Windows nei salotti dal 2004

Con la nuova edizione 2004 di Windows XP Media Center, Microsoft rilancia sul mercato dell'intrattenimento digitale e rende il PC un'appliance da salotto e un hub per il multimedia
Con la nuova edizione 2004 di Windows XP Media Center, Microsoft rilancia sul mercato dell'intrattenimento digitale e rende il PC un'appliance da salotto e un hub per il multimedia

Redmond (USA) – È passato oltre un anno dall’introduzione di quella prima versione di Windows XP, la Media Center , che prometteva di cambiare il modo in cui gli utenti si svagano col PC offrendo loro la possibilità di accedere, attraverso un telecomando e una speciale interfaccia grafica, ai contenuti multimediali (musica, foto, video, ecc.) archiviati sul proprio computer.

In questo arco di tempo Microsoft ha cercato di capitalizzare le critiche e i suggerimenti provenienti dai consumatori per migliorare le funzionalità preesistenti e aggiungerne di nuove. Il risultato è Windows XP Media Center Edition (MCE) 2004 , un sistema operativo che ai tradizionali programmi per la produttività, la comunicazione e l’intrattenimento inclusi in Windows XP affianca un certo numero di funzionalità tese a semplificare al massimo l’uso del PC per vedere e registrare la TV, riprodurre film, ascoltare e masterizzare la musica, creare e scorrere album di foto e navigare sul Web: il tutto senza toccare né tastiera né mouse.

Presentazione di Windows XP MCE 2004 “Windows XP MCE 2004 è un importante passo avanti”, ha commentato Joe Belfiore, general manager della Windows eHome Division di Microsoft. “Le sue nuove funzionalità spingeranno gli utenti a vedere i propri PC in una luce completamente nuova”.

Belfiore sostiene che uno degli obiettivi di Microsoft con MCE 2004 è quello di “strappare” il PC dagli uffici e farne un elettrodomestico in grado di avere un ruolo centrale nei salotti e, in generale, in quei luoghi dove oggi si trova in genere una TV, uno stereo, un videoregistratore o una console da gioco. Per raggiungere questo obiettivo il big di Redmond fa in modo che Windows XP MCE venga venduto unicamente su PC certificati che rispondano a certi requisiti e che dispongano di tutto l’hardware necessario per supportare le funzioni software.

Se fino ad oggi i PC Media Center erano rimasti confinati sul mercato statunitense, Microsoft ha affermato che con il rilascio di MCE 2004 la situazione cambierà velocemente e i PC “da salotto”, con prezzi compresi fra i 1.000 e i 4.000 dollari, approderanno in Europa, Giappone e Cina . In tutto i produttori di PC Media Center sono saliti, secondo Microsoft, ad oltre 40: gli ultimi “acquisti” sono Dell e Sony.

Alla base del nuovo MCE 2004 vi sono le nuove versioni 9 di Windows Media e DirectX e una serie di nuove funzionalità che permettono di trasformare il PC in un registratore digitale di programmi TV e radio FM, copiare musica e masterizzarla, accedere a funzioni base di fotoritocco con il telecomando, aprire le foto contenute su schede di memoria flash, calibrare il display, supportare al meglio la modalità di visualizzazione 16:9 per gli schermi widescreen, accedere ad una guida elettronica on-line, aggiornare automaticamente via Internet la lista dei programmi radio e TV, e creare DVD attraverso il programma PrimeTime Deluxe di Sonic Solutions.

Questa nuova versione di MCE 2004 introdurrà il supporto anche per i notebook, alternativa ormai sempre più gettonata, anche in ambito consumer, ai PC desktop.

MCE 2004 sarà accompagnato da una serie di servizi, fra cui diversi a pagamento, per il video on-demand, il download di musica, il gioco, la radio e la TV.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

01 10 2003
Link copiato negli appunti