Xbox One, lancio riuscito. Con problemi

Anche la console Microsoft fa registrare numeri importanti al debutto sul mercato. Con le dovute differenze rispetto a PS4, e con una comune tendenza a dare grattacapi a una certa percentuale di utenti
Anche la console Microsoft fa registrare numeri importanti al debutto sul mercato. Con le dovute differenze rispetto a PS4, e con una comune tendenza a dare grattacapi a una certa percentuale di utenti

A breve distanza da PS4 , anche Xbox One è arrivata nei negozi durante il weekend: la console Microsoft era attesa alla prova dei consumatori forse più della controparte nipponica, e il primo impatto del nuovo multimedia center di Redmond con il mercato ha fornito risultati incoraggianti. “Senza precedenti”, dando fede a quanto riferisce la corporation statunitense.

Xbox One ha venduto 1 milione di unità nelle prime 24 ore, in maniera simile a PS4, riferisce Microsoft, ma PS4 aveva debuttato nel solo mercato nordamericano (USA e Canada) mentre alla nuova Xbox ci sono voluti ben 13 mercati nazionali per raggiungere lo stesso risultato di vendite.

Sia come sia, Microsoft festeggia la notizia e parla di ordini “senza precedenti” capaci di battere i risultati delle due prime Xbox, e Gamestop registra un interesse molto alto verso la next-generation delle home console con 2,3 milioni di potenziali acquirenti.

Xbox One non si è fatta naturalmente mancare la sua bella fetta di problemi, errori e malfunzionamenti com’è oramai costume nei lanci videoludici di alto profilo: l’intero network telematico di Microsoft è andato gambe all’aria proprio in occasione della commercializzazione della console, mentre i difetti più fastidiosi denunciati dagli acquirenti comprendono un “green screen of death”, un lettore Blu-ray che “mangia” i dischi senza leggerli, problemi vari con il rendering della grafica 3D da parte della GPU della console.

Microsoft conferma l’esistenza di problemi ma assicura che si tratta di una questione riguardante una piccola parte delle Xbox One vendute, e che la corporation è attivamente impegnata a sostituire le macchine fallate in tempi rapidi.

I problemi che Microsoft non potrà verosimilmente risolvere con la spedizione di una nuova console sono quelli di tipo strutturale, come i primi giochi in digital delivery con più di qualche difetto e la vocazione “all-in-one” di una macchina che potrebbe anche non valere quei 100 dollari/euro in più (rispetto a PS4) se l’intenzione dell’utente è giocare semplicemente ai videogiochi.

Se test di smontaggio e riparabilità di iFixit ha infine dato esito positivo anche per Xbox One aprendo un capitolo positivo per le console di nuova generazione, c’è dall’altro lato chi ne sottolinea i difetti: porteranno irrimediabilmente a una congestione di rete con effetti disastrosi per tutti, garantisce Blue Coat, società specializzata nella vendita di apparati per il filtraggio del traffico telematico.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

25 11 2013
Link copiato negli appunti