Yahoo!: spesa folle l'acquisizione di YouTube

Secondo un papavero di Yahoo!, gli 1,65 miliardi di dollari spesi da Google per l'acquisizione del Tubo sarebbero stati una cifra eccessiva. Ma a smentirlo ci sarebbero i fatti
Secondo un papavero di Yahoo!, gli 1,65 miliardi di dollari spesi da Google per l'acquisizione del Tubo sarebbero stati una cifra eccessiva. Ma a smentirlo ci sarebbero i fatti

1,65 miliardi di dollari: una cifra eccessiva per il passaggio di YouTube a Google. Almeno secondo Steven Mitzenmacher, direttore del corporate development di Yahoo!, il quale si dice scettico sulla possibilità che Mountain View possa recuperare i soldi elargiti .

Secondo il Wall Street Journal , Mitzenmacher sarebbe intervenuto in un panel nell’ambito del Global Technology Symposium di Menlo Park al quale erano presenti anche dirigenti di LinkedIn, Adobe e Google. Nel corso del suo intervento, Mitzenmacher ha illustrato i grandiosi piani in cantiere per affrontare “un anno davvero grande” e si è lasciato andare a un commento poco velato sull’acquisizione del Tubo da parte di BigG: un prezzo “semplicemente folle”.

In risposta, Neeraj Arora di Google ha difeso la propria azienda affermando che YouTube è una realtà economicamente autonoma che paga per se stessa. A questo punto Mitzenmacher non si sarebbe risparmiato dal mostrare agli astanti i commenti di Eric Schmidt su un obiettivo non ancora raggiunto e su un dibattito mai sopito: la profittabilità della piattaforma di videosharing più famosa del mondo.

Sempre nel corso del medesimo incontro, Robby Kwok, dirigente di LinkedIn e precedentemente a Yahoo!, ha invece lodato l’operazione di acquisizione portata avanti da Mountain View affermando che si è trattato di un grande acquisto.

Molti scettici sulla validità del Tubo dal punto di vista finanziario ci sono, ma si sono dovuti ricredere di fronte alle cifre che interessano la piattaforma: 500 milioni di visitatori nel solo mese di gennaio, terzo sito più frequentato del Web a precedere di una posizione Yahoo! secondo le stime di Google.

Cristina Sciannamblo

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti