Apple paga per i figli spendaccioni

La Mela si accorda con i suoi utenti, dopo la class action contro la scarsa protezione degli account che avrebbe permesso ai minori di spendere centinaia di dollari su presunte applicazioni gratuite. Previsti buoni regalo da 5 dollari

Roma – In attesa di approvazione da parte di un giudice federale, l’accordo tra Apple e i suoi utenti iOS ha messo fine alla class action avviata dal genitore statunitense Garen Meguerian contro i meccanismi di acquisto in-app sui dispositivi mobile del gigante di Cupertino. Alla fine del 2011 – prima delle modifiche introdotte da iOS 4.3 nelle opzioni di parental control e protezione delle password – Meguerian aveva accusato la Mela di scarsa chiarezza sulla possibilità che le app free prevedessero comunque un esborso di denaro .

Nei dettagli del settlement agreement , l’azienda californiana si impegnerà a rimborsare gli utenti della class action, con buoni regalo da 5 dollari per tutti quei contenuti acquistati dai minori senza il consenso dei genitori .

Residente in Pennsylvania, Meguerian aveva perso oltre 200 dollari dopo gli acquisti in-app non autorizzati. In altre parole, i suoi figli si erano scatenati con il pulsante buy per acquisire moneta virtuale nei classici titoli del social gaming.

Per tutte quelle transazioni il cui valore risulti superiore ai 30 dollari, Apple si impegnerà a rimborsare l’intera cifra, ma solo con le singole cronologie d’acquisto fornite dagli utenti iOS. In altre parole, i genitori a stelle e strisce dovranno provare che i loro figli abbiano effettivamente completato i processi d’acquisto in-app senza aver precedentemente ottenuto la password per smanettare liberamente con i dispositivi della Mela.

Visti i tempi della giustizia federale, i rimborsi non potranno essere effettuati prima della fine di quest’anno o nel corso del 2014 .

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • XPdroid scrive:
    Potenza di calcolo
    non è tanto questione di transistor, frequenza di clock, potenza di calcolo... intel non è ancora arrivata a primeggiare sul mercato del mobile perche la sua architettura (i traduttori per intenderci) lavorano in modo differente... nel mondo mobile il traduttore traduce comandi complessi all' elaboratore, mentre nel fisso (x86) i comandi (istruzioni di calcolo), poiche sono di derivazione utile ai vecchi winDOS (si, è voluto, per sottolineare il tipo di istruzioni)sono semplici.... risultato: intel deve elaborare molte piu istruzioni per raggiungere lo stesso risultato... per cui per essere competitiva deve avere piu "potenza" di calcolo
  • Mario Rossi scrive:
    Re: Interessante
    - Scritto da: una mamma preoccupat a
    sei stupido come una macchina, ovvero non sei
    stato in grado di capire che - nel contesto - si
    intendeva potenza (di
    calcolo)Si capisce ciò che ha scritto, sei tu che ne dai un'altra interpretazione.Anche se fosse come hai detto tu, ovvero un altro concetto, è stato comunque espresso malissimo.
    lo ha fatto.

    "A meno che tu non abbia una spiegazione che
    giustifichi un processore RISC che emula un
    processore CISC (al prezzo di alcuni centinaia di
    milioni di
    transistor)."Forse hai avuto dei problemi quando hai riportato il testo, visto che questa è tutto fuorché una spiegazione.
  • armstrong scrive:
    Fonepad no?
    Running Android 4.1 Jelly Bean, Fonepad is powered by Intel's Atom Z2420...
  • Mario Rossi scrive:
    Interessante
    Interessanti performance e grandi margini di miglioramento, ma non è che per tenere in mano lo smartphone serviranno guanti in fibra di amianto?
    • Marco Cochizza scrive:
      Re: Interessante
      i modelli attuali consumano come la contoparte ARM a pari prestazioni quindi direi che non ti serve nessun guanto.
      • ruppolo scrive:
        Re: Interessante
        x86 consuma il doppio, a parità di potenza e di nanometri. È una piattaforma che esiste solo per compatibilità con il mondo Windows. A meno che tu non abbia una spiegazione che giustifichi un processore RISC che emula un processore CISC (al prezzo di alcuni centinaia di milioni di transistor).
        • Mario Rossi scrive:
          Re: Interessante
          - Scritto da: ruppolo
          x86 consuma il doppio, a parità di potenza e di
          nanometri. Assumi sostanze stupefacenti dosate in malo modo?Cosa vuol dire che a parità di potenza consuma il doppio?Per esempio x86 da 40W(potenza) consuma 80W? Vedo che le tue conoscenze in campo elettronico sono molto approfondite.Altro concetto senza senso è la "parità di nanometri": lo sai che il nanometro non è un componente?
          • una mamma preoccupat a scrive:
            Re: Interessante
            - Scritto da: Mario Rossi

            Assumi sostanze stupefacenti dosate in malo modo?
            Cosa vuol dire che a parità di potenza consuma il
            doppio?
            Per esempio x86 da 40W(potenza) consuma 80W? Vedo
            che le tue conoscenze in campo elettronico sono
            molto approfondite.la butto lì eh..non è che intendeva potenza (di calcolo)?non ci eri arrivato? pazienza, ti conosciamo :)
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Interessante
            - Scritto da: una mamma preoccupat a
            la butto lì eh..
            non è che intendeva potenza (di calcolo)?

            non ci eri arrivato? pazienza, ti conosciamo :)1) il linguaggio tecnico va usato come si deve2) resta comunque una cazzata tutto ciò che ha detto3) vai in cucina a fare da mangiare che ormai è ora
          • una mamma preoccupat a scrive:
            Re: Interessante
            - Scritto da: Mario Rossi

            1) il linguaggio tecnico va usato come si deveeh bè certo ai grulli bisogna pure fare i disegnini :D
            2) resta comunque una cazzata tutto ciò che ha
            dettoandrebbe quantomeno dimostrato
            3) vai in cucina a fare da mangiare che ormai è
            oraci avrei scommesso che non eri capace nemmeno lì :D
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Interessante
            - Scritto da: una mamma preoccupat a
            eh bè certo ai grulli bisogna pure fare i
            disegnini
            :DEvidentemente sei al suo livello di ignoranza, un processore effettua un lavoro fisico, per cui la potenza, come da definizione, valuta questo lavoro, se lui con potenza intende la frequenza di elaborazione è solo un errore suo, non di chi capisce le cose per come stanno scritte!

            2) resta comunque una cazzata tutto ciò che
            ha

            detto

            andrebbe quantomeno dimostratoSarebbe lui a dover dimostrare le vaccate che scrive, non il contrario.
            ci avrei scommesso che non eri capace nemmeno lì
            :DDetto da te lo prendo come un complimento
          • una mamma preoccupat a scrive:
            Re: Interessante
            - Scritto da: Mario Rossi

            Evidentemente sei al suo livello di ignoranza, un
            processore effettua un lavoro fisico, per cui la
            potenza, come da definizione [...]sei stupido come una macchina, ovvero non sei stato in grado di capire che - nel contesto - si intendeva potenza (di calcolo)
            Sarebbe lui a dover dimostrare le vaccate che
            scrive, non il contrario.lo ha fatto."A meno che tu non abbia una spiegazione che giustifichi un processore RISC che emula un processore CISC (al prezzo di alcuni centinaia di milioni di transistor)."
            Detto da te lo prendo come un complimentoprendila come vuoi, sopra sotto di lato
          • una mamma preoccupat a scrive:
            Re: Interessante
            - Scritto da: Mario Rossi

            Evidentemente sei al suo livello di ignoranza, un
            processore effettua un lavoro fisico, per cui la
            potenza, come da definizione [...]sei stupido come una macchina, ovvero non sei stato in grado di capire che - nel contesto - si intendeva potenza (di calcolo)
            Sarebbe lui a dover dimostrare le vaccate che
            scrive, non il contrario.lo ha fatto."A meno che tu non abbia una spiegazione che giustifichi un processore RISC che emula un processore CISC (al prezzo di alcuni centinaia di milioni di transistor)."
            Detto da te lo prendo come un complimentoprendila come vuoi, sopra sotto di lato
          • Barbapapa scrive:
            Re: Interessante
            Sei sua mamma?
          • una mamma preoccupat a scrive:
            Re: Interessante
            - Scritto da: Barbapapa

            Sei sua mamma?no, sono solo preoccupata!
          • iRoby scrive:
            Re: Interessante
            Non ha detto totalmente fregnacce. È solo che il suo modo di esporre le cose, ingigantite e con arroganza verbale, lo rendono poco credibile, oltre che molto fastidioso come interlocutore.Il fatto è che le CPU intel oggi sono delle CPU RISC ma che per compatibilità ha una unità di traduzione delle istruzioni e della struttura dalla cpu x86 alla RISC interna.Per quanto miniaturizzi ed ottimizzi questo traduttore, una CPU Intel non potrà mai competere per rapporto prestazioni/consumi con qualsiasi RISC nativo, semplicemente perché si porta dietro la zavorra del traduttore x86 coi suoi milioni di transistor che consumano e rallentano, rispetto ad architetture che questi traduttori non li hanno.Intel è vittima del proprio monopolio.Dopo avere distrutto Alpha, Mips, PowerPC, Sparc, e altre architetture RISC native, vendendo sempre la stessa architettura ultra pompata, ultra ottimizzata, ma pur sempre la stessa vecchia architettura,si ritrova a voler combattere nel mercato del mobile dove sopravvive l'ultima architettura RISC pura ed ultra-efficiente, ma intel lo fa ancora portandosi dietro il suo beneamato traduttore x86.Non so se qualcuno vorrà mai un dispositivo mobile x86, io no. Ma ci possono essere settori dove forse avrà un suo perché. Forse con qualche reincarnazione dell'onnipresente Windows.
          • topolinik scrive:
            Re: Interessante
            - Scritto da: iRoby
            Il fatto è che le CPU intel oggi sono delle CPU
            RISC[CUT]
            ma intel lo fa ancora
            portandosi dietro il suo beneamato traduttore
            x86. :oNon avrei saputo spiegarlo meglio, complimenti. :o
          • nome e cognome scrive:
            Re: Interessante

            Il fatto è che le CPU intel oggi sono delle CPU
            RISC ma che per compatibilità ha una unità di
            traduzione delle istruzioni e della struttura
            dalla cpu x86 alla RISC
            interna.Non esiste + il risc, cisc, ciosc, cip e ciop... è persino opinabile che tale distinzione sia mai esistita visto che nessuno ha mai dato una definizione condivisibile di risc o cisc.
            Per quanto miniaturizzi d ottimizzi questo
            traduttore, una CPU Intel non potrà mai competere
            per rapporto prestazioni/consumi con qualsiasi
            RISC nativo, semplicemente perché si porta dietro
            la zavorra del traduttore x86 coi suoi milioni di
            transistor che consumano e rallentano, rispetto
            ad architetture che questi traduttori non li
            hanno.Palle. ARM ha il suo bel traduttore di uops esattamente come intel e molte (tutte) delle sue simpatiche operazioni armv7 vengono compilate in operazioni multiple. Sei rimasto agli anni 90. ARM ha un unico vantaggio rispetto ad intel: ha una buona gestione dell'idle dovuta a motivi storici, ma intel ha recuperato praticamente tutto il terreno, mantenendo il distacco in termini di performance dove domina incontrastata (arm arriva ora a proporre i 64 bit e non ha in catalogo nessun processore in grado di rivaleggiare in performance con gli intel non destinati al mobile) e di processi produttivi.Non consideriamo nemmeno il fatto che nei moderni dispositivi la CPU per se ha sempre meno importanza in favore delle periferiche (incluse le GPU). Infatti i chip arm più performanti vengono regolarmente modificati per quanto riguarda la gestione della memoria (vedi snapdragon e Apple)
            ottimizzata, ma pur sempre la stessa vecchia
            architettura,Perchè quella di ARM non sarebbe vecchia? Il primo ARM è del 1985.
            mobile dove sopravvive l'ultima architettura RISC
            pura ed ultra-efficiente, ma intel lo fa ancora
            portandosi dietro il suo beneamato traduttore
            x86.E arm lo fa introducendolo il beneamato traduttore.
          • Gattazzo in calore scrive:
            Re: Interessante
            Evidentemente anche io sono rimasto agli anni 90.Non me ne faccio un problema: per escluderla dai miei interessi, tutto quel che mi basta sapere di I$ dopo gli anni 90 è la "correttezza" dei suoi comportamenti...
          • nome e cognome scrive:
            Re: Interessante
            - Scritto da: Gattazzo in calore
            Evidentemente anche io sono rimasto agli anni 90.

            Non me ne faccio un problema: per escluderla dai
            miei interessi, tutto quel che mi basta sapere di
            I$ dopo gli anni 90 è la "correttezza" dei suoi
            comportamenti...contento tu... il mondo va avanti, divertiti con il pallottoliere.
          • tucumcari scrive:
            Re: Interessante
            - Scritto da: nome e cognome

            Il fatto è che le CPU intel oggi sono delle
            CPU

            RISC ma che per compatibilità ha una unità di

            traduzione delle istruzioni e della struttura

            dalla cpu x86 alla RISC

            interna.

            Non esiste + il risc, cisc, ciosc, cip e ciop...
            è persino opinabile che tale distinzione sia mai
            esistita visto che nessuno ha mai dato una
            definizione condivisibile di risc o
            cisc.


            Per quanto miniaturizzi d ottimizzi questo

            traduttore, una CPU Intel non potrà mai
            competere

            per rapporto prestazioni/consumi con
            qualsiasi

            RISC nativo, semplicemente perché si porta
            dietro

            la zavorra del traduttore x86 coi suoi
            milioni
            di

            transistor che consumano e rallentano,
            rispetto

            ad architetture che questi traduttori non li

            hanno.

            Palle. ARM ha il suo bel traduttore di uops
            esattamente come intel e molte (tutte) delle sue
            simpatiche operazioni armv7 vengono compilate in
            operazioni multiple. Sei rimasto agli anni 90.


            ARM ha un unico vantaggio rispetto ad intel: ha
            una buona gestione dell'idle dovuta a motivi
            storici, ma intel ha recuperato praticamente
            tutto il terreno, mantenendo il distacco in
            termini di performance dove domina incontrastata
            (arm arriva ora a proporre i 64 bit e non ha in
            catalogo nessun processore in grado di
            rivaleggiare in performance con gli intel non
            destinati al mobile) e di processi
            produttivi.Peccato che è proprio di quello che si parla e francamente all'atto pratico se guardiamo quel poco che è stato realizzato fino ad ora in termini pratici di prodotto (implementazione concreta che non è certo solo cpu ma anzi un ecosistema in cui la facilità di integrazione dei componenti e la riduzione della BOM o bill of materials sempre finalizzata ai bassi consumi è fondamentale) non c'è proprio confronto!I prodotti concreti realizzati fino a ora sono nel rapporto consumo/prestazioni decisamente inferiori sul lato Intel.Ovviamente gli spazi di miglioramento ci sono e ampi ma i segnali che abbiamo a disposizioni non dicono affatto che questi spazi siano nel mantenimento forzato della retrocompatibilità x86... senza contare che anche la retrocompatibilità ARM a questo punto (data la enorme quantità di applicazioni in campo) è meglio considerarla a sua volta tra i potenziali fattori di successo nel settore mobile e quindi un problema potenziale in più per x86.E sopratutto non c'è nel settore mobile alcun reale vantaggio (data la quota Microsoft abbondantemente trascurabile) a mantenere come vincolo la compatibilità x86.Questi sono i dati di fatto al momento.Piacciano o non piacciano.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Interessante

            E sopratutto non c'è nel settore mobile alcun
            reale vantaggio (data la quota Microsoft
            abbondantemente trascurabile) a mantenere come
            vincolo la compatibilità
            x86.Questo vale ORA, ma ci sono due cose che vanno considerate: le aziende che devono ancora fare una scelta precisa riguardo i dispositivi mobili (e qui windows se la giocherà alla grande) e il fatto che intel oltre a recuperare potrà tranquillamente sorpassare ARM visto che i dispositivi mobili ormai chiedono si risparmio energetico ma sempre più performance.
            Questi sono i dati di fatto al momento.
            Piacciano o non piacciano.I dati al momento sono che intel è entrata in un mercato in cui non era presente e sta recuperando in pochissimo tempo anni.
          • Gattazzo in calore scrive:
            Re: Interessante
            - Scritto da: iRoby
            Non ha detto totalmente fregnacce.

            È solo che il suo modo di esporre le cose,
            ingigantite e con arroganza verbale, lo rendono
            poco credibile, oltre che molto fastidioso come
            interlocutore.

            Il fatto è che le CPU intel oggi sono delle CPU
            RISC ma che per compatibilità ha una unità di
            traduzione delle istruzioni e della struttura
            dalla cpu x86 alla RISC
            interna.

            Per quanto miniaturizzi ed ottimizzi questo
            traduttore, una CPU Intel non potrà mai competere
            per rapporto prestazioni/consumi con qualsiasi
            RISC nativo, semplicemente perché si porta dietro
            la zavorra del traduttore x86 coi suoi milioni di
            transistor che consumano e rallentano, rispetto
            ad architetture che questi traduttori non li
            hanno.

            Intel è vittima del proprio monopolio.
            Dopo avere distrutto Alpha, Mips, PowerPC, Sparc,
            e altre architetture RISC native, vendendo sempre
            la stessa architettura ultra pompata, ultra
            ottimizzata, ma pur sempre la stessa vecchia
            architettura,
            si ritrova a voler combattere nel mercato del
            mobile dove sopravvive l'ultima architettura RISC
            pura ed ultra-efficiente, ma intel lo fa ancora
            portandosi dietro il suo beneamato traduttore
            x86.

            Non so se qualcuno vorrà mai un dispositivo
            mobile x86, io no. Ma ci possono essere settori
            dove forse avrà un suo perché. Forse con qualche
            reincarnazione dell'onnipresente
            Windows.Intervento ineccepibile, ottima spiegazione per mettere le cose in chiaro.Malgrado la sua pur necessaria lunghezza, merita di essere quotato interamente.
          • bradipao scrive:
            Re: Interessante
            - Scritto da: iRoby
            Il fatto è che le CPU intel oggi sono delle CPU
            RISC ma che per compatibilità ha una unità di
            traduzione delle istruzioni e della struttura
            dalla cpu x86 alla RISC interna.

            Per quanto miniaturizzi ed ottimizzi questo
            traduttore, una CPU Intel non potrà mai competere
            per rapporto prestazioni/consumi con qualsiasi
            RISC nativo, semplicemente perché si porta dietro
            la zavorra del traduttore x86 coi suoi milioni di
            transistor che consumano e rallentano, rispetto
            ad architetture che questi traduttori non li
            hanno. Questa è una leggenda metropolitana. L'unità di traduzione in micro-ops è vero che contribuisce al consumo, ma alle attuali scale di integrazione e numero di transistor il fardello è irrisorio (si parla di un +1%).Il consumo maggiore dell'architettura x86 è un dato di fatto. Ma la ragione vera e propria è che l'architettura con gli anni si è evoluta per massimizzare la prestazioni del singolo-core. Se prendi una CPU single-core x86 e una ARM, la x86 ha un vantaggio enorme di performance che un singolo core ARM semplicemente non è strutturalmente in grado di raggiungere. Che poi la x86 lo faccia con il triplo o più del consumo, ripeto, è vero.
          • iRoby scrive:
            Re: Interessante
            Intel ad oggi ha l'obbligo di una compatibilità più stretta con la famiglia x86, di quanto sia obbligata a fare ARM.E questo gli costa in termini di consumo.
          • uRuby scrive:
            Re: Interessante
            - Scritto da: iRoby
            Intel ad oggi ha l'obbligo di una compatibilità
            più stretta con la famiglia x86, di quanto sia
            obbligata a fare ARM.non se parliamo di smartphone
            E questo gli costa in termini di consumo.ma gli giova in potenza e compatibilità... ARM e Intel si stanno semplicemente muovendo, da punti opposti, verso un'esigenza comune
          • uRuby scrive:
            Re: Interessante
            - Scritto da: Mario Rossi
            - Scritto da: ruppolo

            x86 consuma il doppio, a parità di potenza e
            di

            nanometri.
            Assumi sostanze stupefacenti dosate in malo modo?
            Cosa vuol dire che a parità di potenza consuma il
            doppio?
            Per esempio x86 da 40W(potenza) consuma 80W?probabilmente intende "a pari potenza di calcolo"... è ovvio che non può essere "a pari potenza elettrica"... un po' di elasticità mentale non guasta
            Altro concetto senza senso è la "parità di
            nanometri": lo sai che il nanometro non è un
            componente?ovvio che non è un componente, ma è una grandezza che può essere presa in considerazione come termine di paragone e che va ad incidere sui consumi. anche qui, dimostri elasticità mentale pari a zero
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Interessante
            - Scritto da: uRuby
            probabilmente intende "a pari potenza di
            calcolo"... è ovvio che non può essere "a pari
            potenza elettrica"... un po' di elasticità
            mentale non
            guastaScrivere consapevolmente non guasterebbe neanche.Se si dice guanto per intendere maglione, non vedo come ci si possa lamentare se la gente capisce ciò che si ha effettivamente scritto.
            ovvio che non è un componente, ma è una grandezza
            che può essere presa in considerazione come
            termine di paragone e che va ad incidere sui
            consumi. anche qui, dimostri elasticità mentale
            pari a
            zero1) Non sa quello che dice.2) E' la tecnologia utilizzata nel processo costruttivo3) Il discorso non avrebbe comunque senso, dato che di per sé non è un metro di paragone utile per la valutazione dei consumi, vedi l'i7 980x che arriva fino a 130W ed è realizzato con una tecnologia a 32nm, mentre l'i7 940xm arriva fino a 55W ed è realizzato con una tecnologia a 45nm. Da solo il processo produttivo non vale niente come metro di paragone
          • uRuby scrive:
            Re: Interessante
            - Scritto da: Mario Rossi

            probabilmente intende "a pari potenza di

            calcolo"... è ovvio che non può essere "a pari

            potenza elettrica"... un po' di elasticità

            mentale non

            guasta
            Scrivere consapevolmente non guasterebbe neanche.L'affermazione era chiarissima nel contesto in cui è stata fatta, tant'è che non sono l'unico ad averti fattonotare la cosa. Se poi vuoi trolleggiare, prosegui pure

            ovvio che non è un componente, ma è una grandezza

            che può essere presa in considerazione come

            termine di paragone e che va ad incidere sui

            consumi. anche qui, dimostri elasticità mentale

            pari a zero
            1) Non sa quello che dice.non mi pare che tu abbia dimostrato alcunché sulle tue capacità, visto che fatichi pure a contestualizzare il termine "potenza"
            2) E' la tecnologia utilizzata nel processo costruttivocerto... lo sanno tutti... ma forse tu non sai che incide anche sui consumi, quindi se a parità di tecnologia costruttuiva, uno consuma il doppio di energia dell'altro, qualcuno deve darsi da far eper migliorare qualcosa...
            3) Il discorso non avrebbe comunque senso, dato
            che di per sé non è un metro di paragone utile
            per la valutazione dei consumi, vedi l'i7 980x
            che arriva fino a 130W ed è realizzato con una
            tecnologia a 32nm, mentre l'i7 940xm arriva fino
            a 55W ed è realizzato con una tecnologia a 45nm.
            Da solo il processo produttivo non vale niente
            come metro di paragonepoche idee ma confuse... dai, torna a spulciare le specifiche tecniche...
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Interessante
            - Scritto da: uRuby
            - Scritto da: Mario Rossi



            probabilmente intende "a pari potenza di


            calcolo"... è ovvio che non può essere
            "a
            pari


            potenza elettrica"... un po' di
            elasticità


            mentale non


            guasta

            Scrivere consapevolmente non guasterebbe
            neanche.

            L'affermazione era chiarissima nel contesto in
            cui è stata fatta, tant'è che non sono l'unico ad
            averti fattonotare la cosa. Se poi vuoi
            trolleggiare, prosegui
            pureSi poteva intuire, ma il significato di quello che ha scritto era ben diverso.Ipotizzando significati diversi per ogni cosa scritta, ogni discussione si va a fare su quello che ogni singolo interlocutore intende riguardo ciò che viene scritto dagli altri, cioè, il caos.Potrei anche ipotizzare che tu stia scrivendo cose sensate interpretando in maniera totalmente diversa e astratta ciò che scrivi, purtroppo servirebbe troppa fantasia

            2) E' la tecnologia utilizzata nel processo
            costruttivo

            certo... lo sanno tutti... Dal tuo commento precedente, sembrava che non avessi le idee molto chiare.
            ma forse tu non sai
            che incide anche sui consumi, quindi se a parità
            di tecnologia costruttuiva, uno consuma il doppio
            di energia dell'altro, qualcuno deve darsi da far
            eper migliorare
            qualcosa...Come ho già detto, di per sé è un numero che non vale niente.

            3) Il discorso non avrebbe comunque senso,
            dato

            che di per sé non è un metro di paragone
            utile

            per la valutazione dei consumi, vedi l'i7
            980x

            che arriva fino a 130W ed è realizzato con
            una

            tecnologia a 32nm, mentre l'i7 940xm arriva
            fino

            a 55W ed è realizzato con una tecnologia a
            45nm.

            Da solo il processo produttivo non vale
            niente

            come metro di paragone

            poche idee ma confuse... dai, torna a spulciare
            le specifiche
            tecniche...No, adesso mi dimostri che ogni CPU di una serie di processori realizzata con un determinato processo produttivo consumi sempre di più di ogni altro processore realizzato con un altro processo.Ribadisco che da solo, il processo costruttivo è un dato che non vale niente nella valutazione di un processore, a differenza di quanto ha detto il fenomeno di incapacità ruppolo
          • uRuby scrive:
            Re: Interessante
            - Scritto da: Mario Rossi

            L'affermazione era chiarissima nel contesto in

            cui è stata fatta, tant'è che non sono l'unico ad

            averti fattonotare la cosa. Se poi vuoi

            trolleggiare, prosegui

            pure
            Si poteva intuire, ma il significato di quello
            che ha scritto era ben diverso.Non direi proprio ma, ripeto, se vuoi continuare a trolleggiare, continua pure... la figura di M.... la stai facendo tu


            2) E' la tecnologia utilizzata nel processo

            costruttivo

            certo... lo sanno tutti...
            Dal tuo commento precedente, sembrava che non
            avessi le idee molto chiare.Dai tuoi commenti sembra invece che tu abbia problemi a comprendere l'italiano
            Come ho già detto, di per sé è un numero che non
            vale niente.Basta dare un'occhiata all'andamento dei consumi con l'evolversi della tecnologia (e il calo dei nanometri) per rendersi conto che il legame c'è... ovvio che poi esistono anche "altri" accorgimenti che contribuiscono al consumo (sia in positivo che in negativo), ma negare l'evidenza significa mettersi il paraocchi (o trollare)
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Interessante
            - Scritto da: uRuby
            Non direi proprio ma, ripeto, se vuoi continuare
            a trolleggiare, continua pure... la figura di
            M.... la stai facendo
            tuConvinto tu...
            Dai tuoi commenti sembra invece che tu abbia
            problemi a comprendere
            l'italianoO forse troppo bene, sono un bot e sono stato programmato per seguire ogni logica grammaticale al meglio, quindi...
            Basta dare un'occhiata all'andamento dei consumi
            con l'evolversi della tecnologia (e il calo dei
            nanometri) per rendersi conto che il legame
            c'è... ovvio che poi esistono anche "altri"
            accorgimenti che contribuiscono al consumo (sia
            in positivo che in negativo), ma negare
            l'evidenza significa mettersi il paraocchi (o
            trollare)Pentium IV:Litografia130 nmTDP massimo82 Wi7 2600kLitografia32 nmTDP massimo95 WLo vuoi ammettere o no che da solo è un dato che non vale niente?Sai, dati alla mano "la figura di M.... la stai facendo tu"(cit.)
          • uRoby scrive:
            Re: Interessante
            - Scritto da: Mario Rossi

            Dai tuoi commenti sembra invece che tu abbia

            problemi a comprendere

            l'italiano
            O forse troppo bene, sono un bot e sono stato
            programmato per seguire ogni logica grammaticale
            al meglio, quindi...L'italiano non è "matematica", e "potenza" è una parola che può avere diversi significati a seconda del contesto... ri-ripeto: continua pure a trolleggiare

            Basta dare un'occhiata all'andamento dei consumi

            con l'evolversi della tecnologia (e il calo dei

            nanometri) per rendersi conto che il legame

            c'è... ovvio che poi esistono anche "altri"

            accorgimenti che contribuiscono al consumo (sia

            in positivo che in negativo), ma negare

            l'evidenza significa mettersi il paraocchi (o

            trollare)
            Pentium IV:
            Litografia130 nm
            TDP massimo82 W

            i7 2600k
            Litografia32 nm
            TDP massimo95 WSbagli nuovamente, visto che confronti architetture complemente differenti...
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Interessante
            - Scritto da: uRoby
            - Scritto da: Mario Rossi

            Pentium IV:

            Litografia130 nm

            TDP massimo82 W



            i7 2600k

            Litografia32 nm

            TDP massimo95 W

            Sbagli nuovamente, visto che confronti
            architetture complemente
            differenti...Quindi hai confermato che da solo il processo produttivo è un dato inconsistente, grazie. Ci voleva tanto ad arrivarci?
          • uRuby scrive:
            Re: Interessante
            a volte mi chiedo se leggi quello che scrivono gli altri, o sei troppo pieno di te...
        • nome e cognome scrive:
          Re: Interessante
          - Scritto da: ruppolo
          x86 consuma il doppio, a parità di potenza e di
          nanometri. È una piattaforma che esiste solo per
          compatibilità con il mondo Windows. A meno che tu
          non abbia una spiegazione che giustifichi un
          processore RISC che emula un processore CISC (al
          prezzo di alcuni centinaia di milioni di
          transistor).Sei riuscito a scrivere più cazzate che parole, complimenti.
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Interessante
            - Scritto da: nome e cognome
            Sei riuscito a scrivere più cazzate che parole,
            complimenti. (rotfl) tra un po' mi ribalto dalla sedia.Il nostro ruppolo non è nuovo a questi record
          • gnammolo scrive:
            Re: Interessante
            è rimasto ancora agli anni 80
          • collione scrive:
            Re: Interessante
            Toh quello che diceva che i processori arm architetturalmente non possono raggiungere la stessa potenza di calcolo degli x86.E comunque dove sta scritto che hanno un rapporto performance/watt simile agli arm?Ma soprattutto quanto scaldano? Già vedo smartphone con ventole da hovercraft :D
          • nome e cognome scrive:
            Re: Interessante
            - Scritto da: collione
            Toh quello che diceva che i processori arm
            architetturalmente non possono raggiungere la
            stessa potenza di calcolo degli
            x86.
            E comunque dove sta scritto che hanno un rapporto
            performance/watt simile agli
            arm?

            Ma soprattutto quanto scaldano? Già vedo
            smartphone con ventole da hovercraft
            :Dtoh quello che ancora non ha tirato fuori uno straccio di benchmark...
          • collione scrive:
            Re: Interessante
            no no tu hai fatto un'affermazione e tu la devi provarei link sono a carico tuo caro trollino pro-redmond (rotfl)
          • nome e cognome scrive:
            Re: Interessante
            - Scritto da: collione
            no no tu hai fatto un'affermazione e tu la devi
            provare

            i link sono a carico tuo caro trollino
            pro-redmond
            (rotfl)Lol... quale sarebbe l'affermazione?
          • uRuby scrive:
            Re: Interessante
            - Scritto da: nome e cognome
            - Scritto da: collione

            no no tu hai fatto un'affermazione e tu la
            devi

            provare



            i link sono a carico tuo caro trollino

            pro-redmond

            (rotfl)

            Lol... quale sarebbe l'affermazione?non hai ancora capito che "collione" fa onore al suo nick?questa dei link è un discorso trito e ritrico con lui... lascia perdere... è solo un troll...
          • collione scrive:
            Re: Interessante
            Caro trollino qui se c'è qualcuno che tira sempre in ballo richieste di link quello è il tuo amico di merende qui sopraMa se tu fossi un pelino più intelligente te ne saresti già accorto dal commento precedente al mio
          • nome e cognome scrive:
            Re: Interessante
            - Scritto da: collione
            Caro trollino qui se c'è qualcuno che tira sempre
            in ballo richieste di link quello è il tuo amico
            di merende qui
            sopra

            Ma se tu fossi un pelino più intelligente te ne
            saresti già accorto dal commento precedente al
            mioCollione: "gli arm vanno più forte degli x86 e consumano 4 volte meno"NC: "balle"Collione: "Provalo!"Un giorno - quando evolverai in homo sapiens - svilupperai anche la logica e capirai.
          • collione scrive:
            Re: Interessante
            L'affermazione che facesti sul fatto che non si può costruire un Soc arm potente quanto un x86
          • nome e cognome scrive:
            Re: Interessante
            - Scritto da: collione
            L'affermazione che facesti sul fatto che non si
            può costruire un Soc arm potente quanto un
            x86Lol... affermazione che sicuramente riesci a riportare: al massimo avro' detto che arm non è in grado di disegnare un processore potente quanto un x86 (di pari generazione, con te purtroppo occorre precisare) e che consumi meno.
          • uRuby scrive:
            Re: Interessante
            - Scritto da: nome e cognome
            Sei riuscito a scrivere più cazzate che parole,
            complimenti.per te invece basta leggere il nome e già si sà che l'intervento conterrà il nulla
        • matter scrive:
          Re: Interessante
          Perché invece i computer della tua amata Apple cos'hanno all'interno? Ma smettila di sparere caxxate solo perché sei un Apple fanboy!
Chiudi i commenti