WinHEC/ Microsoft guarda oltre il PC

Alla conferenza di Las Vegas BigM ha parlato di nuovi concept PC, nuove interfacce per i telefoni cellulari, nuovi dettagli su Windows Home Server. E ha anche presentato la propria tecnologia di rete Rally
Alla conferenza di Las Vegas BigM ha parlato di nuovi concept PC, nuove interfacce per i telefoni cellulari, nuovi dettagli su Windows Home Server. E ha anche presentato la propria tecnologia di rete Rally

Los Angeles (USA) – La sfida di Microsoft è portare il computing in ogni aspetto della vita quotidiana, migliorando nello stesso tempo i modi con cui la gente comunica e interagisce con i device intelligenti. Lo ha affermato Craig Mundie , chief research and strategy officer di Microsoft, in occasione della Windows Hardware Engineering Conference WinHEC di Los Angeles, un evento dove ormai da anni BigM propone nuovi design hardware (come Tablet PC e Ultra-Mobile PC) basati sulla propria piattaforma software.

Quest’anno, più che mai, Mundie e Bill Gates hanno incoraggiato i produttori di hardware a “guardare oltre il tradizionale PC desktop” . Dal momento che, a differenza di Apple , Microsoft non produce computer, è cruciale per l’azienda mantenere uno stretto dialogo con i produttori di hardware, collaborando con questi alla creazione di nuovi concept.

Gates ha aperto il WinHEC mostrando alla platea di spettatori alcuni concept design che includevano un PC a forma di lampadina, chiamato BulbPC, e un telefono per ufficio dotato di schermo LCD sensibile al tocco, utilizzabile per cercare contatti ed effettuare chiamate. Questi e altri progetti vengono descritti in questa pagina ] del sito di Microsoft, dove si possono trovare anche alcune foto dei prototipi.

Gates ha spiegato che la piattaforma PC continua a mutare in nuovi formati e applicazioni di computing , entrando in dispositivi come frigoriferi, giocattoli, robot e Internet tablet. L’uomo più ricco del mondo vuole che la propria piattaforma divenga la chiave per realizzare il cosiddetto seamless computing , una visione in cui il software diviene la lingua franca capace di far dialogare fra loro dispositivi di ogni tipo, forma e dimensione.

Perché ciò avvenga, Microsoft ammette che è necessario migliorare ulteriormente l’interoperabilità tra device differenti e le interfacce di interazione. Il colosso si è detta pronta a investire miliardi di dollari nello sviluppo di tecnologie per il riconoscimento vocale capaci di cambiare drasticamente il modo in cui oggi le persone utilizzano computer, cellulari e televisori.

Gates ha anche sottolineato la crescente importanza della convergenza fra applicazioni tradizionali e Web e della sempre più stretta integrazione tra sistemi operativi e Net. Mundie ritiene che le applicazioni del futuro saranno in larga parte basate sulle tecnologie dei web service, e accessibili da un’ampia gamma di dispositivi connessi ad Internet. Ma, al contrario di chi profetizza che il Web prenderà il posto dello stesso sistema operativo, il dirigente si è detto convinto che i sistemi operativi continueranno a giocare un ruolo di primo piano anche nel prossimo futuro .

Il fondatore di Microsoft ha poi sostenuto che i telefoni cellulari avranno un ruolo sempre più importante come dispositivi di computing , questo ad iniziare dai paesi meno ricchi.

“Il telefono sta diventando un PC, il PC sta diventando un telefono”, ha detto Gates.

Al pari di altri protagonisti dell’industria IT, anche Microsoft considera il telefono cellulare un mezzo molto importante per penetrare nei mercati ad economia emergente e veicolarvi applicazioni e servizi. A tal proposito i dirigenti di BigM hanno mostrato un software per smartphone che può essere utilizzato dalle persone che vivono in zone rurali dell’Africa o dell’Asia per comunicare a distanza con un medico. L’interfaccia grafica del software è stata pensata per essere usata anche da analfabeti, e include una serie di icone con cui i pazienti possono descrivere i sintomi e ricevere una diagnosi istantanea.

Questa stessa interfaccia, secondo Mundie, potrà essere utilizzata anche per semplificare l’accesso ai contenuti multimediali, quali musica e video, o per consentire l’implementazione di nuove forme di gioco e intrattenimento.
Restando in tema di economie emergenti, Microsoft ha fornito nuovi dettagli sul progetto FlexGo , annunciato per la prima volta lo scorso anno. I PC basati su questa nuova piattaforma saranno sistemi a basso costo, basati su Windows Vista, utilizzabili grazie ad un sistema di carte prepagate. Maggiori dettagli vengono forniti in questo articolo di EETimes.com .

Alla conferenza Microsoft ha presentato Windows Rally , un insieme di tecnologie per l’home networking già supportate da Windows Vista e Xbox 260. Rally include meccanismi per la rilevazione, la configurazione e la gestione dei dispositivi di rete, insieme a diversi tool per il networking. La suite è composta da tre elementi chiave:
– il Link Layer Topology Discovery , un layer di rete che opera su Ethernet e che permette la gestione dei device connessi ad una rete domestica per mezzo del software Windows Vista Network Map: cliccando sull’icona di un dispositivo è possibile accedere al file-system e alle funzionalità di quest’ultimo per mezzo di un’interfaccia web-based;
Windows Connect Now (WCN), un’implementazione del WiFi Protected Setup di WiFi alliance che aiuta gli utenti a configurare le impostazioni di sicurezza della propria rete wireless;
Devices Profile for Web Services (DPWS), una specifica che permette di controllare a distanza i dispositivi e conoscerne le caratteristiche;
Plug and Play Extensions (PnPX), una tecnologia che estende le tipiche funzionalità PnP dei dispositivi USB a quelli connessi alla rete.

Tra i protagonisti del WinHEC c’era anche Windows Home Server , variante di Windows Server 2003 specificamente pensata per la creazione di reti domestiche. Oltre ad HP, che costruirà su misura per Windows Home Server un’appliance chiamata MediaSmart Server, Gates ha annunciato che stanno lavorando a prodotti basati sul nuovo sistema operativo anche Gateway, LaCie e Medion. Il chairman di Microsoft ha inoltre rivelato che Windows Home Server non sarà disponibile esclusivamente ad un selezionato numero di Integrated System Vendor (ISV), com’era stato inizialmente comunicato, ma verrà rilasciato sul canale OEM : ciò significa che qualsiasi assemblatore di PC potrà creare server domestici pensati per far girare Windows Home Server.

Microsoft ha pubblicato un’introduzione a Windows Home Server in questa pagina .

Va infine segnalato come la Mac Business Unit ( Mac BU ) di Microsoft abbia rilasciato una prima release di test del promesso convertitore che permette agli utenti di Office Mac 2004 e Office Mac v. X di aprire file in formato Open XML. “Per aiutare i clienti durante la fase di transizione verso il formato Office Open XML, il convertitore drag & drop è stato sviluppato come soluzione provvisoria fino alla disponibilità della versione finale integrata”, si legge in un comunicato.

Mac BU ha detto che attualmente il convertitore supporta il formato Open XML esclusivamente in lettura, i documenti convertiti vengono infatti salvati in formato RTF, ed è compatibile solo con i file di Word: il supporto ai documenti di PowerPoint ed Excel verrà aggiunto nel prossimo futuro. “La versione definitiva del converter per Office Mac 2004 sarà una soluzione totalmente integrata che fornirà le funzioni di lettura e scrittura dei documenti Open XML, e sarà disponibile 6/8 settimane dopo la disponibilità di Office Mac 2008”, ha fatto sapere Mac BU.

La Mac BU è anche impegnata a realizzare Office 2008 per Mac, che implementerà nativamente il supporto a Open XML.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

16 05 2007
Link copiato negli appunti