Yahoo! Directory scade il 31 dicembre 2014

Lo storico servizio che diede il la alla nascita del portale di David Filo e Jerry Yang chiuderà i battenti. Il nuovo corso di Marissa Mayer non risparmia niente e nessuno

Roma – Ancora pulizie in casa per Yahoo!, con servizi vecchi e nuovi di cui viene annunciata la prossima chiusura per razionalizzare l’offerta: questa volta tra le “vittime” della ristrutturazione avviata da Marissa Mayer c’è un nome eccellente, quello che un tempo era il cuore stesso di Yahoo!, che ora è invece dimenticato e sepolto sotto i colpi del search universale automatico che ha cancellato la selezione manuale delle risorse su World Wide Web. Il 31 dicembre 2014 verrà chiusa Yahoo! Directory , un tempo l’indice più cliccato per orientarsi tra le migliaia di risorse disponibili su Internet .

L’avvento dei crawler, i bot che esplorano il web per indicizzare i siti, e soprattutto lo sviluppo dell’algoritmo pagerank di Google hanno cambiato all’inizio del 21simo secolo il panorama del settore: l’indice curato a mano da personale impegnato a navigare e catalogare tutto quanto disponibile online (o almeno quanto sia possibile raggiungere e navigare secondo le capacità umane) venne rapidamente soppiantato dalla potenza dei sistemi automatici, che nel corso degli anni sono diventati sempre di più in grado di offrire uno spaccato più aggiornato, più tempestivo e più ampio delle informazioni che sono disponibili in rete.

Di fatto, Yahoo! Directory va in pensione 20 anni dopo la sua creazione : un “elenco telefonico” del Web era all’epoca uno strumento piuttosto efficace per catalogare, grazie all’intervento umano, tutto quanto era disponibile online. Il nome stesso di Yahoo! altro non era che un acronimo di questa funzione: Yet Another Hierarchical Officious Oracle descriveva l’approccio scelto per creare un indice consultabile in modo gerarchico delle diverse sezioni e sottosezioni che descrivevano “tutto” lo scibile presente nella rete degli albori. Un approccio che ovviamente finì presto soppiantato per via dell’aumento esponenziale dei siti e dei servizi presenti online, e a causa della maggiore efficienza del search automatico di Google (nel 2002 anche Yahoo! avrebbe iniziato a offrire un servizio di search analogo, fino all’accordo del 2009 con Microsoft per impiegare la tecnologia di Bing).

In questa tornata Directory non sarà l’unica vittima: faranno la stessa ingloriosa fine anche Yahoo! Education, che non ha svolto fin qui il ruolo di accentratore e mediatore delle attività tra discenti e insegnanti (almeno non quanto sperato), e il servizio acquisito non molti mesi fa Qwiki. Quest’ultimo cesserà le operazioni il 1 novembre, e la tecnologia per creare brevi filmati partendo dalle foto scattate da un cellulare sarà integrata in altri servizi di Yahoo!.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • lorenzos scrive:
    mutande e lavatrici
    mah, io so che una volta un paio di jeans mi durava lustri, ora solo un paio d'annile mutande dopo un po' si rompe il filo delle cuciture (una volta non succedeva)aspirapolvere, radio cd, caldaie, lavatrici durano il tempo della garanzia, trascorso il quale occorre sostituire qualche pezzo...sì, è un complotto!
  • Aleb scrive:
    Peccato che non esista
    L'obsolescenza programmata è solo una leggenda metropolitana.
    • Leguleio scrive:
      Re: Peccato che non esista

      L'obsolescenza programmata è solo una leggenda
      metropolitana.Vorrà dire che la Francia punirà una leggenda metropolitana. 8)Ovviamente se la legge verrà approvata.
      • Aleb scrive:
        Re: Peccato che non esista
        La Francia è esperta in leggi da mentecatti, ad esempio tassare internet per finanziare la televisione.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 ottobre 2014 21.49-----------------------------------------------------------
        • Leguleio scrive:
          Re: Peccato che non esista

          La Francia è esperta in leggi da mentecatti, ad
          esempio tassare internet per finanziare la
          televisione.Ah, questa mi era sfuggita, le cose stanno proprio così? Anche in italia in teoria si pagava il canone di abbonamento RAI per il fatto di avere un PC connesso a internet. In seguito alle proteste, hanno limitato il pagamento ai PC col sintonizzatore. Sempre in Francia, l'abbonamento alla tv si paga con la bolletta della luce. Lì non si sfugge, mi sa. :s
          • Aleb scrive:
            Re: Peccato che non esista
            Questa è la notizia più recente che sono riuscito a trovarehttp://punto-informatico.it/3110266/PI/News/ue-isp-non-paghino-tv.aspx
    • marco cocozza scrive:
      Re: Peccato che non esista
      si vede che tu al tempo dei jeans che duravano 10 anni ancora non eri su questo mondo. .. questa è "la fregatura" di chi nasce "dopo" ....... non si rende conto ..non sà ..di come era il mondo prima ..sorpatutto quando non c'è nessuno che te lo racconta
      • Aleb scrive:
        Re: Peccato che non esista
        Ha parlato quello che crede alle leggende metropolitane. I jeans durano ancora 10 anni, tranquillamente.
        • Passante scrive:
          Re: Peccato che non esista
          - Scritto da: Aleb
          Ha parlato quello che crede alle leggende
          metropolitane. I jeans durano ancora 10 anni,
          tranquillamente.Se vuoi andare in giro senza tasche si, peccato che la stoffa delle tasche davanti sia carta velina.
  • Osvy scrive:
    per Leguleio
    Hai scritto:"Conoscendo il modo di progettazione si può. Certo non è facile procurarselo, è segreto industriale.Si può fare una dimostrazione sperimentale, e il risultato vale in tribunale: si mettono in funzione 10 modelli identici dell'elettrodomestico X, che si guastano tutti e 10, invariabilmente, dopo un determinato numero di volte."E chi ti dice che sia "obsolescenza programmata"? Può essere, semplicemente, un progetto fatto male. Hanno messo un materiale di cattiva qualità in un punto che per questo si rompe: dimostra che "hanno fatto apposta", secondo me in tribunale è impossibile.L'obsolescenza programmata "dimostrabile" è quella che esamini il software di gestione, e ci scovi che dopo 300 usi il software indica sull'LCD "guasta irreparabile" anche se non è vero..Del resto, un'azienda non può andare "oltre certi limiti" di bassa qualità, per il semplice fatto che esiste la garanzia: e per essere sicura che il suo margine (CHE NON E' IL PREZZO FINALE...: un produttore di elettrodomestici che vende una lavatrice a 500 euro, non ne guadagna 400.. togli l'iva, il margine del produttore, il costo di produzione, il trasporto ecc. ecc.) non sia "svuotato" da una caterva di interventi in garanzia, non può "progettare" un prodotto perché duri 2 anni (garanzia legale), ma deve puntare diciamo a 4-5? Allora, se vogliamo prodotti "che durino di più" (ammesso che ci sia utile) non si inventa una legge che punisce un fantasma: semmai si allungano i termini obbligatori di garanzia... 6 anni.. poi vediamo quanto costano, però ;-)
    • Osvy scrive:
      Re: per Leguleio
      - Scritto da: Osvy
      Hai scritto:
      Si può fare una dimostrazione sperimentale, e il
      risultato vale in tribunale: si mettono in
      funzione 10 modelli identici
      dell'elettrodomestico X, che si guastano tutti e
      10, invariabilmente, dopo un determinato numero
      di volte."Dimenticavo: cioè dopo 3 anni: tieni in funzione 10 lavatrici per 3 anni?... anzi, 10 per ogni modello che vuoi testare?... e poi magari dopo 3 anni nemmeno si guastano. O non si guastano insieme: un paio dopo 2, altre 2 2 anni e mezzo, altre 3 3 anni, un paio 4 anni... mi sembrano test "improbabili ed improponibili"
      • Leguleio scrive:
        Re: per Leguleio
        - Scritto da: Osvy
        - Scritto da: Osvy

        Hai scritto:

        Si può fare una dimostrazione sperimentale, e il

        risultato vale in tribunale: si mettono in

        funzione 10 modelli identici

        dell'elettrodomestico X, che si guastano tutti e

        10, invariabilmente, dopo un determinato numero

        di volte."

        Dimenticavo: cioè dopo 3 anni: tieni in funzione
        10 lavatrici per 3 anni?... anzi, 10 per ogni
        modello che vuoi testare?... e poi magari dopo 3
        anni nemmeno si guastano. O non si guastano
        insieme: un paio dopo 2, altre 2 2 anni e mezzo,
        altre 3 3 anni, un paio 4 anni... mi sembrano
        test "improbabili ed
        improponibili"Se non si guastano affatto, oppure si guastano a larga distanza di tempo, vuol dire che i miei sospetti erano infondati, e siamo tutti contenti. Non ho mica detto che ci siano prove certe già ora.È importante acquistare i modelli di prova a campione dai rivenditori al dettaglio, e non farseli consegnare direttamente dal produttore, che non è scemo.
        • ... scrive:
          Re: per Leguleio
          - Scritto da: Leguleio
          È importante acquistare i modelli di prova a
          campione dai rivenditori al dettaglio, e non
          farseli consegnare direttamente dal produttore,
          che non è scemo.Non servirebbe comunque a niente. Perché, dato che il produttore non è scemo, per ogni 10 o 20 lavatrici che si guastano, ne fanno una o due che non si guastano.E così anche se dimostri che 10 si sono rotte più o meno contemporaneamente, il produttore può sempre puntare il dito verso quelle che funzionano ancora e dire: "Visto? Non c'è nessuna obsolescenza programmata da parte nostra!"
          • Osvy scrive:
            Re: per Leguleio
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: Leguleio


            È importante acquistare i modelli di prova
            a

            campione dai rivenditori al dettaglio, e non

            farseli consegnare direttamente dal produttore,

            che non è scemo.

            Non servirebbe comunque a niente. Perché, dato
            che il produttore non è scemo, per ogni 10 o 20
            lavatrici che si guastano, ne fanno una o due che
            non si guastano.

            E così anche se dimostri che 10 si sono rotte più
            o meno contemporaneamente, il produttore può
            sempre puntare il dito verso quelle che
            funzionano ancora e dire: "Visto? Non c'è nessuna
            obsolescenza programmata da parte nostra!"Ti sembra che in una catena di montaggio possano gestire una cosa del genere? E poi verrebbe scoperta subito, mica tutti gli operai sono scemi
          • ... scrive:
            Re: per Leguleio
            - Scritto da: Osvy
            Ti sembra che in una catena di montaggio possano
            gestire una cosa del genere? E poi verrebbe
            scoperta subito, mica tutti gli operai sono
            scemiCi possono essere catene di montaggio apposite destinate proprio a quello, e senza che gli operai ne siano informati. Indistinguibili quindi da tutte le altre catene.
          • Leguleio scrive:
            Re: per Leguleio


            È importante acquistare i modelli di prova
            a

            campione dai rivenditori al dettaglio, e non

            farseli consegnare direttamente dal produttore,

            che non è scemo.

            Non servirebbe comunque a niente. Perché, dato
            che il produttore non è scemo, per ogni 10 o 20
            lavatrici che si guastano, ne fanno una o due che
            non si
            guastano.

            E così anche se dimostri che 10 si sono rotte più
            o meno contemporaneamente, il produttore può
            sempre puntare il dito verso quelle che
            funzionano ancora e dire: "Visto? Non c'è nessuna
            obsolescenza programmata da parte
            nostra!"Questo scetticismo preventivo non lo capisco. Si facciano le prove, e poi si vedano i risultati. Non sono affatto sicuro che i produttori siano così scaltri (tra l'altro produrre modelli in serie con caratteristiche diverse costa di più). 8)
          • ... scrive:
            Re: per Leguleio
            - Scritto da: Leguleio
            Non sono affatto sicuro che i produttori siano
            così scaltri (tra l'altro produrre modelli in
            serie con caratteristiche diverse costa di più).
            8)Quali caratteristiche diverse? Basta una singola microscopica modifica al componente "giusto".
          • Leguleio scrive:
            Re: per Leguleio
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: Leguleio


            Non sono affatto sicuro che i produttori siano

            così scaltri (tra l'altro produrre modelli in

            serie con caratteristiche diverse costa di più).

            8)

            Quali caratteristiche diverse? Basta una singola
            microscopica modifica al componente
            "giusto".Microscopica o no, è un passaggio in più. E costa.
          • Osvy scrive:
            Re: per Leguleio
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: Leguleio


            Non sono affatto sicuro che i produttori siano

            così scaltri (tra l'altro produrre modelli in

            serie con caratteristiche diverse costa di più).

            8)

            Quali caratteristiche diverse? Basta una singola
            microscopica modifica al componente "giusto".Il "problema" è che in sostanza voi date per scontato che questa cosa venga fatta: io invece penso che siano "scie chimiche".. a tempo debito, se ne avrò, concetti ed esempi
    • Osvy scrive:
      Re: per Leguleio
      - Scritto da: Osvy"il margine del produttore"volevo scrivereil margine del commerciante
    • Pietro scrive:
      Re: per Leguleio
      - Scritto da: Osvy
      Hai scritto:
      "Conoscendo il modo di progettazione si può.
      Certo non è facile procurarselo, è segreto
      industriale.
      Si può fare una dimostrazione sperimentale, e il
      risultato vale in tribunale: si mettono in
      funzione 10 modelli identici
      dell'elettrodomestico X, che si guastano tutti e
      10, invariabilmente, dopo un determinato numero
      di
      volte."

      E chi ti dice che sia "obsolescenza programmata"?
      Può essere, semplicemente, un progetto fatto
      male. Hanno messo un materiale di cattiva qualità
      in un punto che per questo si rompe: dimostra che
      "hanno fatto apposta", secondo me in tribunale è
      impossibile.
      L'obsolescenza programmata "dimostrabile" è
      quella che esamini il software di gestione, e ci
      scovi che dopo 300 usi il software indica
      sull'LCD "guasta irreparabile" anche se non è
      vero..
      Del resto, un'azienda non può andare "oltre certi
      limiti" di bassa qualità, per il semplice fatto
      che esiste la garanzia: e per essere sicura che
      il suo margine (CHE NON E' IL PREZZO FINALE...:
      un produttore di elettrodomestici che vende una
      lavatrice a 500 euro, non ne guadagna 400.. togli
      l'iva, il margine del produttore, il costo di
      produzione, il trasporto ecc. ecc.) non sia
      "svuotato" da una caterva di interventi in
      garanzia, non può "progettare" un prodotto perché
      duri 2 anni (garanzia legale), ma deve puntare
      diciamo a 4-5? Allora, se vogliamo prodotti "che
      durino di più" (ammesso che ci sia utile) non si
      inventa una legge che punisce un fantasma: semmai
      si allungano i termini obbligatori di garanzia...
      6 anni.. poi vediamo quanto costano, però
      ;-)Già lo fanno ci sono le estensioni di garanzia fino a 5 anni a pagamento
    • Leguleio scrive:
      Re: per Leguleio

      Hai scritto:
      "Conoscendo il modo di progettazione si può.
      Certo non è facile procurarselo, è segreto
      industriale.
      Si può fare una dimostrazione sperimentale, e il
      risultato vale in tribunale: si mettono in
      funzione 10 modelli identici
      dell'elettrodomestico X, che si guastano tutti e
      10, invariabilmente, dopo un determinato numero
      di
      volte."
      E chi ti dice che sia "obsolescenza programmata"?
      Può essere, semplicemente, un progetto fatto
      male. Hanno messo un materiale di cattiva qualità
      in un punto che per questo si rompe: dimostra che
      "hanno fatto apposta", secondo me in tribunale è
      impossibile.Lì probabilmente si entra in tecnicismi costruttivi che io non conosco. Non so se si tratta di una leggenda urbana o di un fatto vero, un brillante studente di fisica appena laureato divenne rapidamente ricco vendendo il progetto di un tostapane che si guastava esattamente dopo tot cotture. La notizia non era corredata da spiegazioni tecniche, semplicemente bisognava credere alla parola del progettista stesso, le dichiarazioni erano sue. Boh?!? :|Non è invece una leggenda urbana (anche se è stata molto gonfiata) il cartello dei produttori di lampade a incandescenza, che fra le numerose pratiche anticoncorrenziali avevano adottato anche una durata delle lampadine volutamente accorciata:http://web.archive.org/web/20050204082354/http://www.andover.edu/aep/papers/610/pgaughen98.pdf(vedi da pagina 24)
      L'obsolescenza programmata "dimostrabile" è
      quella che esamini il software di gestione, e ci
      scovi che dopo 300 usi il software indica
      sull'LCD "guasta irreparabile" anche se non è
      vero..Anche quella, sì.Oppure un trasformatore posto vicinissimo a circuiti sensibili al calore, che dopo un certo numero di ore verranno irrimediabilmente bruciati. È inutile dire che il trasformatore si poteva piazzare in tutt'altra posizione.
      Del resto, un'azienda non può andare "oltre certi
      limiti" di bassa qualità, per il semplice fatto
      che esiste la garanzia: e per essere sicura che
      il suo margine (CHE NON E' IL PREZZO FINALE...:
      un produttore di elettrodomestici che vende una
      lavatrice a 500 euro, non ne guadagna 400.. togli
      l'iva, il margine del produttore, il costo di
      produzione, il trasporto ecc. ecc.) non sia
      "svuotato" da una caterva di interventi in
      garanzia, non può "progettare" un prodotto perché
      duri 2 anni (garanzia legale), ma deve puntare
      diciamo a 4-5? Sì, ma guarda che sopra ho scritto che si guasta immancabilmente quando la garanzia è già scaduta.Ammetto che alcuni prodotti sottoposti a usura è inevitabile che durino poco, o comunque che necessitino di manutenzione. Su altri, qualche sospetto è più che lecito.
      Allora, se vogliamo prodotti "che
      durino di più" (ammesso che ci sia utile) non si
      inventa una legge che punisce un fantasma: semmai
      si allungano i termini obbligatori di garanzia...
      6 anni.. poi vediamo quanto costano, però
      ;-)Una garanzia generale così lunga non sarebbe mai accettata.Su alcuni prodotti in particolare, invece, non sarebbe un'idea malvagia. ;)
      • Leguleio scrive:
        Re: per Leguleio


        Non è invece una leggenda urbana (anche se è

        stata molto gonfiata) il cartello dei produttori

        di lampade a incandescenza, che fra le numerose

        pratiche anticoncorrenziali avevano adottato

        anche una durata delle lampadine volutamente

        accorciata:




        http://web.archive.org/web/20050204082354/http://w



        (vedi da pagina 24)

        mah, se ho capito erano gli anni 30? vabbè, ma
        questa non è obsolescenza programmata, è un
        "cartello", all'epoca senza leggi antitrust,
        concorrenza ben
        minoreLe leggi antitrust c'erano eccome negli Usa, e infatti le ditte vennero processate e sanzionate.In effetti quello dell'obsolescenza anticipata era un aspetto secondario, ma noto già all'epoca. Curiosità: esiste almeno una lampadina a incandescenza che funziona da 113 anni:http://www.snopes.com/science/lightbulb.asp

        Oppure un trasformatore posto vicinissimo a

        circuiti sensibili al calore, che dopo un certo

        numero di ore verranno irrimediabilmente

        bruciati. È inutile dire che il

        trasformatore si poteva piazzare in tutt'altra

        posizione.

        Si, ma in un mercato aperto, se non lo fanno
        tutti, codesta ditta si farà una cattiva fama di
        affidabilità, e di sicuro "quel" cliente l'ha
        perso: Il sospetto è che, con modalità e tempi caratteristici per ogni produttore, lo facciano tutti. :(Detto questo, ti focalizzi troppo sul consumatore privato: sì, è vero, personalmente mi si è guastato uno schermo per PC di una certa marca dopo pochi anni, e di apparecchi di quella marca non ne acquisterò più (anche perché non è il primo caso). Un produttore che stringe accordi per la fornitura a grandi centri di un numero consistente di pezzi, e che precisa di essere il fornitore esclusivo per diversi anni, avrà tutti i vantaggi derivanti dal guasto dei suoi apparecchi prima che scada il contratto, ma dopo che scade la garanzia. Sicuramente nel contratto saranno previsti forti sconti per la sostituzione, ma anche così, ci guadagna di più che se gli apparecchi durassero tutti fino alla scadenza del contratto di esclusiva.
  • Osvy scrive:
    Legge inapplicabile perché punisce..
    una cosa che non esiste.. (o almeno che non è dimostrabile)I prodotti vengono progettati "per un certo costo". C'è chi dice "fate lavatrici buonissime, che durino tanto". Per carità! Costerebbero una cifra, ed uno dopo 10 anni si troverebbe con un coso che lavora col doppio dell'elettricità dei modelli usciti nel frattempo. O pensiamo ai TV: qualcuno farebbe a meno degli HD attuali a favore di un bellissimo TV catodico 768x576 da 25 chili?Certo, qualche problema forse esiste con prodotti che venivano citati da altri lettori, che "pare" abbiano dei punti deboli messi lì "ad arte" per rompersi (non è che siano più che altro errori di progetto? e nel tempo dei social e delle recensioni, questi difetti vengono presto bocciati dal mercato), o viti che richiedono cacciaviti speciali, o pezzi di ricambio in cui non si trova più la singola rondella ma l'intero pezzo (tipo il meccanismo delle frecce al volante delle auto, come si chiama quell'aggeggio), ma forse se si valutasse quanto costerebbe produrre e gestire i singoli pezzettini di ricambio (è il tempo che costa a quel punto) forse non è così incomprensibile il perché.Dopodiché, tutto ciò che è "cosa buona" va perseguita, ma una legge contro "i fantasmi" è troppo
  • Pippo scrive:
    bene bloccare l'obsolescenza programmata
    poi però non bisogna lamentarsi se aumenta la disoccupazione
    • panda rossa scrive:
      Re: bene bloccare l'obsolescenza programmata
      - Scritto da: Pippo
      poi però non bisogna lamentarsi se aumenta la
      disoccupazioneAl contrario.Se sul mercato ci fossero piu' oggetti riparabili, ci sarebbe maggiore opportunita' di lavoro per i riparatori di tali oggetti.Chiediti quante officine hanno chiuso da quando le auto non sono piu' liberamente riparabili.
      • Bestia scrive:
        Re: bene bloccare l'obsolescenza programmata
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Pippo

        poi però non bisogna lamentarsi se aumenta la

        disoccupazione
        Al contrario.
        Se sul mercato ci fossero piu' oggetti
        riparabili, ci sarebbe maggiore opportunita' di
        lavoro per i riparatori di tali oggetti.
        Chiediti quante officine hanno chiuso da quando
        le auto non sono piu' liberamente riparabili.Senza contare i rifiuti !!!
        • Pippo scrive:
          Re: bene bloccare l'obsolescenza programmata
          - Scritto da: Bestia
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: Pippo


          poi però non bisogna lamentarsi se
          aumenta
          la


          disoccupazione


          Al contrario.

          Se sul mercato ci fossero piu' oggetti

          riparabili, ci sarebbe maggiore opportunita'
          di

          lavoro per i riparatori di tali oggetti.


          Chiediti quante officine hanno chiuso da
          quando

          le auto non sono piu' liberamente riparabili.

          Senza contare i rifiuti !!!tranquillo, più disoccupati, meno soldi, minori acquisti, meno rifiuti, il mondo è salvo
          • ... scrive:
            Re: bene bloccare l'obsolescenza programmata
            - Scritto da: Pippo
            - Scritto da: Bestia

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: Pippo

            Senza contare i rifiuti !!!
            tranquillo, più disoccupati, meno soldi, minori
            acquisti, meno rifiuti, il mondo è salvoCon le code fuori dai negozi per il cellulare da 1000E ? Io non li vedo tutti 'sti disoccupati...
          • Pippo scrive:
            Re: bene bloccare l'obsolescenza programmata
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: Pippo

            - Scritto da: Bestia


            - Scritto da: panda rossa



            - Scritto da: Pippo



            Senza contare i rifiuti !!!


            tranquillo, più disoccupati, meno soldi,
            minori

            acquisti, meno rifiuti, il mondo è salvo

            Con le code fuori dai negozi per il cellulare da
            1000E ? Io non li vedo tutti 'sti
            disoccupati...son quelli che tirano le uova
          • ... scrive:
            Re: bene bloccare l'obsolescenza programmata
            - Scritto da: Pippo
            - Scritto da: ...

            Con le code fuori dai negozi per

            il cellulare da 1000E ? Io non li

            vedo tutti 'sti disoccupati...
            son quelli che tirano le uovaSe fossero disoccupati le mangerebbero le uova e rapinerebbero chi esce dal negozio.
          • Pippo scrive:
            Re: bene bloccare l'obsolescenza programmata
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: Pippo

            - Scritto da: ...



            Con le code fuori dai negozi per


            il cellulare da 1000E ? Io non li


            vedo tutti 'sti disoccupati...


            son quelli che tirano le uova

            Se fossero disoccupati le mangerebbero le uova e
            rapinerebbero chi esce dal
            negozio.prima, devono rapinarli prima che entrino, dopo non serve .
          • Tesserato STIC scrive:
            Re: bene bloccare l'obsolescenza programmata
            - Scritto da: Pippo
            - Scritto da: ...

            - Scritto da: Pippo


            - Scritto da: ...



            Con le code fuori dai negozi per



            il cellulare da 1000E ? Io non li



            vedo tutti 'sti disoccupati...


            son quelli che tirano le uova

            Se fossero disoccupati le mangerebbero

            le uova e rapinerebbero chi esce dal negozio.
            prima, devono rapinarli prima che entrino, dopo
            non serve.Prima hanno solo la CC in tasta e ti tocca picchiarli a sangue davanti alle telecamere del bancomat per farti dare il numero. Se li rapini dopo gli prendo l'itelefono ancora da configurare da rivendere all'apposito ricettatore dietro l'angolo.
          • Passante scrive:
            Re: bene bloccare l'obsolescenza programmata
            - Scritto da: Tesserato STIC
            Prima hanno solo la CC in tasta e ti tocca
            picchiarli a sangue davanti alle telecamere del
            bancomat per farti dare il numero. Se li rapini
            dopo gli prendo l'itelefono ancora da configurare
            da rivendere all'apposito ricettatore dietro
            l'angolo.Bravo, cosi' parla un klingon !
      • Pippo scrive:
        Re: bene bloccare l'obsolescenza programmata
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Pippo

        poi però non bisogna lamentarsi se aumenta la

        disoccupazione

        Al contrario.
        Se sul mercato ci fossero piu' oggetti
        riparabili, ci sarebbe maggiore opportunita' di
        lavoro per i riparatori di tali
        oggetti.

        Chiediti quante officine hanno chiuso da quando
        le auto non sono piu' liberamente
        riparabili.se si progetta e si costruisce meglio ci saranno meno guasti, gli oggetti dureranno di più, se ne produrranno meno, se ne venderanno meno, tutto bello vero? Ma serviranno meno persone per farli, meno persone per venderli, meno persone per ritirare i rifiuti, ci saranno anche meno soldi per pagare le persone.In conclusione più disoccupazione e meno soldi in circolazione.E ciliegina sulla torta tutto costerà di più, uno per pagare i materiali e i prodotti di migliore qualità e due perché si perde il vantaggio di scala, produrre un miliardo di hard disk fa costare molto meno un singolo hard disk che produrne cento milioni.Un mondo per ricchi insomma.
        • panda rossa scrive:
          Re: bene bloccare l'obsolescenza programmata
          - Scritto da: Pippo
          se si progetta e si costruisce meglio ci saranno
          meno guasti, gli oggetti dureranno di più, se ne
          produrranno meno, se ne venderanno meno, tutto
          bello vero?Bellissimo.
          Ma serviranno meno persone per farli,
          meno persone per venderli, meno persone per
          ritirare i rifiuti, La civilta' evolve!Non sara' piu' schiava del lavoro che sara' tutto demandato alle macchine, e ognuno sara' libero di godersi pienamente la vita.
          ci saranno anche meno soldi
          per pagare le
          persone.Non serviranno piu' i soldi per pagare le persone: le persone non avranno piu' bisogno di soldi.
          In conclusione più disoccupazione e meno soldi in
          circolazione.Non si chiamera' disoccupazione ma liberta'.
          E ciliegina sulla torta tutto costerà di più,No.
          uno per pagare i materialiMateriali riciclati e sostenibili. Non servira' pagarli.
          e i prodotti di migliore
          qualità Ci sara' una unica qualita': la migliore.
          e due perché si perde il vantaggio di
          scala, produrre un miliardo di hard disk fa
          costare molto meno un singolo hard disk che
          produrne cento
          milioni.Chissenefrega se tanto lo fanno le macchine?Il concetto e' che tu schiacci il bottone ed esce il prodotto finito.
          Un mondo per ricchi insomma.Un mondo senza disuguaglianze.
          • Pippo scrive:
            Re: bene bloccare l'obsolescenza programmata
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Pippo


            se si progetta e si costruisce meglio ci
            saranno

            meno guasti, gli oggetti dureranno di più,
            se
            ne

            produrranno meno, se ne venderanno meno,
            tutto

            bello vero?

            Bellissimo.


            Ma serviranno meno persone per farli,

            meno persone per venderli, meno persone per

            ritirare i rifiuti,

            La civilta' evolve!
            Non sara' piu' schiava del lavoro che sara' tutto
            demandato alle macchine, e ognuno sara' libero di
            godersi pienamente la
            vita.


            ci saranno anche meno soldi

            per pagare le

            persone.

            Non serviranno piu' i soldi per pagare le
            persone: le persone non avranno piu' bisogno di
            soldi.


            In conclusione più disoccupazione e meno
            soldi
            in

            circolazione.

            Non si chiamera' disoccupazione ma liberta'.


            E ciliegina sulla torta tutto costerà di più,

            No.


            uno per pagare i materiali

            Materiali riciclati e sostenibili. Non servira'
            pagarli.


            e i prodotti di migliore

            qualità

            Ci sara' una unica qualita': la migliore.


            e due perché si perde il vantaggio di

            scala, produrre un miliardo di hard disk fa

            costare molto meno un singolo hard disk che

            produrne cento

            milioni.

            Chissenefrega se tanto lo fanno le macchine?

            Il concetto e' che tu schiacci il bottone ed esce
            il prodotto
            finito.


            Un mondo per ricchi insomma.

            Un mondo senza disuguaglianze.stai parlando di Star Trek?Quella è un'organizzazione tipo militare, lì non servono i soldi, come in un qualsiasi esercito, ognuno ha in base al grado che possiede.Alla fine delle utopie si arriva sempre lì. Per attuarle servono Militari e dittatura.
          • Tesserato STIC scrive:
            Re: bene bloccare l'obsolescenza programmata
            - Scritto da: Pippo
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Pippo

            Un mondo senza disuguaglianze.
            stai parlando di Star Trek?
            Quella è un'organizzazione tipo militare, lì non
            servono i soldi, come in un qualsiasi esercito,
            ognuno ha in base al grado che possiede.Falso: le serie fanno vedere navi esplorative militari ma non sono affatto tutti militari, anzi a volere l'onore e gli oneri di entrare nell'accademia stellare non sono in molti.Se vuoi ti dettaglio serie per serie.
            Alla fine delle utopie si arriva sempre lì. Per
            attuarle servono Militari e dittatura.Certo che se hai capito questo come hai capito star trek siamo a posto.
          • Pippo scrive:
            Re: bene bloccare l'obsolescenza programmata
            - Scritto da: Tesserato STIC
            - Scritto da: Pippo.


            Alla fine delle utopie si arriva sempre lì.
            Per

            attuarle servono Militari e dittatura.

            Certo che se hai capito questo come hai capito
            star trek siamo a
            posto.Se conosci un po' la storia saprai che qualunque utopia socioeconomica si è cercato di attuare alla fine si è trasformata sempre in una dittatura.La forza è l'unico modo che è stato trovato finora per "convincere" le persone a seguire determinate regole socioeconomiche, senza la forza tutti tendono a tornare al capitalismo.
        • cicciobello scrive:
          Re: bene bloccare l'obsolescenza programmata

          se si progetta e si costruisce meglio ci saranno
          meno guasti, gli oggetti dureranno di più, se ne
          produrranno meno, se ne venderanno meno, tutto
          bello vero? Ma serviranno meno persone per farli,
          meno persone per venderli, meno persone per
          ritirare i rifiuti, ci saranno anche meno soldi
          per pagare le
          persone.E tali soldi ti basteranno per vivere, perché ne spenderai di meno, non dovendoti ricomprare le stesse cose ogni due anni per sostituire quelle che si sono rotte e non puoi aggiustare.
          In conclusione più disoccupazione e meno soldi in
          circolazione.Più tempo libero, meno necessità di lavorare, meno spese: mi sembra un fatto positivo.

          E ciliegina sulla torta tutto costerà di più, uno
          per pagare i materiali e i prodotti di migliore
          qualitàOvvio: ma se un oggetto costa il doppio, e ti dura dieci volte tanto, è comunque un vantaggio.
          e due perché si perde il vantaggio di
          scala, produrre un miliardo di hard disk fa
          costare molto meno un singolo hard disk che
          produrne cento
          milioni.L'obsolescenza rapida ha già eliminato questo vantaggio, perché quando hai le strutture per produrre cento milioni di pezzi, ne produci un milione, poi l'oggetto è obsoleto... e anche la fabbrica.
          • Pippo scrive:
            Re: bene bloccare l'obsolescenza programmata
            - Scritto da: cicciobello

            se si progetta e si costruisce meglio ci
            saranno

            meno guasti, gli oggetti dureranno di più,
            se
            ne

            produrranno meno, se ne venderanno meno,
            tutto

            bello vero? Ma serviranno meno persone per
            farli,

            meno persone per venderli, meno persone per

            ritirare i rifiuti, ci saranno anche meno
            soldi

            per pagare le

            persone.

            E tali soldi ti basteranno per vivere, perché ne
            spenderai di meno, non dovendoti ricomprare le
            stesse cose ogni due anni per sostituire quelle
            che si sono rotte e non puoi
            aggiustare.
            certo sempre se sei uno di quelli che non è rimasto disoccupato.

            In conclusione più disoccupazione e meno
            soldi
            in

            circolazione.

            Più tempo libero, meno necessità di lavorare,
            meno spese: mi sembra un fatto
            positivo.tempo libero? Un mucchio non c'è dubbio.meno necessità di lavorare? bè si qualche volta si deve anche mangiare..



            E ciliegina sulla torta tutto costerà di
            più,
            uno

            per pagare i materiali e i prodotti di
            migliore

            qualità

            Ovvio: ma se un oggetto costa il doppio, e ti
            dura dieci volte tanto, è comunque un
            vantaggio.eh no, abbiamo detto prima che di soldi ne avrai meno, quindi se un oggetto costa di più non lo potrai comperare

            e due perché si perde il vantaggio di

            scala, produrre un miliardo di hard disk fa

            costare molto meno un singolo hard disk che

            produrne cento

            milioni.

            L'obsolescenza rapida ha già eliminato questo
            vantaggio, perché quando hai le strutture per
            produrre cento milioni di pezzi, ne produci un
            milione, poi l'oggetto è obsoleto... e anche la
            fabbrica.lascia fare, loro lo fanno diventare obsoleto quando hanno ammortizzato i costi.
          • cicciobello scrive:
            Re: bene bloccare l'obsolescenza programmata

            tempo libero? Un mucchio non c'è dubbio.
            meno necessità di lavorare? bè si qualche volta
            si deve anche
            mangiare..E con i soldi che risparmi evitando di cambiare la macchina ogni due anni, direi che puoi mangiare per un bel po'.

            Ovvio: ma se un oggetto costa il doppio, e ti

            dura dieci volte tanto, è comunque un

            vantaggio.

            eh no, abbiamo detto prima che di soldi ne avrai
            meno, quindi se un oggetto costa di più non lo
            potrai
            comperareSe nessuno lo può comprare il prezzo scende.

            lascia fare, loro lo fanno diventare obsoleto
            quando hanno ammortizzato i
            costi.In altre parole, quando te l'hanno venduto, così da lasciare la fregatura a te.
    • iRoby scrive:
      Re: bene bloccare l'obsolescenza programmata
      La maggior parte delle aziende hanno chiuso proprio perché non si ripara più e non si fa assistenza. Ma si ricompra sempre tutto nuovo.E l'acquisto viene fatto nei grandi centri commerciali e le grandi catene di distribuzione che danno lavori da fame ad una manciata di persone.
      • Pippo scrive:
        Re: bene bloccare l'obsolescenza programmata
        - Scritto da: iRoby
        La maggior parte delle aziende hanno chiuso
        proprio perché non si ripara più e non si fa
        assistenza. Ma si ricompra sempre tutto
        nuovo.le aziende che hanno chiuso e hanno lasciato a casa centinaia di persone facevano produzione.E i motivi per cui hanno chiuso non sono proprio quelli.Quelle che facevano riparazioni occupavano un paio di persone si e no.Ma come dice qualcuno il mondo si evolve, oggi i venditori di ghiaccio neon ci sono più. Ce ne siamo fatti una ragione
        E l'acquisto viene fatto nei grandi centri
        commerciali e le grandi catene di distribuzione
        che danno lavori da fame ad una manciata di
        persone.quindi cosa dovremmo fare?Ritornare al negoziato sotto casa che ha solo 3 o 4 articoli e quello che vuoi tu te lo farà arrivare magari l settimana prossima?
        • cicciobello scrive:
          Re: bene bloccare l'obsolescenza programmata

          le aziende che hanno chiuso e hanno lasciato a
          casa centinaia di persone facevano
          produzione.Sfruttando la gente: facevano lavorare milioni di persone che poi erano costrette a restituire i soldi guadagnati, comprando e ricomprando lo stesso prodotto. Facendo un prodotto più durevole, gli operai guadagnerebbero meno ma spenderebbero meno per avere le stesse cose: il risultato è che potrebbero avere lo stesso tenore di vita lavorando meno ore.Certo, se sei un individuo frustrato, che ha una vita così vuota e inutile che l'unico modo per sentirsi gratificato è quello di fare un lavoro ripetitivo (ad esempio, scavare buche di giorno e riempirle di notte, come diceva Keynes), cadresti in depressione avendo più ore libere. Ma per una persona che voglia lavorare per vivere, e non vivere per lavorare, qualunque soluzione che permetta di ridurre le ore di lavoro sarebbe la benvenuta.
          • Pippo scrive:
            Re: bene bloccare l'obsolescenza programmata
            - Scritto da: cicciobello

            le aziende che hanno chiuso e hanno lasciato
            a

            casa centinaia di persone facevano

            produzione.

            Sfruttando la gente: facevano lavorare milioni di
            persone che poi erano costrette a restituire i
            soldi guadagnati, comprando e ricomprando lo
            stesso prodotto. Facendo un prodotto più
            durevole, gli operai guadagnerebbero meno ma
            spenderebbero meno per avere le stesse cose: il
            risultato è che potrebbero avere lo stesso tenore
            di vita lavorando meno
            ore.

            Certo, se sei un individuo frustrato, che ha una
            vita così vuota e inutile che l'unico modo per
            sentirsi gratificato è quello di fare un lavoro
            ripetitivo (ad esempio, scavare buche di giorno e
            riempirle di notte, come diceva Keynes), cadresti
            in depressione avendo più ore libere. Ma per una
            persona che voglia lavorare per vivere, e non
            vivere per lavorare, qualunque soluzione che
            permetta di ridurre le ore di lavoro sarebbe la
            benvenuta.Guarda che nelle aziende moderne se vuoi avere il part time basta che lo chiedi, non ci sono problemi, soprattutto in quelle grandi.
          • cicciobello scrive:
            Re: bene bloccare l'obsolescenza programmata

            Guarda che nelle aziende moderne se vuoi avere
            il part time basta che lo chiedi, non ci sono
            problemi, soprattutto in quelle
            grandi.E allora che aspetti? Ah, no, devi cambiare la lavatrice che ti si è scassata tre giorni dopo che è scaduta la garanzia, così ti tocca fare gli straordinari.
        • Paroliere scrive:
          Re: bene bloccare l'obsolescenza programmata

          Ritornare al negoziato sotto casa che ha solo 3 o
          4 articoli e quello che vuoi tu te lo farà
          arrivare magari l settimana
          prossima?Come tutte le cose portano cose positive e negative come le medicine e le sue controindicazioni: I posti dove sono arrivate le grosse catene sono diventati piu' poveri tutti i soldi ricavati dalle vendite non rimangono piu' sul territorio e reinvestiti li come succede con i piccoli negozi ma vengono portati altrove generalmente nei paradisi fiscali, inoltre accentrano produzioni dove costa poco la manodopera erodento lentamente ed inesorabilmente tutte le attivita' locali alla fine tutte le persone vengono coinvolte.
          • Pippo scrive:
            Re: bene bloccare l'obsolescenza programmata
            - Scritto da: Paroliere

            Ritornare al negoziato sotto casa che ha solo 3
            o

            4 articoli e quello che vuoi tu te lo farà

            arrivare magari l settimana

            prossima?


            Come tutte le cose portano cose positive e
            negative come le medicine e le sue
            controindicazioni:

            I posti dove sono arrivate le grosse catene
            sono diventati piu' poveri tutti i soldi
            ricavati dalle vendite non rimangono piu' sul
            territorio e reinvestiti li come succede con i
            piccoli negozi ma vengono portati altrove
            generalmente nei paradisi fiscali, inoltre
            accentrano produzioni dove costa poco la
            manodopera erodento lentamente ed inesorabilmente
            tutte le attivita' locali alla fine tutte le
            persone vengono
            coinvolte.dici? In USA le cose sono così da almeno 40 anni (catene di negozi) ma la gente non si è mica impoverita come dici anzi di solito traggono parte dei loro redditi proprio dalle azioni delle grandi catene
          • Paroliere scrive:
            Re: bene bloccare l'obsolescenza programmata

            dici? In USA le cose sono così da almeno 40 anni
            (catene di negozi) ma la gente non si è mica
            impoverita come dici anzi di solito traggono
            parte dei loro redditi proprio dalle azioni delle
            grandi
            cateneOrmai la cosa e' ampiamente dimostrata dove passano loro le richieste per ottenere un sussidio di poverta' raddoppiano, aumenta la criminalita' i piccoli centri non li vogliono piu' perche' significherebbe la loro distruzione. Non servono chissa' quali studi per capirlo se compro tutto nel megastore dove tutti i dipendenti sono sottopagati e fanno arrivare tutta la merce dai paesi con un basso costo delle manodopera anziche' vendere quella che si produce localmente chi ci guadagna veramente a lungo termine? Senza contare che tutti i guadagni non rimangono sul territorio ma partono per altri lidi invece che rinvestirli localmente come credi che si possa sostenere a lungo termine l'economia locale se il ciclo economico non si chiude?I lavoratori americani sottopagati di queste catene devono chiedere un sussidio allo stato per mantenersi i famosi food stamps che spenderanno tutti nel megastore, anche questa e' una cosa sostenibile?
  • Paroliere scrive:
    Materie prime
    Con tutti i problemi che ha l'europa in fatto di materie prime dovrebbe essere propio lei all'avanguardia sulla durata degli oggetti sulla sua robustezza sull'assistenza sul risparmio energetico per non parlare del riciclo, non e' meglio risolverli tutti piuttosto che spostarli ad altri come succede per la spazzatura elettronica che finisce tutta nei paesi poveri e con grande probabilita' sara smaltita da bambini poveri insieme hai loro reni e fegati.Siamo cosi' malvagi?
    • Un altro scrive:
      Re: Materie prime
      - Scritto da: Paroliere
      Con tutti i problemi che ha l'europa in fatto di
      materie prime dovrebbe essere propio lei
      all'avanguardia sulla durata degli oggetti sulla
      sua robustezza sull'assistenza sul risparmio
      energetico per non parlare del riciclo, non e'
      meglio risolverli tutti piuttosto che spostarli
      ad altri come succede per la spazzatura
      elettronica che finisce tutta nei paesi poveri e
      con grande probabilita' sara smaltita da bambini
      poveri insieme hai loro reni e fegati.Siamo cosi'
      malvagi?Finche' non si fa un discorso globale sara' cosi', quando si fara' un discorso globale allora ci si accorgera' che siamo in troppi... Che scegli ?
      • Paroliere scrive:
        Re: Materie prime


        Finche' non si fa un discorso globale sara'
        cosi',Il mio comune uno dei primi in Italia che ha avviato la raccolta differenziata non ha aspettato una votazione dell'ONU per attivarsi e' tutto partito localmente con tante persone piene di buona volonta'.Cosa bisogna apettare? il via da qualcuno dall'alto che magari deve rinunciare hai suoi privilegi? Non partera' mai nessuna iniziativa nessuno cambiamento ma come tutte le cose hanno bisogno di un'inizio ed e' li localmente che fanno piu' presa.
        quando si fara' un discorso globalenon si fara' mai e non e' attuabile tutto deve partire localmente poi avviene un cambio culturale e la cosa da locale diventa globale
        Che scegli ?Apettare che il mondo mi cada addosso oppure essere fautore del suo cambiamento tu cosa preferisci? Se parti localmente puoi iniziare subito se aspetti il "discorso globale" non partirai mai.
  • Pino scrive:
    Sante verità
    http://www.regione.emilia-romagna.it/consumatori/inchieste/2013/aprile/lavatrici-c-quando-la-scadenza-e-a-termineLe prove del grande inganno Condensatori elettrolitici Sono elementi fondamentali in prodotti elettronici di largo consumo, come televisori, monitor, amplificatori. La vita di questi piccoli componenti è direttamente correlata alla temperatura cui sono sottoposti. Spesso però sono poco resistenti alle alte temperature e, per giunta, sono posizionati in prossimità di fonti di calore. Cuffie Si usano quotidianamente come complemento di diversi oggetti (lettore mp3, pc, cellulare) e vengono spesso vendute come acXXXXXri aggiunti. Ma spesso si verifica a cedere è il cavo, in prossimità del connettore jack, particolarmente fragile. Mixer a mano Il frullatore a immersione potrebbe avere potenzialmente vita infinita, se non avesse gli ingranaggi in plastica che subiscono un veloce deterioramento, perché poco resistenti allabrasione. In genere la durata si attesta intorno ai 3 anni e sono concepiti in modo tale per cui un cambio delle rotelle degli ingranaggi non sia possibile. Suole delle scarpe Marche diverse di scarpe vanno incontro a usura prematura perché realizzate con gomma di bassa qualità e di basso costo. Inoltre, spesso la riparazione è impossibile, dal momento che le suole sono parte integrante della scarpa e non sostituibili da un calzolaio, come avveniva un tempo. Chiusure lampo Sono inserite direttamente nelle giacche e nei maglioni ripiegate su se stesse e senza una chiusura finale, o cerniera, che permetta di fermare bene la zip. Spesso, inoltre, sono molto sottili, realizzate con materiali troppo morbidi, o che si flettono molto facilmente. Dopo poco insomma non si chiudono più in modo corretto. Tessuto Lusura di un capo dabbigliamento dipende molto dalla qualità del filo intrecciato, che a sua volta dipende dalla lunghezza delle fibre filate. Se sono troppo corte, il materiale si rovina rapidamente, soprattutto sulle giunture, dando luogo al tipico aspetto invecchiato, che se non è ricercato, può esser molto fastidioso, specie se appare dopo poco tempo dallacquisto. Interruttore Serve per accendere e spegnere monitor o pc, ha una parte in plastica il cui uso regolare e continuativo provoca una rottura precoce. Questo perché spesso è realizzato in plastica, mentre una sospensione in metallo sarebbe molto più adatta e potrebbe esser utilizzata dai costruttori con una differenza di prezzo quasi pari a zero. Sedia da ufficio Lo schienale è montato su una struttura in plastica e si sfonda facilmente in caso di pressione superiore, come nel caso di una persona in sovrappeso. I pezzi di ricambio non ci sono ma basterebbe realizzare in metallo il punto maggiormente sottoposto a pressione per rafforzare lintera struttura. Spazzolino da denti elettrico Spesso ha una batteria permanente installata allinterno, la cui carica diminuisce con luso e consente cicli sempre più brevi. Fino a che, in genere dopo mille cicli, lintero spazzolino è inservibile. Può capitare invece che la custodia e i componenti incorporati di un prodotto siano incollati insieme, rendendo difficili i ricambi.JackUno dei motivi più comuni per i quali i notebook risultano danneggiati è la debole connessione dei jack alla presa di alimentazione, spesso tra laltro, saldata sulla scheda a causa di una cattiva progettazione. Il falso contatto rende necessario lintervento dei produttori che offrono riparazione a prezzi molto alti in modo tale da spingere verso un nuovo acquisto. Stampante laser La cartuccia di toner prevede un contatore installato che consente di stampare fino a 15.000 pagine, dopo di che emette il messaggio di esaurimento. Ebbene, riportando indietro il contatore con un software predisposto, è stato dimostrato che si poteva invece tranquillamente continuare a stampare, fino a un totale di quasi 50.000 pagine. Iphone Il produttore ostacola la riparazione da parte dellutente o di officine indipendenti, utilizzando, per lassemblaggio, viti particolari (Pentalope) che necessitano un cacciavite speciale, in possesso solo delle officine partner. I produttori a ogni cambio di modello creano un ostacolo aggiuntivo alla riparazione, perché il kit, se cè, è molto costoso e fornito dal produttore.
    • Osvy scrive:
      Re: Sante verità
      - Scritto da: Pino
      http://www.regione.emilia-romagna.it/consumatori/i

      Le prove del grande inganno
      Stampante laserLa cartuccia di toner prevede un contatore installato che consente di stampare fino a 15.000 pagine, dopo di che emette il messaggio di esaurimento. Ebbene, riportando indietro il contatore con un software predisposto, è stato dimostrato che si poteva invece tranquillamente continuare a stampare, fino a un totale di quasi 50.000 pagine.
    • Osvy scrive:
      Re: Sante verità
      - Scritto da: Pino
      http://www.regione.emilia-romagna.it/consumatori/i

      Le prove del grande ingannoAH!!! E' la "famosa" prova tedesca che originò articoli su articoli... già letta e bocciata...io credevo fosse una ricerca nuova della Regione Emilia Romagna..Le persone "rilevano" delle questioni, e ci costruiscono intorno un "complotto". Guardate che le "schifezze" cinesi non sono obsolescenze programmate: sono solo prodotti fatti coi piedi... non lo fanno apposta
      • Leguleio scrive:
        Re: Sante verità

        Le persone "rilevano" delle questioni, e ci
        costruiscono intorno un "complotto". Guardate che
        le "schifezze" cinesi non sono obsolescenze
        programmate: sono solo prodotti fatti coi
        piedi... non lo fanno
        appostaMi hai fatto venire in mente un articolo di cronaca che mi ha fatto scomXXXXXXre dalle risate quando è apparso, al punto che ancora lo ricordo e l'ho ripescato con Google. Partiamo dall'assunto che ogni mossa è lecita per parlare male dei prodotti cinesi, è umano: la concorrenza che sta per vincere non piace a nessuno.Bene, quando i prodotti cinesi non sono le solite scarpe o i soliti jeans, ma un prodotto di contrabbando succede che... leggete voi: <B
        Sequestrate 60 tonnellatedi finte "bionde" cinesi </B
        <I
        La confezione avveniva con tabacco di scartoche potrebbe essere nocivo per i fumatori </I
        Giuro, è intitolato così. E il corpo dell'articolo spiegava, a chi ancora non fosse convinto:«Finora sono state sequestrate, a partire dallo scorso novembre, 60 tonnellate di bionde fabbricate in Cina e destinate al mercato europeo. Italia, Spagna e Gran Bretagna in testa.Per la confezione, però, venivano utilizzati tabacchi di scarto, probabilmente adulterati per rendere il colore e l'aroma simile a quello ricercato dai fumatori occidentali. Non si conosceranno prima di un mese e mezzo i risultati delle analisi sulla composizione chimica e sulla quantità di nicotina presente, che se troppo elevata <B
        potrebbe avere notevoli effetti nocivi sull'organismo umano </B
        ». (grassetto mio)(rotfl)Davvero infidi e privi di scrupoli questi cinesi, ora anche le sigarette nocive per la salute!
        • Osvy scrive:
          Re: Sante verità
          - Scritto da: Leguleio
          Non si
          conosceranno prima di un mese e mezzo i risultati
          delle analisi sulla composizione chimica e sulla
          quantità di nicotina presente, che se troppo
          elevata <B
          potrebbe avere notevoli
          effetti nocivi sull'organismo umano </B

          ». (grassetto
          mio)

          (rotfl)

          Davvero infidi e privi di scrupoli questi cinesi,
          ora anche le sigarette nocive per la salute!Eh, quelle italiane invece, boccate di salute! ;-)A me sembra matta anche la legge anglosassone. Tu che sei Leguleio saprai di quella recente sentenza USA che ha disposto un rimborso "folle" ad un tizio morto di cancro perché fumava sigarette: poverino, non lo sapeva che il fumo faceva male!.. ma invece di una sentenza che diceva "XXXXXXXXX" l'hanno fatto davvero risarcire.. un'enormità di soldi (36 milioni $, sbaglio?). Io sono basito, questi sono quelli che vogliono difendere il mondo...Gli USA sono quelli che ti condannano se su un martello non ci scrivi "attenzione: non devi dartelo in testa"...
  • zero calcare scrive:
    ch'a ragione zerocalcare
    Mi fai capire cosa ti da questa "incrollabile fiducia" sugli IP?(rotfl)(rotfl)Per curiosità eh?!? mica per sXXXXXXX...
  • Magda Leguleio scrive:
    Appello
    [img]http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Immagini/Attualita%20ed%20Esteri/Attualita/2006/11/furio_magda_169x126.jpg?uuid=9fbb150e-7af7-11db-822e-00000e25108c[/img]Buongiono a tutti Sono Magda Leguleio .Lo so che è complicato averci a che fare (ditelo a me! :'( ) ma purtroppo sta vivendo un momento molto difficile.Vi chiedo solo di comprendere e se potete dategli ragione che altrimenti gli prendono le crisi gli viene la bava alla bocca strabuzza gli occhi e io sono disperata.Vi ringrazio ancora se vorrete capirmi e tante grazie a tutti.
  • Alleva Troll scrive:
    C'ha ragione
    essì! c'ha (c'avrebbe a dire la verità) zerocalcare!Se non fosse che c'avemo l'alleva troll .Ma magari potrebbe succedere che smetta de rompe li zebedei e impari a fare il moderatore invece che l'alleva trollA forza di lezioni chissa.....Che ne dite?
  • Magda Leguleio scrive:
    aiutate la nostra famiglia
    [img]http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Immagini/Attualita%20ed%20Esteri/Attualita/2006/11/furio_magda_169x126.jpg?uuid=9fbb150e-7af7-11db-822e-00000e25108c[/img]Buongiono a tutti Sono Magda Leguleio .Lo so che è complicato averci a che fare (ditelo a me! :'( ) ma purtroppo sta vivendo un momento molto difficile.Vi chiedo solo di comprendere e se potete dategli ragione che altrimenti gli prendono le crisi gli viene la bava alla bocca strabuzza gli occhi e io sono disperata.Vi ringrazio ancora se vorrete capirmi e tante grazie a tutti.
  • I lettori di PI scrive:
    Re: appello
    Scritto da: Magda LeguleioUccidilo nel sonno, testimonieremo che eri con noi a una festa.
  • Magda Leguleio scrive:
    appello
    [img]http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Immagini/Attualita%20ed%20Esteri/Attualita/2006/11/furio_magda_169x126.jpg?uuid=9fbb150e-7af7-11db-822e-00000e25108c[/img]Buongiono a tutti Sono Magda Leguleio .Lo so che è complicato averci a che fare (ditelo a me! :'( ) ma purtroppo sta vivendo un momento molto difficile.Vi chiedo solo di comprendere e se potete dategli ragione che altrimenti gli prendono le crisi gli viene la bava alla bocca strabuzza gli occhi e io sono disperata.Vi ringrazio ancora se vorrete capirmi e tante grazie a tutti.
  • El Contador scrive:
    numeri
    15 Post di Leguleio su un totale di 49.E siamo solo poco oltre le 17!Chi altro sarebbe capace di tale indefesso trolleggio?
  • Magda Leguleio scrive:
    Appello
    [img]http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Immagini/Attualita%20ed%20Esteri/Attualita/2006/11/furio_magda_169x126.jpg?uuid=9fbb150e-7af7-11db-822e-00000e25108c[/img]Buongiono a tutti Sono Magda Leguleio .Lo so che è complicato averci a che fare (ditelo a me! :'( ) ma purtroppo sta vivendo un momento molto difficile.Vi chiedo solo di comprendere e se potete dategli ragione che altrimenti gli prendono le crisi gli viene la bava alla bocca strabuzza gli occhi e io sono disperata.Vi ringrazio ancora se vorrete capirmi e tante grazie a tutti.
  • ... scrive:
    Ultime ore nel bunker
    aprile 1945 (ottobre 2014)Berlino (Punto Informatico) e' in macerie.Nella profondita' del bunker (redazione), Hitler (annunziata) farnetica di inesistenti divisioni (fondi svizzeri) pronti al contrattacco (ripianamento dei debiti) che non avverra'. Le ultime dissanguate truppe (maxsix, bertuccia, leguleio, etc) nulla possono contro la montante marea sovietica (il tribunale fallimentare) che gia' si vede in lontananza e che domani sferrera' l'assalto finale.Nei brevi sprazzi di lucidita', il Supremo Comandante a gia' deciso: non cadra' vivo in mani nemiche.All'alba, passera' formalmente il comando ad uno dei generali soppravvissuti (galimberti), fara' abbattere il suo amato pastore alsaziano (Alfonso) e poi con Eva (botta') predera' il cianuro.I loro corpi verranno creamati in un posto segreto e le ceneri sparse al vento.OH RAGA; qualcuno ci fa un meme col film di hitler sottotitolato in modo PI-esco? dai che si ride, XXXXX!Con la lingua fuori
  • Marco Mancato Leguleio scrive:
    aiutate mamma
    [img]http://magdaefurio.files.wordpress.com/2013/05/cropped-mf.jpg[/img]Salve sono il figlio (erede) di Leguleio.Come vi ha spiegato mamma la nostra famiglia sta vivendo una situazione difficile per favore fate come dice lei lasciategli <b
    l'ultima parola </b
    se proprio non ce la fate a dargli ragione.Altrimenti poi gli sale la pressione gli viene la bava alla bocca.Ieri ha morso anche l'infermiere...Aiutateci grazie!
  • Magda Leguleio scrive:
    aiutateci a risolvere un problema
    [img]http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Immagini/Attualita%20ed%20Esteri/Attualita/2006/11/furio_magda_169x126.jpg?uuid=9fbb150e-7af7-11db-822e-00000e25108c[/img]Buongiono a tutti Sono Magda Leguleio .Lo so che è complicato averci a che fare (ditelo a me! :'( ) ma purtroppo sta vivendo un momento molto difficile.Vi chiedo solo di comprendere e se potete dategli ragione che altrimenti gli prendono le crisi gli viene la bava alla bocca strabuzza gli occhi e io sono disperata.Vi ringrazio ancora se vorrete capirmi e tante grazie a tutti.
  • Alleva Troll scrive:
    Re: PI?
    ah checco quanto a "gramlot" sei molto scarso...Il tuo come dire... mistone ?Tra il simil-ciociaro il marchigiano-alla-sudicia e non meglio precisati vocabolari tradisce alcune origini diverse da quelle che vorresti forse passare.ad esempio "acciappate" che viene dal "ciapa" (acchiappa) e dalle "ciap" e "ciapet" tradisce origini forse "nordico legaiole".Anche per trollare ci vuole un minimo di "savoir faire" direi che ha bisogno di qualche lezione in questo campo.Magari restando su PI puoi migliorare.
    • ... scrive:
      Re: PI?
      - Scritto da: Alleva Troll
      ah checco quanto a "gramlot" sei molto scarso...
      Il tuo come dire... mistone ?
      Tra il simil-ciociaro il marchigiano-alla-sudicia
      e non meglio precisati vocabolari tradisce alcune
      origini diverse da quelle che vorresti forse
      passareUn po' come Abatantuono? Dev'essere proprio così... ;)
  • Cecco scrive:
    PI?
    Aaah.... Ma questo è il sito culleziunista di trolli, quello che c'ha il trollino piccolo e il trollo un po' più lunco! Bè, dev'esse stata una pella suddishfazione avè cumbletato una cusì pella cullezione. Bravi! Eeh, qui tutti pallano di voi, tutti PI, PI, PRRRRRRRRRRRRR!!!Pensa che a un certo punto noi pensavamo, la redazione lavora al circo Togno!!! L'unica roba che putete fà è favve un bel viaccio a Lurtes! Fate ippagno dinto a piscina, acciappate i sole e ashpettato o miracolo!
    • Un altro scrive:
      Re: PI?
      - Scritto da: Cecco
      Aaah.... Ma questo è il sito culleziunista di
      trolli, quello che c'ha il trollino piccolo e il
      trollo un po' più lunco! Bè, dev'esse stata una
      pella suddishfazione avè cumbletato una cusì
      pella cullezione. Bravi! Eeh, qui tutti pallano
      di voi, tutti PI, PI,
      PRRRRRRRRRRRRR!!!Si, in pratica quello che una volta era il canale #insulti di IRC si è trasferito qua.
    • Pasta alla Pirateria scrive:
      Re: PI?
      - Scritto da: Cecco
      Aaah.... Ma questo è il sito culleziunista di
      trolli, quello che c'ha il trollino piccolo e il
      trollo un po' più lunco! Bè, dev'esse stata una
      pella suddishfazione avè cumbletato una cusì
      pella cullezione. Bravi! Eeh, qui tutti pallano
      di voi, tutti PI, PI,
      PRRRRRRRRRRRRR!!!

      Pensa che a un certo punto noi pensavamo, la
      redazione lavora al circo Togno!!! L'unica roba
      che putete fà è favve un bel viaccio a Lurtes!
      Fate ippagno dinto a piscina, acciappate i sole e
      ashpettato o
      miracolo!9/10
  • Magda Leguleio scrive:
    Per favore cercate di capire.
    [img]http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Immagini/Attualita%20ed%20Esteri/Attualita/2006/11/furio_magda_169x126.jpg?uuid=9fbb150e-7af7-11db-822e-00000e25108c[/img]Buongiono a tutti Sono Magda Leguleio .Lo so che è complicato averci a che fare (ditelo a me! :'( ) ma purtroppo sta vivendo un momento molto difficile.Vi chiedo solo di comprendere e se potete dategli ragione che altrimenti gli prendono le crisi gli viene la bava alla bocca strabuzza gli occhi e io sono disperata.Vi ringrazio ancora se vorrete capirmi e tante grazie a tutti.
  • ... scrive:
    Ultime ore nel bunker
    aprile 1945 (ottobre 2014)Berlino (Punto Informatico) e' in macerie.Nella profondita' del bunker (redazione), Hitler (annunziata) farnetica di inesistenti divisioni (fondi svizzeri) pronti al contrattacco (ripianamento dei debiti) che non avverra'. Le ultime dissanguate truppe (maxsix, bertuccia, leguleio, etc) nulla possono contro la montante marea sovietica (il tribunale fallimentare) che gia' si vede in lontananza e che domani sferrera' l'assalto finale.Nei brevi sprazzi di lucidita', il Supremo Comandante a gia' deciso: non cadra' vivo in mani nemiche.All'alba, passera' formalmente il comando ad uno dei generali soppravvissuti (galimberti), fara' abbattere il suo amato pastore alsaziano (Alfonso) e poi con Eva (botta') predera' il cianuro.I loro corpi verranno creamati in un posto segreto e le ceneri sparse al vento.OH RAGA; qualcuno ci fa un meme col film di hitler sottotitolato in modo PI-esco? dai che si ride, XXXXX!Con la lingua fuori
    • ... scrive:
      Re: Ultime ore nel bunker
      - Scritto da: ...
      OH RAGA; qualcuno ci fa un meme col film di
      hitler sottotitolato in modo PI-esco?In modo PI-esco? E cioè che parla sempre al condizionale? (newbie)
      • ... scrive:
        Re: Ultime ore nel bunker
        - Scritto da: ...
        - Scritto da: ...


        OH RAGA; qualcuno ci fa un meme col film di

        hitler sottotitolato in modo PI-esco?

        In modo PI-esco? E cioè che parla sempre al
        condizionale?
        (newbie)WBWABWBWAWBHAHAHAHAHA BELLA QUESTA! no, intendevo dire che faccia riferimenti a pi, con la sottotitolatida che cambia completamente le parole rispetto al dialogo originale.cerca su youtube "Hitler Nvidia" o "hitles mcdonald", ci vorrebbe uno giusto che facesse l'equvalente con PI :P
  • Mario scrive:
    provvedimenti inutili
    ti diranno sempre : " è fatto con materiali economici per abbassare i costi e contenere i prezzi" dimostra che invece è obsolescenza programmata se ci riesci.L'unica strada è una sana concorrenza che si gioca anche sulla durata nel tempo.
    • Leguleio scrive:
      Re: provvedimenti inutili

      ti diranno sempre : " è fatto con materiali
      economici per abbassare i costi e contenere i
      prezzi" dimostra che invece è obsolescenza
      programmata se ci
      riesci.Conoscendo il modo di progettazione si può. Certo non è facile procurarselo, è segreto industriale.Si può fare una dimostrazione sperimentale, e il risultato vale in tribunale: si mettono in funzione 10 modelli identici dell'elettrodomestico X, che si guastano tutti e 10, invariabilmente, dopo un determinato numero di volte.
      • Uno sveglio scrive:
        Re: provvedimenti inutili
        - Scritto da: Leguleio

        ti diranno sempre : " è fatto con materiali

        economici per abbassare i costi e contenere i

        prezzi" dimostra che invece è obsolescenza

        programmata se ci riesci.
        Conoscendo il modo di progettazione si può. Certo
        non è facile procurarselo, è segreto
        industriale.
        Si può fare una dimostrazione sperimentale, e il
        risultato vale in tribunale: si mettono in
        funzione 10 modelli identici
        dell'elettrodomestico X, che si guastano tutti e
        10, invariabilmente, dopo un determinato numero
        di volte.Oppure far pagare al produttore tutte le spese di smaltimento sia dell'oggetto che di tutti gli imballi.
        • Mario scrive:
          Re: provvedimenti inutili
          - Scritto da: Uno sveglio
          - Scritto da: Leguleio


          ti diranno sempre : " è fatto con
          materiali


          economici per abbassare i costi e
          contenere
          i


          prezzi" dimostra che invece è
          obsolescenza


          programmata se ci riesci.


          Conoscendo il modo di progettazione si può.
          Certo

          non è facile procurarselo, è segreto

          industriale.

          Si può fare una dimostrazione sperimentale,
          e
          il

          risultato vale in tribunale: si mettono in

          funzione 10 modelli identici

          dell'elettrodomestico X, che si guastano
          tutti
          e

          10, invariabilmente, dopo un determinato
          numero

          di volte.

          Oppure far pagare al produttore tutte le spese di
          smaltimento sia dell'oggetto che di tutti gli
          imballi.illuso, quei costi verranno sempre trasferiti al cliente
          • Passante scrive:
            Re: provvedimenti inutili
            - Scritto da: Mario
            - Scritto da: Uno sveglio

            - Scritto da: Leguleio

            Oppure far pagare al produttore tutte le

            spese di smaltimento sia dell'oggetto che

            di tutti gli imballi.
            illuso, quei costi verranno sempre trasferiti al
            clientePerfetto, qua ti volevo... E dimmi tu compreresti una lavatrice cinese che costa 10 volte di piu' di una robusta (per dire) tedesca ? Perche' e' quello l'effetto che vorrei ottenere: piu' una cosa si rompe e piu' costa.E' proprio a questo che servirebbe ! Ad aumentare il costo di quello che si rompe prima e rendere piu' conveniente costruire cose che durano di piu'.
          • Zucca Vuota scrive:
            Re: provvedimenti inutili
            - Scritto da: Mario

            Oppure far pagare al produttore tutte le spese
            di

            smaltimento sia dell'oggetto che di tutti gli

            imballi.
            illuso, quei costi verranno sempre trasferiti al
            clienteIn realtà per parecchi prodotti il produttore paga già i costi di smaltimento.
      • Mario scrive:
        Re: provvedimenti inutili
        - Scritto da: Leguleio

        ti diranno sempre : " è fatto con materiali

        economici per abbassare i costi e contenere i

        prezzi" dimostra che invece è obsolescenza

        programmata se ci

        riesci.

        Conoscendo il modo di progettazione si può. Certo
        non è facile procurarselo, è segreto
        industriale.
        Si può fare una dimostrazione sperimentale, e il
        risultato vale in tribunale: si mettono in
        funzione 10 modelli identici
        dell'elettrodomestico X, che si guastano tutti e
        10, invariabilmente, dopo un determinato numero
        di
        volte.puoi solo dimostrare che il prodotto è fatto con materiali scadenti (per abbassare i costi) cosa che non è un reato e nemmeno un difetto di fabbricazione.d'altronde tutti i prodotti cinesi sono così e non si lamenta nessuno.Dice il proverbio "chi più spende meno spende"L'unico modo per combattere questi comportamenti è aumentare i tempi della garanzia
        • Niubbo Svelato scrive:
          Re: provvedimenti inutili
          - Scritto da: Mario
          L'unico modo per combattere questi comportamenti
          è aumentare i tempi della
          garanziaForse non è "l'unico modo" ma è sicuramente quello più semplice e anche quello più facile da implementare con misure normative se si vogliono maggiori tutele per i consumatori.In aggiunta ci sono (ma di solito per prodotti destinati a utilizzi critici o particolari) le certificazioni di conformità agli standard o di qualità.Ad esempio certificazioni di sicurezza (ad esempio nel mondo IT Common Criteria) o di conformità a uno standard che possono essere imposte per l'uso in certi scenari (magari ritenuti critici), appalti o condizioni.Ma è in genere cosa di altra natura.
        • Leguleio scrive:
          Re: provvedimenti inutili



          ti diranno sempre : " è fatto con materiali


          economici per abbassare i costi e
          contenere
          i


          prezzi" dimostra che invece è obsolescenza


          programmata se ci


          riesci.

          Conoscendo il modo di progettazione si può.
          Certo

          non è facile procurarselo, è segreto

          industriale.

          Si può fare una dimostrazione sperimentale, e il

          risultato vale in tribunale: si mettono in

          funzione 10 modelli identici

          dell'elettrodomestico X, che si guastano tutti e

          10, invariabilmente, dopo un determinato numero

          di

          volte.
          puoi solo dimostrare che il prodotto è fatto con
          materiali scadenti (per abbassare i costi) cosa
          che non è un reato e nemmeno un difetto di
          fabbricazione.No: un elettrodomestico costruito con materiale scadente si rompe presto, ma a scadenze differenziate.Un prodotto con obsolescenza programmata si guasta, invariabilmente, dopo lo stesso numero di volte che è stato in funzione, oppure sempre allo stesso numero di ore lavorate (guarda caso poco dopo che è scaduta la garanzia). La prova valida in tribunale si può eseguire, basta avere il tempo e gli strumenti a disposizione.
          • Niubbo svelato scrive:
            Re: provvedimenti inutili
            certo certo..."invariabilmente"Insomma ti prendiamo alla lettera oppure no?
          • Leguleio scrive:
            Re: provvedimenti inutili

            certo certo...
            "invariabilmente"
            Insomma ti prendiamo alla lettera oppure no?No.L'importante è prendere alla lettera le prove sperimentali. Quelle non sono sottoposte al forum di PI, ma al <I
            peer review </I
            .
          • Supercazzol a Incombente scrive:
            Re: provvedimenti inutili
            - Scritto da: Leguleio

            certo certo...

            "invariabilmente"

            Insomma ti prendiamo alla lettera oppure no?

            No.
            L'importante è prendere alla lettera le prove
            sperimentali. Quelle non sono sottoposte al forum
            di PI, ma al <I
            peer review </I
            Il peer review di chi?Tu credi che il peer review si faccia per legge o in tribunale?(rotfl)(rotfl)I periti mica fanno "peer review"
          • Niubbo Svelato scrive:
            Re: provvedimenti inutili
            Le prove sperimentali e il peer review viene fatto o nei test di standard e qualità (certificazioni specifiche) o in scienza e i "peer" cioè i "pari" sono persone con competenze molto specifiche e speciali..
          • Aquilante scrive:
            Re: provvedimenti inutili
            - Scritto da: Leguleio
            stesso numero di ore lavorate (guarda caso poco
            dopo che è scaduta la garanzia).Infatti questo dice già da solo che il modo più semplice per implementare normative di tutela dei consumatori è allungare e aumentare la garanzia o introdurre anche garanzie a diversi livelli.In alcuni paesi dell'est europa e in svezia per alcuni prodotti (o meglio parti di prodotti per essere più precisi) decorso il normale periodo di garanzia entra in vigore quella sui difetti <b
            evidenti </b
            di fabbricazione che sopravvivono alla normale garanzia per un uso "normale" (ovvero un uso per cui il manuale non riporta <b
            esplicitamente </b
            controindicazioni specifiche) per periodi che arrivano fino a 10 anni.Esclusa appunto la "normale usura" (ove "normale" fa riferimento sempre a eventuali limitazioni esplicitate nel manuale).Certo non è applicabile a tutti i prodotti ma esistono classi di prodotti di questo tipo (ad esempio le macchine utensili in svezia) ricordo che quando un ingeniere svedese me lo spiegò rimasi con tanto di bocca aperta (e anche un pochino di invidia) per questa cosa.Gli svedesi (e non solo loro) non amano la "obsolescenza programmata" evidentemente e se proprio insisti la devi programmare "molto lontana" per certi prodotti... forse scoraggia da subito il produttore o il markettaro che si faccia venire la "brillante idea"No'
      • Niubbo Svelato scrive:
        Re: provvedimenti inutili
        - Scritto da: Leguleio
        Si può fare una dimostrazione sperimentale, e il
        risultato vale in tribunale: si mettono in
        funzione 10 modelli identici
        dell'elettrodomestico X, che si guastano tutti e
        10, invariabilmente, dopo un determinato numero
        di
        volte.Ma per favore!fare rompere un oggetto dopo un numero X di volte "invariabilmente" non è impossibile ma è enormemente costoso e richiederebbe controlli di qualità rigorosissimi.La obsoloscenza "programmata" si ottiene semplicemente (molto più semplicemente) in fase di progettazione e test dei prototipi attraverso lo studio di materiali e qualità dei medesimi che uno sportello o una molla si rompa dopo 1000 aperture/chiusure o dopo 10001 o 999 o anche 1002 è del tutto irrilevante e sicuramente molto meno costoso da ottenere che la rottura esattamente al 1000-esimo sforzo d'uso "normale".L'invarianza del comportamento di un manufatto (aka qualità costante) è una delle cose più costose da ottenere (e in questo caso inutile).È abbastanza semplice invece verificare il fatto entro certi limiti di tolleranza ma vanno stabiliti a priori dei valori di soglia (non di invarianza) sentiti degli esperti di progettazione di quella tipologia di prodotto industriale entro i quali si giudica eventualmente "doloso" il fatto che si va a misurare (sempre che esistano norme in materia).
        • Leguleio scrive:
          Re: provvedimenti inutili


          Si può fare una dimostrazione sperimentale,
          e
          il

          risultato vale in tribunale: si mettono in

          funzione 10 modelli identici

          dell'elettrodomestico X, che si guastano
          tutti
          e

          10, invariabilmente, dopo un determinato
          numero

          di

          volte.
          Ma per favore!

          fare rompere un oggetto dopo un numero X di volte
          "invariabilmente" non è impossibile ma è
          enormemente costoso e richiederebbe controlli di
          qualità
          rigorosissimi.Ti darei ragione se non ci fossero esempi scoperti, e sostanzialmente ammessi dagli stessi produttori:http://www.worldcrunch.com/tech-science/built-in-obsolescence-are-we-being-scammed-by-electronics-manufacturers-/iphone-smartphone-electronics-appliances/c4s9796/#.VCqv4ldfbn4
          La obsoloscenza "programmata" si ottiene
          semplicemente (molto più semplicemente) in fase
          di progettazione e test dei prototipi attraverso
          lo studio di materiali e qualità dei medesimi che
          uno sportello o una molla si rompa dopo 1000
          aperture/chiusure o dopo 10001 o 999 o anche 1002
          è del tutto irrilevante e sicuramente molto meno
          costoso da ottenere che la rottura esattamente al
          1000-esimo sforzo d'uso
          "normale".Non mi prendere così alla lettera. :)Non intendevo dire che in questa prova sperimentale gli apparecchi dello stesso modello messi in funzione nello stesso istante si guasteranno proprio alla stessa ora; oppure proprio dopo un numero di volte identico.Si faccia la prova su un numero consistente di apparecchi, se il numero di ore dopo il guasto ammonta a (per dire) 2000 ore ± 10 ore, il sospetto che sia stato pensato per quella precisa durata è fondato, perché la variazione statistica è troppo bassa.Anche la circostanza che il guasto è sempre ed inequivocabilmente dello stesso tipo è una prova.
          • ... scrive:
            Re: provvedimenti inutili
            - Scritto da: Leguleio


            Si può fare una dimostrazione
            sperimentale,

            e

            il


            risultato vale in tribunale: si mettono
            in


            funzione 10 modelli identici


            dell'elettrodomestico X, che si guastano

            tutti

            e


            10, invariabilmente, dopo un determinato

            numero


            di


            volte.

            Ma per favore!



            fare rompere un oggetto dopo un numero X di
            volte

            "invariabilmente" non è impossibile ma è

            enormemente costoso e richiederebbe
            controlli
            di

            qualità

            rigorosissimi.

            Ti darei ragione se non ci fossero esempi
            scoperti, e sostanzialmente ammessi dagli stessi
            produttori:

            http://www.worldcrunch.com/tech-science/built-in-o



            La obsoloscenza "programmata" si ottiene

            semplicemente (molto più semplicemente) in
            fase

            di progettazione e test dei prototipi
            attraverso

            lo studio di materiali e qualità dei
            medesimi
            che

            uno sportello o una molla si rompa dopo 1000

            aperture/chiusure o dopo 10001 o 999 o anche
            1002

            è del tutto irrilevante e sicuramente molto
            meno

            costoso da ottenere che la rottura
            esattamente
            al

            1000-esimo sforzo d'uso

            "normale".

            Non mi prendere così alla lettera. :)e' l'unico modo con te: tu sei l'uomo del "bianco o nero" del "giusto o sbagliato". L'unica cosa certa e' che io preferirei prenderti a calci nel XXXX.("internet in [c|k]orea del nord proprio non esiste", non dimentichiamocelo mai!)
          • Niubbo Svelato scrive:
            Re: provvedimenti inutili
            10 ore più tardi o 10 prima fa una bella differenza!Vedi il punto è proprio chre in termini "generici" come tu ti ostini a fare è possibile dire tutto e il contrario di tutto!10 ore può essere tanto o può essere un tempo insignificante dipende specificamente da quale componente di quale prodotto e con quale scopo.Ci sono pezzi che non arriveranno mai a "10 ore" il lorociclo di vita magari è di un ora di funzionamento effettivo.Ma mi pare evidente che sto parlando con qualcuno che non ha mai visto una lavorazione industriale in vita sua e non ha idea di cosa sia realmente la "obsolescenza programmata".
          • Leguleio scrive:
            Re: provvedimenti inutili

            10 ore più tardi o 10 prima fa una bella
            differenza!
            Vedi il punto è proprio chre in termini
            "generici" come tu ti ostini a fare è possibile
            dire tutto e il contrario di
            tutto!
            10 ore può essere tanto o può essere un tempo
            insignificante dipende specificamente da quale
            componente di quale prodotto e con quale
            scopo.
            Ci sono pezzi che non arriveranno mai a "10 ore"
            il lorociclo di vita magari è di un ora di
            funzionamento
            effettivo.
            Ma mi pare evidente che sto parlando con qualcuno
            che non ha mai visto una lavorazione industriale
            in vita sua e non ha idea di cosa sia realmente
            la "obsolescenza
            programmata".Pazienza. I legislatori francesi vanno avanti: http://www.assemblee-nationale.fr/14/amendements/2188/CSENER/1840.asp
          • Niubbo Svelato scrive:
            Re: provvedimenti inutili
            - Scritto da: Leguleio
            Pazienza. I legislatori francesi vanno avanti:

            http://www.assemblee-nationale.fr/14/amendements/2Possono andare dove vogliono ma se vogliono "andare avanti" non penso che verranno a sentire i tuoi ridicoli esempi con le "10 ore prima o dopo" e tantomeno i tuoi "invariabilmente" qui su PI.Scommettiamo?
          • Leguleio scrive:
            Re: provvedimenti inutili


            Pazienza. I legislatori francesi vanno
            avanti:





            http://www.assemblee-nationale.fr/14/amendements/2

            Possono andare dove vogliono ma se vogliono
            "andare avanti" non penso che verranno a sentire
            i tuoi ridicoli esempi con le "10 ore prima o
            dopo" e tantomeno i tuoi "invariabilmente" qui
            su
            PI.
            Scommettiamo?Scommettiamo pure.Altro metodo non c'è.
          • Marco Mancato Leguleio scrive:
            Re: provvedimenti inutili
            Il metodo ci sarebbe anche.E è non parlare a vanvera di cose che ignori...Ma questo come abbiamo appurato nel tuo caso è del tutto inapplicabile.
          • Pirateria e Pasta scrive:
            Re: provvedimenti inutili
            - Scritto da: Leguleio
            Pazienza. I legislatori francesi vanno avanti:

            http://www.assemblee-nationale.fr/14/amendements/2Si come con <b
            HADOPI </b
            (rotfl)(rotfl)Fanno il passo del gambero...
          • panda rossa scrive:
            Re: provvedimenti inutili
            - Scritto da: Niubbo Svelato
            Ma mi pare evidente che sto parlando con qualcuno
            che non ha mai visto una lavorazione industriale
            in vita sua e non ha idea di cosa sia realmente
            la "obsolescenza
            programmata".Stai parlando con leguleio. Non ha mai visto nulla in vita sua, non solo le lavorazioni industriali.Ma pontifica come se i massimi esperti in materia avessero imparato da lui.
          • ... scrive:
            Re: provvedimenti inutili
            - Scritto da: Leguleio
            Si faccia la prova su un numero consistente di
            apparecchi, se il numero di ore dopo il guasto
            ammonta a (per dire) 2000 ore ± 10 ore, il
            sospetto che sia stato pensato per quella precisa
            durata è fondato, perché la variazione statistica
            è troppo bassa.Le anomalie statistiche e le coincidenze esistono e il produttore può sempre appellarsi a quelle.D'altronde, un sospetto + qualche coincidenza non fanno una prova.
      • ... scrive:
        Re: provvedimenti inutili
        - Scritto da: Leguleio
        Si può fare una dimostrazione sperimentale, e il
        risultato vale in tribunale: si mettono in
        funzione 10 modelli identici
        dell'elettrodomestico X, che si guastano tutti e
        10, invariabilmente, dopo un determinato numero
        di volte.Il numero di volte (o di tempo) non sarà mai esattamente lo stesso, non sono mica scemi! Verrebbero sgamati subito così.E' probabile invece che varii entro un certo range, e magari ci piazzano pure ogni tanto quell'elettrodomestico Y che dura più del solito in modo da rompere gli schemi.
  • Stefano Lavori scrive:
    Obsolescenza Programmata (Documentario)
    Questo documentario:http://www.youtube.com/watch?v=kjI8ETxThDwE' illuminante per chi ancora non ha idea in che mondo viva...
  • G,G scrive:
    Ventole laptop
    Per quelle dimostrare la mala fede sarebbe facilissimo.Si sa che si riempiono di polvere, si sa che ciò avviene con l'utilizzo e che una volta intasate la temperatura della cpu va alle stelle.Si sa che a questo punto il sistema reagira rallentando la cpu per evitare la fusione. In pratica il sistema rallenta con il tempo. MA non è possibile pulire semplicemente la ventola, non c'è uno sportellino come quello per sostituire hd o ram. Bisogna smontare tutto! E spesso smontare non basta, spesso l'interno della ventola dove si creano colonie di "gattini" è anche bloccato da parti adesive che una volta rimosse non si possono più rimontare.Gli stati dovrebbero sanzionare queste cose, hanno ragione i verdi!
    • ... scrive:
      Re: Ventole laptop
      - Scritto da: G,G
      Per quelle dimostrare la mala fede sarebbe
      facilissimo.

      Si sa che si riempiono di polvere, si sa che ciò
      avviene con l'utilizzo e che una volta intasate
      la temperatura della cpu va alle
      stelle.
      Si sa che a questo punto il sistema reagira
      rallentando la cpu per evitare la fusione.

      In pratica il sistema rallenta con il tempo.
      MA non è possibile pulire semplicemente la
      ventola, non c'è uno sportellino come quello per
      sostituire hd o ram. Bisogna smontare tutto! E
      spesso smontare non basta, spesso l'interno della
      ventola dove si creano colonie di "gattini" è
      anche bloccato da parti adesive che una volta
      rimosse non si possono più
      rimontare.

      Gli stati dovrebbero sanzionare queste cose,
      hanno ragione i
      verdi!Cpu arm fanless e intuXXXX agli x86.
      • G,G scrive:
        Re: Ventole laptop
        Dipende da cosa ci devi fare col laptop, in generale concordo, ma ci sono cose per cui quell'architettura non da abbastanza dal punto di vista prestazionale.
  • sisko212 scrive:
    Sono d'accordo....
    Sopratutto in ambito software.... dover passare da windows 2003 a 2008 e ora a 2012, quando non c'è reale necessità, ma solo per avere le patch di sicurezza, è una rottura di B. mostruosa, perchè poi a cascate devi aggiornare applicativi e altro, e c'è sempre qualche cosa che non va mai al primo colpo !!!
    • redlord59@yahoo.it scrive:
      Re: Sono d'accordo....
      Una bella major release all'anno e per noi consulenti e' una manna!Tutti i XXXXXX e le difficolta' che ci sono con gli aggiornamenti portano solo del gran lavoro!......ed e' giusto quello che ci vuole in questo momento.Poi uno e' libero di continuare ad usare il vecchio software che tanto non smette di funzionare!E se mancano le patch non e' un problema: sai quanti bachi ci sono nei software di cui non si conosce nulla... anche con le patch.
    • Fun Time scrive:
      Re: Sono d'accordo....
      - Scritto da: sisko212
      Sopratutto in ambito software.... dover passare
      da windows 2003 a 2008 e ora a 2012, quando non
      c'è reale necessità, ma solo per avere le patch
      di sicurezza, è una rottura di B. mostruosa,
      perchè poi a cascate devi aggiornare applicativi
      e altro, e c'è sempre qualche cosa che non va mai
      al primo colpo
      !!!Nell' articolo si parla di prodotto che viene "distrutto" di proposito dal produttore. Il prodotto cambia il suo stato per via del produttore.Quello che dici tu e diverso. E mancanza di supporto oltre un certo periodo. Il prodotto non viene distrutto. Non cambia di stato. Rimane esattamente come l' hai comprato.
    • Mario scrive:
      Re: Sono d'accordo....
      - Scritto da: sisko212
      Sopratutto in ambito software.... dover passare
      da windows 2003 a 2008 e ora a 2012, quando non
      c'è reale necessità, ma solo per avere le patch
      di sicurezza, è una rottura di B. mostruosa,
      perchè poi a cascate devi aggiornare applicativi
      e altro, e c'è sempre qualche cosa che non va mai
      al primo colpo
      !!!quella è una cosa normale legata al naturale evolvere delle tecnologie, soprattutto dove l'evoluzione tecnologica è rapida, succede di più con i computer e i SW e meno con i tergicristalli per esempio, e non si può pretendere che un'azienda continui a far manutenzione a un prodotto obsoleto, dopo un certo numero di anni lo si abbandona anche perché smette di produrre utili.
  • Leguleio scrive:
    Diversi tipi di obsolescenze
    L'obsolescenza programmata di cui si parla qui è legata a guasti che avvengono all'apparecchio dopo tot utilizzi, al punto che non conviene ripararlo ma comprarne uno nuovo. E qualsiasi marca si compri i produttori sono contenti, visto che probabilmente, nella categoria degli elettrodomestici di largo consumo, questa pratica la adottano tutti.Esiste un'obsolescenza programmata più sottile, che riguarda ad esempio automobili e motociclette, e consiste nel ritirare un modello dal commercio e non produrre più i pezzi di ricambio. Anche se ora, grazie a internet, i database di pezzi di ricambio di auto non più in produzione sono molto più facili da confrontare, più un pezzo di ricambio diventa raro e più costa. E, di nuovo, a volte conviene acquistare un'auto nuova piuttosto che il pezzo di ricambio. :La Francia, par di capire, non pensa a questo secondo tipo di obsolescenza. C'è poi il caso di sistemi operativi che non vengono più aggiornati, ma quelli, perlomeno, anche se superati funzionano su macchine superate: sono rischiosi se connessi a internet per via degli attacchi di hacker, sconnessi dalla Rete vanno benone.
    • dubbiolo scrive:
      Re: Diversi tipi di obsolescenze
      "probabilmente"ma perchè scrivi?
    • ... scrive:
      Re: Diversi tipi di obsolescenze
      - Scritto da: Leguleio
      L'obsolescenza programmata di cui si parla qui...Non capisco, ci stai spiegando l'articolo ???Guarda chi aveva voglia l'ha letto, chi non lo voleva leggere non leggera' neanche il tuo.
      • Leguleio scrive:
        Re: Diversi tipi di obsolescenze


        L'obsolescenza programmata di cui si parla
        qui...

        Non capisco, ci stai spiegando l'articolo ???
        Guarda chi aveva voglia l'ha letto, chi non lo
        voleva leggere non leggera' neanche il
        tuo.Tu intanto l'hai letto. 8)E di gente che commenta senza leggere l'articolo ce n'è.
        • ... scrive:
          Re: Diversi tipi di obsolescenze
          - Scritto da: Leguleio


          L'obsolescenza programmata di cui

          si parla qui...

          Non capisco, ci stai spiegando l'articolo ???

          Guarda chi aveva voglia l'ha letto, chi

          non lo voleva leggere non leggera' neanche il

          tuo.
          Tu intanto l'hai letto. 8)Ma neanche per sogno.
          E di gente che commenta senza leggere
          l'articolo ce n'è.A cui non interessa neanche il tuo riassunto (di cui ho letto solo qualche riga).
          • Leguleio scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze



            Guarda chi aveva voglia l'ha letto, chi


            non lo voleva leggere non leggera'
            neanche
            il


            tuo.


            Tu intanto l'hai letto. 8)

            Ma neanche per sogno.Eeheheeheheeh! :D :D :D

            E di gente che commenta senza leggere

            l'articolo ce n'è.

            A cui non interessa neanche il tuo riassunto (di
            cui ho letto solo qualche
            riga).Parla per te.
          • Un altro scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze
            - Scritto da: Leguleio
            Parla per te.Parla anche per me e per molto altri...Dai che poi si fa la sfida a risponderti, le prendi da tutti e ti metti a piangere.
          • Un altro scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze
            - Scritto da: Leguleio



            Guarda chi aveva voglia l'ha
            letto, chi




            non lo voleva leggere non leggera'

            neanche

            il



            tuo.




            Tu intanto l'hai letto. 8)



            Ma neanche per sogno.


            Eeheheeheheeh! :D :D :D



            E di gente che commenta senza leggere


            l'articolo ce n'è.



            A cui non interessa neanche il tuo riassunto
            (di

            cui ho letto solo qualche

            riga).

            Parla per te.
    • panda rossa scrive:
      Re: Diversi tipi di obsolescenze
      - Scritto da: Leguleio
      L'obsolescenza programmata di cui si parla qui è
      legata a guasti che avvengono all'apparecchio
      dopo tot utilizzi, L'obsolescenza programmata di cui si parla qui e' quando questi guasti sono INDOTTI APPOSITAMENTE dopo tot utilizzi.Un conto e' la normale usura, che puo' essere controllata dall'utente con un piu' accurato utilizzo e una manutenzione.Un conto e' un contatore interno che alla duecentomillesima volta che apri lo sportellino, tak, salta la molla, sistematicamente, obbligandoti a sostituire l'intero apparecchio per colpa di una molla da 2 centesimi.
      al punto che non conviene
      ripararlo ma comprarne uno nuovo. Riparare conviene sempre.Solo che loro sanno come renderlo meno conveniente inquinando il mercato dei pezzi di ricambio.
      E qualsiasi
      marca si compri i produttori sono contenti, visto
      che probabilmente, nella categoria degli
      elettrodomestici di largo consumo, questa pratica
      la adottano
      tutti.Per questo motivo e' buona norma comprare SEMPRE il prodotto cinese non pubblicizzato, al minor prezzo.Tanto ha la stessa durata degli altri, ma costa la meta'.
      Esiste un'obsolescenza programmata più sottile,
      che riguarda ad esempio automobili e
      motociclette, e consiste nel ritirare un modello
      dal commercio e non produrre più i pezzi di
      ricambio. Anche se ora, grazie a internet, i
      database di pezzi di ricambio di auto non più in
      produzione sono molto più facili da confrontare,
      più un pezzo di ricambio diventa raro e più
      costa. Esiste una cosa che si chiama tornio, legu'.Puoi crearti il pezzo da te.E tra poco con le stampanti 3D questa manfrina avra' termine per sempre.
      E, di nuovo, a volte conviene acquistare
      un'auto nuova piuttosto che il pezzo di ricambio.
      :Solo tu sei convinto di questa cosa.
      La Francia, par di capire, non pensa a questo
      secondo tipo di obsolescenza.Noi non siamo la Francia, quindi qualunque cosa voglia coprire, non ce ne frega niente.Noi approfittiamo di questo articolo per denunciare il vergognoso malcostume delle obsolescenze programmate, a prescindere da quello che fara' il paese del fallimento dell'hadopi.
      C'è poi il caso di sistemi operativi che non
      vengono più aggiornati, ma quelli, perlomeno,
      anche se superati funzionano su macchine
      superate: sono rischiosi se connessi a internet
      per via degli attacchi di hacker, sconnessi dalla
      Rete vanno
      benone.La soluzione di questo problema si chiama linux.
      • Leguleio scrive:
        Re: Diversi tipi di obsolescenze


        L'obsolescenza programmata di cui si parla
        qui
        è

        legata a guasti che avvengono all'apparecchio

        dopo tot utilizzi,

        L'obsolescenza programmata di cui si parla qui e'
        quando questi guasti sono INDOTTI APPOSITAMENTE
        dopo tot
        utilizzi.

        Un conto e' la normale usura, che puo' essere
        controllata dall'utente con un piu' accurato
        utilizzo e una
        manutenzione.
        Un conto e' un contatore interno che alla
        duecentomillesima volta che apri lo sportellino,
        tak, salta la molla, sistematicamente,
        obbligandoti a sostituire l'intero apparecchio
        per colpa di una molla da 2
        centesimi.Be', sì, mi pareva sottinteso.Secondo la fisica un pezzo meccanico non si guasta dopo esattamente tot utilizzi se non è costruito proprio per questo. Si guasterà anche, ma ognuno secondo i suoi tempi e l'utilizzo fatto.

        al punto che non conviene

        ripararlo ma comprarne uno nuovo.

        Riparare conviene sempre.Ma no, la manodopera è cara in rapporto al singolo elettrodomestico.Capirei se uno è in grado di farlo da sé, ma non sempre è cosa facile.

        Esiste un'obsolescenza programmata più
        sottile,

        che riguarda ad esempio automobili e

        motociclette, e consiste nel ritirare un
        modello

        dal commercio e non produrre più i pezzi di

        ricambio. Anche se ora, grazie a internet, i

        database di pezzi di ricambio di auto non
        più
        in

        produzione sono molto più facili da
        confrontare,

        più un pezzo di ricambio diventa raro e più

        costa.

        Esiste una cosa che si chiama tornio, legu'.
        Puoi crearti il pezzo da te.
        E tra poco con le stampanti 3D questa manfrina
        avra' termine per
        sempre.Vediamo.Alcuni pezzi non si possono creare da sé col tornio, e credo nemmeno con la stampante tridimensionale.

        E, di nuovo, a volte conviene acquistare

        un'auto nuova piuttosto che il pezzo di
        ricambio.

        :

        Solo tu sei convinto di questa cosa.Ma no. Matematica elementare. Se per una riparazione sono necessari tre pezzi, poniamo, e la somma di questi tre pezzi supera quello di un'auto usata di pari anni ma funzionante, si porta l'auto dallo sfasciacarrozze.
        • panda rossa scrive:
          Re: Diversi tipi di obsolescenze
          - Scritto da: Leguleio


          al punto che non conviene


          ripararlo ma comprarne uno nuovo.



          Riparare conviene sempre.


          Ma no, la manodopera è cara in rapporto al
          singolo
          elettrodomestico.Ho scritto "riparare" non "far riparare".La manodopera costa zero quando fai le cose da te.
          Capirei se uno è in grado di farlo da sé, ma non
          sempre è cosa facile.Non ci sono cose facili o cose difficili.Ci sono cose che si sanno e cose che non si sanno.

          Esiste una cosa che si chiama tornio, legu'.

          Puoi crearti il pezzo da te.

          E tra poco con le stampanti 3D questa
          manfrina

          avra' termine per

          sempre.

          Vediamo.
          Alcuni pezzi non si possono creare da sé col
          tornio, e credo nemmeno con la stampante
          tridimensionale.Per esempio quali pezzi?


          E, di nuovo, a volte conviene acquistare


          un'auto nuova piuttosto che il pezzo di

          ricambio.


          :



          Solo tu sei convinto di questa cosa.

          Ma no. Matematica elementare.
          Se per una riparazione sono necessari tre pezzi,
          poniamo, e la somma di questi tre pezzi supera
          quello di un'auto usata di pari anni ma
          funzionante, si porta l'auto dallo
          sfasciacarrozze.No. Si va dallo sfasciacarrozze a recuperare quei tre pezzi da auto precedentemente demolite.Se un bullone costa come un'auto intera o ti stanno fregando sul bullone o ti stanno fregando sull'auto intera.
          • ... scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze
            - Scritto da: panda rossa

            Ma no. Matematica elementare.

            Se per una riparazione sono necessari

            tre pezzi, poniamo, e la somma di questi

            tre pezzi supera quello di un'auto usata

            di pari anni ma funzionante, si porta

            l'auto dallo sfasciacarrozze.
            No. Si va dallo sfasciacarrozze a recuperare
            quei tre pezzi da auto precedentemente
            demolite.
            Se un bullone costa come un'auto intera o ti
            stanno fregando sul bullone o ti stanno
            fregando sull'auto intera.Non solo, ma nota come lui dia per scontato di essere trattato così ! Questo sta completamente fuori dalla realtà !
          • nodoso scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze
            ma tu sei vero o sei un esperimento di risponditore vocale ?le ca@@ate che dici non possono essere figlie di un essere umano !!
          • Leguleio scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze




            al punto che non conviene



            ripararlo ma comprarne uno nuovo.





            Riparare conviene sempre.





            Ma no, la manodopera è cara in rapporto al

            singolo

            elettrodomestico.

            Ho scritto "riparare" non "far riparare".
            La manodopera costa zero quando fai le cose da te.Costa tempo e spesso parecchie imprecazioni, in compenso.Ma contento tu...

            Capirei se uno è in grado di farlo da sé, ma
            non

            sempre è cosa facile.

            Non ci sono cose facili o cose difficili.
            Ci sono cose che si sanno e cose che non si sanno.Ma sentilo...


            Esiste una cosa che si chiama tornio,
            legu'.


            Puoi crearti il pezzo da te.


            E tra poco con le stampanti 3D questa

            manfrina


            avra' termine per


            sempre.



            Vediamo.

            Alcuni pezzi non si possono creare da sé col

            tornio, e credo nemmeno con la stampante

            tridimensionale.

            Per esempio quali pezzi?Questo: http://tinyurl.com/nsyyjmsE in generale i pezzi di ricambio di alta precisione: la centralina dell'iniezione elettronica, la centralina ABS.Esistono poi limiti dovuti alle dimensioni, non credo sia agevole riprodurre un parabrezza o un blocco paraurti lunghi quasi due metri nel garage di casa. Sono relativamente semplici, ma a patto di avere una vera officina a disposizione.


            Solo tu sei convinto di questa cosa.



            Ma no. Matematica elementare.

            Se per una riparazione sono necessari tre
            pezzi,

            poniamo, e la somma di questi tre pezzi
            supera

            quello di un'auto usata di pari anni ma

            funzionante, si porta l'auto dallo

            sfasciacarrozze.

            No. Si va dallo sfasciacarrozze a recuperare quei
            tre pezzi da auto precedentemente
            demolite.Non ci sono più. Già rivenduti (e presumibilmente a caro prezzo).O lo acquisti nel mercato dell'usato al prezzo che il mercato dell'usato te lo offre, o ci metti una pietra sopra.Sì, c'è anche la possibilità di rubare un'auto dello stesso modello e sottrarre quel pezzo, in quel caso sarebbe gratis: ma non sono cose da consigliare qui.
            Se un bullone costa come un'auto intera o ti
            stanno fregando sul bullone o ti stanno fregando
            sull'auto
            intera.Macché bullone. Ci sono pezzi di alta tecnologia che prodotti in serie hanno un costo, prodotti in pezzo unico, oltre a difficoltà intrinseche evidenti, costano diversi ordini di grandezza in più.
          • Passante capace scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze
            - Scritto da: Leguleio
            Costa tempo e spesso parecchie imprecazioni, in
            compenso.Solo se sei incapace.

            No. Si va dallo sfasciacarrozze a

            recuperare quei tre pezzi da auto

            precedentemente demolite.
            Non ci sono più. Già rivenduti (e presumibilmente
            a caro prezzo).
            O lo acquisti nel mercato dell'usato al prezzo
            che il mercato dell'usato te lo offre, o ci metti
            una pietra sopra.Senti.... Esci da quella cella imbottita e prova a guardanti intorno, vedrai che non e' come dici.Ah, ma forse non ti fanno uscire.
          • Un altro scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze
            - Scritto da: Leguleio

            Se un bullone costa come un'auto intera o ti

            stanno fregando sul bullone o ti stanno

            fregando sull'auto intera.
            Macché bullone. Ci sono pezzi di alta tecnologia
            che prodotti in serie hanno un costo, prodotti in
            pezzo unico, oltre a difficoltà intrinseche
            evidenti, costano diversi ordini di grandezza in
            più.Guarda che far cancellare i post non fa si che tu abbia ragione eh, continui ad essere in torto marcio.
          • Leguleio scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze
            Qui c'è posto per la discussione e per il confronto.Insulti, intemperanze verbali e provocazioni rimangono fuori dalla porta.E non solo qui.
          • Passante scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze
            - Scritto da: Leguleio
            Qui c'è posto per la discussione e per il
            confronto.
            Insulti, intemperanze verbali e provocazioni
            rimangono fuori dalla porta.
            E non solo qui.Ottimo, allora ti e' perfettamente chiaro che una serie di persone che vanno abitualmente dallo sfascia a cercare pezzi hanno detto che le tue opinioni sono completamente fuori dal mercato ?Oppure farai cancellare anche questo post che non mi sembra contenga insulti ?
          • Leguleio scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze
            - Scritto da: Passante
            - Scritto da: Leguleio

            Qui c'è posto per la discussione e per il

            confronto.

            Insulti, intemperanze verbali e provocazioni

            rimangono fuori dalla porta.

            E non solo qui.

            Ottimo, allora ti e' perfettamente chiaro che una
            serie di persone che vanno abitualmente dallo
            sfascia a cercare pezzi hanno detto che le tue
            opinioni sono completamente fuori dal mercato
            ?Quali persone?E quali pezzi di ricambio trovano?
          • Un altro scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: Passante

            - Scritto da: Leguleio


            Qui c'è posto per la discussione e per
            il


            confronto.


            Insulti, intemperanze verbali e
            provocazioni


            rimangono fuori dalla porta.


            E non solo qui.



            Ottimo, allora ti e' perfettamente chiaro
            che
            una

            serie di persone che vanno abitualmente dallo

            sfascia a cercare pezzi hanno detto che le
            tue

            opinioni sono completamente fuori dal mercato

            ?

            Quali persone?
            E quali pezzi di ricambio trovano?io ho sempre trovato tutto quello che mi serviva e si trovano anche le centraline.
          • Leguleio scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze



            Ottimo, allora ti e' perfettamente
            chiaro

            che

            una


            serie di persone che vanno abitualmente
            dallo


            sfascia a cercare pezzi hanno detto che
            le

            tue


            opinioni sono completamente fuori dal
            mercato


            ?

            Quali persone?

            E quali pezzi di ricambio trovano?

            io ho sempre trovato tutto quello che mi serviva
            e si trovano anche le
            centraline.Farai fallire il mercato dei pezzi di ricambio usati, allora.Una volta che la gente lo sa, e va per sfasciacarrozze...
          • Uno sveglio scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze
            - Scritto da: Leguleio


            Quali persone?


            E quali pezzi di ricambio trovano?

            io ho sempre trovato tutto quello che
            mi serviva e si trovano anche le

            centraline.
            Farai fallire il mercato dei pezzi di
            ricambio usati, allora.
            Una volta che la gente lo sa, e va per
            sfasciacarrozze...Guarda che eri solo tu a non saperlo...
          • ... scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: Passante

            - Scritto da: Leguleio


            Qui c'è posto per la discussione e per
            il


            confronto.


            Insulti, intemperanze verbali e
            provocazioni


            rimangono fuori dalla porta.


            E non solo qui.



            Ottimo, allora ti e' perfettamente chiaro
            che
            una

            serie di persone che vanno abitualmente dallo

            sfascia a cercare pezzi hanno detto che le
            tue

            opinioni sono completamente fuori dal mercato

            ?

            Quali persone?Quelle normali.
          • panda rossa scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze
            - Scritto da: Leguleio
            Qui c'è posto per la discussione e per il
            confronto.Il che contraddice la richiesta di censura di cui fai uso abnorme.
            Insulti, intemperanze verbali e provocazioni
            rimangono fuori dalla porta.Lascia giudicare a chi legge se sono insulti o semplice sXXXXXXXmento di chi ostenta ignoranza in campi di cui non ha competenza alcuna.
            E non solo qui.Noi siamo qui.Altrove non ci interessa.
          • corpuscolo molesto scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze
            - Scritto da: Leguleio
            Macché bullone. Ci sono pezzi di alta tecnologia
            che prodotti in serie hanno un costo, prodotti in
            pezzo unico, oltre a difficoltà intrinseche
            evidenti, costano diversi ordini di grandezza in
            più.A maggior ragione una volta ammortizzato il costo di impianto il costo si riduce (in quel caso) e quindi parlare di "obsolescenza" non ha senso in quel caso il termine corretto è "marketing di prodotto" la obsolescenza è un altra cosa e non è per nulla "sottile".
          • Leguleio scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze


            Macché bullone. Ci sono pezzi di alta
            tecnologia

            che prodotti in serie hanno un costo,
            prodotti
            in

            pezzo unico, oltre a difficoltà intrinseche

            evidenti, costano diversi ordini di
            grandezza
            in

            più.
            A maggior ragione una volta ammortizzato il costo
            di impianto il costo si riduce (in quel caso) e
            quindi parlare di "obsolescenza" non ha senso in
            quel caso il termine corretto è "marketing di
            prodotto" la obsolescenza è un altra cosa e non è
            per nulla
            "sottile".Con l'utente Panda Rossa si parlava d'altro.E cioè della circostanza che, data un'automobile non più in produzione, i pezzi di ricambio necessari per le riparazioni diventano rari, e quindi più cari, di anno in anno. E che alcuni si possono anche fare in casa, certo, ma non tutti. E non si può imporre a una casa automobilistica di continuare a produrre parti ad alto contenuto tecnologico perché con la stampante tridimensionale non vengono bene.
          • Meccanico scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze
            - Scritto da: Leguleio


            Macché bullone. Ci sono pezzi di alta

            tecnologia


            che prodotti in serie hanno un costo,

            prodotti

            in


            pezzo unico, oltre a difficoltà
            intrinseche


            evidenti, costano diversi ordini di

            grandezza

            in


            più.


            A maggior ragione una volta ammortizzato il
            costo

            di impianto il costo si riduce (in quel
            caso)
            e

            quindi parlare di "obsolescenza" non ha
            senso
            in

            quel caso il termine corretto è "marketing di

            prodotto" la obsolescenza è un altra cosa e
            non
            è

            per nulla

            "sottile".

            Con l'utente Panda Rossa si parlava d'altro.
            E cioè della circostanza che, data un'automobile
            non più in produzione, i pezzi di ricambio
            necessari per le riparazioni diventano rari, e
            quindi più cari, di anno in anno.

            E che alcuni si possono anche fare in casa,
            certo, ma non tutti. E non si può imporre a una
            casa automobilistica di continuare a produrre
            parti ad alto contenuto tecnologico perché con la
            stampante tridimensionale non vengono
            bene.Ne adatti un altro...Mai aperto un cofano tu eh ?
          • Leguleio scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze


            E che alcuni si possono anche fare in casa,

            certo, ma non tutti. E non si può imporre a
            una

            casa automobilistica di continuare a produrre

            parti ad alto contenuto tecnologico perché
            con
            la

            stampante tridimensionale non vengono

            bene.
            Ne adatti un altro...
            Mai aperto un cofano tu eh ?Non sempre si possono adattare, le auto non sono fatte solo di bulloni e bielle. Prova ad adattare il parabrezza di una misura sbagliata.
          • Aquilante scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze
            - Scritto da: Leguleio
            Prova ad adattare il parabrezza di una misura
            sbagliata.Se vuoi ti do l'url di una azienda che li realizza anche su misura e anche per auto d'epoca.(rotfl)(rotfl)
          • Meccanico scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze
            - Scritto da: Aquilante
            - Scritto da: Leguleio

            Prova ad adattare il parabrezza di una

            misura sbagliata.
            Se vuoi ti do l'url di una azienda che li
            realizza anche su misura e anche per auto
            d'epoca.
            (rotfl)(rotfl)Non ci arriva, non ce la fa...
          • Leguleio scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze

            Se vuoi ti do l'url di una azienda che li
            realizza anche su misura e anche per auto
            d'epoca.
            (rotfl)(rotfl)Va bene, dammelo pure. 8)
          • panda rossa scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze
            - Scritto da: Leguleio

            Se vuoi ti do l'url di una azienda che li

            realizza anche su misura e anche per auto

            d'epoca.

            (rotfl)(rotfl)

            Va bene, dammelo pure. 8)http://www.westcoastcustoms.com/showroom
          • Pietro scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze
            - Scritto da: panda rossa...
            Ho scritto "riparare" non "far riparare".
            La manodopera costa zero quando fai le cose da te...certo che hai una ben scarsa considerazione del tuo valore e del valore del tuo tempo (libero) se tu sei il primo figuriamoci gli altri..
          • cicciobello scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze
            Tu misuri tutto in funzione dei soldi? Cos'è, la regola 13? <i
            Qualunque cosa valga la pena di essere fatta, vale la pena di farla per soldi. </i
          • Pietro scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze
            - Scritto da: cicciobello
            Tu misuri tutto in funzione dei soldi?

            Cos'è, la regola 13?

            <i
            Qualunque cosa valga la pena di essere
            fatta, vale la pena di farla per soldi.
            </i

            è uno scambio, il tuo tempo libero lo utilizzi per riparare un oggetto invece di comperarlo nuovo?Se lo comperavi spendevi un tot, se lo ripari il tuo tempo equivale a quel tot ( meno perché non hai un oggetto nuovo ma uno vecchio rabberciato)Questione di scelte, il tempo libero a nostra disposizione è molto poco, quindi vale molto, poi uno lo usa come crede
          • Bestia scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze
            - Scritto da: Pietro
            - Scritto da: cicciobello

            Tu misuri tutto in funzione dei soldi?



            Cos'è, la regola 13?



            <i
            Qualunque cosa valga la pena di
            essere

            fatta, vale la pena di farla per soldi.

            </i



            è uno scambio, il tuo tempo libero lo utilizzi
            per riparare un oggetto invece di comperarlo
            nuovo?
            Se lo comperavi spendevi un tot, se lo ripari il
            tuo tempo equivale a quel tot ( meno perché non
            hai un oggetto nuovo ma uno vecchio
            rabberciato)
            Questione di scelte, il tempo libero a nostra
            disposizione è molto poco, quindi vale molto, poi
            uno lo usa come
            credeAnche il materiale disponibile sul pianeta e' limitato e se non ripariamo quello che abbiamo ci tocchera' mandare altri bimbi a togliere i metalli pesanti dai circuiti.Chi butta via qualcosa sta buttando via il pianeta sotto i tuoi piedi, impedisciglelo.
          • Pietro scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze
            - Scritto da: Bestia
            - Scritto da: Pietro

            - Scritto da: cicciobello


            Tu misuri tutto in funzione dei soldi?





            Cos'è, la regola 13?





            <i
            Qualunque cosa valga la pena
            di

            essere


            fatta, vale la pena di farla per soldi.


            </i





            è uno scambio, il tuo tempo libero lo
            utilizzi

            per riparare un oggetto invece di comperarlo

            nuovo?

            Se lo comperavi spendevi un tot, se lo
            ripari
            il

            tuo tempo equivale a quel tot ( meno perché
            non

            hai un oggetto nuovo ma uno vecchio

            rabberciato)

            Questione di scelte, il tempo libero a nostra

            disposizione è molto poco, quindi vale
            molto,
            poi

            uno lo usa come

            crede

            Anche il materiale disponibile sul pianeta e'
            limitato e se non ripariamo quello che abbiamo ci
            tocchera' mandare altri bimbi a togliere i
            metalli pesanti dai
            circuiti.ma non è quello che tutti stanno chiedendo a gran voce? Riciclaggio.
            Chi butta via qualcosa sta buttando via il
            pianeta sotto i tuoi piedi,
            impedisciglelo.non è l'atto di buttare via qualcosa che deturpa il pianeta è la destinazione di quello che è stato buttato via che lo fa, perché in fondo se ci pensi bene qualunque cosa, da una carta di caramella a una ferrari a un anello di diamanti, prima o poi finisce tutto inevitabilmente nella spazzatura
          • ... scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze
            - Scritto da: Pietro
            - Scritto da: Bestia
            ma non è quello che tutti stanno chiedendo a
            gran voce?
            Riciclaggio.No perche' rispetto alla riparabilità il riciclaggio ha dei costi altissimi, forse chi costruisce inceneritori lo chiede a gran voce ?

            Chi butta via qualcosa sta buttando via il

            pianeta sotto i tuoi piedi,

            impedisciglelo.
            non è l'atto di buttare via qualcosa che deturpa
            il pianeta è la destinazione di quello che è
            stato buttato via che lo fa, perché in fondo se
            ci pensi bene qualunque cosa, da una carta di
            caramella a una ferrari a un anello di diamanti,
            prima o poi finisce tutto inevitabilmente nella
            spazzaturaNO, ad esempio io con l'umido ci faccio il compost per i vasi, niente spazzatura, mai buttato un pezzo di un pc funzionante sempre usati per sistemare i pc degli amici, pure i portatili quando mi si rompono in modo irreparabile (piastra madre) tengo tutti i pezzi funzionanti per le riparazini agli amici.
          • Pietro scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: Pietro

            - Scritto da: Bestia


            ma non è quello che tutti stanno chiedendo a

            gran voce?

            Riciclaggio.

            No perche' rispetto alla riparabilità il
            riciclaggio ha dei costi altissimi, forse chi
            costruisce inceneritori lo chiede a gran voce
            ?si riciclano le ceneri.


            Chi butta via qualcosa sta buttando via
            il


            pianeta sotto i tuoi piedi,


            impedisciglelo.


            non è l'atto di buttare via qualcosa che
            deturpa

            il pianeta è la destinazione di quello che è

            stato buttato via che lo fa, perché in fondo
            se

            ci pensi bene qualunque cosa, da una carta di

            caramella a una ferrari a un anello di
            diamanti,

            prima o poi finisce tutto inevitabilmente
            nella

            spazzatura

            NO, ad esempio io con l'umido ci faccio il
            compost per i vasi, niente spazzatura, anche il compost è spazzatura, riciclata ma spazzaturamai
            buttato un pezzo di un pc funzionante sempre
            usati per sistemare i pc degli amici, pure i
            portatili quando mi si rompono in modo
            irreparabile (piastra madre) tengo tutti i pezzi
            funzionanti per le riparazini agli
            amici.i computer si buttano quando arrivano quelli nuovi più capienti, più potenti, più veloci, più piccoli, più leggeri e più belli, mica quando si rompono.il che avviene circa ogni 4 -5 anni.Tranne per quei poveretti dei tuoi amici ovviamente.
          • cicciobello scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze

            i computer si buttano quando arrivano quelli
            nuovi più capienti, più potenti, più veloci, più
            piccoli, più leggeri e più belli, mica quando si
            rompono.
            il che avviene circa ogni 4 -5 anni.E poi ci carichi un sistema operativo pieno di bloatware per farli andare lenti come quelli vecchi.
            Tranne per quei poveretti dei tuoi amici
            ovviamente.Che avranno poi il tempo di usarli, quei computer, mentre tu sarai ancora a fare gli straordinari per pagare le rate del computer vecchio che hai buttato prima ancora di aver finito di pagarlo.
          • Passante scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze
            - Scritto da: Pietro
            - Scritto da: ...

            - Scritto da: Pietro


            - Scritto da: Bestia

            No perche' rispetto alla riparabilità il

            riciclaggio ha dei costi altissimi, forse chi

            costruisce inceneritori lo chiede a gran voce

            ?
            si riciclano le ceneri.HAHAHAHAHAHAHahhahahahaha bella questa !:D

            NO, ad esempio io con l'umido ci faccio il

            compost per i vasi, niente spazzatura,
            anche il compost è spazzatura, riciclata ma
            spazzaturaIl tutto senza camion che portano da me all'inceneritore, dall'inceneritore al negozio di compost, dal negozio fino a casa mia.
            i computer si buttano quando arrivano quelli
            nuovi più capienti, più potenti, più veloci, più
            piccoli, più leggeri e più belli, mica quando si
            rompono.HahahahahahahahaBella anche questa, complimenti !:D
            il che avviene circa ogni 4 -5 anni.
            Tranne per quei poveretti dei tuoi
            amici ovviamente.E spiegami come mai tu devi cambiare il tuo ogni 4 -5 anni ? Per farci girare il nuovo SO e fare le stesse cose di prima ?
          • cicciobello scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze


            il che avviene circa ogni 4 -5 anni.

            Tranne per quei poveretti dei tuoi

            amici ovviamente.

            E spiegami come mai tu devi cambiare il tuo ogni
            4 -5 anni ?Pietro lo cambia perché il design non è più alla moda.
            Per farci girare il nuovo SO e fare
            le stesse cose di prima
            ?Cioè nulla, visto che pietro non sa usare un computer, lo compra solo per l'estetica:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4067813&m=4070137#p4070137http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3712766&m=3713400#p3713400
          • Pietro scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze


            il che avviene circa ogni 4 -5 anni.

            Tranne per quei poveretti dei tuoi

            amici ovviamente.

            E spiegami come mai tu devi cambiare il tuo ogni
            4 -5 anni ? Per farci girare il nuovo SO e fare
            le stesse cose di prima
            ?suppongo che il tuo computer sia dotato di 640 Kb di RAM, tanto quelli sono sufficienti per farci qualsiasi cosa.
          • cicciobello scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze
            Suppongo, invece, che il tuo computer abbia 10 giga di ram e ne usi 9 solo per scrivere mezza pagina di testo con un word proXXXXXr. Quello non è progresso, è spreco.Con la potenza di due commodore 64 si era riusciti a mandare l'uomo sulla luna, non dimenticarlo.
          • Pietro scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze
            - Scritto da: cicciobello
            Suppongo, invece, che il tuo computer abbia 10
            giga di ram e ne usi 9 solo per scrivere mezza
            pagina di testo con un word proXXXXXr. Quello non
            è progresso, è
            spreco.10? No, ha 4slot quindi 16Spreco? No ormai la RAM costa pochissimo
            Con la potenza di due commodore 64 si era
            riusciti a mandare l'uomo sulla luna, non
            dimenticarlo.Perfetto, confermato, 640 Kb di RAM
          • cicciobello scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze

            10? No, ha 4slot quindi 16
            Spreco? No ormai la RAM costa pochissimoPoco importa, se tanto poi la riempi con dati jnutili.


            Con la potenza di due commodore 64 si era

            riusciti a mandare l'uomo sulla luna, non

            dimenticarlo.
            Perfetto, confermato, 640 Kb di RAMUn commodore 64 ne aveva un decimo, non sai nemmeno di cosa parli.
          • Mario scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze
            - Scritto da: cicciobello

            10? No, ha 4slot quindi 16

            Spreco? No ormai la RAM costa pochissimo

            Poco importa, se tanto poi la riempi con dati
            jnutili.non è una questione di dati, sono i programmi che ne hanno bisogno.




            Con la potenza di due commodore 64 si
            era


            riusciti a mandare l'uomo sulla luna,
            non


            dimenticarlo.

            Perfetto, confermato, 640 Kb di RAM

            Un commodore 64 ne aveva un decimo, non sai
            nemmeno di cosa
            parli.lo so benissimo ma il tono della risposta mi ha confermato che sul TUO computer ci sono 640 Kb di RAM
          • cicciobello scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze
            - Scritto da: MarioMa ti chiami pietro o mario?
            non è una questione di dati, sono i programmi che
            ne hanno
            bisogno.Per cosa? Per sprecarla? O perché tali programmi sono stati scritti da caproni che non sanno cosa sia l'ottimizzazione (o peggio, lo sanno, ma inseriscono apposta bloatware per giustificare i maggiori costi)?







            Con la potenza di due commodore 64
            si

            era



            riusciti a mandare l'uomo sulla
            luna,

            non



            dimenticarlo.


            Perfetto, confermato, 640 Kb di RAM



            Un commodore 64 ne aveva un decimo, non sai

            nemmeno di cosa

            parli.
            lo so benissimo ma il tono della risposta mi ha
            confermato che sul TUO computer ci sono 640 Kb di
            RAMSul mio "storico" commodore 64 ce ne sono 64, non 640.
          • panda rossa scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze
            - Scritto da: Pietro
            - Scritto da: cicciobello

            Tu misuri tutto in funzione dei soldi?



            Cos'è, la regola 13?



            <i
            Qualunque cosa valga la pena di
            essere

            fatta, vale la pena di farla per soldi.

            </i



            è uno scambio, il tuo tempo libero lo utilizzi
            per riparare un oggetto invece di comperarlo
            nuovo?Sicuramente non perdo tempo libero per comprare qualcosa.Il mio tempo libero lo impiego in attivita' piu' appaganti.
            Se lo comperavi spendevi un tot, se lo ripari il
            tuo tempo equivale a quel tot ( meno perché non
            hai un oggetto nuovo ma uno vecchio
            rabberciato)Ho un oggetto che svolge ancora la sua funzione e piu' denaro in tasca, oltre ad essere pure soddisfatto di quello che ho fatto.
            Questione di scelte, il tempo libero a nostra
            disposizione è molto poco, quindi vale molto, poi
            uno lo usa come
            credeIl denaro a nostra disposizione e' ancora meno, quindi pure il denaro uno lo usa come crede.Sentiti pure libero di buttarlo assieme all'oggetto vecchio ma riparabile.Ci fai una doppia pessima figura agli occhi di molti.
          • cicciobello scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze

            è uno scambio, il tuo tempo libero lo utilizzi
            per riparare un oggetto invece di comperarlo
            nuovo?Dilla correttamente: il tuo tempo libero lo usi per riparare un oggetto, o per fare gli straordinari per poterti permettere di pagare quello nuovo?
            Questione di scelte, il tempo libero a nostra
            disposizione è molto poco, quindi vale molto, poi
            uno lo usa come
            credeIl tempo libero è poco se devi fare gli straordinari perchè ti sei indebitato fino al collo.
          • Paroliere scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze

            Non ci sono cose facili o cose difficili.
            Ci sono cose che si sanno e cose che non si sanno.
            E' vero ma ci sono modi di costruire le cose che possono semplificarle. Nei primi anni del 900 quando la corrente si stava diffondendo per le case non esistevano le prese di corrente e la gente o chiamava l'elettricista oppure tentava in qualche modo di arrangiarsi con pericolosi contatti provvisori, poi fortunatamente sono state inventate ed il problema si e' risolto. Se devo sostituire una memoria saldata sul pcb? mi serve un dissaldatore cosa che solo quelli del settore hanno e sanno usare mentre con il portaschede servono sole le mani e tutti lo possono fare con un minimo di perizia.Si e' passati in un sol colpo dallo 0,1% ad almeno il 30% della popolazione che puo' eseguire l'operazione.
      • UT ET DES scrive:
        Re: Diversi tipi di obsolescenze
        ho dovuto sostituire la lavatrice di mia madre adesso dopo 20 ANNI, ne ho comprato una turka di bassa lega perchè ritengo che sino ad una certa cifra dai 200 ai 500 euro le lavatrici sono tutte uguali, dopo appena 2 anni si guastano e la devi cambiare, a meno di scegliere lavatrici di circa 1000 euro allora si è un altro discorso sono costruite per durare nel tempo ed appunto costano care, questa marca è talmente famosa che non ha bisogno di pubblicità ne in televisione nè da nessun altra parte, io invece dopo la rottura della lavatrice ne avevo comprato una cinese a basso prezzo, è durata 4 anni, ed un giorno gironzolando in internet ho scoperto che a tutti gli effetti era la stessa lavatrice di una nota marca italiana che costava il doppio. Il problema dei guasti delle lavatrici per il 90% è solo uno si rompe l'attacco del cestello e dunque gira a vuoto, è un dato di fatto che se anche il cestello è in acciaio inox, invece è solo di plastica resistente dove viene agganciato a ruotare, quindi macinandosi i supporti inutile ripararla che costa più che comprarne una nuova, stessa cosa dicasi per gli altri elettrodomestici le cose buone e presubimilmente durature purtroppo si comprano a caro prezzo. LO sapevate che tutte le auto del gruppo Fiat che montano il CITY si guasta dopo i 50 mila kilometri?? se questo non è un guasto programmato, come si chiama? Lo sapevate che le stampanti epson dopo un tot numero di anni e di stampe danno un errore generico strano, che conviene comprarne una nuova!! anche questa ha il guasto programmato, protrei continuare, ma si comprende cheTUTTO Eè UN GUASTO PROGRAMMATO, anche NOI raramente arriviamo ai 100 anni - See more at: http://forum.zeusnews.com/viewtopic.php?p=627422#627422
        • Aquilante scrive:
          Re: Diversi tipi di obsolescenze
          Onestamente se hai speso (deduco senza certezza dalle cifre che hai esposto) 200 euri... e ti è durata 4 anni...a casa mia non direi che tu abbia fatto un pessimo affare.200 è 5 volte meno di 1000 e 5x4 fa 20 morale comprando 5 lavatrici da 200 eurucci fai esattamente gli stessi 20 anni che fai a 1000 eurucci.Direi che è come se tu pagassi una rata da 200 euro ogni 4 anni.Non mi pare un pessimo affare!
          • Funz scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze
            - Scritto da: Aquilante
            Onestamente se hai speso (deduco senza certezza
            dalle cifre che hai esposto)

            200 euri... e ti è durata 4 anni...
            a casa mia non direi che tu abbia fatto un
            pessimo
            affare.
            200 è 5 volte meno di 1000 e 5x4 fa 20 morale
            comprando 5 lavatrici da 200 eurucci fai
            esattamente gli stessi 20 anni che fai a 1000
            eurucci.
            Direi che è come se tu pagassi una rata da 200
            euro ogni 4
            anni.
            Non mi pare un pessimo affare!Per lui no, ma per il pianeta si visto che ha consumato 5 volte le risorse e prodotto 5 volte i rifiuti.
          • cicciobello scrive:
            Re: Diversi tipi di obsolescenze
            Oltre tutto, portare a casa la lavatrice nuova e smaltire quella vecchia ha un costo di per sè.
    • nome e cognome scrive:
      Re: Diversi tipi di obsolescenze

      La Francia, par di capire, non pensa a questo
      secondo tipo di obsolescenza.Beh questa è molto difficile da risolvere: non puoi obbligare una società a fornire in eterno i pezzi di ricambio per modelli fuori listino. Va contro la normale libertà di impresa.Pero', e non ho la minima idea della legislazione in materia, si potrebbe liberalizzare la commercializzazione di ricambi di terze parti. Ovviamente per i modelli meno comuni risulterebbe comunque anti-economico.
      • Fogin Laied scrive:
        Re: Diversi tipi di obsolescenze
        Ecco questa sarebbe un ottima idea, non commercializzi più pezzi di ricambio per un determinato veicolo? Benissimo allora gli altri sono Liveri di farlo...
      • panda rossa scrive:
        Re: Diversi tipi di obsolescenze
        - Scritto da: nome e cognome

        La Francia, par di capire, non pensa a questo

        secondo tipo di obsolescenza.

        Beh questa è molto difficile da risolvere: non
        puoi obbligare una società a fornire in eterno i
        pezzi di ricambio per modelli fuori listino. Va
        contro la normale libertà di
        impresa.Basterebbe utilizzare soltanto pezzi standard per costruire lavatrici e il problema non si pone.Nel mercato ci si impone anche proponendo modelli che garantisci di mantenere nel tempo anziche' fare uscire di produzione dopo tot anni.Il cliente se deve scegliere tra un modello che sa che restera' in produzione per anni e un altro che uscira' di produzione a breve, quale comprera' secondo te?
        Pero', e non ho la minima idea della legislazione
        in materia, si potrebbe liberalizzare la
        commercializzazione di ricambi di terze parti.
        Ovviamente per i modelli meno comuni risulterebbe
        comunque anti-economico.Lascialo dire al mercato.Liberalizza i pezzi e poi qualche cinese che li produce a due lire lo si trova di sicuro.
      • Sg@bbio scrive:
        Re: Diversi tipi di obsolescenze
        Che diventi anti economico non saprei, se la cosa diventa di massa.
Chiudi i commenti