Windows Media colpisce Kazaa con Kazaa

Microsoft vuole dimostrare come il nemico pubblico numero uno nel P2P possa essere il veicolo ideale di contenuti controllati dalle sue tecnologie. E su Kazaa fa circolare due video gratuiti ma protetti. Il P2P double face


Roma – Una strada inusuale quella scelta da Microsoft per dimostrare la bontà e le capacità delle proprie tecnologie di produzione, distribuzione e controllo dei contenuti digitali, in particolare della piattaforma Windows Media 9 (WM9) presentata recentemente. Una strada che passa per Kazaa , sistema peer-to-peer utilizzato ogni giorno da milioni di utenti internet.

L’idea di Microsoft, almeno quella che è stata annunciata alla stampa, è di dimostrare come persino nel mondo selvaggio della condivisione di file, dove regna lo scambio di qualsiasi contenuto anche protetto da copyright al di fuori di qualsiasi controllo, le sue tecnologie possono averla vinta. Uno dei più accaniti sostenitori della proprietà intellettuale a tutti i costi, dunque, si reca nella tana del lupo, del sistema P2P che più di ogni altro ha deciso di sfidare le major della musica e del cinema.

In particolare Microsoft ha incaricato Altnet, che già si occupa di distribuire online contenuti protetti da lucchetti digitali, di diffondere via Kazaa due video, uno di 8 minuti e uno decisamente più lungo, a cui è associata la piattaforma WM9 che si aggiorna automaticamente quando i file vengono visualizzati dall’utente.

La strategia Microsoft è perigliosa, vista la fama che circonda Kazaa negli ambienti industriali, che accusano questo software, chi lo distribuisce (Sharman Networks) e chi lo usa di essere sostanzialmente “pirata”.

La “visione” Microsoft è stata spiegata da Jonathan Usher, a capo di Windows Media in Microsoft, secondo cui “siamo interessati a verificare quanto i network peer-to-peer possano essere utilizzati per la distribuzione legale di contenuti”. Secondo Usher, i primi risultati sono incoraggianti perché sarebbero numerosi gli utenti che hanno già scaricato i video. Per ogni video scaricato Sharman Network e Altnet ottengono un piccolo “rimborso” dall’azienda di Bill Gates. Ma nulla viene chiesto a chi scarica il tutto.

Che Kazaa possa essere legittimamente sfruttato a fini legali è convinto come noto anche Tiscali, che ha stretto un accordo con Sharman Network attirandosi gli strali dei produttori discografici.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Dite di NO al Palladium
    Sono pienamente d'accordo con quello che ha scritto Nando.
  • Anonimo scrive:
    Certo ci vuole una faccia tosta
    per parlare di corda in casa dell'impiccato
  • Anonimo scrive:
    Sii onesto con te stesso
    Chi conosci che sia disposto a parlarti male dei prodotti di una grande, grandissima azienda? Non certo il tuo negoziante di fiducia, che dopo tutto di mestiere li deve vendere, oppure la sera rincasando si trova a casa un nugolo di figli piccoli che lo guardano con grandi occhioni gonfi in parti uguali di speranza e di fame. Neppure, tutto sommato, gli altri acquirenti del medesimo articolo, tuoi amici e conoscenti. Ci hai mai fatto caso, utente M$? Tutti i consumatori sono disposti a parlar male di un ristorante, di un negozio, di uno sciampo; ma per farli parlare male di un'automobile o di un calcolatore che si sono portati a casa non basta che funzioni malissimo, c'è bisogno che l'oggetto cada in pezzi da solo tutte le volti che lo accendono (dimostrazione: se non fosse così non si capirebbe come sia possibile che esistano decine di milioni di utenti di Windows...)Tutti hanno difficoltà ad ammettere davanti a chiunque, anche davanti a se stessi, di aver preso una grossissima fregatura assai costosa, e allora razionalizzano a costo di arrampicarsi sugli specchi. Diversi anni fa lessi una statistica interessante: spiegava assai chiaramente che la Fiat Panda era la vettura in assoluto più soggetta a guasti, più di ogni altra. Ne accennai a un giovane amico che ne possedeva una. La risposta? "Beh, sì, però è una Fiat, si trovano meccanici dappertutto".Come i "cuggini" per Windows...
    • Anonimo scrive:
      Re: Sii onesto con te stesso

      Tutti hanno difficoltà ad ammettere davanti
      a chiunque, anche davanti a se stessi, di
      aver preso una grossissima fregatura[CUT]La stessa cosa che ho fatto notare ad un mio amico!Ci parlavamo via ICQ e lui mi ha detto come è contento di XP e che è tutta un'altra cosa rispetto a Win ME.Al che mi è venuto in mente che mi aveva detto la stessa cosa con Win ME, ovvero che ME era molto meglio del 98. E a sua volta mi aveva detto che il 98 era stabilissimo e che rispetto al 95 era tutta un'altra cosa.Dato che io i log di licq non li cancello da una vita ho per curiosità cercato i vecchi messaggi e li ho rigirati a lui, facendogli notare la cosa.Al che non ha più detto niente e si è reso conto delle vaccate che stava dicendo!Tra l'altro giusto per rincarare la dose gli ho fatto notare come all'epoca dell'uscita di win 95 le riviste del settore lo reclamizzarono come "finalmente windows è stabile, a 32 bit e sicuro. Dite addio ai crash di win 3.11, win 95 non si appoggia più al DOS e gira in modalità protetta". Si, mia nonna!Guarda caso il mio amico ha poi ammesso che vede in continuazione la famigerata finestra "invia segnalazione errore" (versione riveduta e corretta di "l'applicazione ha eseguito un'operazione non valida"), che ha già dovuto riformattare una volta (il filesystem era andato a put****), che se si installa e disinstalla tante applicazioni il sistema da segni di cedimento (explorer.exe che crasha, e adirittura finché masterizza il PC si riavvia da solo!).Gli ho fatto notare anche che io dal '98 non ho mai reinstallato Linux, e la conferma è che ho ancora i vecchi log di licq, e che da allora ho cambiato molte volte l'hardware e ho semplicemente trasportato la vecchia partizione Linux....e dicendo questo è venuta fuori un'altra chicca!A quanto pare ha riformattato XP altre due volte perché "ho dovuto cambiare scheda madre, e XP si incasina se gli cambi mother board... ma è normale, visto che non è un cambio da poco".E' normale un bel tubo! Hai proprio ragione: gli utenti si arrampicano sugli specchi pur di non ammettere che hanno preso una fregatura :(
    • Anonimo scrive:
      Re: Sii onesto con te stesso
      - Scritto da: AkkO
      Chi conosci che sia disposto a parlarti male
      dei prodotti di una grande, grandissima
      azienda? Non certo il tuo negoziante di
      fiducia, che dopo tutto di mestiere li deve
      vendere, oppure la sera rincasando si trova
      a casa un nugolo di figli piccoli che lo
      guardano con grandi occhioni gonfi in parti
      uguali di speranza e di fame. Neppure, tutto
      sommato, gli altri acquirenti del medesimo
      articolo, tuoi amici e conoscenti. Ci hai
      mai fatto caso, utente M$? Tutti i
      consumatori sono disposti a parlar male di
      un ristorante, di un negozio, di uno
      sciampo; ma per farli parlare male di
      un'automobile o di un calcolatore che si
      sono portati a casa non basta che funzioni
      malissimo, c'è bisogno che l'oggetto cada in
      pezzi da solo tutte le volti che lo
      accendono (dimostrazione: se non fosse così
      non si capirebbe come sia possibile che
      esistano decine di milioni di utenti di
      Windows...)
      Tutti hanno difficoltà ad ammettere davanti
      a chiunque, anche davanti a se stessi, di
      aver preso una grossissima fregatura assai
      costosa, e allora razionalizzano a costo di
      arrampicarsi sugli specchi. Diversi anni fa
      lessi una statistica interessante: spiegava
      assai chiaramente che la Fiat Panda era la
      vettura in assoluto più soggetta a guasti,
      più di ogni altra. Ne accennai a un giovane
      amico che ne possedeva una. La risposta?
      "Beh, sì, però è una Fiat, si trovano
      meccanici dappertutto".
      Come i "cuggini" per Windows...I winari su PI sono tutti "negozianti di fiducia":)))
  • Anonimo scrive:
    DITE DI *NO* AL Palladium.
    • Anonimo scrive:
      Re: DITE DI *NO* AL Palladium.
      me ne sbatto, sono cazzi degli utonti che hanno infestato una rete altrimenti vivibile, io passo a sparc, gli utonti si attaccassero al cazzo e tirassero forte.
  • Anonimo scrive:
    10 anni fa
    "Il nostro obiettivo è quello di trasformare i PC in qualcosa il cui comportamento sia ?certo? come un interruttore elettrico: se lo premo accendo la luce, se lo ripremo la spengo. Se non funziona vuol dire che l?Enel ha qualche problema"10 anni fa dicevo su fidonet che microsoft era riuscita a trasformare l'informatica in una scienza non deterministica (ovvero qualche cosa in cui sai cosa entra ma non puoi assolutamente prevedere cosa uscirà).Adesso lo ammettono pure loro! Posso ritenermi soddisfatto!Beati i tempi delle schede perforate! :-))) Qui scherzo, ovviamente, però per lo meno prima di windows 1+1 faceva sempre 2... adesso potrebbe finire in uno schermo blu o in un errore di protezione generale oppure ... :-)))Nic
  • Anonimo scrive:
    Ma quante belle parole !!!
    E` un anno ormai che continuano a sfornare belle frasi per riempire le pagine dei giornali, ma e` anche un anno che io continuo a vedere security advisories ogni settimana !Come al solito gli si puo` dire solo...... BUFFONI !!!!E il bello e` che c'e` anche gente che crede a sti asini !
  • Anonimo scrive:
    Scandaloso !!!
    - sicurezza: i prodotti devono essere in grado di resistere agli attacchi esterni e devono poter essere in grado di proteggere la confidenzialità, l?integrità dei dati e fornirne la continua disponibilità;- privacy: è necessario realizzare meccanismi di protezione dei dati più efficienti che garantiscano che acceda alle informazioni solo chi ne ha il diritto e in base a quel diritto. Più specificamente, si devono garantire che i dati inseriti nei servizi o prodotti online siano adeguatamente protetti;- affidabilità: l?utente deve potersi fidare delle applicazioni che usa, deve poterle utilizzare quando gli servono e deve disporre di livelli di servizio predicibili (il sistema si comporta secondo le previsioni dell?utente);- comportamenti: si deve migliorare la qualità dei prodotti e fornire un adeguato livello di supporto. Ci stanno dicendo che sino ad oggi non hanno adottato queste metodologie di lavoro, e ce ne siamo anche accorti, e ora pretendono la fiducia degli utenti ?Leggendo questo articolo vengono fuori una serie di ammissioni da parte di Microsoft che mi fanno venire 4 dita di pelle d'oca !!!!Una societa' con il suo fatturato che si permette di fare affermazioni di questo calibro e detiene il 94% del mercato desktop merita di chiudere per il bene tutti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Scandaloso !!!
      - Scritto da: MadGhigno

      - sicurezza: i prodotti devono essere in
      grado di resistere agli attacchi esterni e
      devono poter essere in grado di proteggere
      la confidenzialità, l?integrità dei dati e
      fornirne la continua disponibilità;e quando mai microtost l'ha fatto?
      - privacy: è necessario realizzare
      meccanismi di protezione dei dati più
      efficienti che garantiscano che acceda alle
      informazioni solo chi ne ha il diritto e in
      base a quel diritto. Più specificamente, si
      devono garantire che i dati inseriti nei
      servizi o prodotti online siano
      adeguatamente protetti;sì, così lo sapremo solo noi e Bill e gli altri autorizzati ;-)
      - affidabilità: l?utente deve potersi fidare
      delle applicazioni che usa, deve poterle
      utilizzare quando gli servono e deve
      disporre di livelli di servizio predicibili
      (il sistema si comporta secondo le
      previsioni dell?utente);Fumoso messaggio gatesiano
      - comportamenti: si deve migliorare la
      qualità dei prodotti e fornire un adeguato
      livello di supporto.
      questo mi fa scompisciare davvero, detto da Bill

      Ci stanno dicendo che sino ad oggi non hanno
      adottato queste metodologie di lavoro, e ce
      ne siamo anche accorti, e ora pretendono la
      fiducia degli utenti ?Bill: Ipse dixit : fidati di me e sarai felice ;-)

      Leggendo questo articolo vengono fuori una
      serie di ammissioni da parte di Microsoft
      che mi fanno venire 4 dita di pelle d'oca
      !!!!e a me , utontaro Windowsiano fanno venire anche l'ulcera

      Una societa' con il suo fatturato che si
      permette di fare affermazioni di questo
      calibro e detiene il 94% del mercato desktop
      merita di chiudere per il bene tutti.
      Questa sarebbe una cosa sana.Hai tutta la mia ammirazione e solidarietà .Alla prossima formattazione, farò 2 partizioni :10 giga dove metterò il vecchio Win 98 ;un'altra, dove comincerò ad installare Linux e a costo di piangere, passare notti insonni e cose innominabili, vedrò di imparare ad usarlo decentemente.Saluti a tuttiAngelo
      • Anonimo scrive:
        Re: Scandaloso !!!
        - Scritto da: Angel
        Alla prossima formattazione, farò 2
        partizioni :
        10 giga dove metterò il vecchio Win 98 ;
        un'altra, dove comincerò ad installare Linux
        e a costo di piangere, passare notti insonni
        e cose innominabili, vedrò di imparare ad
        usarlo decentemente.non c'e' bisogno di arrivare a tanto, appena decidi di installarlo ti consiglio di iscriverti al LUG a te piu' vicino ( http://www.linux.it/LUG/ ), troverai altri utenti GNU/Linux disposti ad aiutarti (se hai culo becchi un install-fest e te lo installano loro); poi fai sempre riferimento ad Appunti di informatica libera ( http://a2.swlibero.org ) ci trovi la soluzione al 90% dei dubbi che possono venire ad un newbie.
      • Anonimo scrive:
        Re: Scandaloso !!!

        Questa sarebbe una cosa sana.
        Hai tutta la mia ammirazione e solidarietà .
        Alla prossima formattazione, farò 2
        partizioni :
        10 giga dove metterò il vecchio Win 98 ;
        un'altra, dove comincerò ad installare Linux
        e a costo di piangere, passare notti insonni
        e cose innominabili, vedrò di imparare ad
        usarlo decentemente.

        Saluti a tutti
        AngeloNon è il caso di piangere!! Stai tranquillo che adesso come adesso una Mandrake 8.0 o una SUSE 8.1 sono veramente facili da installare e da imparare ad usare. Per spingerti oltre e diventare smanettone dovrai essere un po' paziente, ma sarai sempre pienamente ripagato !!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Scandaloso !!!
        - Scritto da: Angel[cut]

        Questa sarebbe una cosa sana.
        Hai tutta la mia ammirazione e solidarietà .
        Alla prossima formattazione, farò 2
        partizioni :
        10 giga dove metterò il vecchio Win 98 ;
        un'altra, dove comincerò ad installare Linux
        e a costo di piangere, passare notti insonni
        e cose innominabili, vedrò di imparare ad
        usarlo decentemente.

        Saluti a tutti
        AngeloIl 23 novembre ci sara' il Linux Day in varie citta' italiane.http://www.linux.it per info.Puoi cominciare partecipando alla manifestazione :-)CiaoFabio
    • Anonimo scrive:
      Re: Scandaloso !!!
      - Scritto da: MadGhigno

      - sicurezza: i prodotti devono essere in
      grado di resistere agli attacchi esterni e[cut]
      Ci stanno dicendo che sino ad oggi non hanno
      adottato queste metodologie di lavoro, e ce
      ne siamo anche accorti, e ora pretendono la
      fiducia degli utenti ?Ma non c'era bisogno che si disturbassero tanto: si era gia' capito!Ora l'hanno solo confermato.CiaoFabio
      • Anonimo scrive:
        Re: Scandaloso !!!
        Grazie a :FamosoPorcoDi3Lettere, Flavio, Fabio :-)Le voste info mi hanno rincuorato e se ne avrò la possibilità, andrò a vedere una di queste feste, anche per rendermi conto di persona e dal vivo, di come lavorate nella vostra comunità :-)Angelo
  • Anonimo scrive:
    HAHAHA UHAHHHAHA HHA AHAHAA...
    http://www.apple.com/macosx/
  • Anonimo scrive:
    Prevenire è meglio che curare
    Per prevenire il diffondersi di Palladium, che secondo me può essere equiparato a un virus (infatti impedisce all'utente di usufruire di alcune funzionalità del proprio computer), è importante fin da subito far circolare la voce, soprattutto presso chi di computer meno se ne intende, di cosa sia veramente Palladium.Bisogna sforzarsi di diffondere un messaggio semplice e comprensibile a tutti:Palladium = Niente Masterizzazioni ePalladium = Niente MP3Avanti, diffondete la voce fin da subito.
    • Anonimo scrive:
      Re: Prevenire è meglio che curare
      Sto seriamente pensando che alla fine Palladium sarà un bluff come la product activation e la nuova protezione su XP SP1...Molti dei conoscenti non-informatizzati si sono comperati il PC per usare internet per prendersi gli MP3 da masterizzare (e poi, inevitabilmente sono caduti nel gorgo delle chat). Non penso che qualcuno a cui fondamentalmente non frega nulla dell'informatica sia disposto a spendere migliaia di euro per un HW spaziale che non ti fa fare + nulla delle cose illegali che facevi prima... Certo i maniaci delle chat esistono ma sono molti d + quelli che usano il PC esclusivamente per non dare neanche i soldi ai marocchini per i CD tarocchi!
      • Anonimo scrive:
        Re: Prevenire è meglio che curare
        vero, ma se ci provano non ti fanno trovare domani sullo scaffale il pc palladium con di fianco il pc senza palladium. cominciano con l'includere il supporto in tutte le periferiche attuali, supporto al momento disabilitabile, o comunque "innocuo". come le cpu intel e amd. tra 1-2 anni ci ritroviamo con un certo parco macchine con tutto hardware sulla carta certificato, anche se non fa girare alcun sistema operativo palladium. e da allora in avanti tutti i nuovi sistemi microsoft potrebbero richedere palladium per funzionare, e poiche i vecchi sistemi diventano obsoleti (questione di anni certo, ma effettivamente ormai sono pochissimi quelli che ancora usano ancora win95) ci si ritrova gradualmente con molti sistemi operativi palladium installati. all'inizio i sistemi palladium potrebbero essere particolarmente permissivi, e lasciare ampio spazio all'utente, ma non appena la diffusione sara sufficiente, ecco che si da il giro di vite, e si comincia a limitare gradualmente la liberta dell'utente, e magari a quel punto si rende obbligatorio per l'hardware funzionare solo in modalita palladium. fine dei giochi, siamo fregati.si tratta di uno scenario irrealistico? forse si, forse no. forse palladium lo relegheranno solo ai set top box, forse sbaglieranno tutto e non avra successo, forse palladium non funziona neanche cosi... ma siccome a pensare male spesso ci si azzecca, io preferisco essere guardingo nei confronti di chi nel corso degli anni ha gia ripetutamente cercato di mettermelo in quel posto.tu fidati pure...
        • Anonimo scrive:
          Re: Prevenire è meglio che curare
          Condivido in pieno il tuo ragionamento!Ma allora se è così, se Palladium pian piano si insinuerà nell'hardware dei nostri computer fino al giorno in cui faranno girare solo quello che vogliono loro (Microsoft), si arriverà al punto che si potrà usare solo il sistema operativo della Microsoft e chi usa Linux sarà fregato o dovrà fare le modifiche all'hardware del suo computer!Pensare che possa capitare in futuro una cosa del genere è veramente sconsolante: si dovrebbe sottostare ad un controllo diretto di tutto ciò che si fa o scegliere di essere un "fuorilegge"...
          • Anonimo scrive:
            Re: Prevenire è meglio che curare
            ??? ma lo sai che esistono altre architetture oltre x86 vero?
          • Anonimo scrive:
            Re: Prevenire è meglio che curare
            A sentire Microsoft il supporto al Palladium sarà disinseribile, quindi Linux e il mondo Open Source potranno continuare a vivere; il fatto è che la microsoft userà Palladium anche per cercare di distruggere Linux .... oltre che per parare il sedere alle major discografiche e ai poveretti di Hollywood. Ragazzi saranno tempi duri!
  • Anonimo scrive:
    Software Update Services
    Questo genio di MS non sa neanche il Software Update Services esiste gia' da diversi mesi, e funziona piuttosto bene. L'ho installato nella mia rete aziendale ed ha molto semplificato la distribuzione delle patch di sicurezza ai clients.
    • Anonimo scrive:
      Re: Software Update Services
      - Scritto da: Ale
      Questo genio di MS non sa neanche il
      Software Update Services esiste gia' da
      diversi mesi, e funziona piuttosto bene.
      L'ho installato nella mia rete aziendale ed
      ha molto semplificato la distribuzione delle
      patch di sicurezza ai clients.e brutto leggere commenti di questo tipo da un personaggio che lavora in ambito win, se non riesci a capire il senso dell'articolo non riesco a capire come puoi amministrare una rete.qui si parla di risoluzione di problemi e bug alla radice, cioè far si che che questi vengano rivelati in sede di test non dopo aver distribuito il sw, quindi rendendo virtualmente inutile il win update (oppure in percentuale minore rispetto a quello in cui e usato ora).
  • Anonimo scrive:
    Per pietà, fateli smettere, o muoio dal ridere.

    Xbox è stato il primo prototipo di Palladiumla cosa si commenta da sola.poveracci.
    • Anonimo scrive:
      Re: Per pietà, fateli smettere, o muoio dal ridere.
      Purtroppo è vero se modchippi e pathci il bios per far funzionare tutto, appena ti connetti ti tanano e sei automaticamente escluso dall'utilizzo della rete per giocare online...provare per credere.L'alternativa è flashare in continuazione avanti e indietro il bios ma non penso sia una cosa fattibile (secondo me prima o poi la eprom si scassa)
      • Anonimo scrive:
        Re: Per pietà, fateli smettere, o muoio dal ridere

        L'alternativa è flashare ... il bios ...mi ricordo nel C64+154i di un supporto x le due eprom switchabili : una era quella originale l'altra per la connessione parallela al floppy.eh.
        • Anonimo scrive:
          Come come ???
          - Scritto da: gattone
          mi ricordo nel C64+154i di un supporto
          x le due eprom switchabili : una era quella
          originale l'altra per la connessione
          parallela al floppy.Mi spiegheresti meglio ?Io avevo l'1571 e non ho mai trovato nessun altro che ce lo avesse !
          • Anonimo scrive:
            Re: Come come ???

            Mi spiegheresti meglio ?Spiego io.C'era il kit "speed-dos" che trasformava l'accesso al floppy da seriale (standard) a parallelo.Ovviamente per farlo andare più veloce.Ovviamente qualche gioco (già da allora i programmatori cani che assumevano cose da non assumere esistevano) non andava e quindi ti mettevano lo switch per tornare a seriale in caso di bisogno.
            Io avevo l'1571 e non ho mai trovato nessun
            altro che ce lo avesse !Un fratello "da 340k", quindi... :-))
          • Anonimo scrive:
            Re: Come come ???
            visto che le mod per xbox funzionano con flash classiche e i pin ci sono, usando una flash esterna è possibile mettere ad esempio 8 mbit di flash (ogni bios xbox è 2 mbit) e usare i 2 bit alti come switch per attivare 1 dei 4 bios nel chip.
  • Anonimo scrive:
    SICUREZZA SICUREZZA SICUREZZA
    e adesso che hanno scoperto che la SICIREZZA è garantita solo dall' Open Source, si cagano sotto e si arrampicano sui vetri dopo che hanno pure capito che la gente l'ha capito.
    • Anonimo scrive:
      Re: SICUREZZA SICUREZZA SICUREZZA
      - Scritto da: rottoinculo
      e adesso che hanno scoperto che la SICIREZZA
      è garantita solo dall' Open Source, si
      cagano sotto e si arrampicano sui vetri dopo
      che hanno pure capito che la gente l'ha
      capito.Palle... la sicurezza è propria anche dei prodotti commerciali.Sistemi come OS390/OS400 pensi che siano insicuri...
      • Anonimo scrive:
        Re: SICUREZZA SICUREZZA SICUREZZA
        - Scritto da: matteooooo
        Palle... la sicurezza è propria anche dei
        prodotti commerciali.
        Sistemi come OS390/OS400 pensi che siano
        insicuri...sei uno schiavo ma dato che hai una ragazza disponibile (un po' con tutti)ti perdono.
  • Anonimo scrive:
    Orwell e' tra noi
    "...impedire che vengano eseguiti contenuti multimediali di cui non si ha la licenza (come gli MP3 scaricati da Internet."Ma stiamo scherzando???Il PC deve copiare, eseguire, manipolare, e fare quantaltro a me venga in mente su qualsiasi stream di dati che passi attraverso i suoi circuiti.Punto.Viste queste tendenze Orwelliane del "magico" mondo MS, se voglio conservare la mia liberta' penso che dovro' iniziare seriamente a pensare a Linux (o, perche' no, a MacOSX).SalutiGiorgio
    • Anonimo scrive:
      Re: Orwell e' tra noi

      Viste queste tendenze Orwelliane del
      "magico" mondo MS, se voglio conservare la
      mia liberta' penso che dovro' iniziare
      seriamente a pensare a Linux (o, perche' no,
      a MacOSX).
      Io l'ho già fatto e ne sono molto soddisfatto. Anzi da qualche giorno sto provando Red Hat 8 ed è un SO coi fiocchi, hanno tolto dalla base della distribuzione i programmi per gli MP3, ma tanto in rete ce ne sono centinaia per fare quello che si vuole...
    • Anonimo scrive:
      Re: Orwell e' tra noi
      - Scritto da: Giorgio
      "...impedire che vengano eseguiti contenuti
      multimediali di cui non si ha la licenza
      (come gli MP3 scaricati da Internet."

      Ma stiamo scherzando???

      Il PC deve copiare, eseguire, manipolare, e
      fare quantaltro a me venga in mente su
      qualsiasi stream di dati che passi
      attraverso i suoi circuiti.
      Punto.Guarda che è proprio così che i virus ti fottono il PC: esecuzione di codice senza controllo.Perché una volta che viene introdotto il controllo per salvare l'integrità dei tuoi dati, automaticamente si rende possibile controllare che i dati che esegui non siano illeciti. E tu credi che le major della musica non sfrutteranno questa opportunità?Cosa pensavi che facesse Microsoft? Che scrivesse sulle scatole di Windows "non adatto per il collegamento in internet"? Si difenderà, e lo farà limitando la libertà di eseguire codice "qualsiasi" sui PC, ma forzando a eseguire codice "certificato". E stai certo che se lo fanno è perchè i clienti (pensa soprattutto alle enterprise) glielo hanno chiesto.Prenditela con quei "buontemponi" che passano il tempo a scrivere codice per buttare giù qualche sito (ovviamente rigorosamente Windows) perché è "etico" distruggere la multinazionale.
      • Anonimo scrive:
        Re: Orwell e' tra noi
        Con poche precauzioni nessuno ti 'fotte' niente, tantomento i virus. Libero di seguire Microsoft, libero di installare solo programmi certificati, libero di pagare ogni volta che accendi il computer....vedi tu.
    • Anonimo scrive:
      Re: Orwell e' tra noi
      - Scritto da: Giorgio
      Ma stiamo scherzando???
      Viste queste tendenze Orwelliane del
      "magico" mondo MS, se voglio conservare la
      mia liberta' penso che dovro' iniziare
      seriamente a pensare a Linux (o, perche' no,
      a MacOSX).Caro Giorgio,purtroppo le cose non sono così semplici... Il problema vero è che anche i server dei providers saranno corazzati con Palladium. Che tu abbia Linux o Mac non farà molta differenza.Io comunque sono ottimista. Con il diffondersi della cultura informatica la gente si sveglierà ed agirà di conseguenza a livello di massa, ed anche a livello di governo.Ciao,zeta
      • Anonimo scrive:
        Re: Orwell e' tra noi
        eroore del server:il server (si vede che era carico)elenco.iol.itapache :-)strano che usino apachesui server gira al 99% linux(siu grossi server) non l'azienda con 1530 pc ma aziende grosse MOLTO GROSSEsi appogiano a clustering linuxpoi che il tecnico lavori da windows in terminale o in vnc nn frega nullail palladio costera meno di un pc con le stesse funzioni (come xbox)ma nn e' detto che io butti tutto il pc per palladiovi ricordate le licenze M$ci scusiamo abbiamo sbagliatoIPV6 di windows non ha la cifratura standardlinux siIPV6 di windows e' gplun esegibile su linux non si esegue a meno che non gli dai il permesso di essere esegitoe come scaricare uno scr e fare 2 klick e questo non parte perche non ha il permessowindows lo fa ?ho una notizia RH 8.1 e standard linux compilata con il gcc ufficialeilsoftware certificato mi sta bene se me lo posso certificare io sul mio pcse in linux scarico un prg e lo devo compilare voglio usare un mio certificarose quel programma viene copiato su un alto pc non gira deve essere ricompilatose il certificato lo metto su un token usb dillo ad un hacker di compilare ed seguire sul mio pc qualcosa quando il mio os per compilare chiede il cerificato. l'esecuzione deve avvenire con token diversi (si piglia un hdd usb e si mette una chiave tipo pgp) e ho fatto il tokenovviamente l'idea di questo rendeil software GPL
  • Anonimo scrive:
    Beh, io ho un pc.
    Il mio non si autoripara, ma si rompe da solo. Non male vero? insomma, dopo il selfmademan avemo il selfmadepc? Non so , magari sono un po' ignorante ma i fatti per me sono 2 : 1) mi sono perso un secolo di storia l'ultima volta che ho corso troppo in auto e ho fatto un salto in hyperspazio.2) Gli ing di IBM hanno fatto una gita ad Amsterdaam e si sono mangiati i funghetti come se fossero Cornflakes.Secondo me, se inventassero un pc che non si incasina sarebbe gia' un bel passo avanti, ma si dovrebbe trovare una soluzione alla frustrazione del vecchio Bill dato che non potra' giocare a controllare il mondo, al massimo si fara' una partita con la sua xbox crackata con linux, heehhCiao Raga!
  • Anonimo scrive:
    Saremo nio ad aver bisogno di loro...
    Si invertiranno i ruoli? In tal caso, benvenuto SkyNet! Con la nostra smania di risparmiare sull'intervento umano, spero che un giorno le macchina risparmieranno il loro internento su di noi. Hehe... ok, ok, era solo un attimo di pessimismo e fastidio!A me sinceramente i computer sembrano sempre piu' incasinati. Entropicamente parlando, la vedo difficile. Speriamo bene, intanto col mio athlon 1800 il caffe' riesce proprio bene, mi hanno detto che con il 2600+ i toast sono una delizia. Quasi quasi faccio un upgrade!
  • Anonimo scrive:
    HUAHUAHUAHUAHUHAUHUAHUAHUA
    Scusate.. so che non è un post molto costruttivo..ma non ho saputo resistere :DQuesto articolo potremmo salvarlo ed usarlo come esempio di tutto ciò da cui deve guardarsi il mondo nel prossimo futuro..p.s. se la luce non si accende.. forse è il mio interruttore che funziona male.. o è rotto ;Pbasta guardare se gli altri interruttori (di altra marca) funzionano, prima di chiamare l'ENEL ;)
  • Anonimo scrive:
    Questa è paura
    Come da oggetto, la gente prende coscienza e si comincia a guardare intorno alla ricerca di alternative a prodotti MSHanno sempre il monopolio ma cominciano a perdere terreno in modo *sensibile*
    • Anonimo scrive:
      Re: Questa è paura
      - Scritto da: me
      Come da oggetto, la gente prende coscienza e
      si comincia a guardare intorno alla ricerca
      di alternative a prodotti MS
      Hanno sempre il monopolio ma cominciano a
      perdere terreno in modo *sensibile*Mi puoi indicare una statistica/sito/report dove si deduce questo trend?
      • Anonimo scrive:
        Re: Questa è paura
        - Scritto da: matteooooo
        Mi puoi indicare una statistica/sito/report
        dove si deduce questo trend?booooo io preferisco il trend (ma poi che cazzo e' trend il nome di una merendina??) delle trombate che mi faccio con la tua donna (crescita esponenziale)
      • Anonimo scrive:
        Re: Questa è paura

        Mi puoi indicare una statistica/sito/report
        dove si deduce questo trend?sono 3 anni che ballmer va in giro a dire a tutti di non usare la gpl... secondo te lo fa perche alla microsoft sono in pensiero per la sorte della concorrenza? hai pure bisogno di una statistica?
        • Anonimo scrive:
          Re: Questa è paura
          - Scritto da: qweasdzxc

          Mi puoi indicare una
          statistica/sito/report

          dove si deduce questo trend?

          sono 3 anni che ballmer va in giro a dire a
          tutti di non usare la gpl... secondo te lo
          fa perche alla microsoft sono in pensiero
          per la sorte della concorrenza? hai pure
          bisogno di una statistica?Qua si parla di crescita cospicua di Linux ...vuoi che ti creda sulla fiducia?Sparare stronzate come questa per voi è solo dannoso perchè qualcuno potrebbe associare utente Linux -
          Pallonaro
          • Anonimo scrive:
            Re: Questa è paura
            dove hai letto crescita cospicua di linux? si parla di gente che comincia a guardarsi attorno in cerca di alternative.. ti serve una statistica su questo? non ce l'ho, ma guarda un po cosa hanno fatto le pubbliche amministrazioni di mezzo mondo... guarda il rapporto della commissione europea sull'opensource... guarda un po wallmart che vende pc a basso costo con linux (che abbiano successo o no chissenefrega, si sono guardati attorno in cerca di alternative...) guarda il caso verizon, guarda il caso telstra, e tanti altri casi... inutile che ti citi ibm...inoltre ho la mia personale esperienza a conferma.comunque il mio commento non era rivolto tanto a questo, quanto al fatto che microsoft e conscia di cio... senno spiegami perche ha cominciato a fare pubblicita a .net in tv praticamente 2 anni prima dell'uscita del prodotto, spiegami perche da 3 anni continuano con appuntamenti quasi quotidiani la campagna di fud...
          • Anonimo scrive:
            Re: Questa è paura
            - Scritto da: qweasdzxc
            dove hai letto crescita cospicua di linux?Ti riporto uno stralcio del messaggio iniziale"Hanno sempre il monopolio ma cominciano a perdere terreno in modo *sensibile*"Ecco dove l'ho letto....
          • Anonimo scrive:
            Re: Questa è paura
            non vedo la scritta "linux". diciamo che se non stanno perdendo terreno, non ne stanno piu guadagnando da un po ormai (no, non lanciatevi in facili ironie, in ambito server lo spazio per aumentare ci sarebbe anche.). chiamiamola come vuoi, io la chiamerei fase di stallo... di certo e una fase molto molto sensibile, lo sanno anche loro. senno sto .net non esisterebbe, non farebbero fud, ecc..
          • Anonimo scrive:
            Re: Questa è paura

            non vedo la scritta "linux". diciamo che se
            non stanno perdendo terreno, non ne stanno
            piu guadagnando da un po ormai (no, non
            lanciatevi in facili ironie, in ambito
            server lo spazio per aumentare ci sarebbe
            anche.). chiamiamola come vuoi, io la
            chiamerei fase di stallo... di certo e una
            fase molto molto sensibile, lo sanno anche
            loro. senno sto .net non esisterebbe, non
            farebbero fud, ecc..Come ragionamento è più che accettabile e probabilmente condivisibile.Ma il post di Me spara sentenze senza giustificarle... non mi sembra molto serio ...sbaglio?Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Questa è paura
            - Scritto da: qweasdzxc
            non vedo la scritta "linux". diciamo che se
            non stanno perdendo terreno, non ne stanno
            piu guadagnando da un po ormai (no, non
            lanciatevi in facili ironie, in ambito
            server lo spazio per aumentare ci sarebbe
            anche.). Fatturato dell'anno fiscale 2002 (vale a dire del periodo luglio 2001-giugno 2002).Servers: World Wide +40%, Italia +58%Scendendo nel dettaglio: .NET Servers: World Wide +52%, Italia +50,2% SQL Server: World Wide +56%, Italia +196% Windows Server:World Wide +28%, Italia +25,1%.Non so cosa ne pensi tu, ma a me non sembra per niente male!
          • Anonimo scrive:
            Re: Questa è paura

            non vedo la scritta "linux". diciamo che se
            non stanno perdendo terreno, non ne stanno
            piu guadagnando da un po ormai (no, non
            lanciatevi in facili ironie, in ambito
            server lo spazio per aumentare ci sarebbe
            anche.). chiamiamola come vuoi, io la
            chiamerei fase di stallo... di certo e una
            fase molto molto sensibile, lo sanno anche
            loro. senno sto .net non esisterebbe, non
            farebbero fud, ecc..guarda che linux non ha tolto spazio a windows...anzi..sono entrambi alternative a basso costo rispetto agli UnixIBM supporta linux, vuol dire che se avevi AIX, adesso sui mainframe puoi metterci anche linux.Non vuol dire IBM non supporta piu' windows.E infatti nell'offerta IBM windows e' sempre ben presente.ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Questa è paura
            Sciocchezze, se credi che .net sia un qualcosa sviluppato per mantenere una quota di mercato non hai assolutamente capito di che si tratta. Tutti i maggiori sistemi informativi in via di sviluppo e destinati ad andare in produzione nei prossimi due anni, sia in Italia che all'estero sono stati sviluppati attorno a .net, la preoccupazione maggiore di microsoft una volta entrata piu' o meno dappertutto e' di rendere disponibile in tempi brevi un sistema operativo a 64 bit per dare la scalata al mercato server (su quello client non c'e' neanche da stare a discutere) e proporre una valida alternativa oracle+aix (o almeno proporre ai clienti un oracle+winxp64 su server ibm multiprocessore). Piu' che perdere terreno microsoft sta preparandosi a conquistare un mercato, con AIX la sfida non sara' poi tanto dura tanto nemmeno ibm ci crede al suo so, con oracle invece...per me finira' per comprarsela.- Scritto da: qweasdzxc
            non vedo la scritta "linux". diciamo che se
            non stanno perdendo terreno, non ne stanno
            piu guadagnando da un po ormai (no, non
            lanciatevi in facili ironie, in ambito
            server lo spazio per aumentare ci sarebbe
            anche.). chiamiamola come vuoi, io la
            chiamerei fase di stallo... di certo e una
            fase molto molto sensibile, lo sanno anche
            loro. senno sto .net non esisterebbe, non
            farebbero fud, ecc..
  • Anonimo scrive:
    LEGGETE TUTTI, VALBONI NON CONOSCI I SUI S.O.!!!!
    ?Solo di recente Microsoft ha introdotto il supporto per questo protocollo nei propri prodotti. Windows XP l?ha ottenuto con il Service Pack 1, Windows 2000 lo avrà con il Service Pack 4, ma solo sulla versione Professional, mentre in Windows.Net è incluso fin dall?inizio. IPv6 è destinato a sostituire IPv4."MA quando mai!!!!! Win XP ha di base il supporto a ipv6 anche senza SP1, mentre win 2000 ha avuto il supporto IPv6 con il primo service pack!Questi dirigenti parlano tanto ma alla fine non sanno neanche loro di cosa!! che si mettessero a lavorare invece di fare conferenze stampa!!
    • Anonimo scrive:
      Re: LEGGETE TUTTI, VALBONI NON CONOSCI I SUI S.O.!!!!
      Ma che versioni hai ?Io di recente ho installato Windows 2000 Pro con SP3 e Windows XP Pro con SP1 ed ho avuto altri risultati:- Windows 2000 Pro : sia con il SP3 che senza non c'è il supporto per IPv6,- Windows XP Pro : il supporto l'ho trovo solo se installo il SP1 (IPv6 Developer).
      • Anonimo scrive:
        Re: LEGGETE TUTTI, VALBONI NON CONOSCI I SUI S.O.!!!!
        tenta di capirli:Windows=merda, blue screenQuello che dice uno di windows=merda, bluescreenLinux= stabile, userfriendly, ci metto tre secondi a configurare quell'hw che segue specifiche standard ma non supportato, è un gioco da ragazzi che windows se lo sogna!Quello che dice uno di Linux= verbo, vangelo, vero, fico, wow, non potrebbe essere diversamente.Mi spiace solo che Win95 qualche anno fa abbia fornito alla comunità open source idiota (ovvero quella che ha 5 distro diverse di linux sullo stesso pc perché non è in grado di fare tutto con una solo perché NON SA USARE VERAMENTE LINUX ma fa il fico con gli amici) lo spunto dei blue screen... Ma la tiritera sta diventando un po' vecchia, non trovate, miei cari talebani di linux che a linux non servete ad un cazzo se non a farli arrivare all'1% di utilizzo? Chi veramente è un amante dell'informatica in generale dual boota (o anche trial.quadrupla boota) perché ogni SO ha i suoi pregi e i suoi vantaggi e ogni SO ha pari dignità di esistere. Tutti gli altri con un'unica grande fede sono pupazzetti e saranno, presto o tardi trattati come tali.
        • Anonimo scrive:
          Re: LEGGETE TUTTI, VALBONI NON CONOSCI I SUI S.O.!
          non e' questione di blue screen, memory leak, sottosistema grafico in kernel space, ecc... e' questione di liberta', per quanto riguarda GNU/Linux l'OS e' solo la concretizazzione di un idea, non e' la validita' o meno del codice che spinge un utente GNU/Linux a difendere il suddetto OS manco fosse il suo dio ma l'idea che c'e dietro, questo fuori da ogni polemica, prova a leggere questo http://www.gnu.org/gnu/thegnuproject.it.html poi potrai essere d'accordo o meno ma capirai cosa muove l'utente GNU/Linux medio con cui hai a che fare in questi forum.
          • Anonimo scrive:
            Re: LEGGETE TUTTI, VALBONI NON CONOSCI I SUI S.O.!
            - Scritto da: FamosoPorcoDi3Lettere
            non e' questione di blue screen, memory
            leak, sottosistema grafico in kernel space,
            ecc... e' questione di liberta',liberta da che cosa tu perchè usi linux ti senti libero bo se lo credi stai messo molto male.Per me liberta e poter usare l'SO che mi aggrada indipendentemente da chi lo produce se ci sono sorgenti ecc.., e di usarne più di uno, sviluppare per entrambi.Le cose da fede religiosa nell'SO li lascio ai testa di cocomero come voi.
          • Anonimo scrive:
            Re: LEGGETE TUTTI, VALBONI NON CONOSCI I SUI S.O.!
            - Scritto da: testedicocomeroschiave
            Per me liberta e poter usare l'SO che mi
            aggrada indipendentemente da chi lo produce
            se ci sono sorgenti ecc.., e di usarne più
            di uno, sviluppare per entrambi.e la M$ ovviamente garantisce queste liberta, no ?un giorno sbatterai anche tu il muso contro la dura realta ..contro i formati di file proprietaricontro i bug che non puoi correggerecontro gli upgrade programmati ecc.
          • Anonimo scrive:
            Re: LEGGETE TUTTI, VALBONI NON CONOSCI I SUI S.O.!
            evabbe' (per una volta che ero serio)....se ti incontro ti rompo il culo a picconate
          • Anonimo scrive:
            Re: LEGGETE TUTTI, VALBONI NON CONOSCI I SUI S.O.!

            Per me liberta e poter usare l'SO che mi
            aggrada indipendentemente da chi lo produce
            se ci sono sorgenti ecc.., e di usarne più
            di uno, sviluppare per entrambi.
            Le cose da fede religiosa nell'SO li lascio
            ai testa di cocomero come voi.
            Si, si.... aspetta a vedere poi col Palladium cosa sarai libero di fare tu col tuo PC!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: LEGGETE TUTTI, VALBONI NON CONOSCI I SUI S.O.!

          Mi spiace solo che Win95 qualche anno fa
          abbia fornito alla comunità open source
          idiota ti sei perso per strada win95b e c, 98 e 98se, winme che vendono ancora... oltre un lustro di vergogna nella storia dell'informatica... (ovvero quella che ha 5 distro
          diverse di linux sullo stesso pc perché non
          è in grado di fare tutto con una solo perché
          NON SA USARE VERAMENTE LINUX ma fa il fico
          con gli amici)pensa, un mio amico aveva un dual boot 98-2000 perche per il suo scanner non hanno fatto i driver decenti per 2000... fortunatamente e passato a linux, ci fa tutto quello che ci faceva con 2000, e in piu lo scanner funziona.
          Ma la tiritera sta diventando un po'
          vecchia, non trovate, miei cari talebani di
          linux che a linux non servete ad un cazzo se
          non a farli arrivare all'1% di utilizzo?e...? ha senso questo discorso? Chi
          veramente è un amante dell'informatica in
          generale dual boota (o anche trial.quadrupla
          boota) perché ogni SO ha i suoi pregi e i
          suoi vantaggi e ogni SO ha pari dignità di
          esistere.mi prendi per il culo? win9x ha dignita di esistere adesso? perche l'amante dell'informatica generale per te puo avere 3 versioni di windows installate ma non 3 distribuzioni linux? Tutti gli altri con un'unica
          grande fede sono pupazzetti e saranno,
          presto o tardi trattati come tali.trattati come pupazzetti? forse non hai notato che da 20 anni microsoft tratta come pupazzetti i suoi utenti... e continua a farlo... ho molta piu dignita adesso da utente unix che quando ero utente microsoft...
        • Anonimo scrive:
          Re: LEGGETE TUTTI, VALBONI NON CONOSCI I SUI S.O.!
          - Scritto da: Z.e.r.o
          Chi
          veramente è un amante dell'informatica in
          generale dual boota (o anche trial.quadrupla
          boota) perché ogni SO ha i suoi pregi e i
          suoi vantaggi e ogni SO ha pari dignità di
          esistere.Può essere un punto di vista.
          Tutti gli altri con un'unica
          grande fede sono pupazzetti e saranno,
          presto o tardi trattati come tali.Quindi il 96% di quelli con un PC, visti che hanno tutti un unica grande fede, windows...anzi no avranno 2/3 windows in trial-boot come dici tu.
  • Anonimo scrive:
    Guninski

    Prendendo Guninski quale innovativo termometro
    della situazione viene evidenziato come
    l?ultima sua segnalazione riguarda un bug del
    browser Internet Explorer rilevato il 31/07/02. I parecchi bug segnalati da Guninski sono statiscoperti grazie al lentissimo processo del reverse engineering. Windows e' composto damilioni di righe di codice quindie' verosimile che Guninski ne abbia esaminatosolo una piccola parte. Chissa' quante vulnerabilita' permangono ancora nel codice.E poi chi ha detto che Guninski segnali a Microsoft o renda pubbliche tutte le vulnerabilita' che scopre? Perche' dovrebbe farlo? Per amicizia verso MS?Basta leggere bugtraq per intuire i rapporti (non proprio amichevoli)fra Guninski e Microsoft.Bah
  • Anonimo scrive:
    Valboni....
    "Valboni, spiegando per quale ragione Microsoft non abbia reso accessibile ai sistemi client precedenti a Windows XP i tool per la sicurezza succitati, ha affermato che "quei sistemi non contengono alcun meccanismo per la sicurezza. Lo stesso sistema di autenticazione di Windows era facilmente aggirabile". Un'ammissione che solo qualche tempo fa avrebbe fatto sobbalzare sulla sedia non pochi utenti e professionisti".Bene...siamo alle solite: la versione N-1 di Windows è una schifezza, ma la versione N è una meraviglia...almeno fin quando non arriva la versione N+1....Ma a parte questo, visto che i meccanismi di sicurezza di Win XP da quel che mi risulta sono gli stessi di Win 2000 (e se non è così prego chi ne sa di più di farsi avanti...), perchè non supportare più Win 2000 ? Così tanto per iniziare a spingere gli utenti ad aggiornare il sistema ?Tralascio il discorso su Palladium perchè sarebbe come sparare sulla Croce Rossa....
    • Anonimo scrive:
      Re: Valboni....
      Valboni e' il CTO di M$ italia..francamente dubito che sappia fare qualcosa di più di accendere e spegnere un computer.. sai come funziona in M$, no? l'importante è che sappia vendere bene il prodotto.. ;D
    • Anonimo scrive:
      Re: Valboni....
      Beh, se vai a vedere ogni release del kernel linux al contrario ha un andamento random: può essere meglio o peggio di quella che hai su prima, devi provarla e sperare che l'ennesima riscrittura di qualche modulo funzioni a dovere (di solito non funziona mai, bisogna aspettare sempre + di qualche release).E' per quello che molti sysadm usano la tecnica di usare l'ultima stable prima di quella in corso (per esempio se ora c'è la 2.14, di solito si potrebbe usare la 2.12 ultima uscita). Non è una regola generale ma se vai a vedere i server + stabili sono quelli che hanno kernel stagionati e sufficientemente testati e visto che l'utenza linux è 1/100 di quella windows è logico che per considerare un kernel sufficentemente testato ci vogliono degli anni, anche perché gli utenti linux di solito sono più smaliziati e tendono ad avere HW che funzioni al 100% con le loro macchine...Sinceramente non è un male né un peccato dire che un nuovo prodotto SW è meglio del precedente (specie perché nel caso della MS in molti casi è vero). D'altronde quando esce una nuova release stabile di qualsiasi software per linux mica ti dicono di usare la vecchia perché la nuova è una merda!Una cosa la so per certa: da quando ho WinXP le mie due macchine (una linux e l'altra win) hanno uptime paragonabili (solitamente qualche mese) e di solito, in entrambi i casi la ragione dello spegnimento è legata a degli interventi HW non a crash o cose del genere. Se inoltre cosnideriamo che la macchina Win fa girare i giochi e Office e quella Linux ci dà giù solo con tool di sviluppo ed applicativi network oriented non è che si può dire che XP non sia blindato se resiste ai crash multipli dell'ultimo gioco rilasciato che sarà giocabile solo dopo 3-4 mesi di patch. O no?
      • Anonimo scrive:
        Re: Valboni....
        - Scritto da: Z.e.r.o
        Beh, se vai a vedere ogni release del kernel
        linux al contrario ha un andamento random:
        può essere meglio o peggio di quella che hai
        su prima, devi provarla e sperare che
        l'ennesima riscrittura di qualche modulo
        funzioni a dovere (di solito non funziona
        mai, bisogna aspettare sempre + di qualche
        release).Appunto. Ma se mi togli il supporto alle vecchie versioni allora mi costringi ad aggiornare un sistema che va benissimo con un altro che potrebbe richiedere ancora una messa a punto. Se a questo aggiungi il fatto che l'aggiornamento costa assai salato....
        Sinceramente non è un male né un peccato
        dire che un nuovo prodotto SW è meglio del
        precedente (specie perché nel caso della MS
        in molti casi è vero). D'altronde quando
        esce una nuova release stabile di qualsiasi
        software per linux mica ti dicono di usare
        la vecchia perché la nuova è una merda!Beh, sarebbe grave se non fosse così. Io dicevo un'altra cosa, e cioè che la versione nuova non è detto che sia necessariamente la panacea a tutti i mali, e quindi vieni costretto ad aggiornare ad un sistema che magari non ti risolve i tuoi problemi e che sarai costretto ad aggiornare nuovamente di li a poco.
        Una cosa la so per certa: da quando ho WinXP
        le mie due macchine (una linux e l'altra
        win) hanno uptime paragonabili (solitamente
        qualche mese) e di solito, in entrambi i
        casi la ragione dello spegnimento è legata a
        degli interventi HW non a crash o cose del
        genere. Se inoltre cosnideriamo che laNon ho mai discusso la stabilità del kernel NT nei confronti di quella del kernel 16/32 bit...Riguardo a Linux non lo so. A sensazione Linux mi sembra più stabile, anche se bisognerebbe distinguere le diverso versioni, ma il confronto visto così ha poco senso, infatti, ad esempio, in Linux se si inchioda l'interfaccia grafica sbatti giù X e il sistema rimane su. In Windows sei costretto a fare il reboot anche se formalmente il kernel è rimasto su. Inoltre Linux ha un sistema di controllo dei processi in corso che mi sembra più efficace di quello di Windows, quindi in una condizione di "crisi" perfettamente analoga forse Linux permette di venirne fuori più facilmente. In una situazione del genere diventa quindi difficile parlare di confronti sulla stabilità del kernel.
        • Anonimo scrive:
          Re: Valboni....
          - Scritto da: TeXA sensazione
          Linux mi sembra più stabile, anche se
          bisognerebbe distinguere le diverso
          versioni, ma il confronto visto così ha poco
          senso, infatti, ad esempio, in Linux se si
          inchioda l'interfaccia grafica sbatti giù X
          e il sistema rimane su. In Windows sei
          costretto a fare il reboot anche se
          formalmente il kernel è rimasto su.Questo NON è vero. A meno che non parli di Windows 9x, nel qual caso effettivamente può succedere, anche se non è sistematico.Se Su WIndows NT4/2000/XP ti va giù Explorer (equivalente di X) lo killi e lo fai ripartire anche su Windows.Questo mi sembra un buon esempio di come spesso parlino più il sentito dire e le convinzioni personali di quanto non facciano le vere conoscenze tecniche. Inoltre
          Linux ha un sistema di controllo dei
          processi in corso che mi sembra più efficace
          di quello di Windows, quindi in una
          condizione di "crisi" perfettamente analoga
          forse Linux permette di venirne fuori più
          facilmente.Il fatto che sia più complicato perché Windows ha più funzionalità bundled e quindi più servizi potenzialmente attivabili non significa che non si possa killare un processo senza tirare giù il sistema operativo.Comunque se ti metti su un SO con pari funzionalità non c'è praticamente differenza tra il controllo sui processi che hai su Windows e quelli che hai su Linux. Certo che se Windows è DC, MSMQ server, File Server etc. etc. etc. allora la cosa cambia un po'. In una situazione del genere
          diventa quindi difficile parlare di
          confronti sulla stabilità del kernel.
          Anche perché si tratta di due tipi di kernel molto diversi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Valboni....
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: TeX
            A sensazione

            Linux mi sembra più stabile, anche se

            bisognerebbe distinguere le diverso

            versioni, ma il confronto visto così ha
            poco

            senso, infatti, ad esempio, in Linux se si

            inchioda l'interfaccia grafica sbatti giù
            X

            e il sistema rimane su. In Windows sei

            costretto a fare il reboot anche se

            formalmente il kernel è rimasto su.

            Questo NON è vero. A meno che non parli di
            Windows 9x, nel qual caso effettivamente può
            succedere, anche se non è sistematico.

            Se Su WIndows NT4/2000/XP ti va giù Explorer
            (equivalente di X) lo killi e lo fai
            ripartire anche su Windows.bwahahahahahaahah l'explorer (un file manager) sarebbe l'equivalente di X (un server grafico)????o ti droghi o la tua ignoranza e' smisurata; in windows il sottosistema grafico gira in kernel space quindi se va' giu va' giu pure il kernel

            Questo mi sembra un buon esempio di come
            spesso parlino più il sentito dire e le
            convinzioni personali di quanto non facciano
            le vere conoscenze tecniche.ahahahahahahaha
          • Anonimo scrive:
            Re: Valboni....
            - Scritto da: ...


            - Scritto da: TeX
            A sensazione

            Linux mi sembra più stabile, anche se

            bisognerebbe distinguere le diverso

            versioni, ma il confronto visto così ha
            poco

            senso, infatti, ad esempio, in Linux se si

            inchioda l'interfaccia grafica sbatti giù
            X

            e il sistema rimane su. In Windows sei

            costretto a fare il reboot anche se

            formalmente il kernel è rimasto su.

            Questo NON è vero. A meno che non parli di
            Windows 9x, nel qual caso effettivamente può
            succedere, anche se non è sistematico.Ehm... lasciamo al momento perdere Win 9x...anzi lasciamolo perdere del tutto...Comunque nella mia frase inserisci pure un "a volte"...
            Se Su WIndows NT4/2000/XP ti va giù Explorer
            (equivalente di X) lo killi e lo fai
            ripartire anche su Windows.?????Exlorer l'equivalente di che ?!?!?!?X è il server grafico...L'equivalente di Explorer potrebbe essere Konqueror (che in realtà è anche un browser internet).Se killi X torni alla shell testuale o, se è installato un gestore di sessioni, al login grafico. I ogni caso tutto il sever grafico viene ricaricato e ri-inizializzato da capo.
            Questo mi sembra un buon esempio di come
            spesso parlino più il sentito dire e le
            convinzioni personali di quanto non facciano
            le vere conoscenze tecniche.Beh, la quasi totalità di utenti Linux hanno una conoscenza, piccola o grande che sia, dei sistemi Windows...
            Inoltre

            Linux ha un sistema di controllo dei

            processi in corso che mi sembra più
            efficace

            di quello di Windows, quindi in una

            condizione di "crisi" perfettamente
            analoga

            forse Linux permette di venirne fuori più

            facilmente.

            Il fatto che sia più complicato perché
            Windows ha più funzionalità bundled e quindi
            più servizi potenzialmente attivabili non
            significa che non si possa killare un
            processo senza tirare giù il sistema
            operativo.In diverse occasioni mi è capitato di non riuscire a killare un'applicazione in Windows o di non riuscire ad attivare il process manager...
    • Anonimo scrive:
      Re: Valboni.... tex e il guano di pinguino
      tex mio caro tex ti faccio una domanda, puoi tu applicare al kernel 1.0.0.0000 tutte le modifiche in termini di sicurezza adottate per le ultime versioni di kernel, che di volta in volta con l'esperienza maturata sono state introdotte.credo di no quindi perchè continui a rompere le castagne, voi non riuscite a fare ciò e dovrebbe riuscirci un sw commerciale.onestamente sei troppo inquadrato, il buon torvone e gli altri guru dell'open ti hanno lavato il cervello e l'unica cosa che ci è rimasta dentro e guano di pinguino.ciao schiavo e mi raccomando continua cosi
      • Anonimo scrive:
        Re: Valboni.... tex e il guano di pinguino
        - Scritto da: guanodipinguino
        tex mio caro tex ti faccio una domanda, puoi
        tu applicare al kernel 1.0.0.0000 tutte le
        modifiche in termini di sicurezza adottate
        per le ultime versioni di kernel, che di
        volta in volta con l'esperienza maturata
        sono state introdotte.Beh, io ho detto "che i meccanismi di sicurezza di Win XP DA QUEL CHE MI RISULTA sono gli stessi di Win 2000" e ho pure aggiunto "e se non è così prego chi ne sa di più di farsi avanti", intendendo ovviamente con motivazioni tecniche. Cosa che tu non hai fatto.... Quindi continuo a rimanere della mia idea, e cioè che i cosiddetti meccanismi di sicurezza potrebbero essere introdotti anche in Win 2000 e magari in Win NT, e che se invece la Microsoft decide di introdurli solo in XP è unicamente una mossa commerciale. Ripeto: sono ben disposto a ricevere smentite, ma non mi sembra proprio che tu me le abbia fornite...Sul discorso di Linux la retroattività di una patch o di un modulo è limitata solo da ragioni tecniche e non commerciali. In ogni caso puoi benissimo sostituire il kernel senza toccare il resto del sistema operativo.Comunque in questo caso il mio discorso non era Win vs. Linux ma era una critica contro certe politiche di MS. Critica che penso possa risultare condivisibilissima da molti utenti Win.....
        onestamente sei troppo inquadrato, il buon
        torvone e gli altri guru dell'open ti hanno
        lavato il cervello e l'unica cosa che ci è
        rimasta dentro e guano di pinguino.Tu invece sei un po' troppo offensivo, comunque evito di mandarti a cagare e ti rispondo. No. Non sono inquadrato. Non ho nulla contro il sw commerciale. Non ho neppure nulla per principio contro Microsoft e Windows. Ritengo per molti aspetti tecnici Linux superiore a Windows, ma questa è ovviamente una mia valutazione personale. Ritengo anche che per un utilizzo casalingo Windows in genere richiede o di spendere cifre improponibili o di ricorrere alla pirateria. Linux no. Chiaro che per un'azienda o un professionista il discorso economico può diventare meno importante e a quel punto possono prevalere le ragioni tecniche. In ogni caso il problema non è questo. Il problema è la politica monopolistica di M$ che da un lato tenta in tutti i modi di schiacciare i possibili concorrenti, mentre dall'altro prende in giro gli utenti spingendoli a continui aggiornamenti del software a causa di limitazioni tecniche introdotte nel sistema operativo ma non giustificate da altro che non da manovre commerciali.Tanto per farti qualche esempio, era così inconcepibile pensare ai nomi di file lunghi all'epoca del DOS e del Windows 3 ? Una volta introdotti i nomi lunghi (ricordo con Windows 95 e quindi con ancora il DOS alle spalle) era così difficile pensare che in poco tempo si sarebbero superati i 2 GB di HD ? Era necessario aspettare Win 95b per avere la FAT32 ? Per poi accorgersi che Win 95b non permetteva di superare i 64 MB di RAM quando spesso venivano proposti PC medi già con 32 MB di RAM ? C'erano ragioni tecniche per limitare la RAM a 64 MB ? Era necessario passare a Win 98 ? Per poi accorgersi che la FAT32 di Win95b/Win98 non permetteva la gestione delle permission ? Capisco la FAT16 di provenienza DOS, ma visto che hanno dovuto creare un filesystem nuovo potevano metterci un po' più di impegno...Era necessario, dopo tutti questi problemi e dopo l'evidente instabilità di Win95/98 tirar fuori ancora Win ME ? Ancora un sistema ibrido 16/32 bit quando il 386 (il primo processore a 32 bit) era ormai vecchio di 12 anni ?Perchè quelli che, per superare questi problemi, hanno deciso di spendere di più ed hanno acquistato Win NT (essenzialmente le aziende e i professionisti), si sono ritrovati, dopo ben 6 service pack, l'inutilissimo Active Desktop ma NON IL SUPPORTO USB ?!?!?!? Perchè adesso gli stessi di quì sopra, dopo aver aggiornato NT a 2000 si sentono dire che per avere i "nuovi meccanismi di sicurezza" devono passare a XP ?
        ciao schiavo e mi raccomando continua cosiMah... io ho provato diversi sistemi operativi ed ho scelto quello che rispondeva meglio alle mie esigenze. Tra il resto dopo aver utilizzato per 14 anni sistemi operativi Microsoft...Mi sembra che invece tu non abbia seguito questo percorso...Fai un po' te....
  • Anonimo scrive:
    Bene, prepariamoci a Palladium.......
    Hanno detto che si farà e lo faranno. Manco più le musichette di Capitan harlock ci potremo scambiare. E con questo non voglio certo difendere la pirateria, solo che a me manca quella di Gaiking :-(
    • Anonimo scrive:
      Re: Bene, prepariamoci a Palladium.......
      - Scritto da: Etabeta
      Hanno detto che si farà e lo faranno.Lo faranno se ci saranno i fessi che compreranno i PC palladium.... basta non comperarli e il gioco e' fatto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Bene, prepariamoci a Palladium.......
        - Scritto da: AntiPalladium
        Lo faranno se ci saranno i fessi che
        compreranno i PC palladium.... basta non
        comperarli e il gioco e' fatto.La palla l'hanno loro, producono solo palladium e i software nuovi girano solo sotto palladium e le patch solo sotto palladium. E chi la prende nel cuuuuuu? :)Già ci sono i giochi che richiedono l'sp1 di xp per partire...
        • Anonimo scrive:
          Re: Bene, prepariamoci a Palladium.......
          Quello perché ci sono parecchi problemi con dei giochi, non imputabili al sistema operativo che hanno richiesto numerosi hotfix per XP.Un'esempio per tutti: GTA3 (uno dei peggiori giochi mai programmati se guardiamo il rapporto velocità/dettaglio grafico) usa un sistema tutto suo di gestire alcuni tipi di texture e ha bisogno di un hotfix sulle Direct3d per poter funzionare correttamente.Non è che il service pack è richiesto per motivi di protezione, ma per l'incapacità di alcuni programmatori (specie se DirectX, librerie che lasciano + libertà di OpenGL su come fare le cose) di leggersi (e capire) su MSN come deve essere scritto un programma per poter girare correttamente con tutti gli hardware compatibili ed essere a prestazioni massime.Altro esempio di gioco non standard: Neverwinter Nights. + di una persona ha problemi con le ultime patch. Il gioco usa un motore grafico che "lagga" il gameplay anche perché in coppia con uno scripting engine usato per l'AI non all'altezza. Hanno promesso le patch. Ogni nuova Patch aggiunge qualcosa ma peggiora il problema e nessun fix da parte loro. basta guardare nwn.bioware.com per rendersi conto che é il gioco ad essere scritto male (non sembrano esserci grosse correlazioni tra HW o SO e il problema in se). Stanno lavorando a stretto contato con i produttori di video-card: questo varrà dire l'ennesimo fix sui driver che alla fine non farà altro che rallentare (anche se di un infinitesimo le prestazioni video generali). Moltiplicatelo per 1/100 dei giochi che escono ogni anno...Non a caso giochi programmati coi controcoglioni (tipo Quake3) funzionano + velocemente con driver + vecchi (la regola è che + vecchi sono e meglio vanno)...Se fossi la MS non introdurrei alcuna "compatiility patch" per supportare giochi programmati in maniera scadente. Che se la vedano i clienti coi produttori dei giochi merdosi, piuttosto che la MS...Se fosse vero che i giochi con XP hanno problemi avrebbero problemi tutti, eppure ci sono giochi usciti nel 2000 che si rifiutano di funzionare e altri che vanno da dio (e se si va a vedere quelli che vanno da Dio sono + veloci e hanno avuto meno problemi nei forum di supporto tecnico...). Ho finito l'altro giorno MechCommander (il primi) del 1997 (forse anche 1996) nessun flag da settare, ottima compatibilità. Ma per esempio Soulbringer (molto + recente) su XP abortisce all'avvio del gioco e alla casa mi hanno risposto che il loro gioco non è supportato sotto XP (che vuol dire? Se fosse veramente win32 e directX complaiant non avrebbe problemi di supporto!) Questo perché c'è qualcuno che pensa che gli standard non servano ad un cazzo e continua a fare le chiamate dirette in asm a qualche periferica o stronzate simili...
      • Anonimo scrive:
        Re: Bene, prepariamoci a Palladium.......

        Lo faranno se ci saranno i fessi che
        compreranno i PC palladium.... basta non
        comperarli e il gioco e' fatto.Perchè secondo te l'utente domestico che ha poca o nessuna confidenza con il PC capirà cos'è realmente Palladium?? Andrà al supermercato o nella grossa catena informatica dove un commesso altamente preparato gli elencherà tutti i pregi dei nuovi sistemi, gli dirà anche che con il Palladium non ci sarà più modo di prendersi virus o di installare programmi sconosciuti che potrebbero piantare la macchina. Solo dopo un po' di tempo quando l'utente si accorgerà che non potrà farsi neanche una mezza copia di un CD audio si renderà conto di esserselo preso intercooler.....
      • Anonimo scrive:
        Re: Bene, prepariamoci a Palladium.......
        Di fessi ne trovi a milioni, basta che mandi in onda un paio di spot verso le 20.00 sulle reti Fininvest e vedrai quanta gente rabbrividira' pensando: "come ho fatto fino a ieri a navigare su internet senza Palladium?!", stile "Un pentium 3: tutta la potenza che ci vuole per internet!".Un po' di spot, un bel logo, la voglia di novita', rendere la cosa trendy... non ci vuole molto a convincere la massa.
        • Anonimo scrive:
          Re: Bene, prepariamoci a Palladium.......
          Hai proprio ragione. Be, almeno noi che lavoriamo nel campo informatico dobbiamo darci da fare per impedire che ciò accada, altrimenti sarà la fine...
  • Anonimo scrive:
    natura economica del problema...
    sostanzialmente di natura economica: tutti i dispositivi di rete esistenti dovranno essere progressivamente sostituiti con modelli compatibili con IPv6=====dopo ipv6 vorrei proprio vedere che si inventano per far passare al ipv7...sono finiti gli indirizzi ?????e poi perche ogni dispositivo deve avere un collegamento ad internet e un ip proprio ????? gli ip4 sono finiti perche sono sprecati nell'assegnazione...potrebbero durare ancora qualche anno razionalizzando il tutto...ah l'economia...
    • Anonimo scrive:
      Re: natura economica del problema...
      - Scritto da: blah
      gli ip4 sono finiti perche sono
      sprecati nell'assegnazione...potrebbero
      durare ancora qualche anno razionalizzando
      il tutto...
      ah l'economia...Se poi consideri che M$ si è presa da sola una rete di classe A..dunque.. se non erro una classe A sono 255^3 IP,qundi 16.581.375 IP (mi sbaglio?)..se così fosse, proviamo a vedere insieme quanti effettivamente ne usa M$.. e quanti invece vanno sprecati..
    • Anonimo scrive:
      Re: natura economica del problema...
      - Scritto da: blah
      gli ip4 sono finiti perche sono
      sprecati nell'assegnazione...potrebbero
      durare ancora qualche anno razionalizzando
      il tutto...
      ah l'economia...beh CIDR server a questo (routing interdominio senza classe). cmq IPv6 migliora il protocollo in se oltre ad aumentare il numero degli indirizzi disponibili.
      • Anonimo scrive:
        Re: natura economica del problema...
        Beh ma non basta cambiare lo stack TCP IP per implementare il protocollo IPv6?
        • Anonimo scrive:
          Re: natura economica del problema...
          - Scritto da: Gigi
          Beh ma non basta cambiare lo stack TCP IP
          per implementare il protocollo IPv6?si certo... e' facile dire basta....basta cambiarlo su qualche centianio di milioni di apparati in tutto il pianeta..basta poco.. ca c'vo? :)ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: natura economica del problema...
            no dai non e' complicato: oggigiorno c'e' internette, mandi in giro i service pack, le patch, allestisci un piano per un periodo di transizione.. francamente non mi sembra cosi' complicato.
          • Anonimo scrive:
            Re: natura economica del problema...
            proprio una troiata guarda...tanto per farsi un'ideuzza vagahttp://cr.yp.to/proto/ipv6.html
  • Anonimo scrive:
    l?Enel ha qualche problema ?
    Il nostro obiettivo è quello di trasformare i PC in qualcosa il cui comportamento sia ?certo? come un interruttore elettrico: se lo premo accendo la luce, se lo ripremo la spengo. Se non funziona vuol dire che l?Enel ha qualche problema?. aggiungo io........schermo blu della morteuha uha uha :-))
Chiudi i commenti