltDisney che crede (forse giustamente) di avere la gallina dalle uova d'oro in mano, merchandising ovunque, se registri un film su Sky hai al massimo 48 ore di tempo per vederlo, oggetti che costano un botto... ok, rispetto gli appassionati ma credo però che siano proprio gli appassionati che non sono più rispettati. I bei tempi sono andati, è rimasta una macchina da soldi, ma sta a voi dire basta.
    • ... scrive:
      Re: tristezza
      - Scritto da: matteo zambon
      Cosa resta?RABBIA!!!E delusione!! Rabbia per
      essersi accolti di essere stati truffati e
      delusione perchè in un'anticamera del cervello
      speravo veramente di vedere un bel film e
      l'inizio di una nuova meravigliosa saga. Grazie
      disney sei riuscita a RUBARMI i soldi anche
      quest'anno.hai alzato il blocco, infilato il pene, abbassato il blocco e calato la mannaia: TUTTO DA SOLO! e adesso incolpi disney? sei patetico.
  • prova123 scrive:
    Sembrerà banale
    ma è meglio un bel ricordo di una triste realtà.
    • ... scrive:
      Re: Sembrerà banale
      - Scritto da: prova123
      ma è meglio un bel ricordo di una triste realtà.vero! gli "elefanti" meccanici gli altri pupazzetti in stop motion, roba che ora fa ridere! jan solo giovane, la principessa fresca e appetitosa (gia nel terzo film era frolla), gli stacchi tra una scena e l'altra , il cattivo inXXXXXso... col cavolo che butto soldi con questo pataccame riscaldato.
Chiudi i commenti