Windows, l'eXPerienza è in vendita

Ed eccolo, finalmente. Arriva oggi nelle vetrine quello che Microsoft considera l'aggiornamento più importante a Windows degli ultimi 6 anni. Windows XP fra funzionalità, prezzi, promesse e qualche dubbio

New York (USA) – È passato meno di un mese e mezzo dai tragici eventi dell’11 settembre e New York appare come una città segnata da ferite profonde, profondissime; ma non mortali. La Grande Mela vuol tornare a vivere, ad essere “open for business”, e per farlo quale occasione migliore se non il lancio di tutti i lanci, il debutto più sfarzoso e sensazionale degli ultimi anni: l’arrivo nei negozi di mezzo mondo di Microsoft Windows XP?

Clicca per ingrandire Era dal debutto di Windows 95 che Microsoft non organizzava un lancio in così grande stile, e le cifre parlano da sole: per l’intera campagna di marketing il colosso di Redmond ha investito 400 miliardi di lire, 35 dei quali destinati all’Italia.

Dopo una prima fase partita il 15 ottobre e caratterizzata da affissioni negli aeroporti e in punti strategici di Milano e Roma (come la scacchiera di grossi adesivi sul pavimento della metropolitana milanese), la campagna pubblicitaria ha avuto il suo avvio ufficiale proprio oggi e, come ha dichiarato Roberta Cocco, Direttore Marketing Services di Microsoft Italia, si tratta “della più grande campagna di comunicazione realizzata da Microsoft nel nostro Paese”.

Clicca per ingrandire Al noto slogan “Dove vuoi andare oggi?” la campagna di Windows XP sembra rispondere con l’immagine di un prato verde contornato da un cielo azzurro, con su scritto: “Ora puoi”. La stessa immagine che nei prossimi mesi si vedrà sui principali quotidiani, reti televisive e riviste, comprese quelle destinate ad un pubblico prettamente femminile, un target che Microsoft considera non più trascurabile.

Da un punto di vista tecnico, e se si vuole anche storico, il lancio di Windows XP (dove XP sta per “experience”) rappresenta per Microsoft una vera pietra miliare: non tanto perché XP sia un sistema operativo del tutto nuovo, Clicca per ingrandire quanto perché per la prima volta riunisce sotto il suo ombrello utenti business e utenti consumer, fornendo anche a questi ultimi la tecnologia Enhanced NT inaugurata con Windows 2000.

Durante la presentazione stampa di ieri, tenutasi a Milano, Steve Ballmer, CEO di Microsoft, non ha mancato di sottolineare come Windows XP sia il rilascio più importante dopo Windows 95, un sistema operativo che taglia finalmente i ponti, anche nella sua versione Home, con i retaggi del DOS e delle tecnologie a 16 bit che ancora erano alla base di Windows 9x e, parzialmente, anche di Windows Me. Oggi Windows XP ha raggiunto e raggiungerà le vetrine dei negozi di tutto il mondo, compresa l’Italia, dove questa notte alcune grosse catene di informatica hanno tenuto le saracinesche aperte e organizzato party o festini.

Windows XP arriva in due edizioni: la Home, destinata al mercato consumer, e la Professional, destinata al mercato business.

Clicca per ingrandire
Windows XP Home Edition è disponibile sul mercato nella versione aggiornamento (da Windows 98, Windows 98 Second Edition e Windows Millennium Edition) al prezzo stimato di vendita al pubblico di 259.000 lire (IVA inclusa) e, nella versione completa, al prezzo di 519.000 lire (IVA inclusa).

Windows XP Professional è invece disponibile sul mercato nella versione aggiornamento (da Windows 98, Windows 98 Second Edition, Windows Millennium Edition, Windows NT Workstation e Windows 2000 Professional) al prezzo stimato di vendita al pubblico di 519.000 lire (IVA inclusa) e, nella versione completa, al prezzo di 789.000 lire (IVA inclusa).

Clicca per ingrandire L’edizione Home si rivolge in modo particolare a chi utilizza il PC da casa, per lo svago o il tempo libero. In questo caso, secondo Microsoft, le caratteristiche più apprezzate di Windows XP saranno quelle multimediali – come la possibilità di creare filmati, elaborare fotografie digitali, guardare DVD, ascoltare musica in formato MP3 o Windows Media Audio -, la possibilità di condividere lo stesso computer fra più familiari creando diversi profili utente e la possibilità di avvalersi della protezione di un firewall.

?La convergenza tra informatica, elettronica di consumo e telecomunicazioni ha facilitato in questi anni l’utilizzo integrato di PC, portatili, dispositivi wireless, Internet e media digitali per lavorare, divertirsi e comunicare in modo completamente nuovo?, ha dichiarato Carlo Mezzanotte, Direttore Product & Audience Marketing di Microsoft Italia. ?Windows XP è la risposta a questi cambiamenti, e rappresenta il traguardo di più di 15 anni di ricerca e sviluppo, basati su una continua collaborazione con i partner dell’intero settore IT e sul feedback dei nostri clienti?.

Clicca per ingrandire Microsoft sostiene che Windows XP può vantare una maggiore integrazione con fotocamere e telecamere digitali, PDA, scanner e altri dispositivi, riducendo i tempi di installazione dei driver delle periferiche e semplificando le operazioni di trasferimento, archiviazione e utilizzo di immagini, video e audio in formato elettronico.

In occasione del rilascio del nuovo sistema operativo, Microsoft ha annunciato una collaborazione con Fuji per offrire un servizio di stampa delle immagini in formato digitale su carta fotografica di tipo professionale. Grazie a questo accordo, sarà presto possibile inviare via posta elettronica ad uno dei laboratori specializzati Fuji le foto e riceverle stampate su carta dopo 48 ore presso l?indirizzo segnalato.

Clicca per ingrandire In Windows XP sarà incluso anche il nuovo Windows Messenger, il client di instant messaging che prende il posto di MSN Messenger e che, come scritto in un recente articolo di Punto Informatico, consente agli utenti di utilizzare il proprio PC per telefonare in tutto il mondo, naturalmente attraverso uno degli operatori telefonici che offrirà questo servizio.

Scaricando un aggiornamento di circa 1 MB dal sito di Microsoft, sarà poi possibile già da oggi utilizzare Windows Messenger per effettuare chiamate da PC a PC verso gli oltre 42 milioni di utenti MSN.

Clicca per ingrandire Rispetto a Windows XP Professional, l’edizione Home risulta priva del supporto ai domini di rete. Questo vuol dire, per fare un esempio, che chi possiede una LAN gestita da Windows 2000 Server ed usa l?Active Directory e/o le politiche di gruppo è obbligato ad acquistare la versione Pro perché altrimenti non potrà sfruttare i tool per l?amministrazione centralizzata, installare/gestire le applicazioni remotamente, accedere ai propri documenti e avere le proprie impostazioni su qualsiasi macchina appartenente alla rete. Windows 9.x, al contrario, poteva (anche se in modo limitato) fare parte di un dominio NT.

È questa una nuova politica di Microsoft che tende a tracciare in modo più netto il confine fra la versione consumer e quella business di Windows. Windows XP Professional, disponibile in versione a 32 e 64 bit, si rivolge alle aziende di ogni dimensione e, secondo Microsoft, “rappresenta il client di riferimento per la piattaforma Microsoft.NET”.

Oltre ad includere tutte le funzionalità presenti nella versione Home, questa edizione adotta livelli di sicurezza più adeguati all’ambiente aziendale ed offre la possibilità di connettere il PC ad un dominio di rete Windows NT o Windows 2000.

Clicca per ingrandire Windows XP professional supporta lo standard wireless IEEE 802.1x ed i dispositivi mobili di nuova generazione.

“Il mobile computing permette sia ai consumatori che agli utenti mobili di accedere ai dati da qualunque luogo e in qualsiasi momento. Windows XP è in grado di offrire un’esperienza di utilizzo del PC di tipo mobile più ricca e completa”, ha dichiarato Jim Allchin, Vice President del Platforms Group di Microsoft. “Siamo lieti di poter offrire agli utenti il pieno supporto degli standard più diffusi. Windows XP è stato sviluppato proprio per rispondere alle esigenze di tutti coloro che devono collegarsi ai propri dati anche lontano da casa o dal proprio ufficio attraverso una rete wireless”.

Clicca per ingrandire Tra le principali funzionalità dedicate agli utenti professionali si citano il Desktop Remoto, con cui è possibile collegarsi in remoto al computer del proprio ufficio; il supporto alle modalità di gestione dei consumi dei dispositivi mobili; il supporto alle funzionalità Multimonitor e DualView, che offrono la possibilità di lavorare contemporaneamente su più schermi; il supporto ai file e alle cartelle di rete anche in modalità offline; l’HotDocking, con cui è possibile collegare e scollegare un notebook dalla sua docking station senza riavviarlo o dover modificare la configurazione hardware; il Media Sense, con cui il sistema operativo capta i segnali emessi dai dispositivi mobili, avvisando gli utenti della vicinanza di un punto di accesso a reti wireless o della prossimità di un altro computer su cui è installato Windows XP; la funzionalità di riconoscimento delle reti ed il supporto all’UPnP (Universal Plug and Play), attraverso cui Windows XP consente agli utenti di passare da una rete cablata a un’altra senza riconfigurare il proprio palmare; la cifratura dei dati scritti su disco (solo con NTFS); il supporto del multi-processing.

Clicca per ingrandire Microsoft sostiene che la versione a 64 bit del nuovo sistema operativo si rivolge in particolar modo alle aziende che devono gestire “elevati livelli di complessità, dall?elaborazione di una grande quantità di dati al supporto di applicazioni industriali, dalla grafica digitale in 3D fino alle workstation ad alte prestazioni”.

Windows XP rappresenta anche il primo sistema operativo a supportare nativamente la piattaforma.NET consentendo l’utilizzo di servizi Web (autenticazione, notifica, storage on-line, ecc.) in maniera integrata con tutti i nuovi tipi di dispositivi (Pocket PC, telefoni cellulari, Tablet PC, telecamere digitali, ecc.) per svolgere le quotidiane attività aziendali. Nonostante Microsoft ripeta allo spasimo come Windows XP rappresenti un grosso salto avanti per Windows, e come il futuro appaia roseo, il nuovo sistemone rischia di faticare nel trovare la sospirata affermazione sul mercato.

Da un lato deve fare i conti con la recessione del mercato PC, una crisi in atto ormai da circa un anno e che non sembra ancora giunta a maturazione ed anzi si è aggravata ulteriormente dopo i nefasti eventi dell’11 settembre. Molti speravano che fosse proprio Windows XP a risollevare il mercato ma oggi gli analisti sembrano per la maggior parte concordi nell’affermare che non si può affidare a Windows XP il ruolo di panacea di tutti i problemi perché persino WinXP difficilmente in una simile congiuntura potrà riuscire ad invertire il trend nel medio-breve periodo.

Clicca per ingrandire Le aziende, specie quelle già passate a Windows 2000, non sembrano particolarmente disposte ad aggiornare il proprio PC in questo clima economico e ai consumatori ci vorrà tempo per comprendere le motivazioni che dovrebbero spingerli ad aggiornamento il loro fido Windows 9x/Me. Secondo gli analisti, i produttori di PC dovranno soprattutto far leva sulle funzionalità extra di Windows XP, come quelle multimediali, e invogliare gli utenti a trarre vantaggio dalle nuove possibilità che il nuovo sistema operativo offre.

Clicca per ingrandire Intel non sembra però d’accordo con le stime pessimistiche circolate nell’ultimo periodo. Il colosso di Santa Clara prevede infatti che, nonostante il rallentamento economico globale, dal prossimo anno Windows XP possa spingere con decisione le vendite di PC, soprattutto in campo enterprise. Non c’è dubbio che Intel speri con tutto il cuore in un simile “miracolo economico”, visto che questo avrebbe l’effetto immediato di risollevare il mercato delle CPU ed in modo particolare del Pentium 4.

Dal canto suo Ballmer, durante la sua breve visita di ieri in Italia, ha dichiarato che la migliore cura per la crisi economica in atto è quella di “fare ottimi prodotti”: egli sostiene infatti che “nel campo dei computer è l’eccitazione per i nuovi prodotti a guidare le vendite”.

Clicca per ingrandire Ballmer non ha poi mancato di lanciare un’altra freccia avvelenata verso la licenza GPL, il cuore del mondo open source, lanciando un monito a utenti e governi: “Credo che i governi non debbano avere a che fare con licenze di questo tipo. Chi usa la GPL rompe le relazioni fra governi e industria: utilizzare la GPL è negativo per la stessa economia”.

Nel campo consumer c’è però da considerare anche la questione compatibilità, un problema che molti professionisti ed aziende hanno già dovuto affrontare nel momento in cui sono transitati verso Windows 2000, e che ora si pone anche agli utenti home. Nonostante i grossi sforzi fatti da Microsoft per supportare il più vasto numero di periferiche e di applicativi, ed il wizard di compatibilità proposto in fase di installazione, è pur sempre consigliabile, per chi proviene da Windows 9x/Me, consultare le liste di compatibilità hardware e software pubblicate sul sito di Microsoft e sperimentare il prodotto prima di procedere all’aggiornamento.

Clicca per ingrandire Accanto alle questioni tecniche ed economiche ci sono poi da considerare altri fattori che nel recente passato hanno aizzato l’opinione pubblica e parte dell’industria contro le scelte di Microsoft. Da un lato c’è la Product Activation, da più parti considerata un sistema di protezione troppo invasivo e scomodo, e dall’altro l’integrazione, in XP, di servizi e applicativi che, secondo diversi competitor di Microsoft, costituirebbero l’ennesimo esempio di concorrenza sleale. Per approfondire l’argomento si rimanda ad un recente articolo pubblicato su queste pagine.

Questo primo approccio a WindowsXP mentre esce dal guscio e si lancia nei negozi si chiude qui. Nella prossima pagina un’interessante rassegna dell’ultimo anno passato in attesa del nuovo sistema operativo. Presto su queste stesse pagine le prime impressioni e i primi risultati del più colossale lancio fin qui registrato per un sistema operativo. Quella che segue è una lista comprendente le news più salienti dell’ultimo anno riguardanti Windows XP.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti