Windows Media 8 esce allo scoperto

Microsoft rilancia la sfida ai formati concorrenti per lo streaming on-line e rilascia l'atteso Windows Media 8, un codec audio/video che promette ancora più qualità a fronte di file più piccoli. Al debutto anche il nuovo lucchetto
Microsoft rilancia la sfida ai formati concorrenti per lo streaming on-line e rilascia l'atteso Windows Media 8, un codec audio/video che promette ancora più qualità a fronte di file più piccoli. Al debutto anche il nuovo lucchetto


Redmond (USA) – In quello scontro all’ultimo sangue che vede contrapposte Microsoft, RealNetworks ed Apple per la conquista del settore dello streaming di contenuti multimediali, il big di Redmond spara l’ennesima bordata annunciando il rilascio della versione finale del Windows Media 8.

Microsoft dichiara che questo nuovo aggiornamento alla sua piattaforma audio/video porta con sé un incremento del 30% nella tecnologia di compressione, consentendo di raggiungere una qualità del video simile a quella DVD già a partire da un bit-rate di 500 Kbps (a 640×480 pixel, 24 fps) ed una qualità audio simile a quella CD a partire da 64 Kbps.

Microsoft dichiara che con il suo nuovo codec video sarà dunque possibile godere della qualità DVD attraverso una connessione a larga banda come ADSL, ed eventualmente accontentarsi di una qualità pari al VHS (320×240 pixel) con un’occupazione di banda pari a 250 Kbps.

Con il nuovo codec audio, di cui abbiamo provato recentemente una versione beta, il big di Redmond sostiene che la qualità del formato MP3 è ormai cosa lontana… Il Windows Media Audio 8 (WMA) riesce infatti a comprimere un file audio in qualità CD nella metà dello spazio richiesto dall’MP3: si parla infatti di un bit-rate di 64 Kbps del WMA contro i 128 Kbps dell’MP3.

Entrambi i codec sono compatibili all’indietro con le versioni 6.4 e 7 del Windows Media Player, ed incorporano funzionalità per la gestione del diritto d’autore che impediranno la copia e la distribuzione di file protetti.

La piattaforma Windows Media 8 verrà integrata in Windows XP insieme all’imminente Windows Media Player 8, un software che consentirà di estrarre tracce audio da un CD, ricercare brani in rete a scaricarli in automatico sul proprio hard disk, riprodurre DVD e ricercare scene, masterizzare CD audio, comprimere file in formato WMA ed altro ancora.

Microsoft ha anche annunciato la disponibilità del Windows Media Player 7 per Macintosh, scaricabile dall’home page Windows Media .

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

29 03 2001
Link copiato negli appunti