Xbox Live, il gioco on-line secondo MS

Microsoft apre l'E3 svelando Xbox Live, una mega network a pagamento dedicato al gioco on-line che sarà disponibile per gli utenti di Xbox a partire da questo autunno. Anche in Europa
Microsoft apre l'E3 svelando Xbox Live, una mega network a pagamento dedicato al gioco on-line che sarà disponibile per gli utenti di Xbox a partire da questo autunno. Anche in Europa


Los Angeles (USA) – Ci vorranno anni, secondo gli analisti, perché il gioco on-line divenga terreno sufficientemente fertile da generare profitti, eppure nessuno, per quanto prudente, sembra più potersi permettere di restare alla finestra. Tantomeno i tre maggiori soggetti sul mercato – Sony, Microsoft e Nintendo – quel trio che, più d’ogni altro, guiderà i trend videoludici dei prossimi anni e influenzerà da vicino tutto il mercato dell’intrattenimento digitale.

Se la mamma della PlayStation 2 ha già più volte parlato, in questi due anni, dei suoi progetti sul gioco on-line , e Nintendo lo ha fatto proprio di recente , Microsoft non ha mancato – con la trionfale scenografia di sempre – di scoprire le sue carte presso l’Electronic Entertainment Expo (E3), la più grande manifestazione del settore.

Il gioco on-line targato Microsoft si chiamerà Xbox Live, un servizio in cui il big di Redmond prevede di investire, durante i prossimi 5 anni, ben 2 miliardi di dollari. Basato su connessioni a larga banda permanenti, Xbox Live verrà lanciato nel corso del prossimo autunno in Nordamerica, Giappone ed Europa, al termine di una fase di sperimentazione che coinvolgerà i consumatori durante l’estate. Per una volta, dunque, pare che gli utenti europei non dovranno attendere mesi o addirittura anni per beneficiare delle stesse novità dei colleghi d’oltre oceano.

?Online è la parola d’ordine della nuova rivoluzione dei videogiochi: si tratta di una trasformazione fondamentale del videogame in una nuova forma di divertimento sociale”, ha dichiarato J Allard, general manager di Xbox. “Insieme con i nostri partner combineremo eccezionali esperienze di gioco, un servizio di alta qualità e un modello commerciale adeguato; tutto ciò contribuirà a soddisfare le aspettative di tutti i partecipanti a questo ecosistema online”.

Attraverso Xbox Live, il big di Redmond ha spiegato che gli utenti di Xbox potranno, oltre che giocare in multiplayer con utenti di tutto il mondo, chattare, scambiarsi messaggi, colloquiare vocalmente attraverso la cuffia Xbox Communicator, e scaricare sull’hard disk di Xbox statistiche di gioco, livelli supplementari, nuovi personaggi e contenuti a pagamento. Il tutto, proclama Microsoft, “senza la minaccia di hacker o concorrenti disonesti”.

Gli utenti potranno accedere a Xbox Live attraverso un account che darà loro la possibilità di usufruire di tutte le risorse del network e pubblicare in tempo reale i propri punteggi e statistiche di gioco. Attraverso un’interfaccia grafica, i giocatori potranno poi usufruire di servizi di messaggistica o accedere ai loro giochi preferiti. Tutto ciò, naturalmente, avrà un costo: il pacchetto di connessione che verrà commercializzato in USA, contenente l’Xbox Communicator, il gioco ReVolt e 12 mesi di abbonamento al servizio, sarò venduto ad prezzo di circa 50$.


Anticipando gli annunci relativi ai titoli che saranno messi a disposizione online, Allard ha affermato che quest?anno Xbox Live supporterà cinque giochi esclusivi: “Unreal Championship” (Infogrames), “Mech Assault”, “Whacked”, “NFL Fever 2003” e “Midtown Madness 3” (Microsoft Games Studio).

Sarebbero già 60 le case produttrici di videogiochi oggi impegnate a sviluppare titoli per Xbox Live ed una cinquantina i titoli che, entro la fine del prossimo anno, sbarcheranno sul network di Microsoft: fra questi “Shaun Palmer’s Pro Snowboarder 2” (Activision), “Tom Clancy?s Ghost Recon”, “Tom Clancy?s Rainbow Six RavenShield” e “XIII” (Ubi Soft), “SEGA Sports NFL 2K3”, “SEGA Sports NBA 2K3” e “Phantasy Star Online” da Sega of America.

Allard ha poi annunciato che il nuovo servizio comprenderà anche titoli in fase di sviluppo come “Star Wars Galaxies” (LucasArts Entertainment Copmpany), “Counterstrike” (Valve Software per Microsoft Games Studios) e le prossime versioni di successi originali Xbox come “Halo”, “RalliSport Challenge”, “Amped” e “Project Gotham Racing”.

Microsoft ha spiegato che per erogare il servizio sta realizzando quattro data center: a Seattle e Tukwilla (stato di Washington), Tokyo e Londra. Il big di Redmond ha poi affermato che “assisterà i publisher occupandosi degli aspetti di hosting, networking, sicurezza e fatturazione per permettere agli autori di videogiochi di concentrarsi solo sulla creazione di contenuti di qualità”.

Allard ha prospettato un futuro brillante per l’online gaming su console, promettendo che Xbox si attesterà alla leadership di questa categoria. “Entro cinque anni qualunque gioco importante sarà online”, ha affermato. “Esisteranno nuove tipologie di giochi per console, collaborativi e competitivi, resi possibili solo dalla disponibilità di un ambiente online. La possibilità di scaricare nuovi scenari, livelli, personaggi, armamenti, veicoli, team, dati statistici e missioni cambierà il modo con cui gli sviluppatori creano i giochi e con cui gli appassionati ci giocano”.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

21 05 2002
Link copiato negli appunti